pitture e vernici

Pittura a olio

Oggi, grazie a tecnologie di riparazione innovative, alla professionalità degli imprenditori edili, a una varietà di pitture e vernici, finiture e altri materiali da costruzione, è abbastanza facile iniziare a eseguire lavori di riparazione di qualsiasi complessità, dalla ristrutturazione cosmetica alla ristrutturazione “chiavi in ​​mano” in stile europeo . Va tenuto presente che la qualità della riparazione dipende direttamente non solo dal lavoro ben coordinato degli artigiani, ma anche dai materiali di consumo, in particolare dai prodotti per vernici e vernici, la cui gamma è rappresentata da diversi tipi principali di dipingere.

Contenuto

Pitture e vernici: tipi e caratteristiche di applicazione

Vernice a base d’acqua è un prodotto ecologico utilizzato per la colorazione uniforme di superfici interne e facciate di edifici. Il risultato è una finitura opaca uniforme in tonalità pastello. Dopo l’applicazione della vernice, l’acqua utilizzata come legante evapora formando una pellicola protettiva. Ecco perché la vernice a base d’acqua viene utilizzata in ambienti con elevata umidità..

Vernice strutturata È una vernice a base d’acqua con l’aggiunta di speciali cariche. Utilizzando varie tecniche e strumenti di applicazione, la vernice strutturata consente di creare motivi in ​​rilievo ed effetti volumetrici originali.

Smalto, resistente alle manifestazioni avverse dell’ambiente esterno, giace piatto sulla superficie, formando un film lucido.

Vernici aerosol, utilizzato nei lavori di finitura, mediante una bomboletta applicata sulla superficie da verniciare, formando uno strato protettivo uniforme.

Colori acrilici merita giustamente il titolo di vernice di nuova generazione: garantisce la qualità e l’estetica dell’aspetto della superficie verniciata, nonché una protezione a lungo termine contro le manifestazioni aggressive dell’ambiente esterno.

E infine, Dipinti ad olio, destinato alla verniciatura di superfici esterne ed interne, per prodotti in metallo e legno naturale. Il principale vantaggio della pittura ad olio è considerato un alto grado di riempimento, il che significa che il suo consumo è insignificante..

I tipi e le caratteristiche qualitative dei colori ad olio sono noti ai consumatori da molto tempo e, nonostante il costante miglioramento della formulazione e della tecnologia di produzione, i colori ad olio sono ancora gli stessi di molti anni fa. Viene utilizzato come primer per prodotti in legno naturale, per la verniciatura di telai e porte, tubi metallici e radiatori e come diluente trementina, acquaragia, solvente, benzina o kerosene..

La pittura ad olio ha uno svantaggio significativo: la superficie dipinta da essa non “respira”, e questo è irto dell’aspetto di piccole crepe, l’olio essiccante può ingiallire nel tempo, il colore sbiadisce e la superficie perde la sua attrattiva. Tuttavia, a causa del suo basso costo e disponibilità, la pittura ad olio viene utilizzata attivamente nei lavori di riparazione e il volume della sua produzione è solo in aumento..

Pittura ad olio: composizione

Quindi, nella composizione della pittura ad olio, vengono isolati un pigmento e un legante, che è l’olio essiccante. Come pigmento viene utilizzata farina minerale finemente macinata, insolubile in olio, acqua e solventi domestici. È più pesante della base, il che significa che affonda sul fondo del contenitore insieme alla materia colorante. Ecco perché, prima di iniziare la verniciatura, la vernice viene agitata delicatamente e accuratamente miscelata..

La tecnologia di produzione della pittura ad olio consiste nel mescolare una piccola parte dell’olio essiccante con il pigmento principale. Dopo aver aggiunto il resto della polvere minerale, la miscela viene diluita alla consistenza richiesta e passata attraverso un mulino per vernici. Se la materia colorante è grattugiata densamente, è necessario aggiungere il 18-40% di olio essiccante, che esternamente assomiglia a un liquido marrone, piuttosto denso sotto forma di olio sintetico o vegetale.

Oggi i più comuni sono la vernice alchidica e l’olio. Gli oli essiccanti alchidici sono costituiti da resine modificate con olio. Le vernici ad olio possono essere naturali, che sono sicuramente della più alta qualità e più costose. Sono formati dalla lavorazione speciale di oli vegetali essiccanti – canapa, semi di lino a temperature fino a 150 ° C. Al contrario, gli oli essiccanti combinati contengono il 30% di solvente e il 70% di olio..

Di solito, il tipo di olio essiccante utilizzato è indicato sul barattolo di vernice. I colori ad olio hanno una buona durata e potere coprente. Il loro unico inconveniente è considerato un odore specifico persistente, quindi si consiglia di utilizzarli per lavori all’aperto..

In conformità con i requisiti e le norme di GOST e in base al tipo di sostanza filmogena, si distinguono i colori ad olio di diversi marchi:

  • su olio essiccante naturale – MA-021;
  • su olio essiccante combinato – MA-025;
  • su olio gliftale – GF-023;
  • su vernice pentaftalica – PF-024.

Il numero “2” indica che la vernice diluita con l’olio essiccante indicato viene utilizzata per la verniciatura su qualsiasi superficie..

Tavolozza dei colori della pittura ad olio

La tavolozza dei colori ad olio è piuttosto varia:

  • colore avorio (200 g/mq);
  • giallo pallido (160 g/m2);
  • beige (120 g/mq);
  • grigio (100 g/m2);
  • azzurro (100 g/m2);
  • blu (100 g/m2);
  • blu (100 g/m2);
  • giallo (140 g/m2);
  • insalata (140 g/m2);
  • pistacchio (135 g/m2);
  • verde (100 g/m2);
  • rosso (65 g/m2);
  • rosso scuro (100 g/m2);
  • marrone (100 g/m2).

Tra parentesi è indicato il potere coprente del colorante per la consistenza della vernice..

Se la pittura ad olio contiene un solo pigmento colorante nella sua composizione, allora porta il nome di questo colorante, per esempio, "ocra", "piombo rosso" ecc. La vernice finita viene consegnata agli scaffali dei negozi in contenitori da 0,5-3 litri. Le informazioni sull’etichetta consentono di scoprire lo scopo della vernice, i diluenti utilizzati, la tavolozza dei colori, il consumo per 1 metro quadrato della superficie disponibile, le condizioni e le caratteristiche dell’applicazione e il tempo di asciugatura.

13 consigli utili per lavorare con la pittura ad olio

1. Se, a causa della colorazione, è necessario ottenere una superficie opaca, alla vernice viene aggiunta una soluzione al 40% di sapone domestico (100 grammi di sapone per 3 litri di vernice). Per fare questo, i trucioli di sapone vengono versati con acqua, riscaldati fino a completa dissoluzione e aggiunti alla composizione colorante..

2. Se uno strato di vernice è coperto da un film, non è affatto necessario filtrarlo. È sufficiente immergere un pezzo di calza di nylon nel contenitore e immergervi direttamente la spazzola.

3. Quando si dipingono le pareti, rimuovere la vecchia pittura con una spatola, inumidendo le pareti con abbondante acqua. Dopo l’essiccazione, coprire tutte le crepe e adescare accuratamente in direzione orizzontale e verticale. Usa il vetro per selezionare il colore e la sfumatura desiderati. Se il colore risultasse troppo scuro, aggiungere una piccola quantità di gesso, se pigmenti di colore chiaro.

4. La superficie verniciata può essere lavata con acqua a temperatura ambiente con l’aggiunta di bicarbonato di sodio e ammoniaca, quindi asciugare con un panno morbido.

5. Per escludere la possibilità che la vernice cada sul pavimento al momento della colorazione, puoi utilizzare un bulbo a siringa in gomma: ti basterà appoggiarlo sul manico della spazzola e non dovrai più perdere tempo a rimuovere le macchie sgradevoli.

6. Puoi eliminare l’odore sgradevole della pittura ad olio usando 2-3 contenitori con acqua salata posti nella stanza..

7. Non mescolare mai la vernice a olio. Rimuovilo con cura, ma se in questo momento è strappato, taglia un pezzo di garza dalla garza e abbassalo in un barattolo sopra la tintura. Dopo aver coperto tutti i pezzi del film, la garza affonderà sul fondo con esso.

8. La pittura ad olio non si asciugherà a lungo se la sua superficie viene versata con un sottile strato di olio di girasole.

9. Dopo la colorazione, immergere il pennello in un barattolo d’acqua.

10. Se la superficie del pavimento, delle piastrelle o della finestra viene trattata con acqua saponata prima di iniziare la riparazione, la vernice che viene accidentalmente a contatto con essa può essere facilmente rimossa..

11. Prima di utilizzare nuove spazzole, avvolgere lo spago per circa 2/3 della lunghezza dei capelli..

12. Per evitare la caduta dei capelli su una spazzola acquistata, tenerla in acqua per un paio di giorni..

13. La pittura ad olio su un pennello asciutto può essere facilmente rimossa ponendola in un contenitore con cherosene, ammoniaca, trementina o altri solventi..

Un video da youtube ti mostrerà cosa cercare quando acquisti e usi la vernice, in base allo scopo previsto