Strumenti

Quale idropulitrice scegliere

Il progresso non si ferma, ogni giorno ci sono sempre più invenzioni che semplificano la vita e salvano le persone da problemi inutili. Questo vale per tutti gli aspetti della nostra vita e la pulizia in questo caso non ha fatto eccezione. Dimentica stracci e secchi, spazzole e scope: questo è ieri! A guardia della pulizia oggi – dispositivi moderni, altamente efficienti, pratici – idropulitrici. Tali dispositivi hanno dato ai proprietari dell’attrezzatura l’opportunità di prendersi una pausa dal lavoro di routine..

Sommario:

Progettazione e funzionamento dell’idropulitrice

L’idropulitrice è una classe di attrezzature di lavaggio multiuso e richiesta. L’idropulitrice rimuove brillantemente lo sporco, pulisce delicatamente e a fondo tutte le superfici dure. Questa unità è costituita da un motore elettrico che aziona la pompa. La pompa è collegata ad un tubo ad alta pressione per il lavaggio, resistente all’alta pressione, e ad una pistola a spruzzo dotata di controllo dell’acqua nebulizzata.

Un altro tubo è collegato a questo sistema: un tubo a bassa pressione, progettato per fornire acqua alla pompa. Il corpo del dispositivo è resistente all’usura, il più delle volte in plastica. A seconda del modello viene utilizzato un motore elettrico o a benzina. Esistono contenitori speciali per detersivi che semplificano il processo di lavaggio. Le idropulitrici possono essere collegate alla rete idrica o prelevare l’acqua da qualsiasi serbatoio: barili, fiumi, stagni.

L’idropulitrice makita è in grado di consumare acqua da un contenitore e poi rilasciarla ad alta pressione. L’acqua non dovrebbe essere percepita come una sostanza lenta e fluente: un getto rilasciato ad alta pressione dimostra un potere mostruoso. Questo potere è destinato a lavare via lo sporco pesante e “persistente” su vari oggetti..

Scopo dell’idropulitrice

C’è un’opinione secondo cui un’idropulitrice dovrebbe essere usata per lavare le auto. In realtà, questo è solo uno dei metodi comuni di utilizzo. Può essere utilizzato per lavare autobus, camion, moto, biciclette, barche, attrezzi da giardino e agricoli. In un cantiere, in produzione, nelle utilities, in una stazione di servizio, un’idropulitrice professionale troverà la sua applicazione..

Le idropulitrici possono essere utilizzate per la pulizia di facciate di edifici, terrazzi, mobili da giardino, vialetti in pietra, vetri industriali e vetrine. Sotto una forte pressione, l’inquinamento più persistente nelle aree più inaccessibili diminuirà. Ma non è tutto ciò di cui sono capaci le idropulitrici. Trasformano facilmente la pulizia quotidiana in una procedura rapida e semplice..

Questa tecnica è particolarmente apprezzata dai proprietari di case private, perché sanno molto bene quanto sia difficile mantenere puliti la casa, il territorio adiacente e il cortile. La casa stessa, il garage, l’officina, il capannone e il terreno possono essere riordinati utilizzando una mini idropulitrice moderna, compatta e potente. Con la massima qualità e senza troppe difficoltà, sarà possibile ottenere un risultato semplicemente irraggiungibile con i mezzi tradizionali. Le idropulitrici affrontano lo sporco più vecchio e le superfici dure.

La maggior parte dei lavandini, purtroppo, non sono “amichevoli” con l’acqua calda. La temperatura massima del liquido che può essere fornita al dispositivo è solitamente indicata nelle caratteristiche tecniche del prodotto e solitamente non supera i 40-60 gradi Celsius. Se vuoi di più, allora dovresti cercare un modello che supporti l’uso dell’acqua calda: non ci sono molti di questi dispositivi, ma puoi davvero trovare.

Per aumentare l’efficienza e la funzionalità del lavello, è possibile utilizzare accessori aggiuntivi per l’idropulitrice. L’opzione più comune è l’ugello a getto rotante. Tuttavia, alcuni produttori offrono opzioni più originali: vari pennelli, in particolare ugelli mobili e stretti per la pulizia di tubi diversi. Artiglieria più pesante – ugelli di sabbiatura: l’acqua con la sabbia pulisce lo sporco più pesante.

Tipi di idropulitrici

Ogni idropulitrice si differenzia per pressione e prestazioni, peso e potenza, design e dimensioni. In base a questi parametri, puoi scegliere l’attrezzatura che fa per te, in base a capacità finanziarie, esigenze, desideri e compiti..

Lavelli domestici e professionali

Le idropulitrici si dividono in professionali e domestiche. La durata del modello domestico al giorno è di circa due ore, l’acqua viene fornita dal serbatoio o dalla pressione del sistema di approvvigionamento idrico. Nelle idropulitrici domestiche in posizione di lavoro, il consumo di acqua raggiunge i 600 litri all’ora, alimentazione ~ 220-230 V, pressione – 20 – 150 bar.

Il set di consegna solitamente comprende: un ugello standard che consente di regolare la pressione, un tubo ad alta pressione, una pistola, un raccordo. Gli ugelli speciali aiutano ad espandere l’ambiente per l’utilizzo di mini-lavatrici domestiche: lavaggio di percorsi adiacenti, pulizia delle tubazioni fognarie e varie superfici dalla vernice, pulizia delle facciate degli edifici.

I lavelli professionali differiscono dai modelli domestici, prima di tutto, per la risorsa inerente al loro design. Nel gruppo domestico la plastica predomina nel materiale della pistola e della pompa di lavaggio, mentre nella classe professionale predomina il metallo: acciaio legato, bronzo, ottone. All’uscita, la pressione massima raggiunge le 1500 atmosfere. Pertanto, vale la pena scegliere un modello professionale come idropulitrice per auto..

Le principali differenze tra i modelli professionali alti e quelli domestici:

  • resistenza di ogni parte, facilità di sostituzione degli elementi;
  • durata del lavoro continuativo;
  • lavorare in condizioni super pesanti e difficili;
  • l’uso di leghe speciali nella struttura;
  • alte prestazioni.

Lavelli con e senza acqua riscaldata

Le idropulitrici, che non consentono il riscaldamento dell’acqua, possono essere utilizzate con successo per la pulizia di varie superfici e oggetti grazie alla configurazione del getto d’acqua, che può essere modificata, e alla possibilità di aggiungere detergenti al getto di nebulizzazione. Per aumentare la loro capacità di pulizia, è possibile utilizzare ugelli specializzati inizialmente inclusi nel set di consegna. Puoi anche sfogliare il catalogo delle idropulitrici e selezionare un set aggiuntivo di ugelli.

I modelli con acqua riscaldata vengono utilizzati per la pulizia rapida di olio, grasso e altri contaminanti resistenti all’acqua fredda, al ghiaccio e allo sporco ghiacciato in inverno, nonché per la disinfezione e il lavaggio delle attrezzature nell’agricoltura e nell’industria alimentare.

Apparecchi che consentono di riscaldare l’acqua, solitamente utilizzano un bruciatore a gasolio come unità termica. La presenza di un bruciatore, serbatoio carburante o riscaldatore aumenta notevolmente le dimensioni e il peso del lavello rispetto ai modelli senza riscaldamento. Per il funzionamento di un tale lavandino è necessaria una fornitura di acqua ed elettricità, quindi questi dispositivi non sono completamente autonomi..

Lavelli autonomi e alimentati da rete

Quando si sceglie un’idropulitrice, è necessario conoscere le caratteristiche della rete elettrica, poiché è necessaria per garantire il buon funzionamento del modello. In base ai compiti e alle esigenze dell’apparato, è possibile scegliere un lavello alimentato da AC: 3~400 V o 1~230 V. Le lavatrici monofase sono modelli economici compatti, le macchine trifase sono la classe più alta delle macchine professionali, il più produttivo e il più potente.

Le idropulitrici autonome sono dispositivi mobili ad alta pressione progettati per lavori relativi alla pulizia delle facciate, all’uso in edilizia, silvicoltura, municipalità e agricoltura, forniscono una soluzione sicura ai compiti in assenza di elettricità. Dotato di motori a benzina o diesel di alta qualità.

Lavelli fissi e mobili

I lavelli mobili sono molto convenienti nel lavoro quotidiano quando è necessario spostarsi in luoghi remoti e difficili da raggiungere. Le rondelle mobili sono considerate le più popolari e le più diffuse. Le grandi ruote garantiscono un’elevata manovrabilità e consentono di spostare il modello anche su gradini o pavimenti irregolari.

L’idropulitrice stazionaria è progettata per il collegamento di tubi e tubazioni ad alta pressione, offrendo una soluzione compatta per una pulizia economica e accurata di veicoli ed edifici, progettata per l’integrazione di tubazioni o l’installazione sul campo telecomandata. Soluzioni tecniche speciali garantiscono un funzionamento continuo a lungo termine con prestazioni elevate, spegnimento automatico per lungo tempo o interruzione del lavoro.

Rondelle-colonne, tunnel e lavaggi a portale

È consuetudine installare stazioni di autolavaggio all’ingresso di un autolavaggio automatico, in parcheggi multipiano o sotterranei, garage, parcheggi, all’uscita da cantieri e distributori di benzina. I rondelle sono un’area separata con drenaggio, in cui gli ugelli ad alta pressione si trovano a diverse angolazioni e lungo il perimetro e l’idropulitrice stessa è nascosta in modo compatto nella struttura. Fondamentalmente, le migliori idropulitrici vengono utilizzate per il prelavaggio e la bagnatura della carrozzeria, la pulizia dello sporco grossolano, la pulizia a pressione di cerchi e ruote, oltre al lavaggio del sottoscocca..

Il lavello a portale è una struttura a forma di U costituita da tubi in acciaio e un telaio e zincato a caldo per una maggiore protezione dalla corrosione con un rivestimento laccato durevole. Le unità di lavaggio sono spazzole e archi – travi di lavaggio con due guide ugelli mobili e commutabili che forniscono un angolo di impatto ottimale del getto d’acqua e un’eccellente pulizia della parte posteriore e anteriore della macchina. La pulizia delle fiancate viene effettuata con l’inclusione di tubi ugelli in base all’altezza dell’auto.

L’autolavaggio a tunnel è costituito da diverse stazioni di lavaggio auto e autolavaggi a portale. Questa è una sorta di corridoio di sezioni in cui vengono eseguite diverse operazioni. Allo stesso tempo, la macchina si muove indipendentemente o si muove su un nastro trasportatore.

Come scegliere un’idropulitrice

Quindi, non puoi decidere se acquistare un’idropulitrice bosch aquatak o dare la preferenza a un altro produttore. Innanzitutto, si consiglia di decidere per quale scopo è necessario il dispositivo. Se hai bisogno di un modello professionale o domestico dipende dal tipo di lavoro che verrà eseguito utilizzando un’idropulitrice. A seconda della categoria selezionata dell’autolavaggio, dipendono la sua durata e il prezzo del dispositivo. I dispositivi professionali durano tre volte di più e costano molto di più.

Quando si sceglie un lavandino, prestare attenzione, prima di tutto, alle prestazioni della pompa, che è determinata da criteri quali il consumo di acqua in un determinato periodo di tempo, la pressione di esercizio e la temperatura del liquido in uscita. La capacità del getto di lavare via lo sporco è determinata dalla portata d’acqua, che è fornita dalla potenza della pompa di lavaggio. I buoni modelli forniscono quasi 600-700 litri all’ora.

Quando scegli un’idropulitrice, prendi subito un filtro, perché la nostra acqua ha bisogno del meglio. Si consiglia di scegliere un filtro riutilizzabile, senza la presenza di cartucce sostituibili. Quando si acquista un lavandino, vale la pena chiarire come funziona il dispositivo quando si preleva l’acqua dal serbatoio, perché non è sempre possibile collegare il lavandino alla rete idrica.

Insieme al consumo di acqua, la pressione determina l’efficienza di lavaggio dell’80%. Il dispositivo deve ricevere la giusta quantità di acqua, a seconda delle sue caratteristiche tecniche. Ad esempio, se il consumo di acqua raggiunge i 14 litri al minuto e l’approvvigionamento idrico ne fornisce solo 12, il lavandino può guastarsi molto rapidamente..

Ogni idropulitrice ha la sua risorsa. Scegli il dispositivo in base alle tue esigenze. Ad esempio, le idropulitrici karcher della seconda, terza e quarta serie sono progettate per lavare un’auto al giorno, funzionando senza problemi per 3-5 anni, i dispositivi della quinta e sesta serie – per lavare due o tre auto al giorno, e i lavaggi della settima serie sono in grado di lavare fino a sette auto al giorno.

Attenzione alla pompa. Esistono due tipi di materiale con cui sono realizzati: plastica e metallo. Le pompe di plastica sono pieghevoli e non pieghevoli. Se la pompa è di plastica non separabile, dovrà essere cambiata in caso di guasto e il suo costo è pari al 70% del prezzo di un nuovo dispositivo. La pompa pieghevole può essere riparata. La pompa di plastica ha paura del surriscaldamento e dell’acqua calda.

Scopri come vengono forniti i prodotti chimici. Se la chimica può essere fornita attraverso l’apparato (versata in un serbatoio integrato o pompata attraverso un tubo speciale), vale la pena chiarire la possibilità di acquistare un agente schiumogeno esterno che viene messo sulla pistola. Questo è conveniente perché solo i prodotti chimici neutri possono essere fatti passare attraverso tali tubi e serbatoi..

Suggerimenti per il funzionamento dell’idropulitrice

Non è consigliabile mantenere il lavandino sotto pressione inutilmente: è meglio ridurlo durante l’intervallo tra un lavoro e l’altro, poiché altrimenti il ​​dispositivo si guasterà più velocemente e l’idropulitrice dovrà essere riparata. Una delle parti più fragili è il tubo ad alta pressione, quindi non deve essere schiacciato o attorcigliato. Se hai acquistato una lavatrice con avvolgicavo, srotola sempre il tubo quando lavori. È meglio acquistare un modello con un avvolgitubo speciale, poiché aumenta la vita del lavello.

Non lasciare il lavandino quando fa freddo con acqua. Se l’acqua all’interno si congela, il lavandino potrebbe guastarsi completamente. Il miglior rimedio in questo caso è pompare l’antigelo all’interno. E il dispositivo stesso dovrebbe essere conservato in una stanza calda in inverno. Quando si lavora con un lavandino, è necessario rispettare le regole di sicurezza. Un getto diretto contro una persona è pericoloso: è in grado di abbatterlo e ferirlo ad alta pressione..

Pertanto, un’idropulitrice è un dispositivo multifunzionale che viene utilizzato per pulire tutti i tipi di cavità e superfici utilizzando un getto d’acqua ad alta pressione. Se aggiungi un agente abrasivo al getto, risulterà rimuovere non solo lo sporco, ma anche vernice e ruggine.