Soffitti Archives - johnschneideronline.com

Soffitti

Soffitti

Come imbiancare il soffitto

Molte persone, al solo accenno alla riparazione, si afferrano la testa. Bene, certo, perché quanto tempo, lavoro e denaro hai bisogno di investire in questo evento, quanti nervi spendere. Ma spesso non c’è semplicemente nessun posto dove andare – non importa quanto siano di alta qualità le riparazioni precedenti, ma per mantenere l’alloggio in "appena rinnovato" condizione non funzionerà per molto tempo. Tuttavia, i proprietari esperti troveranno sempre l’opportunità di fare tutto non solo bene, ma anche economicamente. Ad esempio, per fare la maggior parte del lavoro con le tue mani, qui sarai sicuramente sicuro della qualità. Inoltre, puoi sempre utilizzare le ricette dei nostri genitori, e quindi il risparmio diventerà ancora più significativo. Ecco come imbiancare il soffitto: è del tutto possibile farlo da soli, e il lavoro non è il più difficile e i materiali sono abbastanza accessibili a chiunque.

  • Come imbiancare il soffitto senza molta pulizia
  • Lavori preparatori con il soffitto
  • Come imbiancare il soffitto con le tue mani

Imbiancatura: un vecchio amico non rovina il solco

Tutti conoscono l’imbiancatura: anche i nostri nonni e bisnonni usavano questo semplice metodo per dare pulizia e attrattiva alle loro case. È ancora usato ora, e non così raramente. Dopotutto, molte persone si fidano dell’esperienza dei loro antenati più che di metodi chimici all’avanguardia. E la domanda è: c’è qualcosa di cui fidarsi? – non ne vale nemmeno la pena.

Ad esempio, ci sono diversi vantaggi che hanno ancora un impatto sulla nostra mente, tuttavia, riguardano principalmente l’imbiancatura a calce:

  • l’imbiancatura è un materiale ecologico che non danneggia né la casa né la persona
  • la calce ha proprietà disinfettanti abbastanza tangibili
  • grazie ai piccoli pori formati in una calce correttamente applicata, il rivestimento diventa resistente all’umidità (l’acqua che è entrata nello strato di calce attraverso i pori con elevata umidità dell’aria, in un’atmosfera più secca evapora anche attraverso di essi, lasciando il nostro soffitto asciutto e pulito)
  • con un’attenta aderenza alla formulazione della malta di calce, la calce essiccata acquisisce uno strato esterno sufficientemente forte (qualcosa come un film), resistente all’abrasione
  • la durata della conservazione del candore del soffitto imbiancato varia da 2 a 4 anni (per ambienti con l’atmosfera più inquinante, ad esempio una cucina), e il rinnovo (se l’imbiancatura originale è stata applicata secondo tutte le regole) è fatto in modo rapido ed economico
  • calcoli sull’argomento: "quanto costa imbiancare il soffitto", delizierà chiunque abbia un’epopea con la riparazione

Sembrerebbe che non ci siano così tanti vantaggi, soprattutto perché la pulizia del soffitto imbiancato non è troppo duratura. E pensa tu stesso: quanto dura l’altro trattamento? Che, quando si applica l’emulsione acquosa o altre vernici, si tappezza o si installano controsoffitti, il candore incontaminato rimarrà fino alla fine della tua vita? Tu stesso conosci la risposta a questa domanda. Pertanto, la scelta a favore del whitewashing è ancora rilevante..

E per coloro che sono molto preoccupati per la riparazione, ti consiglio di guardare il video: diventerà immediatamente più facile.

Soffitto imbiancato: pietre miliari importanti

La scelta è stata fatta, il Rubicone è stato attraversato e si è pronti a partire. E molti sanno come imbiancare correttamente il soffitto. Ma ancora, passiamo attraverso tutte le fasi per portare il soffitto alla pulizia e al rinnovamento..

Quindi, lo schema generale del lavoro è semplice e chiaro:

  • proteggiamo i locali dai nostri lavori di ristrutturazione
  • preparare il soffitto per l’imbiancatura
  • imbiancare
  • rimuovere le conseguenze
  • godendosi il soffitto imbiancato e pulito

Niente di niente, vero? Ora parliamo di tutto in modo più dettagliato..

Come imbiancare il soffitto senza molta pulizia

Prima di iniziare a pulire il soffitto per l’imbiancatura, è necessario proteggere con cura le pareti, i pavimenti e i mobili, altrimenti si dovrà pasticciare a lungo, lavando tutto questo dalla calce. Molto spesso, per questo viene utilizzato un normale involucro di plastica. Se non hai un pezzo grande a portata di mano, prendine alcuni piccoli (puoi semplicemente comprare grandi sacchi della spazzatura e tagliarli per fare un pezzo) e fissali insieme con del nastro adesivo. Prova in modo che il film copra l’intera superficie che non sbiancherai e senza spazi vuoti (solo nello spazio vuoto, la calce ama filtrare, tanto che non è chiaro se ci fosse un film protettivo).

È meglio togliere i mobili in eccesso dalla stanza (cucina o corridoio), lasciare solo quello che verrà utilizzato per un lavoro più conveniente con il soffitto. Inoltre, è meglio lasciare quel mobile che può essere facilmente lavato, oppure lo avvolgiamo in più strati di pellicola rinforzata con nastro adesivo – dopotutto, dobbiamo camminarci sopra con i nostri piedi, quindi dobbiamo assicurarci che il il rivestimento sotto le nostre scarpe non si sbriciola, lasciando che tutto il nostro lavoro vada in malora.

Lavori preparatori con il soffitto

Quindi, tutto è stato coperto con un film, procediamo alla lavorazione preliminare del soffitto. E qui il primo passo è decidere se stiamo eseguendo un re-imbiancatura dopo un breve periodo o preparandoci per una ristrutturazione completa (importante) del soffitto.

Ispezioniamo attentamente il nostro soffitto: se la sua superficie è ancora piatta, senza crepe e macchie fortemente pronunciate di varia origine, dobbiamo solo rimuovere lo strato più alto del precedente intonaco, che è diventato polveroso e deve essere sostituito. Questo può essere fatto con una frusta o (per ridurre la polvere) con un aspirapolvere. Nel caso in cui l’intero intonaco si sia già scurito, lo puliamo completamente su intonaco. Il modo più conveniente per tale pulizia è inumidire il vecchio intonaco (con un rullo, un pennello o uno spray), raschiare via il suo strato principale con una spatola e lavare i resti con una normale spugna di schiuma (una spugna del cosiddetto "gomma" gommapiuma). Nel processo, agiamo con attenzione: lo strato di intonaco dovrebbe rimanere intatto e uniforme, perché non abbiamo bisogno di un soffitto con fossette o strisce.

Importante: quando fai un lavoro sporco, assicurati di proteggere gli occhi e il tratto respiratorio da piccole particelle – indossa un respiratore (benda di garza) e occhiali di sicurezza, per proteggere le mani dallo sporco, usa i guanti

Prima dell’imbiancatura stessa, adeschiamo l’intero soffitto con la composizione più adatta per l’imbiancatura (usiamo diversi primer per gesso o miscela di calce). Il primer fornirà una maggiore resistenza all’umidità dell’intonaco, a causa della quale il consumo di bianco sarà molto inferiore.

Più in dettaglio, il materiale video mostra il processo di pulizia e adescamento del soffitto..

Ma se sul soffitto si trovano crepe e crepe, allora vale la pena rimuovere l’intonaco e riempire tutti i difetti del soffitto, incollandolo lungo le cuciture e le crepe più grandi con una serpentina (sotto di esso, lo stucco tiene molto più forte, senza screpolature di tanto in tanto). Dopodiché intonaciamo nuovamente il soffitto, stucchiamo e smerigliamo con carta abrasiva o rete diamantata fino a quando non è completamente livellato: più liscia è la base, più facile e ideale è la finitura.

Il lavoro sull’intonacatura e la stuccatura delle superfici è dimostrato nel video: puoi sia guardare che imparare.

Come imbiancare il soffitto con le tue mani

Il soffitto è pronto per il palco principale: l’imbiancatura. In effetti, puoi assumere un paio di artigiani (o anche uno) per le riparazioni, ma non è affatto difficile fare tutto da solo, anche i nostri genitori lo hanno fatto costantemente con le proprie mani, e non siamo peggio. Pertanto, indossiamo abiti più semplici, indossiamo dispositivi di protezione contro polvere e gocce, prendiamo un contenitore di calce e uno strumento nelle nostre mani – e avanti, per lavorare a beneficio del nostro appartamento (bene, o a casa).

I nostri genitori consideravano il pennello il principale strumento di produzione per l’imbiancatura (e non ce n’erano altri), ma applicare l’imbiancatura uniformemente con un pennello non è un compito facile. Pertanto, è molto più facile imbiancare il soffitto con un rullo, puoi persino metterlo su un lungo manico per non saltare su tavoli e sedie, come alcuni animali di montagna.

Importante: quando si imbianca il soffitto con un rullo, seguire la direzione: il primo strato di calce viene applicato parallelamente al muro su cui si trova la finestra, l’ultimo strato di calce deve essere applicato perpendicolarmente – lungo i raggi di luce che cadono dalla finestra.

C’è un modo ancora più semplice, in cui l’imbiancatura si stende uniformemente per gli artigiani più inesperti. Questa è l’applicazione del bianco con una pistola a spruzzo. I nostri genitori, ad esempio, hanno collegato una lattina con un dispositivo spray a un aspirapolvere (al foro da cui viene espulsa l’aria – questo è per coloro che non sono forti nella tecnologia). E abbiamo una varietà di unità portatili di spruzzatura di liquidi a portata di mano. Un tale dispositivo può essere noleggiato, ma se hai intenzione di aderire alle stesse regole nella riparazione di adesso, allora vale la pena acquistare un dispositivo del genere. In ogni caso, tornerà utile – per il prossimo imbiancatura del soffitto o per irrorare le piante nel paese. E in generale, con l’aiuto di un tale dispositivo, puoi facilmente rispondere a una delle domande di riparazione più urgenti. – "come imbiancare rapidamente il soffitto?"

Vuoi vedere come imbiancare il soffitto? Video – imbiancare le superfici con uno spray a manico lungo.

Dopo aver deciso gli strumenti di imbiancatura, vale la pena di esprimere alcune regole più generali:

  • l’imbiancatura viene applicata in più strati – da due a quattro, quindi otteniamo una colorazione davvero uniforme
  • ogni strato successivo di calce viene applicato su una superficie asciutta (ovvero, dovresti aspettare che lo strato precedente si asciughi)
  • il più durevole e durevole sarà l’intonaco che si è asciugato naturalmente – senza fonti artificiali di calore, correnti d’aria e luce solare diretta (con un riscaldamento irregolare, l’intonaco può fare bolle e crepe e, dopo tutto, tutti sanno che la cosa principale in riparazione è che non ci sono bolle)
  • in nessun caso applicare calce gessosa su pietra calcarea, altrimenti il ​​​​tuo soffitto sarà decorato in modo pittoresco con macchie e macchie
  • Se lo si desidera, è possibile aggiungere vari pigmenti all’intonaco per dare al soffitto una tonalità di colore:
  • per il candore della neve con una leggera sfumatura bluastra, aggiungere il blu (oltremare)
  • per sfumature verdastre di diversa saturazione – corona o verde cromo
  • le sfumature cremose si ottengono aggiungendo terra di Siena o terra d’ombra bruciata
  • avorio – ocra
  • le sfumature rossastre o rosa sono date dal piombo rosso
  • toni di grigio – vernice fuliggine d’osso
  • la calce può essere acquistata già pronta, anche se è più facile prepararla da soli, l’importante è attenersi scrupolosamente alle raccomandazioni della ricetta
  • Bene, questo è tutto, ora ogni ragazza capisce come imbiancare il soffitto da sola, e se l’intera famiglia si mette al lavoro, allora è garantito un risultato rapido e di alta qualità. Buona ristrutturazione e soffitti puliti!

    Read more
    Soffitti

    Installazione di soffitti tesi in tessuto

    I soffitti tesi sono una soluzione molto efficace e moderna per la ristrutturazione di locali per vari scopi. Oggi, nel mercato dei materiali di finitura, occupano una delle posizioni di primo piano grazie al gran numero di qualità positive. Esistono due tipi principali di soffitti tesi noti ai consumatori: tele in film in PVC e soffitti tesi in tessuto. Il drappeggio del soffitto con un tessuto sembra molto attraente e, soprattutto, è unico! E se hai preparato più di una versione del tessuto, puoi spesso cambiare l’interno della tua stanza..

    Contenuto:

    Storia del soffitto in tessuto

    Molto tempo fa, i panni in PVC sono apparsi sul mercato. Questo materiale iniziò ad essere utilizzato attivamente negli anni ’60 del XX secolo. I consumatori russi hanno appreso dei soffitti tesi nel 1995-96. Ma le tele in tessuto sono state inventate abbastanza di recente: nel 2000, puoi vederlo guardando il video sull’installazione di un soffitto in tessuto teso. E questa è stata una scoperta rivoluzionaria nel mondo della riparazione! Perché è stato creato un materiale più ecologico dell’involucro di plastica. E ovviamente più durevole.

    Tuttavia, anche dal mondo antico, ci sono pervenute le prime menzioni dell’uso del tessuto per il soffitto come rivestimento. La seta stirata veniva utilizzata per coprire lo spazio del sottosoffitto nell’Antico Egitto, a Roma e in Grecia. Allo stesso modo, si è scoperto che nascondeva i difetti che si trovavano sul soffitto principale. Inoltre, tali tele venivano utilizzate per decorare i locali. Tuttavia, tali strutture dovevano essere cambiate spesso, perché nel tempo le tele hanno accumulato polvere, sono ingiallite e si sono abbassate.

    La storia conosce anche altri esempi dell’uso del tessuto per il soffitto. Ad esempio, fino ad ora in Armenia la produzione di soffitti tesi in tessuto è stata tenuta segreta. Esiste un metodo noto che veniva praticato dagli antichi maestri: le tele venivano impregnate con una soluzione di gesso, il tessuto veniva fissato allo stato grezzo attorno al perimetro della stanza, poi il cotone veniva teso quando il gesso si asciugava. Il risultato è stato una superficie liscia e perfettamente piana. Ma un tale soffitto teso in tessuto presenta gli stessi inconvenienti delle tele realizzate nel mondo antico: accumulo di polvere e fragilità.

    A metà del 20 ° secolo, c’è uno sviluppo attivo dell’industria chimica. E non c’è da stupirsi che con l’invenzione del film in PVC abbiano iniziato a usarlo per il soffitto come materiale di finitura. Alla fine degli anni ’90 fu inventato un supporto completamente nuovo e non era adatto al materiale esistente. La ricerca è durata tre anni. E il risultato è stata la produzione di tessuto in poliestere di una tessitura piuttosto complessa, che è stata prodotta su macchine per tessere, e quindi impregnata di poliuretano.

    Caratteristiche dei tessuti

    Gli esperti notano diverse qualità piuttosto importanti che distinguono i soffitti in tessuto:

    • Forza. Rispetto al film, il tessuto in poliestere è molto più resistente – circa 15-20 volte. Ciò ti consente di non aver paura di danni accidentali, ad esempio freccette per bambini o tappi di champagne. Non è facile tagliare o graffiare tale tessuto con uno spigolo vivo. E i soffitti tesi fatti di film richiedono ancora un atteggiamento attento verso se stessi..
    • Permeabilità all’aria. Per un tale tessuto per soffitti tesi, i micropori fungono da base, con l’aiuto del loro soffitto “respira”, cioè non interferisce con la circolazione dei flussi d’aria nella stanza e crea un’ottima acustica.
    • Senza soluzione di continuità. I soffitti in tessuto sono prodotti in rotoli, la cui larghezza è fino a 5,1 metri, a differenza del film in PVC, la cui larghezza non supera i 3,5 metri. Ciò consente di coprire stanze piuttosto ampie senza cuciture saldate. Gli esperti dicono che il punto più debole è la cucitura del soffitto del film. Il soffitto può rompersi proprio qui.
    • Tecnologia di installazione. L’installazione di un panno in tessuto è più sicura. Non è necessario riscaldare la stanza con pistole termiche, che è necessario in caso di installazione di film in PVC. Non è necessario rimuovere dalla stanza oggetti sensibili al calore, riducendo così i tempi di installazione. I soffitti in tessuto teso non richiedono le dimensioni esatte della stanza, a causa di misurazioni imprecise, il tempo di installazione non può essere interrotto. Le tele vengono semplicemente attaccate a una baguette speciale e quindi allungate. Grazie a questa qualità, un controsoffitto senza soluzione di continuità è amato sia dagli installatori che dagli artigiani indipendenti..
    • Compatibilità ambientale. Puoi installare soffitti tesi a base di tessuto in qualsiasi stanza (anche nella stanza dei bambini), poiché sono inodori. Anche i soffitti di film piuttosto costosi, dopo l’installazione per diversi giorni, hanno un odore specifico. Il tessuto in poliestere è inoltre antistatico e garantisce assenza di condensa e polvere.
    • Funzione decorativa. Su tua richiesta, i soffitti in tessuto teso possono trasformarsi in un vero capolavoro. La tela può essere ridipinta semplicemente in un colore diverso utilizzando colori acrilici o decorata con pittura a mano. La stampa fotografica è disponibile anche per tali materiali. I soffitti tesi in tessuto sono adatti per strutture multilivello e curve.
    • Resistente agli sbalzi di temperatura. I soffitti tesi in tessuto non temono il gelo o il calore. Pertanto, vengono installati in locali stagionali, in costruzione e non riscaldati (parcheggi sotterranei, logge, cottage estivi, garage). A temperature inferiori a 10 gradi, il film in PVC potrebbe rompersi e diventare fragile.

    Il principale svantaggio di tali tele è il prezzo dei soffitti tesi in tessuto, che è molto più alto del costo del film in PVC. Un metro quadrato di tela dei produttori europei costa circa 600 rubli. Il prezzo è influenzato dal fatto che tali controsoffitti sono prodotti esclusivamente all’estero, oltre che dalla qualità del materiale stesso. Alcune delle aziende manifatturiere più famose sono CERCOR (Germania), CERUTTI (Italia), CLIPSO (Svizzera). I produttori russi hanno finora padroneggiato solo la tecnica di realizzare soffitti con film in PVC.

    Oltre all’alto costo dei soffitti tesi in tessuto, la tela presenta anche altri svantaggi:

    • Non è molto conveniente che solo dopo l’installazione possano essere verniciati o dipinti con colori acrilici.
    • I soffitti in poliestere non possono trattenere completamente l’umidità in caso di allagamento.
    • Non è possibile rimontare un tale soffitto..

    I soffitti in tessuto sono adatti per la decorazione in varie stanze, ad esempio in un asilo nido, perché questi soffitti non temono alcuna influenza esterna – sotto forma di una palla che colpisce accidentalmente il soffitto (ma solo se non sono forbici o un coltello ), o in cucina, perché il tessuto è di facile manutenzione.

    Soffitto in tessuto fai da te

    A seconda delle dimensioni del soffitto della stanza, saranno necessari 2-3 metri di tessuto di alta qualità per decorare la superficie, ad esempio una tenda tedesca, come mostrato nel video sui soffitti tesi in tessuto.

    Preparazione del soffitto per la finitura

    Nel processo di costruzione di un soffitto in tessuto e incollaggio del tessuto sulla superficie, è necessario attenersi ai seguenti passaggi: livellare e carteggiare bene la superficie per ottenere una levigatezza ideale della superficie, tirarla forte, come una tela su una barella, e allo stesso tempo aprire le irregolarità esistenti nel soffitto.

    Per eseguire queste azioni, è necessario prima pulire il soffitto da eventuale sporco, riempire tutte le crepe e crepe con stucco e asciugarlo, nonché rimuovere la ruvidità molando con carta vetrata. Non ci devono essere macchie sul soffitto che possono trasparire attraverso il tessuto, è necessario incollarle con un foglio sottile di alluminio o applicare uno strato di smalto nitro.

    Se c’è pittura ad olio sulla superficie, allora dovrebbe essere prima lavata con una soluzione di acqua a cui è stata aggiunta la soda, quindi asciugata accuratamente. Successivamente, si consiglia di pulire tutto con carta vetrata..

    Il primo modo per montare il soffitto

    Per l’installazione di un soffitto teso in tessuto, è necessario preparare un profilo del soffitto, il migliore è l’alluminio, che è più affidabile e durevole. Il tessuto è fissato al centro nel profilo, lasciando un margine di 5-6 centimetri. Stringiamo la tela con un piccolo passo, cercando di allinearla il più possibile. Dovresti iniziare dal centro della stanza fino ai suoi angoli, muovendoti in entrambe le direzioni.

    Fissiamo la tela nella direzione di marcia nella baguette e alla fine la fissiamo negli angoli del profilo. Se ci sono pieghe sul tessuto, possono essere rimosse con un asciugacapelli. Riscaldiamo questi luoghi con movimenti circolari regolari, mantenendo l’asciugacapelli a una distanza di 20 centimetri dalla tela e impostando la temperatura a 180 gradi. Inoltre, dopo aver terminato l’installazione, rimuoviamo i pezzi sporgenti della chiusura del profilo, dopodiché dobbiamo installare i tasselli decorativi.

    Il secondo modo per montare il soffitto

    C’è un altro modo piuttosto interessante per autoinstallare un soffitto teso in tessuto. Prepara travi di legno con una sezione trasversale di ogni angolo 2 per 3, possono essere realizzate rapidamente da qualsiasi officina di costruzione. È meglio ordinare la lunghezza del legname 50 centimetri in più rispetto alle misure, poiché in seguito gli angoli sono soggetti a limatura. Per ottenere una tinta gialla e per il trattamento delle travi utilizzare “Penatex”.

    Avrai anche bisogno di otto angoli in metallo e velcro, che possono essere acquistati nei negozi di cucito. Quindi, crea una cornice che appenderai alla superficie del soffitto. Con una cucitrice speciale fissiamo il lato duro del nastro alla parte sporgente della barra, prima di incollarlo alle unghie liquide.

    Il telaio finito è sotto la lampada, se improvvisamente non è trasparente, è necessaria una lampada più potente. Se hai optato per un tessuto trasparente o sottile, l’illuminazione normale andrà bene. Ora devi solo portare la struttura risultante al soffitto. Una soluzione insolita è prendere le catene e appendere il telaio su di esse dal soffitto e fissarlo al soffitto utilizzando un supporto per tubi.

    Dopo aver avvitato i ganci nel telaio e installato il soffitto teso in tessuto con le tue mani, resta solo da ammirare il tuo lavoro. Questo design è pratico e molto affidabile. Se si verificano distorsioni lungo le pareti durante l’installazione del telaio su catene, un punto importante sarà regolare la sospensione desiderata sulla maglia della catena per ottenere il parallelo in tutti gli angoli.

    Grande comodità sta nella possibilità di rimuovere facilmente la struttura dal soffitto rimuovendo una coppia di ganci su un lato della catena. Abbassando il telaio dal soffitto, è possibile rimuovere rapidamente e facilmente il tessuto da esso per sostituirlo con un altro o per il lavaggio. Per fare ciò, è sufficiente rimuovere il tessuto dal velcro.

    Read more
    Soffitti

    Rivestimento del soffitto fai-da-te con pannelli e cartongesso

    Oggi, la popolarità dei progetti di controsoffitti è innegabile. Questi soffitti hanno molte caratteristiche positive che li rendono così attraenti. Ma la plastica e il muro a secco hanno ancora i loro svantaggi che influenzano la loro area di applicazione. Lo stesso rivestimento del soffitto con pannelli o fogli di plastica è relativamente semplice. Richiederà abilità nel lavorare con lo strumento, una comprensione del lavoro svolto e uno o due partner.

    Quando si sceglie tra pannelli di plastica e fogli di cartongesso, è difficile prendere una decisione chiara. Ognuno di questi materiali è buono a modo suo. Il muro a secco è ecologico, consente varie finiture ed è più resistente della plastica. Allo stesso tempo, i pannelli di plastica non sono influenzati dall’umidità, sono leggeri e un po’ più facili da installare. Forse il criterio più importante che determina la scelta di un particolare materiale è il luogo della sua applicazione. In base ai punti di forza dei pannelli di plastica e dei fogli di cartongesso, puoi facilmente decidere. Così Pannelli in PVC buono per stanze come cucina, bagno, bagno, loggia o balcone, dove c’è un alto livello di umidità. E qui cartongesso più adatto per camere da letto, asilo nido, corridoio e corridoio. Ma, nonostante tutte le differenze, il cartongesso e i pannelli di plastica hanno una cosa in comune: entrambi sono attaccati alla cassa.

    Rivestimento del soffitto con pannelli di plastica

    Rivestimento del soffitto con pannelli di plastica

    La creazione di un soffitto da pannelli di plastica avviene in più fasi e include la creazione di un disegno, il calcolo dei materiali necessari e l’installazione della struttura. La pannellatura del soffitto fai-da-te con pannelli può essere eseguita sia da solo che con un partner, non ci sono particolari difficoltà in questo.

    Disegno costruttivo di un soffitto in pannelli di plastica

    Come ogni lavoro di costruzione, la creazione di un controsoffitto da pannelli di plastica inizia con un disegno. Non ci sono particolari difficoltà in questo. Il disegno stesso può essere eseguito sia a mano che in qualsiasi programma architettonico.

    Disegno di un soffitto in pannelli di plastica

    Per creare un disegno, dovrai misurare la stanza e trasferire le sue dimensioni sul disegno, misurare il perimetro e prendere le dimensioni della lunghezza e della larghezza della stanza. La lunghezza del perimetro corrisponderà alla lunghezza delle guide. Le strisce guida stesse si trovano a una certa altezza dal soffitto e saranno fissate al muro. Di solito l’altezza delle guide va da 5 a 20 cm.Ora mettiamo sul disegno la posizione delle strisce portanti, di cui ce ne saranno diverse. Si trovano ad incrementi di 50 cm dal muro. Il loro numero è calcolato come la larghezza della stanza divisa per il gradino tra le assi. Ad esempio, 240/50 = 4,8 pezzi. Se, come nell’esempio, il numero non è intero, arrotondarlo per difetto. E la rientranza dal muro per la prima e l’ultima barra portante è calcolata come 240- (4×50) / 2 = 20 cm.Per una maggiore resistenza del telaio, è necessario aggiungere barre trasversali. Saranno situati tra i principali vettori. Il gradino per loro può essere lasciato di 40 cm o può essere aumentato a 50 cm Il loro numero viene calcolato allo stesso modo, in questo caso viene presa come base la lunghezza della stanza. La prossima cosa da notare nel disegno sono i punti di montaggio delle sospensioni o i punti di attacco diretto per le strisce del telaio di supporto. Il gradino per il fissaggio sarà di 60 cm, in questo caso il primo e l’ultimo punto di fissaggio si trovano a una distanza di 30 cm dal muro. Infine, segniamo il luogo di installazione dei dispositivi di illuminazione, ventilazione e il luogo di posa delle comunicazioni. Poiché il soffitto sarà sospeso, tutte le comunicazioni potranno essere nascoste direttamente nella struttura stessa.

    Calcolo dei materiali

    Ora che hai tutte le dimensioni e un disegno finito, puoi iniziare a calcolare tutti i materiali necessari. Per il telaio di supporto verranno utilizzate barre di legno 150×25 mm e 40×50 mm. Ma vale la pena considerare che per le barre di legno dovrai acquistare mezzi per proteggerti da funghi e muffe. Per le guide viene utilizzata una barra di 150×25 mm. La sua lunghezza è uguale al perimetro della stanza.

    Materiali per il rivestimento del soffitto con pannelli di plastica

    Importante! Per un telaio in legno, la dimensione delle strisce di supporto e delle guide è presa dal calcolo dell’altezza del controsoffitto, se non si prevede di creare spazio libero tra il telaio e il soffitto.

    Per strisce portanti del telaio viene utilizzata una barra di 150×25 mm. Il calcolo viene eseguito moltiplicando il numero richiesto di assi per la lunghezza della stanza. Ad esempio, 300×4 = 1200 cm è la lunghezza totale delle strisce di supporto. Di solito, la dimensione delle barre è standardizzata e puoi acquistarle a 4 m di lunghezza e scioglierle. Allo stesso modo, calcoliamo la lunghezza richiesta delle barre per le traverse. Nel nostro caso è 240×6 = 1440 cm.

    Appendiabiti a soffitto in pannelli di plastica

    Per quanto riguarda la montatura, tutto è abbastanza semplice. Per fissare il telaio, puoi usare sospensioni. Il loro numero è determinato come segue (300/60) x4 = 20 pz. Puoi anche usare normali tasselli e viti autofilettanti, che tireranno semplicemente la barra verso il soffitto. Il passaggio per i tasselli è lo stesso dei ganci..

    Resta da calcolare il necessario numero di pannelli di plastica. Per fare ciò, prima di tutto, calcoliamo l’area della stanza: 2,4×3 = 7,2 m2. Ora resta da acquistare il numero richiesto di pannelli. La loro lunghezza standard va da 2,3 a 3 m e la larghezza va da 20 a 37 cm, lo spessore va da 5 a 10 mm. Il numero di pannelli può essere calcolato con un semplice conteggio. Per fare ciò, dividi l’area della stanza per l’area di un pannello e arrotondala per eccesso..

    Pannelli in plastica per soffitto

    Importante! Al momento dell’acquisto, aggiungere il 15 – 20% alla quantità di tutti i materiali in caso di rifiuto o danneggiamento durante l’installazione. Inoltre, quando acquisti pannelli, dovresti stare attento e scegliere pannelli in PVC di alta qualità dallo stesso lotto e nello stesso colore e tono. A seconda delle dimensioni del pannello e della qualità del materiale, il loro costo potrebbe essere diverso.

    Installazione di un soffitto da pannelli di plastica

    La pannellatura del soffitto con pannelli in PVC inizia con la marcatura. La prima cosa che dovrà essere applicata sarà livello zero dell’intero soffitto. Questa linea è tracciata sulle pareti e rappresenta l’altezza dell’intero soffitto, escluso lo spessore del pannello. Ad esempio, l’altezza del soffitto prevista è di 15 cm, lo spessore del pannello è di 7 mm. Di conseguenza, la tacca di zero sarà a 143 mm dalla sovrapposizione. Questa linea sarà anche l’etichetta per il wireframe guida. È più conveniente utilizzare una livella laser per marcare con un orizzonte preciso..

    Disposizione del soffitto in pannelli di plastica

    Ora applichiamo marcature per le strisce dei cuscinetti. Usando un metro a nastro, misuriamo la distanza richiesta dalle pareti e mettiamo 2 – 3 segni ciascuno, che successivamente colleghiamo insieme in una linea. Resta da segnare le sospensioni. All’inizio, segniamo semplicemente i punti della loro installazione, quindi, attaccando la sospensione, delineiamo i luoghi per il fissaggio, assicurandoci che la sospensione sia posizionata rigorosamente perpendicolare alla linea principale per la barra di supporto.

    Trattamento di parti di telaio in legno da stampo

    Dopo aver completato il markup, procediamo all’installazione del telaio. Innanzitutto, trattiamo l’albero con funghi e muffe. Quindi pratichiamo i fori per il fissaggio delle sospensioni e le installiamo in posizione. Installazione delle sospensioni, piegare le estremità verso il basso come la lettera “P”. Allo stesso tempo, ci assicuriamo che la distanza tra le estremità sia uguale alla larghezza della barra per la barra di supporto.

    Cornice del soffitto in pannelli di plastica

    Successivamente, passiamo alla cornice guida. Per risolverlo, prima applichiamo il blocco al muro in modo che la linea del segno scorra sotto di esso. Quindi, tenendo saldamente la barra stessa, eseguiamo i fori per gli elementi di fissaggio. È più comodo farlo su entrambe le estremità della striscia per fissarla immediatamente, quindi forare tutti gli altri punti per il fissaggio. In un modo simile ripariamo tutte le strisce del profilo guida.

    Ora passiamo a fissaggio dei listelli del profilo portante. Per fare ciò, prima li regoliamo in lunghezza in modo che possano entrare e stare liberamente all’interno del telaio di guida. Quindi mettiamo la barra all’interno delle sospensioni. Mentre il partner tiene la barra, è necessario fissarla ad entrambe le estremità. Per fare ciò, utilizziamo angoli ordinari, che fissiamo con viti autofilettanti. Resta solo da fissare le sospensioni con piccole viti da legno.

    Importante! Durante l’installazione e il fissaggio delle barre di supporto e guida, è necessario monitorare la loro posizione orizzontale utilizzando una livella per evitare cedimenti e distorsioni. Se è presente un’evidente inclinazione, significa che il markup per il telaio guida è stato eseguito in modo errato..

    Il prossimo passo sarebbe fissaggio barre trasversali. Dopo aver tagliato la quantità richiesta, procediamo alla marcatura e all’installazione. Per fare ciò, utilizzando un metro a nastro, delineiamo le posizioni di installazione delle tavole. Quindi sistemiamo ogni barra. Usiamo angoli e viti come elementi di fissaggio. Poiché le traverse sono necessarie per la rigidità del telaio, possono essere fissate solo con due angoli. Uno sui lati opposti alle estremità della barra. Dopo aver completato l’installazione del telaio, procediamo alla posa di comunicazioni, ventilazione e altre cose. Solo dopo iniziamo a installare i pannelli in PVC.

    Installazione di pannelli inizia regolandoli in lunghezza. Se la larghezza della stanza è maggiore della lunghezza di un pannello, i pannelli dovranno essere allineati. In breve, tagliare l’eccesso. Non ci saranno particolari problemi con questo, poiché i pannelli in PVC sono molto facili da tagliare con un seghetto a denti fini o una smerigliatrice con un cerchio per cemento. La cosa principale è non danneggiare il pannello stesso. Considera l’opzione quando devi montare due pannelli.

    Installazione di pannelli di plastica sul soffitto

    Prendiamo il primo pannello e lo applichiamo al telaio in modo che aderisca perfettamente al muro e sia orientato perpendicolarmente rispetto alle strisce del telaio di supporto. Quindi, utilizzando piccole viti autofilettanti a testa larga, fissiamo il pannello al telaio. Avvitare le viti autofilettanti nella punta sporgente del pannello. Ora ritagliamo il secondo pannello, lo installiamo e lo sistemiamo come continuazione del primo.

    Mascheratura della cucitura tra i pannelli di plastica

    La cucitura che rimane al giunto è mascherata con un normale sigillante siliconico trasparente. Passiamo ora alla seconda fila di pannelli. Sono installati offset. Prima viene il pannello corto, quindi viene aggiunto il pannello lungo. Il risultato è un posizionamento a scacchiera. Tutti gli altri pannelli di plastica sono installati allo stesso modo. Al termine dell’installazione, nella giunzione tra pannello e parete, viene fissato un battiscopa in plastica.

    Zoccolo per rifinire il soffitto con pannelli in plastica

    Importante! Quando si installano i pannelli, è necessario praticare in anticipo dei fori per apparecchi di illuminazione, cappe, ecc. Questo viene fatto appena prima di installare il pannello, dove ci sarà una lampada o un’apertura per la ventilazione..

    Rivestimento del soffitto con pannelli di plastica: video

    Rivestimento del soffitto in cartongesso

    Rivestimento del soffitto in cartongesso

    Come nel caso del rivestimento del soffitto in plastica, la disposizione di un soffitto in cartongesso viene eseguita in più fasi. In effetti, questi due soffitti sono per molti versi simili, ma intonacare il soffitto con cartongesso con le proprie mani è alquanto complicato a causa del peso delle lastre. E se fosse facile gestire da soli i pannelli di plastica, quando si lavora con il cartongesso, sarà comunque necessario l’aiuto di un partner.

    Disegno di costruzione del soffitto GKL

    Il progetto del soffitto in cartongesso è simile al progetto del soffitto in plastica. Qui vengono prese anche le dimensioni della stanza e trasferite al disegno. Allo stesso modo, viene indicata la posizione dei supporti, delle guide, dei ponticelli, dei ganci e di altre cose. La differenza rispetto al disegno per un soffitto in plastica sta nella distanza tra le strisce del telaio di supporto. Se per un soffitto in plastica questi valori erano 40 – 50 cm, quindi per un soffitto in cartongesso, il passo delle strisce portanti è rigorosamente definito ed è di 60 cm e il passo per gli architravi è un multiplo di 50 cm.Questa limitazione è dovuto alle dimensioni dei fogli di cartongesso, che hanno dimensioni standard di 600 o 1200 mm di larghezza e lunghezza di 2,5 m o 4 m.E dato il peso sufficientemente grande del foglio per fissarlo saldamente, i bordi dovrebbero trovarsi sul telaio profilo.

    Rivestimento del soffitto in cartongesso – schema del telaio:

    Schema di decorazione del soffitto in cartongesso

    Calcolo dei materiali

    Se usassimo barre di legno per il telaio del soffitto in pannelli di plastica, quindi per un soffitto in cartongesso, l’opzione migliore sarebbe quella di utilizzare un profilo metallico. Di nuovo, questo ha a che fare con il peso dei fogli. L’albero semplicemente non può fornire il livello di affidabilità richiesto. Il telaio richiede due tipi di profili metallici CD 60/27 e UD 28/27. Profilo UD 28/27 utilizzato per il telaio di guida. La sua lunghezza è uguale al perimetro della stanza. Profilo CD 60/27 utilizzato per sostenere telaio e architravi. La sua lunghezza è calcolata come la somma di tutti i listelli portanti e degli architravi del telaio. Come è fatto, abbiamo considerato l’uso dell’esempio di calcoli per un soffitto di plastica. Numero di sospensioni per il telaio si calcola come la larghezza del vano divisa per il gradino tra i listelli di sostegno e moltiplicata per il numero dei listelli. Un altro elemento importante della struttura in metallo è il granchio. Questo è il connettore per il profilo. Calcolare l’importo di cui hai bisogno è piuttosto semplice. È necessario contare il numero di punti di intersezione dei listelli del profilo portante con gli architravi.

    Materiali per il rivestimento del soffitto in cartongesso

    Infine, produciamo calcolo dei fogli di cartongesso richiesti. Dividiamo l’area totale della stanza per l’area di un foglio e arrotondiamo per eccesso. Ma c’è un punto importante. Innanzitutto, per il rivestimento del soffitto in cartongesso, è necessario scegliere fogli con una dimensione di 600×1500 mm o 1200×2500 mm. In secondo luogo, per i soffitti, è necessario scegliere i fogli con il peso più basso, e questi sono fogli con uno spessore di 8 mm o 9,5 mm. Un altro punto importante è la possibilità di creare un soffitto in cartongesso multilivello. Per rivestire il soffitto con cartongesso, il dispositivo di un telaio multilivello potrebbe richiedere un aumento del numero di profili e fogli. Inoltre, per il rivestimento del soffitto in cartongesso, il prezzo dipenderà principalmente dall’area della stanza e dal produttore del cartongesso, nonché dal design del soffitto stesso.

    Installazione di un soffitto da cartongesso

    Marcatura del soffitto in cartongesso

    Il rivestimento del soffitto in cartongesso inizia con la marcatura del soffitto e delle pareti. In realtà, tutti i lavori non sono molto diversi da quelli descritti per il soffitto in plastica. Innanzitutto, viene applicata una marcatura per il profilo del cuscinetto senza tenere conto dello spessore del cartongesso. Quindi vengono applicate le marcature al soffitto per le strisce portanti e le sospensioni. Tutte le dimensioni e le rientranze delle pareti sono calcolate in anticipo e indicate nel disegno. Pertanto, non ci saranno particolari difficoltà con questo..

    Installazione di sospensioni a soffitto in cartongesso

    Ulteriori lavori saranno consistono nell’installazione di sospensioni e profili. Iniziamo con le sospensioni. Sono installati nei punti contrassegnati, rigorosamente perpendicolari alla linea per il profilo portante. Sono fissati con tasselli e le estremità sono piegate a forma di lettera “P”, mentre è necessario assicurarsi che la distanza tra le estremità corrisponda alla larghezza del profilo CD – 60 mm.

    Quindi, vai a installazione del profilo guida UD. Tutto è abbastanza semplice qui. I fori vengono praticati nel muro e nel profilo con un passo di 50 cm. In questo caso, il primo e l’ultimo foro vengono realizzati con una distanza di 10 cm dal muro. Quindi il profilo viene posizionato e fissato.

    Importante! Durante l’installazione del telaio, è necessario monitorare costantemente il profilo orizzontale dei profili. Nessuna inclinazione consentita.

    Fissaggio del profilo a soffitto GKL

    Il prossimo passo sarebbe installazione del profilo di supporto del CD. Se necessario, il profilo viene tagliato alla lunghezza desiderata o, al contrario, giuntato con un inserto speciale. Quindi le estremità vengono avvolte all’interno del profilo di guida e fissate lì con viti autofilettanti per metallo. Inoltre, il profilo viene fissato all’interno delle sospensioni utilizzando tutte le stesse viti metalliche.

    Ora passiamo a installazione e fissaggio dei ponticelli, che aggiungerà rigidità alla struttura. Tagliamo il profilo CD in pezzi della lunghezza richiesta – 54 cm, quindi, nei punti indicati nel disegno, iniziamo il profilo tra le strisce di supporto e lo fissiamo con un granchio. Si adatta semplicemente alla parte superiore, si stringe saldamente fino a quando non scatta in posizione. Per affidabilità, il granchio è fissato con viti autofilettanti. Ripetiamo questa procedura per l’intero frame. In questa fase del lavoro viene posato anche il cablaggio per l’illuminazione e altre comunicazioni..

    Opzioni di rivestimento del soffitto in cartongesso

    Al termine dell’installazione del telaio, rimane rivestilo con fogli di cartongesso. In questa fase, non si può fare a meno di uno o anche di due partner. Durante il sollevamento la lastra può rompersi e, inoltre, è scomodo tenere la lastra e avvitare contemporaneamente le viti. Se la stanza è grande, il rivestimento con i fogli viene eseguito secondo uno schema a scacchiera. Ciò significa che prima installiamo un intero foglio, quindi ne alleghiamo uno corto. Iniziamo la seconda fila di fogli con l’installazione di uno corto e finiamo con uno intero. Il foglio stesso è fissato con speciali viti autofilettanti con un passo di 25 cm I cappelli dovrebbero essere leggermente annegati in modo che dopo la finitura non sporgano e rovinino l’aspetto generale. Dopo aver rivestito con fogli, gli elementi di fissaggio vengono stuccati per livellare parzialmente la superficie, quindi la fibra di vetro viene innescata e incollata, dopodiché viene nuovamente stuccata. Infine, vengono installati i corpi illuminanti e viene applicata la finitura..

    Rivestimento del soffitto in cartongesso: video

    La creazione di controsoffitti è uno dei processi che richiedono più tempo. Ma, nonostante ciò, tali soffitti sono molto popolari. Oltre al muro a secco e alla plastica, il controsoffitto può essere rivestito con altri materiali, ad esempio assicelle. Ma qui tutto dipende dalle preferenze dei proprietari. I design del controsoffitto consentono di realizzare molte idee insolite dei designer e sono limitati solo dalla loro immaginazione.

    Read more
    Soffitti

    Stucco per soffitti fai da te

    Se gli obiettivi della tua riparazione si riducono a garantire che resista non a uno o due anni, ma almeno a una dozzina di anni, dovresti scegliere e applicare il riempitivo giusto sul soffitto, che è considerato una protezione affidabile contro il flusso del tempo spietato . Lo stucco per soffitti è un passaggio importante prima di tappezzare, dipingere o dipingere. La cosa principale è prendere il compito in modo responsabile, iniziare a lavorare correttamente e seguire le istruzioni! Quindi il risultato sarà lo stesso delle tue aspettative: eccellente.!

    Contenuto:

    Lo scopo del mastice

    Il mastice è una miscela in polvere o in pasta progettata per livellare e preparare le superfici prima dell’adescamento del soffitto, della finitura o della verniciatura. Gli specialisti della finitura affermano con sicurezza che il risultato finale dipenderà dalla qualità dello stucco, dal colore e dalla trama del foglio del soffitto finale. Molto spesso, utilizzando uno stucco, è possibile eliminare le differenze di altezza del soffitto all’interno della stanza..

    Per la produzione di mastice vengono utilizzate sostanze filmogene, ad esempio colla per farina, sapone da bucato ordinario, riempitivi come barite, gesso, gesso setacciato, talco e pigmenti – ocra o bianco di zinco. Vengono utilizzate molte più sostanze filmogene (5 – 12 volte) rispetto a cariche e pigmenti combinati.

    Se il soffitto è ruvido prima della finitura, ciò influenzerà comunque il suo aspetto dopo la verniciatura. Le irregolarità sul soffitto appariranno anche dopo aver incollato la carta da parati, attraverso uno strato di carta. La principale differenza tra lo stucco per la verniciatura del soffitto e l’intonaco risiede nel fatto che quest’ultimo viene applicato con uno strato più spesso e viene utilizzato nei casi in cui ci sono difetti troppo grandi sul soffitto che devono essere livellati.

    Lo stucco viene scelto in base al lavoro proposto. Ci sono stucchi per soffitti in cartongesso. Quando si sceglie uno stucco, è consuetudine prendere in considerazione fattori quali il tipo di materiale da costruzione su cui si applicherà lo stucco, il rivestimento di questo materiale, la temperatura dell’aria nella struttura in cui è pianificato il lavoro, la natura del difetti.

    Esistono anche stucchi speciali che devono essere applicati al legno, ad esempio per nascondere i difetti sulle travi decorative. Per riempire irregolarità profonde nel soffitto, si consiglia di acquistare uno stucco grossolano che può essere applicato in strati spessi senza il rischio di crepe o scheggiature del materiale. Per piccoli graffi, seleziona uno stucco a grana fine. Per eseguire una grande quantità di lavoro sul soffitto, dovresti dare la preferenza allo stucco con il peso specifico più basso..

    Classificazione del mastice

    Il mercato delle costruzioni è saturo di vari materiali da costruzione, incluso lo stucco. Lo stucco è suddiviso in tipi, a seconda della prontezza del materiale, della composizione della miscela – il riempitivo o la base utilizzata, nonché lo scopo e il costo del mastice del soffitto. Diamo un’occhiata più da vicino a cosa è ciascuno di essi..

    Stucco pronto

    Innanzitutto, lo stucco può essere diviso in pronto all’uso (venduto in piccoli secchi) e stucco secco. A seconda dell’aspetto del materiale, lo stucco pronto all’uso in tubi è anche chiamato pastoso e stucco secco – polveroso.

    Puoi comprare uno stucco pronto se non hai voglia di cucinarlo da solo, e quello secco viene preparato prima di usarlo. Un tale riempitivo, ovviamente, ha molti vantaggi: di solito sono economici e di alta qualità, e sono anche adatti a vari lavori con il soffitto, anche i più delicati e di finitura. Un tale mastice può mantenere le sue proprietà per lungo tempo, perché tutti i suoi componenti sono già diluiti nelle proporzioni corrette e non è necessario preoccuparsi della corretta preparazione della pasta..

    Le miscele pronte non sono consigliate per il livellamento preliminare del soffitto, che richiede strati spessi di mastice (più di 0,5 centimetri), poiché i solventi che si trovano nella loro composizione possono evaporare quando colpiscono la superficie e ciò provoca una rapida asciugatura e un leggero restringimento.

    La miscela di mastice secco è una composizione complessa multicomponente che contiene tutti i componenti necessari. Tale miscela deve essere diluita con una certa quantità di acqua fredda prima dell’uso. Quando acquisti stucco secco, ricorda che la miscela già pronta, di regola, non viene conservata, ma puoi scegliere quella che ha una lunga durata nella composizione finita. Lo stucco secco è più costoso dello stucco pronto. Questo mastice non viene utilizzato durante la creazione di strati sottili..

    Riempitivo per stucco

    A seconda del riempitivo (il principale materiale legante), lo stucco è suddiviso in: cemento, gesso e polimero.

    Lo stucco di gesso viene utilizzato principalmente per eliminare le crepe, traspirano e in questo modo regolano l’umidità nella stanza. Tuttavia, non è consigliabile utilizzarli in ambienti con elevata umidità. Inoltre, un tale mastice non resisterà ai cambiamenti di temperatura. Ecco perché l’ambito del suo utilizzo è piuttosto limitato. Ma se il lavoro viene eseguito in condizioni normali, vale comunque la pena acquistare una composizione su intonaco..

    Stucco di cemento – impermeabile. Si consiglia di applicarlo in più strati. Inoltre tende a rimpicciolirsi. Se il lavoro non viene eseguito a bassa temperatura e alta umidità, è meglio acquistare stucchi cementizi, che sono in grado di resistere a grandi sbalzi di temperatura e non si gonfiano a causa dell’umidità.

    Lo stucco polimerico è l’opzione più ottimale, perché contiene leganti polimerici, che lo rendono molto plastico. Tale stucco è più costoso di altri, ma quando viene rimossa la fessurazione, verrà utilizzato più lentamente del gesso o del cemento. Ricorda che questo tipo di stucco è molto spesso contraffatto..

    Stucco di base

    A seconda della base del materiale, lo stucco è: acrilico, olio, vernice, colla, colla a olio e lattice. Diamo un’occhiata più da vicino a ciascuno di essi..

    Lo stucco acrilico (universale) contiene ingredienti sicuri, ha proprietà livellanti e ha una struttura a grana fine. Uniforma superfici di diverso tipo – legno, cemento e cartongesso e serve per riparare intonaci già danneggiati. Si applica sia in strati spessi che sottili. Questo mastice è un’ottima opzione se non hai tempo per selezionare un tipo separato di mastice..

    Lo stucco acrilico monocomponente viene utilizzato per sigillare piccole crepe e non è adatto a grandi superfici oltre la scala. Spremuto fuori dal tubo, si asciuga rapidamente. Spakryl è un tipo speciale di stucco che viene utilizzato nel lavoro con superfici precedentemente intonacate per il livellamento. Inoltre, un tale mastice può essere utilizzato per incollare piastrelle di ceramica e, se diluito con acqua, può persino imbiancare i soffitti con liquido..

    Gli stucchi ad olio contengono olio essiccante naturale, gesso e essiccatori, si asciugano lentamente, ma allo stesso tempo sono abbastanza viscosi e resistenti. Viene utilizzato per lavori interni per livellare vari difetti nel soffitto, che successivamente devono essere dipinti o incollati con carta da parati. Questo mastice è caratterizzato da una maggiore resistenza, viene utilizzato in ambienti umidi e asciutti..

    Lo stucco a grana fine a olio viene utilizzato prima di dipingere il soffitto con diverse vernici: olio e acqua disperdibili. Lo stucco olio-colla contiene plastificanti, acrilati, additivi, olio essiccante, gesso e acqua, uniforma pareti e soffitti e viene utilizzato come finitura. Lo stucco olio-colla Lux leviga bene la superficie e può servire come stucco di finitura.

    Lo stucco per colla nella sua composizione contiene una soluzione al 10% di colla, olio essiccante e gesso, che aumenta la resistenza dello stucco e la facilità di applicazione al soffitto. Lo stucco a base di PVA viene utilizzato per prevenire la comparsa di muffe e funghi, perché è riempito con additivi asettici, nonché per livellare cemento-amianto, cartongesso e superfici intonacate. È molto viscoso, quindi non ci sono problemi con l’uso, inoltre si asciuga rapidamente.

    Lo stucco di lattice viene utilizzato per lavori interni, è simile alla colla a olio, ma contiene lattice di stirene-acrilato, dolomite, battericida e additivi più funzionali. Lo stucco in lattice è destinato alla lavorazione della superficie intonacata per tutti i tipi di finiture. Lo stucco in lattice ha una serie di vantaggi rispetto allo stucco tradizionale. Non si screpola una volta asciutto, è caratterizzato da elevata adesione e plasticità, si applica convenientemente al soffitto e non emette sostanze nocive.

    Scopo del mastice

    A seconda del suo scopo, lo stucco può essere suddiviso in livellamento, finitura, specializzato e universale. Parliamo più in dettaglio di ogni tipo di stucco per soffitti.

    Lo stucco livellante è chiamato stucco di primo strato, che viene utilizzato per la lavorazione approssimativa, cioè preliminare. Tale riempitivo deve essere accuratamente selezionato: ricorda che deve avere un’elevata forza di solidificazione, un alto livello di adesione alla base e abbinare la base. Inoltre, viene applicato in uno strato con uno spessore di 0-25 millimetri..

    Nelle condizioni della costruzione di abitazioni domestiche, uno stucco autolivellante deve corrispondere a un parametro così importante: la possibilità di applicare un rivestimento di spessore variabile. L’uso dell’intonaco in questo caso non è sempre efficace e le miscele autolivellanti risolvono facilmente il problema, non si restringono e non consentono la comparsa di delaminazione e crepe, nonostante le differenze di spessore.

    Lo stucco di finitura viene utilizzato prima della sottile finitura decorativa del soffitto, quindi viene anche chiamato mastice di secondo strato. Uniforma i difetti, ma quando si sceglie un tale mastice, è necessario tenere conto del rivestimento decorativo della superficie. Se il soffitto viene preparato per la verniciatura, la condizione principale è la levigatezza ideale della superficie, che si ottiene grazie a un riempitivo minerale fine, e in questo caso vale la pena utilizzare uno stucco di finitura in gesso con uno spessore di grana non superiore a 100 micron..

    Lo stucco universale combina le proprietà di tutti i tipi di stucchi. È ampiamente utilizzato ed è comodo da usare su qualsiasi superficie, mentre le peculiarità della base della superficie potrebbero non essere prese in considerazione. Allo stesso tempo, la sua qualità è leggermente peggiore della qualità di un certo tipo di mastice, il prezzo di questo tipo di mastice per soffitti è piuttosto alto, poiché qualsiasi materiale universale è una composizione multicomponente.

    Stucco specializzato. Questo tipo di mastice viene utilizzato per sigillare giunti in pannelli di gesso, rimuovere crepe “respiranti” ed eseguire riparazioni urgenti. Lo scopo di un particolare mastice specializzato può essere scoperto leggendo le informazioni sulla confezione. Può anche essere un’espansione specializzata.

    Stucco per soffitti fai da te

    Mettiti al lavoro seriamente, pensa a tutti i dettagli, prendi in considerazione tutte le caratteristiche della tua casa e le tue preferenze. Prestare attenzione alla scelta dei materiali giusti e alla preparazione dell’impasto. Prima di iniziare il lavoro, non dimenticare di controllare quanto è pulito il soffitto..

    Preparazione di strumenti e materiali

    La stuccatura del soffitto dovrebbe essere preceduta da lavori preparatori. È importante proteggere gli elementi della stanza dai rifiuti edili. Quindi valutare le condizioni del soffitto e, in base alla conclusione fatta, acquistare i materiali necessari: stucco iniziale e finale, benda per pittura, rete metallica con elementi di fissaggio (chiodi, tasselli, ganci) e un primer. Come strumento di lavoro, hai bisogno di un mixer per la produzione di una composizione di lavoro o una frusta con un trapano elettrico, raschietti, carta vetrata da costruzione e una spazzola per mosche.

    È consuetudine utilizzare diverse spatole di diverse dimensioni per stuccare il soffitto. Una piccola spatola è destinata all’applicazione di mastice su una grande e quindi, utilizzando una spatola grande, lo stucco viene applicato al soffitto. Il contenitore per lo stucco è selezionato per 15-20 litri, con pareti dritte, che consente di raccogliere la soluzione senza residui, e lati alti, che proteggono da schizzi inutili durante la miscelazione.

    Quando si sceglie uno stucco, leggere attentamente ciò che è scritto sulla confezione – ci sono tutte le informazioni necessarie – quali proprietà ha, dove viene utilizzato, per cosa viene utilizzato più spesso e cosa è incluso nella sua composizione. Inoltre, la confezione dovrebbe indicare su quali superfici è necessario utilizzare questo tipo di mastice. Acquista materiali in negozi specializzati, perché lì puoi ottenere consigli competenti dai venditori e non essere confuso nella tua scelta.

    Se hai a che fare con un vecchio soffitto in cattive condizioni che è stato dipinto più di una volta, avrai bisogno di un primer che impregni profondamente la superficie. Controlla questi punti quando acquisti tutto ciò di cui hai bisogno. Non dare la preferenza a miscele economiche e discutibili se non vuoi fare di nuovo le riparazioni presto. Mettiti al lavoro sul serio.

    Preparazione della superficie

    Dopo aver preparato gli strumenti necessari, iniziano a preparare la superficie del soffitto per lo stucco. Per fare ciò, si consiglia di rimuovere dalla base del soffitto tutti gli elementi che si staccano facilmente: vecchia carta da parati, materiali di finitura, calce e valutare il livello di danno meccanico.

    Pulisci bene il soffitto da vari tipi di sporco. Prestare particolare attenzione alle muffe o ad altre macchie fungine, che dovrebbero essere trattate con una soluzione disinfettante speciale, ad esempio solfato di rame o il farmaco tedesco Pufas. Se il fungo ha occupato ampie aree sul soffitto, combatterlo usando una fiamma libera – una fiamma ossidrica o una saldatura al plasma.

    Se ci sono scheggiature, crepe e buche, devi prendere misure per ripristinarle e solo allora puoi procedere all’intonacatura del soffitto. Prima allargare le crepe con un raschietto metallico e adescare le scanalature. Dopo l’asciugatura, riempire tutte le scanalature con gesso.

    Quando lo stucco del soffitto verrà eseguito su una superficie con piccoli difetti, il rinforzo dei punti danneggiati con un serpyanka è considerato una misura ammissibile. Per fare ciò, coprire le sezioni della superficie del soffitto con un composto pronto, quindi incollare il materiale di rinforzo. Procedere alle lavorazioni successive solo dopo che la superficie si è asciugata..

    Preparazione dell’impasto

    Se riesci a preparare correttamente lo stucco, come nel video del mastice del soffitto, sarà di ottima qualità, nel tempo, non appariranno crepe sul soffitto, non cadrà o si sbiadirà. È meglio utilizzare composti a base di gesso, sono più facili da applicare rispetto agli intonaci a base di cemento e hanno meno probabilità di sporcarsi. Quando scegli le miscele secche, prendi in considerazione il luogo in cui le utilizzerai: se vivi in ​​un appartamento dove prevale un basso livello di umidità, allora hai bisogno di una miscela contrassegnata con KR, se il livello di umidità è alto, acquista una miscela contrassegnata LR.

    Per preparare la miscela, prendi un contenitore con acqua (preferibilmente di plastica) e versaci lo stucco, quindi mescola tutto alla densità desiderata (a mano o con un mixer da costruzione). L’acqua deve essere alla giusta temperatura (indicata sulla confezione). Usa tre quarti di miscela secca per un quarto di acqua. Lasciare riposare il composto per circa quindici minuti dopo la cottura..

    Se non vuoi acquistare miscele già pronte in secchi, puoi prepararle tu stesso senza problemi. Preparare gesso e gesso. Per preparare lo stucco con le tue mani, hai bisogno di un chilogrammo di gesso, da due a tre chilogrammi di gesso e una soluzione di colla per legno (2-5%), nonché una benda di garza (per proteggere dalla polvere), un contenitore per la miscela, un trapano. Per prima cosa devi setacciare la polvere di gesso e gesso, quindi versarli nella soluzione di colla e mescolare fino ad ottenere una massa uniforme.

    Se in futuro vorrai dipingere il soffitto con colori ad olio, puoi preparare un esclusivo mastice ad olio. Per fare questo, devi prendere un chilogrammo di olio essiccante, due chilogrammi di polvere di gesso e cento grammi di essiccante (per un’asciugatura rapida). Un tale mastice sarà un’opzione eccellente per una stanza dove c’è alta umidità e frequenti sbalzi di temperatura..

    Inoltre, non è difficile preparare uno stucco per colla. Prendi un chilogrammo di una soluzione di colla al 10%, 2-5 chilogrammi di gesso (pre-setacciato) e circa 25 grammi di olio essiccante. La colla deve essere riscaldata e mescolata con olio essiccante. Quindi mescolare il composto, aggiungendo il gesso per addensare. Aggiungi anche alcune scaglie di sapone da bucato in modo che lo stucco scorra bene quando viene utilizzato..

    La cosa principale è che la miscela non è molto liquida, perché non puoi portarla sullo strumento e, ancora di più, applicarla al soffitto. La soluzione non deve colare sulle mani e sulla spatola, ma non deve essere troppo densa. Se lo stucco risulta troppo sottile, puoi aggiungere un po ‘di vernice densamente grattugiata alla miscela, che, a sua volta, aiuta ad aumentare la forza dello stucco. Per lo stesso scopo viene utilizzata la colla PVA, che viene anche aggiunta alla miscela, ma non può essere miscelata con alcun mastice. In questo caso, il soffitto non può essere innescato.

    Stucco per soffitti

    Per stuccare il soffitto con le tue mani, dovrai acquistare una spatola stretta e larga, usarle allo stesso tempo: prima applica il materiale su una spatola stretta, quindi trasferiscilo su una spatola larga per coprire ulteriormente il soffitto stesso con lo stucco. Prendere un po’ il composto, cercando di distribuirlo al centro della spatola da lavoro..

    Applicalo in modo che poggi completamente sulla superficie del soffitto. Questo primo strato non sarà il principale, solo dopo poche ore puoi tranquillamente applicare una palla allo stucco di partenza, che dovrebbe avere un po ‘più successo del primo, molto più liscio e preciso. Inoltre, tutti gli strati dovrebbero asciugarsi molto più a lungo – circa un giorno per ogni strato..

    È meglio iniziare il lavoro con il muro adiacente, dove si trovano le finestre, questo ti aiuterà a determinare visivamente quanto è piatto il soffitto. Tenere la spatola con un angolo di circa 20-30 gradi in modo che non ci siano aloni sulla superficie e problemi con l’applicazione del materiale. Dopo aver applicato uno strato, tirare il successivo verso il precedente. Muoviti in modo che la superficie sia liscia e uniforme, non puoi rifare le sezioni finite e non puoi tornare indietro. Questo ti aiuterà a evitare transizioni molto evidenti..

    Se il tuo soffitto ha molte irregolarità visibili, trattale separatamente. Avendo stucco nei posti giusti, aspetta che tutto sia di nuovo asciutto. Solo così puoi affrontare l’intera superficie in una volta. Se la buca è molto grande, non è necessario prendere molto materiale in una volta, cadrà comunque sul pavimento! Fai tutto con attenzione e rimuovi le irregolarità lentamente. Per una protezione più seria contro le crepe, utilizzare un materiale di rinforzo: rete di rinforzo o poliestere, che è incollato con una colla speciale (oltre alla fibra di vetro).

    Fondamentalmente, tutti gli stucchi di olio e colla devono essere applicati in strati sottili, altrimenti non terranno, anche se si asciugano bene. Ricorda inoltre che secondo la tecnologia del mastice del soffitto, lo spessore dello strato non deve superare i 5 millimetri, altrimenti lo stucco non si asciugherà! Oppure, nel tempo, si spezzerà o cadrà completamente. Tutti gli strati devono asciugarsi completamente. Dopo un’ora di asciugatura del soffitto, è possibile rimuovere il materiale in eccesso.

    Se hai lasciato piccole tracce allo stesso tempo, fai la seguente procedura: usa ancora un primer, preferibilmente a base d’acqua o un primer aggiuntivo con olio di lino, solo che dovrà essere diluito con acquaragia. Ricorda che il resto della miscela che non ti serve più non può essere versato nello scarico! Questo porterà all’intasamento..

    Rettifica di superfici

    Lo stucco dovrebbe asciugarsi per circa dodici ore prima di iniziare a carteggiare il soffitto. Dopo che l’ultimo strato si è asciugato, puoi procedere alla fase successiva. Attacca la malta su una grattugia per la massima praticità, ma puoi usare un supporto speciale se possibile. Non dimenticare di coprire mobili e pavimenti, perché la procedura di levigatura è così polverosa che non sarai nemmeno in grado di respirare, quindi preparati a proteggerti anche dalla frequente inalazione di polvere..

    Dopo aver levigato correttamente la superficie, è necessario pulirla dalla polvere che si è accumulata su di essa. Quindi uno strato di terreno senza peso dovrebbe essere applicato al soffitto, dopo di che la superficie viene coperta con un altro strato di stucco per soffitti in cartongesso. Appianare gli strati già applicati, non costruire su ciò che è già asciutto, ma semplicemente migliorare il soffitto. Anche questo strato viene levigato dopo l’essiccazione..

    Se, dopo il lavoro svolto, non hai ancora raggiunto il risultato desiderato: i soffitti non sono nemmeno sufficienti, puoi applicare un altro strato di mastice e attendere che si asciughi. Ricorda che la superficie viene innescata alla fine di tutto il lavoro con il soffitto, quindi puoi procedere a una fase altrettanto difficile: dipingere il soffitto, se hai tali piani.

    Pertanto, lo stucco è una miscela con la quale è possibile eliminare irregolarità e vari difetti nel soffitto. Può essere utilizzato su soffitti duri e puliti. Se decidi di fare tutto da solo, assicurati di seguire tutte le regole, perché difficilmente vorrai rifare un lavoro così complesso e lungo. Presta la massima attenzione a tutti i dettagli ora, in modo che in seguito tu abbia l’opportunità di ammirare il lavoro svolto e non preoccuparti che le riparazioni dovranno presto essere fatte di nuovo.

    Read more
    Soffitti

    Soffitto fai-da-te nel corridoio

    Non è una novità che il soffitto del corridoio sia considerato una delle superfici più difficili da ristrutturare. Molto spesso nelle case, la loro altezza, e spesso l’uniformità, vuole aspettare il meglio. Per mascherare correttamente l’imperfezione del corridoio e fare una buona prima impressione sugli ospiti, è necessario avvicinarsi correttamente alla riparazione e alla decorazione del soffitto. Quindi, come realizzare un soffitto nel corridoio con le tue mani? Maggiori informazioni su questo più avanti nell’articolo..

    Sommario

    Design generale del soffitto

    Molto spesso, quando realizziamo il soffitto nel corridoio con le nostre mani, dimentichiamo di usare le tecniche di progettazione. Questo è un errore, poiché sono loro che sono in grado non solo di decorare, ma anche di eliminare parzialmente i difetti della stanza..

    Ad esempio, il soffitto basso del corridoio è meglio decorato con colori chiari combinati con pareti più scure, questo aumenterà visivamente lo spazio. Per un corridoio più alto, al contrario, è necessario selezionare toni più scuri della finitura del soffitto..

    Per espandere o ridurre visivamente l’area del corridoio, le tecniche vengono spesso utilizzate anche utilizzando una varietà di motivi sullo sfondo o con la posizione corretta dei pannelli del controsoffitto..

    Tipi di soffitti nel corridoio

    Beh, il soffitto del corridoio dovrebbe essere riparato. Per prima cosa devi capire quali metodi per rifinire il soffitto esistono e quali sono i più rilevanti oggi.

    Imbiancare il soffitto

    Questo metodo di finitura è il più semplice ed economico, ma il meno durevole e resistente alle macchie. Il soffitto viene imbiancato solo dopo l’intonacatura e lo stucco, poiché è in questo modo che tutte le irregolarità della superficie possono essere appianate. Questo metodo è considerato il più obsoleto e non rilevante per la finitura dei soffitti di appartamenti e case moderni, ma con un budget ristretto e se non si desidera dedicare sforzi particolari, questo metodo potrebbe diventare il più ottimale.

    Pittura del soffitto

    Questo metodo è il secondo più semplice. Come nella prima opzione, prima di iniziare i lavori di finitura, è necessario realizzare intonaco e stucco sul soffitto, ma per dipingere questa fase deve essere eseguita molto meglio. Il motivo è che la pittura si concentra maggiormente su tutte le irregolarità della superficie, quindi è necessario nascondere i difetti in anticipo. Questa opzione di finitura consente di risparmiare in modo significativo l’altezza del soffitto, quindi, con una superficie perfettamente piana e il desiderio di risparmiare tempo e denaro per la finitura, questo metodo sarà il più adatto.

    Intonaco decorativo

    In questo metodo di finitura, la planarità della superficie non è così importante come nelle due opzioni precedenti. Uno speciale rilievo dell’intonaco decorativo maschera perfettamente tutti i difetti del soffitto, in modo che, di conseguenza, sia possibile ottenere un soffitto senza pari con costi fisici minimi per lo stucco.

    L’intonaco decorativo è realizzato come segue. Inizialmente, applichiamo uno strato di un paio di millimetri di miscela decorativa sulla superficie intonacata. Quindi, sull’intonaco, eseguiamo un rilievo sotto forma di vari punti, linee, solchi, onde usando un frattazzo, una spatola, una spugna o altri strumenti. Qui viene data completa libertà di azione e fuga di fantasie. Dopo l’asciugatura, dipingere o colorare la superficie.

    carta da parati

    Questo metodo di finitura può essere sia costoso che abbastanza economico allo stesso tempo. Tutto dipende dal tipo di carta da parati stessa..

    Per il corridoio, gli esperti consigliano di utilizzare vinile, tessuto non tessuto o fibra di vetro. Non solo hanno un aspetto molto attraente, ma hanno anche un’eccellente durata. Prestare attenzione anche alla carta da parati verniciabile. Questa opzione è molto pratica, poiché di tanto in tanto puoi sperimentare con le sfumature e cambiare l’intero stile del corridoio..

    I più economici, ovviamente, sono gli sfondi a base di carta. Tuttavia, sono meno resistenti e attraenti rispetto alle opzioni precedenti..

    Incollare con piatti speciali

    Questa opzione di finitura prevede l’incollaggio del soffitto con lastre speciali di dimensioni 50 x 50 cm di polistirene o polistirene espanso. I pannelli del controsoffitto sono il metodo di finitura più utilizzato tra le opzioni di budget. Il fatto è che è molto facile lavorare con questo materiale, non richiede una preparazione preliminare speciale del soffitto (basta solo pulirlo dalla vecchia finitura) e la piastrella sembra molto attraente ed esteticamente gradevole. È necessario fissare le piastre al soffitto utilizzando una colla speciale e il processo di installazione stesso richiederà solo poche ore.

    Controsoffitti in cartongesso

    I soffitti in cartongesso sono molto popolari, poiché sono in grado non solo di trasformare radicalmente il corridoio, ma il lavoro di installazione stesso non richiede molto sforzo e un’accurata elaborazione della superficie di base e questo metodo di finitura del soffitto non richiede enormi costi finanziari. I fogli di cartongesso sono fissati al soffitto mediante un telaio speciale. Tuttavia, il soffitto in cartongesso “mangia” circa quattro o più centimetri dell’altezza del corridoio, quindi per i soffitti bassi questo metodo di finitura non sarà il migliore.

    Soffitto teso

    Oggi i soffitti tesi sono i più rilevanti, poiché possono essere utilizzati per dare vita a qualsiasi idea di design, ad esempio per stampare un’immagine o una fotografia di una famiglia su tela. Inoltre, questo metodo di decorazione non riduce particolarmente l’altezza della stanza, a differenza dei controsoffitti. Nei soffitti tesi viene utilizzato uno speciale film in PVC, che viene allungato utilizzando clip speciali. Naturalmente, questo metodo di finitura è più costoso degli altri, ma come si suol dire, “il gioco vale la candela”..

    Preparare il soffitto per la riparazione

    Prima di terminare i lavori, è necessario preparare la superficie del soffitto. Inizialmente, è necessario smontare gli apparecchi di illuminazione e isolare i fili. Se c’è un basamento sul soffitto, dovrebbe anche essere rimosso con cura senza danneggiare le pareti. Quindi la vecchia finitura deve essere rimossa dalla superficie. Successivamente, il soffitto del corridoio viene trattato con un primer..

    Se hai intenzione di dipingere le pareti, questa fase dovrebbe essere trattata con una responsabilità speciale, poiché con un primer insufficiente non puoi contare su una pittura di alta qualità. Il soffitto deve essere primerizzato in due strati e il secondo deve essere applicato dopo che il primo si è completamente asciugato, dopo circa tre ore.

    Ma il controsoffitto sospeso e sospeso nel corridoio non richiede un primer obbligatorio, ma è meglio trattare la superficie con una miscela antifungina.

    Il prossimo passo è intonacare il soffitto. In questa fase, è meglio attaccare al soffitto speciali strisce di metallo di piccole dimensioni e quindi livellare il soffitto lungo questi fari usando una miscela di gesso. Dopo che l’intonaco si è completamente asciugato con l’aiuto dello stucco, completiamo il livellamento del soffitto nel corridoio.

    Come accennato in precedenza, i controsoffitti tesi e sospesi sono i meno impegnativi nella preparazione della superficie, ma sarà necessario stuccare il soffitto con particolare accuratezza per la pittura e la tappezzeria. Ora puoi passare alla finitura superficiale del soffitto.

    Soffitto multilivello nel corridoio

    Con l’aiuto di soffitti multilivello, puoi correggere notevolmente i difetti nel volume dello spazio del corridoio. Ad esempio, in un corridoio con soffitti bassi, puoi creare l’effetto di un “soffitto rialzato”, che aumenterà visivamente l’altezza della stanza ed eliminerà l’impressione di un soffitto basso “pressante”. Se usi la stampa fotografica lucida a specchio in un soffitto a più livelli, ad esempio un cielo con nuvole, avrai l’impressione di senza fondo, sconfinatezza e un soffitto molto alto.

    Per ripristinare un soffitto alto in un corridoio stretto, è meglio utilizzare due livelli con linee grafiche e sfumature opache o satinate. Un rettangolo o un quadrato espanderà visivamente i confini del corridoio.

    Inoltre, non dimenticare l’illuminazione ben congegnata, che può rendere lo spazio più spazioso..

    Soffitto multilivello – installazione di un soffitto teso in una struttura in cartongesso

    Esistono diversi modi per costruire soffitti a più livelli:

    • soffitto teso;
    • controsoffitti;
    • combinazione di soffitto teso con forma in cartongesso.

    Considereremo più in dettaglio la terza opzione di finitura, poiché è la più rilevante e attraente oggi..

    Un soffitto a più livelli dovrebbe essere installato in un corridoio con un’altezza di almeno 2,5 metri, altrimenti sarà troppo basso e non molto bello da vedere. È possibile impostare diversi livelli, ma molto spesso ne vengono utilizzati due..

    La prima fase nell’installazione di un soffitto multilivello è fissare la scatola.

    Inizialmente, è necessario misurare l’intero perimetro del soffitto utilizzando un livello laser. Quindi calcola con precisione la quantità richiesta di materiale di finitura, che farà risparmiare in modo significativo il suo consumo e, di conseguenza, i tuoi investimenti finanziari..

    Insieme alla misurazione della stanza, è necessario contrassegnare i luoghi in cui verranno montate le guide in futuro..

    Successivamente, nei punti dei segni con l’aiuto di un punzone, praticare dei fori, dopodiché i tasselli verranno inseriti in questi fori e, quindi, le viti verranno attorcigliate. L’intero telaio comprende due tipi di profili: guide e telaio.

    Il fissaggio delle guide orizzontali deve essere eseguito rigorosamente lungo la linea di marcatura.

    Inoltre, in queste guide è necessario fissare il profilo del rack utilizzando viti autofilettanti. Se si desidera aumentare il rumore o l’isolamento termico, è necessario farlo in questa fase dell’installazione. Il materiale con queste funzioni dovrebbe essere installato tra il soffitto e il telaio..

    È inoltre necessario ricordare gli apparecchi di illuminazione e collegare tutti i cavi necessari tra il soffitto e il telaio..

    Ora puoi procedere al fissaggio dei fogli del muro a secco. È meglio farlo con un compagno, poiché il loro peso e le loro dimensioni sono piuttosto grandi. Quando si installa il cartongesso sul telaio, utilizzare ugelli per cacciavite aggiuntivi. Ciò è necessario in modo che durante il fissaggio delle viti non “cadano” nel muro a secco.

    Bene, il primo livello del soffitto multilivello è stato installato, procediamo all’installazione del secondo. Per fare ciò, inizialmente disegneremo i confini del secondo livello sul telaio in cartongesso. Nei punti contrassegnati, fissiamo i morsetti speciali per il soffitto teso direttamente alla scatola.

    Successivamente, utilizzando una spatola di plastica o un altro strumento adatto, incastrare con cura i bordi della lama nelle scanalature dei fermi..

    Prima di installare i soffitti tesi, la tela deve essere riscaldata a una temperatura di circa 60 ° C utilizzando un cuscino termico. Dopo che la tela si è raffreddata, si forma un effetto di tensione, o meglio, una superficie perfettamente piana – e il gioco è fatto, il soffitto è pronto.

    Read more
    Soffitti

    Come incollare correttamente il basamento del soffitto

    Parlando di battiscopa, intendiamo più spesso quelli che hanno lo scopo di mascherare la giunzione di pareti e pavimenti. Tuttavia, negli ultimi anni, negli appartamenti di città e nelle case di campagna, è spesso possibile vedere tali battiscopa che si trovano sotto il soffitto stesso e incorniciano la stanza lungo l’intero perimetro. Questo è uno zoccolo a soffitto che combina molti vantaggi, a partire dal nascondere i difetti della parete e terminando con il conferire al soffitto un fascino speciale. Oggi scopriremo come incollare il basamento del soffitto con quale colla e come piantarci sopra una baguette..

    Contenuto:

    Acquistare un basamento a soffitto

    La giunzione di pareti e soffitto di solito richiede un design decorativo. Il tipo di arredamento più comune è l’installazione di un battiscopa. Il basamento del soffitto è chiamato filetto, è una tavola di lunghezza standard – vicino a 2 metri. I filetti possono essere poliuretano, legno, gesso e schiuma, ma a prescindere da ciò, il principio della loro installazione rimane invariato, solo alcune sfumature compaiono nel processo di lavorazione.

    Quindi iniziamo! La prima cosa da fare è decidere il materiale del basamento del soffitto. Le modanature in schiuma e poliuretano sono considerate i prodotti più economici e facili da usare. Sono simili tra loro, poiché sono composti polimerici. I battiscopa del soffitto in polistirene non sono della stessa qualità del poliuretano.

    Se confrontiamo le modanature in poliuretano con la schiuma, le prime sono più pesanti e più costose, ma allo stesso tempo hanno un’elasticità sufficiente. Ma le baguette di schiuma non sono affatto flessibili, non possono essere piegate, poiché è molto probabile che scoppino. Questo è tutto un punto abbastanza importante quando si esegue l’installazione di una baguette. Se la struttura del soffitto ha raggi di curvatura diversi, l’elevata elasticità del poliuretano sarà utile.

    Il poliuretano è più resistente del polistirene, che si sbriciola e si rompe. I battiscopa in poliuretano possono essere utilizzati non solo in ambienti con umidità normale, ma anche in ambienti con elevata umidità: bagni, cucine. Ma i prodotti in polistirolo non amano troppo l’umidità.

    La prossima cosa che devi fare prima di applicare il battiscopa è misurare il perimetro della stanza per scoprire quanto battiscopa ti serve. Supponiamo che le dimensioni complessive della tua stanza siano di 4 per 6 metri, quindi il suo perimetro è di 20 metri. Poiché la lunghezza media del filetto raggiunge i 2 metri, di conseguenza, avrai bisogno di 10 filetti, ma è meglio acquistare un altro basamento a soffitto per ogni evenienza.

    Ora devi decidere la larghezza della baguette, perché le modanature larghe sui soffitti bassi non sembreranno appropriate, riducendo le dimensioni della stanza. Altrettanto importante è la combinazione di battiscopa e pareti. Le pareti semplici sembreranno più interessanti se scegli una baguette con un motivo o un qualche tipo di trama per loro. E alle pareti decorate con ornamenti, si adatteranno battiscopa assolutamente lisci senza motivi.

    La scelta dell’adesivo per il battiscopa

    Tutta la colla per plinti a soffitto, che viene presentata oggi sul mercato, è divisa in acrilico e polimero in base alla sua composizione. Quando decidi quale colla utilizzerai per fissare la baguette, devi procedere dallo scopo funzionale della stanza. Se stai ristrutturando un asilo nido, dai la preferenza alla colla acrilica sicura. E per il soffitto della cucina in bagno, dovrai considerare un campione di polimero.

    Gli adesivi acrilici sono a base d’acqua e quindi non hanno un odore pronunciato. Tuttavia, non sono adatti per l’uso in ambienti con alti livelli di umidità. I composti polimerici, al contrario, sono resistenti all’umidità e durevoli, ma contengono solventi chimici che li mantengono allo stato liquido. E fino a quando la composizione non si asciuga, che può durare fino a una settimana, nella stanza si sentirà uno specifico odore sgradevole.

    Tuttavia, indipendentemente dagli inconvenienti significativi, gli adesivi polimerici – “Titan” o “Moment” sono i più popolari quando si installa un basamento a soffitto. Gli acquirenti apprezzano queste sostanze per la loro affidabilità e versatilità. Diverse modifiche differiscono tra loro per la velocità di impostazione e il livello di resistenza alle basse temperature.

    Anche in vendita ci sono campioni destinati all’incollaggio di parti praticamente bagnate, ci sono quelli che possono essere fissati in pochi secondi, il che è molto comodo nel caso di lavorare sotto il soffitto. Ma puoi attaccare filetti di legno non solo all’adesivo, ma anche a viti e chiodi..

    Preparazione della colla fai da te

    In alternativa, puoi mescolare la colla dai materiali a portata di mano. È consuetudine incollare plinti in gesso e schiuma su una soluzione di mastice, mentre questa soluzione verrà utilizzata anche per sigillare le fessure che si formano quando i profili aderiscono tra loro e alle pareti con il soffitto.

    Per preparare questa soluzione, prendi 1 volume di stucco di finitura fine di qualsiasi produzione e 1/4 volume di adesivo PVA per 1 volume di acqua. Amalgamare il tutto, impastare fino ad ottenere una massa omogenea, che abbia una consistenza cremosa senza grumi e grumi e lasciare riposare per qualche minuto. Mescolare bene di nuovo subito prima dell’uso..

    Puoi usare una tale composizione sia come colla che come mastice, incollando baguette e coprendo gli spazi tra pareti e battiscopa per due ore. La colla risultante è a base d’acqua, quindi ha proprietà intrinseche alla colla acrilica e non è adatta per ambienti con elevata umidità.

    Preparazione per l’installazione di una baguette

    Prima di installare lo zoccolo del soffitto, rimuovere il materiale dall’imballaggio e lasciarlo nella stanza in cui verrà eseguita l’installazione per un giorno, solo dopo puoi iniziare a lavorare. Una delle difficoltà che sorgono quando si incolla una baguette è tagliare il filetto dalla fine. Dopotutto, ogni plinto del basamento dovrebbe agganciarsi all’altro nell’angolo della stanza esattamente con un angolo di 45 gradi.

    Per far fronte a un tale compito, dovresti fare scorta di una scatola per mitra, necessaria per guidare il coltello o la sega con una determinata angolazione. La scatola per mitra ha diverse fessure con diversi angoli di inclinazione: 90, 45, 60 e 67,5 gradi. Posizionare il filetto nell’installazione con un angolo di 45 gradi e tagliare un pezzo con un coltello, quindi levigare le estremità del taglio. È molto importante tagliare prima l’angolo del battiscopa e solo dopo regolarlo in base al filmato..

    Ma se tagli l’angolo in modo errato, dovrai tagliarlo di nuovo e la lunghezza della tavola, insieme a questa, sarà già inferiore, il che porterà alla formazione di uno spazio nel soffitto. Per non soffrire con il taglio dello zoccolo e l’unione degli angoli, puoi sempre acquistare angoli decorativi e successivamente installarli sopra la baguette nel punto di giunzione.

    Preparare con cura la superficie del soffitto: deve essere asciutta e pulita. Se la base è in legno o plastica, non dovrebbero esserci macchie di grasso su di essa. Il soffitto dovrebbe essere stucco e le pareti dovrebbero essere tagliate dove verrà posizionato il basamento. L’uso del mastice consente un migliore livellamento. E quindi, la connessione dei filetti nei punti in cui sono adiacenti al muro e al soffitto sarà quasi impercettibile. A volte, per preparare il soffitto, basta fare un paio di movimenti con una spugna umida.!

    Procedura di incollaggio dello stampaggio

    Durante la ristrutturazione, di norma, vengono praticati due metodi per installare una modanatura del soffitto. La prima tecnica consiste nell’incollare il basamento dopo aver tappezzato la stanza. Nel secondo metodo, la modanatura viene installata dopo aver livellato il soffitto e le pareti e averli adescati. Il secondo metodo è indubbiamente più preferibile, anche se più laborioso..

    In primo luogo, non è necessario reinstallare la modanatura del soffitto quando si cambia lo sfondo. In secondo luogo, in presenza di pareti irregolari, gli spazi tra il raccordo e il muro appariranno molto brutti, il che è molto più facile da chiudere prima della tappezzeria, poiché non c’è paura di macchiare le pareti. Pertanto, prima di incollare il basamento del soffitto, non dovresti incollare la carta da parati, in modo da ottenere un risultato molto migliore..

    Prima di attaccare il basamento, dovresti assolutamente prestare attenzione alla scelta del luogo per incollare la prima tavola nell’angolo, perché quella adiacente sarà incollata ad essa. Come incollare, così sembrerà l’angolo. È meglio incollare il battiscopa nella seguente sequenza: prima, incolla i segmenti negli angoli e solo dopo puoi incollare la baguette attorno al perimetro. Se le strisce negli angoli sono incollate in modo uniforme, non ci saranno difficoltà su sezioni diritte del muro..

    Nel caso delle tele elastiche, è decisamente meglio incollare il plinto prima di incollare sulla superficie la carta da parati. È meglio scegliere un battiscopa in PVC, che è leggero. Non attaccare la baguette al soffitto teso, solo al muro. È meglio pre-proteggere il pannello con polietilene. Altrimenti, la tecnologia per il fissaggio dello zoccolo è simile a quella sopra descritta, con un emendamento tale che è meglio prendere una colla speciale invece di un sigillante o uno stucco.

    Se decidi di dotare un’illuminazione decorativa di una stanza di un basamento a soffitto, ricorda che non ci sono differenze radicali tra la procedura per attaccare un basamento senza illuminazione e con esso, in generale. Se vuoi decorare la tua stanza in questo modo, posa i cavi dell’illuminazione elettrica prima di fissare il basamento del soffitto.

    In genere vengono utilizzati i LED. Successivamente, i fili devono essere chiusi con un plinto, ricordando che incolliamo il plinto del soffitto non al soffitto, ma al muro. Ci dovrebbe essere una certa distanza dalla modanatura del soffitto alla superficie del soffitto. Questi sono tutti i trucchi per incollare il battiscopa in diversi casi..

    Stucco o colla di finitura possono essere utilizzati per applicare modanature. Nel primo caso, l’azienda produttrice non ha molta importanza. Se si desidera nascondere le comunicazioni di comunicazione sotto il basamento del soffitto, collegarle prima alla parete o al soffitto. In questo caso, come nella disposizione dell’illuminazione decorativa utilizzando un profilo a soffitto, la baguette verrà fissata solo al muro. Se il filo si stacca dal profilo durante l’installazione, sarà molto difficile incollarlo.

    Immediatamente prima dell’installazione, inumidire i punti di montaggio sul soffitto e sulla parete con un primer o acqua. In questo modo puoi evitare che la sostanza si secchi rapidamente e facilitare la procedura di fissaggio. Quindi, diluire lo stucco e applicare uno strato sottile con una piccola spatola su tutto il retro del filetto in modo che non rimangano vuoti nell’angolo quando aderito.

    Posizionare il battiscopa su un lato del soffitto, l’altro sulla parete e premerlo verso il basso. Rimuovere delicatamente lo stucco incrostato con un dito o una spatola. Successivamente, rimuovere il resto dello stucco dalla baguette con un panno umido. Rivestire anche le giunture delle modanature con stucco e lavare con uno straccio umido.

    In alternativa, puoi incollare il basamento del soffitto. L’applicazione di un plinto del soffitto con la colla è più semplice rispetto all’utilizzo di uno stucco, ma richiede un investimento aggiuntivo. Lo stucco rimane quasi sempre dopo aver livellato quasi il soffitto e le pareti, e dovrai comprare la colla. Ad esempio, per una stanza con un metraggio fino a 20 metri quadrati, avrai bisogno di due confezioni di sigillante acrilico.

    Ricorda che per incollare il battiscopa, le pareti e il soffitto devono avere una superficie di adesione ben rifinita. È consuetudine applicare la colla con una spatola o una pistola. Stendere la colla con una striscia sottile sul retro del battiscopa, che deve aderire al soffitto o alla parete. Se hai un soffitto teso, l’adesivo deve essere applicato solo sulla parte inferiore della baguette, che verrà premuta direttamente contro il muro.

    Dopo aver incollato lo zoccolo del soffitto, attendere un po’, quindi premere saldamente la striscia sul punto di incollaggio. La colla si fissa rapidamente. Dopo aver premuto con le mani durante il fissaggio, potrebbero rimanere tracce e macchie di sporco sul basamento del soffitto. Per evitare la comparsa di stampe sulla baguette, è necessario lavarsi le mani più spesso..

    L’eccesso sporgente della composizione deve essere pulito con un panno asciutto. Per realizzare un angolo del battiscopa utilizzare il pezzo di filetto tagliato in modo che segua il profilo di quello già tagliato e incollarli tra loro. Ripeti la tecnica dell’incollaggio finché non avrai incollato tutte le doghe lungo tutto il bordo del soffitto.

    Mascheratura giunti e verniciatura

    Se, dopo aver incollato il plinto del soffitto, ci sono piccoli spazi tra le doghe, questo non è assolutamente un problema, perché possono essere facilmente eliminati strofinando un sigillante bianco. Se non hai ancora imbiancato e dipinto il soffitto, la seguente sarebbe l’opzione migliore..

    Con uno stucco leggero, è necessario ripassare tutte le strisce incollate, spalmandole come un composto colorante e, dopo l’asciugatura, rimuovere l’eccesso con una carta vetrata fine o una spugna abrasiva speciale per intonacare. Dopo una tale finitura finale, il soffitto e le modanature diventeranno un tutt’uno e tu, a tua volta, non troverai un solo spazio vuoto..

    Dopo aver incollato il basamento del soffitto ed eliminato tutti i difetti, puoi iniziare a dipingere il basamento. Il processo di verniciatura del battiscopa è considerato facoltativo, ma se vuoi dare al tuo soffitto un aspetto finito e più attraente, devi comunque dipingere il battiscopa..

    Ma se il basamento è bianco, allora deve essere dipinto, altrimenti inizierà ad acquisire una sfumatura giallastra nel tempo. A tale scopo, di norma vengono utilizzati coloranti a base d’acqua, acrilici o in lattice. Puoi anche prendere la vernice alla nitro, ma la superficie della baguette deve essere innescata prima di applicarle..

    Di norma, per la migliore adesione della colla, la verniciatura deve essere eseguita non prima di un giorno dopo la procedura di incollaggio. La composizione colorante più pratica è la vernice acrilica o a base d’acqua. Dipingi con cura su ogni filetto con un pennello in modo che non dipinga su tutto intorno. È meglio farlo prima di applicare lo sfondo..

    Ora abbiamo capito come incollare correttamente il basamento del soffitto. Prendi in considerazione tutte le sottigliezze dell’installazione, assicurati di eseguire l’installazione prima della finitura finale delle pareti, inizia dagli angoli e quindi fissa la baguette in linea retta. Quando si attacca una modanatura sotto l’illuminazione decorativa o un tessuto elasticizzato, la tecnologia sarà diversa, ma non fondamentalmente, è importante ricordare alcune delle sfumature e il lavoro andrà come un orologio.

    Read more
    Soffitti

    Riparazione del soffitto fai da te

    Quando si entra in una stanza, il soffitto è uno dei primi a entrare nel campo visivo di qualsiasi persona. È dal soffitto, dal suo tipo e dalle condizioni che dipenderà l’impressione dell’interno nel suo insieme. Pertanto, è così importante mantenere il soffitto in buone condizioni, monitorarne la pulizia e l’integrità. Che ci piaccia o no, affinché l’interno abbia un bell’aspetto, a volte dobbiamo eseguire riparazioni complete o parziali dei soffitti. Per fare questo, puoi assumere artigiani o puoi fare tutto da solo, soprattutto perché chiunque sappia maneggiare lo strumento può riparare il soffitto con le proprie mani..

    Vorrei subito notare che se non sei sicuro delle tue capacità, è ancora meglio rivolgersi a professionisti. I prezzi per la riparazione dei soffitti dipendono principalmente dalla complessità del lavoro. Quindi i più economici sono i lavori di adescamento e isolamento. Per la loro implementazione, possono chiedere circa $ 1. per 1 mq. I più costosi sono i lavori di intonacatura, intonacatura e applicazione di carta da parati liquida. Il prezzo per questi tipi di lavoro varia da $ 7 a $ 10. per 1 mq. Tutte le altre riparazioni del soffitto di solito costano da $ 3 a $ 6. per 1 m2.

    Tipi di soffitti

    Soffitto di design

    Una varietà di stili interni, materiali da costruzione e idee di design creativo si riflettono nel soffitto. Oggi nei locali è possibile vedere vari tipi di soffitti, dal più semplice al più complesso a più livelli con una varietà di apparecchi di illuminazione. Tra i tipi più comuni di controsoffitti ci sono i seguenti:

    • soffitto dipinto;
    • soffitto imbiancato;
    • soffitto tappezzato;
    • controsoffitto;
    • soffitto teso.

    Ciascuno di questi tipi di soffitti ha i suoi vantaggi e svantaggi, caratteristiche di progettazione che influiscono sul costo della riparazione del soffitto e sui costi di manodopera. Va inoltre notato che è possibile effettuare riparazioni parziali o complete di qualsiasi tipo di controsoffitto. La quantità di lavoro eseguita dipenderà dal tipo di riparazione che dovrà essere eseguita..

    Come per qualsiasi altro lavoro di costruzione, le riparazioni del soffitto iniziano con la preparazione. In questa fase, è necessario pulire il soffitto dal vecchio rivestimento, adescare e livellare la superficie, nonché riparare i giunti e le cuciture sul soffitto. La completezza della preparazione dipende dal tipo di soffitto che prevedi di fare. Ad esempio, la superficie del soffitto per calce o carta da parati deve essere resa il più piatta possibile, allo stesso tempo, per soffitti sospesi o tesi, una superficie così piana non è critica.

    Pulizia del soffitto

    Pulizia del soffitto dal rivestimento

    Se la riparazione viene eseguita in una nuova stanza subito dopo i costruttori, è possibile saltare una fase del lavoro come la rimozione del vecchio rivestimento e passare direttamente alla riparazione dei giunti e all’adescamento. Altrimenti, iniziamo pulendo la superficie del soffitto..

    Molto spesso, i soffitti erano imbiancati, intonacati con malta di calce o semplicemente incollati con carta da parati. Non sarà difficile pulire il soffitto di questi materiali di finitura. Per fare questo, devi prendere un normale rullo di vernice e un’asta sotto di esso. Il rullo deve essere inumidito con acqua tiepida e strizzato leggermente in modo che non goccioli acqua e rimanga sufficientemente bagnato. Successivamente, arrotoliamo una parte del soffitto, all’inizio non premiamo molto forte il rullo, ma con ogni nuovo noleggio aumentiamo la pressione. Non appena notiamo che il rullo è praticamente asciutto, lo immergiamo nuovamente nell’acqua e ripetiamo l’intera procedura su una nuova sezione del soffitto. Dopo aver bagnato una parte del soffitto di un paio di metri quadrati, prendiamo una spatola e iniziamo a pulire la calce, la carta da parati o l’intonaco sulla base di cemento o sul mastice.

    Importante! Dopo aver trovato uno strato di vecchio mastice sotto la finitura, lo controlliamo per forza con una spatola. Se aderisce abbastanza saldamente alla superficie del soffitto, lo lasciamo in posizione. Se lo stucco inizia a sgretolarsi e a sfaldarsi, rimuoverlo e applicarne uno nuovo.

    Sverniciatore

    A volte i soffitti erano dipinti con pittura a olio o a base d’acqua. Rimuovere la vernice è un processo laborioso. Questo può essere fatto in due modi: meccanico e chimico. La prima opzione prevede la pulizia della vernice con una spatola o carta vetrata. È piuttosto lungo e polveroso. Per la seconda opzione di rimozione, avrai bisogno di un lavaggio speciale, che può essere acquistato presso il negozio. Dopo l’impregnazione con un solvente, la vernice si separa facilmente dalla superficie, il processo di ammorbidimento della vernice può richiedere fino a 12 ore.

    Se al soffitto sono stati incollati elementi decorativi o piastrelle in polistirolo, è possibile rimuoverli con una cazzuola con lama in metallo duro. È possibile che parte della colla rimanga sul soffitto. Dovrai fare alcuni sforzi per rimuoverlo, ma di conseguenza dovrebbe rimanere una superficie pulita..

    Quando si esegue una revisione importante di un soffitto con qualsiasi struttura sospesa o in tensione, sarà necessario smontarla e rimuoverla completamente per raggiungere il soffitto. Non ci sono raccomandazioni speciali qui, tranne per essere estremamente attenti e fare ogni sforzo per non danneggiare gli elementi del soffitto sospeso o teso.

    Primer per soffitti

    Adescamento della superficie del soffitto

    Dopo aver pulito il soffitto dalla finitura e dagli elementi decorativi, procediamo all’adescamento della superficie. Inizia controllando le giunture e le cuciture sul soffitto. Devono essere riempiti con intonaco o malta di gesso, che è saldamente e saldamente trattenuto lì. Se la soluzione nelle giunture si sbriciola parzialmente o cade a causa di un leggero colpo su di essa, allora puliamo le giunture e le riempiamo nuovamente con una soluzione a base di gesso e cemento o una soluzione di speciali miscele da costruzione a secco con l’aggiunta di fibra. Dopo aver riempito le cuciture, confrontiamo la soluzione sporgente con il piano del soffitto e lasciamo asciugare completamente, solo dopo procediamo all’adescamento del soffitto per ulteriori lavori. Applicare un primer a penetrazione profonda sulla superficie per ottenere una migliore adesione e rafforzare la base. Per applicare il primer, puoi usare un rullo o un pennello e fare attenzione a proteggere le mani e gli occhi dall’ottenere il primer. Dopo che il primer si è asciugato, procedere con ulteriori lavori..

    Stucco e gesso

    L’esecuzione di questi lavori è una necessità rigorosa, poiché la superficie della base in calcestruzzo è tutt’altro che perfettamente piana. Ciò è particolarmente importante se il soffitto viene riparato con carta da parati o se è previsto che venga dipinto o imbiancato. Quale di questi due metodi per livellare la superficie scegliere dipende dalle preferenze personali e dall’abilità dell’artigiano. Ma ci sono una serie di caratteristiche che possono far pendere la bilancia in una direzione o nell’altra. Quindi l’intonaco riduce l’altezza utile della stanza di 2 – 3 cm e ha una massa piuttosto grande. E lo stucco si restringe parecchio e richiede l’applicazione di più strati, il che influisce sul tempo e sulla complessità di questo tipo di lavoro. Il vantaggio di intonacare il soffitto è la facilità di lavoro e la facilità di livellamento della superficie. Allo stesso tempo, lo stucco consente di ottenere una superficie perfettamente piana con uno spessore minimo dello strato e un peso ridotto..

    Malta

    Intonaco del soffitto

    Se decidi di intonacare il soffitto, ciò richiederà: un primer “Betonokontakt”, speciali miscele per l’edilizia a secco, ad esempio “Rotband” e fari in gesso con elementi di fissaggio. Dallo strumento avrai bisogno di: una regola da 1,5 m, un trapano o un perforatore e una livella. Il lavoro stesso viene eseguito dopo aver pulito la superficie del soffitto come segue:

    • allontanandosi dal muro di 15 – 20 cm, mettere un segno per la guida, mettere il secondo segno per la guida con la stessa rientranza all’altra estremità della stanza. Usando un filo da pittore, traccia una linea tra questi due segni;
    • ci ritiriamo di 1,25 m dalla prima riga e ripetiamo l’algoritmo per l’applicazione dei segni per la guida;
    • quando viene applicata la marcatura, eseguiamo i fori per gli elementi di fissaggio;
    • fissiamo le guide al soffitto con viti autofilettanti. Con l’aiuto di un livello, ci assicuriamo che le guide siano rigorosamente lungo l’orizzonte e sullo stesso piano. Se necessario, svitare o serrare le viti, regolando così l’altezza;
    • non appena le guide sono impostate, le fissiamo con una soluzione densa di miscela di gesso e le lasciamo asciugare completamente;
    • resta da riempire gli spazi tra le guide con una miscela di gesso e livellarli lungo le guide usando una regola di metallo.

    Il processo di intonacatura del soffitto stesso è molto simile all’intonacatura delle pareti, l’unica difficoltà è che la superficie non è verticale e si trova sopra la testa. Dopo la completa asciugatura, si ottiene una superficie piana, sulla quale è possibile applicare stucco e finitura..

    Riparazione del soffitto: video – lezione sull’intonaco del soffitto

    mastice

    Riempimento del soffitto

    L’intonacatura del soffitto consente anche di livellare la superficie, ma potrebbe richiedere un po’ più di tempo rispetto all’intonaco. Inoltre, il lavoro stesso è piuttosto difficile da eseguire se non c’è abilità nel maneggiare lo strumento. Per il lavoro saranno necessari i seguenti materiali: stucco grossolano “Izogyps” e finitura “Satengips”, primer “Betonokontakt”, rete per pittura. Degli strumenti di cui avrai bisogno: una spatola larga e stretta, un contenitore per impastare. Il riempimento del soffitto è il seguente:

    • se dopo aver pulito e adescato la superficie ci sono grandi buche o gocce, prima di tutto applichiamo diversi strati di stucco grossolano. Ha il restringimento più piccolo e lo spessore del suo strato può raggiungere i 5 cm Per livellare il piano del soffitto e rimuovere lo stucco in eccesso, usiamo una spatola larga o una regola;
    • sopra lo stucco ancora grezzo e grossolano, stendi una rete di vernice. Questo semplice rinforzo darà forza al soffitto. Disegniamo con un’ampia spatola lungo la rete con una leggera pressione in modo che venga premuta nello strato di mastice;
    • se la superficie del soffitto è relativamente piatta, è possibile utilizzare immediatamente il riempitivo di finitura “Satengips”. Viene applicato sulla superficie del soffitto con una spatola larga e l’eccesso viene rimosso con esso. Per affidabilità, può essere rinforzato con una rete di verniciatura;
    • dopo che lo strato di base dello stucco è completamente asciutto, si può procedere con lo stucco di finitura e portare all’ideale.

    Per ottenere una superficie perfettamente piana, utilizziamo grattugie speciali con carta vetrata. Non appena hai ottenuto una superficie piana, puoi iniziare ad applicare il rivestimento finale di finitura del soffitto..

    Riparazione del soffitto: video – lezione sul mastice del soffitto

    Un’altra opzione per creare una superficie piana del soffitto è riparare il soffitto con pannelli in cartongesso. L’intera superficie può essere semplicemente rivestita con loro e quindi infine livellata con mastice. Un livellamento così accurato della superficie del soffitto è necessario per la sua ulteriore verniciatura, imbiancatura o incollaggio con vari materiali..

    Pittura del soffitto

    Questa opzione di finitura è forse la più semplice grazie alla disponibilità di materiali e alla loro facilità d’uso. Inoltre, un soffitto dipinto in una cucina o in un bagno è molto più pratico di tutti gli altri metodi per rifinire il soffitto in queste stanze. Come notato in precedenza, una caratteristica essenziale della verniciatura del soffitto è la preparazione della superficie di alta qualità. Deve essere perfettamente piatto, altrimenti l’aspetto del soffitto sarà danneggiato..

    Riparazione della verniciatura dei soffitti: foto – esempio

    Pittura del soffitto

    Per la pittura, vengono solitamente utilizzati colori ad olio o vernici a base d’acqua. La preparazione della vernice si riduce a un’accurata agitazione e portandola alla densità ottimale. Quindi puoi iniziare a dipingere. Dallo strumento avrai bisogno di un rullo su un’asta lunga e un pennello. Il processo di verniciatura in sé è abbastanza semplice. Iniziamo a dipingere dai bordi, che dipingiamo con un pennello. Il resto dell’area è dipinto con un rullo..

    A volte effettuano riparazioni estetiche o parziali al soffitto dipinto. Innanzitutto, ispezionare la superficie per la vernice scrostata o gonfia, se presente, vengono puliti con una spatola. Quindi dipingono di nuovo, ma questa opzione è solo una mezza misura e richiederà una riparazione completa in futuro. Se la vernice aderisce saldamente ovunque, viene applicato un nuovo strato di vernice su tutta la superficie e lasciato asciugare..

    Imbiancare il soffitto

    Imbiancare il soffitto

    L’imbiancatura del soffitto è considerata una delle più comuni. Il soffitto imbiancato è adatto a quasi tutti gli interni dei locali, ma rispetto alla pittura, imbiancare il soffitto è un po’ più difficile. Il materiale per l’imbiancatura è la calce viva, che viene diluita con acqua, filtrata attraverso un setaccio e quindi applicata al soffitto. Per fare ciò, utilizzare un rullo, un pennello, una pistola a spruzzo o un aspirapolvere. Se usi un rullo e un pennello, la calce non verrà applicata in modo abbastanza uniforme e la tecnica ti darà risultati migliori. Sfortunatamente, un soffitto imbiancato non è resistente come uno dipinto. È necessario rinnovare la calce una volta all’anno o pulire completamente e imbiancare. Oltre che per la verniciatura, è necessario preparare la superficie con particolare cura. Il vantaggio indiscutibile dell’imbiancatura è il suo prezzo e la disponibilità del materiale..

    Incollare il soffitto

    Non molto tempo fa, il soffitto, tappezzato con carta da parati, era all’apice della popolarità. Più tardi, oltre allo sfondo, è apparso uno speciale pannello del controsoffitto. E oggi, la riparazione del soffitto con pannelli in polistirene è una delle opzioni di finitura più popolari. Oltre che per la tinteggiatura e l’imbiancatura, la base del soffitto per carta da parati e lastre deve essere resa perfettamente piana..

    Incollare il soffitto con la carta da parati

    Carta da parati per incollare il soffitto

    Incollare il soffitto con la carta da parati un processo alquanto complicato, poiché sarà necessario coordinare le azioni di almeno due persone. E tenere la carta da parati sopra la testa non è un compito facile. Abbiamo bisogno di colla per carta da parati e carta da parati per l’intera area del soffitto. Dallo strumento: coltello per carta da parati, rullo, contenitori per colla e stracci. La carta da parati è incollata come segue:

    • dopo aver completato tutto il lavoro di preparazione della superficie, prepariamo la colla secondo le istruzioni;
    • tagliamo diverse tele della lunghezza richiesta dal rotolo totale, assicurandoci che il motivo coincida sulle tele adiacenti;
    • dopo aver steso le tele sul pavimento con un motivo verso il basso, spalmarvi sopra della colla con un pennello e lasciarle inzuppare un po’;
    • mentre la carta da parati assorbe la colla, stendiamo la colla sul soffitto per tutta la lunghezza dell’incollaggio della tela;
    • ora pieghiamo la tela in una fisarmonica e, espandendola gradualmente, la incolliamo al soffitto;
    • livelliamo la tela con un rullo, assicurandoci che non rimangano bolle d’aria sotto la tela. Rimuovere la colla in eccesso con un panno leggermente umido.

    Incolliamo il resto delle tele secondo l’algoritmo sopra, assicurandoci che il motivo coincida con le giunture. Lascia asciugare in casa per una settimana.

    Incollare il soffitto con le piastrelle

    A differenza della tappezzeria processo di incollaggio delle piastrelle molto più facile e una persona può gestirlo. Per il lavoro avrai bisogno di: piastrelle, colla acrilica speciale. Dallo strumento avrai bisogno di: una pistola di montaggio, una spatola, un coltello da taglio, un filo di vernice. Eseguiamo tutti i lavori come segue:

    • dopo aver preparato la superficie, troviamo il centro della stanza. Per fare ciò, puoi disegnare due diagonali dagli angoli, dopo di che disegniamo due linee intersecate ad angolo retto da una parete all’altra attraverso il centro;
    • iniziamo ad incollare le piastrelle dal centro della stanza. Sulla piastrella stessa, punteggiata lungo i bordi e un po’ al centro, applica la colla e incollala al soffitto. Posiziona la tessera con un angolo rigorosamente lungo le linee al centro;
    • ripetendo l’algoritmo, incolla il resto delle tessere. Se ai bordi la piastrella non si adatta completamente, la tagliamo con un coltello;
    • il tocco finale sarà l’incollaggio di battiscopa e bordure negli angoli della stanza.

    Riparazione del soffitto: foto – esempio

    Pannelli del controsoffitto

    Nell’ambito di questo articolo, abbiamo esaminato le opzioni più semplici per la riparazione dei soffitti. La riparazione di strutture più complesse di controsoffitti e controsoffitti è un argomento piuttosto ampio e complesso che richiede la scrittura di un articolo separato..

    Read more
    Soffitti

    Installazione di soffitti tesi in tessuto

    I soffitti tesi sono una soluzione molto efficace e moderna per la ristrutturazione di locali per vari scopi. Oggi, nel mercato dei materiali di finitura, occupano una delle posizioni di primo piano grazie al gran numero di qualità positive. Esistono due tipi principali di soffitti tesi noti ai consumatori: tele in film in PVC e soffitti tesi in tessuto. Il drappeggio del soffitto con un tessuto sembra molto attraente e, soprattutto, è unico! E se hai preparato più di una versione del tessuto, puoi spesso cambiare l’interno della tua stanza..

    Contenuto:

    Storia del soffitto in tessuto

    Molto tempo fa, i panni in PVC sono apparsi sul mercato. Questo materiale iniziò ad essere utilizzato attivamente negli anni ’60 del XX secolo. I consumatori russi hanno appreso dei soffitti tesi nel 1995-96. Ma le tele in tessuto sono state inventate abbastanza di recente: nel 2000, puoi vederlo guardando il video sull’installazione di un soffitto in tessuto teso. E questa è stata una scoperta rivoluzionaria nel mondo della riparazione! Perché è stato creato un materiale più ecologico dell’involucro di plastica. E ovviamente più durevole.

    Tuttavia, anche dal mondo antico, ci sono pervenute le prime menzioni dell’uso del tessuto per il soffitto come rivestimento. La seta stirata veniva utilizzata per coprire lo spazio del sottosoffitto nell’Antico Egitto, a Roma e in Grecia. Allo stesso modo, si è scoperto che nascondeva i difetti che si trovavano sul soffitto principale. Inoltre, tali tele venivano utilizzate per decorare i locali. Tuttavia, tali strutture dovevano essere cambiate spesso, perché nel tempo le tele hanno accumulato polvere, sono ingiallite e si sono abbassate.

    La storia conosce anche altri esempi dell’uso del tessuto per il soffitto. Ad esempio, fino ad ora in Armenia la produzione di soffitti tesi in tessuto è stata tenuta segreta. Esiste un metodo noto che veniva praticato dagli antichi maestri: le tele venivano impregnate con una soluzione di gesso, il tessuto veniva fissato allo stato grezzo attorno al perimetro della stanza, poi il cotone veniva teso quando il gesso si asciugava. Il risultato è stato una superficie liscia e perfettamente piana. Ma un tale soffitto teso in tessuto presenta gli stessi inconvenienti delle tele realizzate nel mondo antico: accumulo di polvere e fragilità.

    A metà del 20 ° secolo, c’è uno sviluppo attivo dell’industria chimica. E non c’è da stupirsi che con l’invenzione del film in PVC abbiano iniziato a usarlo per il soffitto come materiale di finitura. Alla fine degli anni ’90 fu inventato un supporto completamente nuovo e non era adatto al materiale esistente. La ricerca è durata tre anni. E il risultato è stata la produzione di tessuto in poliestere di una tessitura piuttosto complessa, che è stata prodotta su macchine per tessere, e quindi impregnata di poliuretano.

    Caratteristiche dei tessuti

    Gli esperti notano diverse qualità piuttosto importanti che distinguono i soffitti in tessuto:

    • Forza. Rispetto al film, il tessuto in poliestere è molto più resistente – circa 15-20 volte. Ciò ti consente di non aver paura di danni accidentali, ad esempio freccette per bambini o tappi di champagne. Non è facile tagliare o graffiare tale tessuto con uno spigolo vivo. E i soffitti tesi fatti di film richiedono ancora un atteggiamento attento verso se stessi..
    • Permeabilità all’aria. Per un tale tessuto per soffitti tesi, i micropori fungono da base, con l’aiuto del loro soffitto “respira”, cioè non interferisce con la circolazione dei flussi d’aria nella stanza e crea un’ottima acustica.
    • Senza soluzione di continuità. I soffitti in tessuto sono prodotti in rotoli, la cui larghezza è fino a 5,1 metri, a differenza del film in PVC, la cui larghezza non supera i 3,5 metri. Ciò consente di coprire stanze piuttosto ampie senza cuciture saldate. Gli esperti dicono che il punto più debole è la cucitura del soffitto del film. Il soffitto può rompersi proprio qui.
    • Tecnologia di installazione. L’installazione di un panno in tessuto è più sicura. Non è necessario riscaldare la stanza con pistole termiche, che è necessario in caso di installazione di film in PVC. Non è necessario rimuovere dalla stanza oggetti sensibili al calore, riducendo così i tempi di installazione. I soffitti in tessuto teso non richiedono le dimensioni esatte della stanza, a causa di misurazioni imprecise, il tempo di installazione non può essere interrotto. Le tele vengono semplicemente attaccate a una baguette speciale e quindi allungate. Grazie a questa qualità, un controsoffitto senza soluzione di continuità è amato sia dagli installatori che dagli artigiani indipendenti..
    • Compatibilità ambientale. Puoi installare soffitti tesi a base di tessuto in qualsiasi stanza (anche nella stanza dei bambini), poiché sono inodori. Anche i soffitti di film piuttosto costosi, dopo l’installazione per diversi giorni, hanno un odore specifico. Il tessuto in poliestere è inoltre antistatico e garantisce assenza di condensa e polvere.
    • Funzione decorativa. Su tua richiesta, i soffitti in tessuto teso possono trasformarsi in un vero capolavoro. La tela può essere ridipinta semplicemente in un colore diverso utilizzando colori acrilici o decorata con pittura a mano. La stampa fotografica è disponibile anche per tali materiali. I soffitti tesi in tessuto sono adatti per strutture multilivello e curve.
    • Resistente agli sbalzi di temperatura. I soffitti tesi in tessuto non temono il gelo o il calore. Pertanto, vengono installati in locali stagionali, in costruzione e non riscaldati (parcheggi sotterranei, logge, cottage estivi, garage). A temperature inferiori a 10 gradi, il film in PVC potrebbe rompersi e diventare fragile.

    Il principale svantaggio di tali tele è il prezzo dei soffitti tesi in tessuto, che è molto più alto del costo del film in PVC. Un metro quadrato di tela dei produttori europei costa circa 600 rubli. Il prezzo è influenzato dal fatto che tali controsoffitti sono prodotti esclusivamente all’estero, oltre che dalla qualità del materiale stesso. Alcune delle aziende manifatturiere più famose sono CERCOR (Germania), CERUTTI (Italia), CLIPSO (Svizzera). I produttori russi hanno finora padroneggiato solo la tecnica di realizzare soffitti con film in PVC.

    Oltre all’alto costo dei soffitti tesi in tessuto, la tela presenta anche altri svantaggi:

    • Non è molto conveniente che solo dopo l’installazione possano essere verniciati o dipinti con colori acrilici.
    • I soffitti in poliestere non possono trattenere completamente l’umidità in caso di allagamento.
    • Non è possibile rimontare un tale soffitto..

    I soffitti in tessuto sono adatti per la decorazione in varie stanze, ad esempio in un asilo nido, perché questi soffitti non temono alcuna influenza esterna – sotto forma di una palla che colpisce accidentalmente il soffitto (ma solo se non sono forbici o un coltello ), o in cucina, perché il tessuto è di facile manutenzione.

    Soffitto in tessuto fai da te

    A seconda delle dimensioni del soffitto della stanza, saranno necessari 2-3 metri di tessuto di alta qualità per decorare la superficie, ad esempio una tenda tedesca, come mostrato nel video sui soffitti tesi in tessuto.

    Preparazione del soffitto per la finitura

    Nel processo di costruzione di un soffitto in tessuto e incollaggio del tessuto sulla superficie, è necessario attenersi ai seguenti passaggi: livellare e carteggiare bene la superficie per ottenere una levigatezza ideale della superficie, tirarla forte, come una tela su una barella, e allo stesso tempo aprire le irregolarità esistenti nel soffitto.

    Per eseguire queste azioni, è necessario prima pulire il soffitto da eventuale sporco, riempire tutte le crepe e crepe con stucco e asciugarlo, nonché rimuovere la ruvidità molando con carta vetrata. Non ci devono essere macchie sul soffitto che possono trasparire attraverso il tessuto, è necessario incollarle con un foglio sottile di alluminio o applicare uno strato di smalto nitro.

    Se c’è pittura ad olio sulla superficie, allora dovrebbe essere prima lavata con una soluzione di acqua a cui è stata aggiunta la soda, quindi asciugata accuratamente. Successivamente, si consiglia di pulire tutto con carta vetrata..

    Il primo modo per montare il soffitto

    Per l’installazione di un soffitto teso in tessuto, è necessario preparare un profilo del soffitto, il migliore è l’alluminio, che è più affidabile e durevole. Il tessuto è fissato al centro nel profilo, lasciando un margine di 5-6 centimetri. Stringiamo la tela con un piccolo passo, cercando di allinearla il più possibile. Dovresti iniziare dal centro della stanza fino ai suoi angoli, muovendoti in entrambe le direzioni.

    Fissiamo la tela nella direzione di marcia nella baguette e alla fine la fissiamo negli angoli del profilo. Se ci sono pieghe sul tessuto, possono essere rimosse con un asciugacapelli. Riscaldiamo questi luoghi con movimenti circolari regolari, mantenendo l’asciugacapelli a una distanza di 20 centimetri dalla tela e impostando la temperatura a 180 gradi. Inoltre, dopo aver terminato l’installazione, rimuoviamo i pezzi sporgenti della chiusura del profilo, dopodiché dobbiamo installare i tasselli decorativi.

    Il secondo modo per montare il soffitto

    C’è un altro modo piuttosto interessante per autoinstallare un soffitto teso in tessuto. Prepara travi di legno con una sezione trasversale di ogni angolo 2 per 3, possono essere realizzate rapidamente da qualsiasi officina di costruzione. È meglio ordinare la lunghezza del legname 50 centimetri in più rispetto alle misure, poiché in seguito gli angoli sono soggetti a limatura. Per ottenere una tinta gialla e per il trattamento delle travi utilizzare “Penatex”.

    Avrai anche bisogno di otto angoli in metallo e velcro, che possono essere acquistati nei negozi di cucito. Quindi, crea una cornice che appenderai alla superficie del soffitto. Con una cucitrice speciale fissiamo il lato duro del nastro alla parte sporgente della barra, prima di incollarlo alle unghie liquide.

    Il telaio finito è sotto la lampada, se improvvisamente non è trasparente, è necessaria una lampada più potente. Se hai optato per un tessuto trasparente o sottile, l’illuminazione normale andrà bene. Ora devi solo portare la struttura risultante al soffitto. Una soluzione insolita è prendere le catene e appendere il telaio su di esse dal soffitto e fissarlo al soffitto utilizzando un supporto per tubi.

    Dopo aver avvitato i ganci nel telaio e installato il soffitto teso in tessuto con le tue mani, resta solo da ammirare il tuo lavoro. Questo design è pratico e molto affidabile. Se si verificano distorsioni lungo le pareti durante l’installazione del telaio su catene, un punto importante sarà regolare la sospensione desiderata sulla maglia della catena per ottenere il parallelo in tutti gli angoli.

    Grande comodità sta nella possibilità di rimuovere facilmente la struttura dal soffitto rimuovendo una coppia di ganci su un lato della catena. Abbassando il telaio dal soffitto, è possibile rimuovere rapidamente e facilmente il tessuto da esso per sostituirlo con un altro o per il lavaggio. Per fare ciò, è sufficiente rimuovere il tessuto dal velcro.

    Read more
    Soffitti

    Soffitto a due livelli fai da te

    Oggi, i controsoffitti e i soffitti tesi sono all’apice della loro popolarità. La semplicità del design, le moderne tecnologie di costruzione e l’immaginazione dei progettisti hanno fornito possibilità quasi illimitate per la loro applicazione. Molto spesso, puoi trovare la solita struttura a un livello, in cui sono montati i dispositivi di illuminazione. Ma per creare un soffitto davvero insolito, devi rivolgere la tua attenzione ai soffitti a due livelli. Naturalmente, la loro creazione richiederà buone capacità di un costruttore e di un designer, ma un soffitto a due livelli con le tue mani è un compito fattibile per chiunque sappia come gestire uno strumento..

    Lavoro preparatorio

    Prima di tutto, è necessario fornire libero accesso e movimento nella stanza. Per fare ciò, dovrai estrarre tutti i mobili dalla stanza o sistemarli in modo che non interferiscano. In secondo luogo, dovresti prestare attenzione alla superficie del soffitto. Dopotutto, la quantità di sforzo applicato durante l’installazione della struttura e l’affidabilità del suo fissaggio dipenderanno da quanto sarà liscia e solida. In terzo luogo, è necessario calcolare i materiali richiesti e per questo sarà necessario creare uno schema di progettazione per un soffitto a due livelli. Il quarto punto importante nella preparazione è il cablaggio, lo schema elettrico e il cui cablaggio deve essere pensato in anticipo.

    Preparazione della superficie del soffitto

    Preparazione della superficie del soffitto

    Prima di realizzare un soffitto a due livelli, conduciamo un’ispezione approfondita della superficie del soffitto per verificarne l’integrità. Per fare ciò, rimuoviamo completamente la vecchia finitura fino al pavimento o al vecchio intonaco. Se non ci sono crepe e aree scrostate sulla superficie intonacata, puoi procedere alla finitura con stucco. Nel caso in cui si notino crepe profonde sul soffitto e si senta un suono sordo quando si picchietta, sarà necessario pulire completamente l’area danneggiata fino alla sovrapposizione. Quindi applicare un primer a penetrazione profonda e sigillare nuovamente con una miscela di gesso. Se più del 30% della superficie totale del soffitto è danneggiato, è meglio intonacare il soffitto. Inoltre, ha senso eseguire un intonaco del soffitto a tutti gli effetti in caso di grandi cadute e irregolarità. Ma se il livello delle differenze non supera i 10 mm, per il livellamento sarà sufficiente stuccare il soffitto in più strati usando una rete di vernice. Dopo che il soffitto appena intonacato e intonacato sarà completamente asciutto, sarà possibile procedere con ulteriori lavori..

    Calcolo e schema di un soffitto a due livelli

    Questa fase del lavoro preparatorio è la più difficile e richiede competenze ingegneristiche e progettuali da parte del maestro. In primo luogo, è necessario disegnare almeno approssimativamente quale sarà il soffitto a due livelli, dove ci saranno nicchie nascoste ed elementi strutturali sporgenti, nonché la posizione degli apparecchi di illuminazione. Se è difficile disegnare da soli un progetto del genere, è possibile utilizzare una delle opzioni già pronte per i soffitti a due livelli:

    Schema di un controsoffitto a due livelli 1

    Schema di un controsoffitto a due livelli 2

    Schema di un controsoffitto a due livelli 3

    Schema di un controsoffitto a due livelli 4

    Schema di un controsoffitto a due livelli 5

    Quando il progetto di design è pronto, puoi iniziare a creare un diagramma della struttura stessa e calcolare i materiali necessari. Questo può essere fatto come segue:

    • Misuriamo la larghezza e la lunghezza della stanza e calcoliamo il perimetro. Ad esempio, prendiamo una stanza con una lunghezza di 5 me una larghezza di 3 m P = (5 + 3) * 2 = 16 metri lineari. Il risultato ottenuto è la lunghezza del profilo guida (UD). Per un soffitto a due livelli, la lunghezza del profilo guida dovrà essere raddoppiata, poiché dovrai realizzare un secondo contorno guida per il secondo livello.

    Schema controsoffitto

    Importante! Se, dopo aver misurato la stanza, scopri che le pareti poste l’una di fronte all’altra hanno lunghezze diverse, devi utilizzare un valore maggiore per i calcoli..

    • Ora calcoliamo la quantità richiesta di profilo del telaio (CD). Il profilo del telaio stesso sarà fissato con un gradino di 600 mm e la sua lunghezza delle strisce sarà uguale alla larghezza della stanza. 5000/600 = 8,3 arrotondato all’intero più vicino e si ottengono 8 listelli del profilo del telaio di 3 m ciascuno.

    Elementi strutturali per controsoffitti

    Importante! Il gradino del profilo del telaio di 600 mm viene selezionato in base alle dimensioni standard del cartongesso. I fogli sono prodotti in larghezze di 600 e 1200 mm e durante la loro installazione è necessario assicurarsi che i bordi dei fogli siano chiaramente sul profilo. Anche la lunghezza del cartongesso è standardizzata, ma un foglio con una lunghezza di 2500 mm è perfetto per i controsoffitti..

    • Conoscendo il numero di strisce del profilo del telaio, puoi iniziare a calcolare le sospensioni dirette, su cui verranno fissate le strisce. La distanza dei ganci è di 600 mm, ma i primi ganci dalle pareti lungo il binario sono fissati a una distanza di 300 mm. Sulla base di questo, otteniamo (3000/600) * 8 = 40 pezzi di ganci per il fissaggio del profilo del telaio.

    • Per rendere più durevole la struttura di un soffitto a due livelli, è necessario installare anche ponticelli tra i profili del telaio principale e i connettori per essi (granchi). Prima di tutto, calcoliamo il numero di granchi. La distanza del loro attacco è di 600 – 650 mm. (3000/600) * 8 = 40 pz. Granchi. Sulla base di questo, otteniamo 5 file di ponticelli, la lunghezza di ciascuno sarà di 5000 mm.

    Importante! La distanza dalle pareti per architravi e granchi dovrebbe essere selezionata in base alle dimensioni del secondo livello. Ad esempio, se la larghezza del secondo livello è di 500 mm ed è prevista un’illuminazione nascosta, il primo e l’ultimo architrave verranno montati a una distanza di 400 mm dalla parete..

    • Dopo aver completato tutti i calcoli per il primo livello, procediamo al secondo. In questa fase, tutto è un po’ più semplice. Quindi per i ponticelli del secondo livello saranno necessari 18 pezzi del profilo CD da 400 mm e altri 4 pezzi da 1000 mm ciascuno per i giunti angolari. Inoltre, per riparare questi ponticelli, avrai bisogno di 22 sospensioni..

    Importante! I ganci diretti possono essere utilizzati se l’altezza del soffitto a due livelli non è superiore a 120 mm.

    • Per dare forza alla struttura e in modo che ci sia dove attaccare le lastre verticali in cartongesso che nascondono il telaio della struttura, avrai bisogno di supporti dal profilo CD. Il numero di rack è uguale al numero di ponticelli per il secondo livello – 22 pezzi. Scegliamo la dimensione in base alle caratteristiche del design del soffitto. Il fatto è che il secondo livello può essere montato sia sulla struttura portante principale che direttamente sul soffitto..

    • Resta da calcolare il numero di fogli di cartongesso. Tutto è estremamente semplice qui. Tutti i fogli hanno dimensioni standard e per l’installazione in locali residenziali è più conveniente utilizzare un foglio di 2500×1200 o 2500×600. Pertanto, misuriamo l’area del primo livello del soffitto ai bordi del profilo e dividiamo per l’area di un foglio, il risultato ottenuto è il numero richiesto di fogli. Per il secondo livello, il calcolo viene eseguito in modo simile, solo uno dovrebbe tenere conto del bordo ancora sporgente e delle strisce verticali che nascondono la struttura. Quando si scelgono le lastre per cartongesso, optare per lastre con uno spessore di 9,5 mm. Si adattano in modo ottimale ai controsoffitti in termini di peso e resistenza.

    Importante! Per alcune opzioni per un soffitto a due livelli, viene creata una struttura solo attorno al perimetro della stanza e il centro viene lasciato libero. Tali soffitti a due livelli consentono di risparmiare sui materiali e consentono anche di montare un soffitto teso o decorare in altro modo la superficie del soffitto.

    Schema elettrico

    Innanzitutto, è necessario delineare la posizione di tutti gli apparecchi di illuminazione, quindi calcolare il consumo energetico di tutti gli apparecchi e la lunghezza dei cavi. Sulla base dei dati ottenuti, viene acquistato un filo della sezione richiesta. Oltre ai fili, avrai anche bisogno di un corrugamento, una scatola di installazione o un canale per cavi. L’ondulazione è buona in quanto può essere lanciata direttamente attraverso l’intera struttura del soffitto, mentre la canalina e le canaline dovranno essere fissate alla parete lungo il perimetro.

    Tutti i materiali di cui sopra dovranno essere fissati saldamente e saldamente l’uno all’altro, al soffitto e alle pareti. Per fare ciò, dovrai acquistare un gran numero di varie viti, ancoraggi e tasselli. Di tutta la varietà di elementi di fissaggio, si consiglia di utilizzare le seguenti viti e tasselli:

    Viti e tasselli autofilettanti

    • per fissaggio a parete e soffitto tasselli e viti autofilettanti 6×40 mm o 6×60 mm, passo di fissaggio 300 mm;
    • la vite autofilettante LN 9, LN 11 o LB 9, LB 11 viene utilizzata per collegare ganci e profili, granchi e profili;
    • le lastre in cartongesso sono fissate con viti autofilettanti MN 25 e MN 30 con passo 250 mm.

    Importante! 4 viti servono per fissare il granchio, 2 viti servono per collegare la sospensione e il profilo. Tutti i lavori di installazione vengono eseguiti al meglio con due partner..

    Controsoffitto a due livelli fai da te

    Su come realizzare soffitti a due livelli, puoi scrivere un intero rapporto scientifico che elenchi tutti i tipi di strutture e opzioni per il loro fissaggio. Nell’ambito di questo articolo, viene considerata una delle opzioni più comuni per un controsoffitto a due livelli da realizzare a mano. Se diventa necessario creare un design più complesso, dovrai rivolgerti a specialisti o letteratura più professionale. Quindi, per dare vita al progetto precedentemente disegnato di un soffitto a due livelli, devi fare quanto segue:

    • Dopo che la superficie del soffitto è stata livellata, prendiamo un righello o un metro a nastro e misuriamo l’altezza del soffitto a due livelli senza lo spessore del foglio di cartongesso. Mettiamo 3 – 4 segni su una parete e li colleghiamo con il filo di un pittore, dopodiché, tirando e rilasciando il filo, otteniamo una linea chiara – il livello di base del soffitto futuro.

    • Marcatura del soffitto per il profilo del telaio del CD. Usiamo gli stessi segni per le sospensioni, a cui verrà attaccato il profilo. Misuriamo la distanza richiesta dalle pareti, mettiamo 3-4 segni e li colleghiamo con un filo di vernice. Quindi, con un passo di 600 mm, abbiamo impostato i segni per altre strisce di profilo.

    • Ora prendiamo il profilo guida UD, pratichiamo i fori per gli elementi di fissaggio con un passo di 300 mm. Applichiamo il profilo al muro in modo che il suo bordo inferiore sia rigorosamente lungo la linea segnata e, con l’aiuto di un fermo, segniamo i punti per i tasselli. Dopodiché, prendiamo un perforatore e pratichiamo dei fori, guidiamo nel tassello. Riapplica il profilo e fissalo al muro.

    Importante! Lo scopo del lavoro sul serraggio di varie viti e viti autofilettanti è piuttosto ampio, quindi consigliamo vivamente di utilizzare un cacciavite.

    • Fissiamo una sospensione al soffitto e foriamo un posto per gli elementi di fissaggio con un perforatore. Si possono realizzare uno o due fori. Tutto dipende dal desiderio di rendere il design più affidabile. Dopo aver praticato i fori per ogni sospensione, inseriamo i tasselli e fissiamo le sospensioni.

    Importante! Quando si praticano i fori per i ganci, è necessario assicurarsi che la linea contrassegnata sia rigorosamente perpendicolare al gancio e scorra chiaramente al centro..

    Fissaggio della struttura del controsoffitto

    • Ora è il turno di fissare il profilo del telaio CD per il primo livello del soffitto. Pieghiamo le estremità delle sospensioni come una lettera "NS" in modo che il profilo in larghezza passi liberamente verso l’interno. Ci sono fori sulle sospensioni che consentono di regolare l’altezza del soffitto, quindi è necessario determinare in anticipo in quali fori verranno avvitate le viti per ottenere l’altezza richiesta del primo livello. Per collegare saldamente la sospensione al profilo sono sufficienti 2 viti, una per lato.

    • Non appena le strisce del profilo del telaio sono fissate, prendiamo un metro a nastro e segniamo sul soffitto la posizione dei granchi per collegare le strisce trasversali del profilo. Successivamente, installiamo i granchi stessi. Sono avvolti sul profilo con le antenne verso il basso e sotto la forza sono saldamente agganciati all’interno del profilo e quindi fissati al profilo con viti.

    Installazione del telaio del controsoffitto

    • Resta da installare i ponticelli per il telaio. Ma prima devi prendere una smerigliatrice o delle forbici di metallo e tagliare il numero richiesto di ponticelli da un profilo CD di una certa dimensione. Fatto ciò, mettiamo in posizione il ponticello. Per fare ciò, lo avviamo dal basso sotto il granchio e, premendolo contro di esso, lo scattiamo, dopodiché fissiamo il granchio e il ponticello con 2 viti.

    Ora procediamo all’installazione del telaio per il secondo livello. In effetti, tutti i lavori sono simili a quelli per il frame di primo livello. La differenza è questa:

    Costruzione di un soffitto a due livelli

    • Innanzitutto, il profilo CD viene inserito nelle guide UD e fissato al gancio. Viene poi fissato anche al profilo guida con 2 viti;

    • per irrigidire la struttura, tutti i listelli del profilo CD di secondo livello sono interconnessi lungo il perimetro con il profilo UD e sono fissati con 1 vite;

    • per fissare i pezzi di cartongesso verticali, colleghiamo verticalmente i profili del secondo e del primo livello con un ponticello dal profilo CD. Sono installati sopra ciascuna delle strisce orizzontali del profilo CD di secondo livello;

    • dopo aver completato l’installazione del telaio, è possibile procedere con l’installazione dei cavi elettrici. Per fare ciò, o posiamo il filo nell’ondulazione direttamente dal luogo di installazione del dispositivo di illuminazione al luogo di connessione alla rete, oppure fissiamo il canale del cavo alla parete e posiamo il filo attraverso di esso. Quando si installa il filo, l’importante è creare un margine di 10-15 cm per la sua uscita all’esterno della struttura del soffitto e per un comodo collegamento dell’illuminazione;

    Sigillatura di giunti tra fogli di cartongesso

    • ora sistemiamo i fogli di cartongesso. Iniziamo ad assemblarli dal primo livello. Per dare affidabilità al soffitto, li fissiamo a parte e li fissiamo al profilo, che è avvitato al soffitto con sospensioni. Per gli elementi di fissaggio, utilizziamo speciali viti autofilettanti, che avvitiamo con un passo di 250 mm;

    Installazione di lastre in cartongesso di un soffitto a due livelli

    • terminato con il primo livello, si passa al secondo. Qui dovrai tagliare con cura i fogli in modo che coincidano esattamente in lunghezza con i profili. Il processo di taglio in sé è abbastanza semplice: tagliamo il cartone sotto il righello su un lato del foglio, quindi lo rompiamo con cura e tagliamo il secondo lato. Se necessario, tagliare con un piano speciale, quindi fissarlo al profilo;

    Installazione di lastre in cartongesso su un soffitto a due livelli

    • per nascondere le strutture interne, fissiamo i pezzi verticali di cartongesso tra il secondo e il primo livello, avvitandoli ai montanti verticali del profilo. Se il secondo livello ha un contorno rotto o curvo, una striscia viene tagliata dal foglio di cartongesso, quindi imbevuta di acqua, il cartongesso diventerà morbido e flessibile. Piegandolo per adattarlo alla forma del divario, applica e fissa.

    Stucco per soffitti

    Alla fine dell’installazione del soffitto a due livelli, eseguiamo fori per l’illuminazione nei luoghi designati. Sul bordo della parte sporgente del foglio, incolliamo un piccolo bordo in cartongesso, dietro il quale verrà nascosta la retroilluminazione, dopo di che adescheremo e stuccheremo tutte le giunture tra i fogli. Una volta che la superficie del soffitto è asciutta, puoi applicare la finitura e collegare i corpi illuminanti.

    Video: come realizzare un soffitto a due livelli

    Soffitto teso a due livelli fai da te

    La creazione di un tale soffitto sarà in qualche modo più semplice rispetto alla versione sopra descritta di un soffitto a due livelli. Prima di tutto, ciò riguarderà il tipo di struttura portante e la quantità di materiali per la sua creazione. In caso contrario, l’installazione è quasi identica a un controsoffitto convenzionale. Ma prima di realizzare un soffitto teso a due livelli, dovrai creare un nuovo progetto di design e ricalcolare i materiali. La differenza fondamentale tra un soffitto teso a due livelli è che una struttura sospesa in lastre di cartongesso si trova attorno al perimetro della stanza. E il centro della stanza è riservato al tensionamento della tela. Per montare un soffitto teso a due livelli, è necessario effettuare le seguenti operazioni:

    • segnare e montare la struttura in cartongesso in un unico livello attorno al perimetro della stanza. Tutti i lavori sono simili a quelli precedentemente descritti per l’installazione di un controsoffitto a due livelli;
    • alla struttura ad una certa altezza fissiamo un profilo speciale per il tensionamento della tela;
    • con l’aiuto di una pistola termica, riscaldiamo la stanza e la tela. Quindi si procede al tensionamento;

    Allungare il soffitto teso

    • prima di tutto fissiamo due angoli diagonalmente opposti, quindi fissiamo il terzo angolo e il quarto. Allunghiamo il foglio del soffitto lungo il perimetro prima da un lato, poi dall’altro;
    • alla fine colleghiamo i dispositivi di illuminazione.

    Soffitto teso a due livelli fai-da-te: video

    La creazione di strutture a più livelli per il soffitto è un lavoro piuttosto laborioso che richiede maggiore attenzione e comprensione del processo. La difficoltà di attuazione risiede nel coordinamento delle azioni di due o tre partner. Ma per una squadra ben coordinata, la creazione di un soffitto a due livelli non sarà difficile..

    Read more
    Soffitti

    Soffitto rack Albes – installazione, caratteristiche

    Un controsoffitto a cremagliera è una struttura sospesa dal design accattivante e di facile installazione. Tale soffitto può essere eretto in stanze con un’ampia varietà di scopi. Grazie alla sua eccellente resistenza, buona resistenza all’umidità, un ricco assortimento di colori e trame, questa soluzione adornerà qualsiasi interno. Recentemente, i soffitti a doghe dell’azienda Albes, realizzati con profili in alluminio di altissima qualità e con una varietà di rivestimenti, dal semplice bianco all’esclusivo specchio, sono diventati sempre più popolari. Nell’articolo considereremo i vantaggi del soffitto a doghe albes e il metodo della sua installazione.

    Contenuto:

    Informazioni sul produttore

    Albes è un gruppo industriale russo, la cui attività principale è focalizzata sulla produzione di materiali di finitura in alluminio e acciaio. L’impresa è stata fondata nel 1997 e oggi riunisce diverse aziende diverse responsabili della produzione, promozione e vendita di prodotti..

    • Tutti i prodotti sono realizzati utilizzando la tecnologia di laminazione a freddo della lamiera, nonché mediante stampaggio di lamiera di alluminio e acciaio zincato. Tali prodotti sono utilizzati in edifici e strutture che impongono requisiti maggiori alle strutture del soffitto.

    Foto albes del soffitto del rack

    • È possibile acquistare i prodotti dell’associazione industriale “Albes” nei punti vendita situati sul territorio della Federazione Russa, nei paesi della CSI e nei paesi del Vicino estero. I manufatti sono materiali ad alta tecnologia, che combinano la ricca esperienza e la conoscenza intellettuale dei migliori ingegneri dell’azienda. Ecco perché, da diversi anni, l’impresa occupa una posizione di leadership nel mercato russo per la produzione di materiali di finitura, nonché per la loro qualità e una vasta gamma di assortimenti..
    • I manufatti hanno superato la necessaria certificazione e sono raccomandati per l’uso in medicina, istruzione generale, sport e molte altre istituzioni. Inoltre, i prodotti hanno ripetutamente vinto premi in vari concorsi tutta russi e l’organizzazione stessa ha ricevuto diplomi e certificati onorari come la migliore impresa per la produzione di materiali da costruzione in Russia..

    Le principali caratteristiche dei soffitti a doghe Albes

    I soffitti a cremagliera sono pannelli paralleli stretti e diritti montati su un telaio speciale fatto di binari. Questo design è in grado di risolvere molti problemi funzionali e creare un design unico della stanza. Le doghe “Albes” sono realizzate, di regola, in lamiera sottile di alluminio e hanno un rivestimento polimerico, da cui dipende la combinazione di colori, inoltre, i pannelli sono prodotti con colori che imitano varie trame.

    Area di applicazione

    • Le strutture del soffitto sono utilizzate negli edifici residenziali, negli edifici per uffici e negli edifici pubblici, sono anche ampiamente utilizzate negli impianti industriali, nelle istituzioni mediche e educative..

    Dimensioni (modifica)

    Le seguenti dimensioni sono considerate standard:

    • lunghezza – 300-400 cm, secondo un ordine individuale, possono essere prodotte doghe in alluminio, la cui lunghezza raggiunge i 6 m;
    • larghezza – a seconda del tipo di prodotto, varia da 25 mm a 20 cm;
    • spessore – da 0,32 mm a 0,6 mm.

    Vantaggi competitivi

    • Design robusto e durevole con durata illimitata e praticamente nessuna necessità di sostituzione;
    • design originale e aspetto accattivante, grazie a un vasto assortimento di colori e alla presenza di molti modelli diversi;
    • resistenza ai danni meccanici, agli agenti chimici e alla corrosione;
    • avere qualità fonoassorbenti, grazie all’installazione di un substrato speciale;
    • eccellente sicurezza antincendio, poiché le lamelle sono realizzate con materiali non combustibili;
    • aumentare la luce naturale grazie alle proprietà riflettenti;
    • maggiore resistenza all’umidità, grazie alla quale i sistemi di soffitto a doghe possono essere utilizzati anche in ambienti con elevata umidità (bagni, piscine, saune, ecc.). È anche consentito lavarli e pulirli con qualsiasi detergente (senza particelle abrasive nella composizione). È importante tenere conto del fatto che quando si utilizzano soffitti zincati in un ambiente umido, tutte le parti disponibili devono essere trattate con composti anticorrosivi;

    • compatibilità ambientale sia delle stecche del soffitto stesse che degli accessori ad esse collegati;
    • igiene, poiché le strutture metalliche non sono suscettibili di decadimento, formazione di muffe, crescita di batteri e funghi e inoltre non emettono sostanze nocive nell’ambiente;
    • installazione rapida e conveniente, che può essere gestita in modo indipendente senza il coinvolgimento di attrezzature costose e specialisti altamente qualificati;
    • è possibile montare luci e altri dispositivi direttamente nelle lamelle;
    • è consentita la creazione di strutture multilivello e curve;
    • grazie alle dimensioni precisamente calibrate del profilo, sono garantite l’affidabilità del fissaggio e la necessaria rigidità della struttura, inoltre, le lamelle non si deformano sotto alcun carico;
    • buona resistenza al gelo e resistenza all’usura, i soffitti a doghe possono essere installati su logge e balconi non riscaldati, inoltre, hanno un’eccellente solidità del colore, cioè non sono esposti alle radiazioni ultraviolette;
    • versatilità d’uso, poiché il design dei prodotti si adatta perfettamente a qualsiasi interno e lo integra armoniosamente;

    • sicurezza, grazie all’alluminio laminato particolarmente sottile, le lamelle Albes hanno un peso specifico ridotto e non devi preoccuparti della salute degli altri se si verifica una situazione di forza maggiore, in cui i pannelli potrebbero staccarsi e cadere. In linea di principio, la tecnologia di fissaggio è così affidabile che in qualsiasi condizione normale e installazione di alta qualità questo semplicemente non può accadere;
    • costo relativamente basso, grazie alla produzione di prodotti nelle nostre fabbriche situate in Russia.

    Opzioni di colore

    I controsoffitti a doghe “Albes” sono realizzati in alluminio o lamiera zincata, verniciati in fabbrica in fase di produzione e inoltre rivestiti con una sostanza polimerica. Il lato anteriore dei pannelli può essere verniciato in una gamma abbastanza ampia di colori. Tra le tonalità più comuni ci sono colori come:

    • bianco – opzioni opache o lucide;
    • metallizzato – opzioni opache e argento;
    • cromo, super cromo e super cromo lusso;
    • oro e superoro;
    • opzioni beige e beige chiaro.

    Questi colori si riferiscono ai colori standard e le tonalità popolari includono nero, blu, grigio chiaro, rame e cremisi e iuta.

    • Le doghe possono avere una superficie che imita vari materiali naturali, ad esempio la trama di legno, perle o granito, nonché opzioni di colore misto come: perle bianche con strisce metalliche, strisce dorate su sfondo bianco, beige chiaro o beige -tocchi oro su fondo bianco, pennellate beige-verdi o verdi su fondo chiaro, e così via.
    • A richiesta del cliente si possono realizzare anche pannelli bugnati, che avranno leggere ondulazioni superficiali o con foratura fantasia, e si possono realizzare svariate doghe in maglia speciale a celle quadrate, romboidali e tonde..
    • Se sembra che non sarà possibile tradurre l’idea di design in realtà dalle opzioni standard proposte, allora puoi scegliere qualsiasi tonalità adatta tra più di 200 colori disponibili nella collezione di colori RAL (lo standard di colore tedesco che è diventato universalmente riconosciuto ). Qualsiasi colore tu scelga può essere utilizzato in una finitura opaca o metallica, oltre a un sottile effetto specchio. La vernice selezionata viene applicata utilizzando il metodo di verniciatura a polvere.

    Importante! Non dovresti selezionare una tonalità dall’immagine sul monitor, poiché, a causa delle peculiarità della resa cromatica, il colore sullo schermo potrebbe differire dal colore reale, quindi, prima di effettuare una scelta, devi assolutamente vedere il campione finito con i tuoi stessi occhi..

    • Il retro dei pannelli è inoltre rivestito con una vernice protettiva o primerizzato con un composto speciale.
    • Grazie a una ricca scelta di colori e trame di design, è stato possibile creare una varietà di soluzioni volumetriche interne, evitando forme piatte inespressive.

    Varietà di pannelli ferroviari “Albes”

    Le doghe del soffitto in alluminio si differenziano per la forma del profilo. L’azienda Albes offre diverse opzioni standard per i suoi prodotti.

    Design tedesco

    • Come tutto ciò che viene prodotto in Germania o ha la caratteristica “tedesca”, questo tipo di prodotto ha una forma rigorosa e laconica. Si tratta di doghe rettangolari, la cui larghezza può essere di 8,5 cm, 13,5 cm e 18,5 cm.

    • È consentito montare un tale soffitto in modo aperto o chiuso. In tipo aperto le doghe sono installate a intervalli regolari, di regola, in 1,5 cm.Le fessure formate vengono lasciate in questa forma o chiuse con inserti a contrasto – layout decorativi.
    • Soffitti chiusi montato schiena contro schiena, senza spazi vuoti. Il colore dei pannelli stessi può essere assolutamente qualsiasi, sono disponibili anche opzioni con perforazione (1,5 mm di diametro) o ulteriore rilievo del design.

    Design italiano

    • Questo tipo di prodotto è costituito da doghe con bordi arrotondati in alluminio, anche i pannelli di rete in rete metallica stirata sono considerati una delle varietà. I soffitti di design italiano sono montati aperti e chiusi. Se la scelta è stata fatta a favore delle doghe in rete, il soffitto viene installato solo in modo aperto con o senza giunzioni decorative aggiuntive.

    • La larghezza standard dei pannelli è di 8,4 cm, l’altezza è di 1,6 cm, tali indicatori forniscono la necessaria rigidità e affidabilità della struttura installata.
    • Lo schema dei colori è offerto in uno classico, oltre che realizzato su ordine individuale del cliente, inoltre, sulla superficie possono essere applicati perforazioni (1,5 mm) o rilievi decorativi.

    Design “Omega” / “Omega

    • Il soffitto a doghe in questa versione è montato solo di tipo chiuso, poiché il profilo in alluminio prodotto non ha incavi laterali. Le dimensioni standard sono considerate larghezze di 5 cm, 10 cm e 15 cm Durante l’assemblaggio della struttura, si consiglia di combinare binari di diverse larghezze su un pettine portante. Questa soluzione consente di creare un design individuale esclusivo, è inoltre consentito combinare pannelli del soffitto e colori diversi..
    • Oltre alle tipologie standard, con il marchio Albes, produciamo soffitti a doghe di forme originali, che aiutano a decorare lo spazio del soffitto in modo elegante e unico..

    Lamelle curve

    I soffitti curvilinei sono chiamati strutture che hanno transizioni e curve lisce. Molto spesso, un tale sistema viene installato in quelle stanze dove ci sono irregolarità nell’altezza del soffitto e, se necessario, si piega intorno a dettagli, servizi, ecc..

    Inoltre, questo tipo di pannello consente di creare un design unico. Le doghe curve sono realizzate sulla base di pannelli di design italiano. L’onda risultante può avere due direzioni:

    • attraverso i binari (quando vengono utilizzati pettini piegati speciali e pannelli convenzionali);
    • lungo le lamelle (le lamelle vengono piegate in modo speciale in fabbrica).

    Binario cuboide

    • Tali pannelli sono utilizzati in strutture di tipo aperto, con o senza layout aggiuntivi. Il profilo in alluminio ha una sezione trasversale rettangolare e durante l’installazione, la superficie dello spazio del soffitto acquisisce un pronunciato rilievo dritto.
    • L’altezza di tale binario può essere di 25 mm o 38 mm e la larghezza è di 30 mm e 37,5 mm..

    Binario a V

    • Tali doghe sono anche destinate a strutture aperte e il soffitto montato da esse ha un rilievo pronunciato.
    • La differenza rispetto al tipo precedente è sotto forma di pannelli, che in sezione ricordano un oggetto a forma di cuore o la lettera “V”. L’altezza delle doghe è di 40 mm e la larghezza lungo il bordo sporgente è di 45 mm.

    Binario piatto

    • Ciascuno di questi pannelli ha una sezione trasversale piatta. Vengono installati a intervalli regolari in posizione verticale. Le piastre sono disponibili con un’altezza di 90 mm e una larghezza di 16,5 mm.

    Componenti necessari

    • Recintare – è realizzato in lamiera di alluminio ed è l’elemento principale del sistema di controsoffitti a cremagliera. Può essere di due tipi: aperto (dotato di layout) e chiuso (montato uno vicino all’altro). Se necessario, viene unito lungo la lunghezza mediante speciali elementi di collegamento;
    • disposizione – inserti in alluminio, larghi 16 mm, destinati a una struttura a soffitto aperto, inseriti negli spazi tra le doghe di tipo aperto;
    • pettine (stringer) – l’elemento appartiene alle parti principali della struttura, è in questo profilo che vengono inseriti i pannelli. È realizzato con guide in lamiera sottile di acciaio zincato (spessore non superiore a 0,5 mm). Prende il nome dalle “lingue” necessarie per fissare i pannelli a scatto;
    • profilo perimetrale – questo è un profilo angolare, che si fissa perimetralmente ed è pensato per sovrapporsi alla giunzione tra muro e binario, conferisce alla struttura un aspetto finito e può essere di diverse configurazioni, un angolo con dimensioni laterali di 19×24 mm è considerato standard;

    • sospensione – è costituito da due sottili ferri da maglia, uno dei quali ha un anello con fori per tasselli, con il quale si fissa l’elemento nel solaio, l’altro ha un gancio all’estremità per trattenere il pettine. I raggi sono fissati tra loro con una molla, che serve per regolare l’altezza. L’elemento può fissare il soffitto a doghe ad una distanza dalla struttura portante da 12 cm a 4 m;
    • hardware – si tratta di viti e tasselli, su cui è fissata l’intera struttura.

    Gli esperti raccomandano l’uso di faretti da incasso nel sistema di controsoffitti, che completeranno la composizione e creeranno il comfort e l’intimità necessari nella stanza..

    Installazione del soffitto a doghe albes

    Il soffitto del rack presuppone l’installazione su un telaio appositamente installato. I soffitti “Albes” possono essere fissati nelle versioni chiusa e aperta, per questo vengono prodotti due tipi di pannelli. Per un’installazione di tipo aperto, nel kit viene fornita una disposizione speciale, meno larga del binario e che può essere in tinta unita con i pannelli, oppure in contrasto con gli stessi..

    La prima cosa da fare prima di procedere con l’installazione diretta è acquistare materiale in quantità sufficienti, e per questo è necessario eseguire calcoli preliminari.

    Calcolo della quantità di materiale

    • Per cominciare, viene misurato il perimetro dello spazio da decorare. Questo parametro è necessario per impostare la lunghezza richiesta profilo d’angolo, che è fissato alle pareti sotto il soffitto. Puoi ottenere la cifra richiesta misurando la lunghezza e la larghezza della stanza e moltiplicare il risultato per due (se la stanza ha una forma rettangolare o quadrata, se ci sono sporgenze e un design complesso, ogni sezione del muro viene calcolata separatamente ). Vale la pena considerare che l’angolo viene venduto di 3 m di lunghezza, il che significa che la cifra risultante deve essere divisa per 3 e quindi sarà chiaro quanto profilo acquistare per una determinata stanza.

    • La prossima cosa da fare è calcolare la lunghezza pettini e il loro numero. Vale la pena considerare che la guida dovrebbe trovarsi a non più di 30-40 cm dal muro e la distanza tra i correntini non dovrebbe superare i 120-150 cm (è meglio fare una distanza minore, quindi la struttura sarà più rigido).
    • I pettini sono forniti in vendita in dimensioni standard di 3,8 M. Inoltre, non dimenticare che le guide sono installate perpendicolarmente alla posizione delle guide, ovvero se è previsto il posizionamento verticale dei pannelli, le guide sono fissate orizzontalmente e vice versa. Calcoliamo la lunghezza richiesta in metri, in base alle dimensioni della stanza, quindi la cifra risultante viene divisa per 3,8. Così, puoi scoprire quanti pettini comprare. Il calcolo dovrebbe tenere conto anche del numero di connettori ferroviari..

    • Il momento più cruciale è il calcolo della richiesta numero di binari. Qui tutto dipenderà dalla larghezza del pannello selezionato, nonché dal metodo di installazione (chiuso o aperto). Ad esempio, puoi prendere la dimensione più comune di 8,4 cm, installata con un inserto di 1,6 cm, ovvero la larghezza totale sarà di 10 cm.
    • La scelta della lunghezza dei pannelli del soffitto dipenderà dalle dimensioni dello spazio da rifinire, quindi se la larghezza della stanza è di 3 m e la lunghezza è di 5 m, è possibile acquistare doghe lunghe 3 m e montarle trasversalmente la larghezza dello spazio. Cioè, per una stanza con dimensioni di 3×5 m, è necessario acquistare 50 doghe e 49 inserti (5000/100). È sempre necessario un inserto in meno, in quanto non è consigliabile installarli sui bordi.
    • Tale calcolo è corretto se uno dei lati della stanza e la lunghezza del binario corrispondono esattamente, se la stanza non si adatta alle dimensioni standard dei pannelli, allora ci saranno troppi sprechi, Ad esempio, non è razionale per acquistare prodotti di 3 m di lunghezza in una stanza di 2,5×1,9 m (bagno o loggia), è meglio acquistare doghe da 4 m e posarle sul lato più piccolo, tagliandole a metà.
    • Se è necessario collegare i pannelli in lunghezza, acquistare elementi di collegamento speciali. È importante se è possibile evitare un tale aggancio, quindi è meglio farlo, poiché anche le lamelle diritte senza connessioni non necessarie sembrano molto più attraenti.
    • L’ultima cosa da calcolare è l’importo sospensioni. Per i soffitti a doghe, è sufficiente installare le sospensioni a una distanza di 30 -40 cm dalle pareti e 120-150 cm l’una dall’altra. Inoltre, puoi scoprire il numero di tasselli richiesto, poiché ogni sospensione richiede 2 tasselli-chiodi.

    Quando tutti i calcoli sono stati effettuati e i materiali sono stati acquistati nella quantità richiesta, è possibile procedere direttamente all’installazione.

    Fasi di lavoro

    Strumenti e materiali:

    • set di soffitti a doghe “Albes” (pannelli, guide, angoli e sospensioni);
    • trapano, perforatore, cacciavite;
    • matita o pennarello;
    • righello, metro a nastro e livello dell’edificio;
    • pinze, coltelli e forbici per metallo;
    • chiodi-tasselli.

    • Poiché il controsoffitto a doghe in alluminio Albes è una struttura sospesa, la soletta principale del controsoffitto non richiede alcuna lavorazione speciale. Se questo tipo di struttura è installato in una stanza umida, è possibile trattare la superficie sottostante con primer speciali, che contengono sostanze antibatteriche e riparare tutti i difetti e le cuciture sulla superficie..
    • È importante proteggere le comunicazioni, che saranno posizionate sotto il soffitto a stecche, per evitare che cadano accidentalmente sul pannello e danneggino la struttura del soffitto installata..

    • Per cominciare, i segni vengono applicati alle pareti per l’installazione del profilo angolare. Se il fissaggio prevede la perforazione di una piastrella, la marcatura deve essere eseguita in modo tale da non entrare nelle cuciture, altrimenti la piastrella potrebbe rompersi o rompersi. La linea di marcatura dovrebbe essere posizionata lungo l’intero perimetro su un piano, per questo è possibile utilizzare un livello dell’edificio o un livello laser.

    • Se si prevede di posizionare alcuni elementi aggiuntivi tra il controsoffitto e la soletta, questo dovrebbe essere preso in considerazione in fase di marcatura e pre-posizionato in una rientranza dal bordo superiore del muro, se lo spazio rimane vuoto, quindi la dimensione minima dello spazio vuoto può essere di 5 cm.
    • Con l’aiuto di un perforatore, vengono praticati dei fori nel profilo a forma di U, arretrando di 5 cm dal bordo, a una distanza di 50 cm l’uno dall’altro.Quindi, attaccando l’angolo al muro, viene forato il muro stesso questi buchi. L’angolo è fissato con tasselli. Successivamente, puoi andare al markup per guide e ganci..
    • I ganci sono installati a una distanza di 30-40 cm dalle pareti ad intervalli di 1,2-1,5 m utilizzando 2 tasselli. Quando tutti i ganci sono fissati saldamente, è possibile montare un telaio della traversa in cui verranno posizionate le doghe del soffitto. I pettini sono appesi ai ganci nei ganci e sono tenuti saldamente da loro.

    • Ogni pannello è sagomato in modo tale da essere facilmente inserito nelle scanalature del binario di guida e, per così dire, scattare in posizione (fino a quando non scatta). Se l’ultimo binario non si adatta completamente, allora dovrebbe essere tagliato e inserito prima con il lato tagliato nel profilo angolare e solo dopo agganciato al pettine.

    • Nell’ultima fase, il soffitto viene livellato su un piano tirando o allentando all’altezza desiderata delle sospensioni.

    Suggerimenti e trucchi

    • Quando si pianifica l’installazione di pannelli, è necessario fare affidamento sulla direzione della luce dalla finestra, quindi le linee di giunzione dovrebbero essere posizionate nella direzione dalla finestra alla parete opposta.
    • Se la stanza è stretta, la disposizione trasversale delle lamelle aiuterà ad espanderla visivamente..
    • Una stanza quadrata cambierà proporzioni quando i pannelli sono installati in diagonale.
    • Per eseguire rapidamente un taglio per elementi incorporati (lampade, comunicazioni, decorazioni), è possibile utilizzare un trapano con attacco a corona del diametro richiesto.

    Prezzi e assortimento di soffitti a doghe Albes

    Tipo e dimensioni Versione a colori Prezzo per uno
    Lunghezza 3 m Lunghezza 4 m
    Design italiano (segno A), larghezza 84 mm bianco opaco da 180 rubli. da 235 rubli.
    super cromato da 290 rubli. da 385 rubli.
    oro da 350 rubli. da 460 rubli.
    super oro da 480 rubli. da 640 rub.
    Design tedesco

    (designazione AN) larghezza 85 mm

    bianco lucido da 185 rubli. da 245 rubli.
    bianco opaco da 160 rubli. da 215 rubli.
    bianco opaco traforato da 255 rubli. da 340 rubli.
    super cromato da 290 rubli. da 385 rubli.
    cromo da 230 rubli. da 300 rubli.
    cromo forato da 430 rub. da 575 rubli.
    super oro da 480 rubli. da 640 rub.
    oro da 335 rub. da 450 rubli.
    metallico da 180 rubli. da 240 rubli.
    perforato metallico da 270 rubli. da 365 rub.
    Design tedesco

    (designazione AN) larghezza 135 mm

    bianco lucido da 330 rubli. da 435 rub.
    bianco opaco da 250 rubli. da 330 rubli.
    bianco opaco traforato da 375 rubli. da 500 rubli.
    super cromato da 425 rub. da 570 rubli.
    super oro da 690 rubli. da 925 rub.
    metallico da 280 rubli. da 375 rubli.
    Design Omega

    (marcatura AT) larghezza 100 mm

    bianco opaco da 220 rubli. da 290 rubli.
    super cromato da 430 rub. da 575 rubli.
    metallico da 300 rubli. da 405 rubli.
    Design Omega

    (marcatura AT) larghezza 150 mm

    bianco opaco da 290 rubli. da 390 rubli.
    bianco opaco traforato da 320 rubli. da 425 rub.

    L’azienda Albes crea sistemi di controsoffitti a doghe costituiti da pannelli metallici resistenti e durevoli, non temono gli sbalzi di temperatura, sono resistenti alle sollecitazioni meccaniche, sono facili da installare e comodi da usare..

    I controsoffitti a cremagliera si distinguono per una varietà di forme e rivestimenti, grazie ai quali è possibile creare tutti i tipi di progetti di design che possono essere implementati sia in edifici pubblici che in locali residenziali. E puoi sempre essere sicuro che un tale design delizierà i suoi proprietari per molti anni, rimanendo invariato..

    Read more
    Soffitti

    Come scegliere i soffitti a cassetta

    I controsoffitti del tipo a cassetta possono essere tranquillamente attribuiti alla migliore opzione per il design del soffitto. Funzionalità ed aspetto estetico impeccabili, facilità di installazione e sicurezza d’uso, combinati con una varietà di soluzioni di design e colore, consentono ai soffitti a cassetta di adattarsi armoniosamente allo stile architettonico moderno di locali residenziali e uffici, centri commerciali e complessi sportivi.

    Contenuto:

    • Controsoffitti SKY
    • Soffitto a cassetta francese
    • Cassetta da soffitto Armstrong
    • Controsoffitti a cassetta Cesal
    • Soffitto a cassetta Geipel

    6. Fasi di installazione

    Dispositivo da soffitto a cassetta

    Recentemente, si sono diffuse strutture a telaio a cassetta, assemblate da piccoli elementi dello stesso tipo, che si inseriscono in speciali telai di montaggio. Questi elementi sono lastre di lana minerale o lana di vetro pressata con cariche di cellulosa, amido e argilla. L’assenza di amianto e resine fenolo-formaldeide rende i controsoffitti raster (a cassetta) ecologici, sicuri e non combustibili.

    Quindi, il nome dei soffitti a cassetta parla da solo: l’elemento base della struttura del soffitto è la cassetta. Nella sua fabbricazione può essere utilizzato alluminio rivestito con uno strato bimetallico o laminazione di metallo zincato. Le cassette in alluminio sono inoltre sottoposte a lucidatura chimica, che conferisce ai prodotti proprietà speculari. Le cassette realizzate con materiali metallici zincati sono generalmente verniciate a polvere, grazie alle quali il soffitto della cassetta mantiene a lungo la sua originale attrattiva.

    Uno speciale sistema di fissaggio dei controsoffitti a cassetta, basato sull’utilizzo di profili portanti e intermedi, manubri e appendini, consente di installare facilmente il soffitto in un breve periodo di tempo, ed è anche facile smontarlo completamente o parzialmente.

    Gli elementi portanti dei soffitti raster (a cassetta) sono in grado di sopportare un carico elevato, calcolato in base al carico degli elementi del soffitto. È 8-10 kg / m². Il fissaggio dei ganci con profili alla base del soffitto viene effettuato mediante tasselli. Di conseguenza, vengono formati Euro-moduli con parametri 1200×600, 600×600 mm, in cui le cassette vengono successivamente posizionate mediante scanalature longitudinali situate nei pannelli del soffitto o lungo profili a forma di T.

    Vantaggi dei soffitti a cassetta

    Tra le proprietà chiave dei soffitti a cassetta, si possono distinguere, prima di tutto, un’installazione conveniente in termini di esecuzione, una lunga durata, eccellenti caratteristiche igieniche e operative, resistenza all’umidità elevata e resistenza al fuoco, la capacità di combinare con moderni sistemi di illuminazione e apparecchiature per il controllo del microclima..

    1. Facile installazione. I lavori di montaggio e smontaggio richiedono poco tempo, il che significa che, se necessario, puoi sostituire rapidamente qualsiasi elemento strutturale.

    2. Funzionamento a lungo termine. Grazie all’uso di acciaio e alluminio nelle strutture, i produttori hanno raggiunto una lunga durata. Tali sistemi a soffitto non arrugginiscono, mantengono le loro qualità e il colore originali per molti anni..

    3. Igiene. Avendo installato soffitti a cassetta, non è necessario monitorare attentamente la pulizia della stanza, è sufficiente pulirla periodicamente con un panno. La muffa non appare sulle strutture, sono protette in modo affidabile dagli effetti dell’umidità elevata, quindi i soffitti a cassetta sono popolari nelle organizzazioni sanitarie.

    4. Resistenza all’umidità e sicurezza antincendio. Il rivestimento multistrato della superficie metallica protegge in modo affidabile la struttura dall’ossidazione, dagli effetti negativi delle sostanze disciolte nel liquido e dalle alte temperature. Ciò consente di ottenere un’eccellente resistenza all’umidità e al fuoco.

    5. Compatibile con i moderni dispositivi di illuminazione. Oltre a tutti i vantaggi, i soffitti a cassetta si combinano perfettamente con vari tipi di sistemi di illuminazione e sistemi di condizionamento. Quindi, il dispositivo del soffitto a cassetta consente di installare qualsiasi illuminazione di design e la presenza di spazio libero tra la superficie del soffitto e il soffitto consente di installare un sistema di climatizzazione.

    L’unico inconveniente del design della cassetta è l’occultamento di una quantità significativa di spazio nella stanza, quindi è preferibile installarle in stanze con soffitti alti.

    Ambito di applicazione

    L’ambito di utilizzo dei soffitti a cassetta è piuttosto ampio: uffici e negozi con soffitti alti, centri di intrattenimento e istituzioni mediche, ristoranti e complessi sportivi, edifici privati ​​e altri locali pubblici. E tutto questo grazie all’estetica, alla resistenza e alla durata della struttura del soffitto..

    Tipi di soffitti a cassetta

    Le dimensioni standard della soletta per soffitti a cassettoni sono 1200×1200, 1200×600 e 600×100 mm con uno spessore da 15 a 40 mm. Tradizionalmente le lastre sono bianche, e la loro tessitura è molto ampia: liscia, con puntini e intagli, motivi a rilievo e geometrici e superficie ruvida.

    La gamma di pannelli raster decorativi è completata da speciali pannelli rivestiti resistenti all’umidità, antiurto e antimicrobici. Oggi sono sempre più diffusi controsoffitti acustici speciali che riducono i livelli di rumore. Gli esperti attribuiscono tali pannelli a materiali speciali, il che significa che il loro costo è leggermente superiore al costo dei materiali decorativi tradizionali..

    Quindi, a seconda del materiale di fabbricazione, i soffitti a cassetta sono suddivisi in:

    1. Metallico. Le cassette sono realizzate in alluminio o acciaio e hanno trame diverse. La superficie può essere verniciata con vernice o rivestita con rivestimento anodizzato, che consente l’utilizzo di strutture in ambienti con elevata umidità: piscine, ampi atri.

    2. Realizzato in truciolare e fibra di legno. Un’opzione eccellente per un design rigoroso dell’ufficio. Nonostante la complessità dell’installazione e l’apparente “ponderazione” degli interni, si distinguono per un aspetto rispettabile, che conferisce un’atmosfera da camera. Grazie alla ricca selezione di trame e colori, nonché alla possibilità di imitare qualsiasi superficie, i soffitti a cassetta in truciolare e fibra di legno vengono utilizzati attivamente dai designer per creare finiture esclusive dello spazio del soffitto..

    3. Vetro. Il materiale di fabbricazione è vetro o plexiglass trasparente o colorato.

    4. Minerale. Realizzati in fibra minerale, i soffitti a cassetta sono resistenti al fuoco e all’umidità. Ecologico.

    5. Specchio. Si adattano perfettamente al compito di espansione visiva dello spazio, creano l’illusione dell’infinito, si riempiono di luce e aria. Aspetto presentabile e una varietà di soluzioni di design, un alto livello di funzionalità ed eccellenti caratteristiche prestazionali, un eccellente livello di illuminazione e un’installazione conveniente, combinati con la possibilità di applicare motivi decorativi alla superficie, distinguono i soffitti a cassetta a specchio in un gruppo separato di soffitti rivestimenti. Per creare un design esclusivo per lo spazio del soffitto, i designer utilizzano specchi sia chiari che colorati..

    A seconda della trama, i soffitti a cassetta sono:

    1. perforato. I pannelli forati possono migliorare significativamente la ventilazione e le proprietà acustiche, sono perfettamente compatibili con varie apparecchiature di ingegneria, sono facili da montare e smontare, sia completamente che parzialmente. I diametri dei fori variano entro 2 millimetri.

    2. Timbrato. I soffitti a cassetta stampati sono interessanti per il loro motivo decorativo applicato sulla superficie della cassetta.

    3. Liscio. La superficie esterna dei soffitti a cassetta lisci è ricoperta di vernice e uno strato di rivestimento anticorrosione.

    Scegliere un produttore

    Controsoffitti SKY

    I soffitti a cassetta SKY sono una nuova soluzione high-tech per i controsoffitti. I pannelli SKY attirano con la loro ergonomia e prestazioni eccellenti, un’ampia tavolozza di tonalità nobili (bianco, supercromo, oro, alluminio opaco, argento alluminio), resistenza all’umidità e al fuoco, durata e facilità di installazione. Il materiale utilizzato è alluminio da 0,43 mm o acciaio verniciato da 0,5 mm. I pannelli in alluminio possono essere perforati, il diametro del foro non supera i 3 mm, la distanza tra i fori è di 10 mm.

    A causa della varietà di configurazioni dei pannelli per controsoffitti a cassetta Lumsvet, i progettisti sono in grado di ottenere soffitti esclusivi dei seguenti tipi:

    1. SKY T24 – il bordo della piastra del soffitto è presentato sotto forma di gradini. I pannelli con bordo SKY T24 (TEGULAR) vengono utilizzati per il montaggio su un sistema a griglia, la cui larghezza a vista dei listelli è di 24 mm (griglia T24). Grazie a tale bordo, la struttura sospesa si presenta come un “incasso” nel piano del soffitto.

    2. SKY T15 – il bordo della piastra del soffitto è presentato sotto forma di gradini. I pannelli con bordo SKY T15 (TEGULAR) vengono utilizzati per il montaggio su una griglia con larghezza lamelle a vista di 15 mm (griglia T15). Grazie a tale bordo, la struttura sospesa si presenta come un “incasso” nel piano del soffitto.

    3. SKY TY – il bordo ha una forma rettangolare. I pannelli vengono utilizzati per il montaggio su una griglia con larghezza lamelle a vista di 24 mm (griglia T24). La superficie del soffitto montato è liscia.

    Soffitto a cassetta francese

    I controsoffitti a cassetta realizzati con la tecnica del design francese sono incredibilmente popolari sul mercato. Una varietà di soluzioni di design e colori, uno straordinario volo di immaginazione e un magnifico effetto ottico distinguono i soffitti a cassetta francesi in un gruppo separato di materiali di finitura..

    Dotato di un rivestimento a specchio, soffitti a cassetta francese, le cui foto possono essere viste su Internet, espandono visivamente la stanza e la riempiono di luce. L’uso di cassette colorate come linea guida nei corridoi crea un’incredibile illusione ottica: allunga visivamente la stanza. Un colore scelto correttamente crea accenti e divide la stanza in zone. È per questi motivi che i soffitti a cassetta sono lo strumento più popolare e richiesto nella progettazione di qualsiasi spazio architettonico..

    L’installazione di un soffitto francese viene eseguita quasi istantaneamente, mentre uno speciale pungiglione e un sistema di sospensione nascosto garantiscono l’affidabilità della struttura. Sul mercato sono presenti cassette in alluminio da 300 * 300 mm e 600 * 600 mm. Progettato per l’installazione in locali residenziali e uffici.

    Cassetta da soffitto Armstrong

    Il soffitto a cassetta Armstrong è molto popolare ed è installato nei controsoffitti di uffici moderni, locali amministrativi e di vendita al dettaglio..

    Il telaio del soffitto Armstrong, realizzato con profili portanti a forma di T e profili aggiuntivi, è fissato al soffitto di base mediante sospensioni. Direttamente la struttura del soffitto è assemblata da pannelli montati nel telaio dal basso o dall’alto, o rivestiti con cartongesso nella parte inferiore su viti autofilettanti. I profili angolari e a forma di U sono fissati lungo il perimetro della stanza.

    La fibra minerale dura o morbida con aggiunta di cellulosa per aumentare la resistenza viene utilizzata come materiale di fabbricazione. Una varietà di soluzioni di texture e colori, facilità di installazione e durata d’uso, in combinazione con eccellenti caratteristiche prestazionali, determinano l’indubbio successo dei controsoffitti Armstrong..

    I modelli più comuni di pannelli a cassetta sono: pannelli con superficie liscia (soffitto Oasis), superficie perforata o vari motivi decorativi (soffitto Baikal).

    Controsoffitti a cassetta Cesal

    Controsoffitti a cassetta Cesal (Cesal) è una soluzione high-tech nel campo della decorazione del soffitto. La massima qualità e l’aspetto eccellente, un’ampia gamma di colori e la possibilità di scegliere un sistema di sospensione adatto (chiuso, aperto, combinato), funzionamento a lungo termine e possibilità di montaggio e smontaggio multipli, elevata resistenza agli agenti chimici e resistenza all’acqua consentono l’utilizzo dei controsoffitti Cesal in laboratori e centri commerciali, stazioni ferroviarie e palestre, locali residenziali e uffici.

    I pannelli sono realizzati in alluminio di alta qualità con un rivestimento bimetallico composto da due strati: il primo protegge la superficie dall’usura, e il secondo strato ne consente la levigatura.

    Grazie a una vasta selezione di rivestimenti decorativi (spruzzatura a polvere, galvanica, laminazione, verniciatura con coloranti polimerici), è possibile scegliere un materiale di finitura che si adatti idealmente alle condizioni operative esistenti.

    Eseguendo l’installazione dei soffitti a cassetta Cesal, è possibile combinare con successo tutti i tipi di modelli, combinare armoniosamente con altri tipi di design del soffitto e moderne fonti di illuminazione per creare interni unici. Le caratteristiche del design consentono di smontare le piastre localmente. Ciò faciliterà notevolmente la manutenzione dei sistemi climatici..

    Il processo di installazione del soffitto a cassetta Cesal è chiaramente mostrato nel video su youtube.

    Soffitto a cassetta Geipel

    I soffitti a cassetta Geipel occupano giustamente una posizione di leadership nel mercato della costruzione di soffitti. Il controsoffitto a cassetta Geipel è una combinazione intelligente di modularità e funzionalità con eccellenti caratteristiche di resistenza al fuoco e all’umidità. Dotati di pannelli a specchio, i soffitti a cassetta Geipel espandono visivamente lo spazio. Tutti questi aspetti positivi consentono di installarli in uffici e locali residenziali, sale conferenze, istituzioni educative e mediche, nonché in ambienti con un alto livello di umidità..

    I pannelli quadrati sono realizzati in resistente alluminio o acciaio zincato. Verniciate con vernici sintetiche, le cassette sono durevoli e stabili in ambienti umidi e corrosivi. Il materiale durevole e il rivestimento sufficientemente resistente offrono la possibilità di montaggio e smontaggio multipli del soffitto.

    Il mercato moderno offre ai clienti soffitti a cassetta Geipel di due tipi principali:

    • con imbracatura nascosta;
    • con imbracatura aperta.

    Fasi di installazione

    E in conclusione, vorrei prestare attenzione all’installazione di strutture a soffitto a cassetta. Va notato che la tecnologia per l’installazione dei soffitti a cassetta è paragonabile all’installazione di altre strutture sospese. L’installazione di un controsoffitto a cassetta comprende diverse fasi:

    1. Fissaggio della modanatura angolare con adesivo da costruzione. In questa fase è estremamente importante calcolare con precisione l’altezza, tenendo conto dei corpi illuminanti e dei cavi elettrici che saranno nascosti dai pannelli del controsoffitto..

    2. Installazione di sospensioni mediante ancoraggi metallici. I ganci sono fissati all’intersezione con le guide intermedie. Inoltre, le sospensioni sono installate nei punti di attacco dell’attrezzatura.

    3. Fissaggio delle guide principali. Durante l’installazione, il bordo della guida principale deve essere posizionato sulla modanatura della parete. Alle giunzioni delle guide principali, è fissata un’altra sospensione.

    4.Installazione delle guide intermedie. L’angolo tra il binario intermedio e il binario principale deve essere di 90°. Fissare le guide intermedie tra i supporti principali a una distanza pari alla larghezza della cassetta.

    5. Installazione di pannelli a cassetta. Gli esperti raccomandano di iniziare l’installazione dal centro dello spazio del soffitto, eseguendo il taglio necessario dei pannelli lungo le pareti..

    Read more
    Soffitti

    Smantellare un soffitto teso e a cremagliera con le tue mani

    Spesso il soffitto richiede riparazioni o modifiche. Ciò a volte è dovuto al suo danno, ad esempio, allagamento o alla necessità di riparare le comunicazioni nascoste dietro un soffitto teso o rack. La maggior parte delle persone vuole risparmiare almeno smantellando la vecchia struttura e non ordinare una squadra speciale. L’articolo discuterà come smantellare un soffitto teso e a cremagliera con le tue mani.

    Contenuto:

    Tipi di soffitti tesi

    Ma prima di iniziare a smontare da soli il vecchio soffitto, è necessario tenere conto di diversi punti importanti:

    • i professionisti possono rimuovere i soffitti tesi o a stecche in modo tale che i materiali da costruzione non vengano danneggiati e siano riciclabili. Se esegui tu stesso il lavoro, puoi danneggiare non solo loro, ma anche le comunicazioni nascoste dietro la struttura sospesa;

    • per lavoro, avrai bisogno non solo di una certa conoscenza del dispositivo di costruzione, ma anche di strumenti speciali;
    • se è stato concluso un contratto con un’impresa di costruzioni per lo smantellamento del soffitto, in caso di danni durante la rimozione, possono essere presentate richieste di risarcimento.

    Devo dire che esistono diversi tipi di soffitto teso e non in tutti i casi sarà possibile rimuoverlo senza danni. Alcuni, infatti, risultano inadatti alla reinstallazione e alcuni vengono rimossi senza troppe difficoltà, anche senza il coinvolgimento degli installatori, Pertanto, considereremo più in dettaglio i tipi di elementi di fissaggio. In futuro, ciò aiuterà non solo a rimuovere correttamente la tela, ma anche a ripararla e reinstallarla..

    Soffitti tesi in tessuto

    • Sono tessuti sintetici impregnati di composti che ne massimizzano la forza e la resistenza ai danni meccanici..
    • All’interno, tali soffitti sembrano più armoniosi e la loro impregnazione è sicura per l’uomo..
    • A differenza delle tele in PVC, tali soffitti sono permeabili al vapore, cioè il materiale “respira”, la muffa non si forma sotto di essa.
    • La larghezza del materiale consente di realizzare soffitti senza soluzione di continuità con una lunghezza della parete fino a 5 m.
    • I soffitti tesi in tessuto non temono le temperature negative, a differenza dell’analogo in PVC, non è coperto da crepe e non si restringe.
    • Spesso sono autoinstallanti in quanto non richiedono una pistola termica..
    • Tali soffitti sono facili da smontare, ma il costo della struttura è significativamente più costoso rispetto all’installazione di una tela per film.

    Soffitti tesi in PVC

    • Questo è il tipo di rivestimento del soffitto più popolare negli ultimi anni. Al suo basso costo, ha un enorme numero di vantaggi..
    • Senza pregiudizio per se stesso, può resistere a pressioni dell’acqua fino a 100l / m2.
    • La tela è molto sottile e leggera. Ma allo stesso tempo ha un’elevata elasticità, che diminuisce quando viene riscaldata con una pistola termica e, una volta raffreddata, tutte le proprietà vengono ripristinate.
    • Sebbene i rotoli non siano larghi, non più di 2 metri, è facile eseguire su di essi una cucitura poco appariscente, portando la tela alla dimensione desiderata. Lo fanno in anticipo e lo consegnano al cliente in forma finita. È montato su un telaio realizzato con speciali profili in alluminio. Il film viene fissato ad esso e si riscalda, dopo il raffreddamento si allunga, formando una superficie ideale che non necessita di ulteriori manutenzioni.

    Lo smantellamento di un soffitto teso dipenderà dal metodo del suo fissaggio, che a sua volta può essere:

    • utilizzando una baguette, il cosiddetto metodo senza arpione;
    • metodo dell’arpione.

    Se è stato montato un soffitto in tessuto senza cuciture, sono state utilizzate clip di plastica, che sono facili da rimuovere e quindi mettere in posizione. Quando si installano tele in PVC, è possibile utilizzare due metodi: arpione e vetri (lama). In questo caso, gli elementi di fissaggio stessi non possono essere rimossi senza danni e dopo lo smontaggio dovranno essere sostituiti con nuovi..

    Smantellare un soffitto teso con le tue mani

    Smontaggio del soffitto teso in PVC

    Strumenti di cui hai bisogno:

    • per prima cosa, dovresti preparare una spatola. Per questo, è adatta una costruzione regolare, ma prima è necessario arrotondare gli angoli. Per proteggere ulteriormente il web da possibili tagli. Si consiglia di avvolgere l’intero piano metallico della spatola con nastro rinforzato;
    • pinze speciali allungate;
    • scala a pioli;
    • coltello da cancelleria;
    • pistola termica;
    • Grandi mollette aiuteranno a facilitare il lavoro, che può riparare il film al momento del lavoro.

    Fasi di lavoro

    • Tutte le cose inutili vengono rimosse lungo il perimetro della stanza, che possono interferire con la libera circolazione e l’installazione della scala. Tutti gli oggetti in plastica vengono rimossi dalla stanza e le finestre vengono coperte con un panno per proteggere il profilo.
    • Indipendentemente dal fissaggio, lo smontaggio inizia con il riscaldamento della stanza fino a quando l’elasticità del soffitto teso diminuisce.
    • Costruzione dell’arpione. Il lavoro inizia dall’angolo. Se il soffitto ha inserti decorativi, vengono rimossi prima. Quindi iniziano a tirare la tela, agganciando le pinze all’arpione. È molto importante qui non agganciare il film, ma prendere solo gli elementi di fissaggio. Altrimenti, il film si strapperà e dovrai cambiare l’intera tela..
    • Il processo è iniziato, è stato il momento più cruciale. Inoltre, tutto il lavoro può già essere fatto con le tue mani. Questo dovrebbe essere fatto solo con guanti in tessuto in modo che non ci siano impronte digitali sul PVC riscaldato. Pertanto, si spostano dall’angolo al centro del muro. A volte questo è sufficiente per liberare quella parte del soffitto. Dove sono necessari lavori di riparazione.

    • Design a cuneo (vetro). Il lavoro inizia nello stesso modo descritto sopra. Ulteriori lavori possono essere eseguiti manualmente o aiutati con una spatola, con la quale viene ripiegato il profilo del telaio in alluminio. I professionisti lo fanno utilizzando uno speciale cacciavite con un’estremità curva, che può essere rimosso comodamente e rapidamente..
    • Lo smantellamento più semplice sarà se i cunei fossero usati come elementi di fissaggio. Gli inserti vengono rimossi, il profilo viene piegato delicatamente con le mani e la tela e la zeppa vengono immediatamente allentate. Ora, spostandoti dall’angolo al centro del muro, devi rimuovere il film. Il successo dell’evento dipende anche dal fatto che durante l’installazione sia stato lasciato un margine di pellicola di diversi cm. Se ciò non è stato fatto, sarà impossibile ritirarlo..

    Il prezzo medio per lo smantellamento di un soffitto teso è di 300 rubli / m2.

    Video sullo smontaggio di un soffitto teso

    Smontaggio di un soffitto teso in tessuto

    • Il vantaggio principale è che non è necessario utilizzare una costosa pistola termica. Di conseguenza, non è necessario chiudere le finestre e rimuovere gli oggetti in plastica.
    • Se il soffitto in tessuto è stato fissato con cunei o fermavetri, l’intera tecnologia è assolutamente identica allo smontaggio della tela in PVC, ad eccezione di un avvertimento: non dovresti iniziare dall’angolo, ma dal centro del muro.
    • Come nel primo caso, per riutilizzare il soffitto, è necessario che il team di montaggio, durante l’installazione, lasci un margine di alcuni centimetri.

    Importante: quando si installa il design di una baguette con clip, sarà necessario smontare completamente l’intero soffitto.

    Come drenare l’acqua?

    • Accade spesso che i vicini dall’alto abbiano allagato o fatto trapelare il tetto di una casa privata, in questo caso, prima di smantellare, sarà necessario scaricare l’acqua.
    • Prima di tutto, devi spegnere completamente l’elettricità in tutto l’appartamento..
    • Se non è necessario smontare completamente il soffitto per drenare l’acqua, è sufficiente rimuovere una delle lampade e scaricare l’acqua attraverso il foro risultante.

    • È impossibile farlo da soli, devi chiedere alla seconda persona di aiutarti. Mentre uno è in piedi sul pavimento con un contenitore per l’acqua, l’altro, in piedi su una scala a pioli, dirige il film in modo che tutta l’acqua scorra verso il foro. Al termine del lavoro, è necessario lasciare asciugare la tela per alcuni giorni. Di conseguenza, appariranno delle pieghe su di esso, ma con l’ulteriore installazione si raddrizzeranno.
    • Per massimizzare il tempo di asciugatura della tela, si consiglia di rimuovere tutte le lampade e i lampadari, potrebbe anche essere necessario smontare parzialmente l’angolo e ventilare costantemente la stanza.

    Smantellare un soffitto a cremagliera con le tue mani

    Il soffitto del rack consente lo smontaggio con la possibilità di ulteriori operazioni. Ciò è particolarmente importante se è necessario riparare le comunicazioni nascoste dietro di esso o sostituire parzialmente gli elementi del soffitto.

    Inoltre, il soffitto a doghe:

    • ha un prezzo accessibile e un aspetto attraente;
    • sicuro per la salute;
    • ideale per ambienti con elevata umidità e sbalzi termici;
    • con il suo aiuto è facile allineare anche il soffitto più curvo;
    • lunga durata.

    Se è arrivato il momento in cui il soffitto del rack richiede lo smontaggio o la riparazione, dovrai smontare l’intera struttura.

    Non sono necessari strumenti speciali per il lavoro, è sufficiente preparare:

    • Cacciavite;
    • Cacciavite;
    • scalpello o coltello robusto;
    • guanti per proteggere le mani da tagli accidentali.

    Fasi di lavoro

    • Prima di tutto, spengono l’elettricità in tutta la stanza e rimuovono le lampade dal soffitto. Se ci sono lampade a incandescenza, prima è necessario svitare la lampada stessa, quindi rimuovere la lampada e scollegare la cartuccia dal filo. I faretti con lampade alogene vengono smontati secondo un principio diverso. Innanzitutto, l’anello viene rimosso, la lampada viene scollegata dal filo e l’intero corpo della lampada viene estratto.

    • Il secondo passo è rimuovere il battiscopa. A differenza del soffitto stesso, dovranno essere sacrificati, poiché è improbabile che sia possibile rimuoverlo ordinatamente. Con un coltello forte lo fanno leva per il bordo e lo strappano dalla superficie.
    • È più conveniente smontare le lamelle per iniziare da quella estrema. Sono fissati l’uno all’altro grazie a serrature speciali senza elementi di fissaggio aggiuntivi. Pertanto, il modo più semplice è rimuoverli con un cacciavite. Ma questo deve essere fatto con attenzione per non danneggiare il pannello..
    • I pneumatici del longherone a cui erano fissati i pannelli vengono immediatamente smontati. Basta aprire il morsetto e staccarlo dalla struttura di sospensione.
    • Ma per rimuovere i profili angolari, avrai bisogno di un cacciavite. Se i tasselli si adattano così strettamente che non c’è modo di svitarli, dovrai forarli con un trapano.

    Consiglio: tutto questo viene fatto solo se il soffitto deve essere rimosso completamente. Per la sostituzione parziale delle rotaie o la riparazione delle comunicazioni, è sufficiente sganciare il numero richiesto di pannelli senza smontare l’intero sistema di sospensione.

    • Per non increspare gli elementi del soffitto a doghe, quando li si rimuove, vengono disposti ordinatamente in posizione orizzontale..

    Cosa cercare per non smontare completamente il soffitto invano

    • La maggiore difficoltà sarà causata dalla riparazione del cablaggio, poiché la posizione esatta del cavo è difficile da ricordare. Se hai bisogno di pulire o riparare il sistema di scarico, qui tutto è molto più chiaro, la sua posizione è ovvia.
    • Poiché il soffitto a doghe è montato su un sistema di sospensione, si forma uno spazio vuoto in cui possono vivere i roditori. Spesso creano un rumore piuttosto sgradevole con la spazzatura, che trascinano nel loro “deposito”. Per evitare ciò, è necessario scollegare diversi pannelli più vicini al centro del soffitto in modo da poter valutare visivamente la fonte del rumore e rimuoverlo..
    • In questo caso, lo smantellamento non verrà effettuato dal bordo del muro, come descritto sopra, ma in un luogo arbitrario. Per non danneggiare i pannelli, è necessario preparare un bastone o un binario di legno affilato per il lavoro. Prende un inserto decorativo (se ce n’è uno) e lo rimuove. Quindi, stringendo leggermente la barra della cremagliera con le dita, viene tirata verso il basso fino a quando non si stacca.

    Video smontaggio del soffitto a doghe

    • Per evitare lo smontaggio non necessario del soffitto del rack, durante l’installazione si consiglia di avviare un notebook in cui verrà disegnata schematicamente la posizione del cablaggio e altre comunicazioni. Il problema più comune a causa del quale bisogna smontare il soffitto è la mancanza di alimentazione agli infissi. Di norma, la rottura si verifica nel punto in cui vengono attorcigliati fili inutilmente lunghi..

    • Se si prevede di reinstallare i binari, il lavoro deve essere eseguito con molta attenzione, poiché i pannelli sono facili da accartocciare, dopodiché dovranno essere espulsi. Ma nella maggior parte dei casi, il soffitto viene smontato per sostituirlo con uno nuovo. Quindi puoi accelerare notevolmente il processo utilizzando strumenti metallici più convenienti..
    • A volte è necessario sostituire solo un paio di pannelli. Questo è facile da fare quando il soffitto è bianco. Ma con le lamelle colorate, tutto è molto più complicato. Se non sono rimaste lamelle di ricambio dopo l’installazione, è quasi impossibile trovare un colore del genere. Anche per lo stesso produttore, lotti diversi possono differire nel tono. Ci sono due vie d’uscita qui: una sostituzione completa dell’intero soffitto o l’acquisto di un colore diverso e l’alternanza delle lamelle attraverso uno. Il secondo metodo può dimezzare i costi..
    • Lo smantellamento del soffitto a doghe può essere eseguito da solo, ma solo con una larghezza della stanza fino a 3 m.Ma le lamelle più lunghe possono piegarsi e incresparsi, quindi, con una stanza più grande, è necessario chiamare un assistente.
    • Non sarà difficile rimuovere il profilo a forma di U se è avvitato con viti autofilettanti. Ma quando lo attacchi con le unghie, dovrai armeggiare per non piegare la barra e non danneggiare il suo rivestimento. Una delle opzioni è forare il cappuccio e, dopo averlo rimosso, rimuovere il profilo ed estrarre il chiodo rimanente con una pinza..

    Pertanto, dopo aver eseguito il lavoro da soli, è possibile risparmiare bene sui costi di smantellamento del soffitto teso e del rack.

    Read more
    Soffitti

    Tipi di rivestimenti per soffitti

    Molti design, stili e tendenze negli interni dettano le proprie regole. Lo stile scandinavo moderato è più adatto a un semplice soffitto teso semplice, nella versione classica non puoi fare a meno delle forme fantasiose dei soffitti in cartongesso multilivello. Il mercato delle costruzioni non è in ritardo e offre sempre più nuove soluzioni per la finitura dei soffitti. Nell’articolo considereremo i tipi di rivestimenti per soffitti.

    Contenuto:

    Rivestimento del soffitto Armstrong

    Armstrong rappresenta una buona soluzione per la finitura dei soffitti in luoghi pubblici: negozi, scuole, uffici o ospedali. È un controsoffitto sospeso a cassetta. Armstrong è solo un’azienda manifatturiera, ma essendo apparsa sul mercato delle costruzioni come una delle prime, nel tempo è diventata un nome familiare per tutte queste strutture..

    • Il rivestimento del soffitto Armstrong è realizzato sotto forma di un reticolo con celle della stessa dimensione da un profilo in alluminio a forma di T. Lungo il perimetro al muro, è fissato a binari di supporto montati su tasselli. Per l’area del soffitto, la struttura è supportata da sospensioni.
    • Le grandi istituzioni scelgono questo sistema di controsoffitti perché è il più economico, ha un bell’aspetto e svolge molte funzioni. Ma il prezzo dipende fortemente dal produttore, quindi un analogo cinese economico può essere acquistato da 200 rubli / m2, ma per l’armstrong originale dovrai pagare più di 1000 rubli / m2.

    A questo prezzo è necessario aggiungere anche il costo di installazione, che consiste in una serie di parametri:

    • installazione del telaio;
    • posa di isolamento termico;
    • dispositivo di uno strato di barriera al vapore;
    • cavi elettrici e lampade;
    • fissaggio dei pannelli del controsoffitto al telaio.

    Vantaggi e svantaggi del sistema di controsoffitti armstrong

    Dignità

    • Installazione semplice e veloce dell’intero soffitto, che non richiede la pulizia della stanza e l’estrazione dei mobili. Non ci sono praticamente detriti durante il lavoro.
    • Bello e confortevole, sembrerà armonioso in un design moderno e nasconderà il soffitto grezzo con tutte le comunicazioni.

    • Non richiede attenzione a se stesso durante il funzionamento. E se è necessaria una riparazione, può essere smontato rapidamente senza danni e sarà adatto per la reinstallazione.
    • Il design è molto leggero e resistente, consente di aumentare il rumore e l’isolamento termico del soffitto.

    A svantaggi dovrebbe essere attribuito:

    • la sua bassa resistenza ai danni meccanici. È facile danneggiarlo se vomiti qualcosa;
    • se allagate dall’alto, le piastre diventano inutilizzabili e devono essere sostituite.

    Soffitto in cartongesso

    • Oggi è il rivestimento del soffitto più popolare. Nella maggior parte dei casi, utilizzo il cartongesso per la finitura dei soffitti in appartamenti e case private. È ecologico, permeabile al vapore e consente di creare non solo superfici perfettamente piatte, ma anche forme bizzarre dettate dal moderno design degli interni.
    • Questo modo di organizzare il soffitto è così popolare che ci sono molti articoli e video su Internet su come farlo da soli.

    Soffitto in cartongesso foto

    Vantaggi e svantaggi

    • I lavori di installazione possono essere eseguiti in modo indipendente. Ciò richiederà due persone fisicamente forti, poiché anche un cartongesso del soffitto più sottile pesa molto. Ma l’assenza della necessità di pagare per il lavoro degli installatori farà risparmiare in modo significativo il budget familiare..
    • Molti avversari dei moderni soffitti tesi, i loro film in PVC, scelgono il muro a secco per la sua compatibilità ambientale e le proprietà permeabili al vapore, senza creare un effetto “thermos”. Il muro a secco stesso è costituito da una massa di gesso dura ma fragile, incollata su entrambi i lati con cartone. Pertanto, da solo, funge già da ulteriore protezione insonorizzante..
    • Il cartongesso, a seconda della classe, ha diverse impregnazioni, che lo rendono resistente all’umidità o al fuoco. Questa caratteristica lo rende più ampiamente applicabile..
    • È ideale in interni, con grandi dislivelli del soffitto che non possono essere intonacati.
    • Il soffitto finito può essere incollato con carta da parati, decorato con intonaco decorativo o dipinto in qualsiasi colore, o persino dipingere un quadro.

    • È facile nascondere il cablaggio e i tubi di ventilazione dietro il telaio. E lo spazio sotto il soffitto e la capacità di creare scatole e piegare il cartongesso in ogni modo possibile consentiranno di creare un’illuminazione complessa e multifunzionale.

    Ora sugli svantaggi

    • Il fissaggio del muro a secco al soffitto è piuttosto difficile, poiché ha molto peso, che deve essere tenuto fino a quando tutte le viti non vengono avvitate.
    • Saranno necessari ulteriori intonaci e incollaggi con nastro di rinforzo di tutti i giunti e intonaco di finitura dell’intera area del soffitto, il che è anche abbastanza difficile da eseguire sul soffitto senza un’adeguata esperienza. Tutto questo richiederà molto tempo e lascerà un sacco di spazzatura alle spalle..
    • Se le tecnologie per intonacare il soffitto dal cartongesso non vengono seguite, nel tempo, la probabilità di crepe su di essa è elevata.

    Soffitto in gesso

    Fino a poco tempo, questo era il tipo più popolare di rivestimento del soffitto. E anche oggi, molti soffitti negli appartamenti di città sono decorati in questo modo..

    Vantaggi e svantaggi dell’intonacatura del soffitto

    • Nonostante tutta la pubblicità dell’economicità dei soffitti moderni, l’intonaco è il modo più economico. Qui è sufficiente acquistare solo un primer e una miscela, senza spendere soldi per cornici e altri materiali..
    • Gli intonaci di cemento e gesso sono assolutamente innocui.
    • Per le stanze con soffitti bassi, questo è l’ideale, poiché non toglierà centimetri in più dall’altezza delle pareti. Di norma, il suo strato non supera i 2 cm.

    svantaggi

    • L’intonacatura del soffitto sarà poco costosa solo se fai il lavoro da solo. Quando si assume un pittore, il costo sarà paragonabile o addirittura superiore alle strutture sospese. E molto più costoso del soffitto in PVC teso.
    • L’uso dell’intonaco è possibile solo su superfici le cui differenze di altezza non sono superiori a 3-5 cm, altrimenti, nel tempo, l’intonaco potrebbe iniziare a cadere sotto il suo stesso peso. E questa è già una minaccia diretta per la salute e persino per la vita umana..
    • Lavorare con esso richiederà esperienza. E se anche un principiante può far fronte alle pareti con l’aiuto dei fari, solo un professionista può livellare il soffitto.

    • Di norma, dopo l’intonacatura, il soffitto viene preparato per un’ulteriore verniciatura o imbiancatura, in entrambi i casi saranno evidenti tutte le irregolarità consentite durante il lavoro.

    Rivestimento del soffitto sospeso (rack)

    • La popolarità dei controsoffitti a doghe sospese risiede nelle loro eccellenti prestazioni e caratteristiche tecniche. Sono richiesti per la finitura dei soffitti negli appartamenti e nelle aree pubbliche. Inoltre, sono adatti per l’uso non solo all’interno, ma anche all’esterno..
    • Le stecche stesse sono realizzate in metallo sottile, ma hanno rivestimenti e colori diversi, grazie ai quali possono essere utilizzate per creare soffitti eleganti e belli, sia nei soggiorni che nei bagni o in veranda.

    Vantaggi e svantaggi

    • Versatilità. Come già accennato in precedenza, per le loro caratteristiche, i controsoffitti a cremagliera possono essere installati in negozi, appartamenti, magazzini o case di campagna, dove in inverno non c’è riscaldamento. Anche le dimensioni della stanza non contano, il telaio può essere montato assolutamente per qualsiasi area.

    • Il sistema di installazione è così perfetto che tutte le piccole cose sono fornite. Il lavoro sulla sua installazione non richiederà molto tempo anche per una persona che ha incontrato per la prima volta un tale compito. E alla fine, la stanza sarà pulita. E, cosa importante, non sono necessari strumenti speciali, bastano un metro a nastro, un cacciavite, una livella e un coltello clericale..
    • Lunga durata. Ciò è dovuto al fatto che le lamelle in metallo e ricoperte da un composto protettivo non si rompono in caso di impatto e non si deteriorano a causa dell’eventuale umidità.
    • Anche il telaio stesso è realizzato con un profilo metallico, il che significa che l’intero sistema è ignifugo e non infiammabile.
    • Facile da curare, ecologico e anallergico. Se necessario, può essere disinfettato e lavato con detergenti per la casa. Non è suscettibile alla formazione di muffe, cosa molto importante in ambienti umidi. Questo è il soffitto della cucina consigliato.
    • Grazie al sistema di montaggio del telaio, dal soffitto del rack vengono create strutture multi-livello, in cui è nascosto tutto il cablaggio.

    svantaggi

    • L’altezza del soffitto verrà abbassata di almeno 10 cm.
    • La particolarità dell’installazione di un soffitto a doghe implica il fissaggio sequenziale di tutte le strisce. Pertanto, durante le riparazioni, dovrai smontare completamente l’intero rivestimento del soffitto, a partire dalla parete su cui è fissata la striscia di finitura..
    • Prezzo. A causa del suo utilizzo nella fabbricazione dei metalli, il prezzo di un controsoffitto a doghe è più costoso dei rivestimenti in plastica. Ma considerando tutti i suoi vantaggi e le sue caratteristiche, è oggettivo.

    Rivestimento del soffitto in polistirolo

    • Questa è forse l’opzione più economica di tutte quelle esistenti. Questa sottile piastrella in polistirene espanso è apparsa sul mercato delle costruzioni relativamente di recente. È praticamente senza peso e ha una trama che consente di nascondere piccole irregolarità nel soffitto..
    • Nel corso degli anni, la varietà di pannelli per controsoffitti in polistirolo è cresciuta per stare al passo con le preferenze più esigenti dei clienti. Non solo i modelli a colori iniziarono ad apparire in vendita, ma anche con una superficie lucida..

    Vantaggi e svantaggi di un rivestimento del soffitto in schiuma

    • Il prezzo, ovviamente, è il suo principale vantaggio. È lei che gioca un ruolo chiave quando il consumatore vuole fare da solo riparazioni economiche in breve tempo..
    • Ha un peso contenuto e dimensioni contenute, che ne consentono il trasporto anche a mano. E questo è conveniente se non vuoi pagare il trasporto per la consegna..
    • Si incolla facilmente al soffitto, si tiene saldamente e, se necessario, non sarà difficile smontarlo rapidamente o sostituire una piastrella separata.
    • Può aderire a diverse superfici e non influisce sull’altezza del soffitto.
    • A svantaggi si riferisce al fatto che la piastrella può sporcarsi, la polvere si deposita sulla sua superficie. Inoltre, non è adatto per l’uso in ambienti umidi o con temperature estreme, poiché può deformarsi e staccarsi. Non nasconderà il cablaggio, ma durante la combustione emette sostanze tossiche tossiche che influiscono fortemente sulla salute umana o portano al soffocamento. Pertanto, è vietato l’uso in luoghi pubblici..

    Varietà di pannelli del controsoffitto

    • premuto. In vendita, è solo bianco, ma adatto per l’autocolorazione. Realizzato premendo grezzi in schiuma a uno spessore di 6 mm, il prezzo di questo rivestimento del soffitto è di 20-30 rubli / m2.
    • Iniezione. Un’opzione più duratura, poiché è soggetta a lavorazione ad alta temperatura durante la produzione. È più comodo lavorarci, poiché i piatti sono più facili da tagliare e non si sbriciolano. La piastrella stessa ha una forma chiara con un motivo più in rilievo rispetto a quello pressato. Lo spessore del prodotto è di circa 10-15 mm e il prezzo è di 50 – 100 rubli / m2.

    • estruso. Il più affidabile e il più resistente di tutti i tipi, nonostante il suo spessore non superi i 3 mm. Durante la produzione, la striscia di polistirolo viene immediatamente ricoperta di vernice o di una speciale pellicola colorata, dopodiché viene pressata. Esistono molte varianti di design, dalla pittura monocromatica all’imitazione del legno, della pietra o di qualsiasi altro materiale di finitura. Esternamente, è molto facile distinguerlo dalle sue controparti – da una superficie liscia e lucida. Con tutti questi vantaggi, il suo prezzo è di soli 30-50 rubli / m2.
    • Pannelli per controsoffitto laminati. A differenza del solito, ha uno strato laminato protettivo sul lato anteriore. Questo lo protegge dallo sbiadimento e aumenta anche la resistenza all’umidità e agli urti. Per la pulizia, puoi usare un detersivo per piatti senza particelle abrasive che possono graffiarlo..
    • Pannelli per controsoffitti senza soluzione di continuità. I suoi bordi non hanno rilievi o bordi. Pertanto, quando incollati, formano l’aspetto di una singola tela con motivi..
    • Piastrelle per controsoffitti a specchio. A differenza dei modelli precedenti, non è realizzato in schiuma, ma in plastica. Sul lato anteriore viene applicato uno strato a specchio molto sottile, che non influisce in alcun modo sul peso del prodotto. Viene prodotto sotto forma di quadrati o rettangoli. È particolarmente utile nelle stanze piccole, consentendo di aumentare visivamente leggermente lo spazio e renderlo più luminoso..

    Scegliere il pannello del controsoffitto giusto

    • Quando l’unico principio è il prezzo basso, allora la scelta dovrebbe essere interrotta su piastrelle pressate. Se lo si desidera, può essere verniciato con vernice a base d’acqua. Rivestimento del soffitto in schiuma estrusa adatto solo per ambienti.
    • Per creare un’unica superficie del soffitto senza soluzione di continuità, è adatta una piastrella in schiuma infettiva. Grazie ai bordi perfettamente lisci, le sue giunture sono quasi invisibili e il disegno profondo in rilievo aiuterà a collegare ulteriormente l’intera immagine. È anche verniciabile. Ma per un tale tetto dovrai pagare tre volte di più..
    • Le piastrelle estruse saranno un’ottima soluzione come rivestimento del soffitto di un bagno, un bagno o una cucina. Oltre ad essere buono per la resistenza all’umidità, è facile da pulire.

    Soffitto teso

    Questi moderni rivestimenti per soffitti si dividono in due tipologie principali: tessuto e film in PVC..

    • Se scegli tra queste due opzioni, il soffitto del film sarà più economico. Ma se confrontato con altri tipi di rivestimenti per soffitti, il suo costo sarà più alto..
    • Il soffitto in PVC ha una larghezza del rotolo di soli 3,5 metri, ma questo non è un ostacolo all’utilizzo in ambienti di grandi dimensioni. Se necessario, le tele sono collegate con una cucitura saldata, che è invisibile e resistente. I test effettuati hanno dimostrato che il luogo della cucitura in termini di resistenza non è in alcun modo inferiore a un foglio pieno..

    • Al contrario, il soffitto teso in tessuto non ha cuciture, quindi è anche chiamato senza cuciture. Tuttavia, il suo utilizzo è limitato dalla larghezza del rotolo, che è di 5 m. Ma, di regola, questa dimensione è sufficiente per i tipici appartamenti di città..
    • C’è un equivoco sul fatto che un soffitto in tessuto sia più rispettoso dell’ambiente e fatto di materia naturale. Infatti è realizzato con materie prime in poliestere con impregnazione poliuretanica..
    • Per qualsiasi tipo di soffitto teso, le baguette sono montate attorno al perimetro a una distanza di 3-4 cm dal soffitto grezzo. Ma oggi sono apparsi in vendita profili speciali che ti consentono di rientrare dal muro di soli 1-1,5 cm..
    • Quando si installa un rivestimento del soffitto in tessuto, non è richiesta alcuna attrezzatura speciale, mentre quando si allunga il film in PVC è necessaria una pistola termica, che riscalderà la sua superficie a 70-80 ° C. Si consiglia spesso di chiudere le finestre e rimuovere gli utensili di plastica, ma ciò non è necessario. La pistola è in grado di riscaldare intenzionalmente solo la tela stessa e l’alta temperatura si sentirà a pochi centimetri dalla sua superficie. L’unico consiglio dato dai professionisti è quello di rimuovere temporaneamente le piante d’appartamento che possono appassire..

    Vantaggi e svantaggi

    • Indipendentemente dal tipo, viene considerato il loro principale vantaggio idealmente superficie liscia del soffitto, che è molto difficile da ottenere durante l’intonacatura. Ciò è particolarmente evidente quando si utilizza materiale lucido..
    • Aspetto estetico. I soffitti svolgono un ruolo importante nell’interior design moderno. Il soffitto teso ti consente di incarnare tutte le idee: strutture a più livelli con curve. Sistemi di illuminazione complessi, che coinvolgono un gran numero di fili, si nascondono facilmente nello spazio tra il soffitto. Inoltre, gli stessi film in PVC sono dotati di stampe decorative sotto forma di pelle, marmo o legno. Secondo questo parametro, il soffitto in tessuto perde molto, poiché non ha più di 10 combinazioni di colori e sembra una superficie intonacata..

    • Installazione veloce. Un team di professionisti non avrà bisogno di più di 3 ore per realizzare un soffitto in una stanza.
    • Funzionamento a lungo termine. Di norma, i produttori fissano un periodo di garanzia entro 10 anni, ma in realtà il soffitto teso durerà 50 anni senza riparazioni e manutenzione..
    • Resistenza all’acqua. Questo può essere apprezzato dai residenti di condomini e piani superiori. Di solito, quando si allaga dall’alto, è necessario effettuare riparazioni, poiché non solo il soffitto soffre, ma anche le pareti e talvolta i pavimenti. Se è installato un soffitto teso, è in grado di sopportare un enorme peso d’acqua, non permettendogli di entrare nella stanza. In questo caso, il soffitto in PVC viene allungato alla dimensione desiderata, sarà sufficiente scaricare l’acqua e allungare nuovamente la tela. Ma l’analogo in tessuto dovrà essere buttato via.
    • Qualità di isolamento termico e acustico. Ciò diventa possibile grazie alla formazione di un’intercapedine tra il controsoffitto e il tratto.
    • Incapacità di formare condensa. Il tessuto teso è così sottile che anche in una stanza umida ha una temperatura simile a quella ambientale.

    svantaggi

    • Prezzo. Può differire in modo significativo a causa del produttore e della qualità del materiale, ma nella categoria di prezzo medio economico, un metro quadrato costerà 500-1000 rubli. È impossibile installarlo da soli, quindi non ci saranno risparmi.
    • Danni dovuti all’alta temperatura. Pertanto, i produttori forniscono raccomandazioni rigorose sulla potenza delle lampade che possono essere utilizzate su un soffitto teso. Quindi, per le lampade alogene, questa cifra è di 30 W e per le lampade a incandescenza non più di 60 W. Se vuoi installare un’illuminazione più potente, le lampade stesse dovrebbero essere ad almeno 15-20 cm di distanza dalla tela.
    • Paura delle temperature estreme. Pertanto, è vietata l’installazione in locali non residenziali o non riscaldati. Qui dobbiamo aggiungere che oltre alle temperature negative, il soffitto in PVC reagisce male a un forte scatto a freddo a soli 5 gradi. E quando la temperatura nella stanza aumenta, può allungarsi e abbassarsi, quindi l’area sul perimetro di una baguette non deve superare i 20 m2.
    • Risposta alla caduta di pressione. Questo effetto è comunemente chiamato “collasso”. Si verifica spesso quando si aprono finestre o porte. Ciò è causato dalla differenza risultante tra lo spazio del soffitto e la stanza principale..
    • Impossibilità di pulizia. Di norma, i soffitti tesi non richiedono pulizia e la polvere non si deposita su di essi. Ma se per qualche motivo appare una macchia sporca, sarà quasi impossibile pulirla..
    • Alto rischio di taglio. Il soffitto teso ha un’elevata resistenza alla trazione ed è in grado di sopportare il peso di un uomo adulto. Ma in uno stato teso, anche un leggero tocco di un oggetto appuntito causerà una rottura. Non è più possibile aggiustarlo.

    Carta da parati del soffitto

    In generale, nel mercato delle costruzioni, si possono distinguere due tipi di carta da parati per soffitti..

    • Carta da parati in rilievo. Questi sono sfondi russi per il soffitto, venduti nei soliti rotoli larghi circa 50 cm, sono solo bianchi e non sono adatti per la pittura. Ma la scelta delle trame è molto ampia. A sua volta, non solo decora la superficie del soffitto, ma consente anche di nascondere i suoi piccoli difetti. Quando si utilizza un tale soffitto, non rimangono detriti, ma il primo giorno la stanza deve essere protetta dalle correnti d’aria in modo che la carta da parati non si stacchi.
    • Le controparti straniere sono più spesso chiamate carta da parati per dipingere. Sono disponibili in vari spessori e densità. Il loro principale vantaggio è la capacità di dipingere in qualsiasi colore. Se si tratta di vernice impermeabile, anche il soffitto può essere lavato. La qualità di questi prodotti permette loro di essere riverniciati fino a 10 volte senza deteriorare la texture..

    Suggerimento: se prima si adesca il soffitto e si utilizza una colla per carta da parati adatta, se è necessario smontarli, sarà facile rimuoverli semplicemente inumidendoli con acqua e tirando sul bordo.

    Read more
    Soffitti

    Carta da parati per soffitto: un modo per creare un interno originale

    La finitura decorativa del soffitto è una fase importante nei lavori di ristrutturazione e decorazione d’interni. I moderni materiali di finitura ampliano le possibilità di design: il soffitto può essere un punto d’accento luminoso o una continuazione logica dello stile generale della stanza.

    La carta da parati per soffitti è la migliore opzione di finitura per coloro che apprezzano il tempo, le soluzioni non standard e vogliono aggiornare gli interni senza spendere molti soldi.

    Caratteristiche della finitura del soffitto con carta da parati

    Tra l’ampia varietà di rivestimenti per soffitti, la carta da parati per soffitti continua a occupare una posizione di primo piano nella disposizione dei locali residenziali. Il modo moderno di rifinire offre possibilità illimitate per l’incarnazione di qualsiasi idea di design.

    Va notato che con l’avvento dei più recenti tipi di controsoffitti e controsoffitti sul mercato delle costruzioni, la popolarità della decorazione della carta da parati è leggermente diminuita. Ma, per le riparazioni cosmetiche o la trasformazione di alloggi a basso budget, questa è un’ottima opzione..

    Vantaggi dell’utilizzo della carta da parati del soffitto:

    • semplice tecnologia di finitura;
    • la carta da parati densa a due strati su una base in tessuto non tessuto, carta o vinile maschera facilmente piccoli difetti nella superficie del soffitto;
    • la capacità di cambiare ripetutamente il colore del soffitto;
    • basso costo.

    Importante! La carta da parati nasconde sottili irregolarità nel soffitto. La carta da parati con motivi asimmetrici variegati o contrastanti farà meglio a questo compito..

    Svantaggi della tappezzeria del soffitto:

    • questo metodo di finitura non è adatto per decorare ambienti umidi: dopo un paio d’anni, la carta da parati inizierà ad allontanarsi dal soffitto;
    • breve durata – fino a 10 anni (massimo 15 anni);
    • in caso di allagamento dall’alto sarà necessario rifare il rivestimento del soffitto.

    Carta da parati del soffitto: foto all’interno

    Scelta della carta da parati del soffitto

    A seconda del materiale di base, esistono diversi tipi principali di carta da parati utilizzati per incollare il soffitto. Proviamo a capire quale carta da parati è più adatta per la decorazione del “soffitto”.

    Carta da parati

    Lo sfondo più economico e più comune è la carta. Sono fatti di carta con una densità di 95-160 e / mq. Un vantaggio significativo di questo materiale è la compatibilità ambientale. Il rivestimento in carta lascia respirare i soffitti.

    Quando si sceglie la carta da parati in carta, è importante considerare che possono essere utilizzati solo in ambienti con elevata umidità. Inoltre, questa carta da parati non può essere lavata..

    Tutti gli sfondi di carta per soffitti sono convenzionalmente divisi in tre gruppi:

    Carta da parati a base di tessuto

    La base della carta da parati tessile è la carta. Sullo strato esterno vengono applicati fili in fibre sintetiche o naturali. Tali sfondi forniscono non solo un piacere estetico, ma forniscono anche un ulteriore isolamento acustico e riducono la perdita di calore. La superficie tessile è trattata con un composto protettivo che previene lo sporco.

    Varietà di carta da parati in tessuto:

    Carta da parati a soffitto flesiline

    La carta da parati non tessuta viene spesso utilizzata per incollare il soffitto. Ciò è dovuto alle buone caratteristiche prestazionali:

    • la base densa del rivestimento consente di nascondere piccoli difetti rimasti dopo il livellamento;
    • protezione contro le crepe: spesso la carta da parati in flesilin viene incollata sul muro a secco, il che impedisce la formazione di crepe nelle giunture del cartongesso;
    • adatto per la colorazione: la carta da parati in flesilin è resistente all’umidità;
    • possibilità di pulizia a umido.

    Importante! La carta da parati Flesiline può essere utilizzata all’interno della cucina e del corridoio, poiché sporco e grasso possono essere facilmente rimossi con una spugna bagnata.

    Carta da parati in vinile per soffitto

    La carta da parati in vinile differisce dalla carta da parati in flesilin nella struttura. Questo materiale è costituito da due strati: il primo è carta o flesilina, il secondo è cloruro di polivinile..

    Le qualità della carta da parati in vinile sono le stesse della carta da parati in tessuto non tessuto. Tuttavia, il vinile consente di espandere le soluzioni di trama e colore. Tutte le carte da parati a base vinilica possono essere lavate, il livello di impermeabilità dipende dallo spessore dello strato di PVC.

    Sottotipi di carta da parati in vinile:

    Carta da parati liquida del soffitto

    Il rivestimento liquido è un materiale di finitura moderno unico che è fondamentalmente diverso dalla carta da parati tradizionale ed è privo dei loro difetti. Queste carte da parati sono adatte per l’uso in tutte le stanze, compreso il bagno..

    A seconda del tipo di riempitivo, la carta da parati liquida si divide in seta, cellulosa o seta-cellulosa.

    Le carte da parati in seta sono resistenti alla luce solare, non perdono a lungo le loro qualità decorative originali. Lo svantaggio della “seta liquida” è il suo costo elevato. Il nastro di cellulosa è meno resistente, ma conveniente. L’opzione migliore è la carta da parati in seta e cellulosa, che contiene una miscela di fibre.

    Importante! Se, dopo aver applicato la carta da parati al soffitto, non sono ricoperti da un’impregnazione protettiva, non è possibile eseguire la pulizia a umido. È consentito solo il lavaggio a secco con un aspirapolvere. La lavorazione con vernice incolore consente di utilizzare carta da parati liquida in ambienti umidi e pulirli con uno straccio bagnato.

    Carta da parati 3D del soffitto

    Le moderne tecnologie offrono ai designer possibilità quasi illimitate per l’interior design. Lo sfondo 3D ha guadagnato un’immensa popolarità.

    I principali vantaggi della carta da parati tridimensionale:

    • trasmissione di immagini realistica;
    • sfondi 3D di alta qualità espandono visivamente il volume della stanza: questo effetto viene spesso utilizzato dai designer per decorare appartamenti e uffici di piccole dimensioni;
    • utilizzando carta da parati 3D fluorescente, sarà possibile creare un soffitto insolito con un bagliore: durante il giorno il disegno non differisce dall’immagine standard e di notte una luce leggera e delicata emana dal soffitto;
    • buona resistenza ai raggi UV grazie alla base della carta da parati – poliestere;
    • la carta da parati respinge lo sporco ed è facile da pulire con una spugna umida;
    • i rotoli sono convenienti da attaccare, poiché hanno una grande larghezza.

    Gli svantaggi degli sfondi 3D includono:

    • in uno spazio ristretto e molto piccolo, non si forma l’effetto 3D desiderato, quindi è meglio non usare tale carta da parati in dispensa, bagno e toilette;
    • dovresti scegliere con attenzione un disegno, poiché i disegni tridimensionali creano l’effetto della presenza – gli psicologi dicono che è meglio abbandonare grandi immagini di animali e volti umani;
    • l’alto costo della carta da parati: i prodotti 3D standard costano più di 1-2 mila rubli per 1 metro quadrato (il costo di un singolo ordine può iniziare da 1 mille dollari).

    Carta da parati domestica o importata

    Il mercato offre una vasta gamma di carte da parati nazionali e importate. Ci sono differenze tra i materiali?

    Un fatto interessante: gli sfondi progettati esclusivamente per incollare il soffitto sono prodotti solo in Russia. I produttori stranieri non fanno distinzione tra carta da parati per pareti e soffitti.

    Le carte da parati domestiche sono prodotte solo in bianco, ma hanno una consistenza diversa: più di 200 tipi. Il principale svantaggio della carta da parati del soffitto russo è l’impossibilità di dipingerlo. Spesso, questo fattore è decisivo a favore dei produttori esteri..

    In Occidente, la carta da parati verniciabile è ampiamente utilizzata per la decorazione del soffitto. Sono a due strati, hanno una struttura densa e una superficie porosa. Restrizioni sul numero di vernici – non più di 10 volte.

    I prodotti di tali produttori si sono dimostrati validi: Creation, Blue Mountain, Architects, Seabrook Brewster, Decori&Decori, Rasch, Erismann, Sirpi, P+S International e Marburg.

    Design del soffitto: opzioni per l’utilizzo della carta da parati del soffitto

    Ecco alcune linee guida per scegliere un motivo, un colore e posizionare un’immagine sul soffitto:

    Attaccare la carta da parati del soffitto con le tue mani: istruzioni passo passo

    È meglio fare il lavoro insieme: una persona consegna la carta da parati e la seconda, in piedi sulle scale, la attacca. Consideriamo passo dopo passo come incollare la carta da parati del soffitto.

    Importante! Durante l’asciugatura della carta da parati, non dovrebbero esserci sbalzi di temperatura e correnti d’aria.

    Incollare la superficie con lo sfondo del soffitto: video

    Raccomandazioni di esperti per decorare il soffitto con carta da parati

    Affinché il flusso di lavoro proceda senza intoppi e il risultato sia perfetto, dovresti prendere nota dei consigli di artigiani esperti:

    Tecnologia di verniciatura della carta da parati del soffitto

    Negli alloggi, non è consigliabile utilizzare colori ad olio e smalti per dipingere la carta da parati sul soffitto. L’opzione migliore sono le vernici a base d’acqua con additivi polimerici e acrilico. Hanno una buona resistenza all’usura, possono essere sottoposti a numerosi lavaggi a umido e sono presentati in un’ampia gamma di colori..

    Un filo di carta da parati colorante sul soffitto:

    Consigli. Dipingere il soffitto dovrebbe preferibilmente essere fatto abbastanza velocemente, applicando uno strato di vernice su tutta l’area in una volta.

    Read more
    Soffitti

    Scegliere un basamento a soffitto per la carta da parati

    Il giunto tra la parete e il soffitto è spesso rifinito con un basamento a soffitto. La funzione principale di questo elemento interno è decorativa. Ci sono molte opzioni per i plinti del soffitto in schiuma, poliuretano, plastica. Come scegliere i piedistalli del soffitto per la carta da parati e come tagliare correttamente la carta da parati sullo zoccolo del soffitto, considerare ulteriormente.

    Sommario:

    Zoccolo a soffitto – scopo funzionale

    I plinti del soffitto sono stati comuni fin dall’era zarista. A quel tempo, avevano forme incredibilmente belle ed erano di dimensioni piuttosto grandi. Per la produzione di tali battiscopa, sono stati invitati i costruttori europei. L’installazione di un basamento a soffitto presenta i seguenti vantaggi:

    • prima di tutto, con l’aiuto di un piedistallo, è possibile nascondere elementi di comunicazione sul soffitto, può essere un cavo da una TV o un telefono, cavi elettrici;

    • abbastanza spesso, nel processo di applicazione dello stucco o dell’incollaggio della carta da parati, si formano dei difetti negli angoli, per nascondere quale zoccolo del soffitto viene utilizzato;
    • utilizzando uno zoccolo, è possibile creare una linea tra il soffitto e le pareti, aumentare o diminuire visivamente lo spazio della stanza.

    La carta da parati senza basamento del soffitto sembra brutta e la stanza sembra incompiuta. Pertanto, in ogni caso, si consiglia di installare anche il battiscopa più piccolo..

    Varietà di plinti a soffitto per carta da parati

    Esistono molte opzioni per i plinti del soffitto, ti suggeriamo di familiarizzare con la loro classificazione in relazione ai materiali con cui sono realizzati. Considera i principali tipi di battiscopa per il soffitto:

    1. Battiscopa in polistirolo.

    Questa opzione si distingue principalmente per l’economia d’uso. Il battiscopa in polistirolo è forse l’opzione più economica. Inoltre, l’installazione di un tale basamento è particolarmente facile, poiché è sufficiente un coltello clericale per tagliare il materiale..

    Tuttavia, tali battiscopa presentano degli svantaggi:

    • basso livello di sicurezza antincendio – il polistirene è caratterizzato da infiammabilità e alta resistenza all’accensione, quindi c’è il pericolo della sua installazione in luoghi in cui passano i cavi elettrici;
    • basso livello di resistenza meccanica – i prodotti in schiuma si danneggiano facilmente, sono instabili contro le sollecitazioni meccaniche, pertanto tali battiscopa vengono utilizzati esclusivamente nella parte superiore delle pareti, per decorare la loro giunzione con il soffitto.

    2. Battiscopa in polistirolo.

    Questo materiale ha un livello di durezza più elevato rispetto ai prodotti in schiuma. Tra i vantaggi delle baguette in polistirene espanso, segnaliamo:

    • alto livello di sicurezza antincendio: i prodotti non sono inclini ad accendersi e praticamente non supportano il fuoco;
    • alto livello di resistenza: questo materiale ha una certa resistenza, quindi un tale basamento non teme i danni meccanici.

    Se confrontiamo la fascia di prezzo dei battiscopa in polistirene e polistirene espanso, questi ultimi sono leggermente più costosi, tuttavia questa differenza non è troppo significativa.

    3. Baguette di legno.

    Considerando il legno come materiale per la fabbricazione di battiscopa, le sue caratteristiche dovrebbero essere determinate:

    • i prodotti in legno si distinguono per la loro natura elitaria e aristocratica, la stanza decorata con tali baguette si distingue per lo sfarzo e l’eleganza, soprattutto se i battiscopa sono in legno a forma di faggio, quercia, mogano;
    • il costo dei prodotti in legno è piuttosto elevato ed è al livello più alto rispetto ad altri tipi di battiscopa, tuttavia, più intagli in legno, maggiore è il costo del prodotto;
    • è necessaria un’attrezzatura speciale per la lavorazione dei battiscopa in legno, poiché il processo di regolazione degli angoli prevede l’uso di un file, inoltre, per riempire le giunture dei battiscopa in legno, sarà necessaria una speciale miscela di mastice;
    • uno dei vantaggi dell’utilizzo del legno è un alto livello di sicurezza ambientale, inoltre, i battiscopa in legno si combinano perfettamente con quasi tutti gli interni, poiché il legno sembra sempre naturale;
    • tuttavia, le superfici in legno sono suscettibili all’umidità, alla deformazione e alla decomposizione, quindi necessitano di un trattamento accurato prima di essere posizionate sulla superficie.

    Inoltre, quando si sceglie un basamento del soffitto, è necessario prestare particolare attenzione al metodo di fissaggio del materiale. Per installare battiscopa in polistirolo o polistirene espanso è sufficiente incollarli al muro mediante colla o mastice universale. Inoltre, poiché il materiale è leggero, dopo aver installato il battiscopa, non necessita di ulteriore ritenzione..

    Per installare un battiscopa in legno, è necessario utilizzare un trapano a percussione e dispositivi di fissaggio speciali. Che aggiustano la baguette ogni 50 cm.

    Tenendo conto dello sfondo per il basamento del soffitto, è necessario selezionarne la larghezza. Il valore minimo dei battiscopa è di circa un centimetro e il massimo è superiore a venti centimetri..

    Ti suggeriamo di familiarizzare con i consigli di base per la scelta di un basamento in relazione alla sua larghezza:

    • se hai bisogno di smussare visivamente gli angoli, ti consigliamo di prestare attenzione alla versione larga dello zoccolo, nel qual caso l’aspetto della stanza diventa un po’ semicircolare, in relazione all’aspetto psicologico, trovandosi in una stanza con angoli arrotondati calma;
    • in presenza di piccoli difetti sulla parete o sul soffitto, con l’aiuto di un ampio zoccolo, è possibile eliminarli, soprattutto in presenza di piccoli dislivelli, più spesso visibili nelle zone angolari;
    • se nella stanza è installato un controsoffitto, per nascondere i difetti della sua installazione sarà necessaria anche l’installazione di un ampio basamento;
    • tieni però conto del fatto che l’installazione di un battiscopa troppo largo rende la stanza sempre più bassa, quindi, quando si organizza una stanza piccola, è meglio stare su battiscopa di larghezza ridotta;
    • l’installazione di un ampio basamento in una stanza con soffitti bassi rende la stanza visivamente più bassa e più vicina.

    Come scegliere i plinti del soffitto per la carta da parati

    Nel processo di scelta del basamento del soffitto, dovresti prima di tutto concentrarti sul colore del prodotto. Ti suggeriamo di familiarizzare con i consigli che ti aiuteranno a scegliere il colore del battiscopa in ogni stanza:

    • se il soffitto è dipinto di bianco, l’opzione migliore sarebbe installare un basamento bianco, in questo caso è possibile ingrandire leggermente la stanza visivamente, quindi, per una stanza con soffitti bassi e una piccola area, è meglio soffermarsi sul colore bianco del basamento e del soffitto;
    • se hai bisogno di ridurre l’area del soffitto, puoi fermarti al basamento, abbinato al colore delle pareti;
    • si consiglia di scegliere uno zoccolo che corrisponda ai colori principali della stanza, e non dovrebbero essercene più di tre nella stanza.

    L’installazione di un battiscopa scuro in una stanza con pareti e soffitto chiari è particolarmente efficace, quindi è possibile suddividere lo spazio. Tuttavia, un tale basamento dovrebbe essere combinato con alcuni altri oggetti all’interno, ad esempio con i mobili..

    Un altro criterio per scegliere un basamento per un soffitto è la sua forma. Nel processo di scelta di un basamento, dovresti confrontarlo con l’interno della stanza. Se ci sono abbastanza elementi luminosi nella stanza, il battiscopa dovrebbe essere semplice. Altrimenti, è meglio dare la preferenza a un battiscopa con un motivo o un motivo..

    Nello stile barocco, i battiscopa devono avere una forma complessa, mentre il classico significa forme più semplici. Allo stesso tempo, un semplice battiscopa è adatto a quasi tutti gli interni. Pertanto, se sei confuso quando scegli un battiscopa, dai la preferenza alle forme semplici. In questo caso, il basamento si fonderà con il muro o il soffitto e non attirerà troppa attenzione su se stesso..

    Come incollare il basamento del soffitto sullo sfondo: tecnologia e caratteristiche

    Dopo aver scelto un basamento a soffitto, segue il processo di installazione. Quando si risponde alla domanda che prima la carta da parati o il basamento del soffitto, si dovrebbe procedere dalle caratteristiche della stanza. Se incolli il basamento del soffitto sullo sfondo, in questo caso è sufficiente utilizzare colla o mastice. Si prega di notare che l’installazione del battiscopa con la colla è possibile solo se è realizzato in plastica o schiuma di poliuretano.

    Questo metodo di installazione del battiscopa è semplice e veloce da eseguire, quindi è diffuso quando si eseguono lavori di finitura..

    Se prevedi di incollare prima il basamento del soffitto e poi lo sfondo, in questo caso devi essere paziente. L’installazione del battiscopa in questo modo viene eseguita esclusivamente da professionisti con esperienza nella tappezzeria e nell’installazione di battiscopa. In questo caso, prima vengono sigillate tutte le crepe nel battiscopa, quindi la carta da parati viene incollata..

    Per eseguire l’installazione del basamento del soffitto, avrai bisogno di:

    • colla a base di polimeri;
    • momento di assemblaggio della colla;
    • stucco, che viene impastato su una base adesiva.

    È preferibile utilizzare i materiali consigliati dal produttore nelle istruzioni per il battiscopa durante l’installazione del battiscopa. In questo caso, sarà possibile ottenere la massima adesione del plinto alla superficie del soffitto e della parete..

    Nel processo di lavoro, dovrai avere:

    • coltello da ufficio;
    • seghetti;
    • spatola;
    • roulette;
    • spazzole;
    • matite;
    • composizione adesiva;
    • vernici;
    • carta vetrata;
    • sigillante a base incolore.

    Di seguito la procedura per determinare il numero di battiscopa da installare nella stanza. Per fare ciò, è sufficiente determinare il perimetro del soffitto e, in relazione ad esso, determinare il numero di battiscopa. Acquistare materiale con un margine per sostituire l’area danneggiata se danneggiata.

    La preparazione per l’installazione dei battiscopa è la seguente:

    • prendi un pezzo di carta e una penna, disegna il soffitto su una certa scala;
    • installare prima gli interi battiscopa sul progetto, quindi posizionare i battiscopa tagliati;
    • scegli il lato del battiscopa, tieni presente che un lato del profilo è sempre più largo, le altre settimane.

    Il lato largo viene utilizzato per nascondere eventuali difetti della tappezzeria.

    Istruzioni di installazione per battiscopa:

    1. Tagliare gli angoli dei battiscopa secondo i segni. Per fare ciò, utilizzare uno strumento speciale sotto forma di una scatola per mitra. Al suo interno è installato un basamento e il lavoro viene eseguito con un seghetto o un coltello clericale. Tagliare il battiscopa secondo l’angolo segnato in precedenza.

    2. Si prega di notare che è necessario prestare particolare attenzione al taglio del battiscopa ad angolo, poiché per gli angoli sporgenti e per gli angoli all’interno della stanza, i battiscopa vengono tagliati in modi diversi.

    3. La colla viene applicata alle due scanalature longitudinali del battiscopa. Si prega di notare che non deve estendersi oltre la superficie dei bordi esterni. Se c’è della colla all’esterno del battiscopa, prepara un panno asciutto per rimuoverla..

    4. Installare il battiscopa sul muro e tenerlo premuto per un certo tempo specificato nelle istruzioni per esso. Premere leggermente sul battiscopa, poiché c’è il rischio di danni.

    5. Incolla tutte le altre parti del battiscopa allo stesso modo. Usa un sigillante abbinato al colore del battiscopa per sigillare gli spazi vuoti..

    6. Dopo che il sigillante si è asciugato, il battiscopa viene verniciato nel colore desiderato.

    7. Per evitare di macchiare la carta da parati con la vernice, i battiscopa vengono verniciati anche prima di incollare la carta da parati. In caso contrario, tutti i lavori devono essere eseguiti con estrema cautela..

    Installazione di un plinto a soffitto con stucco

    Istruzioni per l’installazione dei battiscopa con le proprie mani prima di incollare la carta da parati:

    1. Un livello di costruzione speciale e una matita aiuteranno a creare segni per l’installazione del battiscopa.

    2. Lo stucco di finitura viene miscelato secondo le istruzioni del produttore. Successivamente, i siti di installazione del battiscopa passano con l’aiuto di una miscela di mastice..

    3. Questo è seguito dal processo di adescamento delle pareti e installazione del basamento. Pertanto, sarà possibile aumentare l’adesione tra i battiscopa e il muro..

    4. Il mastice viene applicato sulla superficie del muro con una spatola. Successivamente, il basamento viene premuto saldamente contro il muro e tenuto su di esso per diversi secondi..

    5. Usando una seconda spatola, rimuovere la miscela di mastice in eccesso, se presente..

    6. Il mastice viene anche utilizzato per rivestire gli spazi tra il battiscopa e il muro..

    7. Dopo che la soluzione di finitura si è asciugata, lubrifica tutte le crepe e le giunture di due battiscopa..

    8. Questo è seguito dalla verniciatura dei battiscopa nel colore desiderato..

    Istruzioni di installazione per il battiscopa dopo la tappezzeria:

    1. Per eseguire il lavoro, viene utilizzato uno speciale adesivo o sigillante a base di silicone in bianco.

    2. Sul retro del battiscopa viene applicata una soluzione adesiva, sotto forma di striscia continua.

    3. Il basamento viene premuto saldamente contro il muro e tenuto per diversi minuti.

    4. Se ci sono spazi tra il muro e il battiscopa, viene utilizzato un sigillante per sigillarli..

    5. Dopo che la colla si è asciugata, il battiscopa viene dipinto con vernice a base d’acqua del colore desiderato..

    Suggerimento: per non macchiare la carta da parati durante l’esecuzione del lavoro, incollare del nastro adesivo sulla superficie.

    Incollaggio dei plinti del soffitto sul video della carta da parati:

    Read more
    Soffitti

    Vetroresina a soffitto: caratteristiche di installazione

    La decorazione del soffitto è problematica e richiede abilità e pazienza. La vetroresina come soluzione a questo problema appartiene solo alla categoria di quei lavori sulla cui realizzazione dovrai lavorare un po ‘, ma il risultato è garantito per superare tutte le aspettative. L’articolo discuterà come incollare la fibra di vetro al soffitto.

    Contenuto:

    Cos’è la fibra di vetro?

    Prima di procedere con la descrizione del processo di installazione, dovresti dare un’occhiata più da vicino al materiale stesso..

    • La pittura in fibra di vetro non sembra essere un materiale durevole. Può anche essere strappato se maneggiato con noncuranza. Tuttavia, incollato nel rispetto della tecnologia, ed essendo in condizioni “funzionanti”, forma un ottimo strato di rinforzo. Tale “armatura” non consentirà la propagazione delle eventuali crepe e ne impedirà la formazione in futuro..

    • Nella vendita al dettaglio viene venduto in rotoli, di 1 m di larghezza, e la lunghezza varia fino a 50 m.
    • In base alla densità, che è diversa, la fibra di vetro è suddivisa in diverse classi. I materiali con indicatori da 25 a 50 g / m² sono presentati nei negozi. Naturalmente, lo spessore della ragnatela influirà direttamente sul suo costo. Un materiale con una densità di 25 g / m² è abbastanza adatto per incollare il soffitto. Tale indicatore garantirà la creazione di uno strato di rinforzo resistente e leggero. Ma se la superficie sembra inaffidabile, puoi acquistare fibra di vetro e con una densità maggiore per evitare la distruzione della base..

    Come viene prodotta la fibra di vetro

    La vetroresina è ottenuta dalla fusione del vetro con una composizione speciale. È un materiale ecologico contenente sabbia di quarzo, calce, soda, dolomite. Dopo il processo di riscaldamento, la massa fusa forma dei fili che si sovrappongono in modo casuale e si uniscono. Sembrano una ragnatela (da cui il secondo nome) e sono difficili da rompere. Tuttavia, in questo caso, le fibre di vetro ottenute si piegano facilmente senza deformarsi e senza rompere la propria struttura. Inoltre, il materiale realizzato in questo modo viene pressato per dargli una maggiore resistenza. Si ottiene così un prodotto che è:

    • ecologico;
    • impermeabile;
    • resistente al fuoco;
    • resistente ai danni.

    Inoltre, gli sono attribuite proprietà antistatiche e, grazie alla sua composizione inorganica, non è suscettibile alla formazione di muffe..

    Vantaggi di incollare il soffitto con fibra di vetro

    L’uso della fibra di vetro aiuterà a prevenire alcuni dei problemi che potrebbero verificarsi con la superficie finita durante ulteriori operazioni..

    • In primo luogo, la sua applicazione migliorerà in modo significativo la base stessa per dipingere o tappezzare..
    • In secondo luogo, la ragnatela aumenta le caratteristiche di resistenza del soffitto. Cioè, nel tempo, non sarà coperto da crepe e non si formeranno trucioli che, a loro volta, possono danneggiare la finitura e rovinare significativamente l’aspetto generale.

    • In terzo luogo, la superficie acquisisce la capacità di non aver paura dell’acqua e la pulizia a umido può essere effettuata utilizzando prodotti chimici domestici. Sul soffitto, questa procedura non si rifletterà in alcun modo.
    • Poiché la fibra di vetro è un materiale non combustibile, in caso di incendio, non contribuirà all’ulteriore propagazione del fuoco.
    • A causa dell’interessante intreccio di fili di vetro, si forma un motivo originale che sembra interessante sulla superficie.
    • Oltre alle basi in cemento con uno strato applicato di stucco e strutture in cartongesso, la ragnatela pittorica può essere montata anche su polistirene espanso estruso, che viene spesso utilizzato per isolare i locali, anche dall’interno della stanza sul soffitto.

    Come incollare la fibra di vetro al soffitto per la pittura

    • Preparare la superficie del soffitto. Il requisito principale per qualsiasi lavoro di finitura è una superficie ben preparata. Incollare il soffitto con fibra di vetro non richiederà meno cure in questa materia. Eventuali resti del vecchio rivestimento richiederanno la rimozione: vernice, carta da parati, calce, intonaco. Alcuni esperti indicano una tale “scappatoia”: puoi incollare una ragnatela su un soffitto imbiancato con malta di calce, se si ha la certezza che siano stati applicati tre o meno strati di calce dopo l’adescamento. Tuttavia, è più sicuro giocare sul sicuro e pulirlo con una spatola, quindi lavarlo via con uno straccio, inumidendolo abbondantemente con acqua. Durante la pulizia si formeranno inevitabilmente delle buche. Devono essere innescati e stuccati. In generale, la soluzione ideale sarebbe riempire l’intera area del soffitto..
    • Prepara la base. Ora devi assicurarti che lo strato di finitura dello stucco sia asciutto e adescare correttamente. La composizione viene applicata abbondantemente, in modo che il periodo di asciugatura sia compreso tra 20 minuti e mezz’ora. Tale abbondante impregnazione contribuirà a una migliore adesione rispettivamente alla composizione adesiva e al materiale stesso. A proposito, è meglio usare non un normale primer, ma un agente di impregnazione profonda.

    • Diluire la colla. Dopo che il primer si è asciugato, puoi procedere con l’incollaggio vero e proprio. Per questo vengono utilizzate solo composizioni speciali per fibra di vetro, nel caso più estremo viene utilizzata la colla a base di PVA. Ma non dovrebbero esserci problemi con la miscela “originale”. È disponibile nei negozi già pronto in secchi o come polvere secca in confezioni. Quest’ultima opzione è molto economica. Il contenuto di una confezione da trecento grammi viene diluito con 11 litri di acqua fredda, mescolato fino a che liscio. La soluzione risultante è sufficiente per coprire 50 m² di ragnatela pittorica.
    • NSincollare la fibra di vetro sul soffitto. Prima di iniziare questa fase di lavoro, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni:
    • si consiglia di osservare un determinato regime di temperatura: da + 18 ° C a + 25 ° C;
    • non dovrebbero esserci correnti d’aria nella stanza;
    • il materiale deve essere protetto dalla luce solare diretta.

    • Dal rotolo, vengono misurati pezzi della dimensione richiesta e tagliati con un piccolo margine. Come standard, le tele sono incollate end-to-end. La colla viene applicata con un pennello largo o un rullo direttamente sul soffitto su un’area pari alla larghezza della fibra di vetro. Un pezzo di ragnatela viene applicato sulla superficie unta con la colla e levigato dal centro verso i bordi. Questa procedura viene eseguita con una spatola di plastica, che viene utilizzata quando si tappezzano le pareti..
    • Il nastro in eccesso viene tagliato lungo la lunghezza. È importante non premere troppo forte, perché in questa fase la fibra di vetro è un materiale vulnerabile ed è abbastanza facile romperla. Pertanto, l’intera superficie del soffitto viene incollata. L’azione finale è coprire l’intera ragnatela con la colla sopra. Le tele si asciugano completamente in circa un giorno, dopodiché è garantito che si otterrà un eccellente strato di rinforzo, così forte da poter dimenticare i lavori di riparazione sul soffitto per molti anni.

    Cosa fare se un pezzo di fibra di vetro si strappa lateralmente? Questo è il caso in cui la tela adiacente dovrà essere incollata con una sovrapposizione di 3-5 cm, sarà necessario rivestire di colla non solo la sezione successiva del soffitto, ma anche parte del pezzo (tanto centimetri quanto si prevede di applicare una ragnatela). Per non lasciare una striscia con un doppio strato di materiale (risalterà fortemente dopo la verniciatura), il luogo di imposizione deve essere tagliato a onde con un coltello da carta da parati affilato. Quindi vengono rimossi gli strati in eccesso da ciascuna parte delle tele e il giunto risultante viene levigato delicatamente con una spatola..

    Video in fibra di vetro sul soffitto

    Fibra di vetro sul soffitto per la pittura

    Poiché la decorazione viene eseguita all’interno dello spazio abitativo, qualsiasi pittura per interni, ad esempio vernici acriliche o a base d’acqua, sarà una soluzione ideale. Non hanno un odore pungente, si asciugano rapidamente e sottolineano molto favorevolmente la struttura della ragnatela..

    • Per il miglior risultato della verniciatura della fibra di vetro sul soffitto, è meglio usare un rullo a pelo medio. Al momento del contatto con la fibra di vetro, non dovrebbe essere asciutto, quindi dovrebbe essere ben imbevuto di vernice.
    • In modo che tutte le scanalature e i rigonfiamenti della ragnatela siano dipinti in modo uniforme, puoi camminare con un rullo alternativamente in due direzioni: verticalmente e orizzontalmente.
    • Dopo che il primo strato di vernice si è asciugato, viene applicato il secondo. Ce ne sono abbastanza per ottenere una superficie resistente e bella..

    Come ottenere l’effetto superficie a specchio?

    Questa opzione sembra molto vantaggiosa, ma dovrai includere un elemento aggiuntivo nell’elenco dei lavori..

    • Questa è l’applicazione di uno strato di mastice dopo che la colla si è asciugata. La procedura viene eseguita con una spatola di gomma e la consistenza della composizione dovrebbe essere più liquida del solito. Questo è necessario in modo che lo strato applicato sia sottile, perché il compito è quello di coprire uniformemente lo strato di fibra di vetro.
    • Lo stucco viene lasciato asciugare e trattato con carta vetrata a grana fine. La molatura viene eseguita con cura in modo da non rimuovere lo strato in eccesso da cui emergerà la struttura in fibra di vetro. Al termine, la superficie è innescata.

    Vetroresina adesiva al soffitto in cartongesso

    Le strutture del soffitto in cartongesso sono molto comuni. E la pittura in fibra di vetro viene utilizzata su di essi come rivestimento di rinforzo con lo stesso successo. Il suo uso è raccomandato indipendentemente dal fatto che sia stato utilizzato un serpyanka alle giunture dei fogli per il rafforzamento o meno. Nel caso del muro a secco, la ragnatela è un’assicurazione contro la deformazione. Infatti, in un magazzino o negozio, il materiale può essere immagazzinato in condizioni improprie e, ad esempio, raccogliere umidità. Il principio di incollare la fibra di vetro come strato intermedio tra i fogli e la finitura è simile all’algoritmo di lavoro sopra descritto. Le sfumature sono nella preparazione della superficie. Pertanto, prima di incollare la fibra di vetro al soffitto, è necessario:

    • riempire le scanalature dall’ingresso delle viti autofilettanti e le cuciture tra le lastre di cartongesso;
    • uno strato adesivo viene applicato su tutta l’area del soffitto, che fungerà da primer. Eviterà che lo strato adesivo successivo venga assorbito. Aspetta che sia completamente asciutto;

    • ora puoi incollare la fibra di vetro.

    In che modo la fibra di vetro differisce dalla fibra di vetro?

    Alcune persone pensano che dipingere la ragnatela e la carta da parati in fibra di vetro siano la stessa cosa. Questo non è vero. L’origine di questi materiali ha davvero radici comuni, la capacità di rinforzare la superficie da incollare e le caratteristiche di resistenza al fuoco e di resistenza all’usura sono presenti in entrambi, ma è qui che finiscono le loro somiglianze. Le differenze significative sono le seguenti.

    • Modalità di produzione. La fibra di vetro è un materiale intrecciato, mentre la fibra di vetro non lo è. Ha una struttura liscia e una carta da parati strutturata.
    • La ragnatela può essere ridipinta indefinitamente, ma il suo avversario non può sopportare più di 25 cambi di colore.
    • La fibra di vetro è un prodotto di finitura e la ragnatela è destinata a fungere da strato di rinforzo intermedio.

    • In termini di densità, la fibra di vetro è notevolmente inferiore alla carta da parati: 25-65 g / m² contro 150-225 g / m². La differenza di peso, di conseguenza, è significativa.
    • Il prezzo di questi prodotti varia notevolmente. Una ragnatela è circa 2 volte più economica della carta da parati.

    Produttori e prezzi del soffitto in fibra di vetro

    • Marchio in fibra di vetro Oskar prodotto in Russia, il prezzo per un rotolo di cinquanta metri è di 960 e 1035 rubli. a seconda della densità di 25 e 50 g/m². Materiale molto resistente e allo stesso tempo conveniente, consente molteplici ridipinture e non richiede un grande consumo di vernice.
    • Marchio Wellton prodotto in Finlandia e costa 1.065 rubli. per rotolo di ragnatela 45 g / m², densità, 980 rubli. per 50 metri di materiale con una densità di 30 g/m². Questo materiale si è dimostrato efficace tra gli acquirenti, resiste perfettamente a più ridipinture..
    • Spettro – un marchio di fibra di vetro prodotto in Olanda. Il costo del materiale con una densità di 30,45,50 g / m² è rispettivamente di 708, 843 e 912 rubli. per rotolo.

    • Ragnatela Ecotex 40 g / m² possono essere acquistati per 534 rubli. per 50 metri di materiale.
    • Marchio Nortex con una densità di 50 g / m² prodotto in Cina viene venduto per circa 600 rubli. per rotolo.

    Quale dei produttori dare la preferenza alla fine dovrà essere deciso in modo indipendente. Tutti i marchi sono prodotti utilizzando la stessa tecnologia e le proprietà a loro attribuite non differiscono l’una dall’altra. Pagare troppo per un nome che tutti conoscono o scegliere un marchio poco conosciuto? In ogni caso, dovresti leggere le recensioni per questo prodotto prima di effettuare un acquisto. E incollare il soffitto con la fibra di vetro, come è facile convincersi, non è così difficile ed è abbastanza alla portata di chiunque.

    Read more
    Soffitti

    Stucco per soffitti fai-da-te. Caratteristiche del livellamento con stucco

    La scelta dello stucco come materiale di finitura per il soffitto, consente di ottenere una superficie perfettamente piana, pronta per la verniciatura o per altri lavori di finitura. Questa procedura è richiesta dalla persona che la esegue, prima di tutto, attenzione e rispetto di tutti i punti tecnologici, di cui parleremo più avanti.

    Sommario:

    Stucco per soffitti: caratteristiche e vantaggi

    Tra i vantaggi della scelta di uno stucco come elemento principale o aggiuntivo nell’esecuzione della finitura del soffitto dovrebbe essere evidenziato:

    • costo accessibile per i materiali utilizzati nel processo di lavoro;
    • risparmiando sull’assunzione di specialisti coinvolti nell’esecuzione di questi lavori, è del tutto possibile eseguire tutti i processi in modo indipendente, se si seguono tutte le istruzioni e si acquistano materiali di alta qualità;

    • una varietà di materiali e miscele di mastice ti consente di scegliere esattamente la composizione ideale per le caratteristiche della stanza;
    • la scelta di materiali ecocompatibili utilizzati nelle istituzioni mediche per bambini e sanatori;
    • sicurezza antincendio del materiale – poiché lo stucco appartiene a composizioni con un’infiammabilità molto bassa;
    • una vista attraente del flusso, alla fine il lavoro di finitura è il principale vantaggio della scelta di uno stucco.

    Tra gli svantaggi dello stucco quando si finisce il soffitto, va notato la sua incapacità di agire come isolante termico e acustico. Pertanto, prima di applicarlo, se necessario, l’isolamento acustico e una diminuzione della perdita di calore vengono compensati con materiali speciali..

    Stucco per soffitti fai-da-te: scelta di materiali e strumenti

    Affinché il rivestimento sul soffitto sia di alta qualità e durevole, è necessario prestare particolare attenzione al processo di scelta dei materiali utilizzati nella sua decorazione..

    Avrai bisogno non solo dello stucco, ma anche della vernice e dei materiali che migliorano l’adesione tra tutti gli strati applicati.

    Per prima cosa devi scegliere un primer di qualità. Sarà necessario trattare un soffitto precedentemente pulito, anche dopo ogni livellamento con una miscela di mastice.

    Se è necessario livellare il vecchio soffitto, è necessaria una speciale miscela di stucco a base di gesso. Si distingue per la presenza della composizione di partenza dello stucco. Si prega di notare che quando si scelgono i materiali, è necessario dare la preferenza a un produttore per evitare incompatibilità tra le composizioni di miscele di scopi diversi..

    Successivamente, avrai bisogno di uno stucco iniziale e finale. Queste formulazioni sono facili da applicare, applicare e stendere sulla superficie. Tuttavia, la miscela di partenza ha una macinatura più grossolana e viene utilizzata durante la fase iniziale del lavoro di finitura. Se necessario, applicarlo in uno strato di spessore superiore a 1 cm.Questo materiale è destinato esclusivamente al livellamento della superficie..

    Con l’aiuto di uno stucco di finitura, la superficie ruvida al tatto ottiene la levigatezza di cui ha bisogno. Ciò è ottenuto grazie al fatto che il materiale è finemente macinato. Uno stucco di finitura viene applicato con uno strato fino a due millimetri. Successivamente, viene levigato e vengono installati ulteriori elementi verniciati o decorativi.

    Quando si scelgono i materiali, è necessario tenere conto delle caratteristiche individuali della stanza, come elevata umidità, cadute di temperatura, ecc. Esistono formulazioni speciali progettate per l’uso in una stanza con elevata umidità, sono contrassegnate con LR +.

    Esistono diversi tipi di miscele di mastice, con l’aiuto delle quali vengono eseguiti i lavori di finitura del soffitto. In relazione alla consistenza si hanno:

    • gli stucchi già pronti si trovano in un contenitore di plastica o in un secchio, subito dopo l’apertura sono pronti per l’uso, non richiedono una miscelazione indipendente;
    • formulazioni secche – diluite con acqua, immediatamente prima dell’uso.

    Se confrontiamo questi tipi di mastice, risulta:

    • il prezzo per le composizioni già pronte è superiore a quello per quelle secche;
    • il tempo di preparazione per le miscele secche richiederà di più, poiché richiedono la diluizione con acqua, attrezzature speciali per impastare e portare la composizione alla consistenza desiderata, le composizioni già pronte sono adatte per l’uso immediatamente dopo l’apertura del contenitore in cui sono conservate;
    • le polveri non diluite vengono conservate molto più a lungo delle miscele preconfezionate.

    Si prega di notare che lo stucco è asciutto, ma diluito con acqua dovrebbe essere completamente utilizzato entro due o tre giorni, mentre le composizioni finite vengono conservate più a lungo, sono adatte all’uso per due mesi.

    Per completare tutto il lavoro al livello corretto, avrai bisogno di:

    • un trapano elettrico e un ugello a forma di miscelatore, con l’aiuto del quale verrà preparata la miscela di mastice;
    • un rullo con una lunga impugnatura: con il suo aiuto vengono applicati un primer e una vernice, se necessario;
    • spatola principale per lavoro – larghezza 400 mm;
    • spatola aggiuntiva, larga 80-100 mm;
    • una spatola stretta, la cui larghezza non supera i tre centimetri, con il suo aiuto sarà possibile stuccare aree difficili da raggiungere o angolari;
    • le scale;
    • una torcia: con il suo aiuto vengono rilevati difetti nel lavoro;
    • Spatola di gomma;
    • cazzuole;
    • grattugie, reti abrasive o carta vetrata con cui viene livellato ciascuno degli strati di mastice;

    • livello dell’edificio;
    • cavo di nylon: con il suo aiuto, le linee rette vengono battute;
    • il serbatoio in cui verrà miscelata la soluzione;
    • un vassoio in cui verrà posizionato il primer o la vernice;
    • spazzole che aiuteranno a ritoccare le aree difficili da raggiungere o il perimetro del soffitto;
    • un respiratore o una maschera protettiva che proteggerà la persona che fa il lavoro da odori sgradevoli.

    Come livellare il soffitto con stucco – fase preparatoria

    Per ottenere un rivestimento perfettamente uniforme e, soprattutto, durevole, è necessario eseguire una serie di lavori preparatori per rimuovere vecchi intonaci, pitture o intonaci.

    Se è presente una superficie precedentemente imbiancata, occorre prestare attenzione a rimuovere questo materiale con semplice acqua. Innanzitutto, la superficie viene abbondantemente imbevuta di esso, quindi lasciata per mezz’ora. Inoltre, l’intonaco si pulisce facilmente dal soffitto. Se hai problemi a rimuovere la calce, dovresti bagnare di nuovo il soffitto. Per completare il lavoro vi servirà una spatola o una spugna imbevuta d’acqua.

    Ci vorrà più sforzo per rimuovere la vernice, poiché aderisce abbastanza saldamente alla superficie. Tuttavia, se la vernice è presente, deve essere rimossa. Altrimenti, lo stucco si staccherà semplicemente dopo un po’. Per rimuovere la vernice, usa una spatola, ma se non riesci a liberarti del rivestimento, dovresti usare un asciugacapelli da costruzione, quindi pulire la superficie con carta vetrata fissata su una grattugia.

    Una spatola larga è sufficiente per rimuovere la carta da parati. Per facilitare la rimozione della vecchia carta da parati, pre-inumidirla con acqua e lasciare agire per 10 minuti.

    Se, al termine del processo di imbiancatura, sul soffitto sono state trovate aree con caduta di intonaco, anche queste dovrebbero essere rimosse. Per eseguire questa procedura, avrai bisogno di una spatola di media larghezza, realizzata in metallo denso.

    Quando il soffitto è pulito e ha un aspetto costantemente sano, è necessario prestare attenzione a sigillare tutte le crepe. Se ciò non viene fatto, dopo un po ‘, dopo aver stuccato, appariranno sul soffitto.

    Per una penetrazione più profonda del materiale di riempimento nella parte interna della fessura, occorre fare attenzione a massimizzarne l’espansione. Per questi scopi viene utilizzata una spatola o una smerigliatrice con un ugello a forma di cerchio. Inoltre, è possibile l’uso di martello e scalpello. Prima di riempire le crepe, vengono trattate con un primer. Pertanto, la loro adesione con il materiale di tenuta migliorerà..

    Se le crepe e le aperture sono piuttosto massicce, si consiglia l’uso di schiuma poliuretanica a base di poliuretano. In presenza di piccole crepe è sufficiente l’utilizzo di un sigillante o di uno stucco cementizio. Dopo la completa asciugatura del materiale di tenuta, il soffitto viene pulito e livellato..

    Se la fessura era grande, sulla sua superficie viene installata una rete che rafforza il soffitto e previene la comparsa di nuove crepe.

    Stucco per soffitti in calcestruzzo – primer, stuccatura e livellamento

    Dopo aver riempito tutte le crepe e asciugato la soluzione, segue una procedura di applicazione del primer, che ha un effetto antisettico e aumenta l’adesione dello stucco alla superficie.

    Il primer va applicato in almeno due mani. Ogni strato deve essere applicato dopo che il precedente è completamente asciutto. Inoltre, viene applicato un primer prima di ogni riempimento..

    Il primer viene selezionato in base al tipo di soffitto, ad esempio esistono composizioni per soffitti in cemento o cartongesso. Versare il primer in un vassoio speciale, dal quale sarà conveniente applicarlo con un rullo. Usa un rullo doppio o un pennello largo.

    Dopo l’asciugatura finale del secondo o terzo strato di mastice, preparare una soluzione di mastice per applicare lo strato iniziale. Se prevedi di utilizzare una miscela secca, prima di tutto devi leggere le istruzioni per mescolarla, deve contenere tutte le proporzioni necessarie di acqua e mastice.

    Ti suggeriamo di familiarizzare con le istruzioni per lo stucco secco automiscelante:

    • versare acqua nel serbatoio in cui verrà effettuata la miscelazione, secondo le istruzioni del produttore;
    • aggiungere gradualmente la quantità richiesta di miscela secca;
    • preparare un trapano elettrico e un accessorio a forma di impastatrice, mescolare il composto a velocità media fino ad acquisire una consistenza omogenea;
    • se è pianificato il livellamento, la densità della soluzione dovrebbe essere più densa rispetto a quando si applicano gli strati iniziale e finale.

    Si prega di notare che se lo stucco ha una base di gesso, allora dovrebbe essere diluito in porzioni, poiché la composizione si asciuga molto rapidamente e diventa inutilizzabile.

    Prima di acquistare materiali per il lavoro, dovresti esaminare attentamente il soffitto per individuare difetti e irregolarità, se non vengono corretti, quindi dopo lo stucco saranno ancora evidenti.

    Per determinare questo parametro, dovrai determinare l’angolo più basso della stanza, tra il soffitto e il muro, e segnarlo sul muro. Usando un livello, secondo questo segno, disegna il perimetro della stanza. Inoltre, è possibile utilizzare un filo di nylon tinto, che viene installato sul soffitto, in base alla linea, viene determinata la presenza o l’assenza di curvatura.

    Se le differenze nel soffitto non superano un centimetro, per l’allineamento viene utilizzato lo stucco iniziale. Altrimenti, dovrai usare uno stucco con l’aggiunta di intonaco. Se il soffitto presenta difetti di oltre due centimetri, sarà necessario installare un controsoffitto in cartongesso o lastre di vetro-magnesio.

    Si prega di notare che la posa dello stucco su un soffitto di cemento con uno strato di oltre 2 cm lo farà staccare se esposto all’umidità. Il modo più popolare per livellare il soffitto è utilizzare un tradizionale intonaco a base di cemento. Dopo l’essiccazione, viene applicato un primer e attendere che si asciughi.

    Iniziare l’intonaco del soffitto per la pittura

    Il primo strato di stucco di partenza viene applicato sulla base livellata e asciugata. La soluzione ha una consistenza pastosa e si trova in un apposito contenitore, dal quale viene prelevata in porzioni utilizzando una spatola stretta.

    Partendo dall’angolo del soffitto, l’impasto viene steso su di esso con una spatola grande o una cazzuola. Si prega di notare che la spatola deve essere premuta contro la superficie il più saldamente possibile per chiudere tutte le scanalature. Il primo strato è piuttosto sottile, la parte principale del soffitto dovrebbe essere visibile attraverso di esso. Questo strato di mastice aiuta a nascondere piccole imperfezioni sulla superficie..

    Si prega di notare che la massa deve essere ben livellata sulla superficie. Curare il corretto arretramento della giunzione tra parete e soffitto.

    Dopo che il primo strato di mastice si è asciugato, viene levigato con un frattazzo su cui è installata una rete abrasiva. Strofinare in cerchio, in senso antiorario.

    Per assicurarsi che il soffitto sia uniforme, ciascuna delle sue sezioni è illuminata con una torcia o una lampadina. Se, tuttavia, sono presenti difetti, per eliminarli è necessario applicare un altro strato di stucco iniziale. Lo spessore totale dei due strati non deve essere superiore a 1,3 cm.

    Anche il secondo strato richiede tempo per asciugarsi, dopodiché viene strofinato con una rete. Dopo la stuccatura con un pennello pulito, la polvere viene rimossa dal soffitto e viene applicato un primer.

    Stucco per la finitura del soffitto – tecnologia di esecuzione

    La consistenza dello stucco di finitura è più plastica, poiché il soffitto, dopo la finitura, diventa incredibilmente liscio. Pertanto, questa composizione non dovrebbe essere troppo spessa..

    Lo stucco viene applicato con una spatola, ma senza premere con forza sulla superficie. Se, dopo il primo strato, rimangono piccoli difetti, dopo che si è asciugato e stuccato, viene applicato un secondo strato di stucco di finitura.

    L’ultimo strato viene carteggiato con una rete fine. Affinché il soffitto acquisisca una perfetta levigatezza, si consiglia di utilizzare uno stucco acrilico piuttosto che uno stucco a base di gesso. Tale composizione viene applicata con una spatola semicircolare e lo spessore dello strato è di 1-1,5 mm.

    Dopo aver carteggiato tutti gli strati e averli asciugati completamente, applicare un altro strato di primer. Successivamente, viene eseguita la verniciatura, l’imbiancatura o l’ulteriore finitura del soffitto.

    Caratteristiche dello stucco per soffitti in cartongesso

    La procedura di intonacatura su un soffitto in cartongesso è più semplice rispetto a una base in cemento. Poiché, soggetta alla tecnologia di installazione del muro a secco, il rivestimento ha una perfetta uniformità e non richiede un allineamento preliminare.

    Tuttavia, ci sono alcune sfumature nell’esecuzione di questi lavori, di cui parleremo ulteriormente:

    1. Applicare prima un primer, prestare particolare attenzione alla superficie delle giunture e dei giunti dei fogli di cartongesso.

    2. Successivamente, tutti i fori degli elementi di fissaggio sono stucco, che fisso il muro a secco sul telaio metallico. Se le viti sporgono, devono essere avvitate manualmente.

    3. Se ci sono giunture, si approfondiscono un po ‘e vengono riempite con uno stucco di partenza.

    4. Successivamente, la rete per mascheratura viene incollata in modo tale da essere incassata nella cucitura..

    5. Successivamente, la superficie viene stuccata e livellata.

    6. Dopo che lo stucco si è asciugato, strofinalo con una rete e applica uno strato di finitura.

    7. Segue la procedura per la stuccatura dello strato di finitura, il controllo dei difetti e l’applicazione di un primer.

    8. La superficie del soffitto è pronta per ulteriori rifiniture..

    Video di stucco per soffitto fai-da-te:

    Read more
    Soffitti

    Come riparare una crepa nel soffitto

    Le crepe sul soffitto sono un problema affrontato da molti proprietari. Rovinano l’estetica dell’intera stanza e non possono che irritare.

    Molto spesso, un tale “fastidio” si verifica all’incrocio delle solette in cemento, ma né il cartongesso né altre strutture ne sono immuni..

    Come rimuovere le crepe nel soffitto in modo che non riappaiano? È molto importante prendere sul serio il problema e seguire tutte le raccomandazioni degli esperti..

    Sommario

    Preparazione della superficie

    Prima di tutto, è necessario pulire la fessura da tutti i frammenti che si sfaldano. Se non si esegue questa manipolazione, ma si inizia immediatamente ad applicare il materiale di riempimento, viene successivamente garantito il verificarsi di una nuova fessura..

    Non essere troppo pigro per aprire, individua completamente l’area problematica e anche se grandi pezzi di intonaco cadono. È meglio “curare” immediatamente e completamente tutti i difetti superficiali piuttosto che intraprendere regolarmente riparazioni non programmate..

    Importante! Riparare crepe nel soffitto è un lavoro molto, molto polveroso. Pertanto, è meglio liberare la stanza dalle cose più “delicate” in anticipo, anche prima dell’inizio del lavoro, e coprire tutto il resto con un foglio.

    Sigillatura di crepe dalla A alla Z

    La fessura e le aree adiacenti devono essere accuratamente adescate 1-2 volte con un composto a penetrazione profonda di alta qualità. Quindi preparare il ripieno secondo le istruzioni e riempire le scanalature con esso. Procedere con attenzione, livellare accuratamente la composizione con una spatola. Lascia asciugare le crepe sigillate per un giorno. Quindi carteggiare le superfici fino a renderle lisce. Ora tutto è pronto per ulteriori rifiniture: pittura, tappezzeria, ecc. Questa è la ricetta per riparare le crepe nel soffitto, se sono piccole.

    Con crepe impressionanti, dovrai lavorare più a fondo. Si consiglia di “rafforzarli” ulteriormente con un serpyanka. La tecnologia di inclusione in questo caso è la seguente:

    • le crepe sono ben riempite;
    • un serpyanka è incollato sopra;
    • dopo che le aree si sono asciugate, sono re-stuccate.

    Questo metodo si è dimostrato efficace nella pratica e ti consente di dimenticare la riparazione forzata e dolorosa del soffitto per molti anni..

    In una serie di “situazioni” particolarmente difficili per sigillare crepe sul soffitto, è consigliabile utilizzare non solo tutti i tipi di stucchi e soluzioni, ma vari sigillanti impermeabili, schiuma di poliuretano. Ciò è particolarmente vero quando c’è il rischio di perdite da vicini vigili..

    Alcuni professionisti e artigiani hanno molto successo nel trattare le crepe usando speciali bende in tessuto di lino o cotone. In questo caso, la striscia di materiale non dovrebbe solo chiudere lo “spazio”, ma andare oltre i suoi bordi di alcuni centimetri – questo è necessario per la massima resistenza. Per evitare il restringimento della striscia di tessuto durante la lavorazione, vengono lavati e stirati con cura, ma con cura, prima dell’uso diretto. Quindi il lembo viene inumidito in una composizione adesiva (è adatta la normale pasta di amido, è possibile utilizzare falegnameria, PVA, colla di cellulosa), spremere e “stendere” sulla fessura. Il materiale è ben livellato, attendere che si asciughi completamente, quindi stuccare.

    Come risultato dell’applicazione di uno dei metodi sopra descritti per trattare i “difetti” del soffitto, dovresti ottenere una superficie idealmente preparata per un’ulteriore finitura senza bolle, crepe e irregolarità..

    Nota! Si raccomanda di valutare la qualità del lavoro alla luce del giorno naturale.

    Come riparare una crepa in un soffitto in cartongesso: consigli e suggerimenti

    Molti proprietari, sperando di non tornare mai più sul problema delle crepe nel soffitto, montano strutture in cartongesso a volte semplici e non complicate, a volte complesse e “altamente artistiche” sopra le loro teste. Ma, purtroppo, non sono immuni da una simile “sfortuna”.

    Le crepe compaiono sul soffitto del muro a secco per molte ragioni, le principali sono:

    • indebolimento del telaio. Il profilo metallico potrebbe essere sdolcinato e mal fissato; se il telaio è stato realizzato in legno, è possibile l’essiccazione del materiale;
    • la formazione di condensa tra il solaio di base e la struttura;
    • durante l’installazione, non è stata applicata una speciale rete di intonaco autoadesiva ai giunti dei fogli;
    • le lastre non sono state bisellate;
    • stucco superficiale improprio.

    Se si è verificata una crepa a causa della desquamazione dello strato di intonaco o della vernice, l’ordine di lavoro sarà il seguente:

    • rimuovere completamente l’area di peeling con una spatola;
    • pulire la superficie con smeriglio fine, spazzolare via la polvere con un pennello;
    • passare attraverso l’area con un primer, attendere che si asciughi;
    • diluire lo stucco e riempire la cucitura;
    • con l’aiuto dello stripping, raggiungere l’assoluta idealità dell’area trattata;
    • adescare la superficie;
    • dipingere l’area problematica, possibilmente più volte, in modo che smetta di risaltare;
    • e infine, passare completamente il soffitto con emulsione a base d’acqua – per un colore uniforme garantito.

    Quando si formano crepe nelle giunture del cartongesso, procedere come segue:

    • pulire la fessura dall’intonaco. Se non c’è serpentina, liberare l’area per la larghezza del materiale. Se c’è, puoi strapparlo tranquillamente;
    • pulire tutto con una rete smerigliata;
    • tagliare lo smusso con un coltello;
    • pulire la superficie dalla polvere e passare due volte l’area con un primer;
    • sigillare lo smusso e le giunture con stucco;
    • attaccare il serpyanka;
    • dopo che lo “strato” si è asciugato, ripassare l’area con lo stucco;
    • trattare la superficie con un primer;
    • iniziare a riempire l’area con una spatola larga, distribuire bene la composizione sulla superficie, lasciare asciugare;
    • ripassare la superficie con lo stucco, in questo modo si colmeranno tutti i vuoti rimasti;
    • innescare nuovamente l’area;
    • dipingere il soffitto – “lavorare” fino a quando il luogo dell’ex crepa non può essere determinato nemmeno al microscopio.

    Misure preventive

    Ora sai come sconfiggere la “malattia” del soffitto principale: le crepe. Durante la revisione, presta attenzione anche ai più piccoli dettagli, perché anche una piccola crepa può portare a conseguenze estetiche molto tristi. Se la tua scelta è il muro a secco, assicurati di seguire la tecnologia della sua installazione. Ricorda, qualsiasi problema è più facile da prevenire che da risolvere. Soffitto forte sopra la testa!

    Read more
    Soffitti

    Come isolare il soffitto di un bagno

    La procedura per isolare il soffitto è un processo molto importante, soprattutto quando si tratta del bagno. Poiché è in questa stanza che c’è un’elevata umidità, che richiede l’uso di materiali speciali. Parleremo ulteriormente delle caratteristiche dell’isolamento del soffitto nella vasca da bagno..

    Sommario:

    I componenti principali del soffitto nella vasca da bagno

    Qualsiasi soffitto nella vasca da bagno si basa sull’uso di travi nella sua costruzione. Le travi sono installate in modo tale da garantire una distribuzione uniforme del carico dal tetto a tutte le pareti. La distanza tra le travi dipende direttamente dal loro spessore.

    Le barre sono posate sulle travi, che sono i componenti portanti di questa struttura. È sui pannelli di ribaltamento che cade l’intero carico dal soffitto, su di essi viene installato l’isolamento termico e quindi viene fissato il soffitto principale.

    Quando si costruisce un soffitto per un bagno in un edificio in mattoni, è necessario prestare attenzione a sigillare saldamente le travi, poiché la condensa inizia a formarsi con il flusso di aria calda. Questo processo porta alla distruzione del legno e danni al soffitto..

    Come materiali aggiuntivi per la costruzione del soffitto sono:

    • tavole di legno;
    • isolamento sotto forma di lana minerale o altri materiali;
    • dettagli di ancoraggio;
    • barre craniche;
    • soffitto dello scopo principale;
    • materiali barriera al vapore;
    • pellicola impermeabilizzante;
    • scudi antiribaltamento.

    Pertanto, la trave, una volta installata, è immersa nel soffitto di almeno 100 mm e la sua estremità è resa obliqua in modo che ci sia uno spazio di 2 cm tra essa e il muro.

    Come isolare il soffitto in un bagno: il principio del lavoro

    Se consideriamo il tetto del bagno in relazione ai suoi tipi, dovrebbero essere distinte due opzioni per organizzare il tetto:

    • con la presenza di sottotetto;
    • con la sua assenza.

    Quando si organizza un bagno con un attico, sarà necessario un soffitto più potente, poiché il flusso di aria calda si sposterà nello spazio della soffitta. Questo soffitto è attrezzato nel processo di costruzione di un bagno e il suo isolamento termico viene eseguito in questa fase..

    Una massa d’aria viene utilizzata per riempire lo spazio del tetto, il che aiuta a ridurre la perdita di calore.

    Un tetto con un sottotetto è costituito dai seguenti elementi:

    • strato barriera al vapore;
    • rivestimento principale del soffitto;
    • rivestimento della parete superiore;
    • travi del solaio;
    • tavole per cornicioni;
    • schede sotto forma di partizioni;
    • strato impermeabilizzante;
    • pavimento in legno;
    • isolamento.

    In presenza di un pavimento in tronchi, quando si copre il soffitto dal lato del bagno, è necessaria la costruzione di un listello e una barriera al vapore viene posata sulla superficie dei tronchi dal lato del sottotetto, su cui viene applicato un cuscino di sabbia con uno spessore di almeno 15 cm è coperto. Ciò migliorerà le caratteristiche di isolamento termico del bagno.

    Lavori preparatori per la sistemazione della barriera al vapore del bagno

    Nel processo di organizzazione di qualsiasi tipo di bagno, sia con che senza soffitta, è indispensabile dotare uno strato di barriera al vapore. Questa procedura precede l’installazione dell’isolamento termico..

    Se la barriera al vapore viene installata in un bagno senza soffitta, è sufficiente utilizzare materiali come fogli di alluminio, carta cerata o cartone spesso, pretrattati con olio di lino. Se il bagno ha una soffitta, è preferibile dotare una barriera al vapore sotto forma di uno strato di argilla spalmato di tre centimetri. Sebbene sia del tutto possibile utilizzare gli stessi materiali come nel caso di un bagno senza soffitta.

    Esistono opzioni di barriera al vapore industriale. Tra questi ci sono:

    • film in polietilene – è di bassa popolarità, poiché crea un effetto serra. Tuttavia, quando lo si organizza, richiede un piccolo spazio, che aiuterà a eliminare la condensa accumulata all’interno del film;
    • film barriera al vapore in polietilene, sul quale sono presenti fibre che trattengono la condensa;
    • membrane barriera al vapore.

    Grazie alla presenza della barriera al vapore, la condensa e i vapori umidi non si depositano sulla superficie dell’isolante termico, impedendone il deterioramento. Una grande quantità di umidità accumulata nell’isolamento termico porterà ad un aumento del peso del soffitto stesso e alla sua deformazione..

    Isolamento del soffitto in una vasca da bagno: scopo funzionale

    Poiché il bagno è una stanza in cui deve essere costantemente mantenuta una temperatura elevata, la dispersione di calore deve essere ridotta al minimo. Se segui le leggi fisiche, più alta è la necessità di mantenere la temperatura, più difficile è dotare l’isolamento termico. Pertanto, questo problema dovrebbe ricevere un’attenzione speciale..

    Prima di studiare questo problema, ti suggeriamo di familiarizzare con i luoghi più problematici attraverso i quali si verifica la perdita di calore:

    • crepe nel soffitto;
    • la presenza di oggetti freddi che prendono calore dalla stanza;
    • barriere omogenee che attraversano facilmente le ondate di calore.

    La disposizione di un sistema di controsoffitti multistrato e l’installazione dell’isolamento nel suo strato superiore aiuta a prevenire tutti i suddetti tipi di perdita di calore.

    Un sistema di isolamento termico adeguatamente attrezzato aumenta la vita dell’intero bagno e riduce la quantità di combustibile necessaria per riscaldarlo.

    Nel processo di installazione della torta del soffitto, ciascuno dei suoi strati viene posato perpendicolarmente allo strato precedente. Pertanto, l’affidabilità dell’intera struttura è aumentata e il rischio di deformazione del soffitto è ridotto..

    La scelta dell’isolamento per il soffitto del bagno

    Prima di procedere con il processo diretto di isolamento, è necessario tenere conto di tutte le caratteristiche individuali della stanza e dei materiali utilizzati nella sua costruzione, quindi scegliere il tipo di isolamento appropriato che fornirà una protezione affidabile contro la perdita di calore.

    Offriamo le opzioni di isolamento più comuni adatte per l’isolamento del soffitto in un bagno:

    1. La versione classica è l’uso di lana minerale a base di basalto. A causa del suo intreccio caotico, il calore non è in grado di penetrare attraverso lo strato di isolamento termico. L’unico inconveniente di questo materiale è la perdita della sua funzionalità quando si bagna. Pertanto, con vapore e impermeabilità inaffidabili, è meglio rifiutare questa opzione..

    Consiglio: nel processo di isolamento del soffitto di uno stabilimento balneare con lana minerale, viene posato uno strato impermeabilizzante dopo lo strato di isolamento, che impedisce all’umidità di penetrare nella superficie dell’isolamento, prolungandone così la durata. Nello spazio tra l’impermeabilizzazione e lo strato di lana minerale, deve essere previsto uno strato di ventilazione.

    2. I materiali per l’isolamento termico a base di schiuma di polipropilene super leggera sono adatti anche per l’isolamento termico del soffitto della vasca da bagno. Questo materiale si distingue per la presenza di un rivestimento laminato in lamina, che migliora le caratteristiche di isolamento termico. È questo isolamento che è un modo eccellente per ridurre la perdita di calore in bagni, saune o bagni turchi. Con l’aiuto di uno strato di pellicola, il calore viene riflesso e restituito alla stanza, quindi il lato della pellicola dovrebbe essere rivolto verso l’interno della stanza. Questo isolamento riduce il costo del riscaldamento del bagno almeno due volte..

    3. L’uso di argilla espansa è appropriato in strutture di bagni di grandi dimensioni. Lo strato minimo di installazione è di 300 mm. Sebbene il materiale sia leggero, aumenta ancora il peso complessivo del soffitto. La struttura porosa dell’argilla espansa è instabile contro l’umidità, pertanto la sua installazione richiede un’impermeabilizzazione obbligatoria.

    4. L’isolamento termico in un modo popolare comprovato prevede l’uso del primo elemento sotto forma di uno strato di tre centimetri di grasso di argilla. In assenza di argilla è possibile miscelare una soluzione di terra nera mista a torba. Questa opzione è estremamente rispettosa dell’ambiente. Questo isolamento funge anche da barriera al vapore. Inoltre, è possibile utilizzare una soluzione che include malta cementizia e segatura, argilla, sabbia e segatura. Dopo aver posato questi strati, vengono deposte segatura secca o foglie di quercia, preferibilmente di quercia. Infine, sopra questo strato viene versata terra asciutta, spessa circa 18 cm..

    5. L’isolamento più moderno è la crescita del calcestruzzo espanso. Per la sua disposizione è necessaria la costruzione della cassaforma più semplice. Questa versione dell’isolamento ha buone proprietà di isolamento termico e un costo accessibile. Per installarlo, avrai bisogno di un cilindro da cui il materiale viene fornito sotto pressione..

    Tra i vantaggi del penoizol dovrebbe essere evidenziato:

    • buone caratteristiche di isolamento acustico;
    • sicurezza antincendio;
    • eccellente riempimento di tutti i punti e le crepe difficili da raggiungere;
    • migliorate proprietà di isolamento termico;
    • costo accessibile;
    • nessun restringimento.

    Isoliamo il soffitto del bagno con le nostre mani: la tecnologia

    Sebbene i materiali utilizzati nel processo di isolamento termico siano diversi, la tecnologia di isolamento inizia con la disposizione della sovrapposizione dello strato superiore. La disposizione di un telaio costituito da travi funge da base di appoggio. Sono posati su pareti in legno, tronchi, mattoni o pannelli. Prima di installare la barra, è necessario elaborarla qualitativamente con soluzioni antisettiche, che miglioreranno significativamente la sua durata. Se l’albero non è stato lavorato prima della posa, è necessario applicare un antisettico prima di installare l’isolamento termico. Presta particolare attenzione alle aree di testa e agli angoli..

    All’interno del soffitto sono installate delle tavole, che vengono infilate su travi. Successivamente, vengono formate le tavole arrotolabili, che sembrano due piattaforme, su cui vengono inchiodate delle tavole grezze.

    Consiglio: nel processo di esecuzione amatoriale di tutti i lavori relativi all’isolamento termico, è necessario eseguire alcuni calcoli prima di installare gli schermi. Poiché lo spazio tra le tavole ordinarie è di almeno 50 mm e tra le tavole situate vicino al camino, almeno 250 mm.

    Nel processo di costruzione di strutture multistrato, è necessario prevenire il verificarsi di situazioni negative associate a operazioni complesse. Affinché tutte le parti in legno del soffitto possano durare a lungo, dovrebbero essere antisettiche..

    Disegna un diagramma della posizione delle schede e calcola attentamente la distanza tra loro. Dopo averli realizzati numerare le parti degli scudi per installarli correttamente..

    Quando si organizzano scatole martellate, è necessario applicare loro un’impregnazione antisettica. L’impermeabilizzazione è fissata alle pareti interne dello scudo mediante una graffatrice.

    Appoggiare le tavole sulla superficie e fissarle al soffitto secondo lo schema precedentemente numerato. Successivamente, viene installato un riscaldatore, che si trova nello spazio tra lo scudo e il raggio.

    Inoltre, l’intera struttura è cucita con assi, che si trovano verticalmente rispetto alle travi. Nel processo di questo rivestimento vengono utilizzate sia tavole lunghe che corte, che si alternano tra loro. Una buona alternativa alle tavole sarà l’uso di truciolati, tavole fatte in casa, che si basano su una miscela di segatura e cemento. Un ignifugo viene utilizzato per elaborare il soffitto finito e le aree vicino al camino sono rivestite con materiali ignifughi.

    Per risparmiare sull’acquisto dell’isolamento, viene utilizzato terreno asciutto: terreno nero con torba, ricoperto da uno strato di lana di vetro. Inoltre, per isolare i soffitti del bagno vengono utilizzate scorie, argilla con segatura, argilla espansa e una combinazione dei suddetti materiali..

    Lo strato e il tipo di isolamento sono calcolati individualmente e dipendono da molti fattori, come ad esempio:

    • il numero di finestre e porte e la loro dimensione;
    • spessore del muro;
    • la presenza di uno spazio sottotetto;
    • tipo di materiali di copertura installati sul tetto, ecc..

    Come isolare adeguatamente il soffitto di un bagno: isolamento termico di un bagno turco

    La disposizione dell’isolamento termico in un bagno turco è un processo più complesso che richiede un’attenzione speciale. Poiché in questa stanza non dovrebbe accumularsi solo il calore, ma anche il vapore. Pertanto, quando si organizza un bagno turco, è necessario costruire due strati di barriera al vapore e uno strato di isolamento, che ha uno spessore maggiore.

    Ti suggeriamo di familiarizzare con un’opzione speciale per la progettazione dell’isolamento termico in un bagno turco:

    • per archiviare le travi, vengono utilizzate tavole scanalate, spesse 25 mm, sono ricoperte di olio di lino in due o tre strati, quindi il materiale diventerà resistente all’umidità;
    • quindi una tavola ruvida, di bassa qualità, è attaccata alle travi, l’intervallo tra la sua posa è di 30 mm, è attrezzata per fornire uno spazio di ventilazione;
    • lo strato successivo prevede un feltro per tetti o un film di polietilene, che fornisce un’impermeabilizzazione completa, un’opzione ancora migliore è la pavimentazione di un foglio rinforzato, che, da un lato, fornirà impermeabilizzazione e, dall’altro, isola la stanza;
    • poi l’intera struttura è ricoperta da un cuscino di sabbia di 20 centimetri.

    Tecnologia di isolamento termico per vari soffitti nella vasca da bagno

    1. L’isolamento termico di un soffitto a pavimento è l’opzione più semplice. Consiste nella posa di materiale termoisolante direttamente sulla superficie dei pannelli del soffitto posati e abbattuti. In questo caso, la lana minerale funge da riscaldatore, il cui spessore dello strato dipende dalle caratteristiche individuali del bagno. Successivamente, viene posata una barriera al vapore, che protegge l’isolamento termico dal vapore acqueo e dalla condensa.

    Per realizzare lo strato superiore di un tale soffitto, viene utilizzato materiale di copertura o film di polietilene. Questa sovrapposizione non implica l’uso dell’attico come spazio abitativo, poiché è impossibile camminare su tale sovrapposizione.

    2. Isolamento di controsoffitti – simile alla prima opzione di isolamento. Un film di polietilene viene installato sulle travi del soffitto mediante una graffatrice, che forma una pavimentazione barriera al vapore. Possibilità di installare pellicola o membrana impermeabilizzante.

    Successivamente, viene riempito il soffitto grezzo, sul quale viene installato uno strato di isolamento sotto forma di lana minerale o argilla espansa. Per determinare lo spessore dello strato, prendere in considerazione tutte le fonti di dispersione di calore presenti nella stanza..

    Sopra l’isolamento, viene posato un altro strato di barriera al vapore e pannelli, che fungerà da pavimento per il sottotetto.

    3. La procedura per i soffitti a pannelli isolanti prevede l’utilizzo di due diverse tecnologie. Il primo dei quali si basa sulla presenza di travi del soffitto e il secondo sulla loro assenza. Per adattarsi all’interno di ciascun pannello, viene utilizzata una barriera al vapore, sulla quale è montato un riscaldatore, cucito con assi. La disposizione di pavimenti di questo tipo è un processo piuttosto laborioso e complesso che viene utilizzato raramente..

    Isolare il soffitto nel video del bagno:

    Read more
    Soffitti

    Soffitto di plastica fai da te

    Fino a poco tempo, non potevamo nemmeno immaginare cosa si potesse fare con il soffitto, tranne come sbiancare o coprire con un’emulsione acquosa. Se volevi qualcosa di “divertente”, lo sfondo veniva incollato. Con l’avvento di nuovi materiali da costruzione nella nostra vita, iniziarono ad apparire tecnologie completamente nuove per la finitura del soffitto. L’arsenale di tali soluzioni progettuali comprende anche l’installazione di controsoffitti, soffitti minerali, soffitti in vetro, specchi, soffitti in vetro colorato, cartongesso e pannelli in legno o plastica. Parliamo oggi di come realizzare un soffitto di plastica.

    Contenuto:

    Caratteristiche dei soffitti in plastica

    I pannelli di plastica per tali soffitti sono realizzati in cloruro di polivinile, un materiale sicuro e innocuo. Nel nostro paese, i pannelli in PVC vengono utilizzati ovunque per la finitura di soffitti e pareti, nonché per la produzione di contenitori per alimenti e prodotti. Quindi non c’è bisogno di dubitare della compatibilità ambientale del materiale..

    È importante ricordare che i pannelli di plastica per pareti e soffitti sono diversi e non è consigliabile acquistarne uno in cambio di un altro. I pannelli del soffitto sono molto più leggeri, e questo è un dettaglio importante, sebbene la loro resistenza meccanica sia molto inferiore. Se si utilizzano pannelli per pareti durante l’installazione del soffitto, ci sarà un grande carico sul telaio e questo non è molto sicuro. E usando pannelli di plastica per il soffitto durante la decorazione delle pareti, puoi osservare la loro deformazione nel tempo..

    Un controsoffitto in plastica è un tipo di controsoffitto. Una guaina di plastica è montata sul telaio, che è fissato con ganci speciali. Per il telaio, hai bisogno di doghe in legno (puoi usare un profilo metallico). Per la fabbricazione del soffitto stesso, è possibile utilizzare materiali semplici e poco costosi, ma è meglio spendere soldi per una plastica di migliore qualità. Il fissaggio dei pannelli in plastica al soffitto è fornito da battiscopa per soffitti in plastica e da un profilo sagomato.

    C’è un avvertimento durante l’installazione di soffitti in plastica. L’aspetto della superficie dipende dai pannelli selezionati. Quando si acquistano pannelli lucidi, le giunture dei giunti saranno discrete su un tale soffitto, sono praticamente invisibili. Il soffitto lucido è una superficie riflettente che sembra piuttosto originale. Se hai intenzione di realizzare un soffitto con pannelli opachi, colorati e con motivi, preparati che le cuciture saranno visibili abbastanza chiaramente.

    Vantaggi di un controsoffitto in plastica

    Se, durante le riparazioni nel tuo appartamento, prevedi di realizzare un soffitto di plastica, la tua scelta è piuttosto lontana, perché un tale soffitto presenta molti vantaggi. In primo luogo, se vieni allagato dai vicini, il soffitto di plastica non dovrà essere rifatto, e se l’allagamento non è grave, non noterai nulla. E questo è un grande vantaggio, perché il soffitto, incollato con carta da parati o imbiancato, dovrebbe essere imbiancato o incollato una seconda volta.

    Al termine dei lavori riceverete un soffitto perfettamente piano, che, volendo, può essere lavato con acqua o detersivi. Ma anche se non ti preoccupi di prenderti cura del soffitto di plastica, non perderà comunque la sua bellezza e originalità. Anche in caso di abbassamento della temperatura, il soffitto manterrà la sua superficie piana. I soffitti incollati con la carta da parati sbiadiscono nel tempo e la plastica manterrà il suo aspetto per molti anni.

    Con l’aiuto di un tale soffitto, non solo puoi nascondere grandi irregolarità o tubi, ma anche trasformarli in una particella dell’interno, equipaggiando bellissime lampade moderne in quel luogo. Il soffitto può essere reso non solo liscio, ma anche goffrato utilizzando ampi pannelli con contorni. Un altro vantaggio di un controsoffitto in plastica è il suo prezzo. Certo, questo non è il tipo di soffitto più economico, ma, tuttavia, ti costerà molto meno di, ad esempio, un soffitto teso. Inoltre, il traferro che si forma tra il soffitto e la plastica crea un buon isolamento acustico..

    Poiché i pannelli in PVC sono sorprendentemente resistenti all’umidità, è logico installarli in bagno. Quando sono allagati, i pannelli di plastica sono in grado di sopportare il peso dell’acqua e non hanno paura del principale nemico dell’umidità, chiamato muffa. Soprattutto se i pannelli in PVC vengono installati anche sulle pareti e nelle cucine. Per lo stesso motivo, un tale materiale è ottimo per rivestire un’unità di ristorazione domestica. I pannelli di plastica in cucina sono particolarmente buoni, perché un tale soffitto può essere facilmente lavato con normali detergenti e, come sapete, con il funzionamento costante della stufa a gas, tutte le superfici sono sporche..

    La scelta della plastica per il montaggio

    Per prima cosa devi calcolare la quantità di materiale di cui hai bisogno. È abbastanza facile se conosci l’area del soffitto. In caso contrario, può essere misurato. Una stanza con una configurazione complessa dovrà essere divisa in parti: sezioni rettangolari sul soffitto, quindi i risultati dovrebbero essere arrotondati per eccesso. Se la stanza è rettangolare, sarà più facile misurare tutto..

    Al momento dell’acquisto, devi solo guardare la confezione: l’area di un pannello di plastica deve essere indicata lì. Tieni in considerazione anche il numero di pannelli nella confezione, considera quanti pannelli sono necessari per coprire l’intera area e aggiungine un po’ (tenendo conto di rifilature e simili).

    È possibile determinare il tipo e il colore della plastica direttamente durante l’acquisto. Il design dell’intera stanza dipende dai pannelli scelti per il montaggio del soffitto di plastica. I pannelli bianchi sono i più economici, mentre i pannelli con motivi e testurizzati sono più costosi. Tutti i pannelli devono essere dello stesso colore (schema di colori) e il disegno, se presente, deve essere accurato e corretto. Se il pannello è più chiaro degli altri o, al contrario, è molto scuro, è meglio cambiarlo con uno che si adatti perfettamente al tono generale di tutti i pannelli..

    Quando acquisti un materiale come la plastica, devi stare molto attento e ispezionare ogni pannello, perché non è consigliabile utilizzare modelli difettosi. Quando hai acquistato la plastica, quando la trasporti a casa tua, ricorda che non può essere danneggiata, perché durante l’installazione non svolgerà la sua funzione e non creerà giunti perfettamente lisci.

    Selezione di materiali e strumenti

    Quindi, per prima cosa dovresti familiarizzare con i profili più comuni per il fissaggio di pannelli di plastica:

    Per determinare il numero di profili, è necessario un diagramma disegnato in anticipo. Disegna su carta un massimale proporzionalmente ridotto. Va tenuto presente che i profili dovrebbero essere distanti 60 centimetri l’uno dall’altro. Pertanto, sarà più facile gestire il numero di travi, il metraggio del basamento e il profilo. Dovrai anche acquistare sospensioni per il telaio, le lampade (se necessarie) e gli elementi di fissaggio.

    Richiede anche profili fissati attorno al perimetro. Il numero di viti autofilettanti per il fissaggio di pannelli e tasselli, necessarie per il fissaggio dei profili, viene calcolato tenendo conto del numero di profili richiesti più uno stock. Se lo si desidera, sostituire i profili con una barra di legno e utilizzare punti metallici anziché viti autofilettanti. In questo modo puoi ridurre il costo del processo e semplificare l’assemblaggio dei pannelli di plastica..

    Per calcolare il plinto del soffitto richiesto, dividere il perimetro del soffitto per 3 (se il segmento è lungo 3 metri). Dagli strumenti di cui avrai bisogno: un righello, un coltello per carta da parati, un metro a nastro, un livello di costruzione, un seghetto per metallo, trapani, una scala a pioli. E anche trapano, trapano a percussione, tasselli, viti, cordoncino per vernice, appendini e profili per soffitto. Quando tutti gli strumenti sono preparati e i materiali sono stati acquistati, puoi iniziare a installare il soffitto.

    Lavoro preparatorio

    Fondamentalmente, non è necessario il lavoro preparatorio quando si installa un soffitto di plastica con le proprie mani, ma se lo si desidera, è possibile carteggiarlo con carta vetrata a grana media. Naturalmente, se stai realizzando un tale soffitto in una stanza con maggiore umidità, ad esempio in un bagno, è meglio trattare il soffitto in cemento con un composto antimicotico..

    Il primo passo è determinare il livello del soffitto futuro (di quanti centimetri verrà abbassato). Se decidi di installare infissi, non dimenticare di lasciare spazio anche per loro. Fondamentalmente, gli apparecchi hanno una profondità da cinque a dieci centimetri..

    Se hai intenzione di montare le lampade da solo, presta attenzione alla resistenza del filo che stai acquistando, ma senza avere una certa conoscenza in materia, è meglio contattare un professionista. È meglio fissare in anticipo i fili sopra la plastica e portarli all’interruttore. Il cablaggio deve essere isolato e nascosto dietro i profili. Successivamente, facciamo dei segni sul muro attorno al perimetro..

    Montaggio della scatola al soffitto

    Quando si determina l’orizzontale, è importante ricordare che il soffitto obliquo sarà evidente, quindi è necessario misurare tutto più di una volta, misurando prima l’altezza di tutti gli angoli e scegliendo quello più basso. Quindi dovresti ritirarti di 5 centimetri sul pavimento e segnare l’orizzontale usando un livello d’acqua. Negli angoli e sulle sporgenze, dovresti lasciare segni, come nella foto dei soffitti di plastica. Quindi, usando un cordoncino di vernice, elimina le linee che hai precedentemente identificato.

    Sulla striscia contrassegnata, che mostra quanto sarà basso il soffitto, è necessario praticare dei fori per i tasselli. Questo dovrebbe essere fatto con un trapano o un perforatore. È necessario praticare dei fori attraverso il profilo. È necessario inserire i tasselli in questi fori e fissare il profilo del soffitto alla parete. La lunghezza normale di tali profili è di tre metri, ma possono essere collegati tra loro, se all’improvviso si dispone di una stanza molto grande, inserendone uno in uno. In questo caso, non dimenticare di fissare i profili tra loro con le cimici..

    Un profilo dovrebbe essere fissato alla parete lungo l’intero perimetro della stanza e ganci sul soffitto, a cui verrà fissato il profilo del soffitto. I ganci devono essere fissati lungo una linea retta. Le linee necessarie possono essere create utilizzando un cordoncino di vernice, senza dimenticare la distanza (circa 60 centimetri l’una dall’altra).

    Dopodiché, devi tirare la linea. Questo deve essere fatto come mostrato nel video sui soffitti di plastica, attraverso l’intera stanza, da una parete all’altra. Quindi questo filo dovrebbe essere attaccato ai tasselli che già tengono il profilo. È importante ricordare che se si tira la lenza in modo errato o non abbastanza stretto, non si può evitare il cedimento, ma è necessario ottenere un orizzontale perfettamente piatto.

    Il profilo deve essere fissato a livello della filettatura. Per fare ciò, hai bisogno di un assistente che manterrà il profilo in modo che sia il più vicino possibile al filo, ma non lo tocchi. Dopo aver attaccato il profilo alle sospensioni, è necessario piegarle. Quando il telaio è costruito, puoi procedere all’intonacatura del soffitto con la plastica. Si consiglia di fissare la plastica stessa con bug autofilettanti, senza dimenticare i punti di contatto con il profilo. È meglio sigillare anche le cuciture più piccole con silicone e rimuovere il materiale in eccesso con una spatola in modo che il soffitto appaia pulito.

    Rivestimento del soffitto in plastica

    Quando hai iniziato a lavorare direttamente con la plastica, presta attenzione alla stanza. Se è leggermente inclinato e irregolare attorno al perimetro, la prima striscia di plastica deve essere tagliata con molta attenzione per nascondere correttamente questo difetto. È necessario che le seguenti strisce siano attaccate perfettamente al profilo, ad angolo retto.

    È importante sapere prima di realizzare un soffitto di plastica che l’installazione di pannelli può essere eseguita non solo attraverso la stanza. È possibile installare i pannelli lungo e in diagonale e i colori possono essere facilmente combinati in questo modo se si desidera ottenere un soffitto originale con un motivo insolito. Se hai scelto la plastica sottile, può essere piegata, rifinendo gli angoli, questo aiuterà a creare un design insolito. C’è anche uno speciale angolo in plastica che nasconde le giunzioni del pannello. Con l’aiuto della plastica, puoi anche realizzare un soffitto a più livelli.

    L’installazione di pannelli in PVC sul soffitto inizia da una parete. Devono essere tagliati esattamente alla lunghezza della superficie usando un seghetto metallico, un seghetto alternativo o una smerigliatrice. Quando si taglia il primo pannello, deve essere leggermente più corto della larghezza della stanza, di circa 3-5 millimetri. Carteggiare i bordi con carta vetrata o rete abrasiva. Cerca di non piegare i pannelli. E, soprattutto, non dimenticare di rimuovere il film da loro prima dell’installazione.!

    È necessario lavorare con attenzione, perché questo materiale è piuttosto fragile. È necessario trattare con cura la plastica prima di rivestirla. Se sei già riuscito a infliggere danni alla plastica acquistata, puoi provare a nasconderli con del silicone, preferibilmente bianco. Questa opzione non funzionerà se hai optato per la plastica colorata, perché il silicone è bianco e trasparente.

    Fissare saldamente il primo pannello con viti autofilettanti sui profili, fissare tutti i pannelli successivi alle guide dei profili di montaggio in base al tipo di costruttore. La fase più difficile dell’intera procedura è l’installazione dell’ultimo pannello. È necessario tagliare in lunghezza di un millimetro in meno rispetto alla distanza da una parete al profilo di partenza a quello opposto. Inserire il pannello con un lato fino in fondo nei profili, direttamente nell’angolo.

    Allo stesso tempo, l’altra estremità penzolerà liberamente, farà scorrere il pannello fuori dal primo angolo e lo inserirà. Avrai un piccolo spazio tra il penultimo e l’ultimo pannello, ma devono essere collegati in qualche modo. A volte puoi farlo da solo, ma più spesso no. Quindi puoi usare il nastro adesivo. Attacca un paio di strisce sull’ultimo pannello e tiralo fino al precedente.

    Per montare l’apparecchio, segnare con una matita la posizione sul pannello. Quindi devi tagliare un buco usando un coltello clericale. Inserisci la lampada nel foro e collega il filo ad essa. I cavi devono essere eseguiti al soffitto. Se è necessario installare più apparecchi di illuminazione, si consiglia di collegarli in parallelo tra loro..

    Alla fine dell’installazione, la stanza cambierà molto. Ma dovrà ancora essere incollato con un fregio attorno al perimetro. Questo viene fatto per nascondere i punti di attacco in plastica. E se teniamo conto della resistenza all’umidità e della praticità di un tale soffitto, possiamo dire che questa è una scelta abbastanza redditizia per le riparazioni in casa..

    Read more
    Soffitti

    Finitura decorativa del soffitto

    Già ieri si considerava un ordinario controsoffitto sbiancato o a base d’acqua. Oggi è consuetudine prestare a questo elemento strutturale non meno attenzione di, ad esempio, il pavimento o le pareti. Un mare infinito di moderne tecnologie e nuovi materiali ti consente di creare un design del soffitto originale, che non vedrai in nessun’altra casa. Pertanto, proveremo a capire come decorare il soffitto con le tue mani in modo originale..

    Contenuto:

    Decorazione del soffitto con intonaco decorativo

    Tra l’ampio elenco di tecniche per decorare la superficie del soffitto, si può individuare la decorazione del soffitto con intonaco decorativo, un materiale ecologico, durevole e durevole. Questo non è solo un elemento elegante all’interno, ma anche un rivestimento abbastanza resistente che protegge il soffitto da eccessiva umidità, umidità e altre influenze dannose. A seconda dell’applicazione, può avere proprietà antisettiche, idrorepellenti e di isolamento termico..

    L’intonaco decorativo è prodotto in un’ampia varietà di colori e trame. Le composizioni di intonaco decorativo possono differire negli additivi e nei riempitivi che conferiscono alcune proprietà aggiuntive al materiale di finitura. L’intonaco decorativo per il soffitto può contenere i seguenti ingredienti:

    In base alla dimensione dei grani di riempimento, gli intonaci decorativi sono suddivisi nei seguenti tipi:

    • Intonaco di grande consistenza, che ha una granulometria da 3 a 5 millimetri;
    • Intonaco decorativo di media consistenza con granulometria da 1,5 a 2,5 millimetri;
    • Intonaco a trama fine, che nella sua composizione ha granuli di dimensioni variabili da 0,5 a 1 millimetro;
    • Intonaco a trama fine con granuli di dimensioni non superiori a 0,5 millimetri.

    Nei negozi di ferramenta specializzati, è possibile acquistare intonaco strutturato e strutturato per soffitti. La miscela di intonaco strutturale è una massa bianca che può essere verniciata in qualsiasi colore durante il processo di finitura. È consuetudine applicare l’intonaco strutturale in uno strato uniforme sulla superficie, quindi utilizzare pettini, rulli e spatole speciali per formare il rilievo desiderato. Naturalmente, sarà difficile qui senza un’adeguata esperienza ottenere risultati eccellenti..

    A differenza della prima opzione, sulla superficie dell’intonaco decorativo strutturato, il rilievo si forma indipendentemente senza ulteriori interventi. Questo tipo di intonaco decorativo è molto comodo da usare perché è completamente pronto per l’uso. Tutti i componenti necessari sono già stati aggiunti agli intonaci strutturati e, una volta applicati, la struttura superficiale è già determinata dalla composizione della miscela di costruzione e finitura. L’unica cosa che deve essere fatta è dare colore alla superficie strutturata finita essiccata, cioè dipingere.

    Se non si ha esperienza nell’applicazione dell’intonaco decorativo al soffitto, è meglio dare la preferenza all’intonaco strutturato. I disegni e il rilievo della superficie del soffitto vengono selezionati quando si acquista una miscela di gesso con un diverso insieme di frazioni. Le finiture della superficie del soffitto saranno più rispettose dell’ambiente se si sceglie l’intonaco a base d’acqua. Dopo aver applicato l’intonaco, si consiglia di dipingere il soffitto con vernice a dispersione. Quando si sceglie l’intonaco per la finitura del soffitto, è necessario tenere conto del fatto che il soffitto dovrebbe avere una superficie perfettamente piana, poiché questo materiale non nasconde i difetti.

    Decorazione della superficie del soffitto con modanature in stucco

    Se non ti piacciono i moderni soffitti tesi o in cartongesso, allora devi considerare un’opzione come la decorazione del soffitto in stucco. In questo caso, avrai un tetto individuale che nessuno dei tuoi amici e conoscenti incontrerà. La modanatura dello stucco come elemento decorativo per la decorazione del soffitto è spesso la principale caratteristica distintiva di stili architettonici come il barocco e il rococò. Alcuni tipi di modanature in stucco sono venduti già pronti, è sufficiente attaccarli semplicemente alla superficie e dipingerli nel colore desiderato, scegliendo un tono a propria discrezione.

    Le modanature in gesso per decorare il soffitto possono essere realizzate con le tue mani. La produzione di stucchi da gesso è la seguente: l’alabastro o la soluzione secca viene impastata, mentre i grumi vengono rimossi, quindi la polvere viene miscelata con acqua fredda in un contenitore speciale progettato per 0,5-1 litri della soluzione preparata. La consistenza della soluzione dovrebbe essere simile al latte cotto fermentato, cioè dovrebbe essere leggermente addensato. Dopodiché, la soluzione viene mescolata bene, quindi versata negli stampi e compattata con una spatola in modo che non si formino vuoti.

    Una soluzione simile dovrebbe addensarsi entro 15 minuti e solo allora puoi estrarre lo stucco dallo stampo e lucidarlo con carta vetrata. Tali parti sono incollate con colla PVA. Non c’è bisogno di preoccuparsi che la modanatura dello stucco cada, poiché le parti stesse sono piccole e non pesanti. Se hai dei dubbi, acquista una colla più forte nei negozi di ferramenta. I giunti che si creano tra la modanatura in stucco vengono sigillati con uno speciale stucco a base di PVA e quindi puliti. Dopo la fine dei lavori, lo stucco viene dipinto.

    In qualsiasi negozio di ferramenta, puoi trovare un tipo di modanatura a stucco a base di polistirolo e poliuretano. I seguenti elementi in stucco sono in vendita per il soffitto: il tipo più popolare di modanatura a stucco in poliuretano sono le modanature, con l’aiuto delle quali vengono decorati i punti di contatto tra il soffitto e le pareti dei giunti del soffitto, prese, che sono necessarie per decorare le zone di montaggio di tutti i tipi di lampadari e plafoniere varie, cornici, cordoli, composizioni floreali e ornamentali.

    Un processo incredibilmente semplice è la finitura decorativa del soffitto con modanature in stucco poliuretanico, ma è necessario ricordare che prima di incollare il materiale stesso, il materiale deve giacere per diversi giorni nella stanza in cui deve essere installato. Successivamente, le parti vengono incollate sulla superficie. Dopo che la colla si asciuga, i prodotti vengono verniciati. Per il polistirolo si utilizzano vernici esclusivamente a base acqua, e per i prodotti poliuretanici si utilizzano composizioni di qualsiasi tipo.

    Sullo stucco, puoi raffigurare astrazioni, motivi intricati, applicare dorature efficaci o usare colori vivaci. Le composizioni coloranti con un effetto perlescente sono traslucide e questo deve essere preso in considerazione a causa del fatto che la superficie verniciata acquisisce una tonalità piuttosto satura, ma non è completamente verniciata. Questa vernice è molto spesso chiamata camaleonte, poiché cambia colore a seconda dell’illuminazione. Si applica con spatola di plastica, pennello, spugna, rullo o pistola a spruzzo..

    L’effetto antico, amato da molti, può essere ottenuto solo dipingendo modanature in gesso o stucco poliuretanico. A tale scopo vengono utilizzate vernici a base di calce. Dopo macchie, cedimenti, abrasioni, sulla superficie compaiono transizioni di colore. Applicare la vernice con un pennello a setole lunghe con un movimento circolare. Nei punti in cui il pennello viene premuto più forte e compaiono graffi.

    L’effetto acquerello è molto popolare, che si ottiene quando si utilizzano due colori per dipingere modanature in stucco. Un colore diverso viene applicato allo strato principale di vernice, che è completamente asciutto. A questo scopo, puoi usare un panno, polietilene stropicciato, una spugna. L’imitazione del legno sembra interessante sulla modanatura dello stucco: usando un rullo simile a una macchina per rasoio (puoi acquistarlo in qualsiasi negozio di ferramenta), viene eseguita su una superficie appena verniciata per ottenere un motivo in legno.

    Decorare il soffitto con la carta da parati

    La carta da parati viene utilizzata molto meno spesso sui soffitti che sui muri, poiché si ritiene che quando si decora il soffitto con carta da parati, i residenti abbiano spesso una sensazione come il recinto dello spazio, se il soffitto sopra la testa non è bianco. Ma se non ti consideri una tale categoria di persone, puoi prestare attenzione alla creazione di un rivestimento decorativo del soffitto dalla carta da parati. Quasi tutti gli sfondi possono essere incollati al soffitto, se, ovviamente, ci provi, ma tuttavia si consiglia di utilizzare uno sfondo denso per i soffitti, in modo che, oltre agli effetti decorativi, sia possibile nascondere piccoli difetti e livellare la superficie.

    È anche molto comodo incollare carta da parati non tessuta, poiché applicherai la colla sul soffitto e non sulla carta da parati stessa. Questi sfondi possono essere suddivisi in due categorie: normali e lavabili. Nelle stanze in cui il soffitto è molto sporco, ad esempio in cucina, è necessario utilizzare quest’ultima opzione. Per le stanze che necessitano di isolamento acustico e isolamento termico, le carte da parati in tessuto sono perfette, ma bisogna tenere presente che assorbono gli odori e raccolgono la polvere.

    Anche gli sfondi per foto sono di buona qualità. Ad oggi, sono piuttosto diversi nell’argomento della trama rappresentata. Inoltre, è possibile ordinare lo sfondo con l’immagine che ti serve, ad esempio copiata dalla tua foto preferita. I soffitti decorativi avranno un aspetto migliore con i fotomurali del cosiddetto tema “aria”: l’immagine di un cielo stellato o nuvoloso, tramonto, spazio. Per rifinire il soffitto nella stanza dei bambini, puoi scegliere un’immagine di personaggi dei cartoni animati che i tuoi bambini adorano o un’astrazione 3D.

    Oltre alla normale carta da parati, ai nostri tempi, hanno iniziato a utilizzare attivamente carta da parati in materiale naturale, che può essere facilmente incollata al soffitto. Molto spesso, questa tecnica viene utilizzata in uno stile ecologico. La caratteristica principale di tali sfondi è la loro compatibilità ambientale: gli sfondi naturali sono in grado di distribuire uniformemente l’aria e l’umidità nella stanza, hanno, a differenza delle normali carte da parati, un elevato isolamento acustico, poiché sono a due strati. La base della carta da parati naturale è la carta non sbiancata e dal suo lato esterno vengono solitamente incollati fili di fibre naturali di bambù, iuta, radice di freccia, fiore d’oro, sisal, canna gialla.

    Le lenzuola di palma e bambù sono le prossime finiture decorative per soffitti popolari. Tali rivestimenti sono pannelli, dove le lamelle di palma o bambù sono incollate su una base di tessuto. Le lamelle sono colorate naturalmente o possono essere verniciate in qualsiasi colore. Per incorniciare il bordo della tela, decorare le giunture e fissare ulteriormente tali prodotti, viene utilizzato un sistema di profili di bambù.

    Un altro materiale naturale interessante per il soffitto è linkrust. È un tipo di carta da parati con una lunga storia. Le lincrusta vengono utilizzate per decorare interni completamente diversi per destinazione e stile: dalle camere reali alle cabine e alle carrozze ferroviarie. Lincrust è un materiale abbastanza resistente che puoi ridipingere molte volte, puoi anche ricavarne varie composizioni decorative..

    L’uso del legno nella decorazione del soffitto

    Un campo molto ampio per la creatività nel design decorativo del soffitto può essere un albero, o più precisamente: barre, pannelli, assi e doghe di diverse dimensioni, trame e colori. Questo design del soffitto si trova più spesso in stili come Provenza, Country, Scandinavo, Eco, Etno e Fusion. Il legno è da sempre il materiale ecologico più diffuso che può essere verniciato e lavorato..

    In vendita puoi trovare speciali pannelli di rivestimento, realizzati con essenze pregiate di legno, e pannelli per controsoffitti, realizzati secondo il principio di una tavola di parquet da pavimento a più strati. Lo strato frontale è realizzato in pregiata impiallacciatura di legno e il resto degli strati è costituito da specie poco costose e diffuse, ad esempio abete rosso, pino.

    Anche se il legno solitamente non ama un ambiente umido, i controsoffitti realizzati con tali pannelli possono essere installati in qualsiasi ambiente, anche in quelli dove c’è alta umidità, cioè in bagno o in cucina. Per fare ciò, devi solo seguire alcune regole: devi creare spazi di ventilazione e coprire tutti i pannelli con una speciale cera per legno. Grazie a questa cera, la superficie del legno riceverà la necessaria resistenza all’umidità, non si sbuccerà e non si spezzerà..

    Per la finitura decorativa del soffitto, sono adatte anche lamelle di legno: lastre realizzate con pannelli dai bordi sottili con impiallacciatura. La lunghezza, lo spessore, la larghezza delle lamelle varia a seconda dell’utilizzo. Le lamelle sono realizzate con vari materiali, quindi la scelta di trame e colori è quasi infinita, questo rende possibile scegliere una combinazione di colori individuale per ogni interno. Il vantaggio principale di tali lamelle è il loro peso ridotto, che consente loro di essere semplicemente “incollate” sulla colla.

    La popolarità è goduta dai soffitti a travi, che consistono in travi bordate con assi dall’interno della stanza, soffitti con un rotolo continuo di tronchi tondi e non trattati o da fodera. Se lo si desidera, tali materiali possono essere trattati con mordenti, composti coloranti, ottenendo varie sfumature e colori. Inoltre, c’è sempre la possibilità di utilizzare un rivestimento in euro più economico, che di solito è rivestito con mastici e oli speciali per imitare un pregiato tipo di legno..

    Pittura decorativa della superficie del soffitto

    La pittura decorativa è uno dei modi migliori per decorare la superficie del soffitto. In precedenza, palazzi e templi venivano decorati in questo modo, ma oggi questo tipo di decorazione del soffitto è disponibile per ogni proprietario, indipendentemente dalla sua classe. Puoi eseguire vari tipi di pittura sui soffitti: da una tela surreale scioccante a una composizione leggera e ariosa. Ciò include anche l’imitazione di tutti i tipi di superfici (legno, tessuto, pietra, ecc.), ornamenti e la creazione di disegni individuali.

    L’immagine di un motivo a cielo sul soffitto è molto popolare. L’interno potrebbe avere un plafond, che è lontano dai classici. Allo stesso tempo, quasi ogni stanza diventa visivamente più alta e sembra essere piena di luce e aria. Puoi aggiungere uccelli, fiori, rami alla composizione, se il soffitto è particolarmente poco profondo, di forma ovale o rotonda. Anche i murales trompe l’oeil riproducono fantasie architettoniche sul soffitto in vari modi, che vanno verso il cielo..

    I fiori decorativi completano perfettamente il design degli interni della sala da pranzo e del soggiorno. Gli ornamenti floreali includono ghirlande, vasi di fiori, ghirlande e piccoli dettagli architettonici. Molto spesso, la pittura del soffitto elfica viene utilizzata negli interni classici, insieme a spaccature e decorazioni a stucco. Un disegno monocromatico o grisaille (stucco dipinto) sembra piuttosto buono.

    Qualsiasi disegno può essere applicato alla superficie utilizzando un pennello e una vernice. Se non hai nemmeno il talento di un artista, la pittura decorativa del soffitto non ti darà alcun problema, perché oggi in vendita ci sono molti stencil con disegni già pronti. Tali prodotti devono solo essere fissati al soffitto con nastro adesivo e quindi non resta che decorarli.

    Tale decoro, se lo si desidera, può essere integrato con applicazioni. Oggi, le applicazioni vengono per lo più eseguite utilizzando decalcomanie in vinile disponibili in commercio. La cosa più interessante è che sono adatti non solo per decorare i soffitti, ma anche per mascherare macchie e crepe, per cui è possibile evitare temporaneamente riparazioni importanti. Gli adesivi in ​​vinile sono anche buoni in quanto possono essere incollati più volte in luoghi diversi, senza lasciare tracce in posizioni precedenti..

    Pertanto, l’impressione generale del design della casa dipenderà dalla bellezza con cui hai realizzato il soffitto della casa. Abbiamo considerato solo i modi più popolari per decorare i soffitti. E non puoi contarli tutti sulle dita! La cosa principale in questo caso è mostrare l’invenzione creativa e implementarla correttamente, senza dimenticare un’attenta pianificazione e un controllo passo-passo..

    Read more
    Soffitti

    Installazione di pannelli per controsoffitto in schiuma

    Il mercato interno è saturo di una varietà di materiali per la decorazione del soffitto, offrendo al consumatore molte opzioni. Può essere plastica, legno, pannelli metallici o sistemi di sospensione e tensione, in ogni caso, ogni rivestimento, in un modo o nell’altro, svolge una propria funzione decorativa. Tuttavia, esiste un materiale che combina compatibilità ambientale, facilità di installazione, basso costo e durata. Stiamo parlando di pannelli per controsoffitti in schiuma, che hanno recentemente riacquistato la loro precedente popolarità..

    Contenuto:

    I prodotti in schiuma sono ampiamente utilizzati nella costruzione grazie alle loro elevate proprietà tecniche e operative. Da esso vengono prodotti elementi per la finitura e la decorazione dei locali. Questi possono essere pannelli del soffitto, battiscopa e prese che completano o vengono utilizzati in modo indipendente..

    Produzione di pannelli per controsoffitti in schiuma

    Va notato subito che i pannelli del controsoffitto in schiuma sono spesso prodotti in una forma quadrata con dimensioni di 30×30 o 50×50 cm, meno spesso viene offerta una piastra rettangolare sul mercato delle costruzioni. Per tecnologia di produzione, possono essere divisi in 3 tipi.

    premuto

    • Qui vengono utilizzati i francobolli, in cui vengono posate le lastre di schiuma preparate. La forma viene passata attraverso una pressa, formando un’impronta di un motivo in rilievo sul lato anteriore. Con questo metodo di fabbricazione si preserva la granulosità del materiale. La produzione è possibile solo in bianco.
    • Dopo la posa, è possibile conferire alle lastre qualsiasi sfumatura ricoprendole con pittura a dispersione acquosa, diluita con la tonalità di colore desiderata. I pannelli realizzati con questo metodo possono essere laminati in qualsiasi tavolozza di colori..
    • Questa tecnologia consente di produrre un prodotto con parametri geometrici precisi, quindi la superficie del soffitto è quasi perfetta. A causa della struttura porosa e dello spessore (fino a 8 mm), le lastre hanno buone proprietà di isolamento termico e acustico..

    estruso

    • Con questo metodo, la materia prima principale viene trattata termicamente. La schiuma viene fusa e dalla massa risultante viene ricavata una striscia, che successivamente si trasforma in piastrella mediante termoformatura sottovuoto.

    • Nel processo di fusione del materiale, è possibile aggiungere un colorante, che consente di produrre tali prodotti in qualsiasi gamma di colori..
    • La bassa porosità rende questo pannello per soffitto più resistente. Tuttavia, dovrebbe essere chiarito che in tale produzione, l’attrezzatura deve essere configurata nel modo più accurato possibile. In caso contrario, i prodotti potrebbero risultare con deviazioni nelle dimensioni. Il che creerà senza dubbio difficoltà durante l’installazione.
    • Questi prodotti hanno una finitura lucida. Sono prodotti in un’ampia varietà di ornamenti in rilievo, con motivi in ​​rilievo chiaro, con decorazioni complesse, a volte voluminose. È molto facile prendersi cura di tali pannelli..
    • Dopo aver incollato i pannelli di estrusione, la cucitura tra gli elementi è abbastanza evidente. Inoltre, tali prodotti non possono essere ulteriormente verniciati, poiché la loro superficie non è in grado di assorbire la materia colorante..

    Iniezione

    • Questo metodo di fabbricazione prevede il trattamento con vapore della materia prima principale nello stampo. Il risultato è una lastra colata bianca con uno spessore di 9-14 mm, che ha una qualità superiore..

    • Le preziose proprietà dei pannelli per controsoffitto realizzati con questo metodo sono proprietà idrorepellenti e fonoassorbenti, che consente loro di essere montati in ambienti umidi (bagno, cucina) e stanze con pareti sottili..
    • Questo tipo di piastrella ha forme geometriche regolari, texture più profonde e chiare. Durante l’installazione, il materiale forma un’unica rete senza cuciture visibili.

    Vantaggi e svantaggi dei pannelli per controsoffitti in schiuma

    • Nonostante le diverse tecnologie di produzione, il peso delle piastrelle non supera i 200 g / m2, il che facilita notevolmente il trasporto, lo stoccaggio e l’installazione dei prodotti.
    • Nel processo di produzione, i pannelli in schiuma sono trattati con componenti ignifughi, che riducono l’infiammabilità del materiale. Grazie a ciò, la fiamma viene trattenuta, non più di 4 secondi. Inoltre, durante la combustione, la schiuma produce un calore 8 volte inferiore rispetto al legno..
    • I prodotti realizzati per estrusione sono caratterizzati da resistenza alle soluzioni alcaline, alcoliche e saline, miscele edili a base di gesso, calce e cemento. Ciò consente loro di essere montati su superfici realizzate con qualsiasi materiale.
    • Tuttavia, non dovresti permettere il contatto con solventi organici come: benzina, trementina, cherosene, acetone. Le pitture e le vernici a base di olio possono deformare e fondere i pannelli in schiuma.
    • Va inoltre notato che il materiale è sicuro per l’ambiente, dove l’indice di tossicità non supera 0,027 mg / m³, che è pienamente conforme agli standard esistenti..
    • I pannelli in schiuma non sono soggetti a decadimento e formazione di muffe, resistono a un’ampia gamma di temperature. Il coefficiente di isolamento termico supera quello dei prodotti in legno, per non parlare di materiali come mattoni o cemento armato.
    • Tali prodotti possono essere montati in quasi tutte le stanze per qualsiasi scopo, ma solo se esiste un sistema di ventilazione affidabile..
    • Un vantaggio significativo dei pannelli per controsoffitti in schiuma è il loro prezzo basso e un vasto assortimento..

    • L’unico inconveniente di questo materiale di rivestimento è la sua inadeguatezza per interni costosi o stanze decorate in uno stile ultramoderno. Anche se oggi i produttori stanno cercando di ampliare il più possibile la gamma di prodotti, dove ogni consumatore può acquistare pannelli a piacere.

    Come scegliere i pannelli per controsoffitti in schiuma

    • Prima di tutto, al momento dell’acquisto, dovresti studiare la forma geometrica del prodotto. Gli angoli dovrebbero essere rigorosamente uguali a 90 °, i bordi delle lastre dovrebbero essere uniformi, senza inceppamenti e arrotondamenti. Tali condizioni di selezione consentiranno l’installazione in cui i bordi dei bordi saranno invisibili..
    • La densità e lo spessore del pannello del soffitto devono essere gli stessi su tutta la superficie. Non sono ammessi bordi sgretolati. Se viene acquistato un prodotto timbrato, prendilo per l’angolo e scuotilo leggermente, se non si rompe, la tecnologia di produzione non è stata violata..
    • Il rilievo sulla lastra dovrebbe essere lo stesso e l’ornamento (disegno) dovrebbe essere chiaro, senza sfocature.
    • Naturalmente, i prodotti realizzati per estrusione hanno l’aspetto più attraente. Tuttavia, durante il funzionamento, la loro lucentezza può diventare molto invadente, un tale prodotto è abbastanza in grado di “distrarre” l’attenzione dagli elementi principali della situazione..
    • I proprietari di piccole cucine dovrebbero fare attenzione quando scelgono questo materiale, soprattutto se c’è una scarsa ventilazione nella stanza e, inoltre, non c’è una cappa aspirante. In questo caso, l’aria calda della stufa ristagnerà sotto il soffitto, facendo penetrare del grasso nella superficie porosa del pannello del soffitto. Dopo un po ‘, il prodotto ingiallirà e perderà la sua forma..

    Calcolo del numero richiesto di pannelli per il soffitto

    Il calcolo del materiale può essere eseguito in due modi.

    Il primo modo

    • La superficie della stanza è disegnata su carta, destinata all’incollaggio con pannelli. La scala sarà sicuramente conservata qui. Poiché i pannelli del soffitto in schiuma sono generalmente montati dal centro del soffitto, è necessario prima disegnare le diagonali. Successivamente, è necessario “posizionare” il materiale con la massima cura dalla parte centrale ai bordi della stanza..
    • Se, posizionato contro il muro, rimane uno spazio pari a meno della metà della soletta, allora un pezzo andrà a coprire due aree simili. Se lo spazio è superiore a 25 cm, dovresti sapere che l’intera tessera verrà consumata;

    Secondo modo

    • Il calcolo può essere eseguito anche matematicamente, dove la lunghezza e la larghezza della stanza sono divise per la dimensione delle lastre. Ad esempio, c’è una stanza con una larghezza di 4,5 me una lunghezza di 3,8 m, il prodotto acquistato ha dimensioni di 50×50 cm, quindi 4,5: 0,5 = 9 piastrelle, 3,8: 0,5 = 7,6 piastrelle. I risultati ottenuti vengono moltiplicati e come risultato si ottiene la quantità totale di materiale – 68 pezzi interi.
    • Indipendentemente dal metodo con cui è stato effettuato il calcolo, il materiale dovrebbe essere acquistato del 10-15% in più. Questo è necessario in caso di taglio errato o deformazione del prodotto, perché non si vuole proprio correre in negozio, abbandonando le riparazioni. Inoltre, se è trascorso un po’ di tempo dall’acquisizione, è possibile che questa raccolta non sia più disponibile..

    Selezione dell’adesivo

    È importante scegliere l’adesivo giusto prima di fissare i pannelli del soffitto in schiuma..

    • Questi lavori possono essere eseguiti utilizzando il noto adesivo acetato di polivinile “Bustilat” o, ad esempio, “PVA”. Non hanno un odore ripugnante, ma, sfortunatamente, si asciugano a lungo. Se per qualche motivo la scelta è caduta su tali adesivi, quindi, per non stare per 10 minuti sotto il soffitto, sostenendo con cura la piastrella, si consiglia di utilizzare spille da balia, attaccandole con cura ad angolo negli angoli del prodotto.
    • Puoi anche utilizzare adesivi universali come “Titan”, “Master” o “Eco-set”. Il polimero, che fa parte delle opzioni presentate, è dotato di proprietà adesive piuttosto buone, ma l’impostazione stessa richiede molto tempo.

    • Sullo sfondo, “Moment” si confronta favorevolmente, il che corrisponde pienamente al suo nome: si incolla all’istante. Certo, è un po ‘più costoso e devi acquistare anche una pistola da costruzione, ma ne vale la pena.
    • La consistenza densa di Liquid Nails è perfetta per questi scopi, soprattutto se la superficie non è ideale. Qui dovresti leggere la composizione, non dovrebbe esserci solvente tra i componenti.
    • Puoi preparare tu stesso la miscela adesiva. Per fare ciò, è necessario uno stucco polimerico (preferibilmente su base acrilica), che viene diluito con acqua fino a renderlo denso come la panna acida. Nella fase di impasto viene aggiunto un po’ di PVA. Si consiglia di mescolare tale soluzione in piccole porzioni in modo che non abbia il tempo di indurirsi durante il lavoro..
    • Va detto che il prodotto stampato si incolla più facilmente rispetto alle piastrelle realizzate per estrusione..

    Metodi per disporre i pannelli del soffitto in schiuma con una foto

    Le lastre di schiuma possono essere incollate dall’angolo: il metodo è rilevante per le stanze con parametri ideali, il che è di per sé una rarità. Se questi lavori vengono eseguiti in un appartamento tipico, è probabile che le cuciture longitudinali delle piastrelle si spostino e siano chiaramente visibili dalla porta d’ingresso..

    • Il posizionamento può anche essere diagonale. Questa opzione è preferibile, perché questa disposizione consente di ingrandire visivamente la stanza. Inoltre, tutti i difetti, le parti tagliate a forma di cuneo delle lastre andranno alle pareti.

    • Se qualcuno trova il soffitto bianco come la neve troppo noioso e ordinario, puoi attaccare piatti multicolori. Per una combinazione, viene selezionata una coppia di tonalità abbinate o, al contrario, viene eseguito un “gioco” sui contrasti. I prodotti selezionati sono impilati sotto forma di serpentina o scacchiera.

    • Per creare un progetto individuale, i pannelli sono dipinti con vernice acrilica o a base d’acqua diluita nel colore. Puoi dipingere l’intera superficie del soffitto o solo gli elementi selezionati nell’ordine richiesto.

    • A volte i pannelli sono incollati su un telaio in legno o metallo, questo metodo è più adatto per superfici curve. Il design consente di nascondere le comunicazioni o creare un soffitto di forma complessa.

    Installazione di pannelli per controsoffitto in schiuma

    • I progettisti consigliano in ogni caso di iniziare a posare il materiale di rivestimento dal lampadario, ottenendo così uno schema chiaramente allineato nella parte centrale del soffitto. Per fare ciò, è necessario tracciare una linea retta da qualsiasi angolazione che passa per il punto in cui si trova il dispositivo di illuminazione principale. Di solito è un lampadario e, di regola, non è al centro della stanza..

    • La seconda linea deve essere tracciata perpendicolarmente alla prima. Si ottiene così una superficie divisa in 4 segmenti..
    • Ma prima di ciò, viene eseguito il lavoro organizzativo standard per preparare il soffitto, compresa la pulizia dal rivestimento precedente o dal mastice scrostato. Ricorda, se hai scelto piastrelle sottili, le macchie scure saranno visibili attraverso di esse. Pertanto, è meglio intonacare la superficie almeno una volta per dare un colore bianco uniforme..
    • Viene prodotto obbligatoriamente un primer, che sopprime la crescita di muffe e funghi, rimuove la polvere di costruzione dalla superficie, il che migliora significativamente l’adesione.

    • Successivamente, viene segnato il soffitto, dove sono disegnate le diagonali perpendicolari, che fungono da guide per la posa dei pannelli. Dopo aver accuratamente controllato l’accuratezza degli angoli e l’uniformità delle linee, puoi procedere all’adesivo.

    Qui è necessario un set minimo di strumenti:

    • coltello affilato da assemblea, clericale o ordinario;
    • matita, metro a nastro;
    • tessuto molle;
    • la piastrella stessa e la colla.

    Fasi di lavoro

    • Non importa come verranno posate le lastre: parallele alle pareti, cioè dall’angolo o dalla parte centrale del soffitto in diagonale, ricordate che i primi 2-3 pannelli determinano l’aspetto dell’intera superficie. Pertanto, è necessario prestare particolare attenzione alla posizione corretta dei prodotti in schiuma, secondo i segni.
    • Prestare attenzione alle frecce o scritte in rilievo sul retro delle lastre. Indicano la direzione in cui deve essere eseguita la posa. Se non ce ne sono, subito dopo aver aperto la confezione, devi metterli tu stesso, ad esempio, con una matita semplice, ma in nessun caso dovresti usare un pennarello. Ci sono 2 ragioni per questo, in primo luogo – alla luce del giorno, i pannelli differiranno in modo significativo nelle tonalità – dal bianco al grigio scuro. Ciò è particolarmente vero per i prodotti lisci. In secondo luogo, ci sono spesso lastre in cui uno dei lati può differire di una frazione di millimetro, sembra poco, ma quando vengono posati 10 elementi, “corre” fino a 0,5 cm. non c’è bisogno di parlare di cuciture perfettamente uniformi. Pertanto, se i pannelli di schiuma sono incollati rigorosamente in una direzione, la differenza non sarà invisibile né nel lavoro, né nel risultato finale..
    • Di norma la colla viene applicata in modo puntuale lungo il perimetro dei pannelli; per un fissaggio più affidabile con la colla si possono anche segnare le diagonali del prodotto. Dopodiché devi aspettare qualche minuto e solo dopo incollare il piatto.

    • Il materiale stesso è piuttosto sottile, quindi la pressione non dovrebbe essere eseguita con le dita, ma con il palmo. La colla in eccesso viene accuratamente rimossa con un panno subito dopo l’installazione della piastra. Successivamente, viene controllata la posizione della lastra, che deve essere rigorosamente parallela alla linea contrassegnata. Se necessario, vengono apportate modifiche al posizionamento del pannello del soffitto.

    • I pannelli successivi vengono montati allo stesso modo. Quando si posano i prodotti dall’angolo, l’incollaggio viene eseguito in file. Se è stata scelta l’opzione in cui l’installazione inizia dalla parte centrale del soffitto, si consiglia di incollare le piastre 2 pezzi alternativamente in ciascun segmento, cioè in un cerchio rispetto al lampadario. In questo caso, sarà possibile evitare un notevole spostamento delle cuciture..
    • Durante il lavoro, è importante assicurarsi che non vi sia alcuna differenza nell’altezza del prodotto, possibile a causa di uno strato di colla eccessivo o non sufficientemente spesso..
    • Quando tutte le lastre sono state fissate, viene misurata la distanza dal muro e la parte richiesta viene tagliata con un coltello. Ogni pannello dovrebbe essere misurato separatamente, poiché la stanza spesso non ha le dimensioni corrette. Se rimane uno spazio non superiore a 15 mm tra il muro e l’intero pannello, non è necessario chiuderlo, qui nasconderà i raccordi.

    • Se, alla fine dell’installazione dei pannelli del controsoffitto in schiuma, sono stati trovati degli spazi tra le piastre con le tue mani, non dovresti essere arrabbiato, qui puoi impastare un po’ di stucco finale e chiudere delicatamente lo spazio con il dito. La miscela in eccesso dal prodotto viene rimossa con una spugna umida.

    Tali piastre non richiedono cure particolari. Qui è sufficiente pulire di tanto in tanto i prodotti laminati con un panno umido e acqua saponata. Altre piastrelle possono essere aspirate utilizzando il pad morbido. L’alcol ti aiuterà a eliminare la macchia di grasso e lo sporco leggero può essere facilmente rimosso con una gomma..

    Read more
    Soffitti

    Tornitura fai-da-te per il rivestimento del soffitto

    Il rivestimento è un materiale di finitura abbastanza popolare, la cui durata dipende direttamente dalla tecnologia della sua installazione. Prima di installare il rivestimento, è necessario costruire una cassa su cui verrà fissato. Impareremo di più su come installare la cassa sotto il rivestimento con le nostre mani..

    Sommario:

    Fodera – vantaggi di utilizzo e tipi di materiale

    Il rivestimento è un comodo rivestimento di finitura che consente di nascondere tutte le irregolarità di pareti e soffitti, senza prima livellarli. Inoltre, il materiale ha un aspetto attraente ed è disponibile in una varietà di forme, trame e colori..

    Esiste un gran numero di rivestimenti in relazione al materiale con cui è realizzato, allo spessore, alla trama, al colore, ecc. Ci sono due opzioni per il rivestimento in relazione ai materiali con cui è realizzato:

    • naturale;
    • sintetico.

    La prima opzione prevede l’uso del legno per la produzione di rivestimenti. Le opzioni sintetiche sono realizzate in plastica. Si prega di notare che il rivestimento in plastica è consigliato per l’uso all’esterno dell’edificio, nei locali di un magazzino, cantina, soffitta.

    Inoltre, la plastica è ottima per resistere all’umidità, motivo per cui viene utilizzata anche in bagno. A causa dell’insufficiente resistenza della plastica, non dovrebbe essere soggetta a sollecitazioni meccaniche. Altrimenti, la superficie sarà coperta da crepe e scheggiature, che rovineranno l’aspetto del rivestimento..

    Per la produzione di rivestimenti con materiali naturali utilizzare:

    • tavole di quercia o frassino;
    • tiglio o ontano;
    • pino, abete rosso.

    Quando si sceglie un profilo, è necessario tenere conto dello scopo funzionale del rivestimento. Se le pareti devono essere di alta resistenza, dovrebbero essere preferite tavole più spesse. Decorare le pareti significa creare una finitura accattivante.

    Inoltre, il rivestimento è suddiviso in diversi tipi in termini di qualità. Il materiale di altissima qualità – rivestimento extra, ha una trama perfettamente liscia, non ha difetti, scheggiature, deformazioni, ha una struttura in legno pronunciata.

    La categoria A e B presuppone la presenza di piccoli nodi, che non influiscono sulle caratteristiche di resistenza del materiale. Il rivestimento di bassa qualità viene utilizzato per la finitura di locali industriali o di magazzino.

    Esistono varietà di rivestimento in relazione al profilo su cui è installato:

    • la versione europea del rivestimento – ha un lato anteriore liscio e scanalature con scanalature;
    • la versione americana è un’imitazione di una sovrapposizione;
    • la versione a pannello del rivestimento ha la forma di una barra;
    • block house – ha una forma arrotondata che ricorda la superficie di un bar.

    Si prega di notare che il rivestimento si fissa abbastanza facilmente al soffitto. La cosa principale è avere gli strumenti di falegnameria necessari e l’esperienza nel lavorare con loro..

    Tornitura fai-da-te per rivestimento: tecnologia e strumento di creazione

    Nel processo di lavoro sulla cassa, avrai bisogno di:

    • seghetti per il taglio di travi in ​​legno;
    • una livella ad acqua o a bolla per verificare l’uniformità della cassa;
    • pizzo da costruzione;
    • trapano elettrico con una serie di punte per legno di vari diametri;
    • martello, coltello cacciavite;
    • cacciavite, per fissare elementi di fissaggio.

    Per fissare il rivestimento sul soffitto, è necessario creare una base su cui verrà tenuto. La tornitura corretta per il rivestimento è costruita in questo modo:

    • le barre rettilinee sono fissate attorno al perimetro della stanza, il valore medio della loro sezione trasversale è di 4×4 cm, questo indicatore varia a seconda del carico sulla superficie;
    • utilizzare un livello per monitorare le prestazioni;
    • per regolare la corretta installazione dei listelli a soffitto, utilizzare piastre speciali, vengono installate nei punti in cui la barra è fissata sui pannelli di supporto;
    • le barre sono fissate al soffitto con viti, di conseguenza si dovrebbe ottenere un rivestimento durevole, che è limitato alle barre.

    Se sul soffitto è presente un pavimento in cemento, la tornitura per il rivestimento del soffitto viene installata in questo modo:

    1. I tasselli con una dimensione di 0,8 per 4 cm sono montati sul soffitto. Per la loro installazione, è necessario praticare fori con una profondità di circa 5 cm utilizzando un trapano in metallo duro. Inoltre, i tasselli sono montati all’interno dei fori e fori con lo stesso diametro.

    2.Utilizzando una corda, fare un segno sul soffitto, lungo il perimetro del quale verranno fissate le barre per creare il tornio. La distanza tra le barre è di circa 60 cm.

    3. Per verificare la planarità dell’installazione delle barre, utilizzare una lenza. La parte interna della cassa è più difficile da installare, quindi sono necessarie almeno due persone per lavorare.

    4. La barra viene installata sul soffitto rispetto alla lenza precedentemente tesa, se necessario vengono installate piastre speciali per livellare orizzontalmente il tornio. Utilizzare viti autofilettanti e un cacciavite per fissare le barre alla superficie..

    Dopo aver installato la tornitura sotto il rivestimento, viene installato il materiale di finitura stesso. Se è necessario un isolamento aggiuntivo del soffitto, tra le barre viene installato un materiale termoisolante. Si noti che se la lana minerale funge da isolante termico, è inoltre necessario prendersi cura della sua protezione dall’umidità.

    Come realizzare correttamente una cassa per un rivestimento

    Esistono due modi per installare il rivestimento sul soffitto. Fissandolo direttamente alle pareti o al soffitto o installandolo sul tornio. Secondo il primo metodo, per installare il rivestimento, è necessario preparare una base perfettamente piana. Il secondo metodo è meno laborioso, tuttavia, prevede la creazione di una barra di tornitura per il rivestimento.

    In relazione al materiale con cui è realizzato il soffitto, vengono utilizzate viti o tasselli autofilettanti per fissare il legno al soffitto. Il legname sul tornio si trova in posizione perpendicolare rispetto ai pannelli di rivestimento. L’installazione del rivestimento in posizione orizzontale consente di aumentare la stanza. I pannelli di rivestimento fissati verticalmente sono in grado di aumentare visivamente l’altezza del soffitto.

    Il legno di larice o di pino viene utilizzato come materiale per la fabbricazione del tornio. Si noti che la seconda opzione non è adatta per la finitura del bagno, poiché il pino rilascia composti resinosi se esposto a temperature elevate. In questo caso, è meglio usare tiglio o larice..

    In alcuni casi, viene utilizzato un profilo in alluminio per creare la tornitura per il rivestimento. Se il bagno è in fase di finitura, si consiglia di rimanere sulla versione zincata del profilo, resistente all’umidità e alla corrosione..

    Utilizzare una tavola larga come base su cui verrà montato il rivestimento. Pertanto, sarà possibile ottenere la massima resistenza e durata del rivestimento. Si prega di notare che il materiale non deve essere troppo bagnato, il contenuto di umidità ottimale nel legno è del 16,5%. Prima di acquistare una barra, ispezionala attentamente per crepe, secrezioni resinose e umidità eccessiva. Se hai almeno uno di questi indicatori, è meglio rifiutare di acquistare tale materiale..

    Prima di iniziare il lavoro, determinare la dimensione del tornio per il rivestimento. In relazione a questo indicatore, determinare la quantità di materiale necessaria per creare la tornitura.

    Per determinare la quantità di materiale necessaria per il lavoro, considerare le seguenti raccomandazioni:

    • determinare il tipo di tornitura con la posizione delle guide su un piano o sotto forma di griglia;
    • lo spessore del rivestimento in relazione al quale viene determinata la dimensione del legname per il tornio;
    • la presenza o l’assenza di isolamento sotto l’assicella, il suo spessore;
    • la presenza di ulteriori sistemi di comunicazione sotto l’assicella, ad esempio cablaggio elettrico, sistema di ventilazione.

    In alcuni casi, se è presente un sistema di ventilazione sotto l’assicella, è necessario formare un controreticolo. Pertanto, i due strati della struttura si trovano perpendicolari l’uno all’altro..

    Prima di fissare le doghe in legno sul soffitto, è necessario trattarle con soluzioni antisettiche e ritardanti di fiamma. Prima di iniziare l’installazione, le schede devono essere nella stanza per due giorni. L’albero deve adattarsi alla temperatura e all’umidità della stanza, quindi la guaina non si restringe..

    Come installare un tornio sotto il rivestimento: tecnologia e raccomandazioni

    In relazione alle dimensioni del soffitto, è necessario creare uno schizzo della posizione del legno sul soffitto. Successivamente, il materiale viene tagliato in base alle dimensioni. In presenza di irregolarità si sostituiscono le piastre sotto le barre.

    Con l’aiuto di un filo a piombo, viene regolata l’uniformità della cassa da installare. Inizialmente, è necessario creare un tornio attorno al perimetro del soffitto. Successivamente, vengono installate le nervature intermedie. Per installare qualitativamente le parti intermedie della cassa, prima tirare la lenza in questi punti.

    Per praticare fori attraverso il legno, utilizzare un trapano per legno, il cui diametro è determinato dal diametro delle viti. Il passo del tornio sotto il rivestimento è determinato da molti fattori, come la dimensione del soffitto, il carico sulla sua superficie, la presenza di isolamento, lo spessore del rivestimento, ecc..

    Gli elementi di fissaggio sono installati ad intervalli di un massimo di mezzo metro. In relazione al rettangolo risultante, vengono installati gli elementi rimanenti della cassa. Senza fallo, vengono installate travi aggiuntive vicino a porte e finestre.

    Si prega di notare che la funzione principale del montaggio dei listelli è quella di garantire un fissaggio rigido delle tavole, per evitare che si pieghino.

    Tra le travi intermedie e il telaio deve essere lasciato un piccolo spazio di pochi millimetri. Fornisce l’espansione termica del legno. Dopo aver installato il tornio, se necessario, l’isolamento termico viene fissato al soffitto. Successivamente, viene eseguito il lavoro sull’installazione del rivestimento.

    Tornitura a parete per rivestimento: tecnologia di installazione del rivestimento

    La qualità e la durata del rivestimento del rivestimento sono determinate dalla corretta tecnologia di installazione per questo materiale di finitura. Dopo aver installato i listelli, ricontrollare le linee orizzontali e verticali..

    Il rivestimento in legno viene tagliato a strisce, la cui lunghezza è di 50 mm inferiore al soffitto. Pertanto, è possibile formare un gap di espansione. In caso contrario, esiste il rischio di deformazione del rivestimento dopo il suo primo contatto con l’umidità..

    La prima striscia di rivestimento è fissata alla parete su ciascun lato. È una guida, l’installazione di strisce successive implica la loro installazione all’interno delle scanalature, collegandosi strettamente con essa. Utilizzare un martello di gomma per un collegamento più sicuro tra le strisce. Il secondo lato è avvitato sull’orlo inferiore. Per questi scopi, utilizzare viti o chiodi autofilettanti..

    Usando le viti autofilettanti per il fissaggio delle schede, prima fai dei fori per loro con un trapano. In caso contrario, potrebbero apparire dei chip. Usando i chiodi, non battere sul rivestimento con un martello, ma applicare.

    Quando si installa il rivestimento, prestare attenzione in anticipo all’uscita di tutti i fori di comunicazione del cablaggio elettrico, della ventilazione, ecc. Installare le strisce all’estremità del soffitto allo stesso modo. Per installare l’ultima striscia, posizionare dei picchetti tra il muro e la stessa, che aiuteranno a collegarla alla scheda precedente.

    Usa un coltello per tagliare la plastica o il pannello MDF. Tagliare la fodera su ciascun lato, quindi romperla. Per tagliare il legno normale, si consiglia di utilizzare un seghetto o un seghetto alternativo elettrico. Non è necessario un ulteriore incollaggio del rivestimento, poiché in questo caso inizia a scricchiolare e rompersi.

    Dopo aver installato il rivestimento, è necessario dipingerlo o verniciarlo nel tono desiderato. Se vuoi preservare il colore e la consistenza del legno, dipingi il rivestimento con una vernice incolore. In alcuni casi, prima della verniciatura, il rivestimento è ricoperto da un antisettico e altri composti protettivi che lo proteggono da umidità, fuoco, muffe e funghi. Il rivestimento della vasca è ricoperto da speciali composti che ne impediscono la decomposizione.

    L’installazione di un rivestimento in plastica implica l’osservazione degli stessi spazi vuoti di uno in legno. Da quando la temperatura cambia, anche la plastica si espande. Prima dell’inizio dei lavori di installazione, sulla cassa viene fissata una guida a forma di U, sulla quale sono nascoste tutte le connessioni terminali tra le strisce. Per unire tra loro i pannelli di rivestimento, vengono utilizzate strisce di collegamento.

    Il primo pannello di plastica deve essere installato con la parte di colmo per prima. Per posizionare le parti terminali del pannello all’interno della modanatura, è necessario piegarle e spingerle contro il fermo. Le viti autofilettanti con estremità appuntite vengono utilizzate per fissare il rivestimento alla parete. Ciò è necessario affinché le viti autofilettanti non scivolino sulla superficie in plastica e siano fissate nella posizione prevista..

    Read more
    Soffitti

    Installazione di soffitti in cartongesso multilivello

    Ognuno di noi sta cercando di diversificare l’interno della propria casa scegliendo una decorazione originale della parete o del soffitto. I soffitti multilivello oggi non sono più un lusso, ma per qualche motivo rimangono un sogno per molti. Tuttavia, se decidi di equipaggiare un tale soffitto nella tua casa, non te ne pentirai in seguito, poiché porterà un tocco in più all’interno della tua casa..

    Contenuto:

    Caratteristiche dei soffitti a più livelli

    Molti sviluppatori preferiscono dividere gli spazi in più zone in base al loro scopo funzionale. Quando si organizza un soffitto a più livelli, in questo caso, la suddivisione in zone può essere riflessa sul soffitto. I confini delle zone funzionali sul soffitto hanno un aspetto diverso: si tratta di transizioni di colore, differenze di livello in altezza e contrasto dell’illuminazione.

    Gli accenti sono più spesso fatti nel soggiorno nell’area di lavoro e nella sala da pranzo, ma la sala cinema e l’area ricreativa rimangono disattivate. I soffitti in cartongesso multilivello sono un’ottima soluzione per grandi stanze in cui solo un soffitto piatto sembra inappropriato. Un’altra cosa è la prospettiva nella direzione verticale..

    La versione più semplice di un soffitto in cartongesso multilivello è il soffitto in cartongesso a due livelli. Per fare ciò, su un soffitto a un livello, viene costruito un altro livello lungo il perimetro lungo le pareti. Puoi realizzare semplici sporgenze o con nicchie per l’illuminazione diffusa nascosta del soffitto. A seconda dell’intenzione del decoratore, la cornice del soffitto lungo le pareti può essere rotonda o rettangolare..

    I soffitti a tre livelli differiscono dai soffitti a due livelli solo per il numero di livelli creati sequenzialmente sui livelli precedenti. All’aumentare del numero dei livelli, diventa necessario rafforzare la struttura portante degli strati sovrastanti. I carichi di progetto standard sono calcolati in base al valore consentito – 14 chilogrammi per metro quadrato.

    È consuetudine evidenziare diversi livelli di soffitti in cartongesso dipingendo diversi strati con colori diversi e utilizzando l’illuminazione decorativa. Vale la pena notare che è più difficile equipaggiare un soffitto curvo multilivello rispetto a un tradizionale soffitto dritto o una struttura multilivello con linee rette. La principale difficoltà sta nel tracciare linee lungo le quali passerà successivamente la parte verticale di cerchi, curve e onde. In poche parole, marcature accurate sono la chiave per un lavoro di successo..

    Vantaggi delle strutture multilivello

    Scegliendo un soffitto in cartongesso multilivello per la sistemazione in casa, non sbaglierai, perché questo design ha molti vantaggi. Consideriamo i principali:

    Schizzo di un soffitto in cartongesso a più livelli

    Per analizzare come un soffitto in cartongesso a più livelli si adatterà all’interno della stanza e sembrerà relativo ai mobili, si consiglia di sviluppare prima uno schizzo di tale struttura. La cosa principale nel disegno di un soffitto a più livelli è la conformità con la scala, l’accuratezza e le dimensioni correttamente calcolate, senza errori.

    Sullo schizzo, dovresti disegnare tutte le pareti della stanza e segnare le finestre e le porte che ci sono senza fallo. Questo punto è particolarmente importante se tu stesso inventerai la forma del soffitto. Tutto dovrebbe essere pensato nei minimi dettagli, ad esempio, se ci saranno aste per tende nascoste sopra le finestre e come apparirà il soffitto dalla porta.

    Dopodiché, segna almeno schematicamente nell’immagine il posizionamento dei mobili nella stanza. Queste non dovrebbero essere caratteristiche troppo luminose in modo che l’attenzione non sia distratta dai confini del soffitto stesso. Dopo aver completato questi schizzi, puoi procedere direttamente al disegno del soffitto multilivello stesso. Se da qualche parte hai visto una foto di un soffitto in cartongesso multilivello che ti è piaciuto, puoi scegliere la stessa configurazione per te stesso, adattandola alla forma della tua stanza.

    Quando si disegna un soffitto a più livelli, considerare il numero di livelli in base all’altezza del soffitto principale nell’appartamento. Ricorda che più livelli prevedi di creare e maggiore è la distanza tra loro, più basso sarà il soffitto. Pertanto, non è consigliabile dotare una struttura eccessivamente ingombrante in appartamenti dal soffitto basso di vecchi edifici..

    La prima parte del soffitto è il livello più basso del soffitto in cartongesso multilivello e un quarto del cerchio situato in un angolo della stanza. Le due parti rimanenti, che sono forme ondulate, saranno poste allo stesso livello e nel mezzo tra il soffitto stesso e parte del cerchio.

    Puoi disegnare a mano le forme e le curve ondulate della parte centrale del futuro soffitto a più livelli con l’uso aggiuntivo di un compasso. Quando si applicano tutte le parti del soffitto a uno schizzo, è necessario tener conto delle sue dimensioni reali. Anche in questa fase, si consiglia di fare scorta di lampade in anticipo per creare la retroilluminazione, prima di iniziare il lavoro..

    Marcatura superficiale per disposizione a soffitto

    Immediatamente prima di marcare la superficie, si consiglia di pulire il soffitto dal vecchio rivestimento. Se si dispone di pannelli attaccati al soffitto, devono essere rimossi e la superficie pulita da residui di colla e irregolarità varie. Se l’imbiancatura è stata eseguita, non è possibile pulirla se non si osserva la sua partenza dalla superficie e le crepe sul soffitto..

    Il gesso che viene applicato in più strati e non tiene bene dovrà essere rimosso, poiché in futuro cadrà gradualmente e cadrà sui frammenti del muro a secco. Si consiglia di rimuovere la vecchia vernice, cosa che puoi fare con una spatola o una spazzola metallica. Il vecchio soffitto teso viene smontato rimuovendo gli elementi di fissaggio.

    Dopo aver pulito la superficie, puoi iniziare a segnare il soffitto. Il primo passo è delineare la posizione del primo livello del futuro soffitto multilivello, come nel video sui soffitti in cartongesso multilivello. È consuetudine fare segni lungo le pareti, tenendo conto del fatto che le lampade saranno posizionate tra i livelli. Pertanto, assicurati che la distanza ti consenta di posizionarli..

    Successivamente, è necessario selezionare l’angolo con il valore più basso dell’altezza e fare un segno alla distanza necessaria dal soffitto, che indica il posizionamento del foglio di cartongesso. In questo caso, è necessario contrassegnare entrambe le pareti adiacenti ai lati dell’angolo. E la fase successiva è segnare i 3 angoli rimanenti..

    Il modo più semplice per farlo è con un laser o una livella ad acqua. Ma puoi anche usare i seguenti calcoli matematici. Dall’altezza del posizionamento di ogni angolo successivo, è necessario sottrarre l’altezza dell’originale. Aggiungi la differenza alla distanza di cui verrà abbassato il nuovo soffitto multilivello e sottrai l’importo dal livello della superficie principale.

    Facciamo un semplice esempio. Se in una stanza l’angolo più basso è di 2 metri e quello successivo è di 2,1 metri, la differenza è di 10 centimetri. Se vuoi fare il primo livello 10 centimetri sotto la base, nel primo angolo i segni dovrebbero essere ad un’altezza di 1,9 metri. Nel secondo angolo, fai dei segni, partendo dall’aereo principale di 20 centimetri.

    Dopo tale marcatura, è necessario procedere con la marcatura per il fissaggio di sospensioni e profili futuri. È consuetudine tracciare linee parallele sotto i profili, segnare i punti di attacco delle sospensioni – mettere punti. I profili saranno posizionati su tutte le giunture del muro a secco, ovvero i bordi del materiale non dovrebbero essere sospesi in aria.

    La distanza delle sospensioni è di 60 centimetri e il passo dei profili è di circa 40 centimetri, le sospensioni si trovano anche all’estremità di ogni profilo. In base alle dimensioni complessive della stanza e alla forma del soffitto da montare, è necessario determinare la direzione del profilo, seguendo il percorso della resistenza più piccola, in altre parole, poiché è più conveniente per te. Molto spesso ci sono raccomandazioni persistenti che vale la pena installare i profili portanti nella direzione perpendicolare alla finestra in modo che le cuciture sul materiale siano così invisibili sotto i raggi del sole.

    Tuttavia, quando si sceglie la direzione di installazione del profilo, è più corretto tener conto della sua lunghezza, del posizionamento dei fogli di cartongesso, del tipo di medicazione tra i fogli e del numero di cuciture trasversali. E per rendere meno evidenti le cuciture, devi provare nella fase di stuccatura.

    Installazione di un controsoffitto multilivello

    Per eseguire lavori sul dispositivo di un soffitto in cartongesso multilivello, sono necessari i seguenti strumenti e materiali:

    • pennarello o matita per segnare;
    • forbici per metallo o una smerigliatrice per tagliare i profili dei cuscinetti;
    • un seghetto alternativo elettrico o un coltello da pittura per tagliare modelli su fogli di cartongesso;
    • trapano per praticare fori per elementi di fissaggio;
    • una pialla per bordi per la pulizia di uno smusso a 45 gradi per il riempimento futuro;
    • rullo ad aghi per creare una superficie curva su cartongesso;
    • guanti protettivi per tenere le mani al sicuro durante il lavoro e per prevenire tagli e calli;
    • occhiali protettivi per proteggere gli occhi da briciole e polvere, che verranno versate in grandi quantità durante il lavoro.

    Prima di procedere con la disposizione di un soffitto in cartongesso multilivello, è necessario fissare il telaio alle pareti e al soffitto principale. Lungo il perimetro delle pareti, è fissato il profilo UD principale, che è una struttura di supporto. In futuro, deve essere integrato con profili CD, che aumentano la rigidità e la stabilità dell’intero sistema. Il profilo UD è installato sulle pareti mediante tasselli. Sono posizionati con incrementi di circa 25 – 30 centimetri..

    Successivamente, è necessario procedere con l’installazione di profili CD intermedi, che di solito sono collegati tra loro con viti autofilettanti metallo-metallo. Ora possiamo dire che il lavoro per installare il primo livello del soffitto in cartongesso è terminato. Per installare il secondo livello e gli elementi successivi, è necessario installare anche livelli portanti.

    Per fare questo, hai bisogno di distanziatori, che sono anche chiamati sospensioni. Devono essere attaccati alla cassa principale, fungono da vettori del secondo livello. Le sospensioni devono essere fissate con viti autofilettanti, quindi su di esse verrà sospeso il secondo livello del soffitto in cartongesso..

    Per piegare il profilo, è necessario tagliarlo. Se l’area della stanza è superiore a 20 metri quadrati, i profili devono essere posizionati a una distanza l’uno dall’altro, non più di 40 centimetri. Le etichette per i profili CD sono realizzate lungo il soffitto o le pareti circa ogni 50 centimetri. Qui è necessario avvitare le staffe per gli elementi di fissaggio.

    Misurare la distanza tra le pareti, quindi tagliare i profili CD di circa 0,5 centimetri in meno rispetto alla distanza calcolata. Ora puoi inserire i profili CD nei profili UD sollevando leggermente quest’ultimo. Pertanto, ogni profilo dovrà essere serrato con la staffa centrale per il fissaggio, quindi piegandolo sotto il profilo.

    Tirare il filo attraverso il telaio ausiliario fino al livello del suo piano. Tutti i profili ausiliari devono essere impostati su di esso. Quindi dovrai fissarli a quello principale con viti autofilettanti o staffe di montaggio. Le estremità delle graffette devono essere piegate verso l’alto o ai lati.

    Dopodiché, puoi cucire la cornice del primo livello, ma non dimenticare di vestire le cuciture, i maglioni e lo stock che dovrebbe essere lasciato per il primo livello. Gli angoli non necessari devono essere rimossi immediatamente – tagliati in modo che la struttura non carichi inutilmente con peso aggiuntivo. Quindi, il primo livello è già pronto e puoi trasferire il disegno dallo schizzo al soffitto.

    Installazione di fogli di cartongesso sul soffitto

    Dopo la produzione e l’installazione del telaio, è possibile procedere al fissaggio dei fogli di cartongesso al primo livello, secondo le istruzioni per un soffitto in cartongesso multilivello. Vorrei avvertirti che non vale la pena tagliare il muro a secco in modo che ripeta le linee dell’onda. Fallo in modo diverso. Misura il foglio in modo tale che si adatti senza problemi al posto assegnato, ma allo stesso tempo sporga leggermente oltre i confini dell’onda. Dopo che il foglio è stato incollato, puoi tagliare tutto l’eccesso con un coltello affilato..

    Per fare ciò, disegna con un coltello lungo il retro del foglio, concentrandoti sull’onda e usandola come righello. Quindi rompi un po ‘il muro a secco in modo tale da formare una linea dal basso e disegna un coltello lungo di esso. Successivamente, scorrere lungo il bordo delle viti. Quindi è necessario tagliare le estremità. Bene, alla fine di tutto il lavoro, devi tagliare il cartone sfilacciato, anche se questo non è necessario.

    È consuetudine appendere il muro a secco al primo livello e non è necessario iniziare affatto dal muro. Puoi lasciare il perimetro libero, poiché qui imposterai i livelli successivi. Si consiglia di fissare i fogli al telaio con speciali viti autofilettanti. Ogni foglio richiede circa 60 pezzi.

    Considerare l’illuminazione futura durante l’installazione di fogli di cartongesso. L’eyeliner per questo deve essere eseguito anche prima che i fogli siano attaccati ai profili. La forma del secondo livello dipenderà dalla tua immaginazione. Se hai scelto una forma arrotondata. Per fare ciò, è necessario disegnare un cerchio e fissare il telaio del secondo livello del soffitto in base alla marcatura, anch’essa basata sul profilo UD. Deve essere fissato al primo livello, preferibilmente nei punti in cui passeranno le assi del primo livello..

    Successivamente, è necessario inserire i profili CD nel profilo principale, che di solito sono collegati ai profili CD del primo livello tramite cartongesso. Per fare ciò, sono necessarie viti autofilettanti per metallo, che hanno una lunghezza di 60 – 70 millimetri. I fogli vengono avvitati e poi tagliati. È conveniente farlo con un seghetto alternativo elettrico o un seghetto per metalli convenzionale..

    Ora puoi iniziare a creare il terzo livello. Tuttavia, ricorda che il prezzo di un soffitto in cartongesso multilivello in questo caso aumenterà. In generale, la disposizione di un soffitto in cartongesso multilivello presuppone la presenza di un numero qualsiasi di livelli. Tuttavia, non è consigliabile eseguire più di 3 livelli, altrimenti il ​​​​soffitto diventerà troppo basso. Non dimenticare di rimuovere l’eyeliner per le lampade, altrimenti dovrai smontare parte di ciò che è stato fatto..

    Read more
    Soffitti

    Come scegliere un riempitivo per il soffitto

    L’operazione finale per livellare le superfici è lo stucco di pareti e soffitti. Gli artigiani domestici affrontano con successo la procedura di livellamento delle pareti, ma con il soffitto le cose sono molto più complicate. Oggi esiste una grande varietà di stucchi per soffitti: gesso, acrilico, adesivo, base, finitura, pronto, secco, costoso, economico, domestico, importato … Non tutti i consulenti professionisti in un ipermercato edile possono capirlo, per non menzionare i proprietari che hanno deciso di allineare il soffitto. Oggi ti diremo qual è lo stucco migliore per il soffitto, e come trovare quello che fa per te, tra la vasta gamma in commercio..

    Contenuto:

    Caratteristiche del mastice del soffitto

    Il mastice è una massa di plastica spessa, che viene utilizzata per lavori relativi allo stucco delle pareti dei locali, alle facciate e ai soffitti degli edifici. I mastici di malta differiscono per dispersione: dimensioni delle particelle più piccole, il cui diametro è inferiore a 200 micron. Nella composizione delle miscele per stucco ci sono riempitivi leganti (cemento, gesso, calce e sabbia), con l’aiuto dei quali il materiale si indurisce dopo poco tempo e additivi speciali.

    Inoltre, nelle miscele per stucco per soffitti potrebbero esserci componenti aggiuntivi che migliorano le proprietà della massa, come ad esempio:

    • Regolatori di tempra e presa della massa;
    • Plastificanti;
    • Idrorepellenti – in uno stucco destinato alla finitura di ambienti con elevata umidità;
    • Pigmenti coloranti;
    • Poliesteri di cellulosa: forniscono asciugatura rapida, elevata resistenza all’acqua e durata del rivestimento.

    Lo stucco del soffitto deve essere eseguito per livellare il piano e solo su supporti solidi, puliti e solidi. Lo stucco può essere utilizzato per lavorare intonaco, pietra, muratura, calcestruzzo, calcestruzzo di gesso, costruzioni leggere e pannelli isolanti, cartongesso. Le superfici che sono rimaste umide per lungo tempo, metallo, plastica e vetro sono considerate non adatte per l’intonacatura del soffitto..

    Di solito i soffitti sono stuccati solo per tre scopi. Il primo di questi è uno stucco per dipingere. Questa è l’opzione più lunga e difficile, perché diventa necessario ottenere un rivestimento di alta qualità, poiché dopo aver applicato la vernice, tutti i difetti verranno immediatamente rilevati ad occhio nudo..

    La seconda opzione è uno stucco per carta da parati. In questa situazione, non è necessario creare un rivestimento di alta qualità, ma solo rimuovere grandi difetti e livellare le irregolarità visive. Naturalmente, anche un tale processo a volte è piuttosto noioso. La terza opzione è uno stucco per applicare l’intonaco decorativo al soffitto. Non c’è bisogno in questo caso di creare un rivestimento perfetto, il cosiddetto “vetro”.

    Proprietà del mastice del soffitto

    L’acquisto corretto di stucco aiuterà a raggiungere un alto livello di finitura, come dipingere la superficie del soffitto con vernice acrilica. Errori nella scelta di questa sostanza o un uso improprio dello stucco possono rovinare l’intero lavoro, quindi trattare sempre questa procedura con maggiore attenzione..

    Prima di scegliere un riempitivo per il soffitto, dovresti prestare attenzione alle proprietà del riempitivo. Più piccole sono le frazioni di riempimento, più sottile sarà lo strato di riempimento. Una composizione con ingredienti di grandi dimensioni (fino a 0,6 millimetri) è destinata all’applicazione di uno strato di livellamento di base. Per la finitura del soffitto vengono già utilizzate miscele con una frazione fino a 0,3 mm.

    Le inclusioni più piccole (fino a 0,2 mm di dimensione) hanno stucchi polimerici, che formano gli strati di livellamento più sottili e lisci. Maggiore è la macinatura dell’intonaco, più piccole sono le particelle e più sottile è la finitura. Per determinare lo spessore minimo consentito dello strato di finitura per un particolare materiale, trovare la dimensione numerica della frazione sulla confezione della composizione finita e moltiplicarla per 3.

    I modificatori rendono lo stucco comodo, flessibile e flessibile con cui lavorare. È importante che quando la sostanza viene applicata al soffitto, si appiattisca facilmente, non goccioli e non formi cuciture visibili. Pertanto, si raccomanda di chiarire il tempo durante il quale la soluzione rimarrà “efficiente” e non inizierà ad addensarsi.

    Tale prestazione (basata su un secchio di malta) rimane in media per miscele di gesso – 30-60 minuti, massa di cemento – fino a 2 ore e polimero – fino a diversi giorni in un contenitore chiuso. Si consiglia inoltre di scoprire il momento in cui lo strato di intonaco applicato al soffitto si indurirà definitivamente. Tutti questi parametri sono influenzati, prima di tutto, dalla modifica degli additivi..

    Ogni produttore ha la propria tecnologia per la preparazione dei modificatori. Pertanto, prima di acquistare uno stucco, è necessario leggere attentamente le raccomandazioni e le istruzioni sulla confezione del prodotto. Trascurare questa regola porterà a risultati disastrosi. Se compaiono crepe sullo strato indurito, non giudicare rigorosamente la scarsa qualità dello stucco. È possibile che il lavoro sia stato eseguito:

    • a una temperatura dell’aria superiore a 30 o inferiore a 5 gradi Celsius;
    • con umidità dell’aria superiore all’80%;
    • esposto alla luce solare diretta.

    Ricorda che le condizioni di lavoro più ottimali, che corrispondono ai requisiti di molte istruzioni: umidità dell’aria 60%, temperatura vicina a 20 gradi. Prova a creare queste condizioni nella stanza poco prima di applicare lo stucco al soffitto. Altre condizioni richiedono la regolazione della tecnologia di applicazione dello stucco in una certa direzione..

    Prestare attenzione anche alla presenza di un ingrediente come la sabbia nello stucco. Le sostanze con sabbia vengono utilizzate al meglio per i lavori di facciata, perché a causa del componente utilizzato, il loro colore è grigio “sporco”. Ma per il soffitto, è meglio scegliere uno stucco senza sabbia. È abbastanza difficile lavorare con una tale composizione, ma anche il risultato finale ti impressionerà: il soffitto risulterà liscio e uniforme.

    Stucchi secchi e pastosi

    I produttori producono stucchi sotto forma di miscela secca o pasta, pronta per l’uso. Il materiale in polvere può essere facilmente trasportato e stoccato anche in celle frigorifere. Per preparare la soluzione, il prodotto secco viene versato in proporzioni rigorosamente definite in un contenitore con acqua, la massa viene agitata fino a ottenere una massa omogenea. Per ottenere un impasto omogeneo in grandi volumi e, inoltre, senza grumi, utilizzare un trapano miscelatore con frequenza di rotazione dell’ugello non superiore a 800 giri/min.

    Nello strato di mastice, i cosiddetti “gusci” – i vuoti si formano da un tale mix. Pertanto, dopo la procedura di agitazione, la massa deve essere lasciata sola per 5 – 15 minuti. Durante questo periodo, il legamento avrà il tempo di dissolversi, i modificatori “funzioneranno” e le bolle d’aria usciranno. Quindi l’intera massa viene nuovamente agitata per 5 minuti..

    Gli stucchi pronti all’uso sono destinati a quei proprietari che desiderano ottenere uno strato più sottile durante la finitura del soffitto e in questo caso ci sarà meno polvere. Per ottenere un tale riempitivo, i produttori utilizzano un riempitivo particolarmente fine con una frazione di 0,002 – 0,1 millimetri. L’impasto viene effettuato utilizzando attrezzature speciali, una tale soluzione è quasi impossibile da realizzare con un semplice miscelatore, poiché le sostanze secche rimarranno nella miscela dopo il metodo “manuale”.

    Gli stucchi pronti sono prodotti su una miscela acquosa acrilica o vinilica, nonché su un solvente organico. A differenza della miscela secca, la miscela pronta non può essere trasportata e conservata a temperature negative. Le uniche eccezioni sono gli stucchi già pronti, che contengono additivi speciali..

    Applicazione di stucchi in diverse condizioni

    Se sei interessato a quale tipo di stucco stuccare sul soffitto, devi decidere in quali condizioni utilizzerai la sostanza: all’interno della casa o sulla facciata di un edificio, in una stanza asciutta, umida o fredda. Ogni confezione ha una descrizione tecnica, che fornisce istruzioni dettagliate su quando questo materiale può essere utilizzato. Ma nonostante ciò, l’errore più comune di molti finisher risiede nell’uso di un tipo di prodotto inappropriato per determinate condizioni e luoghi..

    Un tipico esempio è che le pareti di ambienti freddi o umidi sono rifinite con stucco polimerico. E l’umidità è controindicata per tale materiale. Di conseguenza, lo strato applicato si gonfia, perdendo la sua forza con tutte le conseguenze che ne derivano. In questa situazione, la vernice applicata sulla parte superiore non aiuterà, poiché la maggior parte delle composizioni coloranti sono igroscopiche, cioè non creano un ostacolo all’umidità. Pertanto, questo è solo un ritardo per i cambiamenti negativi..

    Ora diamo un’occhiata a come scegliere un riempitivo, a seconda delle condizioni nella stanza in cui prevedi di finire il soffitto. Per condizioni umide e fredde, è comune utilizzare uno stucco cementizio resistente all’umidità. Resiste bene allo scongelamento e al congelamento ripetuti, non si gonfia a causa dell’aria umida e dell’umidità. E se esegui la corretta preparazione della base, è adatta anche per ambienti asciutti..

    Per condizioni normali, le composizioni sono intese su un legame organico, gesso o polimerico. Gli stucchi di gesso si distinguono per le proprietà naturali utili, sono in grado di “respirare”, assorbire, emettere l’umidità in eccesso e levigare il livello di umidità nella stanza. Ma ricorda che questo prodotto non resisterà a umidità e sbalzi di temperatura costanti e lo strato di mastice inizierà a rompersi.

    Un altro errore comune dei riparatori è l’applicazione di stucco di cemento su intonaco di cemento-calce o gesso. Pertanto, vale la pena ricordare un importante assioma costruttivo: in termini di forza, la base dovrebbe sempre superare la forza del materiale applicato ad essa..

    Base e finitura

    I mastici sono un materiale costoso. È inefficace applicarli in uno strato spesso o in più strati: verrà consumato materiale costoso e il processo di asciugatura richiede una certa quantità di tempo. Pertanto, per pre-lisciare le irregolarità presenti sul soffitto, è possibile utilizzare un intonaco più economico. E già su di esso, applica gli strati di stucco di base (1 – 3 millimetri) e di finitura (circa 0,5 millimetri).

    La compatibilità dei materiali di cui sopra come primer e stucco sarà migliore quando si utilizzano prodotti dello stesso produttore. Inoltre, puoi applicare solo uno strato di stucco di finitura, a condizione di creare un intonaco liscio di alta qualità.

    Se la base di base è uniforme in cemento, puoi fare a meno dell’intonaco. Per fare ciò, adescare la superficie e quindi applicare una mano di fondo di mastice. Dopo l’essiccazione, la superficie viene levigata, le particelle di polvere vengono rimosse dal soffitto e coperte con uno stucco di finitura.

    Inoltre, in alcuni casi, puoi fare solo il livello di base. Questo è vero se, dopo aver finito sul soffitto, prevedi di incollare carta da parati in rilievo, che ha un’alta densità. Per carta da parati leggera e molto sottile o per il futuro colore del soffitto, è consuetudine utilizzare uno stucco di finitura finemente disperso.

    Scelta del colore dello stucco

    Il colore dello stucco quando si finisce il soffitto non è un criterio molto importante se la superficie verrà poi incollata con carta da parati spessa o dipinta. Il materiale per pittura e vernice di alta qualità si distingue per un buon potere coprente e qualsiasi, anche il tono più contrastante dello stucco, può essere completamente verniciato.

    Allo stesso modo, puoi parlare di tipi di carta da parati ornamentali e densi. Sotto di essi, non si noteranno né il colore del materiale di riempimento né piccoli difetti superficiali. Ma se hai scelto una carta da parati sottile e leggera per il soffitto, è meglio usare costosi stucchi colorati tipo cemento. Con queste formulazioni puoi risparmiare sui materiali decorativi..

    Stucchi bianchi, in cui la colla polimerica è presente come legante, possono essere applicati ai soffitti mediante spruzzatura. Lo strato ottenuto con questa tecnica di solito non viene nemmeno verniciato. Tale superficie non diventerà gialla per molto tempo..

    Costo e produttori di stucchi

    Se non hai ancora deciso quale stucco per soffitto scegliere, presta attenzione a questo. Un fattore importante che influenza la scelta del materiale di riempimento è il suo prezzo. L’affermazione tradizionale secondo cui la composizione finita è più costosa del prodotto secco e lo stucco di gesso è più economico del mastice di cemento, non è sempre vera..

    Esistono diversi segmenti di prezzo: stucchi costosi e economici. Quando si sceglie, si dovrebbe tenere presente che i costosi materiali di stucco hanno un consumo inferiore rispetto a una sostanza in un pacchetto simile, ma più economici nel prezzo. Il costo reale può essere determinato dal costo di una composizione economica e costosa per 1 metro quadrato, se lo spessore dello strato di mastice è lo stesso.

    Un produttore affidabile e affidabile di prodotti di qualità di solito ha un prezzo più alto. Ogni azienda che produce un primer e uno stucco garantisce la loro buona compatibilità tra loro all’interno di una linea. Pertanto, non vale la pena utilizzare materiali economici e costosi allo stesso tempo per riempire i soffitti..

    Stucchi di vari scopi e fasce di prezzo sono presentati sul mercato interno dei materiali da costruzione: stucchi russi – GLIMS-Produzione, Volma, Ural Stroitelnye Smesi, Yunis, Prospectors; Materiali polacchi – “Atlante”; Stucco tedesco – “Kreisel” e “Henkel”; Stucco svedese – “Beckers”; Prodotto finlandese – “Tikkurila”; Materiale da costruzione americano – “Gesso degli Stati Uniti”.

    Allo stesso tempo, nella linea di quasi tutti i produttori ci sono miscele di mastice, progettate per la finitura di lastre di cartongesso per il soffitto e per sigillare i giunti tra tali lastre. Una selezione particolarmente ampia è offerta dal produttore TIGI-KNAUF, che produce a sua volta pannelli in cartongesso – Fugenfüller, Uniflot e Boardfinish. I loro pacchetti contengono istruzioni dettagliate su come stuccare un soffitto in cartongesso.

    Quindi, sei già stato in grado di decidere qual è il miglior mastice per il soffitto. La qualità del mastice del soffitto, prima di tutto, dipende dalle proprietà del materiale, dal segmento di prezzo, dal tipo di mastice e dalle condizioni in cui verrà utilizzato. Prima di acquistare materiale, dovresti decidere per quale stanza verrà utilizzato. Inoltre, prestare attenzione alla presenza di un ingrediente come la sabbia nello stucco..

    Read more
    Soffitti

    Soffitto stellato fai da te

    Vacanze, mare, spiaggia: il sole cocente è tramontato da tempo dietro il firmamento, una piacevole brezza leggera porta con sé freschezza e stelle di diverse galassie sparse in alto in miriadi luminose. Non vedrai un tale luccichio in città, ma qui sembra che basti solo allungare la mano e toccare Venere. Un’atmosfera affascinante e rilassante. Come vuoi portare tutto questo con te in città, appartamento o casa, e goderti ogni giorno, senza aspettare la prossima vacanza. E qualcosa del genere può davvero essere fatto creando un soffitto stellato in camera da letto, soggiorno, bagno o persino cucina con le tue mani. Ci sono molte opzioni per implementare questa impresa: per diversi portafogli, desideri e opportunità. Esistono soluzioni molto semplici ea basso costo, e ce ne sono di complesse e costose con comete di passaggio, Supernovae e altri effetti speciali. Come implementare tutto questo e quanto costerà creare un cielo stellato sul soffitto, lo diremo di seguito.

    Come realizzare un soffitto stellato utilizzando l’oracolo e la vernice luminescente

    Soffitto Cielo stellato fatto di oracolo e vernice

    Il modo più semplice ed economico per creare dispersioni di stelle che brillano di notte sul soffitto, senza utilizzare una tela tesa o un controsoffitto, è semplicemente dipingerle con vernice o vernice incandescente sul soffitto principale. Questa opzione è particolarmente rilevante nei casi in cui il soffitto è basso e non è possibile abbassarlo per l’installazione di una struttura più seria.

    Per evitare che il soffitto sembri così deprimente bianco durante il giorno, puoi creare una sorta di disegno. Può essere un cielo stellato, un cielo normale con stelle che fanno capolino o qualsiasi altro tema non spaziale. Puoi realizzare tu stesso il disegno in qualsiasi editor di grafica. Quindi contattare l’azienda che stampa la pellicola Oracal, utilizzata nella pubblicità. Questa pellicola è abbastanza forte, autoadesiva, riproduce bene i colori ed è facile da installare. Poiché la larghezza massima dell’oracolo è di 2 m, il disegno risultante dovrà essere suddiviso in frammenti in modo che poi l’articolazione non sia visibile.

    Prima di stampare la tela, è necessario eseguire una stampa di prova, poiché la tavolozza dei colori potrebbe non corrispondere o semplicemente non ti piace la resa del colore. Se sei soddisfatto del risultato, stampa la tela per il soffitto e inizia i preparativi per l’installazione.

    Una delle caratteristiche essenziali di questa tecnologia è che il principale il soffitto è necessario pre-perfetto livellare con intonaco o stucco. Quando lo strato di livellamento è asciutto, puoi iniziare a incollare il film. È semplicemente incollato: la protezione dello strato adesivo si stacca dal basso e il film viene applicato alla base, quindi pressato e arrotolato con qualcosa per rimuovere le bolle d’aria. È meglio ancorare le tele con una sovrapposizione in modo che non ci siano spazi bianchi per caso.

    La parte più difficile è fatta. Ora resta da disegnare le stelle che brilleranno di notte. Questo richiederà vernice luminescente (può essere usato per le unghie) o vernice. Sul soffitto finito in modo caotico o secondo un certo schema, il disegno deve essere applicato con punti e macchie di diverso diametro. Durante il giorno sarà visibile solo l’immagine applicata alla pellicola. Di notte, le punte brilleranno come stelle nel cielo.

    I costi per tutti i materiali saranno insignificanti, solo circa 80 – 100 USD. Il costo dell’installazione non viene preso in considerazione, poiché tutto il lavoro può essere svolto in modo indipendente invitando diversi amici o parenti ad aiutare.

    Come realizzare un soffitto del cielo stellato basato su un soffitto teso

    Schema soffitto cielo stellato

    Gli effetti speciali più complessi e la lucentezza delle stelle, forniti non dalla riflettività della vernice, ma creati con l’aiuto di fili che guidano la luce, possono essere realizzati utilizzando un tessuto elasticizzato. Per qualche ragione, quando dicono “Voglio fare un soffitto Cielo stellato”, tutti immaginano un soffitto teso. Anche se in effetti lo stesso può essere fatto con un controsoffitto in cartongesso. In questo caso, una superficie di tela o cartongesso funge non solo da base su cui brillano le stelle, ma anche da schermo dietro il quale si nascondono le comunicazioni..

    Per il soffitto del cielo stellato il costo comprende le seguenti voci:

    • Il costo della tela.
    • Stampa fotografica su tela, se necessario.
    • Installazione di fili in fibra ottica. Il più costoso, quindi se fai questo lavoro da solo, puoi risparmiare molto.
    • Proiettore.
    • Se necessario, controller LED. Anche un piacere costoso.
    • Creazione di effetti speciali “Via Lattea”, “Volo di una cometa”, ecc..
    • Installazione a soffitto teso.

    Non è necessario utilizzare tutto quanto sopra. Molti lavori possono essere svolti in autonomia, quindi dovrai pagare solo per materiali e dispositivi. Successivamente, ti diremo in vari modi come puoi creare un soffitto del cielo stellato con le tue mani..

    Quali soffitti tesi possono essere utilizzati per il cielo stellato

    Soffitti tesi in PVC i film sono usati più spesso di altri. Principalmente a causa del fatto che è più facile e migliore applicare la stampa fotografica con vernici a base d’acqua e aerografia su di esse. Nella trama, sono adatti sia i film lucidi che quelli opachi. Le più popolari sono le tele satinate e opache con l’applicazione di oggetti spaziali utilizzando la stampa fotografica.

    Soffitti tesi in tessuto diversi produttori, come Descor e Clipso, sono convenienti in quanto il modello applicato può essere utilizzato come modello per instradare la fibra ottica nel posto giusto. Il disegno vero e proprio del cielo stellato è realizzato utilizzando la stampa interna. Un bel vantaggio è che puoi mettere sulla tela un’immagine che è stata fotografata con un vero telescopio. Anche un indiscutibile vantaggio del tessuto è l’assenza della necessità di riscaldarsi prima dell’installazione.

    Soffitto teso e vernice fluorescente

    Questo metodo è analogo al primissimo, in cui sono state utilizzate la vernice Oracal e luminescente. L’unica differenza è che invece di incollare il film sulla superficie del soffitto, è necessario allungare la tela sul telaio.

    Non è necessario allineare il soffitto, ma per installare il soffitto teso dovrai fare un passo indietro di almeno 3 cm verso il basso. Sulla tela stessa può essere raffigurato qualsiasi disegno, non necessariamente il cielo stellato. Può essere l’oceano, la natura, un normale cielo con le nuvole. Ma la vernice luminescente sulla parte superiore è costituita da punti e macchie applicati casualmente che si illumineranno di notte come stelle.

    Soffitto teso Cielo stellato con vernice fluorescente

    Ma puoi fare diversamente. Applicare un’immagine del cielo stellato sulla tela, quindi dipingere su tutte le stelle e gli oggetti spaziali di tonalità chiare con vernice luminescente. Poi si scopre che le stelle dipinte brillano.

    Installazione a soffitto teso:

    • Usando il livello, troviamo l’angolo più basso della stanza, ritiriamo dal punto più alto 3 cm in basso e mettiamo un segno.
    • Sposta il segno su tutti gli altri angoli e pareti. Abbiamo battuto il livello zero attorno al perimetro e ne controlliamo l’orizzontalità.
    • Lungo la linea segnata sulle pareti, fissiamo il profilo / baguette per il soffitto teso. Lo fissiamo con viti autofilettanti e tasselli con passo di 15 cm.

    È estremamente importante unire esattamente e accuratamente i profili tra loro negli angoli, quindi misuriamo gli angoli con un goniometro, quindi dividiamo il valore risultante a metà e tagliamo il bordo della baguette rigorosamente alla dimensione della metà dell’angolo.

    • Riscaldiamo la stanza con una pistola termica a 40 – 50 ° С.
    • Dopo aver riscaldato la stanza, svolgiamo il soffitto teso in film in PVC.
    • Riscaldiamo il film fino a 60 ° С.
    • Fissiamo uno degli angoli della tela nella baguette, facendo scattare l’arpione nella baguette e tirare la tela in diagonale.
    • Fissaggio dell’angolo diagonalmente opposto.
    • Quindi allunghiamo la tela e fissiamo l’altro angolo più vicino e dietro di esso l’opposto.
    • Quando gli angoli sono nascosti, allunghiamo e fissiamo i lati della tela in una baguette. Per fare questo, usiamo una cazzuola da costruzione, la infiliamo nell’arpione della tela e la spingiamo nella baguette.

    Quando il soffitto teso è fissato, dipingiamo le stelle, i pianeti, le galassie. I punti possono essere impostati in un ordine caotico, oppure puoi preparare in anticipo un modello, attaccarlo alla superficie della tela e usarlo come stencil, contrassegnare gli elementi richiesti con vernice luminescente.

    Durante il giorno, non ci saranno tracce evidenti di vernice, ma con l’inizio del crepuscolo e nella completa oscurità, le stelle inizieranno a brillare sul soffitto.

    Soffitto teso, fibra ottica e generatore di luce

    Soffitto teso Cielo stellato con fibra ottica

    L’implementazione di questo metodo è molto più complicata della precedente, l’installazione è molto laboriosa e responsabile e il costo dei materiali è elevato. Se ordini l’installazione di un cielo stellato a soffitto teso utilizzando questa tecnologia in un’organizzazione specializzata, costerà 5 volte di più rispetto ai materiali.

    Generatore di luce o il proiettore fungerà da fonte di luce, la scatola del proiettore deve essere nascosta dietro un soffitto teso o in una nicchia di cartongesso, dietro un armadio, in un armadio, o anche in un’altra stanza. Se il proiettore è installato dietro una tela tesa, i raggi luminosi devono essere diretti parallelamente alla tela e perpendicolari alle fibre luminose, ad es. fili in fibra ottica.

    Proiettore alogeno da soffitto cielo stellato

    I proiettori alogeni sono dotati di una lampada alogena da 50 a 100 W. La durata di una tale lampada è molto breve, 3500 – 4000 ore, quindi il proiettore deve essere installato in un luogo facilmente accessibile per una facile sostituzione della lampada. La testa di collegamento può ospitare fino a 765 trefoli di 0,75 mm di diametro. Con un proiettore alogeno, puoi creare un bagliore uniforme sulle porzioni terminali dei fili in fibra ottica e creare un effetto scintillante, che si ottiene con un filtro perforato. Esistono due tipi di proiettori alogeni: monocromatici – illuminano solo con luce bianca, e con un filtro colorato – illuminano con diversi colori.

    Proiettore da soffitto a LED Cielo stellato

    I proiettori a LED sono disponibili in un colore e in quadricromia, colori che cambiano gradualmente e illuminazione statica. La durata di un LED è di circa 50.000 ore, che è molto più lunga di quella di un alogeno. Esistono modelli di proiettori a LED che possono collegare due set di fibre Starry Sky: uno sfarfallerà e l’altro si limiterà a bruciare..

    I proiettori di effetti speciali aggiuntivi non fanno parte della struttura di montaggio. Molto spesso si tratta di proiettori laser installati separatamente.

    Quali effetti speciali si possono realizzare con un proiettore laser?:

    Effetti speciali soffitto Cielo stellato

    • Stelle cadenti.
    • Volo della cometa.
    • Rotazione della galassia.
    • Esplosione di supernova.
    • Evidenziando determinate costellazioni.
    • Rotazione dei pianeti con anelli che li circondano (Saturno, per esempio).
    • Aurora boreale.

    Fibra ottica

    Fibra ottica È il prossimo elemento importante del sistema. Un fascio di fibre è collegato a una sorgente luminosa, un proiettore. Le estremità delle fibre dal retro sono infilate nel tessuto del soffitto teso. Per creare l’effetto di un cielo stellato in 1 m2 di tela, vengono realizzati fino a 100 – 150 fori in cui vengono infilati i fili. Anche se il numero di fori varia a seconda dei desideri del proprietario e dell’idea che deve essere implementata. Ogni foro può contenere da 1 a 700 pezzi di filamenti, il loro numero determina la luminosità di una stella o di un altro oggetto spaziale. Ad esempio, le stelle possono essere 1, 3, 15 fibre. Anche il diametro di ogni filo è importante..

    Dopo aver scelto un proiettore, acquistato una fibra ottica, un soffitto teso, puoi procedere con l’installazione.

    Schema soffitto teso Cielo stellato con fibra ottica

    Installazione del soffitto teso Cielo stellato:

    • Prima di tutto, installa il proiettore in una posizione comoda. Ad esempio, dietro un telaio in cartongesso che incornicia un soffitto teso (per soffitti a due livelli). Nel muro a secco è presente un portello attraverso il quale è possibile rimuovere il proiettore.
    • Quindi, segniamo il posto per la baguette e la fissiamo a 15 cm sotto il soffitto.
    • Allunghiamo la rete appena sopra il profilo di fissaggio. Puoi usare la pesca o la pittura. La rete dovrebbe formare un piano con il soffitto ed essere leggermente più alta del futuro soffitto teso. Le celle della rete dovrebbero essere abbastanza piccole da poter essere facilmente trascinate attraverso le fibre. Concentrandoci sul disegno futuro del cielo stellato, allunghiamo i fili attraverso le celle, come se delineassimo dove si troveranno determinati oggetti spaziali.

    Tirando le fibre attraverso il cielo stellato della maglia del soffitto

    • Successivamente, riscaldiamo la stanza, quindi la tela, fissiamo un angolo. Riscaldati in diagonale. Realizziamo fori nel tessuto per fili in fibra ottica. Per fare questo, puoi usare un saldatore con un ago sottile all’estremità o un ago. Uno o più filamenti in fibra ottica vengono tirati nel foro risultante, come suggerisce il disegno. I fili sono allungati di almeno 15 cm, ma è possibile che pendano e più a lungo.
    • Quindi fissiamo la tela negli angoli e continuiamo a fare buchi e ad inserire le fibre.
    • Quando tutte le fibre sono state infilate attraverso la tela, finalmente la sistemiamo.

    Importante! Non tirare troppo i fili in modo che siano tesi. Lasciare un margine di lunghezza in modo che il fascio di fibre possa essere facilmente rimosso dal proiettore senza danneggiare nulla. È inoltre necessario piegare con cura le fibre, non più di 7,5 mm di diametro (per fili da 0,75 mm).

    • Quando il soffitto teso è montato, puoi fissare tutti i fili nei loro fori. Per questo, viene utilizzata una colla a presa rapida. Ma questo è facoltativo.
    • Quindi le fibre vengono tagliate a filo con il nastro o 2 mm al di sotto.

    I filamenti in fibra ottica possono essere utilizzati in diversi diametri. Ad esempio, per 1 m2 una coppia di stelle grandi di 2 mm ciascuna, 10 pezzi di 1 mm ciascuna e tutto il resto di 0,75 mm.

    Invece di una rete, puoi creare una struttura da qualsiasi materiale in fogli, anche cartongesso. Ma in questo caso, l’installazione sarà complicata a causa della laboriosità di praticare fori nel muro a secco..

    La seconda opzione per illuminare un soffitto teso: non infilare i fili nel tessuto, ma fissarne le estremità sul rovescio del tessuto. La lucentezza risulterà non così brillante, ma piuttosto diffusa, ma la superficie della tela non ne risentirà e durante il giorno non vedrai fili sporgenti. E per una maggiore luminosità, puoi installare fili non di 0,75 mm, ma di 1 – 2 mm. Oppure fissa i LED alle estremità, ma questo è un modo completamente diverso.

    Installazione del cielo stellato senza infilare le fibre attraverso un soffitto teso più difficile del precedente. Gli artigiani esperti hanno escogitato un modo intelligente. Fanno un controsoffitto da un tessuto elasticizzato, cartongesso o altro materiale in fogli, praticano buchi e allungano i fili. Una vite autofilettante è fissata accanto al foro, a cui è legato un filo o un fascio di fili. Quindi, quando viene installato il soffitto teso, le estremità dei fili si appoggeranno semplicemente contro la tela, ma non saranno in grado di muoversi.

    Soffitto teso, fibra ottica, generatore di luce e LED

    Soffitto teso Cielo stellato con LED

    Questo metodo è una continuazione logica del precedente. Oltre a tutti i punti di montaggio, alle estremità dei trefoli in fibra ottica sono fissati LED di varia potenza. Ciò è particolarmente vero per la selezione di grandi oggetti luminosi: supernovae, comete, ecc. Il bagliore è più intenso e nitido. I LED che sporgono dal lato anteriore della tela sembrano relativamente gradevoli esteticamente.

    Se utilizziamo la tecnologia di installazione senza infilare le fibre attraverso la tela, la luminosità risulterà smorzata e diffusa, ma in ogni caso più luminosa che senza LED..

    Puoi anche utilizzare i controller del filamento LED RGB per cambiare i colori e creare effetti speciali.

    Soffitto teso, fibra ottica, generatore di luce e cristalli Swarovski

    Per coloro a cui piace fare tutto in modo superbo e lussuoso, è adatta l’opzione che utilizza i cristalli di cristallo Swarovski, che sono diffusori di luce ideali di filamenti di fibre ottiche..

    Cristalli Swarovski per il soffitto Cielo stellato

    I cristalli sono fissati al soffitto teso con anelli rinforzati. Quindi uno o più fili di fibra ottica con LED vengono inseriti nel cristallo stesso. I raggi sono belli e il luccichio è naturale.

    Durante il giorno, i cristalli Swarovski giocano con il riverbero del sole, che sta ancora meglio su un soffitto teso in pelle scamosciata. Inoltre, i fili in fibra ottica non sono visibili attraverso questa trama..

    Soffitto teso Cielo stellato con cristalli Swarovski

    Ogni cristallo ha un taglio individuale, grazie al quale la luce viene diffusa e visualizzata sul soffitto in modo diverso. Il diametro medio del punto luminoso del cristallo è di 10 – 30 cm Il controllo di un tale soffitto del cielo stellato viene effettuato dal telecomando.

    Soffitto teso Cielo stellato: costo di realizzazione

    Se monitori i prezzi dei kit soffitto cielo stellato, puoi capire una cosa importante: ognuno assegna il prezzo di cui non si vergogna. A volte puoi trovare gli stessi set, ma in un posto costano $ 150 ciascuno e in un altro già $ 350 – $ 400. Questo kit include un proiettore e un fascio di fibre ottiche, tagliate a misura.

    Allora quanto costa il soffitto del cielo stellato?

    Se non vuoi prendere tu stesso il proiettore e la fibra, puoi cercare dei kit già pronti. Molte aziende offrono una scelta di kit con proiettori a LED di varie potenze e un set di filamenti in fibra ottica da 50 – 150 pezzi per 1 m2.

    I set con cristalli Swarovski rappresentano costellazioni intere: Orione con 36 stelle – 1500 USD, costellazione con 70 stelle – 2500 USD, per 100 pezzi – 3150 USD. eccetera.

    La creazione del soffitto del cielo stellato richiede da un giorno a una settimana, a seconda della complessità del disegno. L’installazione di un controsoffitto con fili in fibra ottica non è diversa dall’installazione di un soffitto teso. Bene, tranne che la tela deve essere riscaldata e i fori devono essere praticati nel muro a secco. Per certi versi, l’uso di un controsoffitto è ancora più conveniente, poiché puoi fare tutti i fori e tirare i fili della fibra ottica sul pavimento, e non con le mani tese vicino al soffitto stesso. Durante il funzionamento, i soffitti tesi con fili sciolti vengono puliti dalla polvere solo strofinandoli con una scopa leggera.

    Soffitto teso Cielo stellato: video – un esempio

    Read more
    Soffitti

    Come realizzare un soffitto retroilluminato

    Fino a poco tempo fa, per illuminare la stanza venivano utilizzati un lampadario collocato con orgoglio al centro del soffitto, una modesta applique e una lampada da terra maestosamente imponente vicino alla sedia. Oggi le persone hanno apprezzato i vantaggi dei moderni apparecchi di illuminazione. Con il loro aiuto, non solo puoi equipaggiare correttamente l’illuminazione, enfatizzare i vantaggi e lasciare nell’ombra alcuni degli svantaggi della geometria dei locali, ma anche creare una certa atmosfera per lo spazio. L’articolo si concentrerà su varie installazioni di illuminazione a soffitto..

    Contenuto:

    Numerose varietà di mini-lampade, spot, nastri offrono l’opportunità di organizzare l’illuminazione originale secondo i tuoi desideri. Il miracolo della tecnologia sembra particolarmente vantaggioso sui soffitti tesi e in cartongesso di forme complesse. A proposito, non ci sono praticamente restrizioni sulla complessità del design..

    Foto di illuminazione a soffitto

    Requisito del soffitto

    • L’illuminazione a soffitto è organizzata durante la ristrutturazione dei locali. Ciò consente di nascondere i cavi elettrici, mascherare esteticamente trasformatori, dimmer e altri dispositivi correlati.
    • Si possono realizzare soffitti tesi, sospesi (rack, pannello) e cartongesso con configurazioni complesse. Questo è esattamente il caso in cui viene data completa libertà di realizzare le fantasie del cliente. Che tipo di materiale scegliere per sistemare il soffitto: la scelta spetta al proprietario della proprietà.

    Suggerimento: i design grandiosi si mostreranno in tutto il loro splendore in stanze spaziose con soffitti alti. In stanze piccole, è opportuno utilizzare soluzioni più semplici..

    • Tuttavia, un importante svantaggio delle strutture di tensionamento è la limitazione della potenza delle lampade installate. Pertanto, prima di dare la preferenza ai film in PVC, è necessario consultare specialisti in materia di dispositivi di illuminazione..

    Suggerimento: in ogni caso, il posizionamento della retroilluminazione viene negoziato già nella fase di sviluppo di un progetto per qualsiasi soffitto. Poiché i cavi elettrici, i fori di lavoro, le proiezioni per i prodotti di illuminazione vengono realizzati prima dell’installazione della struttura del soffitto.

    • Vale la pena dire che i proprietari di un soffitto insignificante non dovrebbero essere turbati. Un semplice ingegno aiuterà qui. Per dotare l’illuminazione attorno al perimetro della stanza, prendi un normale plinto a soffitto o una cornice in polistirolo, colla e striscia LED.
    • Il basamento è incollato al soffitto (parete) lungo il perimetro della stanza a una distanza di 10-15 cm dalle pareti adiacenti (o soffitto). Una striscia di LED è attaccata al lato interno del raccordo (la pellicola protettiva viene rimossa e il lato adesivo viene applicato al sito di installazione). In un modo così semplice, puoi decorare un soffitto apparentemente normale.

    Tipi di illuminazione a soffitto

    La retroilluminazione è un’illuminazione ausiliaria. Qui, la tecnologia dell’illuminazione serve in misura maggiore per la decorazione e la creazione di un’atmosfera favorevole al relax. A questo proposito, le funzioni di illuminazione a tutti gli effetti non dovrebbero essere assegnate a tali apparecchiature..

    Oggi viene offerto un numero enorme di dispositivi di illuminazione, che cambieranno radicalmente non solo l’aspetto del soffitto, ma influenzeranno anche l’interno della stanza. L’elenco comprende:

    • faretti, compresi dispositivi con meccanismi rotanti (spot);
    • tubi al neon;

    • Strisce LED;
    • strisce duralight.

    Suggerimenti per organizzare un soffitto retroilluminato a due livelli

    • Quando si scelgono gli apparecchi, specificare un numero di parametri che devono corrispondere al materiale del soffitto (presenza di anelli termici, peso dei prodotti, ecc.).
    • L’installazione degli apparecchi viene eseguita prima dell’installazione della struttura. Pertanto, i materiali di consumo necessari vengono preparati in anticipo, vengono realizzati i contrassegni, viene eseguito il cablaggio elettrico, ecc..
    • L’estetica del soffitto dipenderà interamente dagli apparecchi di illuminazione acquistati e dal metodo della loro posizione. Con l’aiuto dell’illuminazione, puoi modificare visivamente la geometria della stanza (restringere il lato lungo della stanza, espandere una stanza angusta, alzare o abbassare il soffitto).
    • L’autoinstallazione degli apparecchi di illuminazione viene eseguita con almeno una conoscenza di base dell’elettricità. Non sarà superfluo leggere ulteriori informazioni o guardare un video.
    • La scelta dei prodotti di illuminazione per la progettazione dell’illuminazione per il soffitto dovrebbe essere basata non solo sulle preferenze personali, ma anche tenendo conto del materiale della struttura sospesa (tensione). I parametri importanti qui sono il peso del prodotto e la potenza delle lampade..

    Faretti e incassi per illuminazione a soffitto

    • Durante la progettazione, si dovrebbe tenere presente che lo spazio tra il soffitto principale e quello teso può essere di almeno 5 cm.Allo stesso tempo, alcuni dispositivi di illuminazione puntiforme hanno una base (seduta) con un’altezza di circa 15-20 cm.
    • Gli apparecchi di illuminazione compatti possono fungere da sorgenti luminose sia ausiliarie che principali. Tutto dipende dalla posizione corretta, dalla selezione della potenza della lampada. I fori tecnologici corrispondenti al diametro degli apparecchi sono realizzati in anticipo. In base al tipo di attacco, ci sono 2 tipi di dispositivi di puntamento.
    • Incorporato. Gli zoccoli con le lampade sono nascosti nello spazio del controsoffitto per mezzo di chiusure a molla, solo la parte decorativa del dispositivo rimane visibile. Sono perfetti per organizzare l’illuminazione direzionale di un’area specifica (sala da pranzo, lavoro, ecc.). Di norma, 1 dispositivo è in grado di coprire fino a 2 m2 di area con luce intensa, che dovrebbe essere presa in considerazione quando si calcola il loro numero e posizione.

    • I modelli progettati per l’installazione in soffitti tesi sono dotati di speciali anelli termici che impediscono il riscaldamento del materiale e lo proteggono anche da deformazioni e sbiadimenti. Per tali apparecchi vengono utilizzate lampade a incandescenza, alogene, fluorescenti o a LED..
    • Per i soffitti tesi retroilluminati, la preferenza dovrebbe essere data alle lampade con meno trasferimento di calore (a risparmio energetico o LED). Quando si utilizzano lampade a incandescenza, la loro potenza non deve superare i 60 W, per gli analoghi alogene questa cifra è di 35 W.
    • All’aperto. Qui la lampada, insieme al plafond, si trova direttamente sul soffitto. Pertanto, il calore in uscita non può danneggiare la struttura del soffitto. I faretti attirano un’attenzione particolare, il loro meccanismo girevole consente di regolare la direzione della luce.
    • Le plafoniere con un tipo di montaggio a soffitto, in particolare con diversi faretti, hanno spesso un peso impressionante, quindi, prima dell’acquisto, dovresti verificare questo punto con i professionisti. In ogni caso, questa non sarà una “controindicazione” per l’installazione del modello di vendita, ma servirà come motivo per l’installazione di elementi strutturali aggiuntivi durante l’installazione del soffitto.

    Soffitto illuminato fai da te

    • Prima di tutto, sul soffitto, vengono realizzati i segni per la futura posizione dei prodotti di illuminazione. Il cablaggio viene passato ai punti contrassegnati, che si consiglia di isolare nei tubi corrugati.
    • Le estremità dei fili per il collegamento ai terminali dei faretti devono essere lasciate con un margine (almeno 20 cm). Indossare guanti quando si maneggiano le lampade alogene.
    • Inoltre, sono collegate apparecchiature aggiuntive: trasformatori, dimmer, interruttori, ecc..
    • È necessario verificare l’operatività (manutenzione) di ciascun collegamento elettrico.
    • Per gli apparecchi sotto il soffitto teso, sono preinstallati supporti, staffe, anelli di isolamento termico.
    • Tutti gli elementi del sistema sono collegati e ricontrollati per la funzionalità. Se il risultato è positivo, i fili sono isolati, il sito è diseccitato e il soffitto è installato.

    Tubi al neon

    • Lampade di questo tipo vengono utilizzate solo come decorazione per il soffitto a causa della loro bassa luminosità e alta intensità energetica. Completano perfettamente il design della stanza grazie a una vasta gamma di sfumature. La retroilluminazione può essere monocromatica, arcobaleno o a contrasto.
    • La durata dei prodotti di qualità è di 10-15 anni. Fondamentalmente, gli apparecchi sono prodotti con una lunghezza di 1,5 me un diametro fino a 1,5 cm La temperatura massima durante il funzionamento della lampada non supera i 40 °, durante il funzionamento praticamente non emettono alcun rumore.
    • Non si formano macchie scure alle giunture delle lampade, si ottiene così un bagliore uniforme e continuo. Su richiesta è possibile ordinare tubi di vari diametri e configurazioni.
    • Un cavo al neon è un’ottima alternativa ai prodotti di dimensioni personalizzate. La sua flessibilità lo rende facile e semplice da installare. Il suo bagliore è simile a quello delle lampade, ma l’intensità è notevolmente inferiore. Per quanto riguarda il costo, il cavo costerà un po’ di più dei tubi..

    • Per creare un soffitto in cartongesso retroilluminato, saranno necessarie nicchie separate nella struttura. Per il funzionamento dei prodotti al neon è necessario un convertitore che aumenti la frequenza della corrente elettrica. Tieni presente che un trasformatore serve fino a 7 m di tubi.

    Installazione di illuminazione a soffitto da tubi al neon

    • L’installazione di apparecchi di illuminazione viene eseguita su qualsiasi base. Quindi per le superfici intonacate si utilizza uno zoccolo in polistirolo, in cartongesso, basi sospese e tensionate, sono attrezzate nicchie, la cui dimensione ottimale è: 20x50x70 mm. Durante il calcolo, è importante tenere conto delle dimensioni del convertitore di tensione.
    • A seconda delle preferenze di gusto, il flusso luminoso può essere diretto alle pareti o al centro del soffitto. L’intensità del bagliore è regolata dal lato della struttura, e più alto è il lato, più luminosa e chiara si ottiene la striscia di luce. L’assenza di un bordo fornisce un bagliore diffuso. Il diametro del tubo è anche responsabile della luminosità: installando prodotti di illuminazione di grande diametro, è possibile ottenere un’illuminazione diffusa. E viceversa: un diametro ridotto consente di ottenere confini più nitidi del flusso luminoso..

    • Il calcolo dei punti di connessione dei trasformatori, e quindi il loro numero, si basa sulla potenza di 1 metro della lampada (circa 10 W). I convertitori vengono installati ogni 6-7 m di tubi.
    • I negozi offrono lampade al neon in un set completo, che include tutto il necessario (elementi di fissaggio, cavi, schema di collegamento), quindi non ci saranno difficoltà durante il processo di installazione.

    Come realizzare un’illuminazione a soffitto a LED

    • Le strisce flessibili con lampadine a diodi fungono da eccellenti caratteristiche prestazionali. I produttori seri garantiscono il loro lavoro impeccabile per 70 mila ore.
    • Il nastro è solitamente lungo 5 m e può essere allungato o tagliato in lunghezze più piccole. Tale uso gratuito consente di dotare l’illuminazione di strutture di qualsiasi forma geometrica. I LED possono essere monocromatici o multicolori.

    • L’intensità del bagliore dell’illuminazione a soffitto a LED dipende dal numero di diodi posizionati per metro di nastro. Di norma, questo indicatore per apparecchi di illuminazione a 12 V è compreso tra 30 e 120 pezzi, per 24 V – fino a 240 pezzi, in cui le lampade sono posizionate su 2 file. Più lampade a diodi su un pezzo di nastro, più potente dovrebbe essere l’alimentatore. La potenza del trasformatore deve essere calcolata con un margine del 20%.
    • L’ombra e la luminosità del bagliore sono regolate da un telecomando o da un interruttore speciale tramite un dimmer. Pertanto, il proprietario ha l’opportunità di creare un’atmosfera adatta all’umore..
    • I kit già pronti semplificano notevolmente il montaggio della retroilluminazione a LED. Prima di realizzare un soffitto in cartongesso retroilluminato, dovrai preparare tutti gli elementi necessari, e questo è: un alimentatore, un controller e un pannello di controllo. Il processo di installazione consiste nel collegamento sequenziale di tutti gli elementi del sistema.

    Installazione

    Se la retroilluminazione è assemblata da parti acquistate separatamente, il processo di installazione consisterà nei seguenti passaggi:

    • Non è consigliabile collegare il nastro con segmenti più di 3 metri, le tracce potrebbero non resistere alla corrente di passaggio. Il taglio viene eseguito lungo la linea di taglio indicata dal produttore con forbici affilate in un unico movimento. Va notato che i nastri resistenti all’umidità non possono essere tagliati per evitare la sigillatura del prodotto..
    • I fili vengono saldati con cura a una temperatura di fusione non superiore a 160º, rispettando la polarità. I contatti nei punti di attacco alla scheda sono protetti da tubi termoretraibili e alette speciali. Clip speciali consentono di collegare i contatti senza saldare.
    • Quando si collegano prodotti monocolore, vengono saldati 2 nuclei, nastri multicolori – 4, in cui il nucleo nella guaina nera corrisponde al terminale “+”.
    • L’intero circuito viene assemblato senza essere installato in opera, ciò consentirà di verificare lo stato di funzionamento e sostituire (corrette carenze dell’impianto) in condizioni convenienti senza smontare.
    • Un’ampia area di illuminazione implica l’uso di un’unità potente con dimensioni considerevoli. In questo caso, ha senso sostituire un’unità potente con diversi dispositivi con indicatori simili alla potenza totale.

    • Per fissare il nastro sulla superficie è sufficiente rimuovere il nastro protettivo e applicare il lato adesivo alla base. È importante tenere conto del fatto che si attaccherà “strettamente” alla cornice in polistirolo, ma rimarrà nel tempo indietro rispetto alle superfici intonacate.

    Evidenziare i soffitti video

    Come realizzare un soffitto retroilluminato da duralight

    • Questo tipo di retroilluminazione è un cavo di plastica flessibile con un diametro di 10-16 mm, in cui sono collegate in serie lampade a incandescenza in miniatura. Luminosità insolita, elasticità del cavo (prende liberamente qualsiasi forma) e basso consumo energetico rendono il prodotto richiesto nell’organizzazione dell’illuminazione decorata.

    • Il cavo viene tagliato a pezzi in base a rischi speciali. Il collegamento di più parti avviene tramite un giunto. Non vengono utilizzati trasformatori o convertitori per il collegamento alla rete.
    • Il prodotto è presentato sia in forma monocolore (fissaggio) che in una tavolozza multicolore (inseguimento). Quest’ultima opzione, quando è collegata a un dimmer, funziona in un ordine dinamico diverso, ad esempio sotto forma di sfarfallio o “luci correnti” dello stesso colore. Nella serie camaleonte si alternano lampade di due tonalità. Multi-chasing è un prodotto a 4 colori. A richiesta, corde multicolori possono essere combinate secondo soluzioni progettuali.
    • Uno degli svantaggi di questo prodotto di illuminazione è l’alto costo di riparazione. Quindi, se una delle lampadine si brucia, dovrai sostituire un intero pezzo di cavo.

    Installazione

    • Il lavoro di installazione di un tubo della lampada non è praticamente diverso dall’installazione di una striscia LED. L’unica differenza è la mancanza di un trasformatore. Tutti gli elementi vengono assemblati prima sul tavolo o sul pavimento.
    • Il cavo è tagliato secondo i segni del produttore. Quindi per il fissaggio, la molteplicità di taglio è 1 m, per inseguire e camaleonte – 2 m, per multi-inseguimento – 4 m..
    • Quando si collegano segmenti di lunghezze diverse, viene utilizzato un manicotto di transizione. L’estremità del cavo deve terminare con una punta speciale (cappuccio).
    • Un cavo con una spina per il collegamento del prodotto alla rete di solito ha una lunghezza di 1 m, quindi è importante tenere conto di questo fattore quando si installa sia una presa aggiuntiva che la posizione del cavo più luminoso.
    • Dopo l’assemblaggio, il sistema viene controllato per le prestazioni. Se il risultato è positivo, il cavo duralight viene installato nella posizione pianificata. Clip, graffette o ventose in gomma fungono da elementi di fissaggio.

    Raccomandazioni specialistiche

    • Quando si organizza l’illuminazione, è importante ricordare che nessuno ha annullato le principali fonti di luce: lampadari, lampade a sospensione, applique, lampade da terra. La retroilluminazione ha solo un ruolo decorativo.
    • Prima di creare lo “scenario”, presta attenzione alle numerose fotografie presentate su Internet. Un contorno selezionato in modo analfabeta può portare a ingombro, appesantimento di qualsiasi struttura sospesa (tensione), in particolare per i soffitti a più livelli.
    • Alla luce naturale con la retroilluminazione disattivata, il design può sembrare piuttosto deprimente. Pertanto, il processo organizzativo deve tenere conto di questa sfumatura..
    • La retroilluminazione dovrebbe svolgere il compito di destinazione: enfatizzare il carattere e la direzione stilistica della struttura interna o strutturale.
    • Va usato con estrema cautela in stanze arredate in stile retrò, stile impero, ecc. La soluzione moderna non si armonizza con i mobili in legno massello; lampadario con candele e tavolo ricoperto di tovaglia.

    Bene, per non rimpiangere i soldi spesi e gli interni viziati, contatta designer altamente professionali che terranno conto di tutti i tuoi desideri e offriranno l’opzione migliore per creare e decorare le strutture del soffitto.

    Read more
    Soffitti

    Smontaggio del soffitto teso e a cremagliera

    Smontare un soffitto teso o a cremagliera con le tue mani: niente è più facile. Non è necessario chiamare specialisti, attendere l’arrivo, pagare il lavoro. Esamineremo passo dopo passo tutte le fasi dello smantellamento del soffitto. Ma se non sei ancora sicuro delle tue capacità o abilità, è meglio rivolgersi a professionisti che svolgeranno il loro lavoro in modo rapido ed efficiente..

    Sommario

    Smantellare un soffitto teso

    In quali casi è necessario smantellare un soffitto teso:

    – Riparazione di cuciture del pavimento o comunicazioni nascoste dal soffitto. Le ragioni possono essere le seguenti:

    A) Perdite o allagamenti del tetto. Il soffitto teso può sopportare fino a 200 litri d’acqua. In caso di allagamento, è necessario rimuovere l’acqua entro 3 giorni. Rimuovere l’acqua rimuovendo uno degli angoli del soffitto.

    B) Riparazione delle comunicazioni nascoste dal soffitto. Se è necessario accedere a cavi o tubi, rimuovere la parte necessaria del soffitto. Alla fine di tutto il lavoro, il soffitto viene installato in posizione, mentre si scalda con una pistola.

    – Aggiunta di nuovi punti luce. Nel tempo, puoi riorganizzare la tua stanza e i vecchi punti luce potrebbero semplicemente non adattarsi a te. Questo problema viene risolto smontando parzialmente la tela.

    – Sostituzione completa del soffitto teso. I motivi per la sostituzione possono essere:

    A) Danni meccanici: tagli, bruciature, graffi, ecc..

    B) Modifica del design. In questo caso, il soffitto viene installato sugli elementi di fissaggio esistenti..

    Smantellare un soffitto teso con le tue mani

    Esistono due tipi di profilo del soffitto teso. Il primo tipo consente di rimuovere il soffitto teso senza difficoltà. Il secondo tipo, che è “usa e getta”. Certo, può anche essere rimosso più volte, ma non si può fare a meno di danneggiare la tela. A questo punto, dovresti prestare attenzione anche quando acquisti un soffitto. Non vale assolutamente la pena risparmiare su questo. La differenza di prezzo non è molto significativa (un paio di decine di dollari), ma pagherà molte volte.

    Smantellare un soffitto teso con le tue mani esattamente il contrario ripete il processo di installazione. Diamo un’occhiata ai passaggi:

    – Il primo passo è rimuovere con attenzione l’inserto decorativo in gomma. Per evitare danni, non utilizzare oggetti appuntiti. Può essere rimosso facilmente, è necessario iniziare dalla giunzione. Se il soffitto è dritto, le connessioni si trovano agli angoli (inizia con qualsiasi). Se la tela è curva, devi guardare, da una distanza ravvicinata le giunture sono chiaramente visibili.

    – Prendiamo un cannone a gas e riscaldiamo sia il soffitto che l’intera stanza. Non ha senso smontare il soffitto teso senza riscaldarsi, renderai semplicemente la tela inutilizzabile. Riscalda il luogo in cui inizierai a smontare con particolare cura. Sui soffitti diritti, questi saranno gli angoli. In quelli curvi, non c’è differenza da dove cominciare, la cosa principale è che è conveniente agganciare il bordo del bordo. Si consiglia di dare una buona occhiata all’intera area del soffitto, forse noterai da qualche parte dei bordi sporgenti che possono essere afferrati con una pinza, sono proprio questi che si riscaldano con cura.

    – Resta il lavoro di gioielleria. Tirare con le pinze senza intoppi. Estrarre lentamente il bordo. Espandi l’area di presa in modo uniforme ogni volta in direzioni diverse. Sposta il cannone mentre si raffredda e riscalda l’area su cui stai lavorando..

    Consigli utili

    Per iniziare facilmente a smontare il soffitto teso, puoi affilare le pinze allo spessore richiesto. In questo caso è necessario smussare bene i bordi, verificare la presenza di bave. È l’ideale se lucidi i bordi in modo da non danneggiare la pellicola..

    Come puoi vedere, smantellare un soffitto teso con le tue mani non richiede abilità e conoscenze speciali. La cosa principale è fare tutto con attenzione, senza movimenti inutili e bruschi, e avrai sicuramente successo. Ma se il film si buca facilmente, ciò non significa che sarà facile da strappare..

    Il costo dello smantellamento di un soffitto teso

    Scegli, smonta il soffitto con le tue mani o affidati ai professionisti solo per te. Diamo solo consigli e consigli pratici. Per lo smantellamento di un soffitto teso, il prezzo varia da 1000 rubli. Tutto dipende dall’area del soffitto, dalla complessità del design e da altri punti. Puoi scoprire il costo esatto dagli specialisti dell’azienda che contatti.

    Puoi anche guardare il video “Smontaggio del soffitto teso”. Da esso capirai che è molto più facile smontare con le tue mani di quanto sembri..

    Smontaggio del soffitto a doghe

    Ci possono essere mille ragioni per smontare un controsoffitto a doghe, così come uno sospeso (e cartongesso, ecc.). Come si suol dire: “Non costruire per rompere, l’anima non fa male”. Se decidi di sostituire completamente il soffitto, ovviamente quello vecchio può essere rotto. Ma se hai solo bisogno di eseguire riparazioni, il compito è molto più difficile qui. Proviamo a capirlo.

    Soffitto a cremagliera – smontaggio senza problemi

    In questo caso, dobbiamo iniziare rimuovendo lo zoccolo del soffitto. Esistono diversi modi per smontare il basamento del soffitto. Tutto dipende dal metodo di attaccamento. Se il battiscopa è incollato, devi prima occupartene.

    Smontare lo zoccolo del soffitto

    Se la baguette è in polistirolo, non può essere smontata normalmente. Anche se lo mantieni intatto, sarà inutilizzabile per il re-incollaggio. Tuttavia, il prezzo delle baguette ti consente di non preoccuparti. Quindi veniamo al lavoro:

    – Praticare un’incisione e quindi rimuovere la baguette con una spatola. La spatola viene inserita nell’incisione, eseguita senza intoppi e con cura lungo l’intera cucitura;

    – La baguette è finita;

    – Rimuoviamo le graffette;

    – È necessario fare leva con un levapunti;

    – Se non è possibile estrarre l’intera staffa, lavorare con le pinze.

    Continuiamo a smontare

    Istruzioni dettagliate per lo smontaggio di un soffitto rack:

    – Iniziamo a smontare i pannelli dogati dalla barra estrema;

    – Piegare con cura il bordo del pannello e sganciarlo dal fermo (usando un cacciavite o uno scalpello);

    – Il resto dei pannelli viene smontato nella sequenza di fissaggio. Spara il più attentamente possibile. Disegna i pannelli in diagonale con un angolo del muro. Rimuoviamo gli inserti che si trovano tra le lamelle lungo la strada.

    -È arrivato il turno di smontare le gomme. La clip a molla deve essere allentata. Rilasciamo il pneumatico dalla sospensione verticale e rimuoviamo. Rimuoviamo tutti gli altri pneumatici allo stesso modo..

    – Smontiamo le sospensioni. Svitare la testa del bullone di ancoraggio e allentare il collegamento al soffitto. A seconda del tipo di fissaggio, viene utilizzato un cacciavite o una chiave inglese.

    – Tiriamo fuori il bullone di ancoraggio. Se la sospensione è fissata con un tassello, svitala con un cacciavite. Se il cacciavite non prende, prendiamo uno scalpello e un martello.

    – Se i ganci smontati non verranno più utilizzati, cioè decorerai il soffitto in altri modi, puoi usare una smerigliatrice. Tagliamo gli elementi di fissaggio a una distanza minima dal soffitto.

    -Smontiamo l’angolo del muro. Svitiamo i tasselli dal muro con un cacciavite o un cacciavite. Se devi usare uno scalpello, allora dovrebbe essere due volte più stretto dell’angolo della parete.

    Non c’è niente di difficile qui. La cosa principale è smontare con cura per non piegare i pannelli..

    Consigli utili

    Se prevedi di sostituire solo le doghe, devi solo rimuovere il battiscopa decorativo e le doghe stesse. Assicurati di controllare le condizioni degli elementi di fissaggio. Sostituire le parti se necessario o rinforzarle ulteriormente. Ora puoi installare nuovi rack.

    Di seguito puoi guardare un video sull’argomento dello smantellamento di un soffitto a rack (il video mostra lo smantellamento di altri tipi di soffitti).

    Read more
    Soffitti

    Dipingere il soffitto con vernice a base d’acqua usando una pistola a spruzzo

    Qualsiasi lavoro di pittura con pennello o rullo è piuttosto laborioso, complesso e richiede molto tempo. Il processo di verniciatura del soffitto con vernice a base d’acqua può essere facilitato utilizzando una speciale pistola a spruzzo. Inoltre, la pistola a spruzzo più semplice può essere assemblata da un aspirapolvere Whirlwind, un coperchio di plastica con un flacone spray e un barattolo di vetro di cetrioli. Parliamo di come dipingere il soffitto con vernice a base d’acqua usando una pistola a spruzzo.

    Contenuto:

    Vantaggi di dipingere il soffitto con una pistola a spruzzo

    L’uso di una pistola a spruzzo quando si applica la vernice a base d’acqua presenta seri vantaggi rispetto all’utilizzo di un normale rullo. Vediamoli ora più in dettaglio:

    • La verniciatura dei soffitti con una pistola a spruzzo viene praticata principalmente a causa delle prestazioni molto più elevate della procedura. La differenza di velocità rispetto a pennello e rullo è più volte. Inoltre, un tale dispositivo consente di dipingere un’area del soffitto molto ampia..
    • Lo strato di vernice applicato con una pistola a spruzzo è uniforme e molto sottile, il che riduce i tempi di asciugatura del soffitto. Ma se hai comunque applicato uno strato troppo spesso e le goccioline pendono, devi solo raccoglierle con una spugna..
    • Il problema del colore del soffitto irregolare è ridotto al minimo. È molto difficile applicare uno strato di vernice irregolare con una pistola a spruzzo..
    • Quando usi una pistola a spruzzo, puoi dimenticare le aree difficili da raggiungere. Per un getto d’aria che trasporta sottili spruzzi della composizione colorante, semplicemente non ci sono punti difficili da raggiungere.
    • La vernice spray non scorre, quindi è meno probabile che dipingi su pavimenti e altre superfici e macchia i tuoi vestiti.
    • Puoi anche evitare striature e striature quando dipingi il soffitto con una pistola a spruzzo, perché nessun oggetto tocca la superficie del soffitto. Solo la tensione superficiale agisce sulla vernice.
    • La pistola a spruzzo è in grado di funzionare non solo con vernici a base d’acqua, ma si adatta perfettamente anche a stucco e vernice.
    • Usando una pistola a spruzzo, consumerai molta meno vernice rispetto a quando dipingi con un pennello o un rullo, quindi il costo della verniciatura del soffitto con vernice a base d’acqua sarà in questo caso inferiore.

    Pistola a spruzzo per dipingere il soffitto con vernice a base d’acqua

    Sul mercato moderno, esiste un’ampia selezione di pistole a spruzzo diverse per ogni portafoglio e gusto, quindi quando si sceglie uno strumento per te, solo le tue preferenze personali e la quantità di denaro che puoi spendere rimangono il criterio principale..

    Tipi di pistole a spruzzo

    Le pistole a spruzzo manuali per vernici a base d’acqua sono l’apparecchio più economico e abbastanza semplice per dipingere il soffitto. L’unità è una sorta di “canna da pesca” e una pompa. La pompa crea pressione nel serbatoio, il pigmento viene spruzzato con una canna da pesca. Oltre a dipingere con vernice a base d’acqua, una tale pistola a spruzzo fa un ottimo lavoro con gesso e malta di calce. La produttività del dispositivo raggiunge in media i 200-225 metri quadrati all’ora.

    Le pistole a spruzzo elettriche, alimentate da una rete a 220 volt, per vernici a base d’acqua sono il tipo più popolare tra i nuovi arrivati ​​alla verniciatura. Il loro funzionamento non richiede l’uso di alcuna attrezzatura aggiuntiva, come quando si utilizza un apparato pneumatico. Esistono in commercio diverse modifiche della pistola elettrica a spruzzo, ma le più diffuse sono i modelli che si basano sulla tecnica di verniciatura a spruzzo airless..

    Le pistole a spruzzo pneumatiche per vernici all’acqua sono già considerate attrezzature professionali progettate per funzionare con qualsiasi formulazione. La maggior parte delle pistole a spruzzo di questo tipo sul mercato funzionano secondo il principio dell’aria compressa. In vendita sono modelli con una posizione inferiore e superiore del serbatoio. Questo deve essere preso in considerazione, a seconda del tipo di superficie che devi dipingere..

    La scelta giusta della pistola a spruzzo

    Quando si sceglie una pistola a spruzzo di qualità per vernice a base d’acqua, è necessario familiarizzare con alcune regole. Prestare attenzione prima di tutto al materiale del corpo del dispositivo. L’opzione migliore è considerata la produzione di una custodia in alluminio con rivestimento anticorrosione in nichel. La custodia in plastica, nonostante il suo peso inferiore, non durerà troppo a lungo, a differenza della custodia in alluminio.

    Anche i fori del coperchio devono essere in alluminio. Anche l’ottone e l’acciaio inossidabile sono adatti come materiale. Successivamente, è necessario verificare la qualità delle guarnizioni. La soluzione migliore se sono in Teflon, perché molte pitture e vernici contengono un solvente che può corrodere tutte le guarnizioni di bassa qualità.

    Le pistole a spruzzo hanno un posizionamento diverso della canna. Non c’è alcuna differenza fondamentale in questo, se la canna si trova in basso o in alto. I barili sono realizzati con vari materiali. I barili di metallo sono più facili da risciacquare e i barili di nylon ti aiuteranno a determinare più velocemente il livello di consumo di emulsione acquosa, poiché sono più trasparenti.

    Quando scegli una pistola a spruzzo, ricorda che se i tuoi piani non includono la trasformazione della pittura del soffitto nella tua attività e non hai una grande quantità di lavoro, ma solo una piccola riparazione a casa tua, allora non dovresti pagare più del dovuto per un dispositivo pneumatico professionale. Dopotutto, ciò porterà necessariamente ad un aumento del prezzo della verniciatura del soffitto con vernice a base d’acqua..

    A tal fine, è adatta la pistola a spruzzo manuale più semplice senza “campane e fischietti”, il cui costo è di circa 400 rubli. Ma se devi lavorare su una scala alta, dovresti scegliere una pistola a spruzzo elettrica, poiché è più compatta e comoda da trasportare e utilizzare in altezza, e anche semplicemente tenuta sulla schiena con una cintura, che rende molto più facile la verniciatura ..

    Fare una pistola a spruzzo con le tue mani

    La pistola a spruzzo non è molto difficile da realizzare da soli, l’importante è seguire rigorosamente il nostro piano dettagliato per la produzione del dispositivo, presentato di seguito. Per realizzare una semplice pistola a spruzzo, non è necessario spendere per l’acquisto di materiali speciali. Per cominciare, prepara un piccolo pezzo di schiuma, che viene utilizzato per isolare un balcone o come materiale fonoassorbente.

    Tagliare la forma desiderata dalla schiuma. La forma dell’elemento viene scelta in base al recipiente di vernice che hai scelto. Qualsiasi bottiglia o barattolo è adatto come vaso. In questo caso, il collo dovrebbe essere più largo. L’elemento in schiuma ritagliato dovrebbe adattarsi perfettamente con la sua parte inferiore al collo della nave.

    Pratica alcuni fori nella superficie della schiuma. Meglio ancora, forare, perché fare dei fori può facilmente danneggiare la fragile schiuma. Viene praticato un foro sul lato superiore del pezzo, verrà installata un’asta vuota (un corpo vuoto da una penna a sfera).

    Praticare l’altro foro orizzontalmente. Al suo interno è installato un corpo dell’asta. Quando si esegue un foro in verticale, è possibile utilizzare un tappo di bottiglia come arresto, che funge da recipiente.

    Dipingere il soffitto con vernice a base d’acqua con una pistola a spruzzo

    Dipingere il soffitto con vernice a base d’acqua usando una pistola a spruzzo non è molto diverso dalla verniciatura di qualsiasi altra superficie, ma ha comunque alcune delle sue caratteristiche che puoi notare guardando un video sulla verniciatura del soffitto con vernice a base d’acqua, e che sono importanti da considerare se sei un principiante della pittura.

    Preparazione per dipingere il soffitto con una pistola a spruzzo

    È necessario iniziare qualsiasi lavoro di verniciatura, prima di tutto, con la preparazione della vernice per l’applicazione. Aggiungere acqua alla vernice a base d’acqua e mescolare accuratamente la miscela risultante, se richiesto dalle istruzioni. Per questo, di solito viene utilizzato un mixer da costruzione o una frusta da trapano. La vernice a base d’acqua non corrode la pelle, quindi, in assenza di strumenti meccanici, puoi mescolare la composizione anche con le mani.

    Quindi devi aggiungere il colore se vuoi dare alla vernice un certo tono. Aggiungere la sostanza a piccole dosi e mescolare continuamente. Ricorda che lasciare macchie di colore nella miscela è inaccettabile. È meglio preparare una porzione di vernice con un margine, poiché se ne manca, sarà molto difficile catturare questa particolare sfumatura..

    Tieni presente che la composizione del colorante ha una tonalità più brillante e più profonda in forma liquida rispetto alla forma essiccata e applicata. Di norma, anche un barattolo di vernice aperto di recente contiene particelle di vernice essiccate e vari grumi che possono ostruire l’ugello della pistola a spruzzo o un grumo simile sul soffitto..

    Pertanto, la composizione della vernice deve essere perfettamente pulita e priva di particelle estranee. Per fare ciò, si consiglia di filtrare la vernice attraverso qualsiasi tessuto denso permeabile all’umidità che non abbia un’impregnazione idrofobica. È necessario saltare la composizione già diluita. La filtrazione ti aiuterà a sbarazzarti di grumi, vernice secca e altri detriti.

    La procedura per dipingere il soffitto con vernice a base d’acqua utilizzando una pistola a spruzzo differisce dalla verniciatura con un rullo o un pennello in quanto una grande quantità di composizione spruzzata è sospesa nell’aria, che si deposita non solo sulla superficie del soffitto, ma anche su tutte le superfici , compreso il sistema respiratorio e gli occhi. Pertanto, dovresti assolutamente indossare un respiratore o una benda di garza, nonché occhiali di sicurezza, come mostrato nella foto sulla verniciatura del soffitto con vernice a base d’acqua..

    È meglio rimuovere tutti gli oggetti in movimento e i mobili dai locali prima della fine del lavoro. Tutto immobile – coprire con pellicola trasparente. I piani adiacenti, l’ingresso di vernice su cui è indesiderabile, dovrebbero anche essere coperti fissando il polietilene con nastro adesivo o in un altro modo accessibile.

    La procedura per dipingere il soffitto con una pistola a spruzzo

    Dipingere il soffitto con una pistola a spruzzo può darti un risultato senza rivali rispetto all’uso di un pennello o un rullo. Quando si dipinge il soffitto, è importante che lo strato di vernice applicato sia il più uniforme e sottile possibile. Spostare l’ugello della pistola a spruzzo di lato prima di dipingere il soffitto, poiché all’inizio potrebbe fuoriuscire troppa vernice..

    Non appena la vernice inizia a spruzzare in modo uniforme, puoi iniziare ad applicare la composizione sul soffitto. una distanza adeguata che separa la pistola a spruzzo dalla superficie del soffitto è di circa 30-50 centimetri. La velocità ottimale dell’ugello è di 5 secondi per metro lineare. Il getto deve essere diretto perpendicolarmente alla superficie del soffitto da verniciare..

    Dividi mentalmente l’aereo in quadrati approssimativamente uguali alla lunghezza del tuo braccio. Dipingerai questi quadrati uno per uno, prima con movimenti trasversali e poi longitudinali. Quando si utilizza una pistola a spruzzo, in nessun caso è necessario indugiare a lungo in un’area, perché risulterà troppo spessa e tutto il materiale scorrerà a gocce. La colorazione è meglio eseguita allo stesso ritmo..

    Si consiglia di dipingere il soffitto con una pistola a spruzzo di vernice a base d’acqua in tre strati. Ogni strato va applicato solo dopo che il precedente si è asciugato. In nessun caso si dovrebbe applicare uno strato su un primer non ancora indurito o su una composizione colorante non asciutta, perché la vernice a base d’acqua non si stenderà bene e si staccherà abbastanza rapidamente. E di conseguenza, dovrai rifare tutto il lavoro..

    Il momento ottimale per creare il primo e il terzo strato è considerato mattina e sera, quando la stanza è ben illuminata, ma non accecata dalla luce solare diretta. Non è necessario seguire questa raccomandazione, l’importante è che tutti i difetti di verniciatura siano chiaramente visibili e l’angolo di incidenza della luce sia il più vicino possibile a una costante per una determinata stanza.

    Errori durante la verniciatura del soffitto con una pistola a spruzzo

    Ma se hai ancora commesso errori nel dipingere il soffitto, devi scoprire a cosa sono associati. Se non hai aderito alla tecnologia di verniciatura del soffitto con vernice a base d’acqua e si è accumulata in gocce, ciò indica una velocità di movimento insufficiente dell’ugello della pistola a spruzzo. Come abbiamo già detto, la vernice in eccesso deve essere raccolta con una spugna e sopra deve essere realizzato un altro strato di vernice a base d’acqua..

    Se lo strato è diventato spesso e la vernice ha iniziato a sfaldarsi, è necessario eseguire le seguenti azioni: stuccare i punti in cui sono comparsi i fiocchi, carteggiarli, adescare e quindi dipingere di nuovo. Assicurati di aspettare che il materiale sia completamente asciutto e ancora una volta ripassa la superficie del soffitto con uno strato di vernice per evitare la visibilità delle correzioni precedenti.

    Se, dopo aver dipinto il soffitto, sulla sua superficie compaiono grani o protuberanze, la ragione di questo difetto risiede nella vernice inizialmente contaminata. Per eliminare questo inconveniente, è necessario intonacare l’intera superficie del soffitto con carta vetrata. Usa una carta vetrata a grana da media a fine. Successivamente, filtra la vernice attraverso una garza e applica un altro strato sul soffitto..

    Pertanto, dipingere il soffitto con vernice a base d’acqua mentre si utilizza una pistola a spruzzo non metterà in ombra la riparazione. Dimenticherai per sempre le striature scure, le macchie e i segni dei bordi della vernice sulla superficie del soffitto. Inoltre, puoi ottenere una superficie perfettamente uniforme, che non può essere ottenuta con un pennello o un rullo. Cosa possiamo ricordare del tempo trascorso a dipingere il soffitto con un rullo di vernice?.

    Read more
    Soffitti

    Come nascondere le travi sul soffitto

    Inizialmente, le travi del soffitto non erano affatto elementi decorativi della stanza, assumevano tutti i carichi dal tetto della casa e allo stesso tempo fungevano da supporto per il piano attico. Nel tempo, le travi del soffitto hanno iniziato a nascondersi sempre più alla vista come un elemento non necessario, ma oggi è tornato di nuovo l’interesse per loro e viene prestata maggiore attenzione all’aspetto decorativo. E allo stesso tempo, le travi del soffitto hanno acquisito un aspetto completamente nuovo e hanno iniziato a svolgere molte nuove funzioni..

    Contenuto:

    Funzioni della trave del soffitto

    Le travi del soffitto oggi decorano i soffitti non solo nelle abitazioni rurali, ma anche nelle case di campagna e negli appartamenti cittadini in mattoni e cemento. Questi elementi degli interni autentici sono molto attraenti per gli abitanti della “giungla di pietra”. Pertanto, le travi aperte sono sempre più di natura decorativa, senza perdere la loro funzionalità..

    Le travi del soffitto possono essere utilizzate in qualsiasi stanza. Hanno un aspetto organico in soggiorno, studio, camera da letto, biblioteca e persino nel corridoio. La loro massa e numero sono determinati dalle dimensioni complessive della stanza. In una cucina spaziosa, puoi “punteggiare” l’intero soffitto con grandi travi, e in un piccolo corridoio, hai solo bisogno di pochi pezzi.

    Le travi decorative sono un modo semplice e molto economico per decorare il soffitto in modo originale. Ma è davvero qui che finiscono i loro meriti? Perché le travi sono ancora così popolari e come battere le travi sul soffitto? Diamo un’occhiata a quali funzioni possono gestire le travi del soffitto:

    L’uso delle travi all’interno

    Le travi possono essere utilizzate per decorare il soffitto all’interno di quasi tutti gli stili: dal classicismo storico all’high-tech moderno. Bene, quando si tratta di interni in stili etnici, le travi del soffitto torneranno utili. Pertanto, è così importante sapere come decorare una trave sul soffitto..

    Se preferisci i classici con una pretesa di lusso, allora questi disegni possono essere decorati con intagli, dipinti e vignette. È adatta anche la colorazione in un tono delicato e “sotto argento”. In un rigoroso interno classico, le travi del soffitto laccate lisce sembrano appropriate.

    Le travi lisce sono adatte anche per interni moderni. Qui, questi elementi non sembrano meno impressionanti. Qui sono consentite decisioni audaci e creatività. Pertanto, puoi dipingere le travi non solo nei tradizionali toni del bianco, nero e marrone scuro, ma anche in un colore brillante: rosso, blu o persino rosa..

    Negli interni high-tech e loft, le travi possono essere verniciate con una vernice ad effetto metallico o metallizzata. Spesso le travi del soffitto coesistono con lampadine “nude” e fili a vista, così come i mattoni alle pareti. Tale “estetica industriale”, un richiamo al tema dei vecchi capannoni e fabbriche abbandonati, trasforma l’abitazione in moderni appartamenti di lusso..

    Per un interno country o rustico, si consiglia vivamente di scegliere travi che imitano il legno invecchiato. Inoltre, i disegni possono essere scuri o chiari, tutto dipende dalla combinazione di colori generale della stanza. Si distinguono per la loro consistenza e ruvidità. Se parliamo dello stile rurale francese della Provenza, allora è meglio usare travi sbiancate più eleganti e pulite..

    Le travi in ​​vero legno massello sono considerate un lusso. Inoltre, la presenza di travi in ​​legno nella casa come elementi strutturali dovrebbe essere prevista in anticipo, anche in fase di costruzione. Nella maggior parte dei casi, non è consigliabile montare travi in ​​legno per motivi estetici: sono troppo pesanti.

    Pertanto, spesso si rivolgono all’imitazione delle travi di legno, che è indistinguibile dall’originale. Tali prodotti sono generalmente realizzati in poliuretano. Le travi del soffitto in poliuretano sono leggere per una facile installazione. Il loro prezzo non è alto. Possono avere un aspetto diverso: come travi levigate e verniciate o come travi in ​​legno antico screpolato..

    Come nascondere le travi sul soffitto

    Quindi, abbiamo avuto a che fare con proprietari persistenti che vogliono decorare i loro soffitti con un arredamento simile. Ma i felici proprietari di case con travi stanno cercando di rendere invisibili questi elementi, quindi sono interessati a come nascondere le travi sul soffitto. Inoltre, spesso le travi possono presentare vari difetti e dislivelli, questo è solitamente il caso delle condizioni generali insoddisfacenti dei solai..

    Soffitto teso

    La prima opzione per chiudere le travi è l’installazione di un noto tessuto elasticizzato in film o tessuto in PVC. In questo caso, il soffitto dovrà essere abbassato alla larghezza della trave del soffitto mascherato. Ma usando questa tecnica, bisogna ricordare che in questo caso potrebbe sorgere un altro pericolo: la perdita di spazio. Il soffitto potrebbe scendere troppo in basso. Pertanto, è meglio dotare un soffitto teso multilivello, che “preme” in modo significativo il soffitto e aggiunge spazio.

    Scatola di cartongesso

    La seconda opzione, come decorare le travi sul soffitto, è creare una struttura sospesa in cartongesso, che abbia la forma di una scatola. Il telaio dovrebbe assomigliare alla lettera P. Ricorda che il telaio deve essere fissato direttamente al soffitto, ma in nessun caso alla trave del soffitto stessa: non è possibile praticare dei fori, altrimenti la trave perderà le sue proprietà originali. La distanza minima dalla base della struttura in cartongesso è di 15-20 centimetri e la tela estensibile è di 2 centimetri.

    Con il cartongesso è possibile creare una sezione di gronda retroilluminata a LED del soffitto. La retroilluminazione è nascosta sotto una cornice in cartongesso, che è fissata direttamente alla trave sporgente del soffitto. Le sorgenti luminose possono essere tubi al neon, lunghe lampade alogene o cavi flessibili in duralight. Le lampade fluorescenti non sono consigliate per l’uso a causa dell’eccessiva tinta bluastra che è attaccata all’interno. I faretti non sono l’opzione migliore, poiché la retroilluminazione deve essere continua.

    Soffitto a cassettoni

    C’è un’altra opzione per rifinire il soffitto con travi, più sofisticate e più costose: decorare con la creazione di cassoni. Questo soffitto è costituito da travi, celle, cordoli, cornicioni e nicchie. Inoltre, le cassette possono essere quadrate, a forma di diamante o poligonali. I cassoni rotondi sono noti anche nella pratica dell’interior design..

    Sul soffitto a cassettoni, puoi decorare magnificamente le travi del soffitto longitudinali e trasversali, ad esempio con ornamenti e fonti di luce. Inoltre, la presenza di tali travi farà risparmiare tempo sull’installazione del telaio reticolare di supporto per l’installazione di cassette, perché le travi sono già disponibili! Tali soffitti possono conferire a una stanza un aspetto solido e impressionante..

    Guaina in cartone bordato

    Il modo più semplice per nascondere le travi sul soffitto è utilizzare assi o rivestimenti bordati. Tutte le superfici delle travi in ​​legno sono coperte lungo un piano orizzontale inferiore e due piani verticali. I loro giunti angolari rimangono scoperti se le estremità sono regolate con precisione, oppure coprono i giunti con angoli di legno..

    Nel caso di tavole bordate, devono essere carteggiate e verniciate. A volte il materiale viene precotto con un fuoco di fiamma ossidrica e quindi ricoperto con una vernice trasparente. Di recente, è diventato di moda non macinare tali travi e tavole, ma piuttosto rendere la loro superficie irregolare con l’aiuto di spazzole metalliche rotonde. Il gambo di un tale strumento deve essere inserito in un trapano elettrico convenzionale e i rischi sono applicati in rilievo sulla superficie del legno.

    Modi originali di decorazione

    A volte le travi del soffitto sono intonacate con diverse reti di gesso e ricoperte con vernice che imita il marmo o altra pietra naturale. Spesso le travi del soffitto sono decorate con corde. Una tecnica simile viene spesso utilizzata nello stile mediterraneo, eco e country, quando la componente estetica è messa al primo posto. Il raggio viene semplicemente “ravvivato” avvolgendolo con una corda.

    Se non hai ancora trovato un modo per chiudere la trave sul soffitto, dovresti prestare attenzione al seguente metodo originale. Puoi realizzare un armadio a muro e nascondere completamente la trave. In questo caso, avrai molto spazio di archiviazione utile..

    Riparazione delle travi del soffitto

    Il momento più spiacevole quando si lavora con le travi del soffitto è il momento in cui iniziano a cedere nel tempo. Se l’albero non è danneggiato e la deflessione si è formata a causa del sovraccarico della superficie del soffitto da parte del materiale isolante o di una sezione della trave del soffitto selezionata in modo errato, sarà possibile correggere tutti gli errori con costi minimi rinforzando la vecchia trave con un ausiliario.

    Misurare con una livella l’altezza della deflessione e l’ampiezza del cedimento della trave. Quindi è necessario rimuovere le traverse dai bordi della trave cedevole per posizionare una trave aggiuntiva lì. È inoltre necessario misurare la lunghezza e la sezione della trave, selezionare una tavola di dimensioni adeguate e preferibilmente un tipo di legno simile. In nessun caso dovresti usare un croaker. Se la tavola è leggermente curva, devi posizionarla con la parte curva verso l’alto.

    Appoggiare la nuova tavola sulle pareti portanti, se i bordi della nuova trave non sono inseriti nel supporto, vanno praticate delle tacche profonde circa 1 centimetro e lunghe 20 centimetri. Successivamente, è necessario sollevare la trave cadente, preferibilmente a pochi centimetri sopra l’orizzontale. Quindi posizionare la trave di rinforzo accanto a quella vecchia, fissando le traverse per la nuova trave nelle pareti portanti.

    Un cuneo di legno deve essere inserito tra il muro di contenimento e l’estremità della trave ausiliaria. Successivamente, allinea le pendenze con il muro di supporto fino a ottenere un piano piatto e orizzontale, applica un cuneo, battendolo con un martello in modo che non cada. Fissare con bulloni. Il jack può essere rimosso solo dopo pochi giorni..

    Se hai dubbi sulla qualità del legno di una trave cedevole, quando la si rinforza tra le barre unite, è possibile saltare le strisce di metallo e fissarle al serraggio rinforzato. Si consiglia di trattare il legno utilizzato per le riparazioni con antisettici e tutti i prodotti in metallo devono essere innescati.

    Read more
    Soffitti

    Bastone per tende nascosto: caratteristiche di installazione

    Un interno attentamente studiato della stanza e componenti di design secondari selezionati con competenza sono la chiave per creare la bellezza armoniosa della tua casa. E se stiamo parlando del design del soggiorno e ancor di più della camera da letto, uno dei componenti principali di un interno armonioso sono le finestre e le porte. Ogni maestro, che sia un professionista o un principiante, concorderà sul fatto che è difficile sopravvalutare il ruolo delle tende all’interno di una stanza. Tuttavia, il loro elemento integrante: la cornice non si adatta sempre alla soluzione stilistica complessiva della stanza e, quindi, c’è un desiderio abbastanza appropriato di nasconderlo, il che non influirà in alcun modo sulla sua funzionalità. Ciò è dovuto al fatto che le aste per tende sono, prima di tutto, un elemento funzionale della struttura e solo dopo ricevono un certo carico decorativo. A questo proposito, se hai intenzione di creare un interno armonioso e impressionante, nascondendo piccoli difetti e desideri decorare l’apertura della finestra in modo che nulla distragga dalla contemplazione del gioco di luce in pannelli di tessuto massicci o senza peso, presta attenzione al bastone per tende nascosto , la cui installazione realizzerà i tuoi sogni. Quando diventa necessario installare queste strutture e quali sono le loro caratteristiche, nonché quali sono i vantaggi delle tende con una cornice nascosta e quanto sia forte il loro potenziale interno, queste sono le domande principali dei nostri lettori che hanno optato per le cornici nascoste. Data la rilevanza di questo argomento, proveremo a rispondere a queste domande e considereremo anche diverse opzioni per l’installazione di cornici nascoste.

    Quando diventa necessario attrezzare cornicioni nascosti?

    La divulgazione delle aste per tende nascoste nel design moderno è dovuta a diversi motivi fondamentali, che verranno nominati di seguito..

    1. Necessità funzionale per creare un design armonioso. Spesso la necessità di utilizzare una cornice nascosta sorge in stanze decorate con soffitti tesi. Ciò è dovuto al fatto che è vietato montare strutture rigide sporgenti che possono danneggiare il film del soffitto sulla superficie del soffitto teso. È abbastanza logico che in questo caso sia impossibile utilizzare le tradizionali cornici del soffitto. Per quanto riguarda l’opzione di montaggio a parete, deve essere sicura anche per il film in PVC del soffitto teso e, pertanto, giungiamo alla conclusione che gli elementi strutturali della cornice non devono in alcun modo entrare in contatto con il film in PVC. La soluzione più ottimale e funzionale a questo problema è l’installazione di una cornice nascosta;

    2. Un interno senza difetti e il desiderio di rispettare i principi fondamentali del design moderno – un altro motivo per l’installazione di una cornice nascosta. Un’elegante tecnica di design che è diventata particolarmente rilevante ultimamente è decorare le aperture delle finestre con tele per tende che scorrono direttamente dal soffitto senza ulteriori elementi di fissaggio. E se, oltre a tutto il resto, sono decorati con l’illuminazione, allora sono in grado di conquistare il cuore anche dello scettico più incallito che non accoglie soluzioni di design non standard. Per risolvere questo problema, gli artigiani preferiscono installare soffitti in cartongesso, anche per gli innegabili vantaggi di questo materiale. Se hai optato per un’asta per tende in cartongesso nascosta, hai l’opportunità di equipaggiare non solo le tradizionali aste per tende dritte, ma anche strutture a forma di U, curve e persino semicircolari. Tuttavia, in questo caso, sarà necessario attrezzare una nicchia nel soffitto in cartongesso per nascondere la cornice con il suo aiuto. La tecnologia per l’installazione di tale nicchia sarà discussa in questo articolo;

    I designer ne distinguono uno in più tipo di cornici nascoste – le cosiddette strutture baguette, che sono una sorta di tradizionali cornici da parete. Le peculiarità della loro installazione riguardano il mascheramento di tutti gli elementi della cornice sotto sovrapposizioni decorative, in legno, plastica o metallo.

    Foto di bastoni per tende nascosti

    Vantaggi delle cornici nascoste

    Praticità ed estetica del design. Le aste per tende nascoste sono l’opzione preferita per fissare le tende in stanze con soffitti bassi. In tali ambienti, l’installazione di una cornice tradizionale ridurrà ulteriormente l’altezza del soffitto, al contrario di una cornice nascosta, che organizzerà efficacemente lo spazio, rendendolo più spazioso e più alto;

    Se in una stanza con soffitti tesi c’è abbastanza davanzali larghi, una cornice da parete tradizionale potrebbe non adattarsi alla larghezza. Usando un’asta per tende nascosta, puoi appendere qualsiasi tenda indipendentemente dalla larghezza del davanzale della finestra;

    Design e funzionalità aggiuntivi. La nicchia in cui si nasconde la cornice è un luogo aggiuntivo in cui è possibile nascondere il cablaggio, la posa della linea Internet in fibra ottica, nonché la ventilazione e l’illuminazione. Avendo attrezzato questa nicchia, puoi rifiutarti di installare strutture aggiuntive per mascherare le comunicazioni;

    Formazione di un unico spazio interno e focalizzazione sull’arredamento, caratteristiche di taglio e design delle tende. L’assenza di elementi di fissaggio aggiuntivi ti consentirà di non essere distratto dall’atmosfera creata dal tessuto fluente. La disposizione di un’illuminazione aggiuntiva nella nicchia del soffitto teso ti consentirà di enfatizzare la composizione tessile senza essere distratto dalla fonte di luce;

    Questo metodo di fissaggio dei tessuti è ideale per qualsiasi soluzione di design.. Non sarà necessario abbinare l’asta per tende alle maniglie delle porte o al colore dei mobili, per cercare tappi decorativi per l’asta per tende e così via. Usando una cornice nascosta, non puoi essere distratto dal tuo compito principale: la scelta e il design delle tende;

    L’opportunità di risparmiare. Ciò è dovuto al fatto che una cornice in alluminio installata nella nicchia del soffitto è molto più economica di quella, che, oltre ad essere funzionale, risolve anche un problema decorativo, e quindi è decorata con intagli, forgiatura e metalli costosi, che non può che incidere sul suo costo;

    Per quanto riguarda i vantaggi cornici baguette, allora sono limitati a loro disegno decorativo, che colpisce nella sua diversità. Scegliendo le aste per tende baguette, puoi trovare tutto ciò che il tuo cuore desidera: dall’incisione laser su superfici metalliche e sculture in legno alle strutture acriliche ariose e leghe di bronzo pesanti.

    Importante! Per quanto riguarda gli svantaggi delle cornici nascoste, includono la necessità di ulteriori lavori di installazione e, di conseguenza, i costi finanziari, nonché la complessità della sostituzione delle strutture nascoste.

    Selezione e funzionamento delle cornici nascoste: consigli pratici

    Non è un segreto che la scelta anche del design più perfetto e ponderato sia caratterizzata dalle sue sottigliezze e sfumature, la cui attenta osservanza consentirà di evitare spiacevoli sorprese in futuro..

    • Se decidi di dare la preferenza a una cornice nascosta, gli esperti consigliano di pensare in anticipo al design e alle caratteristiche del design delle tende. Se trascuri questi suggerimenti, quando scegli il taglio e il design delle tende, dovrai concentrarti sulle caratteristiche del design della cornice, il che complicherà notevolmente il tuo compito;
    • Nel processo di installazione di una cornice nascosta, lasciati guidare dalla larghezza del davanzale della finestra e dai dispositivi di riscaldamento sotto di esso. Ciò è dovuto al fatto che le tende non devono toccare la batteria e quindi, durante l’installazione della cornice, deve essere spinta in avanti di 1-2 cm dal davanzale della finestra;
    • Se non puoi vantarti di stanze spaziose e hai intenzione di espandere visivamente il suo spazio, durante l’installazione della cornice, non limitarti alla larghezza del davanzale e della finestra, ma organizza la cornice, la cui lunghezza corrisponde alla lunghezza di il muro. Appendere le tende lungo l’intera larghezza del muro, renderà il suo spazio unificato e, quindi, sarà percepito come un’area leggermente più grande;
    • Se preferisci una cornice baguette, durante la sua installazione, prendi tutte le misure lungo la larghezza della sua parte decorativa, che dovrebbe adattarsi liberamente allo spazio della parete, e inoltre non appendersi all’apertura della finestra e non appoggiarsi alla superficie del soffitto;
    • Nel processo di scelta di un’asta per tende, è importante prestare particolare attenzione ai suoi elementi funzionali: cerniere e guide. Il loro movimento dovrebbe essere silenzioso e libero, nel processo di movimento non dovrebbero aggrapparsi ai binari del cornicione.

    Bastone per tende nascosto in un soffitto teso: caratteristiche e installazione

    Una cornice nascosta è una delle opzioni per l’installazione di una cornice, che è una specie di binario attaccato al soffitto e collocato in una nicchia appositamente attrezzata, che si forma tra il muro e il soffitto teso. La depressione risultante è quasi invisibile anche quando ti trovi direttamente sotto di essa. A causa delle caratteristiche del design della cornice nascosta, viene creata una soluzione di design non standard, quando le tende praticamente “galleggiano” nell’aria, il che è particolarmente importante per le stanze basse, poiché le tende aumentano visivamente l’altezza del soffitto.

    Caratteristiche dell’installazione di un’asta per tende nascosta per tende in un soffitto teso:

    A una distanza di 20 cm dalla parete in cui si trova l’apertura della finestra, alla base della soletta del soffitto in cemento viene fissato un angolo del mobile, a cui viene successivamente montata una trave di legno per l’intera lunghezza. Determina il centro della barra e fissa la modanatura della parete in questo punto, che è necessaria in modo che il film del soffitto copra e, di conseguenza, nasconda una struttura antiestetica composta da una barra e un angolo del mobile. Determina il centro della nicchia formata e fissa la cornice nascosta in questo luogo.

    Importante! Il design decorativo della cornice nascosta nel soffitto teso non ha significato, poiché sarà completamente nascosto da occhi indiscreti. Il requisito principale per questo elemento è l’affidabilità del fissaggio delle tende, la leggerezza, la mobilità e il movimento fluido di anelli e ganci sul cornicione..

    Importante! Puoi diversificare il design degli interni della tua stanza o eseguire una suddivisione in zone competente dello spazio installando un’illuminazione a LED aggiuntiva nella nicchia del soffitto dove si trova la cornice nascosta. La soluzione più ottimale per il compito di dividere lo spazio in zone funzionali sarà un nastro a diodi, che fornisce un’illuminazione brillante e allo stesso tempo consuma una piccola quantità di elettricità.

    Come realizzare una cornice nascosta: sistemazione di una nicchia in cartongesso

    Utilizzando uno dei moderni materiali di finitura: il muro a secco, che presenta numerosi vantaggi indiscutibili, puoi realizzare le tue idee di design più audaci, una delle quali è la disposizione della cornice. Tuttavia, data la sua bassa resistenza e incapacità di sopportare carichi pesanti, diventa difficile appendere strutture pesanti a soffitti e pareti rifinite con cartongesso. La soluzione a questo problema è stata trovata e i maestri hanno affermato all’unanimità che l’unico modo corretto per uscire da questa situazione è attrezzare le nicchie del soffitto in cui verranno installate le cornici. A questo proposito, i maestri si pongono giustamente la domanda: “Come nascondere la cornice del soffitto per le tende disponendo una nicchia nel soffitto in cartongesso?” Successivamente, proveremo a rispondere a questa domanda considerando le caratteristiche dell’installazione di una cornice nascosta per le tende del muro a secco.

    Come realizzare un bastone per tende nascosto: preparazione del materiale

    Secondo esperti artigiani che hanno familiarità con il muro a secco, il materiale più adatto per organizzare una nicchia è il muro a secco Volma, che è caratterizzato da tutta una serie di qualità positive che sono spesso assenti nei materiali di finitura più costosi. A causa del peso ridotto del materiale, può essere utilizzato per la fabbricazione di varie strutture del soffitto, comprese le nicchie in cui sono nascoste le cornici. Tuttavia, il suo principale vantaggio è considerato la sicurezza ambientale, a causa dell’assenza di sostanze nocive nella sua struttura, che consente di utilizzare il muro a secco per lavori di finitura interna..

    Un foglio di cartongesso deve essere tagliato in strisce larghe 15 cm Per tagliare il cartongesso non sono necessari costosi strumenti professionali. È sufficiente fare scorta del seguente set di base:

    • Roulette, la cui lunghezza deve essere di almeno 3 metri;
    • Righello metallico lungo, in assenza del quale è possibile utilizzare un profilo metallico;
    • Coltello da cancelleria o multiuso, caratterizzato dalla presenza di lame a doppia faccia sostituibili;
    • Seghetto. In questo caso è adatta anche una sega per legno poco affilata, che deve essere stretta, oppure un seghetto progettato per tagliare i nodi;
    • L’unico strumento professionale che dovrai acquistare è una pialla sgrossatrice, poiché utilizzandola puoi eseguire la lavorazione di altissima qualità dei bordi tagliati..

    Importante! Gli esperti propongono di distinguere tra diversi metodi di taglio del muro a secco, tra i quali i più popolari sono metodi come taglio dritto, taglio irregolare, taglio su due lati e fori rotondi. Per realizzare una nicchia in cartongesso, è necessario padroneggiare la tecnica di un taglio dritto, che non è difficile..

    La misura richiesta è segnata su entrambi i lati (nel nostro caso è 15 cm). Un righello di metallo viene applicato sui segni indicati e, usando un coltello, viene tagliato lo strato superiore del materiale. Allo stesso tempo, gli esperti sconsigliano di tracciare una linea preliminare con una matita, poiché in questo caso il taglio potrebbe risultare irregolare. Se approfondisci il taglio 2-3 volte, puoi essere certo che il muro a secco si romperà esattamente lungo la linea prevista e non altrove..

    Successivamente, il muro a secco viene installato sul bordo e leggermente battuto con il ginocchio nel punto in cui non c’è taglio. Dopo aver eseguito 2-3 colpi, sarai in grado di rompere il nucleo di gesso esattamente lungo la linea prevista. Infine, usa un coltello per tagliare il cartone che tiene entrambe le metà del foglio. Per tagliare strisce più larghe, puoi usare un seghetto.

    Installazione di scatole in cartongesso

    Per l’installazione avrai bisogno di:

    • Profilo a soffitto in metallo 27x60x3000 cm;
    • I profili guida sono preferibilmente realizzati in alluminio, ma è vietato l’utilizzo di quelli in legno, di dimensioni 28x27x3000 cm;
    • Foglio di cartongesso;
    • Trapano o cacciavite;
    • Viti autofilettanti (viti autofilettanti) o graffette.

    Prima di tutto, segna le dimensioni della nicchia in cui è previsto di nascondere la cornice. Per fare ciò, misurare la distanza dal muro in cui si trova l’apertura della finestra al bordo del davanzale della finestra o della batteria di riscaldamento (nel caso in cui la batteria sporga oltre il bordo del davanzale). Successivamente, vengono aggiunti 10 cm, che è la dimensione dell’indennità necessaria per il libero movimento delle tende nella nicchia. Nella maggior parte dei casi, questa distanza dovrebbe essere di almeno 15 cm, il che faciliterà la successiva installazione della cornice, ma allo stesso tempo non dovrebbe superare i 20 cm. Inoltre, usando un cordoncino per vernice, segnare una linea parallela al muro, che sarà il bordo della nicchia.

    Utilizzando un trapano o un cacciavite, fissare i profili guida lungo questa linea in modo che il gradino per i tasselli sia di almeno 60 cm. Per realizzare i lati della scatola, le strisce di cartongesso precedentemente tagliate vengono avvitate ai profili guida. In questo caso, il gradino è di almeno 15 cm Dai lati terminali della scatola, il perimetro è segnato e la scatola guida viene fissata allo stesso modo utilizzando viti autofilettanti. In questo caso, il profilo dovrebbe “guardare” verso le pareti. Utilizzando un seghetto, le strisce di cartongesso vengono tagliate lungo il profilo, che sono contemporaneamente le pareti laterali della nicchia. Effettuare un’attenta lavorazione delle estremità con una pialla.

    Utilizzando il profilo del soffitto, la cassa viene assemblata, con un passo di almeno 40 cm, il muro a secco viene tagliato alla larghezza della nicchia e il fondo della scatola viene cucito. Per quanto riguarda le pareti laterali della nicchia, possono essere realizzate in vetro o plastica trasparente. Le moderne soluzioni di design comportano la produzione di bordi ricci della scatola, sotto forma di onde o varie forme geometriche. La larghezza della scatola è un indicatore variabile e dipende dall’altezza del soffitto e dalle dimensioni della stanza.

    Come rifinire una nicchia in cartongesso?

    Nel processo di placcatura, le viti vengono affondate nel muro a secco in modo che i cappucci non sporgano. Vengono realizzati giunti in stucco e fori per le viti. Se necessario, puoi stuccare l’intera scatola. Per stuccare gli angoli interni, gli esperti consigliano di utilizzare una spatola di gomma.

    Se vuoi semplificare la finitura della scatola, dopo aver terminato il lavoro, rifinisci gli angoli interni della scatola posizionando su di essi angoli di plastica o metallo. Facendo funzionare lo stucco, l’angolo viene premuto nel mastice. Al termine di questi lavori, vedrai che l’angolo è perfetto. Se vuoi fare a meno di usare un angolo, carteggia con cura i bordi del muro a secco con carta vetrata. Dopo che lo stucco si è completamente asciugato, carteggiare la scatola con carta vetrata fine. Se hai eseguito tutte le misure di cui sopra, devi solo spazzare la polvere dalla scatola finita e dipingere la nicchia.

    Se vuoi aggiungere un tocco di mistero e originalità all’interno della stanza, installa l’illuminazione per una nicchia in cartongesso. A tal fine, nella scatola vengono inserite delle lampade alogene dal retro, creando luce diffusa, o tubi al neon, che diventeranno una fonte di luce che aggiungerà intimità alla stanza. Dopo aver eseguito questi passaggi, creerai un elemento decorativo che può decorare qualsiasi stanza. Le strisce LED accentueranno le caratteristiche architettoniche del soffitto ed evidenzieranno le tende che fluttuano nell’aria con una striscia luminosa.

    Read more
    Soffitti

    Soffitto in cartongesso fai da te

    Di norma, quando si tratta della necessità di formare una superficie presentabile di alta qualità sopra la testa in una o più stanze, la maggioranza assoluta viene in mente un soffitto in cartongesso. E questa, in effetti, è una buona opzione, dato che il costo del materiale stesso non è semplicemente da definire elevato. È vero, il prezzo che le organizzazioni edili chiedono per l’installazione di una tale struttura nega immediatamente l’apparente beneficio. Fermare! Perché non costruirlo con le tue mani? Inoltre, non è affatto difficile..

    Contenuto:

    Soffitti in cartongesso e loro vantaggi

    I soffitti in cartongesso hanno molti vantaggi innegabili. Prima di tutto, è un’opportunità per nascondere tutti i difetti (irregolarità, crepe) dell’area corrispondente. Inoltre, è conveniente nascondere le comunicazioni (tutti i tipi di cavi) sotto i soffitti in cartongesso. Ciò significa che se decidi di sperimentare la natura dell’illuminazione nella stanza da finire, la struttura GKL non sarà un ostacolo: la posizione delle lampade è ora nelle tue mani.

    Tali soffitti diventeranno una degna decorazione funzionale di ogni stanza, anche un bagno. È vero, in quest’ultimo caso, dovrai trattare il materiale con uno speciale agente idrorepellente..

    Lavoro preliminare

    Prestate la massima attenzione alla preparazione, perché gli errori in questa fase possono costarvi cari: e il tempo perso è solo il minimo.

    Pianificazione

    Non vale la pena iniziare alcuna azione di riparazione senza un piano chiaro. Inizia con un progetto, discutilo con la famiglia e gli amici (con persone specifiche che vivranno in questa stanza; e anche se tua madre o tua nonna sono completamente all’oscuro dei problemi di costruzione, potrebbero avere le proprie preferenze di design, che potrebbe valere la pena ascoltare) . Decidi il numero di livelli: dopotutto, il calcolo del materiale dipende direttamente da questa cifra. Designare la struttura del soffitto futuro, assicurarsi di contrassegnare i luoghi in cui verranno successivamente posizionati i dispositivi di illuminazione.

    Strumenti e inventario richiesti

    Durante l’installazione di soffitti in cartongesso, avrai sicuramente bisogno di:

    • Bulgaro;
    • forbici per metallo;
    • puzzle;
    • coltello da costruzione;
    • perforatore;
    • sega per cartongesso;
    • Cacciavite;
    • raspa;
    • rullo dell’ago;
    • quadrato;
    • livello;
    • regola;
    • roulette;
    • matita;
    • viti autofilettanti, tasselli;
    • sospensioni;
    • profili;
    • e, naturalmente, gli stessi GCR.

    Preparazione della stanza

    Se l’installazione della struttura del soffitto verrà eseguita in una stanza già riparata, è necessario rimuovere mobili, elettrodomestici, ecc. – dopotutto, non è un segreto per nessuno che la finitura del soffitto con cartongesso implichi una grande quantità di polvere. Il pavimento e tutto ciò che non può essere rimosso devono essere coperti con un foglio.

    Tecnologia di finitura del soffitto in cartongesso

    Ora che tutto il lavoro preliminare è stato completato, puoi procedere direttamente all’installazione.

    Il modo più semplice, ovviamente, è montare un soffitto a un livello. Prima di tutto, è necessario effettuare dei segni per le guide dell’intera struttura da erigere – utilizzando un livello laser, a una distanza di circa 20 centimetri dal soffitto (è possibile e meno – tutto dipende dal numero di comunicazioni ). Dopo aver affrontato l’intero perimetro della stanza, vengono fissati con tasselli, osservando un passo di circa mezzo metro.

    Quindi iniziano a segnare il soffitto. Una matita viene utilizzata per segnare i paralleli per le guide dei cuscinetti: la distanza ottimale tra loro dovrebbe essere leggermente superiore alla metà della lunghezza del cartongesso. Ciò è necessario in modo che successivamente la malta possa essere facilmente pressata negli spazi tra i fogli..

    Secondo le linee ottenute a seguito della marcatura, le sospensioni sono fissate ai cunei di ancoraggio metallici (con un passo di 40 centimetri).

    L’orizzontalità del telaio viene controllata mediante un laser. Ora è necessario tracciare i profili longitudinali. Sono fissati usando granchi speciali..

    Quando il telaio è già completamente pronto, è necessario trascinare in posizione tutti i cablaggi e fissarlo con del nastro adesivo sul soffitto grezzo per evitare che si rompa o si danneggi durante il lavoro.

    Bene, finalmente è giunto il momento per la guaina stessa. I fogli devono essere pretagliati sul pavimento con un coltello da ufficio o un seghetto alternativo (per pezzi curvi). Non è affatto difficile lavorare con il cartongesso: hanno fatto dei segni sul foglio, hanno disegnato un coltello lungo la linea, hanno preso il pezzo da tagliare, lo hanno rotto. Se esegui correttamente tutte le manipolazioni preliminari, il muro a secco esploderà esattamente nel punto indicato. Questo processo è in qualche modo simile alla lavorazione del vetro. I bordi irregolari, inevitabilmente formati in luoghi di fratture, dovrebbero essere livellati con una raspa o una pialla.

    Per migliorare le proprietà impermeabilizzanti della struttura in cartongesso, si consiglia di adescare ciascuno degli elementi montati con un composto speciale prima dell’installazione..

    La tecnologia di finitura del soffitto con cartongesso implica il fissaggio dei fogli a tutti (!) I profili installati mediante viti autofilettanti per metallo. Il passo consigliato è di 20 centimetri. È richiesto uno spazio tra i fogli di un paio di millimetri.

    Nota! In nessun caso i cappucci delle viti autofilettanti devono essere affondati! Affinché ciò non accada per caso, è meglio usare un cacciavite con un fermo di profondità a vite.

    Dopo che l’intero telaio è stato nascosto sotto il nuovo soffitto, è necessario controllare accuratamente la planarità della superficie risultante in tutte le direzioni, se necessario, correggere i difetti e praticare i fori per gli apparecchi di illuminazione.

    Pensi che questo lavoro polveroso finisca? Ma no! Il mastice del soffitto ti sta aspettando. Viene eseguito in più fasi. Prima cosa "chiudere" giunti tra i fogli. Ricorda, non è sufficiente semplicemente perderli: devi essere sicuro che la composizione del mastice non cada da loro in una settimana o un mese. Per non lamentarsi in seguito "imperfezione", gli esperti raccomandano per "amplificazione" utilizzare strisce di rete di rinforzo o una base di carta speciale per le cuciture.

    Come avviene il processo di rinforzo? I giunti vengono riempiti con uno strato di mastice, viene applicata una rete, seguita da un altro strato del prodotto. La stessa lavorazione va applicata agli interstizi, prudentemente lasciati tra il cartongesso e il muro. Dopo l’essiccazione, queste aree devono essere trattate con carta vetrata fine..

    Non trascurare e il posto è sfortunato "avvitato" viti autofilettanti – e dovrebbe anche essere stucco. Se necessario, trattare l’intero soffitto con stucco.

    Una superficie completamente essiccata viene innescata con composti speciali.

    Questo completa la finitura del soffitto in cartongesso.

    Finitura: tutto è nelle tue mani

    Con il soffitto preparato in questo modo, puoi fare come desideri: il muro a secco può essere incollato con carta da parati o utilizzato come base per soffitti a colla, perché la superficie di cartone del cartongesso, senza dubbio, è una base affidabile per qualsiasi composizione adesiva.

    Ma il più delle volte, la finitura del soffitto in cartongesso è la pittura. Per questi scopi, è possibile utilizzare quasi tutti i mezzi. Se la tua scelta è caduta su una vernice a base d’acqua, ti consigliamo vivamente di rivestire il soffitto con lo strato più sottile di mastice.

    Read more
    Soffitti

    Riparazione del tetto del garage fai da te

    Il garage è la seconda casa. Almeno per un uomo. E se la moglie mantiene l’ordine nell’appartamento, il marito si occupa di riordinare, pulire e riparare in garage. È vero, spesso la questione non si limita al solito lavaggio dei pavimenti, devi riparare il pavimento e i cancelli e persino riparare da solo il tetto del garage. Bene, come altro! Ci deve essere ordine in tutto! Riguarda il tetto e come rattoppare i buchi con le tue mani che saranno discussi in questo articolo..

    Contenuto:

    Metodi di riparazione del tetto del garage

    In effetti, l’uno o l’altro metodo di riparazione del tetto di un garage dipende dall’edificio stesso, dal tipo di tetto e dal grado di usura della struttura. Di norma, nelle abitazioni private, dove il garage è separato dalla casa stessa, vengono utilizzati materiali di copertura economici con una lunga durata. Questi sono cartone ondulato, piastrelle metalliche, piastrelle flessibili e ondulina. È improbabile che i garage collettivi siano coperti con cartone ondulato o piastrelle, i materiali morbidi a base di bitume saranno più appropriati qui..

    A questo proposito, ci sono tre modi per riparare un tetto in un garage:

    Preparazione del tetto per lavori di riparazione

    Prima di tutto, è necessario determinare il grado di usura del tetto e identificare quegli elementi che richiedono la sostituzione. Inoltre, dovresti fare scorta di attrezzature speciali e un po’ di tempo libero. La riparazione più rapida del tetto del garage viene eseguita utilizzando materiali in fogli e rotoli, ma con un pezzo (piastrelle, ad esempio) dovrai armeggiare. Guarda tu stesso: un foglio di cartone ondulato può coprire fino a 9 metri quadrati di superficie e un foglio di piastrelle flessibili – 0,14 metri quadrati. Si scopre che per coprire tutti gli stessi 9 mq. dovrai fissare 63 scandole sulla superficie del tetto, e questo richiederà molto tempo e fatica.

    Quindi, prima di iniziare i lavori di riparazione, rimuovere tutti i detriti dal tetto e pulire a fondo soprattutto i punti più problematici. Esamina attentamente il tetto, forse non tutto è così male e puoi limitarti solo alle patch e non alla sostituzione completa del tetto. Se i vecchi materiali sono ancora adatti, ritaglia semplicemente i fori con un’ascia in quei punti che ritieni problematici: in futuro li riparerai e quindi riporterai il tetto alla sua precedente affidabilità.

    Se il tetto del tuo garage è stato coperto con materiali di copertura morbidi come il feltro per tetti, potresti notare crepe o rigonfiamenti sulla sua superficie. Tali difetti devono essere eliminati anche prima della riparazione. Per fare questo, prendi un coltello affilato e taglia la macchia trasversalmente. Piega i triangoli risultanti in modo che non si gonfino e non interferiscano con il movimento libero intorno al tetto e pulisci accuratamente tutti i loro “interni” da polvere e detriti. Successivamente, riempirai questi fori con bitume, prevenendo così perdite.

    Riparare il tetto di un garage con bitume caldo

    Avendo deciso di riparare il tetto del garage con le tue mani usando bitume caldo, dovrai fare scorta di:

    • bitume – ½ Borsa
    • un secchio – che non è un peccato
    • corda – per sollevare il secchio sul tetto
    • scale – altrimenti come si sale in garage?
    • gancio in metallo – per un comodo sollevamento del secchio
    • legna da ardere e benzina – per accendere un fuoco
    • mattoni – per la costruzione di “barbecue”
    • con una spazzola – per pulire le aree problematiche dallo sporco
    • guanti.

    Dopo aver ripulito il tetto del garage da detriti e sporco, inizia a riscaldare il bitume. Per fare questo, devi accendere un camino e costruire qualcosa di simile a un barbecue: ci metti sopra un secchio di bitume. Quando il materiale si scalda e diventa plastico, puoi iniziare a versarlo.

    Sollevare il secchio sul tetto e riempire le aree problematiche con bitume caldo, guidando il materiale con una tavola di legno. Puoi “rattoppare” l’intera superficie in questo modo, ma puoi solo quei difetti che sono una fonte di perdite durante la pioggia. Rovescia i fori che hai tagliato con particolare attenzione. Assicurati che il bitume li riempia fino in cima, senza lasciare possibilità all’acqua.

    Riparazione di un tetto di garage con materiali di copertura morbida

    Il materiale di copertura e il bikrost appartengono ai materiali di copertura morbidi. Il primo è posato sul mastice bituminoso, il secondo è fuso con un bruciatore a gas. Di conseguenza, possiamo concludere che bikrost è molto più facile da installare, perché non devi armeggiare con il mastice..

    Materiale di copertura

    Anche la riparazione del tetto del garage con feltro per tetti non è difficile. Se decidi che non hai bisogno di una revisione importante con una sostituzione completa del tetto, allora ritaglia solo alcuni pezzi di materiale di copertura e copri con esso i fori tagliati. Il taglio deve corrispondere perfettamente alla dimensione dei fori, altrimenti tutto il lavoro andrà in malora.

    Innanzitutto, all’interno del foro viene applicato un mastice di resina o bitume. Quindi viene posato un pezzo di materiale di copertura e sopra c’è un altro strato di bitume. Non è necessario attendere l’asciugatura, ma è necessario riportare immediatamente i triangoli piegati al loro posto. Ora non resta che rattoppare i tagli risultanti con un’altra patch. La cosa principale è che la dimensione del pezzo è di diversi centimetri più grande dell’area danneggiata. Applicare uno strato aggiuntivo di mastice sopra il cerotto: in questo modo otterrai il risultato desiderato con una maggiore probabilità..

    Il passo successivo (se, ovviamente, decidi di coprire completamente il tetto) è impermeabilizzare completamente il tetto con cartone catramato. I pannelli vengono posati sullo strato di catrame, che deve essere applicato in parti man mano che il lavoro procede. Le strisce di materiale di copertura sono sovrapposte di 10-15 centimetri. Se compaiono bolle durante la posa, vengono tagliate con un coltello e i tagli vengono premuti saldamente sulla superficie del tetto e inoltre rivestiti con catrame.

    Presta particolare attenzione al punto in cui il tetto del tuo garage si collega ai tetti adiacenti. Di norma, in queste giunture si formano crepe e delaminazione di vecchi materiali..

    Con l’aiuto del materiale di copertura, viene creata un’unica tela, quasi solida, che impedisce all’umidità di penetrare nella stanza. Nella maggior parte dei casi, è sufficiente uno strato di materiale, mentre un doppio tappeto viene disposto nei casi in cui le condizioni operative sono piuttosto difficili o le condizioni meteorologiche lasciano molto a desiderare..

    Il costo della riparazione di un tetto del garage con materiale di copertura sarà di circa 500-600 rubli. Questo importo include il materiale del tetto stesso (210-300 rubli per rotolo di 10-15 metri), resina o bitume – 100 rubli per sacco e materiali improvvisati (se non ce ne sono nel tuo arsenale).

    Bikrost

    Con bikrost, tutto è molto più semplice, perché questo materiale non richiede l’uso di mastice bituminoso o catrame. Per la sua installazione viene utilizzato un bruciatore a gas, ed è fissato alla superficie del tetto mediante uno speciale strato di bitume ossidato, che aderisce rapidamente e facilmente alla base..

    Stendere il rotolo delicatamente di 50-60 centimetri. Riscaldare il lato screpolato con un fornello a gas e premere questo pezzo sulla superficie del tetto con un bastoncino a T. In piedi con i piedi su un tetto fresco, stendere il rotolo di un altro mezzo metro e riscaldare l’interno con un fornello. La seconda striscia va sovrapposta dai primi centimetri a 7-8.

    Pertanto, per riparare un tetto standard di un garage cittadino, avrai bisogno solo di un’ora e mezza, mentre con feltro per tetti o bitume ci vorrà molto più tempo. È vero, nel caso dell’utilizzo di bikrost per riparare il tetto del garage, il prezzo di questa riparazione stessa aumenterà da 500 rubli a 1500 rubli, poiché il materiale da saldare è molto più costoso del materiale di copertura.

    Riparazione del tetto di un garage con cartone ondulato e tegole metalliche

    Nelle abitazioni private, il garage è solitamente un edificio separato. Il tetto di una tale struttura è solitamente realizzato con materiali di copertura rigidi come cartone ondulato, tegole flessibili o tegole metalliche. Sostituire un foglio di cartone ondulato danneggiato non sarà difficile, ma a volte ci sono situazioni in cui è necessario sostituire completamente il tetto.

    Cartone ondulato

    Per fare questo, hai bisogno di una sega circolare, un metro a nastro e un cacciavite. La pendenza di un garage indipendente è costituita da fogli pieni di cartone ondulato che non cresceranno in lunghezza, come, ad esempio, nel caso delle piastrelle metalliche. La sovrapposizione in questo caso sarà laterale, quindi sarà sufficiente un’onda. Poiché la larghezza di un foglio è poco più di un metro, per un garage standard lungo 5 metri saranno necessari cinque fogli di cartone ondulato.

    Installa il primo foglio in uno degli angoli superiori usando un cacciavite, ma non fissarlo immediatamente “stretto”. Successivamente fissare altri due teli e verificare l’allineamento della linea di colmo del tetto con i bordi dei teli. Dopo che tutti i fogli sono stati allineati, fissali completamente. Le parti superiore e inferiore del cartone ondulato sono fissate attraverso l’onda e il suo centro – in uno schema a scacchiera.

    Piastrella di metallo

    La piastrella metallica è attaccata dal basso verso l’alto. Il suo fissaggio viene effettuato mediante viti autofilettanti dotate di guarnizione in gomma (puoi acquistarle o puoi farlo da solo). I fogli di piastrelle sono sovrapposti e, per il loro fissaggio affidabile, ci sono speciali fermi nella parte superiore e inferiore del foglio. In linea di principio, tutto è semplice e veloce, tuttavia, il costo delle tegole è piuttosto elevato, il che significa che dovrai pagare una cifra considerevole per riparare il tetto del tuo garage. Ma quanto sarà bella!

    Riassumendo, vorrei notare che, indipendentemente dal metodo di riparazione del tetto scelto, hai ancora un lavoro pericoloso: l’altezza del garage è di circa 2 metri e se esci da lì, puoi romperti tutte le ossa. Stai attento e attento: la cautela non ha ancora fatto male a nessuno.

    Read more
    Soffitti

    Incolla i soffitti: fai da te in modo facile e veloce!

    Non per niente una profonda revisione è paragonata a un disastro naturale. Pensare al design nei minimi dettagli, navigare nella varietà dei materiali di finitura, fare un preventivo tenendo conto del budget della famiglia non è facile. Pertanto, sempre più spesso, nel tentativo di ridurre i costi e i tempi per i lavori di costruzione e riparazione, i proprietari di appartamenti e case di campagna scelgono pannelli per soffitti o piastrelle come materiali di finitura..

    Soffitti incollati – uno dei tipi di finitura con fogli rettangolari o quadrati di polistirene espanso o poliuretano con un rivestimento che imita la superficie della pietra, vari tipi di legno o il rilievo della decorazione a stucco. I pannelli del controsoffitto possono essere montati su qualsiasi superficie, che si tratti di cemento, cartongesso o mattoni. Le dimensioni dei prodotti in poliuretano sono relativamente piccole. Pertanto, il materiale è abbastanza semplice da installare e trasportare..

    Contenuto:

    Realizzare soffitti adesivi con le tue mani è un processo lungo, ma non difficile. Tutto ciò che serve per questo è selezionare i materiali necessari, armarsi di pazienza e familiarizzare con la tecnologia di installazione.

    Calcolo del controsoffitto

    Per evitare spese inutili, vale la pena calcolare in anticipo i materiali necessari. Per fare ciò, è necessario prendere le misure della stanza e contare il numero di fogli interi che si adattano alla larghezza e alla lunghezza. Moltiplica questi numeri. Ora, appiattisci una tessera per coprire ciascuno degli spazi più grandi e un foglio ogni due spazi più piccoli, se presenti. Il numero che risulta dal conteggio è il numero di fogli che saranno necessari per incollare sulla stanza.

    È meglio acquistare pannelli o piastrelle con un margine piccolo (circa il 10%). Infatti, durante il trasporto e l’installazione, parte del materiale potrebbe deformarsi. Anche se diversi fogli non vengono tagliati correttamente, la quantità rimanente sarà sufficiente per completare l’installazione..

    Tipi di pannelli per controsoffitti e piastrelle

    A seconda della tecnologia di produzione, i pannelli del controsoffitto sono divisi in tre tipi: estrusi, a iniezione e stampati.

    Le piastrelle per iniezione sono realizzate in polistirene premendo sotto l’influenza delle alte temperature. L’utilizzo di questa tecnologia permette di creare un materiale dalle elevate prestazioni estetiche. Un assortimento abbastanza ampio di rilievi, colori e ornamenti consente di utilizzarlo come decorazione per soffitti in qualsiasi stanza (bagno, corridoio, sala da pranzo, soggiorno, ecc.) Lo spessore del prodotto varia da 9 a 14 mm. Le piastrelle sono imballate in piccoli blocchi di 8 fogli con una dimensione di 50 × 50 cm, il che semplifica notevolmente sia il calcolo che la posa del materiale. Un pacchetto è sufficiente per coprire due metri quadrati di soffitto.

    I pannelli del controsoffitto in polistirene stampato o estruso sono uno dei materiali economici di qualità accettabile. Attrezzature speciali vengono utilizzate per la stampa termica di fogli con uno spessore di 6-8 mm.

    Le piastrelle estruse sono realizzate con strisce di polistirene laminate con pellicola decorativa. La superficie assolutamente liscia del prodotto può essere monocromatica o con l’applicazione di varie texture. Tale piastrella è resistente a deformazioni di vario genere (è caratterizzata dalla capacità di recuperare dopo una leggera pressione con un dito), senza pretese nella manutenzione, molto più resistente delle lastre di altri rivestimenti per soffitti. Il bordo della piastrella è leggermente piegato, il che rende l’installazione più comoda.

    Le piastrelle oi pannelli possono essere laminati o non laminati. I pannelli laminati del controsoffitto sono ricoperti da una sottile pellicola protettiva (bianca o colorata). La superficie di una tale piastrella in poliuretano può essere volumetrica: imitare sculture in legno o rilievi in ​​gesso. I pannelli laminati resistono molto meglio all’umidità elevata, sono resistenti all’adesione di fuliggine e polvere. Ecco perché i produttori consigliano di installare solo tali prodotti nei bagni o nelle cucine. I prodotti non laminati sono lisci, con una superficie bianca granulosa. Dopo l’installazione, si consiglia di dipingerli con acrilico della tonalità richiesta..

    Come scegliere una piastrella?

    Nel processo di scelta di una piastrella, vale la pena esaminare attentamente la superficie del foglio. Il polistirolo deve essere moderatamente granuloso, ma non poroso. Più granulosa è la struttura, migliori saranno i pannelli del soffitto..

    È necessario verificare la dimensione dei fogli nel pacco stesso e confrontare le dimensioni lineari dei prodotti di diversi lotti. Non dovrebbero essere diversi. Le minime imprecisioni possono causare difetti nella finitura superficiale. Assicurati di prestare attenzione agli angoli dei pannelli o delle piastrelle. Se sono troppo arrotondati, non funzionerà per ottenere una perfetta unione dei bordi..

    Se un pannello del controsoffitto in polistirene espanso viene realizzato in violazione della tecnologia, diventa fragile. Prendi un angolo del foglio con due dita e agitalo leggermente. Durante tali manipolazioni, la tessera non dovrebbe rompersi..

    Adesivo per piastrelle da soffitto

    Quando finiscono il soffitto, usano tradizionalmente la colla Moment-Montage n. 40, ma anche l’uso di mastice polacco e miscele già pronte “Dragon”, “Titan” o “Eco nset-Extra” dà un buon risultato..

    La colla “Eco Set – Extra” viene applicata sul retro del prodotto e lasciata in posizione orizzontale per 1-2 minuti per una migliore adesione dell’adesivo alla superficie. Le piastrelle vengono quindi applicate delicatamente al soffitto di base e tenute in posizione per diversi minuti per un fissaggio ottimale..

    L’incollaggio del soffitto con l’uso della colla polimerica “Dragon” a base di resine sintetiche viene eseguito allo stesso modo della colla “Eco nset – Extra”..

    “Titan” è un adesivo polimerico universale. Possiede una maggiore resistenza ai fattori naturali. Pertanto, può essere utilizzato in ambienti con elevata umidità. La colla Titan SW è anche resistente al gelo, il che la rende indispensabile per la finitura dei soffitti nelle case di campagna e in altri ambienti raramente riscaldati.

    Il mastice adesivo per soffitti a base di lattice stirene-acrilico viene utilizzato per la finitura di soffitti con superfici ruvide (cemento, gesso, ecc.). Non è necessario fissare le piastrelle dopo l’incollaggio. È sufficiente applicare la colla in modo punteggiato sulla superficie del prodotto in schiuma o polistirolo secondo uno schema a scacchiera..

    Preparazione della superficie

    Prima di iniziare il processo di finitura, le superfici devono essere pulite da precedenti strati di materiali di finitura, sporco e, se necessario, livellate con stucco. Se la superficie è rivestita con fogli di compensato o truciolare, è necessario applicare un primer.

    L’adesivo viene applicato solo sulle piastrelle. Non è necessario elaborare il soffitto con colla o mastice, poiché il peso del prodotto è piccolo, quindi il carico non sarà grande.

    Installazione di pannelli a soffitto o piastrelle

    I soffitti a colla senza cuciture provengono piuttosto dal regno della fantasia, ma è del tutto possibile montare le piastrelle oi pannelli in modo che le cuciture siano il più pulite e piccole possibile. E se usi una piastrella con un ornamento e bordi ondulati, non noterai affatto le giunture.

    Si consiglia di iniziare l’installazione di piastrelle di polistirolo dal centro della stanza. Per fare ciò, determinare le diagonali e applicare i segni. Quindi il primo foglio viene fissato esattamente al centro della stanza..

    Nella figura seguente, il numero 1 indica il punto di incollaggio della prima piastrella quando si utilizza il metodo “angolo retto” e il numero 2 – se la piastrella verrà incollata in diagonale.

    Schema di installazione delle piastrelle ad angolo retto:

    Disposizione diagonale delle piastrelle:

    Come incollare le piastrelle in diagonale, puoi imparare dal video tutorial.

    Questo metodo viene utilizzato anche per decorare il soffitto a scacchiera con prodotti di due colori. Nel processo di fissaggio, è importante non esagerare, poiché con una forte pressione, la superficie dei pannelli potrebbe deformarsi.

    A volte non è economicamente razionale avviare l’installazione dal centro. Se la stanza è piccola, è consigliabile iniziare a incollare da uno degli angoli del muro situato di fronte all’ingresso della stanza.

    La colla viene applicata sulla superficie del pannello in modo puntuale: negli angoli e al centro del prodotto. Dopo che la piastrella “si è sdraiata” per diversi minuti, il foglio è attaccato al soffitto. L’eventuale colla in eccesso fuoriuscita deve essere rimossa immediatamente con un panno asciutto. Attacca la piastrella con la mano nei punti in cui viene applicata la colla per 1-2 minuti.

    Anche con una differenza nelle dimensioni lineari delle piastrelle di diversi millimetri, possono sorgere difficoltà quando si combina l’ornamento. Quindi, prima di montare il prodotto, attaccarlo ai pannelli già incollati e tagliare l’eccesso con un coltello clericale. È meglio tagliare le piastrelle sotto un righello di metallo su un foglio di cartone ondulato. Se ci sono irregolarità sul soffitto, non è possibile evitare la comparsa di piccoli spazi vuoti. Puoi nasconderli usando un sigillante acrilico bianco..

    Incolliamo il basamento del soffitto

    Assicurarsi che gli spazi tra il bordo del pannello e il muro non superino lo spessore del listello (zoccolo). Le strisce del soffitto sono realizzate in poliuretano o polistirene di varie tonalità e trame. Sono incollati lungo l’intero perimetro del soffitto. I grandi spazi sono meglio mascherati con una piccola striscia di pannello. Quando si installano i filetti, spesso sorgono difficoltà con gli angoli di giunzione. Pertanto, è meglio usare una scatola per mitra per tagliare le assi. Il raccordo del soffitto è installato nella scatola di taglio e, premendo saldamente, viene tagliato con un seghetto.

    L’installazione delle assi viene eseguita sia prima di incollare carta da parati o pittura, sia dopo. Nel primo caso, le crepe alla giunzione del filetto e del muro con l’aiuto del mastice sono molto più facili da eliminare. Ma installando il battiscopa nell’ultima fase del lavoro di finitura, è più facile correggere piccoli difetti nell’incollaggio della carta da parati.

    Rosette, cornici e altri accessori che ricordano lo stucco sono usati per decorare grandi stanze. Tutti questi elementi decorativi aggiuntivi possono essere bianchi o colorati. È meglio dipingere di bianco, in uno stile classico, filetti e rosette con vernice acrilica, poiché se esposti alla luce solare, tali prodotti ingialliscono rapidamente.

    Manutenzione di soffitti incollati

    Il rispetto di alcune semplici regole aiuterà a migliorare le prestazioni della piastrella:

    • quando si sporca, pulire le piastrelle con un panno umido dalla polvere;
    • utilizzare prodotti a base alcolica per rimuovere tracce di grasso;
    • non è consigliabile utilizzare solventi per la pulizia di prodotti poliuretanici;
    • utilizzare acqua calda e sapone per trattare i pannelli laminati;
    • è severamente vietato posizionare piastrelle vicino a fonti di fuoco aperto (nonostante lo strato protettivo, prodotti in polistirolo e poliuretano fuso).

    I vantaggi della finitura dei soffitti con pannelli in poliuretano o polistirene sono evidenti: facilità di installazione, facilità di manutenzione periodica e un’ampia selezione di soluzioni cromatiche per il rivestimento. L’economicità del prodotto rende questo prodotto ancora più richiesto nel mercato dei materiali di finitura. Una scelta riuscita e una corretta installazione di una tale tessera possono cambiare il design di una stanza in poche ore. Ed economico e bello!

    Read more
    Soffitti

    Opzioni di verniciatura del soffitto del muro a secco

    Hai mai prestato attenzione a ciò che guarda la persona che entra nella stanza? Al soffitto, ovviamente. La superficie del soffitto è la parte più importante degli interni, un vasto spazio per la realizzazione di qualsiasi fantasia di design e colore. E il modo migliore per dar loro vita sarebbe l’uso del muro a secco. La capacità di creare qualsiasi soluzione architettonica e configurazioni fantastiche, la sicurezza ambientale e le eccellenti proprietà insonorizzate e resistenti al fuoco in combinazione con un’incredibile illuminazione decorativa determinano l’incomparabile successo del muro a secco tra gli altri materiali da costruzione e di finitura..

    Sommario:

    • Preparazione della superficie del muro a secco prima della verniciatura
    • Strumenti per la pittura del soffitto
    • L’esatta aderenza alla tecnologia è garanzia di ottimi risultati
    • Qualche consiglio per colorare

    Scegliere la vernice per il soffitto

    Esistono molte soluzioni per decorare una superficie del soffitto in cartongesso. L’opzione più affidabile e più comune oggi è dipingere il soffitto. La tecnologia di verniciatura di un soffitto in cartongesso ha le sue caratteristiche specifiche: ad esempio, un intero complesso di lavori preparatori è preceduto dall’applicazione diretta di vernice sulla superficie del muro a secco: primer, stucco e levigatura superficiale. Tutte queste procedure hanno un obiettivo comune: identificare difetti e irregolarità minori e successivamente eliminarli. Dopo aver affrontato con successo il lavoro preliminare, sorge la domanda: quale vernice è più adatta per un soffitto in cartongesso? Pensare alla vernice a base di olio può essere respinto subito.

    Secondo gli esperti di vernici, le vernici più adatte per la verniciatura dei soffitti in cartongesso sono emulsioni acquose e composizioni in dispersione acquosa. Allo stesso tempo, la vernice a dispersione è significativamente superiore alla vernice a emulsione nella capacità di mantenere il suo aspetto originale e la resistenza all’umidità per lungo tempo, ma è inferiore in termini di scelta di una soluzione cromatica, poiché è prodotta principalmente nelle tonalità del bianco . I produttori di vernici a emulsione offrono ai consumatori una varietà di tavolozze di colori: colori brillanti e ricchi per creare qualsiasi interno ultra alla moda e classico..

    Le pitture e le vernici all’acqua si distinguono per l’elevata velocità di essiccazione e l’assenza di un odore persistente e sgradevole, sono atossiche e, infine, formano un forte film uniforme che può essere periodicamente rinnovato senza alcun lavoro laborioso per eliminare il rivestimento precedente.

    Oggi il mercato dei materiali da costruzione è saturo di un numero enorme di coloranti a base d’acqua.. Si tratta di vernici siliconiche, acriliche, acriliche con lattice, ai silicati, con una composizione minerale, di varie tonalità e produttori, con i propri vantaggi e limitazioni d’uso.

    Vernice al lattice è considerato il più costoso perché presenta una serie di vantaggi, ad esempio, viene utilizzato per creare un rivestimento non permeabile al vapore, uniforme, bello, resistente a vari sporchi e prevede la possibilità di una cura umida a base di detergenti.

    L’applicazione di 2 mani di vernice acrilica in lattice sulla superficie del muro a secco ti aiuterà a colmare crepe visibili fino a 1 millimetro di spessore.

    Vernici acriliche a base d’acqua, a causa della maggiore resistenza all’abrasione durante il lavaggio, sono più richiesti e sono progettati per l’uso in quasi tutte le stanze.

    Per le superfici regolarmente esposte all’umidità, la soluzione migliore sarebbe quella di utilizzare vernice ai silicati – protegge in modo affidabile dall’aspetto e dalla riproduzione di microrganismi e non comporta l’uso aggiuntivo di agenti antisettici.

    Le migliori proprietà dei composti silicati e acrilici sono combinate nella vernice siliconica. La sua elevata elasticità ti consentirà di colmare crepe con uno spessore superiore a 2 mm. Dopo l’applicazione e l’essiccazione, la vernice siliconica forma una pellicola impermeabile che protegge in modo affidabile la superficie del soffitto in ambienti con scarsa impermeabilità: cucine e bagni. La superficie verniciata con vernice siliconica è resistente allo sporco ed elimina l’uso aggiuntivo di additivi antisettici.

    La verniciatura di una superficie in cartongesso comporta l’applicazione di più strati di vernice, seguendo rigorosamente le istruzioni sull’etichetta della composizione colorante e mantenendo i tempi di asciugatura richiesti per ogni strato. La vernice di fabbricazione straniera viene applicata con un rullo speciale, solitamente in 2 strati, vernice domestica – in 3 strati.

    Inoltre, quando acquisti una vernice a base d’acqua, devi decidere il grado della sua brillantezza: i produttori offrono composizioni lucide e semi-lucide, opache e semi-opache. La loro principale differenza è che la vernice opaca aumenta visivamente l’altezza della stanza, contribuisce in modo significativo alla creazione di un design armonioso e completo della stanza, si adatta bene alla rimozione di piccoli difetti nel soffitto in cartongesso, tuttavia è molto laborioso da mantenere.

    La vernice lucida è resistente all’abrasione, la superficie verniciata è più facile da pulire, tuttavia, su di essa si notano tutti i difetti e i difetti della superficie del soffitto che sono stati realizzati dal maestro durante il processo di verniciatura. I professionisti consigliano di scegliere una vernice semilucida o semiopaca.

    Va notato che all’estero per la verniciatura dei soffitti in cartongesso è sempre più utilizzato smalto È un prodotto di qualità superiore che asciuga rapidamente, è resistente all’umidità e ha un colore bianco. Allo stesso tempo, l’alta qualità, ovviamente, si riflette nel prezzo: il costo dello smalto è elevato e questo determina la sua bassa popolarità nel mercato interno..

    Al momento dell’acquisto della vernice, non dimenticare di leggere l’etichetta in cui il produttore informa sullo scopo, il consumo per metro quadrato e la resistenza all’abrasione durante la pulizia a umido..

    Tecnologia di verniciatura del soffitto del muro a secco

    Proviamo a capire la tecnologia e le caratteristiche della verniciatura del soffitto. È la qualità e la durata della superficie del soffitto verniciata che dipende direttamente da quanto è stata seguita la tecnologia di verniciatura in ogni fase, anche durante i lavori preparatori..

    Preparazione della superficie in cartongesso per la verniciatura

    1. Adescamento delle articolazioni.

    Il nucleo di gesso di un cartongesso è un gesso convenzionale con vari additivi polimerici. Prova a macinare un pezzo di gesso e si trasformerà in polvere davanti ai tuoi occhi. Qualsiasi costruttore ti dirà che non è pratico dipingere su una superficie polverosa. Una tale superficie, prima di tutto, ha bisogno di un primer. Dovrai prestare particolare attenzione alla qualità del primer dei giunti e di quelle aree in cui è esposta l’anima in cartongesso.

    2. Sigillatura delle cuciture.

    Si ritiene spesso che le crepe nel muro a secco verniciato siano dovute a una cattiva installazione. Tuttavia, questo non è del tutto vero. Il motivo della fessurazione del cartongesso può essere di scarsa qualità o in violazione della tecnologia di sigillatura delle cuciture. Va notato qui che la qualità dei giunti di tenuta è determinata dalla qualità delle materie prime e dall’esperienza dello specialista che esegue il lavoro..

    Impastare lo stucco seguendo le istruzioni del produttore. Per fare questo, aggiungere la miscela all’acqua pulita a temperatura ambiente e mescolare con un mixer fino a formare una consistenza densa di panna acida. Dopo aver preparato lo stucco, puoi iniziare a sigillare le cuciture..

    3. Rinforzo delle cuciture.

    Le cuciture in cartongesso mastice richiedono l’uso di materiali aggiuntivi, ad esempio serpyanka. Serpyanka è un nastro speciale per rinforzare le cuciture. Può essere incollato prima di applicare lo stucco o dopo aver applicato il primo strato..

    Quando si incolla un serpyanka, prestare attenzione ai seguenti punti:

    • è necessario incollare il serpyanka esattamente nel mezzo della cucitura;
    • se devi lavorare non con una serpentina solida, l’incollaggio viene eseguito con una sovrapposizione con la sovrapposizione obbligatoria dei bordi;
    • premere con forza la serpentina nella cucitura;
    • se si forma un eccesso di mastice sulla superficie del muro a secco quando si incolla il serpyanka, assicurarsi di rimuoverli;
    • non utilizzare stucco tipo finitura invece di serpyanka. Lo stucco di finitura non è destinato a tale lavoro e può portare alla rottura della cucitura;
    • dopo aver applicato il primo strato di stucco con serpentino, attendere che si asciughi e applicare un altro strato. Ciò ti consentirà di ottenere cuciture lisce e ben chiuse;
    • per sigillare le cuciture, è meglio armarsi di una spatola, la cui lunghezza supera la larghezza della cucitura. Nel processo di lavoro, la spatola deve essere guidata in modo tale che si trovi ai suoi bordi su un foglio di cartongesso.

    4. Stucco per cartongesso prima della verniciatura.

    Dopo aver terminato lo stucco delle cuciture e applicato il serpyanka, puoi tranquillamente procedere allo stucco per cartongesso Gli specialisti distinguono diverse opzioni di finitura. Il metodo più economico prevede l’applicazione di una mano di mastice, spatolatura e finitura. Di conseguenza, otteniamo una superficie liscia e bella. Questa tecnologia è stata utilizzata dagli artigiani per molti anni ed era la più conveniente in termini di esecuzione e costi finanziari..

    Tuttavia, oggi, lo stucco a 3 strati è sempre più comune. Alla fine del trattamento iniziale, il foglio di cartongesso viene levigato, viene applicato un secondo strato e una nuova malta, quindi viene incollata la fibra di vetro, che fornisce una migliore adesione dei materiali di finitura e impedisce al materiale di riempimento di allungarsi e possibili spargimenti e, infine, la superficie è stucco finito.

    Lo stucco di finitura, sotto forma di speciali miscele già pronte in lattina, ti consentirà di ottenere una levigatezza della superficie perfettamente liscia. Va applicato con una spatola grande e, in caso di piccole irregolarità, si consiglia di camminare con carta vetrata fine. Al termine del trattamento di finitura del soffitto in cartongesso, primerizzare la superficie e procedere alla finitura.

    Poiché il risultato finale dipende dalla tua abilità e, in misura minore, dalla tecnologia di lavoro selezionata, fai molta attenzione e prenditi il ​​​​tuo tempo, usa solo materiali di alta qualità da marchi di fiducia.

    Strumenti per la pittura del soffitto

    Per dipingere un soffitto in cartongesso, avrai bisogno dei seguenti materiali e strumenti:

    • terreno acrilico a penetrazione profonda;
    • vernice a base d’acqua;
    • colore per la composizione a base d’acqua. Una colorata tavolozza di sfumature ti permetterà di dipingere il soffitto in qualsiasi colore e rendere gli interni originali e unici;
    • rullo di pelo a pelo corto. Il lungo manico rende lo strumento più comodo. Non utilizzare un rullo di gommapiuma, in quanto forma bolle d’aria sulla superficie da verniciare;
    • pennello per dipingere le aree del soffitto difficili da raggiungere;
    • bagno di plastica per la colorazione;
    • prenditi cura dei tuoi vestiti. Poiché dipingere il soffitto difficilmente può essere definito un lavoro pulito, indossa abiti che non ti dispiace rovinare. Non dimenticare il cappello.

    L’esatta aderenza alla tecnologia è garanzia di ottimi risultati

    Dopo aver stappato una lattina di vernice a base d’acqua, devi prima mescolarne accuratamente il contenuto. Per fare questo, puoi usare un trapano con un attacco speciale. Se la vernice ha una consistenza troppo densa, aggiungi un po ‘d’acqua..

    La verniciatura di un soffitto in cartongesso inizia con la verniciatura di punti e aree di battuta della struttura del soffitto difficili da raggiungere alle pareti e agli angoli. Usa un pennello per questo. I movimenti del pennello dovrebbero essere spinti, non avanti e indietro. Il metodo poke non lascerà striature e striature in futuro.

    Quindi immergiamo il rullo in un bagno con la vernice e lo stendiamo lungo la superficie a coste. Questo rimuoverà l’inchiostro in eccesso dal rullo. Secondo la tecnologia di verniciatura delle superfici del soffitto, il primo strato della composizione di vernice e vernice viene applicato parallelamente alle finestre. Ricorda: quando applichi la prima mano di vernice, devi farlo "iscrizione" ogni striscia successiva della composizione colorante alla precedente di 10-15 cm.

    Dopo l’asciugatura procedere con la seconda mano. Questa volta, la colorazione dovrebbe essere eseguita perpendicolarmente al primo strato, ad es. nella direzione dalle aperture della finestra alla struttura della porta opposta. Questa applicazione incrociata produrrà una finitura perfettamente uniforme e uniforme..

    Attenzione: quando si dipinge la superficie con un rullo stando in piedi con la testa in alto, è possibile che non si vedano aree non verniciate o mal dipinte. Fai periodicamente da parte e ispeziona il soffitto da un’angolazione diversa, oppure attira un assistente che, notando immediatamente il non verniciato, ti informerà per l’eliminazione tempestiva.

    Puoi familiarizzare con la tecnica di dipingere un soffitto in cartongesso usando una pistola a spruzzo guardando il video di YouTube.

    Puoi trovare molte opzioni per dipingere i soffitti in cartongesso su Internet. La varietà di soluzioni di design e colore, la verniciatura di alta qualità e la durata della superficie verniciata determinano il successo di questo metodo di decorazione del soffitto. Ecco alcune foto di un dipinto riuscito di un soffitto in cartongesso:

    Qualche consiglio per colorare

    1. Se hai iniziato a dipingere un soffitto in cartongesso, non interrompere il processo, ma applica la prima mano di vernice alla fine dell’intera superficie. Non cambiare il rullo con cui stai già dipingendo, poiché lascia il suo strato decorativo unico..

    2. Non dipingere su alcune aree della superficie del soffitto che hanno iniziato ad asciugarsi, con il buon scopo di migliorare lo strato di vernice applicato. Se questa regola non viene seguita, puoi ottenere un soffitto con strisce o macchie brutte..

    3. La pittura inizia sempre dagli angoli del soffitto. Avrai bisogno di un piccolo pennello per questo scopo, che manipolerai con cura per non macchiare il muro con la vernice. Dopo aver dipinto gli angoli attorno all’intero perimetro, è necessario fare una piccola digressione e camminare lungo il soffitto con un rullo di vernice. Questa tecnologia ti eviterà di sporcare il muro..

    4. Quando si dipinge con un rullo, deve essere completamente immerso nel vassoio della vernice e quindi rimuovere l’eccesso sulla superficie a coste. Spesso gli artisti inesperti hanno paura di immergere completamente il rullo nella vernice per evitare un eccesso di vernice. Invece, cercano di immergere delicatamente il rullo nella vernice su un lato. Questo è l’approccio sbagliato. In questo caso, la vernice non è distribuita uniformemente sul rullo e la qualità della colorazione potrebbe risentirne..

    5. La verniciatura del soffitto elimina i movimenti caotici dei rulli. Muoviti in una direzione. Una mano di vernice – una direzione. Il livello successivo viene applicato perpendicolarmente al precedente. Se prevedi di dipingere il soffitto in 2 strati, il primo strato sarà orizzontale e il secondo verticale. La colorazione in 3 strati assume il seguente schema: il primo strato è verticale, il secondo è orizzontale, il terzo è di nuovo verticale. Il rispetto di questa sequenza ti consentirà di ottenere il miglior risultato durante la decorazione di un soffitto in cartongesso. Successo!

    Read more
    Soffitti

    Isolamento del soffitto della sauna fai-da-te

    Se sei impegnato nell’isolamento del bagno, tieni presente che l’isolamento del soffitto del bagno richiederà cure, completezza e attenzione speciali. Altrimenti, secondo le leggi della fisica, il vapore caldo semplicemente “scapperà” dalla stanza.

    Se hai tutti i materiali, gli strumenti e, naturalmente, i desideri necessari, isolare il soffitto del bagno con le tue mani è un lavoro completamente fattibile. Il processo stesso richiede le seguenti fasi:

    • barriera di vapore;
    • isolamento termico;
    • impermeabilizzazione.

    La maggior parte dei produttori di materiali isolanti afferma che l’uso dei loro prodotti salverà i proprietari di bagni da ulteriori problemi, ad esempio con una barriera al vapore o non richiederà uno strato impermeabilizzante. Ma, ahimè, tali dichiarazioni non sono altro che una trovata pubblicitaria. Un efficace isolamento del soffitto di una vasca richiede esattamente tre barriere, sicuramente nella sequenza sopra indicata.

    Isolamento per il soffitto del bagno

    Naturalmente, prima di iniziare l’isolamento del soffitto della vasca da bagno, è necessario decidere il tipo di isolamento. Inoltre, nel mercato dei materiali da costruzione, la loro oscurità è oscura. Se preferisci i materiali rispettosi dell’ambiente alla vecchia maniera, allora dovresti optare per sabbia, trucioli, terra o segatura imbevuta di malta di argilla..

    Si consiglia agli aderenti alle moderne tecnologie di utilizzare argilla espansa o materiali isolanti minerali (come opzione, lana di roccia di lana di roccia). Come isolare il soffitto di un bagno con l’aiuto di lana minerale? Un videoclip ti aiuterà a farlo bene.

    La maggior parte degli esperti non consiglia di isolare il soffitto del bagno con schiuma. Alcuni discutono la loro opinione sull’alto rischio di incendio, i secondi sulla tossicità. Il soffitto del bagno turco stesso non dovrebbe essere in fibra di legno, plastica o compensato. I materiali a base di legno si deformano abbastanza rapidamente sotto l’influenza dell’umidità. Anche un soffitto di plastica, come coprire il soffitto con olio di lino o vernice, è tossico, quindi è meglio non usarli durante la costruzione..

    Nei bagni in legno o tronchi, il soffitto è cucito con tavole con uno spessore di 6 cm Le tavole sono ricoperte da uno strato di barriera al vapore (foglio di alluminio o carta oleata).

    Lo strato successivo è argilla e posa di lana minerale o altro isolamento.

    Può essere segatura mescolata con argilla, argilla espansa sciolta, se alla vecchia maniera – quindi sabbia o terra.

    Se i nuovi materiali stanno crescendo calcestruzzo aerato.

    La tua attenzione: un nuovo metodo per isolare il soffitto di un bagno: il video mostrerà come farlo con la crescita del calcestruzzo aerato.

    Lo spessore totale dello strato isolante deve essere di almeno 15 cm Prestare particolare attenzione alla giunzione tra isolante e tubo. Infatti, secondo gli standard di sicurezza antincendio e sanitari, la distanza tra il tubo e altri materiali sul tetto dovrebbe essere di circa 20 cm Per fare ciò, disporre una scatola di gambe del travetto (vedi foto sopra), separando così il tubo dal ” torta” di vapore e isolamento termico. I film vengono tagliati con una busta e fissati con chiodi alle travi. L’area all’interno della scatola, tra la scatola e il tubo, è riempita con isolamento non combustibile. Per questo, la lana di roccia è adatta..

    In una struttura in legno, il soffitto di un bagno turco può essere dotato di un metodo a pavimento, pannello o orlato. La scelta dell’opzione di isolamento dipende anche dal tipo di soffitto..

    Isolamento termico di un controsoffitto in una vasca da bagno

    Un controsoffitto presuppone la presenza di un telaio portante, costituito da travi del solaio, con il resto dei componenti fissati ad esso. Le travi del soffitto, posate in modo speciale, sono rivestite con tavole bordate o scanalate. L’isolamento stesso è posto tra la barriera al vapore e gli strati impermeabilizzanti. Di norma, viene posizionata una passerella sull’impermeabilizzazione dal lato del sottotetto.

    Nella foto: A – travi del soffitto, B – tavole, C – barriera al vapore, D – isolante, D – guaina in tavolato.

    In tal caso, viene spesso utilizzato l’isolamento del soffitto del bagno con argilla espansa. Anche se alcune persone preferiscono isolare con lana minerale o segatura. Il controsoffitto viene utilizzato nelle saune con sottotetto.

    Isolamento termico del soffitto del pavimento nella vasca da bagno

    Questo tipo di soffitto è realizzato posando tavole sulle pareti. In questo caso, un prerequisito è l’uso di pannelli con una larghezza superiore a 5 cm, ma la larghezza della luce tra le pareti non deve superare 2,5 M. Uno strato di barriera al vapore è posato sul pannello del pannello, sopra il quale ci sono tappetini pronti realizzati con isolamento minerale. Coloro che desiderano isolare il soffitto del pavimento con l’aiuto di materiale sfuso dovranno armeggiare con l’installazione di speciali paraurti protettivi attorno al perimetro della vasca.

    Nella foto: A – pavimentazione in listoni, B – barriera al vapore, B – isolamento termico.

    I vantaggi di un soffitto piano sono la sua semplicità, il basso costo e l’installazione rapida. Gli svantaggi sono che il soffitto del pavimento viene utilizzato solo in piccoli bagni e disagi nella manutenzione preventiva in caso di danni all’isolamento termico. Gli esperti raccomandano l’uso di un soffitto a pavimento in edifici con bagni senza soffitta.

    Isolamento del soffitto a pannelli nella vasca da bagno

    Per l’attrezzatura del soffitto del pannello nei locali di bagni, saune, bagni turchi, vengono utilizzati scudi speciali. La struttura di tale scudo comprende barre portanti, guaina interna, strati di vapore, calore e impermeabilizzazione, una scala esterna. Lo strato termoisolante, al fine di ridurre il peso e migliorare le proprietà di risparmio termico dello schermo, è un isolamento in lana minerale o lana di vetro. È importante che lo spessore dell’isolante non superi i 10 cm.

    Nella foto: A – barre portanti, B – soffitto, C – barriera al vapore, D – isolamento termico, D – isolamento dall’umidità, E – rivestimento esterno (solaio)

    Il processo di installazione di un soffitto a pannelli è complicato dalla necessità di posare una guarnizione a prova di umidità e a risparmio di calore tra i pannelli. Molto spesso, come tale materiale viene utilizzato il feltro con un rivestimento in lamina o polietilene o un isolamento in lamina a doppia faccia già pronto. Un altro momento spiacevole nell’installazione di un soffitto a pannelli è il peso del pannello. Per una persona, di regola, è al di là dei suoi poteri. Pertanto, i costruttori sono costretti ad essere astuti: installare scatole vuote dall’inizio, quindi riempirle con barriere idroelettriche, termiche e al vapore e dotare di uno strato attico sopra.

    Che tipo di soffitto scegliere e come isolare dipende, ovviamente, da te, ma i proprietari e i costruttori di bagni esperti raccomandano un soffitto orlato. Nonostante l’alto costo iniziale, è resistente, confortevole, durevole.

    Isolando correttamente il soffitto della vasca, posando uno strato di barriera al vapore, sarai sicuro che la stanza rimarrà calda e il vapore non uscirà, ma aiuterà a ridare forza a tutti coloro che decidono di fare un bagno di vapore.

    Read more
    Soffitti

    Come dipingere un soffitto con vernice acrilica

    È consuetudine iniziare qualsiasi lavoro di riparazione dal soffitto, perché anche una goccia di vernice è sufficiente per danneggiare la carta da parati appena incollata o la pavimentazione costosa. I giorni in cui l’unico tipo di decorazione del soffitto era la sua calce sono già sprofondati nell’oblio. Oggi dipingere il soffitto con colori acrilici consente di enfatizzare i pregi interni completando la superficie in qualsiasi tonalità di colore e decorandola con un originale basamento a soffitto.

    Contenuto:

    Vantaggi delle vernici acriliche

    Le pitture per soffitti più popolari e versatili sono le pitture a base acrilica. Le vernici acriliche hanno molti vantaggi, motivo per cui occupano una posizione di leader nel mercato tra le altre sostanze. Consideriamoli in modo più dettagliato..

    Selezione di colori acrilici

    Ad oggi, la migliore vernice è la vernice acrilica a base d’acqua, che viene prodotta sulla base di resine acriliche. Il suo innegabile vantaggio risiede nella sua elevata resistenza ed elasticità. Un’opzione più economica sono i composti vinilici acrilici, acrilosiliconi e stirene-acrilici a base di copolimeri acrilici..

    La moderna pittura acrilica è costituita da molti tipi di composti che differiscono per consistenza e composizione. Esistono vernici destinate alla verniciatura di normali stanze asciutte e vernici da bagno con maggiori proprietà di resistenza all’umidità. Non è consigliabile utilizzare queste sostanze per altri scopi, se la composizione è destinata a una stanza asciutta, è necessario utilizzarla lì e.

    Una soluzione di vernice acrilica per il soffitto viene spesso venduta in bianco, ma è possibile ottenere la tonalità desiderata utilizzando colori speciali: a seconda del livello di saturazione, è consuetudine aggiungere alla miscela il numero richiesto di tubi. Sono in vendita anche marche di colori acrilici con colori e sfumature già pronti..

    In base al livello di bianco, tutte le vernici acriliche possono essere suddivise in 3 condizionali. Sono bianchi, super bianchi e bianco latte. Per dipingere il soffitto, è meglio acquistare la vernice più bianca. Tuttavia, ricorda che alcuni produttori scrivono “bianco” su una lattina di vernice bianco latte, mentre altri scrivono su una vernice super bianca che questa vernice è “bianca”.

    Pertanto, chiedi al venditore nel negozio di aprire leggermente il coperchio del secchio di vernice e confrontare il colore della composizione nel secchio con un pezzo di carta bianca che viene utilizzato per la stampante, che dovrebbe essere portato con te. Se il candore è simile, una sostanza simile è adatta per dipingere il soffitto. Quando il venditore non viene a trovarti, stabilisci in anticipo che hai bisogno della massima bianchezza e che restituirai il barattolo se questo risulta essere sbagliato.

    Il controsoffitto in acrilico, dopo l’essiccazione, ha una finitura lucida o opaca. Ma quando scegli una vernice, ricorda che l’opacità per un soffitto è un indicatore molto importante insieme al suo candore ed è uno dei criteri per il suo aspetto impeccabile. Più opaca è la superficie, meno evidenti saranno i vari difetti su di essa, ad esempio varie irregolarità o irregolarità nell’applicazione di strati di vernice.

    Ma se vuoi realizzare un soffitto colorato, è meglio usare vernici lucide. Si consiglia di scegliere questa composizione se il vostro soffitto è perfettamente piano e ha un grande quadrato. Prendi questa vernice anche se i locali sono disabitati. Tra i produttori nazionali ed esteri, i prodotti di Dulux, Tikkurila, Siro mat plus, Innetak, Himaton, Himos, Svyatozar, Supermatt sono di alta qualità..

    Preparazione della superficie

    Prima di dipingere il soffitto con vernice acrilica, copri il pavimento e tutti i mobili con pellicola o giornali per non macchiare queste superfici mentre prepari il soffitto e lo dipingi. Per questo motivo, indossa indumenti inutili, guanti di gomma e un cappello.

    Quindi dovresti pulire il soffitto dalla vecchia calce e dalla polvere. Per fare ciò, inumidire periodicamente un rullo o una spazzola in acqua calda e pulita, camminare sull’intera area. Continuare questa procedura di pulizia fino a quando l’acqua, nella quale è immerso il rullo o la spazzola, non diventa più torbida. Prestare particolare attenzione alle giunture del soffitto con le pareti e gli angoli, devono essere lavate con una spazzola.

    Se il soffitto è semi-opaco o lucido, si consiglia di aggiungere un po’ di detersivo all’acqua e di lavorare il soffitto con carta vetrata con grana numero 8 dopo il lavaggio..

    Successivamente, è necessario innescare la superficie. Il primer è necessario per aumentare l’adesione del soffitto alla futura composizione della vernice, garantire la durata del rivestimento e prevenire la formazione di funghi e muffe. Ricorda di selezionare il riempitivo e il primer in modo che siano completamente compatibili. Poiché il soffitto deve essere dipinto già liscio e uniforme, assicurati di carteggiare lo stucco essiccato con carta vetrata per creare una superficie con una trama ruvida.

    Inoltre, prima di dipingere la superficie con vernice acrilica, decorazione intermedia del soffitto con elementi pre-preparati. Puoi acquistare rosette, baguette, bordi e altri dettagli sul mercato o in un negozio di ferramenta, c’è anche la possibilità di realizzare un tale decoro da soli con materiali di scarto.

    Vernice mescolante

    Il risultato del tuo lavoro dipende dal fatto che la composizione sia preparata correttamente o meno per ottenere la densità richiesta. Ricorda che la vernice spessa non nasconderà le giunture tra le strisce di vernice. A questo punto, diluire la vernice con acqua fino alla consistenza consigliata dal produttore e mescolarla con un mixer, come mostrato nel video sulla verniciatura del soffitto con vernice acrilica.

    Se il produttore consiglia di aggiungere acqua alla vernice, di norma, non sarà necessario più del 5-10%. Succede che la vernice non richieda di essere diluita, quindi è semplicemente scritto su di essa: “mescola”, quindi mescola semplicemente la sostanza con grande cura. Se si prevede di dipingere la superficie in uno strato, tale miscelazione sarà sufficiente. L’opzione migliore è diluire la vernice allo stato del latte..

    Se è apparso un film sulla superficie, non dovrebbe essere mescolato con il resto della vernice, poiché la vernice essiccata non è in grado di dissolversi. Come risultato di tale miscelazione, si ottiene una composizione grumosa. Pertanto, si consiglia di rimuovere con cura il film e filtrare la sostanza rimanente e solo dopo mescolare. È possibile aggiungere ulteriori componenti antifungini, altamente resistenti ai lavaggi.

    Selezione dello strumento

    Scegliendo come dipingere la superficie, puoi fermare la tua scelta su un rullo o un pennello. Ogni strumento ha le sue caratteristiche. L’uso di un pennello è giustificato in piccole aree. Su soffitti di grandi dimensioni, è meglio usare un rullo. Vediamo come dipingere il soffitto con vernice acrilica usando un rullo e un pennello..

    Spazzola di lavoro

    Per evitare che la vernice goccioli sul pennello mentre lavori, puoi attaccare un rullo di schiuma al manico appena sotto il pennello stesso. Quando si dipinge, il pennello deve essere tenuto leggermente inclinato o rigorosamente perpendicolare alla superficie. Quando si abbassa il pennello nella vernice, assicurarsi che le setole non tocchino il fondo, altrimenti lo strumento si deformerà. Quando lo rimuovi, bussa sul bordo del piatto, rimuovendo la vernice in eccesso dalle setole in questo modo, ma in nessun caso dovresti pulire il pennello sul contenitore.

    Spazzare in modo uniforme per creare strisce larghe, quindi ombreggiare quelle strisce. Mantieni il manico della spazzola il più vicino possibile alla superficie e mentre ti muovi, aumenta l’angolo di inclinazione.

    Se la levigatezza della superficie è importante per te, prova ad applicare i tratti incrociandoli. Devi eseguire due tratti: il primo in alto e il successivo in basso, e si consiglia di eseguirli una sezione alla volta. Quando si utilizza la spazzola, è necessario ruotarla periodicamente attorno all’asse per evitare un’usura irregolare delle setole. Si consiglia inoltre di spremere la vernice durante il lavoro..

    Durante le pause dal lavoro, non lasciare asciugare il pennello: sarà rigido e inadatto per un ulteriore utilizzo. Dopo aver finito di dipingere il soffitto con vernice acrilica, è necessario lavare accuratamente il pennello in modo che non vi sia alcuna composizione colorante. Molto spesso usano trementina o acquaragia per questi..

    Lavoro a rulli

    Scegliendo con quale rullo dipingere il soffitto, è necessario procedere dalle dimensioni della stanza, la dimensione dello strumento in ogni caso deve corrispondere ad essa. Sarà più comodo lavorare con un rullo se versi la vernice acrilica in un contenitore speciale. Versa circa la metà della vernice in un vassoio simile. Il rullo deve essere completamente bagnato durante l’immersione.

    Dopo aver immerso lo strumento in un contenitore con la vernice, arrotolalo su una superficie non funzionante: una rete, un bagno o un pezzo di carta da parati o linoleum non necessario. Ciò ti consentirà di distribuire più uniformemente la composizione colorante sulla superficie del rullo e di ottenere un rivestimento uniforme. Se lo ignori, sul soffitto si formerà la cosiddetta “non vernice”, che forma brutte macchie sulla superficie secca.

    Avviare il processo di applicazione della vernice a una distanza di circa un metro dall’angolo. L’inizio del lavoro consiste nel distribuire un abbondante strato di vernice sulla superficie. Il rullo dovrebbe essere tenuto lontano da te. Quando si utilizza un rullo, posizionare i tratti trasversalmente l’uno rispetto all’altro, in modo che lo strato di vernice sia distribuito più uniformemente sulla superficie e non si vedranno i segni del rullo.

    Tecnologia di verniciatura

    Ora scopriamo come dipingere il soffitto con vernice acrilica. L’uniformità della superficie dipenderà dal fatto con cui si preme il pennello. Una leggera pressione farà stendere la vernice in strisce strette, mentre gli strati saranno spessi e con spazi vuoti. E una forte pressione porterà alla formazione di gocce, ma gli strati risultanti saranno più sottili..

    Se dipingerai il soffitto con vernice acrilica per la prima volta, ti consigliamo di scegliere da solo "sito di prova" da qualche parte nel paese. È necessario utilizzare una leggera pressione, aumentandola man mano che la vernice si esaurisce.

    È meglio iniziare dagli angoli, usando un pennello speciale, per dipingere bene e non perdere le aree non verniciate. Provate invece ad applicare un solo strato alla volta e non sovrapponete le aree già dipinte. In caso contrario, sul soffitto appariranno aree di colore diverso. Si consiglia di muoversi in una direzione.

    Il livello successivo viene applicato perpendicolarmente al primo. E poi si consiglia di appianare la vernice e le giunture, per questo, scorrere con un rullo o un pennello senza vernice. Prima di dipingere il soffitto una seconda volta, valuta la superficie appena dipinta da un’angolazione diversa. Correggi immediatamente le aree non verniciate trovate e, se la vernice si sta già asciugando, segna questi punti e, nel processo del prossimo dipinto, prova a dipingere prima su queste aree..

    Tuttavia, è impossibile coprire le aree non verniciate con una vernice più spessa, sarà peggio. Il secondo strato dovrebbe essere liquido, in modo che risulti sfocato leggermente il primo ed elimini i difetti allo stesso tempo. Ma i luoghi che vengono dipinti due volte, lavorano con un rullo quasi asciutto.

    Dopo aver applicato la prima mano, è più saggio aspettare che la prima mano si asciughi. Leggere attentamente le istruzioni, indica il tempo che deve essere mantenuto tra l’applicazione degli strati di vernice. Ogni strato viene applicato solo dopo che il precedente si è completamente asciugato.

    Se inizi ad applicare il secondo strato su una superficie umida, il primo potrebbe sfocarsi. Ripeti di nuovo il dipinto e applica l’ultimo nella direzione della luce, assicurandoti che non rimangano giunture. Il soffitto è raramente coperto con una sola mano di vernice acrilica. Applicare la composizione della produzione straniera in due strati, ma nazionale – solo in tre strati.

    Dopo aver applicato la vernice acrilica sul soffitto, si consiglia di attendere un po’ (un paio d’ore) e assicurarsi che l’intera superficie sia coperta di vernice e abbia un colore uniforme. Ma succede anche che hai fatto tutto bene, e alla fine hai scoperto che si erano formate delle macchie! In questo caso, non provare a dipingere sui “buchi”, non ne verrà fuori nulla. Armatevi di carta vetrata fine, preferibilmente su barra, e carteggiate il soffitto.

    Esatto tutto, altrimenti lo spotting resterà. Questa tecnica è considerata efficace se hai applicato 1-2 strati. Ma se vengono applicati più strati, in questo caso il prezzo di un soffitto acrilico raddoppia, perché avrai una sola via d’uscita: una rielaborazione completa, che include levigatura, stucco e direttamente nuova verniciatura del soffitto.

    Quindi, hai acquisito familiarità con i meriti delle vernici acriliche. Differiscono nel tipo di scopo. Esistono composizioni coloranti per locali ordinari e locali in cui è necessaria un’elevata resistenza all’umidità. Non è consigliabile utilizzare vernice resistente all’umidità, destinata agli ambienti umidi, in ambienti asciutti. Ciò è dovuto principalmente al suo prezzo elevato..

    Read more
    Soffitti

    Soffitto in camera da letto: design, foto

    Quando si decora una camera da letto, viene prestata molta attenzione alla finitura del soffitto, che dovrebbe corrispondere all’interno della stanza. Esistono diverse opzioni per il design della camera da letto, che è determinato dalla corretta selezione di colori, mobili, illuminazione e così via. In questo articolo, esamineremo i tipi di design del soffitto nella camera da letto con i consigli degli esperti..

    Sommario:

    Aspetti della selezione del design

    Il soffitto della camera da letto dovrebbe essere in armonia con tutti gli elementi della stanza. Esistono diverse opzioni per la finitura del soffitto, che dipendono dal materiale utilizzato, dallo stile della camera da letto e simili. Alcuni aspetti della decorazione del soffitto per appartamenti o case private differiscono, a seconda dell’altezza dei locali, dello spazio libero.

    I proprietari devono ricordare che devono scegliere il soffitto non in base alle tendenze della moda, ma in base alle proprie preferenze, perché la camera da letto dovrebbe essere accogliente e confortevole. L’ambiente esterno nella stanza è progettato per calmare e non infastidire una persona dopo una dura giornata. Per la maggior parte delle persone, è difficile fare la scelta giusta in termini di scelta della forma del soffitto, del suo colore e delle opzioni di finitura. Inoltre, ti parleremo delle caratteristiche della combinazione di sfumature e altri parametri per l’implementazione dell’interno del soffitto nella camera da letto..

    A seconda dello stile della stanza, puoi creare soffitti a due livelli, complessi, semplici, elastici e così via. Gli esperti consigliano di pensare al design anche all’inizio della ristrutturazione, dove è importante che le pareti e il pavimento siano combinati tra loro. Tutti i dettagli e i mobili della stanza dovrebbero essere nella stessa combinazione di colori, assicurandosi che la finitura non sia troppo scura.

    Le moderne soluzioni di design consentono di creare un soffitto lucido nella camera da letto, le cui foto possono essere viste in questo articolo. Le soluzioni più popolari sono beige, turchese, nero e altre tonalità. Per le stanze in stile classico, si consiglia di realizzare il soffitto pastello, che può essere decorato con pittura e modanature in stucco. Il soffitto della camera da letto in stile eclettico può essere ulteriormente rifinito con travi o assi di legno.

    Opzioni per i materiali per la finitura del soffitto

    I produttori offrono una vasta gamma di materiali per il montaggio a soffitto. Ogni tipo ha caratteristiche e qualità diverse, che dipendono dal prezzo, dalla compatibilità ambientale del prodotto e così via..

    Puoi scegliere elementi con un maggiore isolamento acustico o una migliore resistenza, l’importante è che i prodotti acquistati siano sicuri per la salute umana..

    Il più delle volte, i clienti orlano il soffitto con cartongesso, che è molto pratico ed economico. Altre opzioni per i materiali di finitura includono tessuti, carta da parati, soffitti tesi.

    Decorazione del soffitto in cartongesso: vantaggi e svantaggi

    Il muro a secco è un materiale da costruzione che presenta molti vantaggi. Il processo di finitura non presenta particolari difficoltà, mentre è possibile ottenere una superficie liscia e uniforme, che può essere rifinita con diversi materiali. Un tale soffitto ha un bell’aspetto e nasconderà facilmente tutti gli svantaggi della riparazione. Se necessario, è possibile posare varie comunicazioni attraverso il muro a secco, ad esempio elettricità e così via..

    Il muro a secco è un materiale ecologico che ha una buona insonorizzazione dei locali. Utilizzando un prodotto del genere, puoi pensare a diverse opzioni per l’installazione di un soffitto per una camera da letto. I vantaggi del materiale possono essere definiti una finitura moderna, che consente di creare soffitti a castello. Gli svantaggi del soffitto in cartongesso nella camera da letto sono considerati una diminuzione dell’altezza totale della stanza. Se la stanza dell’appartamento è stata allagata dai vicini dall’alto, il materiale di finitura perderà il suo aspetto e dovrai rinnovare nuovamente la base.

    Design del controsoffitto

    Come finitura del controsoffitto della camera da letto viene utilizzato il cartongesso, i cui fogli sono fissati con l’ausilio di profili metallici. La superficie del prodotto è rivestita con un primer e stucco.

    Tale soffitto può essere ulteriormente dipinto con diverse miscele o decorato con intonaco decorativo. Questa soluzione è semplice, ma completerà perfettamente qualsiasi interno della stanza..

    Soffitti tesi a due livelli nella camera da letto

    Specialisti esperti possono realizzare un soffitto a due livelli nella camera da letto, che è una soluzione particolare e insolita. L’oggetto della decorazione è il muro a secco, con il quale è possibile creare diversi disegni, che possono avere una forma diritta, piegata, a gradini e così via. Ad esempio, la prima fila di rifiniture può essere convenzionale e la seconda è realizzata con retroilluminazione..

    Gli esperti consigliano di realizzare soffitti a due livelli in stanze con una certa altezza. Ad esempio, in un piccolo appartamento, questo tipo di decorazione ridurrà solo lo spazio della stanza. I fogli di cartongesso sono fissati mediante profili metallici, che sono fissati alla base del soffitto o della parete. Tutte le parti sono saldamente fissate l’una all’altra, il che consente di creare diversi design del controsoffitto.

    Design del soffitto teso

    I soffitti tesi sono diventati i più popolari negli ultimi anni, che sono un’eccellente aggiunta al design della camera da letto. Un tale soffitto ha molti vantaggi, il che lo rende funzionale e pratico. Il materiale del prodotto è fabbricato in conformità con tutte le norme e i requisiti di sicurezza antincendio. La particolarità del film per il soffitto teso nella camera da letto non consente all’acqua di filtrare dai piani superiori a causa di allagamenti. Tali prodotti sono realizzati con una tela specifica o un film in PVC..

    Il design dei soffitti tesi originali nella camera da letto con il design consente di completare la stanza. I clienti potranno selezionare diverse tonalità del film, nonché scegliere una base opaca o lucida, completata da una lucentezza metallica o madreperla. Tutto dipende dalle preferenze dei proprietari, che possono scegliere diverse tonalità del soffitto. La finitura può essere monocromatica o completata da elementi artistici con dettagli di stampa fotografica.

    Ci sono alcuni vantaggi di un soffitto teso:

    1. La superficie del prodotto può essere facilmente lavata o pulita con una soluzione saponosa..

    2. Tali soffitti hanno un alto livello di resistenza all’umidità, che consente di trattenere quantità significative di acqua.

    Tra gli svantaggi dell’utilizzo di film per soffitti tesi ci sono:

    1. La superficie della base può essere facilmente graffiata o danneggiata da vari oggetti. In caso di danni gravi, dovrai sostituire l’intero soffitto.

    2. Quando si installa il soffitto, è necessario utilizzare attrezzature speciali e avere le competenze per lavorare con materiali simili, il che aumenta i costi di manodopera per i lavoratori.

    3. Se l’altezza della stanza è inferiore a tre metri, non è consigliabile montare il soffitto teso. Tale installazione richiederà circa 15 cm, motivo per cui il soffitto basso nella stanza potrebbe essere basso.

    Design del soffitto della carta da parati

    Quando si sceglie un design del soffitto nella camera da letto, è possibile prestare attenzione all’uso della carta da parati, che viene utilizzata in diverse varianti. Questa opzione di design è la più semplice e primitiva, ma tutto dipende dallo stile della camera da letto e dai desideri dei proprietari. Quando si sceglie un tale metodo di finitura, è necessario ricordare che un tale soffitto non è sempre adatto a determinati tipi di carta da parati. Ciò è particolarmente importante per le stanze con molti angoli e sporgenze, perché in questa versione è necessario imbiancare o dipingere il soffitto.

    Vantaggi della tappezzeria del soffitto:

    • La carta da parati con una base densa aiuterà a nascondere perfettamente eventuali danni o imperfezioni. Tuttavia, questa opzione è conveniente e facile da usare..
    • Se il soffitto presenta curve significative, l’utilizzo di un prodotto con motivi grandi senza simmetria sarebbe un’opzione eccellente..

    Gli svantaggi dell’uso della carta da parati per decorare il soffitto della camera da letto sono:

    • Anche con un lavoro di alta qualità e l’uso di una buona colla, la carta da parati si staccherà nel tempo. Se vivi in ​​un appartamento e c’è il pericolo di inondazioni, allora il soffitto sembrerà poco attraente, il che richiederà riparazioni ripetute.

    Opzioni per imbiancare e dipingere il soffitto

    Questo metodo è il più accessibile ed economico, tuttavia, questa è già un’opzione obsoleta per decorare il soffitto della camera da letto, perché molti aderiscono alle tendenze moderne. Il metodo di imbiancatura del soffitto ha i suoi vantaggi, che sono i costi minimi, l’uso di materiali naturali e l’uso di infissi convenzionali. Gli svantaggi della finitura possono essere chiamati il ​​fatto che la superficie del soffitto avrà un aspetto semplice e modesto e il rivestimento della base con calce formerà irregolarità nel tempo. Quando si rinnova una stanza e si sceglie una diversa opzione di design, è necessario cancellare non solo lo strato di calce, ma anche abbattere l’intonaco.

    Un’opzione semplice ma eccellente per rifinire il soffitto basso nella camera da letto sarebbe la pittura. Molto spesso vengono utilizzate vernici a base d’acqua. Questa finitura ha i suoi vantaggi e svantaggi. I vantaggi includono il design luminoso del design della camera da letto. È importante sapere: si consiglia di utilizzare un rullo, non un pennello, per eseguire il lavoro, che ti consentirà di formare una superficie piana senza gocciolamenti..

    Caratteristiche dell’illuminazione del soffitto della camera da letto

    La decorazione esterna del soffitto apparirà completa dopo aver scelto l’illuminazione necessaria. Puoi scegliere tra opzioni tradizionali e più moderne. Nel primo caso, si consiglia di utilizzare lampadari spettacolari che risaltino sullo sfondo generale o diversi piccoli lampadari se la stanza è grande.

    Una variazione moderna sul design del soffitto è l’uso dell’illuminazione decorativa. La tecnologia di lavoro consiste nell’uso di lampade fluorescenti o LED integrati nei controsoffitti tesi e sospesi. Tali opzioni di soffitto con illuminazione nella camera da letto ti permetteranno di creare un design originale, oltre a illuminare tutti i dettagli della camera da letto o dei suoi singoli elementi..

    Suggerimenti degli esperti per il design del soffitto della camera da letto

    I designer offrono una serie di consigli per decorare il soffitto della camera da letto. È importante prendere in considerazione le opzioni di finitura per i parametri della stanza, l’illuminazione, il materiale utilizzato e così via. Quindi, consigli utili per progettare una camera da letto sono i seguenti fattori:

    1. Prima di finire il lavoro, è importante calcolare l’altezza della stanza. Ad esempio, per l’installazione di soffitti sospesi a due livelli e tesi, selezionare stanze con un’altezza di almeno 2,5 metri.

    2. Se la camera da letto è rivolta a nord, la stanza dovrebbe essere leggera e semplice nel design, in modo da non creare un effetto decrescente.

    3. Se vuoi rendere visivamente la stanza più luminosa o più alta, devi montare soffitti con una superficie lucida o specchiata.

    4. L’ombra del soffitto dovrebbe corrispondere all’intero interno della stanza. Alcune persone trovano più piacevole rilassarsi in una camera da letto luminosa, mentre altre preferiscono i colori scuri o luminosi. Tuttavia, è importante ricordare che le tonalità chiare ingrandiscono visivamente lo spazio, mentre le tonalità scure lo riducono. Naturalmente, questa scelta dovrebbe corrispondere ai parametri della camera da letto..

    5. Con opzioni di finitura originali ed esclusive, puoi utilizzare la pittura artistica, creare diverse forme e disegni dal cartongesso. Tutto dipende dal budget familiare e dal gusto dei proprietari..

    6. Il colore del soffitto della camera da letto può aumentare visivamente se si utilizzano colori chiari delle finiture con l’aiuto di un’illuminazione aggiuntiva.

    7. Una camera da letto buia può essere illuminata con diverse versioni di lampade che verranno posizionate sopra il letto o in alcune zone della stanza. Puoi usare lampade a LED che creeranno un’illuminazione colorata, che dipende dall’immaginazione dei proprietari..

    Esistono diversi approcci progettuali per decorare il soffitto di una camera da letto, a seconda di molti aspetti. La cosa principale è che tutti i dettagli della stanza sono in armonia tra loro, il che creerà un interno bello e accogliente nella camera da letto. Alla fine dell’articolo, ti consigliamo di guardare un video che mostra le opzioni per rifinire il soffitto della camera da letto. Per decidere il design del tuo soffitto, ti consigliamo di visualizzare le foto del design delle camere da letto in stili diversi.

    Read more
    Soffitti

    Stucco per soffitti fai-da-te per dipingere

    Sulle superfici verniciate, tutti i difetti del piano sono chiaramente visibili, il che significa che prima di dipingere è necessario eseguire una procedura speciale chiamata stucco. E, naturalmente, la qualità dei robot di verniciatura dipenderà da questo processo. Pertanto, il piano del soffitto è sempre preparato per la finitura eseguendo uno stucco per soffitto per la verniciatura. Tale operazione aiuterà a eliminare irregolarità e cuciture, e non importa se si sta preparando un soffitto normale o una struttura sospesa in cartongesso per la finitura..

    Contenuto:

    Caratteristiche del mastice del soffitto

    Prima di applicare il rivestimento finale, spesso chiamato finitura o finitura, alla superficie da rifinire, sia essa una facciata o un soffitto, viene trattata con materiali e rasanti chiamati stucco. Ad esempio, per preparare la superficie per incollare o dipingere, è necessario utilizzare lo stucco..

    Al suo interno, la preparazione del soffitto per la pittura è diversa e dipende dalla superficie specifica. Ad esempio, può essere un vecchio mastice o calce, una soletta, che richiede uno stucco preliminare. Di norma, negli edifici vecchio stile, potrebbe esserci un soffitto in argilla, che richiede un approccio insolito. Anche un controsoffitto in cartongesso ha determinate caratteristiche. La superficie del soffitto è sicuramente la più varia, ma abbiamo elencato le tipologie di superficie più comuni..

    Da un’ampia varietà di stucchi (colla a olio, colla, acrilico e lattice, stucco, a base di PVA), vengono selezionate le sostanze giuste per determinati lavori. Quando si sceglie un riempitivo, non dimenticare il primer. Viene applicato direttamente prima del mastice del soffitto..

    Gli stucchi possono anche finire e iniziare. In genere gli antipasti sono densi come panna acida e vengono quindi applicati per compensare grandi gocce, danni al soffitto e fori di tenuta. Se necessario, queste composizioni possono essere applicate più volte, con una pausa per asciugarle, utilizzando anche speciali reti di rinforzo che escludono la formazione di crepe.

    Gli stucchi di finitura sono un po’ più sottili e vengono applicati sugli stucchi di partenza. La loro applicazione può essere preceduta dal priming. È questo tipo di intonaco di finitura del soffitto che può portarlo a condizioni quasi perfette. Ma lo stesso, usando uno stucco di finitura, il livellamento del soffitto non darà risultati. Tale composizione può essere applicata solo con uno strato sufficientemente sottile. Naturalmente, ripeterà completamente il profilo della superficie su cui viene applicato, ovvero il suo scopo è rendere liscio il soffitto.

    Strumenti e materiali per il lavoro

    Un gran numero di produttori produce kit di mastice, che includono primer su base omogenea e stucchi (finitura, partenza, facciata, universale, ecc.). Con questo approccio, la tecnologia dello stucco per soffitti e l’acquisto di composizioni sono molto più semplici. Inoltre, per la corretta implementazione del mastice del soffitto per dipingere con le tue mani, non dovresti solo scegliere le formulazioni giuste, ma anche occuparti di scegliere lo strumento giusto.

    Durante lo stucco, non puoi fare a meno di un mixer (è conveniente mescolare con un trapano elettrico), avrai anche bisogno di grattugie, mezze cazzuole e spatole d’acciaio (almeno due: strette e larghe). Dovrebbe esserci uno strato di feltro sulla grattugia stessa e la sua lunghezza dovrebbe essere fino a un metro. Applicare il primer comodamente con un pennello largo o rulli di diverse larghezze.

    Preparazione della superficie per stucco

    È necessario iniziare a lavorare sullo stucco del soffitto rimuovendo i vecchi rivestimenti. Per questo, la superficie viene pulita dal vecchio intonaco, dalla vernice e dalle irregolarità sull’intonaco. Allo stesso tempo, vengono elaborate macchie scure accuratamente obsolete che derivano dall’umidità e dalla comparsa di funghi, nonché tracce di ruggine emergente.

    È abbastanza difficile rimuovere i pannelli del controsoffitto, quindi tali punti di rimozione, come ultima risorsa, possono essere semplicemente dipinti. Se è vecchio stucco o gesso che si sta staccando, può essere rimosso semplicemente con una spatola larga. Nei luoghi in cui l’intonaco è tenuto abbastanza saldamente, è necessario bussare con un martello e, naturalmente, non con forza. Quindi questo strato perderà tutta la sua forza e si staccherà senza problemi. Si rimuovono strati di vernice, calce, si puliscono strati di sporco e polvere.

    Per rimuovere il vecchio rivestimento del soffitto, puoi usare il vecchio modo antiquato: saturare l’emulsione acquosa con una soluzione di iodio (la proporzione dovrebbe essere la seguente: una bottiglia di iodio per un secchio d’acqua) e lavare la calce con acqua. Ma è ancora un lavoro sporco, lungo e problematico..

    Nel nostro tempo sono apparsi alcuni lavaggi speciali, con l’aiuto di essi è possibile rimuovere facilmente qualsiasi vecchia vernice. Il consumo del lavaggio stesso è di 0,5 litri per metro quadrato. Usando un pennello largo o un rullo, i lavaggi vengono applicati al soffitto e rimossi dopo circa 20-30 minuti insieme alla vecchia vernice. Pulito e veloce!

    Succede anche che quando rimuovi lo sfondo, sotto c’è un vecchio mastice, che non regge bene. Deve anche essere rimosso con una spatola. Se non lo rimuoviamo, ma livelleremo il soffitto con dello stucco, il giorno successivo il nostro stucco si spegnerà. E se non anche il giorno successivo, questo accadrà sicuramente quando dipingi il soffitto.

    Se ci sono crepe sul soffitto, vengono ricamate e poi stuccate. Allo stesso tempo, le crepe vengono allungate e approfondite con una spatola o un coltello per l’intera lunghezza, quindi il soffitto viene adescato e strofinato con stucco. Protuberanze e irregolarità fino a 2 centimetri vengono abbattute da un Trojan, un perforatore, un martello o altri strumenti. Se il soffitto non è perfettamente piatto, deve essere intonacato. Se le irregolarità sono più di 5 centimetri, devi pensare a un soffitto in cartongesso, sul quale puoi anche acquisire esperienza in seguito nella stuccatura.

    Combattere i funghi del soffitto

    Molti si trovano ad affrontare durante il lavoro il fatto che è necessario rimuovere non solo la vecchia composizione colorante, ma anche una cosa spiacevole chiamata fungo. Sembra piuttosto sgradevole, sono macchie e muffe di sfumature marrone-verdi, che di solito compaiono in stanze dove c’è alta umidità. Se è apparso un fungo sul soffitto, non dovresti ignorarlo. È meglio usare un prodotto antimuffa appositamente formulato per combattere i funghi..

    Ci sono rimedi finlandesi e tedeschi in vendita per la muffa. Il costo di tali sostanze è al livello di 5-7 dollari. La scelta dei nostri fondi è molto più povera, a causa dell’abitudine nazionale del solfato di rame, che rimuove anche il fungo. Tale strumento può essere ottenuto solo in negozi specializzati o in imprese di costruzione..

    Il rimedio per la muffa è abbastanza semplice da usare: da una bomboletta spray si sono versati su una superficie colpita da un fungo, hanno aspettato 30 minuti, osservando come tutto bolliva e sibilava, e il fungo era sparito. Solo l’odore acre della candeggina che si insinua nella stanza è sgradevole durante il processo. Mentre l’invasione di muffe e funghi è nella sua fase iniziale e non ha assunto le dimensioni di un disastro, i rimedi contro la muffa aiutano davvero molto..

    Sarebbe anche bello proteggersi in anticipo dall’aspetto del fungo in futuro. A tal fine, è necessario adottare misure preventive. Sono disponibili vari additivi antimicotici per vernici. I focolai fungini, di grandi dimensioni, vengono bruciati dalla saldatura al plasma, il propano o il calcestruzzo viene svuotato. Successivamente, viene nuovamente sigillato e innescato con vetriolo. Anche se molti sostengono che è inutile combattere i funghi.

    Primer superficiale per stucco

    Dopo aver liberato il soffitto, puoi metterti al lavoro. Ma ancora, prima di ciò, devi scoprire quanto è orizzontale il soffitto. Un modo semplice è misurare la distanza dal soffitto al pavimento negli angoli della stanza usando un filo a piombo. Puoi anche usare il livello dell’acqua. Se si scopre che c’è una pendenza del soffitto, è necessario riportare il soffitto in posizione orizzontale durante il lavoro di adescamento.

    Successivamente, dovresti adescare attentamente il soffitto. La superficie del soffitto è ricoperta da uno strato di primer per creare una forte adesione alla base. La necessità di applicazione è spiegata dal fatto che le stesse composizioni di mastice non possono fornire un’affidabilità di adesione sufficiente. Il primer viene applicato sulla superficie prelivellata.

    Per coloro che desiderano stuccare il soffitto, ti consigliamo vivamente di guardare il video sullo stucco del soffitto per la verniciatura e utilizzare un primer a penetrazione profonda, che viene applicato utilizzando rulli di vernice. È inoltre possibile utilizzare lunghi manici telescopici per questi scopi, questo consente di risparmiare energia. Puoi adescare in punti difficili da raggiungere con una spazzola stretta. Allo stesso tempo, maneggiare con molta attenzione i giunti e gli angoli. L’uso di questi primer protegge la superficie dalla crescita di muffe e funghi..

    Un primer acrilico è abbastanza adatto per questo scopo. E non vale la pena risparmiare, poiché con uno strato di primer insufficiente, aumenta il rischio di scrostare la vernice e il mastice. Una volta completamente asciutto sarebbe una buona idea applicare un’altra mano di primer..

    Dopo che il primer si è asciugato, è necessario stuccare i vuoti e le cuciture, nonché eventuali crepe e scheggiature. In questo caso, per l’effetto migliore, vale la pena utilizzare una rete speciale, destinata a rinforzare le cuciture. In questo modo eviterai ulteriormente il verificarsi di crepe. Dopo che tutto è asciutto, è necessario macinare accuratamente i punti di stucco con una carta vetrata piuttosto ruvida e trattare anche con un primer..

    Applicazione del mastice di partenza

    Dopo che il primer si è asciugato, puoi iniziare a stuccare il soffitto per una verniciatura liscia con uno speciale stucco iniziale. A tal fine, avrai bisogno di un contenitore pulito, una spatola da 40 millimetri, una spatola da 100 millimetri, una spatola da 250 millimetri, una spatola da 450 millimetri, un trapano con ugello o un miscelatore da costruzione. Avrai anche bisogno di una rete di nylon, che ha 2 per 2 celle, con la quale lo stucco diventerà più forte e non darà nemmeno piccole crepe. Anche una persona inesperta può facilmente allineare il soffitto usando una tale griglia..

    Ora è il momento di diluire correttamente il riempitivo di avviamento. Come già accennato, dovrebbe assomigliare a una densa panna acida. Innanzitutto, con questa massa, tutti i fori, le crepe, i fori vengono posati con una spatola stretta. Tale composizione dovrebbe essere completamente asciutta. Utilizzando una cazzuola, l’intera area viene ricoperta con uno speciale stucco di partenza.

    Raccogliamo lo stucco dal contenitore. Quindi, utilizzando un mixer, sbatterlo finché non diventa burro morbido. Dopo che lo stucco è pronto, prendi una spatola da 100 mm, quindi prendi lo stucco dal contenitore, quindi applica uniformemente uno strato sottile sulla spatola da 450 mm e stucca una striscia sul soffitto, che è uguale alla larghezza della rete.

    Successivamente, si consiglia di tagliare una striscia di rete, che è uguale alla larghezza del soffitto, come mostrato nella foto del mastice del soffitto per la verniciatura. Successivamente, questa striscia di rete dovrebbe essere applicata allo stucco applicato e annegata nello stucco applicato. Livellarlo accuratamente con una spatola larga e, in modo da ricoprire completamente la rete, applicare nuovamente uno strato di mastice.

    Stendete delicatamente il composto con uno strato fino a un centimetro. Non ha senso spalmare più spesso, è meglio lasciarlo asciugare e se dopo l’asciugatura è necessario ungere da qualche parte, fallo. È inoltre necessario lasciare una striscia non imballata di 5 centimetri per coprire la riga successiva della griglia. Successivamente, mettiamo un’altra striscia di rete sul primo, più precisamente sui cinque centimetri non riempiti e, come il primo, copriamo anche con stucco.

    A seconda delle condizioni, lo strato iniziale si asciuga per almeno 8 ore. Dopo che il primo strato si è asciugato, viene applicato un secondo strato di stucco iniziale. Il suo spessore non dovrebbe essere superiore a 2 millimetri. Sarà bene stendere lo stucco sulla superficie, cercando di non lasciare aloni dalla spatola. Dopo lo stucco iniziale, è necessario attendere che sia completamente asciutto (più di 24 ore).

    In questo caso, i noduli, i grumi, le irregolarità risultanti vengono rimossi con carta vetrata o una rete abrasiva. Se non sei soddisfatto del risultato del secondo strato di stucco iniziale che hai applicato, ripeti nuovamente la procedura, seguita dall’asciugatura e dalla carteggiatura. Per evitare che la polvere dal soffitto penetri nei polmoni e negli occhi durante la molatura, è necessario indossare un respiratore di garza e occhiali..

    Applicazione stucco di finitura

    Poiché lo stucco di finitura viene applicato sullo stucco iniziale, ovviamente dovrebbe essere più sottile del precedente. Per tali scopi, è adatta una grande spatola, che deve essere premuta contro il soffitto con sforzo e applicato uno strato abbastanza ampio. Sulla confezione dello stucco di finitura, leggiamo le istruzioni e successivamente, secondo le istruzioni, prepariamo lo stucco. Un tale mastice dovrebbe sembrare una spessa panna acida..

    Dal contenitore, prelevare lo stucco con una spatola da 100 mm, applicarlo uniformemente su una spatola da 250 mm e quindi applicarlo in uno strato sottile di 1-2 millimetri fino al soffitto. E con una spatola da 40 mm, livelli lo stucco dietro il tubo del gas, così come in altri luoghi poco accessibili.

    In questo caso, la spatola deve essere tenuta con un angolo di 70 gradi. Più l’angolo si avvicina a 90 gradi, più sottile sarà lo strato applicato e anche la spatola non lascia aloni dietro di esso. Successivamente, rimuovere la massa in eccesso con una spatola. Dopo che lo stucco si asciuga, lo maciniamo con carta abrasiva o una rete abrasiva.

    Subito dopo la prima sovrapposizione, realizziamo la seconda e rimuoviamo anche i resti, livellando piccoli graffi e rugosità. Per stuccare il soffitto sotto una pittura liscia, è necessario stuccare il soffitto con stucco acrilico già pronto. Questo mastice è venduto in secchi di plastica. Lo stucco acrilico deve essere applicato al soffitto con uno spessore non superiore a 1 millimetro.

    Per tali scopi, è necessario che la spatola che applica lo stucco al soffitto abbia un piccolo angolo di 70-80 gradi. Con questo metodo di stucco, non rimangono strisce. Affinché la miscela non si asciughi ai bordi, è necessario eseguire tutti i movimenti abbastanza rapidamente. Se necessario, puoi applicare la mano successiva, ma solo dopo che la precedente si è asciugata. Di conseguenza, la superficie diventa perfettamente piana e liscia e non richiede quasi nessuna levigatura..

    La superficie liscia del cartongesso consente di seguire un percorso che richiede meno tempo. Inoltre, il prezzo del mastice del soffitto per la pittura in questo caso sarà molto inferiore. E la lavorazione con stucco consiste solo nelle cuciture tra le lenzuola. Dopo che la superficie è asciutta, deve essere levigata e quindi la vernice viene applicata direttamente sui fogli. Uno dei compiti principali è considerato una superficie ben innescata. Certo, il risultato è leggermente diverso dalla prima opzione, tuttavia, in generale, viene abbastanza bene.

    Carteggiatura e primerizzazione prima della verniciatura

    Dopo che il soffitto è completamente asciutto, lo maciniamo con cura. È meglio farlo con finestre con tende o in una stanza buia la sera. Prendiamo una torcia, una lampada da tavolo o un portalampada attaccato al binario per tenerlo più comodamente, quindi dirigiamo un raggio di luce verso il soffitto ad angolo – in questa posizione, tutti i difetti che possono essere eliminati da la molatura è chiaramente visibile.

    Nel processo di levigatura, utilizziamo carta vetrata fine impermeabile fissata su una grattugia o su un blocco di legno. L’intero soffitto viene trattato in questo modo. Dopo la levigatura, tutta la polvere viene rimossa con un aspirapolvere.

    L’adescamento è la fase finale del mastice del soffitto. Applicare il primer solo con un rullo e lavorare con un pennello stretto in punti difficili da raggiungere. Sul rullo dovrebbe esserci una pelliccia di velluto con una piccola pila. Dopo che la prima mano di primer è stata applicata sul soffitto, la mano successiva viene applicata perpendicolarmente. Indipendentemente dallo scopo del primer, applichiamo ciascuno degli strati solo dopo che lo strato precedente si è completamente asciugato. Ricorda che non ci dovrebbe essere primer in eccesso sulla superficie durante il lavoro..

    Read more
    Soffitti

    Come realizzare una cornice per il soffitto

    Tutti vogliono vivere in una casa o in un appartamento con interni belli e unici. Per crearne uno, oltre a rifinire le pareti, dovrai lavorare sul soffitto. Dopotutto, è lui che notiamo e consideriamo in primo luogo quando entriamo nella stanza. Oggi, i controsoffitti tesi e sospesi sono particolarmente apprezzati e consentono di dare vita a idee e idee originali. Ma dietro la loro bellezza e semplicità esteriori, c’è una cornice per il soffitto, meno attraente e molto più complessa..

    La creazione di un soffitto teso o controsoffitto è un lavoro che consiste in più fasi. Il primo è creare un progetto. La seconda fase è la disposizione del telaio. La terza fase è la posa delle comunicazioni e la guaina del telaio. Alla fine, c’è la finitura, se c’è. In questo articolo, daremo un’occhiata più da vicino alla creazione di un progetto e a come realizzare una cornice per il soffitto..

    Calcolo del telaio del soffitto

    Come qualsiasi altro lavoro di costruzione, iniziamo la disposizione di un soffitto sospeso o teso da un progetto, ovvero dal calcolo della quantità di materiali. È più conveniente farlo in un programma specializzato come ArchiCAD. Nella creazione di un progetto, il più importante è il disegno del telaio del soffitto che indica gli elementi strutturali richiesti, le posizioni di installazione e il loro numero..

    Schema del soffitto teso

    Avendo pianificato di dotare un controsoffitto o un controsoffitto, devi essere preparato al fatto che per ognuno di essi dovrai creare una cornice diversa. Inoltre, gli elementi strutturali per controsoffitti e controsoffitti sono diversi. Naturalmente, per la bellezza, è possibile combinare soffitti tesi e controsoffitti. In questo caso, viene creata una cornice per un soffitto a due livelli, combinando gli elementi strutturali di entrambi i tipi di soffitti. Pertanto, quando si pianifica la creazione di tali massimali, è necessario concentrarsi sul numero di livelli di massimale. L’aspetto, la quantità di materiali e la complessità del lavoro dipenderanno da questo..

    Importante! La creazione di un soffitto sospeso o teso implica una diminuzione dell’altezza complessiva della stanza. Pertanto, vale la pena affrontare con molta attenzione la questione della creazione di un massimale multilivello..

    Prima di procedere con i calcoli, è necessario capire quali sono i telai dei controsoffitti e dei controsoffitti. Il telaio per il soffitto teso è costituito da un profilo baguette in alluminio, che è fissato alle pareti lungo il perimetro della stanza a una certa altezza dal soffitto. Il telaio per un controsoffitto è molto più complicato ed è una struttura di profili metallici PP e PPN (il loro analogo è il profilo CD e UD), collegati con viti autofilettanti e giunti a uno / due livelli. L’intera struttura è fissata al soffitto con appendini.

    Elementi strutturali del controsoffitto

    Per calcolare il numero richiesto di profili per un soffitto teso, è sufficiente misurare il perimetro della stanza. Ma nel caso di un telaio per controsoffitto, dovrai lavorare sodo e fare quanto segue:

    • misuriamo il perimetro della stanza. Il risultato sarà la lunghezza del profilo guida PPN 28/27. Una situazione è possibile quando, apparentemente in una stanza piana, le pareti opposte hanno dimensioni diverse l’una rispetto all’altra. In questo caso, per comodità di calcolo e approvvigionamento dei materiali, assumiamo un valore maggiore;
    • ora calcoliamo la quantità del profilo del telaio portante principale PP 60/27. La lunghezza di un profilo è presa uguale alla larghezza della stanza. Questo è più conveniente e affidabile. Il profilo stesso è fissato con un passo di 600 mm. Questo passaggio è conveniente perché i fogli per cartongesso sono disponibili nelle dimensioni 600 e 1200 mm. Se realizziamo una cornice per un soffitto in plastica, posizioniamo il profilo PP 60/27 lungo la lunghezza della stanza con un passo di 500 mm. Il calcolo del numero di strisce del profilo viene eseguito come segue: dividiamo la larghezza o la lunghezza per un passo e otteniamo il numero di strisce. Ad esempio (4000/600) + 2 = 8,66. Arrotondiamo per difetto e otteniamo 8 strisce e segniamo sul diagramma la posizione del profilo del cuscinetto. In questa formula, +2 sono due listoni che vengono installati all’inizio e alla fine della stanza;

    Importante! Per l’affidabilità del fissaggio dei fogli di cartongesso, la prima e l’ultima striscia del profilo portante sono posizionate a una distanza di 100 mm dalla parete. I restanti sei sono distribuiti uniformemente con il passo selezionato.

    • quindi eseguiamo il calcolo delle sospensioni a forma di U. Sono attaccati al soffitto, facciamo un passo di 600 mm. Per ogni striscia del profilo del cuscinetto sono necessari diversi pezzi di tali sospensioni, li calcoliamo come segue: (4000/600) * 8 = 48 pezzi. Come nel caso dei nastri portanti, posizioniamo la prima e l’ultima sospensione ad una distanza di 300 mm dalle pareti, il resto con un passo di 600 mm. I luoghi della loro installazione nel disegno sono contrassegnati da croci;
    • la rigidità dell’intera struttura è ottenuta installando ponticelli tra i profili portanti. Per fare ciò, utilizziamo il profilo PP 60/27, che posizioniamo con un passo di 600 mm. Il numero di file di architravi viene calcolato allo stesso modo del numero di strisce del profilo portante. La differenza è che per il calcolo prendiamo la lunghezza della stanza invece della larghezza;
    • il collegamento del profilo portante e degli architravi viene effettuato utilizzando connettori speciali – granchi. Calcolare il numero di granchi è abbastanza facile. Per fare ciò, moltiplichiamo il numero di file del profilo del cuscinetto e il numero di file di ponticelli;

    Schema di un controsoffitto

    I calcoli di cui sopra vengono eseguiti per un controsoffitto a un livello. Tipicamente, un controsoffitto a due livelli implica la creazione di una sporgenza, nicchia o disposizione di un soffitto teso all’interno della struttura sospesa. Per fare ciò, viene creata una struttura metallica per il soffitto lungo il perimetro della stanza, rientrata dalle pareti. Vengono utilizzati gli stessi profili di un controsoffitto convenzionale a un livello. L’unica differenza è nell’altezza del secondo livello e nel suo design. Per effettuare un calcolo per un soffitto a due livelli, è necessario integrare lo schema di creazione del telaio sopra descritto con quanto segue:

    • il numero di ponticelli del profilo PP per il secondo livello sarà (8 + 8) * 2 = 32 pz. Inoltre, un architrave extra lungo in ogni angolo. La dimensione dei ponticelli portanti del secondo livello è scelta dalla visione di quello che sarà il secondo livello;
    • Saranno necessarie 36 sospensioni per riparare 36 ponticelli;
    • affinché il design sia affidabile, per il secondo livello sarà necessario realizzare rack verticali dal profilo in PP, ai quali, inoltre, verranno fissati i fogli di cartongesso. Il numero di rack è uguale al numero di ponticelli portanti del secondo livello – 36. La loro altezza dipende dall’altezza del secondo livello che hai scelto;

    Importante! Se l’altezza del secondo livello è superiore a 120 mm, è necessario utilizzare pendini regolabili sulla trazione. Se si prevede di realizzare un soffitto teso all’interno di una struttura a due livelli, la lunghezza del suo profilo viene calcolata lungo il perimetro interno del soffitto a due livelli.

    • tutti i punti di installazione delle sospensioni, dei profili verticali e portanti sono contrassegnati nel disegno. Inoltre, nel progetto di un soffitto sospeso o teso, è necessario indicare i luoghi di installazione degli apparecchi di illuminazione e il cablaggio ad essi.

    Crea un wireframe del soffitto

    Iniziamo a lavorare sull’installazione di un telaio da un profilo per un soffitto in cartongesso, pannelli di plastica o un soffitto teso con la preparazione della superficie del pavimento. Anche se l’intera superficie del pavimento sarà nascosta dal nuovo soffitto, occorre prestare attenzione a sovrapporre e rimuovere grandi irregolarità e riparare le crepe. Inoltre, dovrai anche livellare la superficie delle pareti, specialmente nei punti in cui verranno fissati la baguette e il profilo guida. Dopo il completamento di questi lavori, puoi procedere direttamente all’installazione del telaio.

    Marcature sul soffitto

    Marcatura del soffitto per un telaio per un soffitto a più livelli

    Iniziamo il markup dal segno dell’altezza del soffitto. Per fare ciò, puoi usare un metro a nastro o un righello di metallo. Dopo averlo applicato in 3 – 4 punti alla parete, misuriamo l’altezza richiesta dal soffitto senza tenere conto dello spessore del foglio di cartongesso, del pannello di plastica o dello zoccolo per un soffitto teso. Dopo aver preso appunti, prendiamo un filo da pittore, colleghiamo i punti segnati e, tirandolo, lo rilasciamo. Il risultato sarà una linea retta, lungo la quale attaccheremo ulteriormente le guide del controsoffitto o gli elementi di fissaggio per il soffitto teso. Per semplificare il compito e non giocherellare con il filo di un pittore, puoi usare una livella laser.

    Importante! Per un soffitto teso, sarà sufficiente un segno sulle pareti sotto il soffitto attorno al perimetro della stanza. E per un telaio per soffitto in cartongesso o plastica, dovrai applicare i segni sotto le strisce del telaio di supporto e i punti di attacco per le sospensioni, come indicato nel disegno. Questo può essere fatto nello stesso modo descritto sopra..

    Installazione del telaio del soffitto

    Iniziamo a creare una cornice per un soffitto in cartongesso installando e fissando il profilo guida PPN 28/27, che viene fissato alle pareti sotto il soffitto mediante tasselli e viti autofilettanti 6×60. Per fare ciò, praticare dei fori nel profilo stesso con un passo di 300 mm. In questo caso, il primo e l’ultimo foro vengono realizzati a 100 mm dal bordo. Quindi fissiamo il profilo al muro in modo che la linea contrassegnata sia sotto il bordo inferiore del profilo.

    Installazione del telaio del soffitto teso

    Attraverso i fori nel profilo prendiamo appunti per gli elementi di fissaggio. È possibile praticare fori direttamente attraverso il profilo fissato al muro, ma ciò richiede uno o due partner per premere saldamente il profilo contro il muro. Dopo aver praticato i fori, installiamo il profilo in posizione e lo fissiamo. Per il telaio del soffitto in plastica, eseguiamo gli stessi passaggi descritti sopra. Poiché il telaio del soffitto teso è costituito solo da profili baguette, quindi fissandoli al muro, puoi procedere alla tensione della tela.

    Seguono le sospensioni. Nel punto di attacco della sospensione, la applichiamo al pavimento. Ci assicuriamo che la base della sospensione si trovi rigorosamente perpendicolare alla linea per la barra del profilo. Quindi delineamo il posto per i fori per gli elementi di fissaggio e quindi foriamo, o foriamo immediatamente i fori. Resta solo da ripetere questa procedura per tutte le sospensioni, fissarle in posizione e piegare le antenne delle sospensioni verso il basso. In questo caso è necessario assicurarsi che lo spazio tra le antenne sia di 60 mm.

    Installazione di sospensioni per controsoffitti

    Importante! Quando si assembla un telaio metallico per il soffitto, è necessario essere preparati al fatto che sarà necessario avvitare molte viti autofilettanti diverse. Pertanto, è necessario acquistare un cacciavite in anticipo..

    Fissaggio del profilo portante del telaio del controsoffitto

    Dopo aver terminato con le sospensioni, passiamo alle strisce del profilo del cuscinetto. Tutto è semplice qui. È necessario portare il profilo PP 60/27 in piano con la base verso il basso all’interno delle sospensioni e fissarlo su entrambi i lati su ciascuna sospensione. Per questo utilizziamo viti autofilettanti per metallo LN 8 o LN 11. Il risultato è un telaio per il soffitto in plastica. Ma per un soffitto in cartongesso, dovrai installare elementi aggiuntivi. Per fare ciò, prendiamo un’intera barra del profilo PP 60/27 e la tagliamo in pezzi con una dimensione pari alla distanza tra le strisce installate del telaio di supporto. Il numero di tali ponticelli è indicato nel disegno. Ora prendiamo un metro a nastro o un righello e segniamo la posizione dei granchi con un pennarello sulle strisce del telaio di supporto. Quindi li installiamo in posizione spingendo dall’alto fino a quando non scattano completamente in posizione. Ora mettiamo a posto i ponticelli che sono attaccati ai granchi. Dopo averli inseriti, controlliamo le distanze tra i ponticelli secondo il disegno, se necessario, li correggiamo e li fissiamo con viti autofilettanti per metallo.

    Cornice di un soffitto a due livelli

    L’opzione di installazione sopra descritta per il telaio è prevista per un controsoffitto a un livello. Per creare il secondo livello, è necessario integrare la struttura già creata. Se ciò non è stato fatto all’inizio dell’installazione del telaio a due livelli, prima di tutto montiamo il profilo guida per il secondo livello. Quindi, ai ponticelli già installati del primo livello, fissiamo i montanti verticali dal profilo PP 60/27. Per fare ciò, nel profilo dei rack stessi, tagliamo una parte del profilo dall’alto e dal basso per creare un’apertura a forma di U. Ora mettiamo in posizione il supporto a forma di U e lo fissiamo con viti autofilettanti per metallo. Resta da installare le strisce del profilo portante del secondo livello e fissarle.

    Dopo aver creato la cornice per i controsoffitti e i controsoffitti, puoi iniziare a posare il cablaggio per gli apparecchi di illuminazione. Il completamento di tutte le questioni sarà il rivestimento con fogli di cartongesso, pannelli di plastica o il tensionamento della tela. Vale la pena notare che tutto il lavoro sulla creazione del telaio è abbastanza in grado di funzionare da solo. La cosa principale è essere in grado di maneggiare lo strumento e comprendere l’essenza del lavoro svolto.

    Read more
    Soffitti

    Installazione della cornice del soffitto

    Con l’aiuto di una cornice del soffitto, è possibile dividere lo spazio tra il muro e il soffitto. Ne esistono diverse varietà, che differiscono sia nella composizione, nei materiali, sia nel metodo di attaccamento. Come appendere una cornice del soffitto, considereremo ulteriormente.

    Sommario:

    Cornicione del soffitto: varietà e caratteristiche

    La cornice è una parte sporgente della finitura, per la cui fabbricazione usano:

    • Di legno;
    • plastica;
    • metallo.

    Il tipo di cornice e il materiale con cui è realizzato vengono selezionati in relazione alle caratteristiche interne e al tipo di tende che verranno installate sulla cornice. In relazione al carico sui cornicioni, sono:

    • per tessuto leggero;
    • carico medio;
    • per tende pesanti.

    Se si usa chintz o tulle come tende, è sufficiente una cornice di corde, che è leggera e pratica. Con l’aiuto di bastoni per tende in legno o acciaio, è possibile installare tende più pesanti rispetto alla versione precedente.

    Se si prevede di installare tende di peso medio, la soluzione migliore sarebbe utilizzare una cornice del soffitto in plastica. I cornicioni nei teatri specializzati si distinguono per la presenza di uno speciale motore elettrico, che è responsabile del movimento delle tende.

    Inoltre, ci sono fissaggi sulle mensole a soffitto che differiscono per il numero di file: una, due o tre. Se la cornice ha tre file, è progettata per fissare tende, tende e agnelli.

    Le cornici sono ottime per le stanze con soffitti abbastanza bassi. In questo caso, è possibile aumentare visivamente la lunghezza delle pareti. Inoltre, installando cornici, è possibile eliminare difetti o irregolarità sulle pareti, nascondendole dietro spesse tende..

    Se vivi in ​​una regione settentrionale con un clima freddo, con l’aiuto della cornice e delle tende spesse installate su di essa, è possibile isolare ulteriormente lo spazio. Nella stagione calda, le tende proteggono dalla luce solare diretta.

    Cornicione a soffitto prezzo e caratteristiche di scelta

    Il tipo e il materiale per la fabbricazione della cornice dovrebbero essere selezionati in base alle caratteristiche individuali degli interni. Le cornici possono essere le più semplici e completamente invisibili, oppure possono catturare l’attenzione grazie alla presenza di ulteriori rifiniture decorative.

    Le console più semplici si distinguono per la presenza di soli elementi di fissaggio su cui sono fissate le tende. La striscia decorativa più semplice si adatterà a qualsiasi interno. Nel processo di scelta, è sufficiente prendere in considerazione il colore delle tende. Se la stanza contiene un gran numero di elementi in legno, anche la cornice può essere in legno..

    Alcuni dei modelli in plastica del bastone per tende possono essere realizzati anche per legno o metallo. Nel processo di scelta di una cornice in legno, presta attenzione alla sua qualità.

    Foto cornice del soffitto:

    Tra i vantaggi di questa cornice, notiamo:

    • alto livello di resistenza, tali aste per tende possono facilmente resistere alle tende più pesanti;
    • sicurezza ambientale – l’assenza di sostanze tossiche nell’albero;
    • la durata di una cornice in legno è di circa dieci anni, con moderata umidità interna;
    • il più delle volte, le cornici in legno sono realizzate in quercia, legno di conifere, frassino, noce, larice o ciliegio;
    • l’albero è molto facile da elaborare, se ne hai esperienza, questo elemento dell’interno può essere realizzato indipendentemente;
    • ci sono molte opzioni per realizzare una tale cornice, può avere una forma semplice o vari tipi di elementi decorativi.

    I bastoni per tende in plastica sono più economici di quelli in legno, questo è dovuto alla disponibilità di questo materiale. Queste aste per tende si distinguono per la loro durata e l’aspetto esteticamente gradevole. Allo stesso tempo, la plastica non è soggetta a elevata umidità, sbalzi di temperatura, è abbastanza antisettica, non accumula polvere e serve i suoi proprietari per molto tempo..

    Vari tipi di rivestimenti decorativi incollati su aste per tende in plastica sono in grado di imitare tutti i tipi di materiali naturali.

    Un’opzione di cornice meno popolare sono le console in metallo. Vengono spesso installati se lo stile della stanza lo richiede. Per la fabbricazione di questi bastoni per tende vengono utilizzati acciaio inossidabile e ottone. Tra i vantaggi dei bastoni per tende in acciaio, notiamo:

    • alto livello di forza;
    • la capacità di mantenere l’aspetto per lungo tempo;
    • resistenza alle alte temperature;
    • le aste per tende in acciaio sono in grado di sopportare il carico maggiore, sono molto spesso utilizzate per l’installazione di tende nel teatro.

    Le tende in acciaio sono una grande aggiunta agli interni high-tech. Le gronde in alluminio sono più leggere e resistenti alla corrosione. Inoltre, per prendersi cura delle aste per tende, è sufficiente pulirle con un panno umido..

    Suggerimento: se non si desidera attirare l’attenzione sul cornicione, è sufficiente acquistare l’opzione più semplice: cornici di tipo stringa. La loro funzione principale è tenere le tende, ma non decorare la stanza..

    In ogni caso, le aste per tende dovrebbero essere selezionate non solo tenendo conto delle tende o delle tende che sono installate su di esse, ma anche in relazione alle caratteristiche individuali della stanza.

    Come installare una cornice del soffitto: caratteristiche dell’installazione di una cornice di plastica

    L’installazione di un’asta per tende in plastica presenta i seguenti vantaggi:

    • la possibilità di nascondersi nello spazio del soffitto, quindi l’aspetto della stanza diventa più attraente;
    • costo accessibile;
    • resistenza all’umidità e alle cadute di temperatura;
    • la possibilità di montare sul balcone, sopra il letto, nella loggia e in altri luoghi difficili da raggiungere;
    • la leggerezza e la semplicità della manutenzione della gronda ne garantiscono una lunga durata.

    Inoltre, l’asta per tende in plastica è in grado di sostenere un peso di oltre 50 kg. I cornicioni sono installati sia verticalmente che orizzontalmente. Il bastone per tende in plastica è installato su qualsiasi tipo di superficie. Può avere qualsiasi forma, anche ondulata o a zigzag.

    La cornice del soffitto in plastica è costituita da una struttura di profilo in un unico pezzo. La sua parte inferiore ha un posto per l’installazione di ganci. Inoltre, il set completo per la cornice include elementi nella forma:

    • spine e meccanismi di bloccaggio;
    • elementi di fissaggio;
    • indicatori di direzione.

    Con l’aiuto di vari tipi di tasselli, è possibile limitare il movimento delle tende lungo il cornicione. Sono necessari elementi di fissaggio in plastica per montare la cornice al soffitto e fissarla ad essa. Esistono due tipi di questi elementi di fissaggio:

    • visibile;
    • invisibile.

    La prima opzione è rilevante per la cornice, che ha elementi decorativi, e la seconda viene installata se la cornice è invisibile sullo sfondo generale della stanza.

    Con l’aiuto di elementi girevoli, è possibile formare un angolo di inclinazione della cornice in una direzione o nell’altra. Sulla parte anteriore della cornice, se necessario, installare elementi sotto forma di doghe e cappe.

    La tavolozza dei colori delle aste per tende in plastica è quasi illimitata. Possono essere neri, bianchi, oro, argento, verdi, ecc. Alcuni bastoni per tende comportano l’incollaggio di una pellicola sulla loro superficie che imita la pietra, il legno o il metallo.

    Le aste per tende in plastica sono facili da installare, prima di iniziare il lavoro, è necessario leggere le istruzioni, che descrivono in dettaglio l’intero processo di fissaggio dell’asta per tende al soffitto.

    Prima di iniziare l’installazione della cornice del soffitto, dovrebbe essere assemblato. Si compone di tappi laterali, ganci e tazze di plastica. Il fissaggio della cornice viene eseguito abbastanza rapidamente e non richiede molto tempo. In relazione al numero di file, separare i ganci su cui verranno appese le tende. Per evitare che i ganci scivolino dal cornicione, si consiglia di utilizzare dei tasselli. Usa la colla per fissare saldamente la spina. Se è necessario sostituire i ganci, è possibile rimuoverli senza utilizzare i tasselli. L’inizio dell’installazione della cornice dovrebbe essere eseguito con la marcatura, ciò richiederà la presenza di:

    • matita;
    • governanti;
    • livello dell’edificio.

    Con un livello, traccia una linea in base alla quale verrà installata la cornice. Secondo i segni precedentemente eseguiti, installare la cornice e fissarla con viti autofilettanti. Allo stesso tempo, è consigliabile utilizzare l’aiuto di un’altra persona per evitare di spostare la cornice durante la sua fissazione..

    Le viti in plastica aiuteranno a installare la cornice sul soffitto, rifinita con stucco, e le viti in acciaio saranno rilevanti sulle superfici in calcestruzzo.

    Il fissaggio della vite autofilettante sul pavimento in calcestruzzo viene effettuato con un perforatore o un trapano elettrico. Inizialmente, dovresti installare i tasselli e poi le viti.

    Se il soffitto è in cartongesso, la cornice dovrebbe essere installata in un modo diverso. Per lavorare avrai bisogno di:

    • elementi di fissaggio;
    • Cacciavite;
    • viti autofilettanti con cappucci larghi.

    Il set standard per il fissaggio dei bastoni per tende in plastica include la presenza di elementi di fissaggio speciali. Sono costituiti da un tappo di sughero e da una vite autofilettante, ma per avvitarli sono necessarie delle pinze speciali. In loro assenza, un martello e un cacciavite verranno in soccorso. Per chiudere i punti di fissaggio della vite autofilettante utilizzare appositi tasselli in plastica in tinta con il cornicione.

    Come appendere una cornice del soffitto in legno

    I bastoni per tende in legno si distinguono principalmente per la loro durata e affidabilità nell’uso. Per montare le cornici del soffitto in legno, avrai bisogno di:

    • livello;
    • un cacciavite o un trapano;
    • roulette;
    • elementi di fissaggio;
    • viti e tasselli, nella quantità corrispondente al numero di fori sulla cornice.

    Istruzioni su come installare una cornice del soffitto:

    1. Prima di tutto, segna la posizione di installazione della cornice. Ciò richiede un minimo di due persone. Determina l’altezza della sua fissazione.

    2. Contrassegnare l’asse verticale del montaggio in gronda. La staffa è fissata con due tasselli.

    3. Per installare una cornice di piccole dimensioni, saranno sufficienti due elementi di fissaggio.

    4. Altrimenti, dovresti rafforzare ulteriormente la struttura con una terza vite autofilettante installata al centro.

    5. Dopo la marcatura, viene eseguito il lavoro sull’installazione della cornice. Per questi scopi, avrai bisogno di un perforatore se la cornice è installata su una base di cemento.

    6. Lavorare con il trapano a percussione piuttosto lentamente in modo che i fori siano nel rapporto esatto con i tasselli..

    7. Quindi, utilizzare un martello per installare i tasselli e fissarli con staffe. Si noti che se è presente un terzo elemento di fissaggio aggiuntivo, che si trova al centro del cornicione, la sua installazione viene eseguita dopo aver infilato un solido architrave.

    8. Nel processo di fissaggio delle staffe, sarà superfluo installare viti di cadmio, che sono resistenti alla corrosione e non cambiano colore durante il funzionamento..

    9. Per la decorazione aggiuntiva di una cornice in legno, utilizzare baguette, anch’esse di legno.

    10. Possibilità di architrave aggiuntivo sulla superficie di gronda. Molto spesso sono realizzati con strutture in acciaio..

    Come riparare una cornice del soffitto: caratteristiche di installazione

    Ti suggeriamo di familiarizzare con i consigli per l’installazione di un’asta per tende in metallo. I lavori di installazione vengono eseguiti secondo la marcatura preliminare della base per la cornice. Allo stesso tempo, se è necessario tagliare la cornice, utilizzare un seghetto.

    Le staffe devono essere bloccate simmetricamente. Se viene installata una cornice ovale, su cui sono presenti gli anelli, viene installato un anello su ciascun lato della staffa. Gli anelli dovrebbero essere simmetrici l’uno rispetto all’altro e avere la stessa spaziatura. Se il cornicione è piuttosto lungo, dovresti occuparti della presenza di un ulteriore fissaggio centrale, che gli darà rigidità..

    Per spostare le tende, utilizzare un puntatore speciale per evitare un’ulteriore deformazione dell’asta per tende. L’inizio dei lavori prevede l’implementazione di segni per il cornicione. Successivamente, dovresti praticare dei fori per il montaggio degli elementi di fissaggio. Se la cornice è installata vicino alla finestra, è necessario seguire alcune raccomandazioni:

    1. La cornice deve essere larga almeno venti centimetri oltre l’apertura della finestra.

    2. L’intervallo tra la cornice e la parte superiore della finestra è di almeno cinque centimetri.

    3. La distanza tra il muro e la tenda è di circa dieci centimetri.

    4. L’intervallo tra l’asta della tenda e il radiatore è di circa cinque centimetri..

    Dopo aver praticato i fori, vengono installati i tasselli, quindi la cornice viene installata e fissata con viti autofilettanti.

    Read more
    Soffitti

    Soffitto in legno fai da te

    La domanda di soffitti in legno ha ripetutamente sperimentato alti e bassi e, se in epoca sovietica venivano installati solo nei corridoi, oggi diventano un’aggiunta ideale a qualsiasi stanza. Anche la scelta di una soluzione stilistica, nell’ambito della quale i soffitti in legno saranno rilevanti, non causa difficoltà: si adatteranno non solo agli interni classici, ma anche moderni. Una ricca selezione di materiali di finitura, la loro ampia fascia di prezzo e l’uso di tecnologie di riparazione innovative consentono l’installazione di soffitti in legno naturale non solo in case di campagna con pavimenti in legno, ma anche in appartamenti con soffitti alti. L’elevata popolarità dei soffitti in legno è facile da spiegare, perché non per niente il legno è considerato uno dei materiali di finitura più adatti per i locali residenziali. Tavole e pannelli in legno naturale sono un materiale di finitura ecologico che non contiene componenti sintetici come fenoli, ritardanti di fiamma e formaldeide. Ciò è dovuto alle condizioni di utilizzo del materiale di finitura, che implica l’assenza di umidità atmosferica nello spazio abitativo e, pertanto, l’albero non necessita di rivestimenti protettivi e impregnazioni sintetiche. Nonostante lo stereotipo comune secondo cui il legno viene utilizzato solo per la decorazione di pavimenti o pareti, in questo articolo dimostreremo quanto può essere efficace decorare i soffitti con il legno naturale..

    Vantaggi e svantaggi dei soffitti in legno

    I vantaggi dei soffitti in legno:

    • Il legno è un materiale ecologico e le impregnazioni utilizzate per la sua lavorazione non contengono sostanze nocive. A causa di questo vantaggio, può essere utilizzato per la finitura dei soffitti nella scuola materna;
    • Lunga durata, durante la quale il soffitto decorativo in legno manterrà il suo aspetto originale. Con la dovuta cura, una volta installata la struttura del soffitto, non sarà necessario metterla regolarmente in ordine. Un ruolo importante in questo è giocato dall’uso di una varietà di mastici, antisettici, impregnazioni e prodotti per la produzione di pitture e vernici;
    • Grazie alla sua bassa conduttività termica, il legno agisce come un efficace isolante termico. Inoltre, utilizzando il legno come materiale per la finitura dei soffitti, si ha l’opportunità di installare un ulteriore strato di isolamento;
    • A causa delle elevate qualità di isolamento acustico del legno, è possibile creare l’acustica necessaria nella stanza;
    • Rifinendo le pareti e i soffitti con il legno, creerai un microclima favorevole nella stanza e un livello ottimale di umidità dell’aria, che creerà condizioni confortevoli per il soggiorno di una persona;
    • Grazie al soffitto con rifiniture in legno, la stanza acquisisce un’estetica e una rispettabilità speciali insite nei materiali naturali. I soffitti in legno non necessitano di verniciatura: è sufficiente verniciarli.

    Svantaggi dei soffitti in legno:

    • I soffitti in legno necessitano di un trattamento aggiuntivo con impregnazioni antisettiche, che proteggeranno il legno dalle muffe e prevengono la formazione di marciume. Inoltre, i coleotteri del legno, che lo distruggono, hanno un effetto negativo sul legno;
    • I soffitti in legno secco e invecchiato sono considerati un fattore di rischio per l’incendio e pertanto richiedono un trattamento aggiuntivo con miscele ignifughe;
    • L’alto costo dei materiali naturali è un altro inconveniente dei soffitti in legno, tuttavia, i costi di riparazione possono essere notevolmente ridotti eseguendo l’installazione fai-da-te.

    Foto soffitto in legno

    Varietà di materiali di finitura del legno: una breve descrizione

    Il design della superficie del soffitto dipende in gran parte dal tipo di materiali di finitura utilizzati. Oggi non è più possibile trovare soffitti rivestiti con una semplice tavola: il mercato delle costruzioni offre un’abbondanza di materiali di finitura in legno.

    Considera le varietà principali e la loro breve descrizione:

    Pannelli in legno – un concetto collettivo che include una serie di materiali di finitura, ognuno dei quali ha un determinato insieme di caratteristiche. Consideriamoli più in dettaglio.

    • Il rivestimento, chiamato anche “lastra” o bordo bordato, è un materiale di finitura versatile e collaudato nel tempo. Si tratta di una tavola di legno dotata di speciali scanalature su entrambi i lati, che assicurano un perfetto accoppiamento degli elementi adiacenti tra loro. I soffitti in assicelle sono caratterizzati da scorrevolezza, resistenza agli sbalzi di temperatura e elevate caratteristiche di isolamento acustico e termico. Di solito sono realizzati con determinati tipi di legno: quercia, faggio, pino o tiglio. Nel processo di scelta di una specie di legno, tieni presente che le conifere emettono resina durante il riscaldamento e, pertanto, non è consigliabile utilizzarle per la finitura dei soffitti in legno;

    Importante! Il rivestimento ricavato dal nucleo dell’albero è di difficile lavorazione e spesso fessurato, ma presenta eccezionali caratteristiche di idrorepellenza;

    Il rivestimento, ricavato dalle parti marginali del tronco, è molto più maneggevole e praticamente non soggetto a screpolature.

    La gamma di utilizzo del rivestimento è piuttosto ampia: viene utilizzata con successo per il rivestimento di soffitti a più livelli, progettati per decorare lo spazio ed evidenziare le aree funzionali.

    • Un tipo di rivestimento realizzato in conformità con gli standard europei è fodera in euro. A differenza di quello domestico, l’eurolining differisce nel principio del trattamento superficiale. All’esterno, l’euromateriale è accuratamente lucidato e impregnato di composti speciali, sulla superficie posteriore è presente una scanalatura di ventilazione, attraverso la quale viene rimossa anche l’umidità. Inoltre, la caratteristica distintiva di Euro-lining sono le sue dimensioni precise, la rigorosa geometria delle forme e una superficie perfettamente piana. A tal proposito possiamo tranquillamente affermare che il rivestimento non necessita di lavorazioni aggiuntive e può essere subito utilizzato per il montaggio di un controsoffitto in legno.
    • Casa di blocco del soffitto è un pannello di legno che imita una superficie di tronco convessa. È impregnato di antisettici e ritardanti di fiamma che riducono l’infiammabilità del materiale. Usando una casa di blocco per l’installazione, puoi realizzare soffitti in legno, il cui design fotografico assomiglierà a una vecchia capanna di tronchi, piegata da tronchi d’albero solidi. Una casa di blocco è considerata un materiale abbastanza solido e di alta qualità per decorare la superficie del soffitto;
    • Pannelli decorativi – materiale a tre strati per la finitura della superficie del soffitto. I suoi strati sono incollati insieme nelle fabbriche utilizzando le ultime tecnologie, i cui principi principali sono l’uso di alte temperature e pressioni. I pannelli decorativi sono costituiti da tre strati: un costoso strato superiore realizzato con legni pregiati e altri due strati per i quali è stato utilizzato l’abete o il pino. Nella maggior parte dei casi, vengono realizzati su ordinazione, tenendo conto delle dimensioni di una particolare stanza;
    • Pannelli MDF, certamente non legati al legno, tuttavia, sono ottimi per imitare i pavimenti in legno. Inoltre, in considerazione del loro costo democratico, sono un’opzione popolare di riparazione del budget;
    • Travi in ​​legno – materiale di finitura con cui è possibile enfatizzare il colore della stanza, concentrandosi sui suoi vantaggi. Se non si desidera installare travi in ​​legno massiccio, ma si desidera utilizzarle come elemento decorativo, le false travi sono il miglior sostituto di questo materiale. Per colore, possono essere nel tono dell’interno generale o in una tonalità contrastante..

    • Lastre da rivestimento – materiale in legno naturale, impermeabile allo sporco, praticamente non si delamina né si crepa. Esistono campioni impregnati di cera: sono impermeabili all’umidità e, pertanto, vengono utilizzati per il rivestimento dei soffitti in cucina o in bagno.
    • Carta da parati in legno – materiale ecologico che crea un’atmosfera naturale accogliente in casa. L’uso del legno naturale per la loro fabbricazione è un nuovo passo promettente nella loro fabbricazione, la cui essenza è quella di combinare pannelli di legno e carta da parati tradizionale. La combinazione unica di questi materiali ha permesso di espandere le possibilità del loro uso quasi all’infinito..

    Consideriamo le caratteristiche principali della carta da parati in legno:

    • La carta da parati impiallacciata è una delle varietà di carta da parati in legno, il cui spessore raggiunge 1,56 mm. Per la loro fabbricazione, viene utilizzato legno pregiato incollando impiallacciatura su carta da parati;
    • La carta da parati in sughero, fornita in rotoli o fogli, è realizzata in sughero pressato. Sono efficaci isolanti acustici, non assorbono gli odori estranei e sono facili da pulire dallo sporco.

    Importante! L’uso della carta da parati in legno è limitato dal rischio di incendio e dalla suscettibilità all’umidità, pertanto non è consigliabile utilizzarlo in cucina e soprattutto in bagno..

    • Filetto a soffitto è uno zoccolo decorativo in legno, con il quale puoi enfatizzare il design di un soffitto in legno e nascondere possibili difetti nel tuo lavoro.

    A differenza dei filetti realizzati con altri materiali, quelli in legno presentano una serie di vantaggi, come resistenza unica, lunga durata e colore naturale..

    Esistono due tipi di filetti di legno:

    • Laminato;
    • impiallacciato.

    Il fissaggio del filetto viene effettuato mediante viti autofilettanti dotate di tasselli decorativi, clip o chiodi “liquidi”.

    La specie legnosa utilizzata per la produzione di filetti è un’altra caratteristica di classificazione. In accordo con esso, ci sono:

    • Filetto di pino – materiale morbido, cedevole alle lavorazioni meccaniche. Ciò consente di espandere le possibilità di auto-decorazione della superficie del soffitto;
    • Filetto di tiglio – un materiale versatile ampiamente utilizzato per decorare stanze per vari scopi – dalle camere da letto alle saune;
    • Filetto di ontano – materiale in legno resistente e leggero che può essere verniciato in qualsiasi colore.

    Tipi popolari di soffitti in legno

    Il design del soffitto in legno più popolare è il cosiddetto soffitto a doghe in legno, che ha preso il nome dalle peculiarità del fissaggio del pannello. Sono, per così dire, “bordati”, cioè attaccati dal basso al soffitto. Nella maggior parte dei casi, i controsoffitti sono installati in case con pavimenti in legno, ma si possono trovare anche in edifici residenziali con pavimenti in cemento..

    Tenendo conto dei materiali utilizzati, descritti sopra, si distinguono i seguenti tipi di soffitti in legno:

    • Controsoffitto in rivestimento e rivestimento in euro – un modo comune di disporre la superficie del soffitto, che è amato dalla maggior parte degli artigiani per la sua facilità di installazione. Per equipaggiare un tale soffitto, avrai bisogno di un rivestimento in vari tipi di legno: pino, quercia, tiglio e altri. Il fissaggio del rivestimento viene effettuato al telaio sul soffitto e l’attracco è del tipo “scanalatura spinosa”;
    • Controsoffitto a pannelli nelle sue caratteristiche di design, è simile alla versione precedente, tuttavia, non le schede sono fissate al telaio, ma interi pannelli del soffitto. I soffitti a pannello sono costituiti da pannelli in legno multistrato, impiallacciati esternamente con essenze legnose pregiate;
    • Soffitto con orlo in rilievo – un altro tipo di controsoffitti, per la cui fabbricazione viene utilizzato legno truciolato. Per installare un controsoffitto, avrai bisogno di un pezzo di legno rettangolare, che viene diviso e fissato al telaio con il lato liscio. Le travi possono anche essere fissate in modo tale che i trucioli di legno naturali siano rivolti verso l’interno della stanza. Ciò consentirà non solo di ricreare uno schema del soffitto unico, ma anche di diversificare l’atmosfera della stanza con note di comfort rustico;
    • Soffitti a cassettoni in legno – un particolare tipo di controsoffitto, il cui montaggio viene effettuato mediante appositi moduli scatolari detti cassoni. Nonostante siano difficili da produrre, sono l’opzione più efficace, appropriata in stanze arredate in stile classico..

    Opzioni di design per soffitti in legno: organizziamo correttamente

    Disegni in rilievo e fantasia

    Il principio più importante dell’installazione del controsoffitto originale con motivi è la varietà di opzioni per la disposizione delle parti del rivestimento, ad esempio ad angolo, a spina di pesce o a gabbia. Grazie a questo sconfinato campo di fantasia, il maestro ha l’opportunità di creare un modello insolito che si abbinerà al suo gusto e alla sua immaginazione..

    Il principio sopra descritto è la base per l’installazione di un soffitto a doghe in legno, per la cui disposizione avrai bisogno di piccole assi, doghe, rifilatura di assi di legno. Questi elementi sono messi insieme secondo il principio dei mosaici in motivi e ornamenti complessi. Per facilitare il processo di preparazione di ornamenti complessi, puoi prima redigere un piano della struttura del soffitto su carta, quindi trasferirlo su un aereo.

    Soffitto teso

    Spesso i maestri giungono alla conclusione che nel processo di progettazione di un soffitto, il legno naturale non è sufficiente e in questi casi è necessario utilizzare materiali di finitura aggiuntivi, che diversificheranno il loro design. In questi casi, i maestri raccomandano di prestare attenzione ai controsoffitti tesi e sospesi in legno. È importante ricordare che i soffitti tesi montati su un soffitto in legno allungano e fissano la tela.

    Consideriamo i principi di base della loro installazione:

    Una fase importante nella disposizione del soffitto teso è l’installazione lungo il perimetro del soffitto del profilo-baguette;

    Senza entrare nei dettagli, la fase successiva prevede il riscaldamento della tela espansa e tesa con una pistola termica e il fissaggio agli angoli del profilo dopo che è diventata flessibile. Raffreddandosi, il film viene tirato saldamente e si trasforma in una superficie del soffitto assolutamente piatta;

    Importante! Ricorda che l’installazione di soffitti tesi su un soffitto in legno può essere eseguita quasi immediatamente, su nuovi soffitti in legno, senza attendere la loro asciugatura finale.

    Il soffitto teso può essere integrato con graziosi portali e sporgenze, vari elementi in legno aggiuntivi e travi in ​​rilievo esclusive, che diventeranno un elemento integrante nella progettazione di un soffitto in legno.

    Installazione di un soffitto in legno: una guida passo passo

    Preparazione della base e installazione del telaio

    • Se ti prefiggi un obiettivo: eseguire l’installazione di un soffitto fatto di pannelli o assi di legno, la prima cosa da cui devi iniziare è la preparazione del soffitto.
    • Prima di installare il telaio del soffitto, pulire la soletta del soffitto rimuovendo i resti della vecchia finitura;
    • In considerazione dell’elevata sensibilità del soffitto in legno al ristagno, se necessario, dotare uno strato impermeabilizzante sopra il soffitto;
    • Se il soffitto è in legno, trattalo con un materiale ignifugo, che ne impedirà la distruzione da parte di agenti biologici aggressivi e ne aumenterà la resistenza al fuoco;
    • Dopo aver pulito il pavimento e preparato per le ulteriori fasi di sistemazione del soffitto, procedere con l’installazione del telaio a cui verrà fissato il rivestimento in legno. Per questo:
    • Applicare la marcatura sul pavimento a cui verrà fissato il telaio, mentre la fase di marcatura dipende dalle dimensioni del materiale di finitura utilizzato per il rivestimento, sia esso rivestimento in legno o pannelli impiallacciati;
    • Per la fabbricazione del telaio, gli esperti consigliano di utilizzare travi con una dimensione di 30 x 30 mm. Prima dell’installazione, devono essere impregnati di olio di semi di lino o un’altra composizione che prevenga il ristagno e il gonfiore..

    Importante! Ricorda che le barre che compongono il telaio devono essere fissate sullo stesso piano. Se le lastre del soffitto non sono nemmeno sufficienti, il che significa che ciò non è possibile, è necessario allineare il telaio. Per fare ciò, i cunei di montaggio in legno o plastica vengono fatti cadere sotto le barre..

    • Per fissare le travi al soffitto, utilizzare tasselli con manicotto metallico o turboelica. Dopo aver fissato le barre del telaio, ricontrollarne la planarità e, se necessario, riaggiustare le viti di fissaggio.

    Rivestimento del soffitto in legno

    La fase finale dell’installazione di un soffitto in legno: rivestimento del telaio con assi di legno o pannelli di impiallacciatura.

    • Adatta il materiale preparato per il rivestimento alle dimensioni del tuo soffitto;
    • Fissare il pannello o la tavola al telaio e utilizzare i chiodi progettati per i fissaggi nascosti per fissarlo alle travi. Per aumentare l’affidabilità del fissaggio del pannello o del rivestimento, guidare il chiodo nella scanalatura non verticalmente, ma ad angolo;
    • Nei luoghi in cui viene imposto un carico maggiore, eseguire un ulteriore fissaggio del rivestimento con viti autofilettanti, affondando parzialmente i cappucci delle viti autofilettanti nel legno e quindi mascherandoli.

    Importante! Nel processo di fissaggio di pannelli o rivestimento tra elementi adiacenti, è importante lasciare un leggero spazio libero, che consentirà al materiale di trasferire indolore le deformazioni della temperatura senza crepe e rigonfiamenti.

    • La fase finale dell’installazione di un soffitto in legno è l’impregnazione con un composto protettivo e la verniciatura. È anche possibile dipingere i soffitti in legno, tuttavia, per questo, gli esperti raccomandano di scegliere il materiale più economico, poiché la vernice nasconderà comunque la trama del materiale e le giunture tra elementi adiacenti non devono essere accuratamente stuccate.

    Read more
    Soffitti

    Soffitti Grilyato: dispositivo, tecnologia e schema di installazione. Materiali per la fabbricazione del soffitto grilyato

    Al giorno d’oggi, il campo dei materiali da costruzione si sta sviluppando molto rapidamente e offre al mondo sempre più nuove tecnologie. Uno di questi è il soffitto in grilyato. Per la prima volta questo tipo di controsoffitto è stato inventato e progettato in Italia. Oggi, la praticità e l’aspetto estetico dei soffitti grilyato li hanno aiutati a diventare famosi e richiesti in tutta Europa..

    Sommario:

    Specifiche del soffitto

    Questo soffitto è un sistema di profili componenti. L’intero dispositivo per controsoffitto grilyato comprende guide telaio con lunghezze da 60 a 240 cm, inserti per il collegamento, profili decorativi da cui vengono assemblate le grate, angoli a parete e appendini regolabili che tengono l’intera struttura.

    Anche dopo la creazione, i soffitti grilyato si prestano a miglioramenti. Ad esempio, recentemente sono apparsi nell’assortimento un gran numero di nuovi colori e formati e inoltre sono state migliorate le caratteristiche tecniche dei materiali utilizzati nella produzione..

    Fondamentalmente, durante la creazione, vengono utilizzati l’alluminio e le sue varie leghe. Ha una serie di proprietà positive e anche i prodotti che ne derivano le hanno:

    • facilità di costruzione. L’alluminio è considerato un metallo leggero, motivo per cui la massa della struttura per 1 metro quadrato. equivale da 1 a 5 kg. Il peso varia a seconda delle dimensioni dei profili e delle celle;
    • pulizia ecologica. Nessuna sostanza tossica viene rilasciata nell’aria durante il funzionamento del metallo;
    • sicurezza antincendio. Grazie alla presenza dell’alluminio, il fuoco sui soffitti in grilyato non si propaga;
    • alto livello di plasticità del metallo. La presenza di questa caratteristica consente la produzione di profili di alta qualità con vari spessori e configurazioni;
    • resistenza alla corrosione. Le leghe di alluminio non si corrodono, il che aiuta a prolungare la vita delle strutture del soffitto.

    I soffitti Grilyato possono essere realizzati in zinco, ma considereremo in particolare l’alluminio, poiché sono più economici e presentano più vantaggi..

    Pro e contro dei soffitti Grilyato

    I principali vantaggi del soffitto grilyato sono i seguenti:

    • il design è versatile in quanto può essere utilizzato in un’ampia varietà di tipologie edilizie;
    • la struttura con l’uso di celle e l’uso di membrane speciali forniscono un ulteriore isolamento acustico della stanza;
    • usando i soffitti grilyato in una stanza, puoi modificarne visivamente i volumi. Aiutano a ridurre visivamente il volume della stanza, ma allo stesso tempo sembrano eleganti e leggeri;
    • se sono presenti o pianificati diversi tipi di comunicazione, i soffitti grilyato saranno l’opzione migliore. Possono nasconderli facilmente senza utilizzare attrezzature aggiuntive. Le strutture del soffitto consentiranno il corretto funzionamento delle comunicazioni, anche come il controllo del clima e i dispositivi di estinzione degli incendi. Allo stesso tempo, l’aspetto della stanza rimarrà attraente;

    • i soffitti grilyato sono molto pratici, con il loro utilizzo è possibile creare uno straordinario design del soffitto. Le più popolari sono le strutture a un livello, ma i soffitti a più livelli, in cui è possibile utilizzare moduli di diverse tonalità di colori e vari tipi di illuminazione, possono aiutare a migliorare significativamente l’interno;
    • abbinabile ad altri tipi di finiture;
    • utilizzando i soffitti Grilyato è possibile scegliere tra un gran numero di opzioni di dispositivi di illuminazione. Ad esempio: diventa possibile utilizzare l’illuminazione ad incasso oa soffitto;
    • funghi o muffe non si formeranno sulla struttura, grazie alla lavorazione del metallo con uno speciale materiale in polvere. Aiuta anche a prevenire l’accumulo di polvere;
    • in presenza di un design del soffitto grilyato, la ventilazione dell’aria funziona correttamente, il che impedisce l’accumulo di umidità nella stanza;
    • semplice manutenzione delle strutture, che consiste nella pulizia ordinaria ad umido, senza l’utilizzo di mezzi speciali.

    Come ogni materiale da costruzione, i soffitti e gli svantaggi in grilyato hanno:

    • lo svantaggio più importante è il loro costo elevato rispetto ad altri tipi di finiture del soffitto, ma i costi di acquisto verranno ripagati grazie alla loro lunga durata, alla facile manutenzione e all’aspetto estetico attraente;
    • quando si installano i soffitti grilyato, si deve tenere presente che “rubano” 10-15 cm dell’altezza della stanza. Pertanto, questo tipo di soffitto non è raccomandato per i proprietari di stanze già basse..

    Tipi di soffitti in grilyato

    La scelta del soffitto grilyato dipende non solo dalla combinazione di colori, ma anche dal dispositivo delle griglie dell’inserto. Per il secondo criterio i massimali sono stati suddivisi nelle seguenti tipologie:

    1. Norma. Questo tipo è rappresentato da un sistema di sospensione montato parallelamente al pavimento. Le sue celle sono realizzate nella corretta forma quadrata. Di tutti i tipi esistenti di controsoffitti grilyato, il costo per questa opzione è il più basso.

    2. La piramide. La sua differenza è la forma non standard delle celle. Inoltre, nell’assemblaggio di soffitti piramidali, i profili a forma di U vengono sostituiti con quelli a forma di U. Con il loro aiuto, puoi aumentare visivamente l’altezza della stanza..

    3. Persiane. Questo tipo viene utilizzato per semplificare l’accesso alle comunicazioni esistenti. L’installazione di un tale soffitto è costituita da profili di diverse altezze. Alcune sezioni sono realizzate a forma di rettangolo.

    4. Reticolo con tipo di cella non standard. Aiuta ad aggiungere varietà all’interno.

    5. Reticoli multilivello. Oltre alle tende, vengono montate con profili di diverse altezze. Di conseguenza, viene creato un effetto di design accattivante..

    Lavoro preparatorio

    I soffitti Grilyato sono installati solo su lastre del soffitto preparate. Durante il lavoro preparatorio, è necessario eseguire le seguenti operazioni:

    1. Rimuovere il vecchio rivestimento.

    2. Pulisci il soffitto dallo sporco.

    3. Riparare il divario (se presente).

    4. Coprire le articolazioni.

    5. Livellare la superficie.

    6. Dipingi l’area del soffitto con calce o vernice speciale.

    7. Preparare le comunicazioni per l’installazione.

    8. Segna il livello del soffitto su tutta l’area della stanza.

    Inoltre, prima di iniziare il lavoro, è necessario decidere il numero di profili, il che significa che è necessario calcolare il soffitto grilyato.

    Calcolo della struttura richiesta

    Prima di tutto, scopriamo quali dimensioni esistono per i profili del soffitto grilyato:

    1. Lo spessore del metallo utilizzato nella produzione di profili a forma di U varia da 0,33 a 0,49 mm.

    2. La larghezza delle lamelle può variare da 5 mm a 24 mm e la loro altezza – da 30 a 50 mm..

    3. La dimensione della cella ha un gran numero di opzioni e dipende esclusivamente dai desideri personali dell’acquirente. Il più richiesto nel mercato dei materiali da costruzione è di 10 cm. La dimensione più grande può arrivare fino a 20 cm, la più piccola è di 4 cm.

    Dopo aver deciso la dimensione della cella e lo spessore del metallo desiderati, sarà necessario misurare i seguenti punti:

    • superficie del soffitto;
    • altezza del soffitto in m;
    • perimetro dell’angolo in m;
    • spessore dell’angolo;
    • dimensione dell’angolo.

    Armato dei numeri ottenuti, trova un calcolatore speciale su Internet che calcolerà in modo indipendente il numero di pezzi richiesti di ciascun tipo di profilo, la loro lunghezza e larghezza.

    Marcatura di base

    Come già accennato, prima di iniziare l’installazione del soffitto grilyato, sarà necessario contrassegnare la superficie di base:

    • Il primo passo è misurare le dimensioni della larghezza e della lunghezza della stanza. Dividiamo a turno i valori ottenuti per la lunghezza dei profili guida. Determiniamo il numero di residui di rotaie, sia per la lunghezza che per la larghezza, al fine di risparmiare sui costi dei componenti. I profili del telaio devono essere fissati parallelamente alla parete su cui sono usciti i residui più piccoli.
    • Successivamente, disegniamo su un quaderno come verranno posizionati i profili del telaio e le lampade pianificate. Quindi trasferiamo questo disegno alla base. Su questi contorni ci saranno sospensioni che trattengono l’intera struttura e elementi di fissaggio per lampade.
    • Per un profilo avente una lunghezza di 60 cm, sono necessarie 2-3 sospensioni, e ad ogni successiva lunghezza aumentata aggiungiamo 1-2 sospensioni.
    • Determiniamo il livello di costruzione, tenendo conto di tutte le comunicazioni e gli impianti esistenti. Utilizzando il livello dell’edificio, applichiamo la segnaletica lungo l’intera area perimetrale.
    • Dopo che i segni sono pronti, eseguiamo dei fori sulla base del soffitto, necessari per fissare le sospensioni e le lampade..
    • Nei casi in cui un carico secondario cade anche su determinati punti del soffitto, è necessario rafforzare le guide del telaio situate l’una accanto all’altra con l’aiuto di sospensioni aggiuntive.

    Se la confezione originale contiene suggerimenti su come posizionare i ganci, assicurati di seguirli. Ciò ti aiuterà a creare un carico uniforme in tutta la struttura e quindi a prevenire danni a determinate parti..

    Installazione di soffitti in grilyato

    Idealmente, avrai bisogno di uno schema di installazione a soffitto grilyato per controllarlo durante il lavoro. Di seguito verrà indicato tale schema, ma tenendo conto che il telaio ha sezioni di 60 * 60 cm.

    L’installazione include la creazione del telaio principale e il fissaggio di griglie decorative ad esso. Durante il lavoro, non abbiamo bisogno di strumenti speciali per installare il soffitto e lo spreco di rifiuti da costruzione sarà minimo..

    Affinché l’installazione avvenga senza problemi, è necessario:

    1. Utilizzando i segni precedentemente applicati, installiamo un angolo del muro, sarà necessario per mantenere il livello richiesto della struttura. Per il fissaggio usiamo tasselli;

    2. Fissiamo tutte le sospensioni utilizzando un tassello a ombrello e viti autofilettanti, mentre il gradino è superiore a 1 m Se necessario, regoliamo la loro altezza in modo che il gancio sia 5-6 cm più alto dell’angolo del muro;

    3. Inserire le doghe del telaio nei ganci di sospensione. Per prima cosa fissiamo i profili portanti lunghi, poi procediamo a quelli più corti. Affinché il soffitto sia un’unica struttura solida e solida, utilizziamo parti di collegamento. In nessun caso fissiamo il telaio vicino al muro! Ciò comporterà danni meccanici al soffitto grilyato..

    4. Per accorciare il profilo in alluminio è sufficiente utilizzare le forbici metalliche;

    5. Facciamo emergere il cablaggio necessario all’esterno del soffitto.

    L’assemblaggio delle griglie decorative viene eseguito separatamente, questo è un compito abbastanza semplice che può fare anche una persona che non ha abilità costruttive speciali. Su ciascuna delle assi, la cosiddetta “mamma” e “papà”, ci sono scanalature, dietro le quali le strutture sono assemblate ad angolo retto. Successivamente, fissiamo le griglie assemblate nelle sezioni del telaio. Lo facciamo con molta attenzione.

    Il passo finale è regolare il livello del soffitto con una sospensione e installare gli apparecchi. Come puoi vedere, le istruzioni per l’installazione del soffitto grilyato sono molto semplici e possono essere eseguite in modo indipendente.

    Stanze in cui installare i soffitti grilyato

    Molto spesso, leggendo dei soffitti in grilyato, le persone hanno l’impressione che possano essere utilizzati solo in edifici pubblici con soffitti alti. Ma non è affatto così, e negli alloggi ci sono stanze in cui l’installazione di grilyato trarrà beneficio solo.

    Innanzitutto, questo è il corridoio. I vapori di vestiti e scarpe bagnati si accumulano spesso nello spazio sottotetto, contribuendo così alla formazione di muffe e funghi. Dopo aver installato i soffitti grilyato, non solo risolverai questo problema, ma abbellirai perfettamente anche il tuo corridoio “noioso”.

    In secondo luogo, queste sono le stanze della zona sanitaria. Qui saranno richiesti anche soffitti in grilyato a causa dell’elevata percentuale di umidità. Ma, nonostante il fatto che il design sia resistente all’umidità, come con qualsiasi metallo, si accumulerà condensa, il che comporterà la comparsa di macchie bianche. Pertanto, in queste stanze, i soffitti richiedono una manutenzione più attenta. Inoltre, se c’è un letto di fognatura al secondo piano nel bagno o nella toilette, questi soffitti forniranno l’accesso gratuito ad esso..

    Per motivi estetici, i soffitti Grilyato possono essere utilizzati in qualsiasi stanza.

    L’unico luogo in cui la loro installazione non è consigliata è la cucina. I fumi della cucina si depositano sugli elementi strutturali e non possono essere puliti senza rompere il rivestimento protettivo.

    I soffitti Grilyato lasciano correre la tua immaginazione. 190 sfumature di colori, varie forme di celle e griglie, creando una varietà di effetti di design .. Allo stesso tempo, l’installazione è molto semplice e possibile con le tue mani. Segui le regole sopra descritte e guarda anche come installare correttamente il video del soffitto grilyato alla fine dell’articolo e la tua riparazione andrà rapidamente, senza problemi, e il risultato delizierà l’occhio per molti anni a venire.

    Read more
    Soffitti

    Come imbiancare il soffitto senza chiamare il maestro

    Nel moderno mondo del design, viene prestata molta attenzione ai soffitti tesi con una bella illuminazione e strutture a più livelli o soffitti rifiniti con pannelli in legno e plastica. Indubbiamente, tali soffitti sembrano impressionanti, ma richiedono uno sforzo significativo e risorse finanziarie per essere creati. Coloro che vogliono ottenere un bel soffitto a un costo minimo dovrebbero rivolgere la loro attenzione all’imbiancatura del soffitto. Questo semplice metodo di finitura è noto da molto tempo ed è ancora rilevante. L’imbiancatura del soffitto presenta molti vantaggi rispetto alle finiture moderne e può essere eseguita in vari modi. Non ci sono particolari difficoltà o segreti su come imbiancare il soffitto, l’importante è capire l’essenza del lavoro svolto ed essere in grado di maneggiare lo strumento.

    Preparazione della superficie

    L’imbiancatura del soffitto inizia con la preparazione della superficie. In questa fase del lavoro, è necessario pulire la superficie del vecchio rivestimento e, se necessario, livellarlo, nonché riparare il soffitto stesso. Tutti i lavori di cui sopra sono obbligatori se non si desidera che le irregolarità siano visibili sulla superficie del soffitto dopo l’imbiancatura e l’intonaco stesso non si sbricioli dopo un paio di mesi.

    Pulizia del soffitto

    La pulizia della superficie del soffitto è obbligatoria in preparazione per l’imbiancatura. Ciò è dovuto a diversi fattori. In primo luogo, il vecchio rivestimento può essere di un materiale che alla fine apparirà attraverso lo strato di calce. In secondo luogo, il vecchio rivestimento può staccarsi in alcuni punti e dopo l’imbiancatura scomparirà completamente. In terzo luogo, rimuovendo la vecchia finitura, è possibile valutare più accuratamente le condizioni del soffitto e la necessità di ripararlo. In quarto luogo, solo applicando uno strato di calce su una superficie pulita e preparata con cura, puoi essere sicuro della durata della calce. Il metodo di pulizia del soffitto dipende dal materiale della vecchia finitura..

    Tutti i lavori di pulizia del soffitto possono richiedere quanto segue:

    • scala a pioli o capra;
    • Spatola;
    • pennello largo o rullo;
    • martello o perforatore;
    • flacone spray o contenitore dell’acqua.

    Pulire il soffitto dalla vernice

    Se i soffitti sono stati precedentemente dipinti con olio o vernice acrilica, poi può essere rimosso sia meccanicamente che con un lavaggio speciale. Nel primo caso, usando un martello convenzionale, la vernice viene espulsa dalla superficie. Nel secondo, la superficie viene ricoperta con un solvente chimico e dopo un po ‘la vernice viene accuratamente rimossa con una spatola. Quale metodo scegliere spetta ai proprietari decidere direttamente. Ma vale la pena notare che nel primo caso il lavoro è piuttosto scomodo e difficile. Per quanto riguarda la seconda opzione, nonostante la sua semplicità, l’uso di un lavaggio chimico è molto dannoso per la salute..

    A chi ha il soffitto è ricoperto di carta da parati, devi fare quanto segue. L’intera superficie del soffitto deve essere inumidita con acqua calda e la carta da parati deve assorbire l’acqua. E poi dopo 10 – 15 minuti, usa una spatola per pulire la carta da parati dal soffitto. Se in alcuni punti lo sfondo non cede, puoi inumidirlo nuovamente con acqua tiepida e quindi provare a rimuoverlo di nuovo. Non appena la superficie del soffitto è stata ripulita dalla carta da parati, dovrebbe essere sciacquata per rimuovere eventuali residui di colla..

    Pulizia del soffitto dall'imbiancatura

    Vecchia calce ed emulsione acquosa rimosso dalla superficie del soffitto in due modi. Innanzitutto, l’intera superficie viene inumidita con acqua calda utilizzando un rullo o uno spruzzatore, quindi il rivestimento viene pulito delicatamente con una spatola. Secondo: la calce viene rimossa “a secco” con una spatola o una spazzola di metallo. Il primo metodo è più preferibile, poiché non ci sarà molta polvere durante il processo di rimozione. Al termine, il soffitto deve essere lavato per rimuovere completamente i resti del vecchio rivestimento e lasciarlo asciugare..

    Qualche volta la superficie del soffitto è piastrellata. In questi casi, potrebbe essere necessario un martello o anche un trapano a percussione per pulire il soffitto. Dopo che la piastrella è stata rimossa, la superficie viene pulita dai resti della miscela adesiva o della malta cementizia.

    Qualunque sia la vecchia finitura del soffitto, dopo averlo rimosso, dovrebbe rimanere una superficie del pavimento in cemento o legno nuda e pulita. Durante i lavori di pulizia del soffitto, è necessario prendersi cura in anticipo della protezione degli occhi e delle vie respiratorie. Non sarà superfluo coprire il pavimento con della pellicola trasparente, così in seguito sarà più facile pulirlo.

    Riparazione e allineamento del soffitto

    Dopo aver rimosso il vecchio rivestimento dal soffitto, è necessario condurre un’ispezione approfondita della superficie per individuare crepe, irregolarità o altri danni. Tutte le carenze riscontrate dovranno essere corrette. L’ordine di lavoro è il seguente. Per prima cosa, ricamiamo le crepe. Per fare ciò, usando l’angolo di una spatola, espandiamo leggermente la fessura stessa. Quindi, applicare un primer a penetrazione profonda sulla sezione danneggiata del soffitto e lasciarlo asciugare, quindi stuccare. Va notato che questo sarà sufficiente per crepe poco profonde. Ma se la profondità di crepe e depressioni è superiore a 3 mm, dovrai utilizzare una rete di vernice, che sarà nascosta sotto uno strato di mastice per una riparazione più affidabile.

    Riparazione e allineamento del soffitto

    Se la ruggine è apparsa in precedenza sulla superficie del soffitto, è necessario proteggere il soffitto imbiancato da questo. Per eliminare e proteggere la superficie dall’aspetto di macchie arrugginite, i punti del suo aspetto dovrebbero essere trattati con solfato di rame..

    Stucco per soffitti

    Il prossimo passo è livellare completamente la superficie. Per fare ciò, l’intero soffitto viene innescato e una rete di vernice viene incollata sulla sua superficie. Quindi la superficie del soffitto è stucco. Dopo l’essiccazione, il soffitto viene levigato in modo che non rimangano irregolarità sulla sua superficie..

    Per imbiancare il soffitto, riparare la sua superficie è obbligatorio sia per coloro che vogliono vedere un soffitto perfettamente piatto dopo l’imbiancatura, sia per coloro che stanno solo per effettuare riparazioni estetiche. In effetti, i minimi difetti sono visibili sul soffitto imbiancato o dipinto, che rovina l’impressione generale della riparazione.

    Imbiancare il soffitto

    Al termine della preparazione della superficie del soffitto, è possibile procedere direttamente alla finitura. L’imbiancatura del soffitto viene eseguita in diversi modi utilizzando i tre materiali più popolari: calce, gesso o vernice a base d’acqua. Va notato subito che il prezzo per l’imbiancatura del soffitto dipende dai materiali utilizzati. Quindi imbiancare il soffitto con calce e gesso sarà il più economico, ma imbiancare il soffitto con emulsione acquosa costerà un po’ di più. Tuttavia, rispetto ad altri metodi di finitura del soffitto, l’imbiancatura è davvero l’opzione più economica ed ecologica..

    Materiali per imbiancare il soffitto

    Iniziamo il lavoro di imbiancatura con preparazione di un primer per imbiancatura. È consuetudine prepararlo sulla base di calce spenta. Ma se rimane un primer dopo aver riparato il soffitto, puoi usarlo. Per fare un primer occorrono 200 g di sapone da bucato, 2 litri di acqua calda e 100 g di olio essiccante, 3 kg di grassello di calce.

    Tagliare il sapone in piccoli pezzi o trucioli e poi scioglierlo in acqua calda. Non appena il sapone si è sciolto, aggiungere l’olio essiccante e mescolare accuratamente. Diluire la calce in un contenitore separato con 4 litri di acqua. Successivamente, le soluzioni di calce e sapone vengono mescolate tra loro. Il concentrato risultante deve essere diluito con 10 litri di acqua, dopodiché può essere utilizzato. A volte, invece della calce, viene utilizzata la colla per legno per il primer..

    Applicazione di un primer sul soffitto prima dell'imbiancatura

    Dopo che il primer è stato diluito con acqua, deve essere filtrato attraverso una garza o un setaccio in modo che la miscela risultante sia omogenea. Ora applicare un primer sulla superficie del soffitto. Per fare questo, puoi usare un rullo, un pennello largo o un flacone spray. Dopo aver applicato il primer, lo strumento deve essere accuratamente risciacquato. Dopo che l’intero soffitto è stato coperto con uno strato di primer, procediamo a imbiancare.

    Importante! Oggi l’acquisto di un compressore e di una pistola a spruzzo non è un problema particolare. Ma se i fondi non lo consentono, è possibile utilizzare un aspirapolvere, dotato di un raccordo per “soffio”. Questa funzione era fornita nei vecchi aspirapolvere sovietici. Il set di tali aspirapolvere include anche uno speciale ugello spray.

    Pistola a spruzzo da aspirapolvere

    Il prossimo passo sarebbe preparazione della malta di gesso o calce. Per la calce gessosa, sciogliere 3 kg di gesso o calce in 5 litri di acqua e aggiungere 20 g di oltremare (blu). Mescolate bene il tutto e filtrate con una garza o un colino. La soluzione risultante dovrebbe essere una consistenza omogenea senza grumi. Questa quantità di calce gessosa è sufficiente per circa 10 – 12 m2.

    Preparazione della malta di gesso o calce per l'imbiancatura del soffitto

    Importante! Oltremare, o come viene anche chiamato – “blu”, viene aggiunto all’intonaco di gesso per preservare il colore bianco del gesso. Il fatto è che la superficie del gesso acquisisce un colore giallastro nel tempo e il blu oltremare conserverà il candore..

    Dipinto blu - blu oltremare

    Per l’imbiancatura a calce, sciogliere 3 kg di calce in 10 litri di acqua con l’aggiunta di 100 g di normale sale da cucina e 200 g di allume di alluminio La preparazione della calce comporta il rischio di ustioni, pertanto è necessario prendere rigorose precauzioni durante il lavoro con tale imbiancatura. È necessario lavorare con guanti di gomma e, quando applicati al soffitto, proteggere gli occhi con gli occhiali, le vie respiratorie con un respiratore. Vale anche la pena notare un’altra importante caratteristica dell’intonaco di calce. È un ottimo rimedio igienico per funghi e muffe. Ciò è particolarmente utile per coloro che hanno pensato alla domanda su come e come imbiancare il soffitto in bagno e in cucina..

    Importante! Prima di imbiancare, è altamente consigliabile coprire il pavimento con un involucro di plastica per proteggerlo da gocce di gesso, vernice o calce. Inoltre, non sarà superfluo proteggere le pareti in questo modo. Il film è incollato su di loro con nastro adesivo. Inoltre, sulle pareti in questo modo puoi rientrare dal soffitto per imbiancare.

    Imbiancare il soffitto

    Ora procedendo a imbiancare la superficie del soffitto. Questo può essere fatto con un rullo, un pennello o con una pistola a spruzzo. Se stai usando una pistola a spruzzo, questa è l’opzione migliore. Poiché la calce viene spruzzata in modo uniforme e in uno strato sottile. Ma ci sono due punti importanti da notare. In primo luogo, dovrai applicare l’imbiancatura in diversi approcci. Applicare prima il primo strato, quindi lasciare asciugare per 1,5 – 2 ore e quindi applicare il successivo. In secondo luogo, la calce deve essere spruzzata con un movimento circolare a una distanza di 15 – 20 cm in modo che piccole gocce cadano sulla superficie del soffitto.

    Imbiancare il soffitto con un rullo

    Se l’imbiancatura viene eseguita con un rullo o un pennello, allora tutto è un po’ più complicato, poiché dovrai applicare con molta attenzione la calce. Il processo di imbiancatura con un rullo o un pennello è il seguente. Dopo aver inumidito un pennello o un rullo, strizzalo leggermente per eliminare il liquido in eccesso, quindi applicalo delicatamente sul soffitto. Facciamo movimenti dritti e fluidi nella direzione dalla finestra. Quindi applichiamo il primo strato di calce. Dopo aver lasciato asciugare il primo strato, applicare il secondo perpendicolare al primo. In un modo così semplice, i difetti si sovrapporranno e la superficie acquisirà un colore ricco..

    Imbiancare il soffitto con emulsione acquosa

    Imbiancare il soffitto con emulsione acquosa è per molti versi simile all’imbiancatura con gesso o calce. La differenza sta nella preparazione della superficie per la verniciatura. Dove, invece di un primer fatto in casa, deve essere applicato un primer a penetrazione profonda. Inoltre, l’acquisto di vernice elimina la necessità di preparare e diluire una soluzione di gesso o calce. Oggi, l’intonaco più comune del soffitto è Snowball. La vernice a base d’acqua di questo produttore è famosa per le sue eccellenti caratteristiche e il prezzo accessibile. Va notato che oltre alla vernice a base d’acqua finita, sul mercato si possono trovare soluzioni di gesso e calce già pronte. Ad esempio, le pitture a calce di Bio Apnena. Il vantaggio principale di tali vernici e soluzioni è una miscela completamente pronta con l’aggiunta di tutti i componenti necessari nella giusta quantità. È sufficiente aggiungere un po ‘d’acqua a tali miscele e mescolare accuratamente prima dell’uso..

    Dopo aver applicato 2 – 3 strati di calce sul soffitto, lo lasciamo asciugare. Nel fare ciò, è importante seguire alcune semplici regole. In nessun caso il processo di asciugatura deve essere accelerato aprendo ampie porte e finestre. Inoltre, l’asciugatura della calce dovrebbe avvenire in una stanza ombreggiata dalla luce solare..

    I lavori di imbiancatura del soffitto sono abbastanza semplici da eseguire e con una certa abilità anche un principiante può eseguirli. La cosa principale è rispettare le precauzioni di sicurezza e seguire le raccomandazioni di cui sopra..

    Read more
    Soffitti

    Preparare il soffitto per la pittura

    La pittura del soffitto è ancora popolare oggi. Questa è un’opzione semplice e abbastanza economica per la finitura del soffitto, che può essere completata in breve tempo e senza particolari abilità di costruzione. L’unica cosa che può rovinare l’impressione di un soffitto appena dipinto è la sua superficie irregolare. Pertanto, è necessaria la preparazione preliminare del soffitto per la verniciatura. L’opera stessa fa la parte del leone dell’intera decorazione del soffitto. Ma se la preparazione del soffitto per la verniciatura viene eseguita male, il risultato della finitura può essere sconvolgente. Per evitare che ciò accada, devi essere paziente ed eseguire attentamente tutto il lavoro sulla preparazione del soffitto per la verniciatura..

    La preparazione del soffitto prima della verniciatura avviene in più fasi. Ciascuno di essi è necessario per creare una superficie piana e affidabile per un’ulteriore applicazione della vernice. Per eseguire i lavori di preparazione della superficie, un certo attrezzo:

    Strumenti per preparare il soffitto per la pittura

    • spatole larghe e strette;
    • rullo e pennello;
    • trogolo per vernice;
    • contenitore per impastare stucco;
    • trapano e ugello miscelatore speciale;
    • coltello da cancelleria;
    • una grattugia con una rete di macinazione o una molatrice speciale con carta vetrata zero;
    • occhiali e respiratore.

    A partire dal materiali avrai bisogno:

    Materiali per preparare il soffitto per la pittura

    • primer a penetrazione profonda, ad esempio Ceresit CT 17;
    • intonaco di gesso multifinito Knauf o altro;
    • pittura in fibra di vetro “ragnatela”;
    • colla per fibra di vetro;
    • una scala a pioli, o meglio un tavolo o una capra.

    Avendo tutto ciò di cui hai bisogno, puoi iniziare il lavoro stesso per preparare il soffitto per la pittura.

    Pulizia del soffitto

    Quando finisci da zero in una casa di nuova costruzione, puoi procedere immediatamente alla seconda fase del lavoro. Ma se viene eseguita una revisione importante, dovrai prima pulire il soffitto dalla vecchia finitura. Ci sono diverse opzioni per quello che devi fare.

    • Se il soffitto fosse ricoperto di carta da parati, quindi, utilizzando un comune irrigatore o rullo, bagnamo la superficie con acqua tiepida e lasciamo in ammollo. Dopo un po ‘, la colla si bagnerà e la carta da parati può essere rimossa con cura con una normale spatola. Basta prenderli, rimarranno facilmente indietro. Di conseguenza, non dovrebbe rimanere un solo pezzo di carta sul soffitto. Per finire, risciacquare la colla rimanente. Questo può essere fatto con una normale spugna imbevuta di acqua tiepida. Potrebbe essere necessario cambiare l’acqua più volte. La cosa principale è che, di conseguenza, la superficie del soffitto è pulita..
    • Se il soffitto è stato precedentemente dipinto con vernice a base d’acqua o imbiancato, dovrai fare lo stesso con lo sfondo. Prima bagnate leggermente e poi raschiate via la vecchia finitura con una spatola. Ma a differenza della carta da parati, che viene rimossa con quasi un’intera tela, la pittura o la calce non sono così facili da raschiare. Idealmente, il vecchio rivestimento verrà staccato in piccoli fiocchi. Altrimenti, dovrai lavorare sodo. Per facilitare il processo, la superficie dovrà essere leggermente inumidita di tanto in tanto. Alcuni maestri rimuovono la calce a secco. Questo approccio ha luogo, ma ha uno svantaggio significativo: troppa polvere. Al termine dei lavori di rimozione della calce o dell’emulsione a base acquosa, il soffitto deve essere accuratamente lavato. Dovrai cambiare l’acqua più volte.

    Pulizia del soffitto prima della verniciatura

    • Nel caso in cui il soffitto è stato dipinto con vernice acrilica, puoi andare in due modi. Il primo è inumidire la superficie con uno speciale solvente, quindi rimuovere con cura la vernice con una spatola. Questo metodo è il più semplice, ma anche il più malsano. La seconda opzione è quella di eliminare la vecchia vernice con un martello. Quale strada scegliere, spetta ai maestri decidere direttamente. Dopo aver pulito il soffitto dalle vernici acriliche, è sufficiente raschiare con una spazzola di metallo.
    • Se il soffitto fosse ricoperto di plastica o piastrelle di ceramica, dovrai essere paziente, poiché il lavoro di rimozione non sarà facile. E se tutto è relativamente semplice con i pannelli di plastica, strappa tutti i pannelli e poi rimuovi la colla rimanente. Nel caso delle piastrelle di ceramica, dovrai armeggiare, battendo la soluzione con un martello.
    • Per controsoffitti in cartongesso le cose sono un po’ diverse. Il fatto è che è abbastanza difficile rimuovere il vecchio rivestimento e non danneggiare il foglio del muro a secco. Pertanto, è possibile l’opzione della sostituzione totale o parziale dei fogli. E questi sono costi aggiuntivi. Ma in contrasto con ciò, verrà speso meno sforzo per preparare la superficie di un controsoffitto in cartongesso per la verniciatura..

    Riparazione del soffitto

    Riparazione del soffitto

    Dopo aver pulito il soffitto dal vecchio rivestimento, è necessario ispezionare attentamente la sua superficie per verificare la presenza di crepe, buche o altri danni. Se ce ne sono, dovranno essere leggermente riparati e riparati. Per fare ciò, impregnare le aree danneggiate con un primer a penetrazione profonda. È più conveniente farlo con un pennello. Lasciare asciugare completamente il primer e quindi, utilizzando una spatola stretta, sigillare con uno stucco multifinitura. Una caratteristica dello stucco multifinitura è la capacità di eseguire sia la finitura che la sgrossatura, applicando uno strato di mastice fino a 10 mm. Se la profondità del danno è superiore a 10 mm, è necessario utilizzare stucchi a base di cemento. Dopo la completa asciugatura, sono possibili alcune irregolarità dell’area del mastice a causa del restringimento dello stucco. Questo è abbastanza naturale e verrà eliminato con un ulteriore livellamento della superficie..

    Importante! Lo stucco si asciuga abbastanza rapidamente, quindi è necessario eseguire un piccolo lotto per eseguire una riparazione approssimativa del soffitto. Dopo il completamento del lavoro, gli avanzi possono essere tranquillamente gettati via e il contenitore deve essere accuratamente risciacquato.

    Primer per soffitti

    Primer per soffitti

    Dopo che le aree riparate sono completamente asciutte, puoi iniziare ad adescare la superficie del soffitto. L’applicazione di uno strato di primer garantirà una migliore adesione dello stucco alla superficie del pavimento. Per fare ciò, utilizzare un rullo per stendere uniformemente il primer su tutta la superficie. Il primer può essere applicato in due strati, il che aumenterà solo l’adesione. Il lavoro stesso dovrebbe essere eseguito con occhiali protettivi..

    Primer per soffitti 1

    Per comodità, il rullo può essere posizionato sul manico telescopico. Ciò consentirà di saturare l’intero soffitto abbastanza rapidamente e senza particolari difficoltà. Spalmare gli angoli e i punti difficili da raggiungere con un pennello. Qui dovrai sudare, raggiungendo posti difficili con l’aiuto di una scala a pioli. Se in futuro si prevede di stuccare le pareti, adescheremo immediatamente le pareti a 15 – 20 cm dal soffitto. Alla fine del lavoro, lasciare asciugare il primer. I tempi di asciugatura sono indicati sulla confezione e devono essere rispettati..

    Rinforzo della superficie

    Incollare la fibra di vetro al soffitto

    Per conferire maggiore resistenza al soffitto, sigillare crepe e livellamento parziale, la superficie è incollata con una “ragnatela” in fibra di vetro. La prima cosa da fare è spalmare un’area pari alle dimensioni della tela con una speciale colla per fibra di vetro. Applicare la colla con un rullo, quindi applicare la tela e premerla in modo che aderisca al soffitto. L’allineamento completo viene eseguito utilizzando una spatola larga, tenendola leggermente inclinata, prima lungo e poi attraverso la tela. Dopo aver spalmato un’altra area, incolla la tela successiva. Allo stesso tempo, facciamo una piccola sovrapposizione di 2 – 3 cm su quella precedente. Ora prendiamo un coltello clericale e tagliamo entrambe le tele lungo l’intera lunghezza della sovrapposizione sotto un righello di metallo o una spatola larga. Il risultato sono tagli su entrambe le tele che si incastrano perfettamente tra loro. Dopo aver rimosso i pezzi tagliati, portiamo e incolliamo i bordi. Questo metodo di convergenza dei bordi è necessario in modo che la superficie del soffitto dopo l’incollaggio della fibra di vetro sia uniforme, senza sporgenze o crepe. Dopo aver incollato l’intera superficie in questo modo, applichiamo un altro strato di colla, che rafforzerà le tele già incollate. Dopo aver lasciato asciugare completamente la colla, puoi procedere al riempimento del soffitto.

    Stucco per soffitti

    La stuccatura del soffitto è un processo piuttosto laborioso. Il motivo è l’inconveniente dell’applicazione dei materiali. Naturalmente, dopo un po’, l’abilità viene praticata e il lavoro procede piuttosto rapidamente. Ma per un principiante, preparare un soffitto in cartongesso per la pittura, o anche preparare un normale soffitto in cemento, può sembrare un compito arduo..

    Postazione di lavoro per intonacatura a soffitto

    Per stuccare il soffitto in modo relativamente facile, dovresti fornirti facilità di movimento. E per questo, la capra è la più adatta. Se questo non è il caso, puoi mettere un paio di tavoli accanto ad esso. La cosa principale è che quando si esegue il lavoro, è possibile spostare liberamente 1,5 – 2 m avanti e indietro. Inoltre, per comodità, è necessario assicurarsi che ci sia un’altezza libera di 10-15 cm sopra la testa. Questo ti permetterà di vedere tutti i difetti e allo stesso tempo di non affaticare troppo il collo..

    Preparazione della soluzione di mastice

    Dopo aver organizzato il posto di lavoro, eseguiamo lo stucco. Tutto è semplice qui. Secondo le istruzioni sulla confezione, aggiungere la miscela secca e l’acqua nella giusta proporzione in un contenitore capiente. All’inizio, mescolando un po ‘a mano, collegare un trapano con un beccuccio del miscelatore e impastare fino a ottenere una panna acida densa. Se il risultato è di consistenza troppo liquida, puoi aggiungere un po’ di composto e mescolare di nuovo accuratamente. Se denso – acqua. Realizziamo il batch in base all’output in 40 – 50 minuti. Si consiglia ai principianti di creare piccoli lotti e tenere traccia del tempo necessario per lo sviluppo. E solo allora fai un lotto a tutti gli effetti.

    Importante! È altamente sconsigliato aggiungere la miscela e l’acqua al vecchio lotto. Tale lotto non avrà le caratteristiche di resistenza richieste..

    Stucco per soffitti

    Ora prendiamo una normale spatola larga o dentata e ci mettiamo sopra lo stucco finito. Questo viene fatto con una spatola stretta. Quindi, attaccando la spatola ad angolo rispetto al soffitto, la tiriamo verso di noi. Ripetiamo tali movimenti su tutta la superficie del soffitto fino a quando non abbiamo elaborato tutto lo stucco dalla cazzuola. Allo stesso tempo, ci assicuriamo che non rimangano grossi grumi di mastice sulla superficie del soffitto. E la superficie stessa era piatta e senza gocce. Se necessario applicare con spatola e livellare. Dopo aver stuccato l’intera superficie del soffitto, lo lasciamo finché non si asciuga completamente, dopodiché procediamo alla levigatura.

    Levigatura del soffitto

    La preparazione del soffitto per la verniciatura con Snezhka, Auro, Tikkurila o qualsiasi altra vernice richiede una superficie perfettamente piana. Altrimenti, in una certa luce, tutti i difetti saranno visibili. Pertanto, nell’ultima fase della preparazione, il soffitto viene levigato. Può essere fatto a mano o utilizzando smerigliatrici speciali..

    Levigare il soffitto prima di dipingere

    La molatura del soffitto a mano viene eseguita “sotto la lampadina”. Per questo, viene presa una normale lampada a incandescenza, fissata all’estremità del supporto. Tenendolo vicino al soffitto ed evidenziandolo, puoi vedere tutte le carenze dopo il putty. Puoi allinearli con una grattugia con una rete. Per fare ciò, eseguendo movimenti circolari con un galleggiante, ci muoviamo in linea retta da un muro all’altro. Di tanto in tanto, partendo per una certa distanza, controlliamo il lavoro. Il metodo meccanico di molatura è molto più semplice, richiede meno sforzo e tempo e non c’è quasi polvere. Ma il principio stesso di fare il lavoro è lo stesso: schiacciamento circolare quando si guida in linea retta..

    Come levigare una superficie del soffitto

    Importante! Quando si carteggia a mano, proteggere gli occhi e le vie respiratorie dalla polvere di gesso.

    Dopo aver levigato il soffitto, resta da passare di nuovo attraverso il primer, lasciarlo asciugare e la superficie è pronta per la verniciatura. Tutto il lavoro sulla preparazione del soffitto può essere svolto in sicurezza da solo, poiché non ci sono particolari difficoltà in questo. Quando si lavora, l’importante è assicurarsi che la superficie sia piatta durante la stuccatura e la levigatura. Come ultima risorsa, puoi ancora una volta passare attraverso lo stucco e la sabbia.

    Preparare il soffitto per la pittura: video

    Read more
    Soffitti

    Rivestimento del soffitto fai-da-te con pannelli e cartongesso

    Oggi, la popolarità dei progetti di controsoffitti è innegabile. Questi soffitti hanno molte caratteristiche positive che li rendono così attraenti. Ma la plastica e il muro a secco hanno ancora i loro svantaggi che influenzano la loro area di applicazione. Lo stesso rivestimento del soffitto con pannelli o fogli di plastica è relativamente semplice. Richiederà abilità nel lavorare con lo strumento, una comprensione del lavoro svolto e uno o due partner.

    Quando si sceglie tra pannelli di plastica e fogli di cartongesso, è difficile prendere una decisione chiara. Ognuno di questi materiali è buono a modo suo. Il muro a secco è ecologico, consente varie finiture ed è più resistente della plastica. Allo stesso tempo, i pannelli di plastica non sono influenzati dall’umidità, sono leggeri e un po’ più facili da installare. Forse il criterio più importante che determina la scelta di un particolare materiale è il luogo della sua applicazione. In base ai punti di forza dei pannelli di plastica e dei fogli di cartongesso, puoi facilmente decidere. Così Pannelli in PVC buono per stanze come cucina, bagno, bagno, loggia o balcone, dove c’è un alto livello di umidità. E qui cartongesso più adatto per camere da letto, asilo nido, corridoio e corridoio. Ma, nonostante tutte le differenze, il cartongesso e i pannelli di plastica hanno una cosa in comune: entrambi sono attaccati alla cassa.

    Rivestimento del soffitto con pannelli di plastica

    Rivestimento del soffitto con pannelli di plastica

    La creazione di un soffitto da pannelli di plastica avviene in più fasi e include la creazione di un disegno, il calcolo dei materiali necessari e l’installazione della struttura. La pannellatura del soffitto fai-da-te con pannelli può essere eseguita sia da solo che con un partner, non ci sono particolari difficoltà in questo.

    Disegno costruttivo di un soffitto in pannelli di plastica

    Come ogni lavoro di costruzione, la creazione di un controsoffitto da pannelli di plastica inizia con un disegno. Non ci sono particolari difficoltà in questo. Il disegno stesso può essere eseguito sia a mano che in qualsiasi programma architettonico.

    Disegno di un soffitto in pannelli di plastica

    Per creare un disegno, dovrai misurare la stanza e trasferire le sue dimensioni sul disegno, misurare il perimetro e prendere le dimensioni della lunghezza e della larghezza della stanza. La lunghezza del perimetro corrisponderà alla lunghezza delle guide. Le strisce guida stesse si trovano a una certa altezza dal soffitto e saranno fissate al muro. Di solito l’altezza delle guide va da 5 a 20 cm.Ora mettiamo sul disegno la posizione delle strisce portanti, di cui ce ne saranno diverse. Si trovano ad incrementi di 50 cm dal muro. Il loro numero è calcolato come la larghezza della stanza divisa per il gradino tra le assi. Ad esempio, 240/50 = 4,8 pezzi. Se, come nell’esempio, il numero non è intero, arrotondarlo per difetto. E la rientranza dal muro per la prima e l’ultima barra portante è calcolata come 240- (4×50) / 2 = 20 cm.Per una maggiore resistenza del telaio, è necessario aggiungere barre trasversali. Saranno situati tra i principali vettori. Il gradino per loro può essere lasciato di 40 cm o può essere aumentato a 50 cm Il loro numero viene calcolato allo stesso modo, in questo caso viene presa come base la lunghezza della stanza. La prossima cosa da notare nel disegno sono i punti di montaggio delle sospensioni o i punti di attacco diretto per le strisce del telaio di supporto. Il gradino per il fissaggio sarà di 60 cm, in questo caso il primo e l’ultimo punto di fissaggio si trovano a una distanza di 30 cm dal muro. Infine, segniamo il luogo di installazione dei dispositivi di illuminazione, ventilazione e il luogo di posa delle comunicazioni. Poiché il soffitto sarà sospeso, tutte le comunicazioni potranno essere nascoste direttamente nella struttura stessa.

    Calcolo dei materiali

    Ora che hai tutte le dimensioni e un disegno finito, puoi iniziare a calcolare tutti i materiali necessari. Per il telaio di supporto verranno utilizzate barre di legno 150×25 mm e 40×50 mm. Ma vale la pena considerare che per le barre di legno dovrai acquistare mezzi per proteggerti da funghi e muffe. Per le guide viene utilizzata una barra di 150×25 mm. La sua lunghezza è uguale al perimetro della stanza.

    Materiali per il rivestimento del soffitto con pannelli di plastica

    Importante! Per un telaio in legno, la dimensione delle strisce di supporto e delle guide è presa dal calcolo dell’altezza del controsoffitto, se non si prevede di creare spazio libero tra il telaio e il soffitto.

    Per strisce portanti del telaio viene utilizzata una barra di 150×25 mm. Il calcolo viene eseguito moltiplicando il numero richiesto di assi per la lunghezza della stanza. Ad esempio, 300×4 = 1200 cm è la lunghezza totale delle strisce di supporto. Di solito, la dimensione delle barre è standardizzata e puoi acquistarle a 4 m di lunghezza e scioglierle. Allo stesso modo, calcoliamo la lunghezza richiesta delle barre per le traverse. Nel nostro caso è 240×6 = 1440 cm.

    Appendiabiti a soffitto in pannelli di plastica

    Per quanto riguarda la montatura, tutto è abbastanza semplice. Per fissare il telaio, puoi usare sospensioni. Il loro numero è determinato come segue (300/60) x4 = 20 pz. Puoi anche usare normali tasselli e viti autofilettanti, che tireranno semplicemente la barra verso il soffitto. Il passaggio per i tasselli è lo stesso dei ganci..

    Resta da calcolare il necessario numero di pannelli di plastica. Per fare ciò, prima di tutto, calcoliamo l’area della stanza: 2,4×3 = 7,2 m2. Ora resta da acquistare il numero richiesto di pannelli. La loro lunghezza standard va da 2,3 a 3 m e la larghezza va da 20 a 37 cm, lo spessore va da 5 a 10 mm. Il numero di pannelli può essere calcolato con un semplice conteggio. Per fare ciò, dividi l’area della stanza per l’area di un pannello e arrotondala per eccesso..

    Pannelli in plastica per soffitto

    Importante! Al momento dell’acquisto, aggiungere il 15 – 20% alla quantità di tutti i materiali in caso di rifiuto o danneggiamento durante l’installazione. Inoltre, quando acquisti pannelli, dovresti stare attento e scegliere pannelli in PVC di alta qualità dallo stesso lotto e nello stesso colore e tono. A seconda delle dimensioni del pannello e della qualità del materiale, il loro costo potrebbe essere diverso.

    Installazione di un soffitto da pannelli di plastica

    La pannellatura del soffitto con pannelli in PVC inizia con la marcatura. La prima cosa che dovrà essere applicata sarà livello zero dell’intero soffitto. Questa linea è tracciata sulle pareti e rappresenta l’altezza dell’intero soffitto, escluso lo spessore del pannello. Ad esempio, l’altezza del soffitto prevista è di 15 cm, lo spessore del pannello è di 7 mm. Di conseguenza, la tacca di zero sarà a 143 mm dalla sovrapposizione. Questa linea sarà anche l’etichetta per il wireframe guida. È più conveniente utilizzare una livella laser per marcare con un orizzonte preciso..

    Disposizione del soffitto in pannelli di plastica

    Ora applichiamo marcature per le strisce dei cuscinetti. Usando un metro a nastro, misuriamo la distanza richiesta dalle pareti e mettiamo 2 – 3 segni ciascuno, che successivamente colleghiamo insieme in una linea. Resta da segnare le sospensioni. All’inizio, segniamo semplicemente i punti della loro installazione, quindi, attaccando la sospensione, delineiamo i luoghi per il fissaggio, assicurandoci che la sospensione sia posizionata rigorosamente perpendicolare alla linea principale per la barra di supporto.

    Trattamento di parti di telaio in legno da stampo

    Dopo aver completato il markup, procediamo all’installazione del telaio. Innanzitutto, trattiamo l’albero con funghi e muffe. Quindi pratichiamo i fori per il fissaggio delle sospensioni e le installiamo in posizione. Installazione delle sospensioni, piegare le estremità verso il basso come la lettera “P”. Allo stesso tempo, ci assicuriamo che la distanza tra le estremità sia uguale alla larghezza della barra per la barra di supporto.

    Cornice del soffitto in pannelli di plastica

    Successivamente, passiamo alla cornice guida. Per risolverlo, prima applichiamo il blocco al muro in modo che la linea del segno scorra sotto di esso. Quindi, tenendo saldamente la barra stessa, eseguiamo i fori per gli elementi di fissaggio. È più comodo farlo su entrambe le estremità della striscia per fissarla immediatamente, quindi forare tutti gli altri punti per il fissaggio. In un modo simile ripariamo tutte le strisce del profilo guida.

    Ora passiamo a fissaggio dei listelli del profilo portante. Per fare ciò, prima li regoliamo in lunghezza in modo che possano entrare e stare liberamente all’interno del telaio di guida. Quindi mettiamo la barra all’interno delle sospensioni. Mentre il partner tiene la barra, è necessario fissarla ad entrambe le estremità. Per fare ciò, utilizziamo angoli ordinari, che fissiamo con viti autofilettanti. Resta solo da fissare le sospensioni con piccole viti da legno.

    Importante! Durante l’installazione e il fissaggio delle barre di supporto e guida, è necessario monitorare la loro posizione orizzontale utilizzando una livella per evitare cedimenti e distorsioni. Se è presente un’evidente inclinazione, significa che il markup per il telaio guida è stato eseguito in modo errato..

    Il prossimo passo sarebbe fissaggio barre trasversali. Dopo aver tagliato la quantità richiesta, procediamo alla marcatura e all’installazione. Per fare ciò, utilizzando un metro a nastro, delineiamo le posizioni di installazione delle tavole. Quindi sistemiamo ogni barra. Usiamo angoli e viti come elementi di fissaggio. Poiché le traverse sono necessarie per la rigidità del telaio, possono essere fissate solo con due angoli. Uno sui lati opposti alle estremità della barra. Dopo aver completato l’installazione del telaio, procediamo alla posa di comunicazioni, ventilazione e altre cose. Solo dopo iniziamo a installare i pannelli in PVC.

    Installazione di pannelli inizia regolandoli in lunghezza. Se la larghezza della stanza è maggiore della lunghezza di un pannello, i pannelli dovranno essere allineati. In breve, tagliare l’eccesso. Non ci saranno particolari problemi con questo, poiché i pannelli in PVC sono molto facili da tagliare con un seghetto a denti fini o una smerigliatrice con un cerchio per cemento. La cosa principale è non danneggiare il pannello stesso. Considera l’opzione quando devi montare due pannelli.

    Installazione di pannelli di plastica sul soffitto

    Prendiamo il primo pannello e lo applichiamo al telaio in modo che aderisca perfettamente al muro e sia orientato perpendicolarmente rispetto alle strisce del telaio di supporto. Quindi, utilizzando piccole viti autofilettanti a testa larga, fissiamo il pannello al telaio. Avvitare le viti autofilettanti nella punta sporgente del pannello. Ora ritagliamo il secondo pannello, lo installiamo e lo sistemiamo come continuazione del primo.

    Mascheratura della cucitura tra i pannelli di plastica

    La cucitura che rimane al giunto è mascherata con un normale sigillante siliconico trasparente. Passiamo ora alla seconda fila di pannelli. Sono installati offset. Prima viene il pannello corto, quindi viene aggiunto il pannello lungo. Il risultato è un posizionamento a scacchiera. Tutti gli altri pannelli di plastica sono installati allo stesso modo. Al termine dell’installazione, nella giunzione tra pannello e parete, viene fissato un battiscopa in plastica.

    Zoccolo per rifinire il soffitto con pannelli in plastica

    Importante! Quando si installano i pannelli, è necessario praticare in anticipo dei fori per apparecchi di illuminazione, cappe, ecc. Questo viene fatto appena prima di installare il pannello, dove ci sarà una lampada o un’apertura per la ventilazione..

    Rivestimento del soffitto con pannelli di plastica: video

    Rivestimento del soffitto in cartongesso

    Rivestimento del soffitto in cartongesso

    Come nel caso del rivestimento del soffitto in plastica, la disposizione di un soffitto in cartongesso viene eseguita in più fasi. In effetti, questi due soffitti sono per molti versi simili, ma intonacare il soffitto con cartongesso con le proprie mani è alquanto complicato a causa del peso delle lastre. E se fosse facile gestire da soli i pannelli di plastica, quando si lavora con il cartongesso, sarà comunque necessario l’aiuto di un partner.

    Disegno di costruzione del soffitto GKL

    Il progetto del soffitto in cartongesso è simile al progetto del soffitto in plastica. Qui vengono prese anche le dimensioni della stanza e trasferite al disegno. Allo stesso modo, viene indicata la posizione dei supporti, delle guide, dei ponticelli, dei ganci e di altre cose. La differenza rispetto al disegno per un soffitto in plastica sta nella distanza tra le strisce del telaio di supporto. Se per un soffitto in plastica questi valori erano 40 – 50 cm, quindi per un soffitto in cartongesso, il passo delle strisce portanti è rigorosamente definito ed è di 60 cm e il passo per gli architravi è un multiplo di 50 cm.Questa limitazione è dovuto alle dimensioni dei fogli di cartongesso, che hanno dimensioni standard di 600 o 1200 mm di larghezza e lunghezza di 2,5 m o 4 m.E dato il peso sufficientemente grande del foglio per fissarlo saldamente, i bordi dovrebbero trovarsi sul telaio profilo.

    Rivestimento del soffitto in cartongesso – schema del telaio:

    Schema di decorazione del soffitto in cartongesso

    Calcolo dei materiali

    Se usassimo barre di legno per il telaio del soffitto in pannelli di plastica, quindi per un soffitto in cartongesso, l’opzione migliore sarebbe quella di utilizzare un profilo metallico. Di nuovo, questo ha a che fare con il peso dei fogli. L’albero semplicemente non può fornire il livello di affidabilità richiesto. Il telaio richiede due tipi di profili metallici CD 60/27 e UD 28/27. Profilo UD 28/27 utilizzato per il telaio di guida. La sua lunghezza è uguale al perimetro della stanza. Profilo CD 60/27 utilizzato per sostenere telaio e architravi. La sua lunghezza è calcolata come la somma di tutti i listelli portanti e degli architravi del telaio. Come è fatto, abbiamo considerato l’uso dell’esempio di calcoli per un soffitto di plastica. Numero di sospensioni per il telaio si calcola come la larghezza del vano divisa per il gradino tra i listelli di sostegno e moltiplicata per il numero dei listelli. Un altro elemento importante della struttura in metallo è il granchio. Questo è il connettore per il profilo. Calcolare l’importo di cui hai bisogno è piuttosto semplice. È necessario contare il numero di punti di intersezione dei listelli del profilo portante con gli architravi.

    Materiali per il rivestimento del soffitto in cartongesso

    Infine, produciamo calcolo dei fogli di cartongesso richiesti. Dividiamo l’area totale della stanza per l’area di un foglio e arrotondiamo per eccesso. Ma c’è un punto importante. Innanzitutto, per il rivestimento del soffitto in cartongesso, è necessario scegliere fogli con una dimensione di 600×1500 mm o 1200×2500 mm. In secondo luogo, per i soffitti, è necessario scegliere i fogli con il peso più basso, e questi sono fogli con uno spessore di 8 mm o 9,5 mm. Un altro punto importante è la possibilità di creare un soffitto in cartongesso multilivello. Per rivestire il soffitto con cartongesso, il dispositivo di un telaio multilivello potrebbe richiedere un aumento del numero di profili e fogli. Inoltre, per il rivestimento del soffitto in cartongesso, il prezzo dipenderà principalmente dall’area della stanza e dal produttore del cartongesso, nonché dal design del soffitto stesso.

    Installazione di un soffitto da cartongesso

    Marcatura del soffitto in cartongesso

    Il rivestimento del soffitto in cartongesso inizia con la marcatura del soffitto e delle pareti. In realtà, tutti i lavori non sono molto diversi da quelli descritti per il soffitto in plastica. Innanzitutto, viene applicata una marcatura per il profilo del cuscinetto senza tenere conto dello spessore del cartongesso. Quindi vengono applicate le marcature al soffitto per le strisce portanti e le sospensioni. Tutte le dimensioni e le rientranze delle pareti sono calcolate in anticipo e indicate nel disegno. Pertanto, non ci saranno particolari difficoltà con questo..

    Installazione di sospensioni a soffitto in cartongesso

    Ulteriori lavori saranno consistono nell’installazione di sospensioni e profili. Iniziamo con le sospensioni. Sono installati nei punti contrassegnati, rigorosamente perpendicolari alla linea per il profilo portante. Sono fissati con tasselli e le estremità sono piegate a forma di lettera “P”, mentre è necessario assicurarsi che la distanza tra le estremità corrisponda alla larghezza del profilo CD – 60 mm.

    Quindi, vai a installazione del profilo guida UD. Tutto è abbastanza semplice qui. I fori vengono praticati nel muro e nel profilo con un passo di 50 cm. In questo caso, il primo e l’ultimo foro vengono realizzati con una distanza di 10 cm dal muro. Quindi il profilo viene posizionato e fissato.

    Importante! Durante l’installazione del telaio, è necessario monitorare costantemente il profilo orizzontale dei profili. Nessuna inclinazione consentita.

    Fissaggio del profilo a soffitto GKL

    Il prossimo passo sarebbe installazione del profilo di supporto del CD. Se necessario, il profilo viene tagliato alla lunghezza desiderata o, al contrario, giuntato con un inserto speciale. Quindi le estremità vengono avvolte all’interno del profilo di guida e fissate lì con viti autofilettanti per metallo. Inoltre, il profilo viene fissato all’interno delle sospensioni utilizzando tutte le stesse viti metalliche.

    Ora passiamo a installazione e fissaggio dei ponticelli, che aggiungerà rigidità alla struttura. Tagliamo il profilo CD in pezzi della lunghezza richiesta – 54 cm, quindi, nei punti indicati nel disegno, iniziamo il profilo tra le strisce di supporto e lo fissiamo con un granchio. Si adatta semplicemente alla parte superiore, si stringe saldamente fino a quando non scatta in posizione. Per affidabilità, il granchio è fissato con viti autofilettanti. Ripetiamo questa procedura per l’intero frame. In questa fase del lavoro viene posato anche il cablaggio per l’illuminazione e altre comunicazioni..

    Opzioni di rivestimento del soffitto in cartongesso

    Al termine dell’installazione del telaio, rimane rivestilo con fogli di cartongesso. In questa fase, non si può fare a meno di uno o anche di due partner. Durante il sollevamento la lastra può rompersi e, inoltre, è scomodo tenere la lastra e avvitare contemporaneamente le viti. Se la stanza è grande, il rivestimento con i fogli viene eseguito secondo uno schema a scacchiera. Ciò significa che prima installiamo un intero foglio, quindi ne alleghiamo uno corto. Iniziamo la seconda fila di fogli con l’installazione di uno corto e finiamo con uno intero. Il foglio stesso è fissato con speciali viti autofilettanti con un passo di 25 cm I cappelli dovrebbero essere leggermente annegati in modo che dopo la finitura non sporgano e rovinino l’aspetto generale. Dopo aver rivestito con fogli, gli elementi di fissaggio vengono stuccati per livellare parzialmente la superficie, quindi la fibra di vetro viene innescata e incollata, dopodiché viene nuovamente stuccata. Infine, vengono installati i corpi illuminanti e viene applicata la finitura..

    Rivestimento del soffitto in cartongesso: video

    La creazione di controsoffitti è uno dei processi che richiedono più tempo. Ma, nonostante ciò, tali soffitti sono molto popolari. Oltre al muro a secco e alla plastica, il controsoffitto può essere rivestito con altri materiali, ad esempio assicelle. Ma qui tutto dipende dalle preferenze dei proprietari. I design del controsoffitto consentono di realizzare molte idee insolite dei designer e sono limitati solo dalla loro immaginazione.

    Read more
    Soffitti

    Come aumentare l’altezza del soffitto

    L’altezza dei soffitti viene solitamente progettata prima dell’inizio della costruzione, ma cosa succede se hai già acquistato un appartamento, ad esempio, a un prezzo d’occasione, posizione e spazio abitativo, ma non sei soddisfatto dell’altezza del soffitto? Dopotutto, l’altezza del soffitto è di grande importanza nella percezione generale delle dimensioni della stanza e può persino ridurre una vasta area! Se il livello del soffitto ti sembra insufficiente, ti suggeriamo di cambiarlo con l’aiuto di colori e accessori. Come aumentare visivamente l’altezza del soffitto correttamente, quale altezza del soffitto corrisponde al nostro soggiorno confortevole nella stanza? Leggi questa guida per ottenere il risultato desiderato.

    Contenuto:

    Prenditi cura della circolazione dell’aria

    Alla domanda, "quale dovrebbe essere l’altezza del soffitto?" è piuttosto difficile rispondere. L’altezza standard del soffitto può variare da 2,4 a 3,2 metri, dipende dal design e dai costruttori della casa o dell’appartamento. L’altezza ottimale del soffitto per tutte le stanze è di 2,8 metri, l’altezza minima del soffitto secondo i nostri standard di costruzione è di 2,5 m.Se si ricordano i film storici, viene chiaramente mostrata la corretta distribuzione dell’altezza e dell’area dei locali: più grande l’area, più alto dovrebbe essere il soffitto. L’aria circola meglio in un edificio alto; in un edificio basso, le persone anziane possono avere attacchi di asma o una sindrome "mancanza d’aria". Questo inconveniente è particolarmente evidente in inverno, quando non è possibile ventilare la stanza..

    In questo caso, ti consigliamo di installare un sistema di alimentazione e scarico, anche se aumenti visivamente l’altezza del soffitto, devi comunque occuparti di un flusso d’aria sufficiente. Il sistema di ventilazione non solo fornirà aria fresca ai residenti, ma è anche indispensabile per pulirla, ad esempio, in cucina e in bagno, in estate, l’alimentazione e la ventilazione di scarico creeranno ulteriore freschezza in tutta la casa, e in d’inverno la stessa aria verrà fornita già riscaldata ed umidificata. Pertanto, risolverai il principale svantaggio di un soffitto basso: circolazione dell’aria insufficiente..

    Metodo uno. Soffitto teso

    Per quanto strano possa sembrare, i soffitti tesi creano davvero un effetto visivo unico di aumentare l’altezza del soffitto. L’altezza minima del soffitto teso, a cui viene abbassato, è di circa 5 cm, ma questa cifra può aumentare fino a 15 cm se sono integrate lampade alogene e la struttura viene aumentata a due livelli. Allora perché un soffitto teso è così indispensabile in questo caso? Innanzitutto, la cosa più importante qui è l’effetto visivo..

    La superficie del soffitto lucida e riflettente, le lampade alogene integrate, le fantasie del soffitto a due livelli sono capaci non solo "sollevare" il soffitto, ma anche per allargare l’intera stanza, oltre a creare un aspetto moderno per l’intero interno. Un argomento separato è l’illuminazione, le lampade alogene sono ottime per creare vari effetti, puoi illuminare la tua tavola rotonda in cucina, sul posto di lavoro e abbandonare completamente l’uso di lampadari convenzionali che riducono l’altezza del soffitto spesso più di un soffitto a due livelli. Oltre all’effetto di aumentare l’intero spazio, un soffitto a due livelli ti aiuterà a dividere la stanza in zone, ad esempio nella cucina-soggiorno, ad allocare una zona cottura e a separarla dalla zona pranzo.

    Metodo due. Come aumentare visivamente l’altezza del soffitto usando il colore

    La vernice per il tuo soffitto dovrebbe essere certamente chiara, lucida o semilucida. La lucentezza lucida riflette la luce, che crea un senso di volume, ma la vernice opaca è più adatta se è necessario nascondere le imperfezioni del soffitto. I colori bianchi e freddi funzionano meglio, ma assicurati che il colore del soffitto sia più chiaro delle tue pareti. Sarà interessante osservare il graduale schiarimento del colore, partendo dal pavimento e finendo con il soffitto. Ad esempio, il verde più scuro diventa più chiaro verso il soffitto e rimane verde chiaro sul soffitto. Una transizione così graduale espanderà la stanza e aumenterà l’altezza..

    Aumenterà anche visivamente l’altezza e le strisce verticali, gli sfondi con bellissimi motivi verticali, ma non i colori scuri, sono perfetti per questo scopo, poiché le pareti scure con strisce verticali, sebbene sollevino il soffitto, possono avvicinare visivamente le pareti l’una all’altra , cioè, restringere la stanza … Una combinazione ideale: un soffitto bianco lucido e pareti bianche opache, grazie a questo colore, i bordi del soffitto e delle pareti sembrano scomparire, questo interno sembra molto insolito.

    Metodo tre. Come aumentare l’altezza del soffitto con gli accessori interni

    Oltre ai metodi di cui sopra, l’altezza del soffitto può essere regolata con l’aiuto dei dettagli interni. A partire da finestre, tende verticali o tende installate a livello del soffitto allungano visivamente le pareti. Nel caso delle tende, è necessario sapere che le tende volumetriche riducono l’area delle piccole stanze. Le finestre alte e larghe sono benvenute, offrendo un panorama lussuoso.

    Evita di utilizzare lampadari sospesi a soffitto e applique, sottovalutano il soffitto e non distribuiscono correttamente l’area. Appendi immagini con immagini verticali (alberi, case) sotto il livello del soffitto, ma l’immagine stessa dovrebbe essere lunga, orizzontale. Usa specchi alti che occupano la maggior parte del muro, allargano l’intera stanza e alzano il soffitto.

    Se possibile, seleziona mobili bassi, una grande distanza dal mobile al soffitto aiuta ad aumentare la sua altezza. Inoltre, si consiglia di scegliere i mobili giusti in termini di funzionalità: non si dovrebbero ingombrare le stanze in cui il soffitto è basso con tutti i tipi di oggetti interni e mobili ingombranti. Per l’effetto migliore, il pavimento della stanza, come le pareti e il soffitto, dovrebbe essere leggero, ma i tappeti possono essere posati con colori vivaci..

    Read more
    Soffitti

    Stucco per soffitti fai da te

    Se gli obiettivi della tua riparazione si riducono a garantire che resista non a uno o due anni, ma almeno a una dozzina di anni, dovresti scegliere e applicare il riempitivo giusto sul soffitto, che è considerato una protezione affidabile contro il flusso del tempo spietato . Lo stucco per soffitti è un passaggio importante prima di tappezzare, dipingere o dipingere. La cosa principale è prendere il compito in modo responsabile, iniziare a lavorare correttamente e seguire le istruzioni! Quindi il risultato sarà lo stesso delle tue aspettative: eccellente.!

    Contenuto:

    Lo scopo del mastice

    Il mastice è una miscela in polvere o in pasta progettata per livellare e preparare le superfici prima dell’adescamento del soffitto, della finitura o della verniciatura. Gli specialisti della finitura affermano con sicurezza che il risultato finale dipenderà dalla qualità dello stucco, dal colore e dalla trama del foglio del soffitto finale. Molto spesso, utilizzando uno stucco, è possibile eliminare le differenze di altezza del soffitto all’interno della stanza..

    Per la produzione di mastice vengono utilizzate sostanze filmogene, ad esempio colla per farina, sapone da bucato ordinario, riempitivi come barite, gesso, gesso setacciato, talco e pigmenti – ocra o bianco di zinco. Vengono utilizzate molte più sostanze filmogene (5 – 12 volte) rispetto a cariche e pigmenti combinati.

    Se il soffitto è ruvido prima della finitura, ciò influenzerà comunque il suo aspetto dopo la verniciatura. Le irregolarità sul soffitto appariranno anche dopo aver incollato la carta da parati, attraverso uno strato di carta. La principale differenza tra lo stucco per la verniciatura del soffitto e l’intonaco risiede nel fatto che quest’ultimo viene applicato con uno strato più spesso e viene utilizzato nei casi in cui ci sono difetti troppo grandi sul soffitto che devono essere livellati.

    Lo stucco viene scelto in base al lavoro proposto. Ci sono stucchi per soffitti in cartongesso. Quando si sceglie uno stucco, è consuetudine prendere in considerazione fattori quali il tipo di materiale da costruzione su cui si applicherà lo stucco, il rivestimento di questo materiale, la temperatura dell’aria nella struttura in cui è pianificato il lavoro, la natura del difetti.

    Esistono anche stucchi speciali che devono essere applicati al legno, ad esempio per nascondere i difetti sulle travi decorative. Per riempire irregolarità profonde nel soffitto, si consiglia di acquistare uno stucco grossolano che può essere applicato in strati spessi senza il rischio di crepe o scheggiature del materiale. Per piccoli graffi, seleziona uno stucco a grana fine. Per eseguire una grande quantità di lavoro sul soffitto, dovresti dare la preferenza allo stucco con il peso specifico più basso..

    Classificazione del mastice

    Il mercato delle costruzioni è saturo di vari materiali da costruzione, incluso lo stucco. Lo stucco è suddiviso in tipi, a seconda della prontezza del materiale, della composizione della miscela – il riempitivo o la base utilizzata, nonché lo scopo e il costo del mastice del soffitto. Diamo un’occhiata più da vicino a cosa è ciascuno di essi..

    Stucco pronto

    Innanzitutto, lo stucco può essere diviso in pronto all’uso (venduto in piccoli secchi) e stucco secco. A seconda dell’aspetto del materiale, lo stucco pronto all’uso in tubi è anche chiamato pastoso e stucco secco – polveroso.

    Puoi comprare uno stucco pronto se non hai voglia di cucinarlo da solo, e quello secco viene preparato prima di usarlo. Un tale riempitivo, ovviamente, ha molti vantaggi: di solito sono economici e di alta qualità, e sono anche adatti a vari lavori con il soffitto, anche i più delicati e di finitura. Un tale mastice può mantenere le sue proprietà per lungo tempo, perché tutti i suoi componenti sono già diluiti nelle proporzioni corrette e non è necessario preoccuparsi della corretta preparazione della pasta..

    Le miscele pronte non sono consigliate per il livellamento preliminare del soffitto, che richiede strati spessi di mastice (più di 0,5 centimetri), poiché i solventi che si trovano nella loro composizione possono evaporare quando colpiscono la superficie e ciò provoca una rapida asciugatura e un leggero restringimento.

    La miscela di mastice secco è una composizione complessa multicomponente che contiene tutti i componenti necessari. Tale miscela deve essere diluita con una certa quantità di acqua fredda prima dell’uso. Quando acquisti stucco secco, ricorda che la miscela già pronta, di regola, non viene conservata, ma puoi scegliere quella che ha una lunga durata nella composizione finita. Lo stucco secco è più costoso dello stucco pronto. Questo mastice non viene utilizzato durante la creazione di strati sottili..

    Riempitivo per stucco

    A seconda del riempitivo (il principale materiale legante), lo stucco è suddiviso in: cemento, gesso e polimero.

    Lo stucco di gesso viene utilizzato principalmente per eliminare le crepe, traspirano e in questo modo regolano l’umidità nella stanza. Tuttavia, non è consigliabile utilizzarli in ambienti con elevata umidità. Inoltre, un tale mastice non resisterà ai cambiamenti di temperatura. Ecco perché l’ambito del suo utilizzo è piuttosto limitato. Ma se il lavoro viene eseguito in condizioni normali, vale comunque la pena acquistare una composizione su intonaco..

    Stucco di cemento – impermeabile. Si consiglia di applicarlo in più strati. Inoltre tende a rimpicciolirsi. Se il lavoro non viene eseguito a bassa temperatura e alta umidità, è meglio acquistare stucchi cementizi, che sono in grado di resistere a grandi sbalzi di temperatura e non si gonfiano a causa dell’umidità.

    Lo stucco polimerico è l’opzione più ottimale, perché contiene leganti polimerici, che lo rendono molto plastico. Tale stucco è più costoso di altri, ma quando viene rimossa la fessurazione, verrà utilizzato più lentamente del gesso o del cemento. Ricorda che questo tipo di stucco è molto spesso contraffatto..

    Stucco di base

    A seconda della base del materiale, lo stucco è: acrilico, olio, vernice, colla, colla a olio e lattice. Diamo un’occhiata più da vicino a ciascuno di essi..

    Lo stucco acrilico (universale) contiene ingredienti sicuri, ha proprietà livellanti e ha una struttura a grana fine. Uniforma superfici di diverso tipo – legno, cemento e cartongesso e serve per riparare intonaci già danneggiati. Si applica sia in strati spessi che sottili. Questo mastice è un’ottima opzione se non hai tempo per selezionare un tipo separato di mastice..

    Lo stucco acrilico monocomponente viene utilizzato per sigillare piccole crepe e non è adatto a grandi superfici oltre la scala. Spremuto fuori dal tubo, si asciuga rapidamente. Spakryl è un tipo speciale di stucco che viene utilizzato nel lavoro con superfici precedentemente intonacate per il livellamento. Inoltre, un tale mastice può essere utilizzato per incollare piastrelle di ceramica e, se diluito con acqua, può persino imbiancare i soffitti con liquido..

    Gli stucchi ad olio contengono olio essiccante naturale, gesso e essiccatori, si asciugano lentamente, ma allo stesso tempo sono abbastanza viscosi e resistenti. Viene utilizzato per lavori interni per livellare vari difetti nel soffitto, che successivamente devono essere dipinti o incollati con carta da parati. Questo mastice è caratterizzato da una maggiore resistenza, viene utilizzato in ambienti umidi e asciutti..

    Lo stucco a grana fine a olio viene utilizzato prima di dipingere il soffitto con diverse vernici: olio e acqua disperdibili. Lo stucco olio-colla contiene plastificanti, acrilati, additivi, olio essiccante, gesso e acqua, uniforma pareti e soffitti e viene utilizzato come finitura. Lo stucco olio-colla Lux leviga bene la superficie e può servire come stucco di finitura.

    Lo stucco per colla nella sua composizione contiene una soluzione al 10% di colla, olio essiccante e gesso, che aumenta la resistenza dello stucco e la facilità di applicazione al soffitto. Lo stucco a base di PVA viene utilizzato per prevenire la comparsa di muffe e funghi, perché è riempito con additivi asettici, nonché per livellare cemento-amianto, cartongesso e superfici intonacate. È molto viscoso, quindi non ci sono problemi con l’uso, inoltre si asciuga rapidamente.

    Lo stucco di lattice viene utilizzato per lavori interni, è simile alla colla a olio, ma contiene lattice di stirene-acrilato, dolomite, battericida e additivi più funzionali. Lo stucco in lattice è destinato alla lavorazione della superficie intonacata per tutti i tipi di finiture. Lo stucco in lattice ha una serie di vantaggi rispetto allo stucco tradizionale. Non si screpola una volta asciutto, è caratterizzato da elevata adesione e plasticità, si applica convenientemente al soffitto e non emette sostanze nocive.

    Scopo del mastice

    A seconda del suo scopo, lo stucco può essere suddiviso in livellamento, finitura, specializzato e universale. Parliamo più in dettaglio di ogni tipo di stucco per soffitti.

    Lo stucco livellante è chiamato stucco di primo strato, che viene utilizzato per la lavorazione approssimativa, cioè preliminare. Tale riempitivo deve essere accuratamente selezionato: ricorda che deve avere un’elevata forza di solidificazione, un alto livello di adesione alla base e abbinare la base. Inoltre, viene applicato in uno strato con uno spessore di 0-25 millimetri..

    Nelle condizioni della costruzione di abitazioni domestiche, uno stucco autolivellante deve corrispondere a un parametro così importante: la possibilità di applicare un rivestimento di spessore variabile. L’uso dell’intonaco in questo caso non è sempre efficace e le miscele autolivellanti risolvono facilmente il problema, non si restringono e non consentono la comparsa di delaminazione e crepe, nonostante le differenze di spessore.

    Lo stucco di finitura viene utilizzato prima della sottile finitura decorativa del soffitto, quindi viene anche chiamato mastice di secondo strato. Uniforma i difetti, ma quando si sceglie un tale mastice, è necessario tenere conto del rivestimento decorativo della superficie. Se il soffitto viene preparato per la verniciatura, la condizione principale è la levigatezza ideale della superficie, che si ottiene grazie a un riempitivo minerale fine, e in questo caso vale la pena utilizzare uno stucco di finitura in gesso con uno spessore di grana non superiore a 100 micron..

    Lo stucco universale combina le proprietà di tutti i tipi di stucchi. È ampiamente utilizzato ed è comodo da usare su qualsiasi superficie, mentre le peculiarità della base della superficie potrebbero non essere prese in considerazione. Allo stesso tempo, la sua qualità è leggermente peggiore della qualità di un certo tipo di mastice, il prezzo di questo tipo di mastice per soffitti è piuttosto alto, poiché qualsiasi materiale universale è una composizione multicomponente.

    Stucco specializzato. Questo tipo di mastice viene utilizzato per sigillare giunti in pannelli di gesso, rimuovere crepe “respiranti” ed eseguire riparazioni urgenti. Lo scopo di un particolare mastice specializzato può essere scoperto leggendo le informazioni sulla confezione. Può anche essere un’espansione specializzata.

    Stucco per soffitti fai da te

    Mettiti al lavoro seriamente, pensa a tutti i dettagli, prendi in considerazione tutte le caratteristiche della tua casa e le tue preferenze. Prestare attenzione alla scelta dei materiali giusti e alla preparazione dell’impasto. Prima di iniziare il lavoro, non dimenticare di controllare quanto è pulito il soffitto..

    Preparazione di strumenti e materiali

    La stuccatura del soffitto dovrebbe essere preceduta da lavori preparatori. È importante proteggere gli elementi della stanza dai rifiuti edili. Quindi valutare le condizioni del soffitto e, in base alla conclusione fatta, acquistare i materiali necessari: stucco iniziale e finale, benda per pittura, rete metallica con elementi di fissaggio (chiodi, tasselli, ganci) e un primer. Come strumento di lavoro, hai bisogno di un mixer per la produzione di una composizione di lavoro o una frusta con un trapano elettrico, raschietti, carta vetrata da costruzione e una spazzola per mosche.

    È consuetudine utilizzare diverse spatole di diverse dimensioni per stuccare il soffitto. Una piccola spatola è destinata all’applicazione di mastice su una grande e quindi, utilizzando una spatola grande, lo stucco viene applicato al soffitto. Il contenitore per lo stucco è selezionato per 15-20 litri, con pareti dritte, che consente di raccogliere la soluzione senza residui, e lati alti, che proteggono da schizzi inutili durante la miscelazione.

    Quando si sceglie uno stucco, leggere attentamente ciò che è scritto sulla confezione – ci sono tutte le informazioni necessarie – quali proprietà ha, dove viene utilizzato, per cosa viene utilizzato più spesso e cosa è incluso nella sua composizione. Inoltre, la confezione dovrebbe indicare su quali superfici è necessario utilizzare questo tipo di mastice. Acquista materiali in negozi specializzati, perché lì puoi ottenere consigli competenti dai venditori e non essere confuso nella tua scelta.

    Se hai a che fare con un vecchio soffitto in cattive condizioni che è stato dipinto più di una volta, avrai bisogno di un primer che impregni profondamente la superficie. Controlla questi punti quando acquisti tutto ciò di cui hai bisogno. Non dare la preferenza a miscele economiche e discutibili se non vuoi fare di nuovo le riparazioni presto. Mettiti al lavoro sul serio.

    Preparazione della superficie

    Dopo aver preparato gli strumenti necessari, iniziano a preparare la superficie del soffitto per lo stucco. Per fare ciò, si consiglia di rimuovere dalla base del soffitto tutti gli elementi che si staccano facilmente: vecchia carta da parati, materiali di finitura, calce e valutare il livello di danno meccanico.

    Pulisci bene il soffitto da vari tipi di sporco. Prestare particolare attenzione alle muffe o ad altre macchie fungine, che dovrebbero essere trattate con una soluzione disinfettante speciale, ad esempio solfato di rame o il farmaco tedesco Pufas. Se il fungo ha occupato ampie aree sul soffitto, combatterlo usando una fiamma libera – una fiamma ossidrica o una saldatura al plasma.

    Se ci sono scheggiature, crepe e buche, devi prendere misure per ripristinarle e solo allora puoi procedere all’intonacatura del soffitto. Prima allargare le crepe con un raschietto metallico e adescare le scanalature. Dopo l’asciugatura, riempire tutte le scanalature con gesso.

    Quando lo stucco del soffitto verrà eseguito su una superficie con piccoli difetti, il rinforzo dei punti danneggiati con un serpyanka è considerato una misura ammissibile. Per fare ciò, coprire le sezioni della superficie del soffitto con un composto pronto, quindi incollare il materiale di rinforzo. Procedere alle lavorazioni successive solo dopo che la superficie si è asciugata..

    Preparazione dell’impasto

    Se riesci a preparare correttamente lo stucco, come nel video del mastice del soffitto, sarà di ottima qualità, nel tempo, non appariranno crepe sul soffitto, non cadrà o si sbiadirà. È meglio utilizzare composti a base di gesso, sono più facili da applicare rispetto agli intonaci a base di cemento e hanno meno probabilità di sporcarsi. Quando scegli le miscele secche, prendi in considerazione il luogo in cui le utilizzerai: se vivi in ​​un appartamento dove prevale un basso livello di umidità, allora hai bisogno di una miscela contrassegnata con KR, se il livello di umidità è alto, acquista una miscela contrassegnata LR.

    Per preparare la miscela, prendi un contenitore con acqua (preferibilmente di plastica) e versaci lo stucco, quindi mescola tutto alla densità desiderata (a mano o con un mixer da costruzione). L’acqua deve essere alla giusta temperatura (indicata sulla confezione). Usa tre quarti di miscela secca per un quarto di acqua. Lasciare riposare il composto per circa quindici minuti dopo la cottura..

    Se non vuoi acquistare miscele già pronte in secchi, puoi prepararle tu stesso senza problemi. Preparare gesso e gesso. Per preparare lo stucco con le tue mani, hai bisogno di un chilogrammo di gesso, da due a tre chilogrammi di gesso e una soluzione di colla per legno (2-5%), nonché una benda di garza (per proteggere dalla polvere), un contenitore per la miscela, un trapano. Per prima cosa devi setacciare la polvere di gesso e gesso, quindi versarli nella soluzione di colla e mescolare fino ad ottenere una massa uniforme.

    Se in futuro vorrai dipingere il soffitto con colori ad olio, puoi preparare un esclusivo mastice ad olio. Per fare questo, devi prendere un chilogrammo di olio essiccante, due chilogrammi di polvere di gesso e cento grammi di essiccante (per un’asciugatura rapida). Un tale mastice sarà un’opzione eccellente per una stanza dove c’è alta umidità e frequenti sbalzi di temperatura..

    Inoltre, non è difficile preparare uno stucco per colla. Prendi un chilogrammo di una soluzione di colla al 10%, 2-5 chilogrammi di gesso (pre-setacciato) e circa 25 grammi di olio essiccante. La colla deve essere riscaldata e mescolata con olio essiccante. Quindi mescolare il composto, aggiungendo il gesso per addensare. Aggiungi anche alcune scaglie di sapone da bucato in modo che lo stucco scorra bene quando viene utilizzato..

    La cosa principale è che la miscela non è molto liquida, perché non puoi portarla sullo strumento e, ancora di più, applicarla al soffitto. La soluzione non deve colare sulle mani e sulla spatola, ma non deve essere troppo densa. Se lo stucco risulta troppo sottile, puoi aggiungere un po ‘di vernice densamente grattugiata alla miscela, che, a sua volta, aiuta ad aumentare la forza dello stucco. Per lo stesso scopo viene utilizzata la colla PVA, che viene anche aggiunta alla miscela, ma non può essere miscelata con alcun mastice. In questo caso, il soffitto non può essere innescato.

    Stucco per soffitti

    Per stuccare il soffitto con le tue mani, dovrai acquistare una spatola stretta e larga, usarle allo stesso tempo: prima applica il materiale su una spatola stretta, quindi trasferiscilo su una spatola larga per coprire ulteriormente il soffitto stesso con lo stucco. Prendere un po’ il composto, cercando di distribuirlo al centro della spatola da lavoro..

    Applicalo in modo che poggi completamente sulla superficie del soffitto. Questo primo strato non sarà il principale, solo dopo poche ore puoi tranquillamente applicare una palla allo stucco di partenza, che dovrebbe avere un po ‘più successo del primo, molto più liscio e preciso. Inoltre, tutti gli strati dovrebbero asciugarsi molto più a lungo – circa un giorno per ogni strato..

    È meglio iniziare il lavoro con il muro adiacente, dove si trovano le finestre, questo ti aiuterà a determinare visivamente quanto è piatto il soffitto. Tenere la spatola con un angolo di circa 20-30 gradi in modo che non ci siano aloni sulla superficie e problemi con l’applicazione del materiale. Dopo aver applicato uno strato, tirare il successivo verso il precedente. Muoviti in modo che la superficie sia liscia e uniforme, non puoi rifare le sezioni finite e non puoi tornare indietro. Questo ti aiuterà a evitare transizioni molto evidenti..

    Se il tuo soffitto ha molte irregolarità visibili, trattale separatamente. Avendo stucco nei posti giusti, aspetta che tutto sia di nuovo asciutto. Solo così puoi affrontare l’intera superficie in una volta. Se la buca è molto grande, non è necessario prendere molto materiale in una volta, cadrà comunque sul pavimento! Fai tutto con attenzione e rimuovi le irregolarità lentamente. Per una protezione più seria contro le crepe, utilizzare un materiale di rinforzo: rete di rinforzo o poliestere, che è incollato con una colla speciale (oltre alla fibra di vetro).

    Fondamentalmente, tutti gli stucchi di olio e colla devono essere applicati in strati sottili, altrimenti non terranno, anche se si asciugano bene. Ricorda inoltre che secondo la tecnologia del mastice del soffitto, lo spessore dello strato non deve superare i 5 millimetri, altrimenti lo stucco non si asciugherà! Oppure, nel tempo, si spezzerà o cadrà completamente. Tutti gli strati devono asciugarsi completamente. Dopo un’ora di asciugatura del soffitto, è possibile rimuovere il materiale in eccesso.

    Se hai lasciato piccole tracce allo stesso tempo, fai la seguente procedura: usa ancora un primer, preferibilmente a base d’acqua o un primer aggiuntivo con olio di lino, solo che dovrà essere diluito con acquaragia. Ricorda che il resto della miscela che non ti serve più non può essere versato nello scarico! Questo porterà all’intasamento..

    Rettifica di superfici

    Lo stucco dovrebbe asciugarsi per circa dodici ore prima di iniziare a carteggiare il soffitto. Dopo che l’ultimo strato si è asciugato, puoi procedere alla fase successiva. Attacca la malta su una grattugia per la massima praticità, ma puoi usare un supporto speciale se possibile. Non dimenticare di coprire mobili e pavimenti, perché la procedura di levigatura è così polverosa che non sarai nemmeno in grado di respirare, quindi preparati a proteggerti anche dalla frequente inalazione di polvere..

    Dopo aver levigato correttamente la superficie, è necessario pulirla dalla polvere che si è accumulata su di essa. Quindi uno strato di terreno senza peso dovrebbe essere applicato al soffitto, dopo di che la superficie viene coperta con un altro strato di stucco per soffitti in cartongesso. Appianare gli strati già applicati, non costruire su ciò che è già asciutto, ma semplicemente migliorare il soffitto. Anche questo strato viene levigato dopo l’essiccazione..

    Se, dopo il lavoro svolto, non hai ancora raggiunto il risultato desiderato: i soffitti non sono nemmeno sufficienti, puoi applicare un altro strato di mastice e attendere che si asciughi. Ricorda che la superficie viene innescata alla fine di tutto il lavoro con il soffitto, quindi puoi procedere a una fase altrettanto difficile: dipingere il soffitto, se hai tali piani.

    Pertanto, lo stucco è una miscela con la quale è possibile eliminare irregolarità e vari difetti nel soffitto. Può essere utilizzato su soffitti duri e puliti. Se decidi di fare tutto da solo, assicurati di seguire tutte le regole, perché difficilmente vorrai rifare un lavoro così complesso e lungo. Presta la massima attenzione a tutti i dettagli ora, in modo che in seguito tu abbia l’opportunità di ammirare il lavoro svolto e non preoccuparti che le riparazioni dovranno presto essere fatte di nuovo.

    Read more
    Soffitti

    Metodi di isolamento del soffitto

    Le grandi perdite di calore della stanza e l’aria fredda che soffia dal soffitto sono il risultato di un isolamento termico improprio o di scarsa qualità. La perdita di calore attraverso il soffitto può raggiungere il 20%, poiché l’aria riscaldata sale verso l’alto, e se non ci sono ostacoli sulla sua strada che possono trattenerla all’interno della stanza, verrà “spezzata”, proprio come il tuo budget. Le misure di isolamento del soffitto devono essere eseguite anche nella fase di costruzione di una casa. Ma se per qualche motivo ciò non è accaduto, o il vecchio isolamento termico è andato in rovina, dovrai rifare tutto da capo. Quali sono i modi per isolare il soffitto, il modo migliore per implementarli in questo o quel caso, quali materiali utilizzare: queste sono le domande principali che i proprietari hanno. Allo stesso tempo, è importante fare tutto correttamente in modo che l’isolamento non si inumidisca, non si accumuli condensa sulla superficie, non compaia muffe o funghi. E per questo è necessario comprendere l’essenza stessa del lavoro svolto e dei processi che si svolgono nell’isolamento.

    Perché e come isolare il soffitto

    Cosa si intende per isolamento del soffitto? Se soffia dall’alto, dal lato del soffitto, diciamo “bisogna isolare il soffitto”, ma che azioni si intende con questo? Esistono infatti diverse tecnologie e quale sia quella più adatta in ogni caso specifico dipende dalle condizioni di partenza..

    In una casa privata, il soffitto è sempre isolato dal lato della stanza superiore.: che sia mansarda, piano superiore o mansarda. La posa di materiale termoisolante sopra il pavimento o nelle intercapedini del pavimento garantisce la ritenzione del calore all’interno della stanza. Allo stesso tempo, l’altezza della stanza da isolare non diminuisce, non è necessaria un’ulteriore finitura del soffitto e non è inoltre necessario montare l’isolamento termico direttamente sopra la testa, perché non è così facile da riparare esso e le particelle penetreranno nel soggiorno. Ma la cosa più importante è che i processi che avvengono nel pavimento e nel materiale termoisolante assicurano il calore e l’asciugatura della stanza e dei materiali, non si forma condensa e l’isolamento non si bagna..

    Qual è il principio dell’isolamento del sottotetto? Non è un segreto che il miglior isolamento sia l’aria. Tutti i moderni materiali di isolamento termico sono essenzialmente aria, racchiusa in un modo o nell’altro in una forma. Ma come puoi usare l’aria per isolare per non pagarla? I nostri antenati hanno agito molto saggiamente quando hanno costruito case con un tetto a capanna e un attico eccezionalmente freddo, in cui c’erano due finestre nei frontoni. Il nostro clima ci permette di giocare questa situazione a nostro vantaggio. Il tetto a due falde trattiene bene la neve, che è anche un riscaldatore. Il tetto innevato trattiene il calore così bene che anche se fuori è -25°C, la temperatura all’interno del sottotetto è di circa 0°C. L’aria intrappolata nel sottotetto è un isolante ideale, le cui caratteristiche possono essere modificate a seconda della stagione o del clima aprendo e chiudendo le finestre dei frontoni e aerando il locale. Il pavimento dell’attico è stato sempre isolato con materiali naturali a flusso libero, in combinazione con l’aria, questo ha permesso di mantenere la temperatura all’interno della stanza riscaldata +20 – +25 ° . Il vantaggio dell’isolamento del pavimento in soffitta è anche il fatto che il materiale non si inumidisce, può essere asciugato aerando la stanza.

    Estremamente importante! Affinché il solaio funzioni come isolante termico, la pendenza del tetto non deve essere isolata dall’interno. Ciò porterà al fatto che la neve sul tetto si scioglierà e si formeranno ghiaccioli sugli strapiombi. Inoltre, la struttura del tetto non coibentato è sempre aperta per ispezione e riparazione..

    Importante! Un sottotetto coibentato su tutti i lati con riscaldamento non è più un sottotetto. Questo è un attico, più adatto al clima dei paesi caldi dell’Europa occidentale. Il design e il funzionamento dell’attico ha le sue regole..

    In un appartamento di un edificio a più piani, tutto è un po’ diverso. Non è possibile coibentare il soffitto o il pavimento del piano superiore. E il problema di un soffitto soffiato si pone più spesso tra i residenti dell’ultimo piano. Cosa fare? L’unica opzione è isolare il soffitto dall’interno della stanza, anche se questo non è raccomandato, non c’è altra scelta.

    Quando si isola il soffitto, è importante ricordare questa regola: ogni strato successivo nella direzione dalla stanza dovrebbe avere una maggiore capacità di trasmissione del vapore.

    Di seguito considereremo separatamente i metodi per isolare l’attico dall’esterno e dall’interno..

    Isolamento del soffitto dall’esterno (dal lato della stanza superiore)

    L’isolamento del soffitto dal lato della stanza superiore implica la posa di materiale termoisolante sopra il soffitto o nei suoi eventuali vuoti. Come accennato in precedenza, questo viene fatto in case private e cottage. Il tipo di materiale per l’isolamento e la tecnologia della sua installazione stessa dipendono da quale pavimento è in legno o cemento. Per la sovrapposizione su travi, che è un pavimento in legno su tronchi, sono adatti materiali di riempimento leggeri o materiali di tipo a rotolo. Ma per l’isolamento di una lastra di cemento – stuoie o lastre dense, nonché materiali di riempimento pesanti.

    Isolamento del soffitto con segatura

    Isolamento del soffitto con segatura

    Uno dei modi più antichi e collaudati per isolare il soffitto è isolare l’attico con la segatura. In alcune regioni, puoi acquistare la segatura per una canzone o ottenerla gratuitamente se c’è la lavorazione del legno nelle vicinanze. Molto spesso, l’impresa stessa non sa cosa fare con la segatura, quindi fermati e prendila almeno ogni anno. È meglio riempire di segatura sopra i pavimenti in legno.

    L’unico inconveniente di questo metodo è che la segatura brucia. Pertanto, ci sono diversi modi per riscaldare con la segatura..

    Metodo 1. Spalmare tutte le crepe nel pavimento in legno della soffitta con argilla, un po’ di liquido. Cospargere di sabbia sopra. Se improvvisamente l’argilla si rompe da qualche parte, la sabbia verrà immediatamente versata nello spazio vuoto e l’integrità verrà preservata. Per proteggere la segatura dai topi, aggiungi uno strato di calce spenta inframmezzato da carburo. Poi viene lo strato principale: la segatura. Per diverse regioni, lo spessore di questo strato può essere diverso, ma il minimo è 150-200 mm, quello ottimale è 250-300 mm. Poiché la segatura è un materiale combustibile, viene cosparsa sopra con un sottile strato di scorie di scarto, specialmente intorno alle comunicazioni calde, ad esempio un camino. Non c’è niente sopra. Puoi aprire le assi solo per camminare facilmente in soffitta.

    Metodo 2. La superficie del pavimento deve essere protetta dall’umidità. Si può fare in due modi: il primo è stendere sul pavimento in legno un film impermeabilizzante che possa far passare il vapore dai lati della stanza, il secondo è spalmare di argilla tutto il pavimento, come nel primo metodo. Quindi è necessario mescolare la segatura con il cemento. Per questo vengono prese 10 parti di segatura, circa 1 – 2 parti di cemento e 1,5 parti di acqua. Innanzitutto, la segatura viene mescolata con il cemento, quindi viene aggiunta l’acqua. La segatura deve essere leggermente bagnata affinché il cemento aderisca. La miscela risultante può essere versata sopra il solaio o versata tra le travi del pavimento del sottofondo. È sufficiente uno strato di 200 mm. È necessario iniziare a eseguire tutti questi lavori in primavera, in modo che la segatura e il cemento abbiano il tempo di asciugarsi bene durante l’estate (si asciugano a lungo).

    Importante! È facile verificare se la segatura è asciutta o meno: basta camminarci sopra. La segatura essiccata non si sgretolerà, ma si sgretolerà leggermente.

    Isolamento del soffitto con segatura e cemento

    Metodo 3. Simile al secondo metodo. Al posto del cemento si usa solo argilla.

    Metodo 4. Simile al primo metodo. Non puoi cospargere le scorie sopra. La segatura può essere spalmata sopra con argilla solo non molto liquida, in modo che non si rovesci in profondità all’interno.

    Isolamento del soffitto con argilla espansa

    Considerando che l’argilla espansa è un materiale piuttosto pesante, non è consigliabile isolare i pavimenti in legno con esso. Il rischio è troppo grande che il ponte di legno crolli. Riscaldamento del soffitto con soffitti in cemento con argilla espansa.

    Prima di tutto, la superficie del pavimento in calcestruzzo deve essere ricoperta da un film barriera al vapore. Dovrebbe essere posato con una sovrapposizione, i giunti dovrebbero essere incollati con nastro adesivo. Viene eseguita una sovrapposizione sulle pareti, di circa 40 – 50 cm, anche le travi in ​​legno e un camino devono essere incollate con un film barriera al vapore.

    Isolamento del soffitto con argilla espansa

    Successivamente, l’argilla accartocciata viene posizionata sul film. E già in cima – argilla espansa. Per un migliore isolamento termico, viene utilizzata una miscela di argilla espansa grossolana e fine. Quindi il piccolo riempirà i vuoti e il riempimento risulterà più uniforme. Per un clima freddo, uno strato di argilla espansa dovrebbe essere di 50 cm Consigliato in alcune fonti 15 – 20 cm non salveranno la situazione. È dovuto al fatto che per l’isolamento termico di alta qualità l’argilla espansa deve essere coperta con uno strato così grande, è usata raramente.

    Sopra l’argilla espansa viene disposto un massetto di cemento-sabbia leggero con uno strato di 50 mm. La malta deve essere abbastanza spessa da non fuoriuscire in profondità nel rinterro. Pertanto, in soffitta si ottiene un pavimento sufficientemente resistente e può essere utilizzato per riporre qualcosa o come locale caldaia. Un grande vantaggio è anche la completa sicurezza antincendio e la compatibilità ambientale di questo metodo..

    Isolamento del soffitto con argilla

    L’argilla è un materiale da costruzione antico, la cui portata è varia e sfaccettata. L’argilla stessa non viene utilizzata nell’isolamento, poiché per un efficace isolamento termico il suo strato deve essere semplicemente colossale – 50 – 80 cm.Un soffitto in legno non può sopportare un tale peso, e anche un tale spessore del rinterro è semplicemente inappropriato, è meglio scegli materiale moderno.

    Pertanto, per isolare il soffitto, l’argilla viene utilizzata in una miscela con segatura..

    Isolamento del soffitto con argilla

    Innanzitutto, il pavimento è ricoperto da un film barriera al vapore che non consente il passaggio dell’acqua. Successivamente, puoi preparare una soluzione di segatura di argilla. L’acqua viene versata in una grande botte, nella quale vengono aggiunti 4-5 secchi di argilla. Quindi l’argilla viene impastata nell’acqua in modo che l’acqua si sporchi e l’argilla si dissolva quasi. Inoltre, una parte della miscela risultante viene versata nella betoniera e ricoperta di segatura. Man mano che si mescola, viene aggiunta la quantità di acqua. Di conseguenza, la soluzione dovrebbe risultare né liquida né densa..

    Quindi la miscela risultante viene applicata al soffitto con uno strato di 150 – 200 mm. La superficie viene livellata e lasciata asciugare. Le crepe possono apparire mentre si asciuga. Sono ricoperti di argilla ordinaria.

    Isolamento del soffitto con canne

    Isolamento del soffitto con canne

    Un’ottima opzione per isolare il soffitto nell’attico di una casa in legno sono le stuoie di canna. Le moderne stuoie di canna, legate con spago o filo, sono semplicemente impilate sopra i soffitti in modo sfalsato. Meglio se ci sono 2 strati, il secondo si sovrapporrà alle giunture dei tappetini del primo strato, rimuovendo i “ponti freddi”. Lo svantaggio di questo metodo è il rischio di incendio..

    Isolamento del soffitto con alghe

    Isolamento del soffitto con alghe

    Per coloro che desiderano isolare il soffitto con materiali naturali, l’alga è adatta. Nelle regioni costiere, questo materiale può essere acquistato per una miseria e, se lo desideri, puoi ordinare la consegna in un’altra regione. Il vantaggio delle scale di alghe è che i topi non vi entrano, sono ipoallergenici e persino medicinali, poiché sono saturi di iodio e sale marino, i cui vapori sono utili, inoltre non supportano la combustione e non fumano. Insetti e microrganismi non crescono nelle alghe.

    Le alghe non temono l’umidità, quindi non è necessario vaporizzare il pavimento. Le scale vengono posate direttamente sul pavimento o sul pavimento con uno strato di 200 mm. Dall’alto, puoi attrezzare il pavimento o posare le assi per facilità di movimento.

    Isolamento termico del soffitto con ecowool

    Isolamento termico del soffitto con ecowool

    Ecowool o lana di cellulosa è un materiale moderno che si posiziona come naturale. Per ridurre l’infiammabilità, viene trattato con ritardanti di fiamma o acido borico. Ecowool assorbe l’umidità di per sé, quindi non è necessario stendere un film barriera al vapore.

    Ecowool si posa immediatamente su pavimenti in legno o cemento. Per questo è necessaria una speciale unità di soffiaggio, grazie alla quale tutte le fessure vengono soffiate, lo strato isolante è ottenuto come monolitico e saturo di aria racchiusa all’interno. Per la maggior parte delle regioni della Federazione Russa è sufficiente uno strato di lana ecologica da 250 mm, ma nelle regioni più fredde è meglio realizzare 400 – 500 mm.

    La tecnologia di isolamento del soffitto con ecowool a volte include la spruzzatura di acqua. È necessario per accelerare il processo di formazione della lignina. Quindi, dopo 1 – 3 settimane, appare una crosta sopra l’ecowool. A causa del fatto che questo materiale tende ad incrostarsi, è sempre necessario effettuare una scorta del 5 – 15%.

    Isolamento del soffitto con Penoplex

    Penoplex è un rappresentante della famiglia del polistirene espanso estruso. Questo materiale è più resistente del polistirene, il che significa che può essere utilizzato per isolare i pavimenti in cemento prima di versare un pavimento in cemento dall’alto. Una buona opzione per isolare i soffitti del primo o del secondo piano di una casa privata di pochi piani.

    Non è consigliabile isolare il soffitto con Penoplex, se i pavimenti sono in legno. Il fatto è che l’EPS è un materiale assolutamente non traspirante. Di conseguenza, l’umidità si accumulerà nelle strutture in legno, questo porterà alla comparsa di muffe e funghi..

    Prima di posare Penoplex su un pavimento in cemento, quest’ultimo deve essere controllato per irregolarità. In primo luogo, la superficie viene livellata, solo dopo può essere posato il materiale barriera al vapore.

    Isolamento del soffitto con Penoplex

    Quindi vengono disposte le lastre Penoplex. Assicurati di fare una pausa. Fissato alla superficie con tasselli speciali con una testa a fungo. I giunti tra le lastre sono riempiti con schiuma poliuretanica. Dopo che la schiuma si è asciugata, viene versato sopra un massetto di cemento-sabbia con uno strato di 50 mm. Servirà come pavimento solido in mansarda o secondo piano..

    Isolamento del soffitto con lana minerale (Ursoy)

    Il materiale moderno più richiesto per l’isolamento del soffitto è la lana minerale. Uno dei produttori di materiali per l’isolamento termico a base di minerali o fibra di vetro è l’azienda Ursa, che offre sia posizioni dei rulli che