Piani

Pavimento galleggiante fai da te. Dispositivo per pavimento flottante

Ci sono diversi sistemi che rientrano in questa definizione. Ciò è dovuto all’ampia varietà di materiali da costruzione. Ma se lo guardi, la caratteristica principale di tutti i tipi di pavimenti galleggianti è l’assenza di un fissaggio rigido con la base. La struttura dei pavimenti galleggianti è una torta multistrato realizzata con materiali di vari scopi, che formano un’unica struttura..

Contenuto:

I vantaggi di un pavimento flottante

Perché creare pavimenti galleggianti dal design complesso, se esiste già un massetto cementizio collaudato??

Ciò è dovuto principalmente alle sue elevate proprietà di isolamento acustico. Ciò è facilitato dalla posizione indipendente del rivestimento del pavimento rispetto alla base e alle pareti..

Altrettanto importante è la capacità di realizzare un buon isolamento termico al suo interno. Ciò è particolarmente vero per i primi piani..

Il terzo vantaggio è la facilità di installazione (se si utilizza un massetto a secco o quando si installa un pavimento prefabbricato)

Oltre ai vantaggi elencati, ce ne sono molti altri:

  • massetto galleggiante multistrato fornisce resistenza e rigidità della struttura;
  • buon isolamento termico e acustico;
  • effetto di deprezzamento, che ha un effetto positivo sul sistema muscolo-scheletrico;
  • facilità di cura.

La maggior parte dei residenti di edifici a più piani soffre di rumore da impatto. Si verifica quando si cammina velocemente, si salta, si spostano mobili pesanti, ecc. Le lastre di cemento non sono in grado di assorbirlo. L’opzione migliore sarebbe quella di installare un pavimento galleggiante, che può migliorare le prestazioni di isolamento acustico di un appartamento di quasi il 50%..

Non richiede cure particolari durante il funzionamento. Viene lavato, aspirato e pulito come qualsiasi altro rivestimento per pavimenti.

Costruzioni a pavimento flottante

In totale, ci sono diversi tipi principali: prefabbricato, sughero, calcestruzzo e massetto a secco. Diamo un’occhiata più da vicino a ciascuno di essi..

Pavimento galleggiante prefabbricato

Questo tipo include pavimenti in laminato, pannelli scanalati e parquet, quindi è anche chiamato pavimento galleggiante in legno. Prima di procedere alla sua posa, i materiali devono giacere per qualche tempo nel locale in cui verranno posati.

Una delle condizioni più importanti per un pavimento di alta qualità è l’uniformità della base. Se ha piccoli graffi, scheggiature o altri piccoli difetti, va bene. Ma se la base presenta irregolarità significative, la sua durata sarà drasticamente ridotta..

Controlla l’uniformità usando un binario o un righello di due metri. Attaccando la guida al pavimento, puoi vedere se si è formata una fessura.

Pavimento galleggiante in sughero

Per questo vengono utilizzati pannelli multistrato, il cui strato superiore è realizzato in sughero naturale. Ciascuno di questi pannelli ha il suo modello unico. Non hanno un attacco alla base, ma sono solo collegati tra loro tramite il sistema “scanalatura-pettine”, le cui giunture sono trattate con colla resistente all’umidità. Se necessario, sono facili da smontare e spostare in un altro luogo.

Massetto a secco

Rappresenta la creazione della base per il rivestimento del pavimento finale. Deve avere buone proprietà di isolamento acustico e termico. Pertanto, è necessario scegliere il materiale per esso, a seconda degli obiettivi necessari. Quindi, per un buon isolamento acustico, dovresti optare per la lana minerale, che ha il più alto indice di riduzione del rumore. E la plastica espansa farà fronte bene al compito di isolamento..

Pavimento galleggiante in cemento

È il più durevole di tutti i pavimenti galleggianti. Pertanto, viene spesso utilizzato dove ci sono carichi pesanti sul pavimento: in magazzini e locali industriali. Ma anche nelle case private, non è raro, poiché è affidabile e durevole..

Esso consiste in:

  • base piatta;
  • materiale di isolamento termico;
  • impermeabilizzazione;
  • massetti;
  • nastro isolante.

Quando si posa un tale pavimento al piano terra, è necessario installare un materiale impermeabilizzante. Inoltre, lungo l’intero contorno della stanza, è montato un nastro isolante per bordi. Il massetto viene colato da calcestruzzo di alta qualità utilizzando una rete metallica di rinforzo.

Questo tipo di pavimento richiederà l’installazione di circuiti di riscaldamento. Non importa se sarà un pavimento termoisolato ad acqua o elettrico, l’importante è che dovrebbe essere.

Tecnologia del pavimento flottante

La struttura del pavimento galleggiante è composta da 3 strati principali.

Base. La condizione principale è che deve essere duro. Questo può essere un massetto in cemento, un pavimento in cemento armato o un pavimento in legno..

Strato di rivestimento. Questi sono isolon, schiuma, argilla espansa o lana minerale. Il tipo di supporto viene selezionato non solo in base alle caratteristiche tecniche del materiale, ma anche in base alla qualità del supporto rigido. Per una base piana, sono adatti fogli di polistirene, isolone, foglio insolon o linoleum. Se ci sono irregolarità significative, possono essere corrette con argilla espansa. Ma quando lo si utilizza, si consiglia di posare un isolante o qualsiasi altro materiale a prova di vapore tra lo strato di argilla espansa e la base.

Pavimentazione. Questo è un rivestimento del piano superiore, i cui elementi sono attaccati solo l’uno all’altro. Durante la posa, indipendentemente dal materiale, è necessario lasciare uno spazio attorno all’intero perimetro, tra esso e il muro di 10-15 mm.

Come realizzare un pavimento galleggiante prefabbricato con le tue mani

Prima di realizzare un pavimento galleggiante, è necessario livellare la base. Non è necessario realizzare un massetto in calcestruzzo per la posa di pannelli in laminato o maschio e femmina. È sufficiente che non abbia gocce e altre irregolarità. È consentito posarlo su un vecchio rivestimento del pavimento, purché uniforme. Considera di posarlo sull’esempio di un laminato.

Come substrato è possibile utilizzare Isolon o un rotolo di sughero sottile. Strumenti utili: metro a nastro, martello, matita, sega per metalli o seghetto alternativo.

Tutte le tavole sono fissate da quattro lati tra loro secondo il sistema “scanalatura-pettine” mediante un martello. Puoi iniziare la posa da entrambi i lati, ma in modo tale che i pannelli siano perpendicolari alla finestra, in questo caso le giunture saranno appena percettibili. Sulla base preparata, il substrato viene posato in una fila, su di esso, lungo il muro, viene posizionata una fila di pannelli laminati. In questo caso, non dimenticare lo spazio tra loro e il muro. Tutte le schede sono dotate di un martello, l’importante è non esagerare e bussare con attenzione. Alla fine della riga, la tavola viene tagliata a misura. Tutte le righe successive sono sfalsate. Alla fine vengono installati battiscopa con canaline via cavo.

Come realizzare un pavimento galleggiante in sughero

I pavimenti flottanti in sughero possono essere installati su linoleum o moquette esistenti. Ma solo se la loro superficie è perfettamente piana. In questo caso, sarà sufficiente smontare il battiscopa..

In caso di posa su massetto cementizio, deve essere planare, asciutto e pulito. Successivamente, viene posato un substrato sottile, la cui distanza tra le strisce dovrebbe essere di 1-2 cm. Inoltre, tra esso e le pareti viene lasciata una distanza di 1-2 cm..

Il sughero è un materiale igroscopico, pertanto è necessario uno strato di materiale impermeabilizzante (barriera al vapore o film di polietilene, isolon). L’impermeabilizzazione deve andare anche alle pareti della stanza ad un’altezza di 5-10 cm.

È auspicabile che i pannelli di sughero siano orientati nella direzione dei raggi del sole. La posa viene eseguita da destra a sinistra, in questo caso la cresta sarà diretta al muro e la scanalatura nella stanza. Pertanto, l’intera prima fila è montata lungo il muro. Dovrebbe essere calcolato in anticipo che la lunghezza dell’ultimo pannello non sia inferiore a 20 cm.Una nuova riga può essere iniziata dal resto dell’ultimo pannello della riga precedente. Durante l’installazione, i giunti non devono coincidere tra loro.

Dopo che il pavimento è stato posato, non è consigliabile appoggiarvi oggetti pesanti per una settimana..

Come realizzare un massetto a secco

Questo tipo di livellamento del pavimento è il più comune. Ciò è dovuto principalmente alla facilità di installazione e al basso costo dei materiali. Dopo averlo installato, non è necessario dedicare tempo all’asciugatura, ma è possibile iniziare immediatamente a finire il lavoro.

Inoltre, a differenza di un massetto in calcestruzzo, è leggero e può essere utilizzato senza carico sulle strutture portanti dell’edificio. Il suo unico inconveniente è la sua bassa resistenza all’umidità, ma questo problema può essere affrontato con l’aiuto di materiali impermeabilizzanti di alta qualità..

Molto spesso, un massetto a secco è costituito da due strati principali: riempimento a secco e materiale in fogli che lo copre. Come riempimento si utilizzano sabbia silicea o quarzifera, sabbia perlite o argilla espansa.

Questa fase non solo livella il pavimento, ma crea anche un buon isolamento acustico e termico. Dall’alto, è attaccato materiale in fogli, per il quale sono adatti pannelli in fibra di gesso, truciolato, compensato e altri materiali in fogli.

Per la barriera al vapore tra il rinterro e la base, viene posato un film di polietilene con una sovrapposizione sulle pareti. I giunti devono essere incollati con nastro rinforzato..

Quindi viene eseguita l’insonorizzazione. Per fare ciò, lungo il perimetro di tutte le pareti viene posata una striscia di lana minerale, isolante o schiuma con uno spessore di 0,5-1 cm.

Il riempimento viene effettuato da beacon, che vengono successivamente rimossi. Si distribuisce uniformemente sul pavimento e si compatta con cura. Si consiglia di riempire in piccole aree per evitare la possibilità di un’ulteriore curvatura del rivestimento del pavimento a causa dell’assestamento irregolare.

Il materiale in fogli viene posato sulla superficie secondo uno schema a scacchiera. I fogli sono fissati tra loro con viti autofilettanti..

Come realizzare un pavimento galleggiante in cemento

Viene prodotto sia in case o appartamenti privati, sia in impianti di produzione e stoccaggio. È resistente alle temperature estreme, forte e durevole e ha anche buone proprietà di isolamento acustico e termico. Puoi farlo da solo, in questo caso il prezzo di un pavimento flottante sarà molto più basso.

Se il pavimento è installato al piano terra di una casa o in locali industriali, è necessario posare un materiale impermeabilizzante montato su isolamento termico: plastica espansa, riempimento a secco, polistirene espanso o lana minerale.

Quando tutti i materiali isolanti vengono posati, viene fissato un nastro di contorno attorno al perimetro della stanza, che impedirà alle pareti di toccare la struttura del pavimento.

Dopo aver installato il nastro, inizia il versamento. Per questo, viene utilizzata una soluzione concreta. Maggiore è il grado di calcestruzzo, migliore sarà il massetto. Il riempimento viene eseguito secondo i beacon pre-esposti mediante rinforzo o rete di rinforzo.

Dopo il getto, il pavimento in cemento deve avere il tempo di asciugarsi..

Consigli

  • Si consiglia di posare il pavimento galleggiante a temperatura ambiente e in condizioni asciutte..
  • Non può essere ulteriormente fissato con viti, chiodi o colla..
  • In caso di posa di un pavimento prefabbricato, i pannelli prefabbricati devono rimanere chiusi per un po’ di tempo a temperatura ambiente prima di iniziare la posa..
  • La posa viene eseguita rigorosamente perpendicolare alle finestre e con uno spazio tra le pareti.
  • Dopo l’installazione, è necessario lasciare riposare il pavimento per 6 ore e solo dopo installare i battiscopa.