Soffitti

Come realizzare un controsoffitto in cartongesso retroilluminato

Molte soluzioni diverse vengono utilizzate per decorare il soffitto. Ogni opzione ha sia vantaggi che svantaggi. A causa della facilità di installazione e della varietà di progetti di design, i soffitti in cartongesso con illuminazione integrata hanno guadagnato un’ampia popolarità..

Consideriamo come viene eseguita l’installazione di tali soffitti, oltre a fornire consigli pratici sulla scelta delle lampade e sulla disposizione della struttura sospesa..

Soffitto retroilluminato: consigli e avvertenze generali

Un soffitto in cartongesso retroilluminato è una tecnica di progettazione popolare. Questa è una finitura molto elegante e pratica che consente di disporre diversi tipi di lampade, regolare la potenza dell’illuminazione e modificare la percezione spaziale della stanza..

L’installazione di un controsoffitto in cartongesso presenta diversi vantaggi:

  • la capacità di allineare il rivestimento del soffitto;
  • non è necessario preparare la base prima di installare il soffitto;
  • è facile nascondere le comunicazioni sotto la struttura (condotti di ventilazione, cavi, ecc.);
  • realizzazione dei progetti multilivello più insoliti e gioco con l’illuminazione.

Nonostante i vantaggi elencati, questo design presenta diversi svantaggi:

  • il livello del soffitto dovrà essere ridotto di almeno 10 cm;
  • la procedura di installazione non è complicata, ma richiederà all’esecutore di lavorare con capacità di cablaggio elettrico.

Importante! Il collegamento e il collegamento errati degli apparecchi di illuminazione possono essere pericolosi. Un’installazione eseguita con competenza proteggerà il soffitto illuminato da un cortocircuito e l’intera stanza da un incendio

Quando si pianifica la disposizione di un soffitto retroilluminato, è necessario prestare attenzione ai seguenti punti:

Tipi di plafoniere

Diversi tipi di lampade sono ampiamente utilizzati per illuminare il soffitto:

  • Faretti;
  • lampadario ordinario / lampadario a LED;
  • lampade fluorescenti;
  • lampade a fibre ottiche;
  • striscia principale.

I faretti sono utilizzati come illuminazione notturna, illuminazione di emergenza, suddivisione in zone dello spazio, illuminazione dell’area di lavoro, ecc. Questa opzione di illuminazione è economica e applicabile a soffitti di qualsiasi configurazione..

Il soffitto con faretti è facile da installare e può essere realizzato in modo indipendente. Affinché la struttura finita appaia esteticamente gradevole, è necessario ritagliare con cura i fori nel soffitto corrispondenti al diametro dell’apparecchio..

I faretti vengono solitamente utilizzati come aggiunta all’illuminazione principale: un lampadario o un’illuminazione a LED.

Un normale lampadario può essere scelto in qualsiasi dimensione, forma e colore. Questa opzione di illuminazione non richiede cablaggio sostitutivo. Le lampade a soffitto e a sospensione non sono sempre adatte ai soffitti in cartongesso: “prendono” qualche centimetro in più dell’altezza della stanza.

Le lampade fluorescenti sono più spesso utilizzate in locali non residenziali. Il prezzo delle lampade è abbastanza abbordabile e l’installazione è abbastanza semplice. Ulteriori vantaggi: funzionamento economico e lunga durata (soggetto a tensione stabile).

Gli apparecchi a fibra ottica sono una novità nel mercato dell’illuminazione. Con l’aiuto di tali lampade, vengono creati effetti insoliti: paesaggi stellati. L’installazione di soffitti con apparecchi in fibra ottica è laboriosa e costosa. Questa opzione è applicabile solo per stanze con soffitti alti..

Molto spesso, per creare un soffitto in cartongesso multilivello con retroilluminazione, vengono utilizzate strisce LED che presentano i seguenti vantaggi:

  • costo accessibile;
  • illuminazione diffusa uniforme: un nastro posizionato attorno al perimetro della stanza brilla più luminoso di una lampada convenzionale da 200 W;
  • facilità di installazione: il nastro viene fissato al muro a secco utilizzando il lato adesivo;
  • alta efficienza energetica;
  • è possibile controllare a distanza l’illuminazione – cambiare l’ombra della luce, regolare le modalità;
  • lunga durata.

Strisce LED: criteri di selezione

Il nastro a diodi a emissione di luce (LED) è una striscia stretta larga circa 9 mm, realizzata in materiale flessibile. Sulla superficie del nastro si trovano tracce conduttive, diodi e resistori. La striscia LED viene selezionata in base a diversi parametri di base:

Importante! Un alimentatore deve essere incluso con la striscia LED. Oltre al nastro SMD5050, è possibile acquistare un telecomando e un controller

Controsoffitto in cartongesso retroilluminato

La retroilluminazione sul soffitto in cartongesso può essere realizzata in modo aperto e nascosto. La prima opzione è abbastanza semplice da implementare. Nel controsoffitto in cartongesso viene praticato un foro, nel quale viene inserita la lampada.

Quando si organizza un controsoffitto con retroilluminazione aperta, il peso degli apparecchi non deve superare i 10 kg. Ciò è dovuto alla bassa capacità portante del telaio e del rivestimento del soffitto.

Il secondo modo per decorare il soffitto (illuminazione nascosta) prevede il posizionamento di apparecchi di illuminazione in una nicchia appositamente creata, tra due strati di cartongesso. Con questo design, il flusso di luce è diretto verso il soffitto e non verso il basso. La luce rimbalza sul soffitto per un effetto irresistibile. L’illuminazione nascosta ha un aspetto migliore con un soffitto in vetro o lucido.

Soffitto in cartongesso illuminato fai da te: installazione passo dopo passo

Considera come realizzare un soffitto in cartongesso con retroilluminazione nascosta. La striscia LED sarà utilizzata come apparecchi di illuminazione.

Strumenti e materiali

Un elenco indicativo di strumenti e materiali:

  • cartongesso (resistente all’umidità o ordinario);
  • guide e profili a parete;
  • sospensioni dirette a soffitto;
  • elementi per il fissaggio (tasselli per il fissaggio del telaio al soffitto, viti autofilettanti per cartongesso e profilo);
  • rete per rinforzo giunti;
  • forbici metalliche, pinze e un coltello da montaggio;
  • cacciaviti;
  • cacciavite e trapano a percussione;
  • matita, livella, taglia il filo;
  • spatola, mastice;
  • Striscia LED con alimentatore, fili per il collegamento alla rete (sezione del cavo elettrico non inferiore a 0,75 mm).

Dispositivo telaio di primo livello

La prima fase del lavoro quando si organizza un soffitto a più livelli è l’installazione del telaio di livello superiore:

Rivestito il telaio finito con fogli di cartongesso, fissando la tela con viti autofilettanti. Base, livello del soffitto superiore pronto.

Installazione del telaio – scatole per l’illuminazione

La fase successiva è la costruzione di una nicchia per ospitare l’illuminazione nascosta:

Rivestire il telaio con cartongesso

Il rivestimento del telaio deve essere eseguito con strisce strette di cartongesso. Sequenza di fissaggio del muro a secco:

Installazione e collegamento della retroilluminazione

Durante l’installazione dei LED, è necessario rispettare le seguenti regole:

Schema di collegamento della retroilluminazione:

  • un’estremità del cavo dall’alimentatore va alla striscia LED e l’altra alla rete a 220 volt;
  • quando si collega un nastro multicolore (RGB), è necessario osservare la polarità: fili blu e nero – meno, rosso – più;
  • le prestazioni dei LED devono essere preventivamente verificate; se tutto funziona, puoi attaccare il nastro in un posto permanente.

Importante! Su lunghe sezioni del nastro, quando sono collegate in serie, il bagliore nelle diverse sezioni è diverso. Pertanto, è più sicuro e corretto collegare sezioni superiori a 5 metri in parallelo utilizzando un cavo con una sezione trasversale di 1,5 mm. Per tale connessione, è necessario un alimentatore di potenza maggiore.

La fase finale è la finitura del soffitto. Stuccare i giunti dei fogli di cartongesso, attendere che si asciughino e trattare il soffitto con un primer. Il soffitto in cartongesso può essere dipinto, carta da parati o intonaco decorativo.

Installazione di un soffitto in cartongesso con illuminazione: video

Soffitto in cartongesso retroilluminato: idee fotografiche

Soffitto a più livelli: cartongesso, illuminazione LED nascosta e faretti aperti.

Soffitto teso lucido “Sky” e illuminazione monocromatica nascosta.

Controsoffitto in cartongesso. La stanza utilizza diverse fonti di luce: un lampadario centrale, faretti e striscia LED.

Una soluzione efficace: una transizione graduale della struttura del flusso in cartongesso alle pareti della stanza. L’illuminazione multicolore aggiunge profondità e struttura alla composizione.

Collegamento armonioso del soffitto teso lucido scuro con il soffitto teso chiaro. L’illuminazione esterna ha due direzioni: verso il basso nella stanza e verso il soffitto.