Piani

Substrato sotto la tavola del parquet: caratteristiche di selezione e installazione

Il listello per parquet può essere posato su massetto di cemento, pavimento in legno o base in compensato. Indipendentemente dal tipo di sgrossatura, la maggior parte degli artigiani afferma che l’impermeabilizzazione e un substrato sono prerequisiti per un’installazione competente. Perché è così importante fare uno strato tra la base e il rivestimento stesso? L’articolo discuterà quale substrato è migliore per una tavola da parquet.

Contenuto:

Cosa dà l’uso di un substrato per una tavola da parquet

Per cominciare, qualsiasi materiale posato sotto una tavola di parquet ha un paio di missioni importanti: allungare la vita del rivestimento del pavimento e renderne l’utilizzo il più confortevole possibile. Ma questi obiettivi sono raggiunti grazie alle seguenti qualità del substrato:

  • Correzione di piccole imperfezioni superficiali. Molti potrebbero dubitare della “necessità” di questa qualità, perché prima di posare la tavola, la superficie del pavimento viene livellata in un modo o nell’altro. Questo è vero, ma anche un muratore molto esperto trova difficile ottenere una perfetta planarità, ad esempio un massetto di cemento. Quindi non vale certamente la pena risparmiare sul substrato per il bene di questo punto..
  • Isolamento termico aggiuntivo. Oltre al fatto che il calore della base sotto i nostri piedi è un criterio molto frequente con cui si valuta il comfort e l’intimità in casa, la base normalizza il microclima tra la base e il materiale di finitura finale.

  • Isolamento acustico. Oltre alla bassa conducibilità termica, i substrati smorzano il rumore dei proprietari dell’appartamento e lavorano nella direzione opposta. Cioè, non lasciano entrare il rumore dei vicini di sotto. La comodità per gli abitanti di due appartamenti è fornita da un materiale. E oltre ai gradini, il substrato smorzerà sia le vibrazioni che i suoni degli elettrodomestici..
  • Impermeabilizzazione. La sua necessità è già stata menzionata sopra. Affinché il pannello del parquet possa durare a lungo e non si deformi, è necessaria la sua protezione dall’umidità, indipendentemente dal microclima prevalente in casa o in appartamento. I substrati in un modo o nell’altro fungono da barriera tra l’acqua e una tavola di parquet.

Tutte queste caratteristiche sono più o meno inerenti ai substrati, che verranno discussi di seguito. Oltre a tali caratteristiche, è importante che il consumatore abbia qualità come:

  • durabilità del materiale;
  • la sua compatibilità ambientale e sicurezza;
  • forza (in modo che il peso dei mobili e una grande folla di persone non influenzino il substrato);
  • e ovviamente il prezzo.

La scelta dei materiali è ampia e tutti hanno proprietà diverse. Ha senso confrontare i pro ei contro di ciascuno per trovare l’ideale..

Substrato Tuplex

È un eccellente esempio di materiale in cui gli sviluppatori hanno cercato di coprire l’intera gamma di compiti risolti dal substrato..

  • Si compone di tre strati. Il primo è permeabile al vapore. Grazie ad esso, l’umidità e la condensa non si accumulano e danneggiano la tavola del parquet. Rimarranno nel secondo strato di polistirolo espanso e verranno rimossi da esso attraverso i bordi aperti. Questa caratteristica richiederà l’acquisto di battiscopa con uno speciale design ventilato: non solo premono saldamente il pannello del pacchetto sul pavimento, ma non trattengono l’umidità rimossa dal substrato..
  • Poiché il polistirene espanso è un buon isolamento, “Tuplex” è consigliato per l’uso in case di campagna, edifici privati ​​e cottage. Se i pavimenti dell’appartamento non differiscono per il calore, l’uso di un tale substrato può migliorare la situazione..
  • Anche l’isolamento acustico di tale materiale è di alto livello. Tuplex è un prodotto polimerico ecologico. La sua densità consente non solo di livellare bene la base, ma anche di distribuire il carico qualitativamente. Una tavola da parquet con un tale substrato è protetta in modo affidabile..
  • Il prezzo di questo sottofondo per una tavola da parquet è di 90-120 rubli / m2.

Parkola

  • Uno dei componenti di questo substrato per una tavola da parquet è il mastice bituminoso. I granuli di sughero sono distribuiti uniformemente sullo strato di bitume. Forniscono affidabilità, durata e ventilazione adeguata.

  • Un tale substrato era un materiale ideale, se non per uno svantaggio significativo: la vicinanza a sistemi di riscaldamento o temperature ambientali elevate fungono da catalizzatori per una reazione in cui il mastice bituminoso inizia a rilasciare formaldeide dannosa. Quindi le prestazioni estremamente elevate in termini di isolamento termico e acustico, una buona protezione contro l’umidità impallidiscono di fronte ai possibili danni alla salute..
  • Gli standard di qualità europei sconsigliano l’uso di tale materiale.

propilene espanso

  • Chi cerca l’opzione più conveniente dovrebbe optare per un materiale come il propilene espanso. È possibile acquistare un tale substrato per una tavola da parquet per 20 rubli / m2.
  • Selezionato correttamente nello spessore, affronterà i compiti principali del materiale posato sotto il parquet. È in suo potere (anche se in misura minore rispetto ai casi sopra descritti) fungere da barriera contro il rumore e il vapore, fornire uno strato intermedio per l’isolamento aggiuntivo dei pavimenti nella stanza. Tutto questo diventa possibile grazie alla struttura porosa, che purtroppo manca di robustezza e durata..
  • Il periodo di “idoneità professionale” per un supporto in schiuma di propilene è limitato a sette-dieci anni. Allo stesso tempo, nessuno dei venditori ammette onestamente da quanto tempo il rotolo è rimasto nel magazzino. Il materiale non si “ridurrà”, come credono alcuni acquirenti (questo sarebbe l’ultimo dei mali).
  • Il supporto si disintegrerà in una polvere, che non prolungherà in alcun modo la vita del pannello del parquet. Un altro svantaggio significativo è l’eccezionale infiammabilità del materiale. Tale rivestimento prenderà rapidamente fuoco, mentre emetterà fumi estremamente tossici..
  • Il sottofondo per pavimenti in parquet e laminato penopremium gode di recensioni positive sul mercato dei materiali da costruzione.

Supporto in lamina

  • Questo materiale è una sorta di modifica del supporto in schiuma di propilene sopra descritto. È su di esso che viene applicato uno strato aggiuntivo di pellicola come base. Questo viene fatto al fine di migliorare l’isolamento termico e le prestazioni di impermeabilizzazione. Tale materiale si adatta bene anche all’assorbimento del rumore..
  • La sua durata rimane ancora ridotta, quindi è più opportuno utilizzarlo come substrato per rivestimenti per pavimenti economici e non troppo durevoli, ad esempio sotto un laminato. Per una tavola da parquet costosa e di alta qualità, è comunque preferibile scegliere un’altra opzione..

Sottofondo in sughero per tavole da parquet

  • Un sottofondo in sughero per una tavola da parquet è l’opzione migliore per la stanza di un bambino. Isolamento termico e assorbimento acustico sono qualità assolutamente imprescindibili in questa stanza. È un materiale resistente, durevole ed elastico.
  • La sua compatibilità ambientale garantisce che nessun vapore nocivo e formaldeide durante il suo funzionamento danneggi la salute umana..

  • Lo spessore del supporto in sughero per una tavola da parquet va da 1,5 a 8, a volte 10 mm. Nel caso della posa di tavole di parquet, non si dovrebbero inseguire tassi elevati. L’opzione migliore sarebbe quella di acquistare un supporto di sughero di 2 mm di spessore. Un materiale con dimensioni più piccole non resisterà al carico e inizierà a sgretolarsi, e una versione più densa “minaccerà” il tipo di bloccaggio della connessione del parquet dall’interno. Né l’uno né l’altro aumenteranno la durata del rivestimento, ma piuttosto lo danneggeranno.
  • Tra gli svantaggi significativi, oltre al costo, c’è solo uno svantaggio costruttivo: il substrato di sughero ha molta paura dell’umidità. Se il rivestimento si bagna, perderà tutte le sue “capacità” e richiederà una sostituzione completa. La posa di un supporto in sughero è consigliata solo in ambienti con bassa umidità dell’aria, predisponendo lo strato impermeabilizzante più affidabile. Se non è possibile trovare un substrato in vendita che sia già dotato di tale protezione, non sarà difficile far fronte al compito con le proprie mani..
  • Ma come premio il consumatore riceve un ottimo materiale: non compresso nel tempo, elimina perfettamente irregolarità e piccoli difetti sul pavimento, ecologico, non soggetto a processi di degrado.

Principi generali per la scelta di un supporto per una tavola da parquet

Prima di posare il supporto, è necessario considerare i parametri che saranno determinanti nella scelta del materiale:

  • condizioni nella stanza in cui verrà montata la tavola del parquet. Stimare i possibili carichi sul pavimento in ambiente, umidità e temperatura;
  • Sicurezza ambientale. La camera da letto e la cameretta richiedono che il substrato soddisfi tutti gli standard di sicurezza;
  • altrettanto importanti sono le caratteristiche qualitative del supporto. L’assenza di uno strato impermeabilizzante può essere compensata facendolo da solo, ma quasi nessuno vuole aprire i pavimenti in 5-7 anni per cambiare il supporto;
  • il rapporto tra la qualità della pavimentazione e il rivestimento sottostante. Se è stata acquistata una tavola per parquet laminata economica, progettata per essere sostituita dopo 7-10 anni di funzionamento, non è necessario spendere soldi per un substrato costoso. Assolutamente non budget Duplex o materiale in sughero non giustificheranno i soldi spesi per loro. Questo è il caso in cui il propilene espanso (da solo o con uno strato di pellicola) sarà la soluzione migliore;

  • si consiglia di scegliere un sottofondo fonoassorbente di alta qualità per il parquet. Le migliori prestazioni per i materiali in sughero.

Barriera al vapore aggiuntiva: quando potresti averne bisogno? Per quei casi in cui la posa viene eseguita su fogli di compensato o qualsiasi altra base secca nota, non è richiesta la riassicurazione sotto forma di uno strato aggiuntivo di barriera al vapore. Ciò è particolarmente importante se si acquista Tuplex o Parkolag come substrato. È meglio non correre rischi con una fodera in sughero e posare uno strato di polietilene per protezione. E un massetto cementizio richiederà in ogni caso uno strato di barriera al vapore, indipendentemente dai materiali..

Un po’ di più sui parametri

  • La questione dello spessore richiesto del substrato preoccupa molti acquirenti. Tuttavia, l’affermazione consolidata nella mente che più è meglio, spinge molti ad acquistare materiale più spesso..
  • Vale la pena iniziare un programma educativo con il fatto che, secondo gli standard di costruzione, esiste una chiara definizione di una fondazione “piatta”. Si considera tale quando i dislivelli in un paio di metri quadrati non superano i 3 mm..
  • Lo spessore del supporto, pari a due millimetri, è sufficiente per appianare tali sfumature. Il sughero e la schiuma di propilene si distinguono per la loro elasticità. Se vengono posati troppo spessi, aumenterà solo le differenze di altezza. Di conseguenza, sotto carico pesante, la tavola del parquet si deformerà alle giunture..
  • Il meccanismo delle serrature è piuttosto denso, ma tali influenze dure causeranno prima uno scricchiolio, quindi gli elementi del rivestimento inizieranno a rompersi.

Come installare un sottopavimento e un’installazione a pavimento

  • Sia il parquet multistrato che la possibilità di rivestimento in legno massello richiedono l’installazione con la stessa tecnologia..
  • La base deve essere piana, solida, priva di crepe ed evidenti dislivelli. Le deviazioni consentite sono già state menzionate sopra..
  • Si consiglia di conservare la tavola di parquet acquistata all’interno a temperatura ambiente normale per un paio di giorni.
  • Quando si lavora sull’installazione, è importante che il termometro non scenda al di sotto di + 18 ° C e l’umidità non superi il 65% (con un valore minimo consentito del 35%).
  • Prima di posare il sottofondo, viene posato un ulteriore strato di impermeabilizzazione su una superficie piana, se ciò è dettato dalle condizioni della stanza. Il materiale di supporto è steso su di esso. Poiché nella maggior parte dei casi si tratta di un materiale in rotolo, le tele devono essere srotolate per l’intera lunghezza della stanza e fissate insieme con del nastro adesivo. Le stuoie in polipropilene sono posate l’una vicino all’altra, con uno spostamento della fila successiva (alla maniera della muratura). Tra di loro, sono anche incollati con del nastro adesivo..

  • Sul lato della tavola del parquet, che sarà adiacente al muro, viene tagliata una spina. Lo spazio tra il muro e la prima fila dovrebbe essere di 10-15 mm. Per renderlo uniforme, usa pioli della stessa larghezza o rivestimento della tavola.
  • I pannelli della prima fila sono collegati con una serratura e ben battuti insieme usando un martello (o un normale martello, ma poi si colpiscono attraverso un blocco di legno per danneggiare le serrature e le lamelle stesse).
  • Il parquet è posato in modo irregolare. Ciò migliora le sue caratteristiche di resistenza e lo aiuta a distribuire meglio il carico tra le lamelle. Pertanto, la seconda riga inizia con un elemento breve. È circa un terzo più corto della prima tavola nella fila di partenza. Innanzitutto, tutte le lamelle della seconda fila vengono unite per tutta la lunghezza. E poi scattano in posizione con il primo leggermente inclinato. Il lavoro viene eseguito in più fasi, è necessario iniziare dal bordo e portare gradualmente le lamelle successive nella connessione. Ogni scheda collegata viene battuta con un martello.

  • Per estrarre saldamente l’ultima lamella di fila, usa un morsetto.
  • La terza striscia di pannelli inizia con una tavola due terzi più piccola dell’originale. L’operazione di connessione è la stessa di cui sopra..
  • La quarta riga duplicherà quella iniziale (lungo la lunghezza della prima tavola). E secondo questo algoritmo, l’intera copertura si adatta.
  • La parte più difficile dovrà essere nei punti in cui le lamelle si adattano al telaio della porta o dove è necessario bypassare il montante dell’impianto di riscaldamento. Nelle schede, dovrai fare dei segni e ritagliare con cura in base alla configurazione del tubo.
  • Dopo il completamento dei lavori di installazione, i cunei distanziatori vengono rimossi lungo le pareti e vengono montati i battiscopa.

Ora, quando non viene messa in discussione la necessità di acquistare un materiale come un substrato, resta solo da acquistare un’opzione accettabile per te stesso, mettere correttamente una tavola di parquet e goderti un pavimento caldo e resistente nel tuo appartamento o casa..