Muri

Decorazione da parete in laminato fai da te

I proprietari esperti che stanno pensando alla decorazione murale decorativa sanno che per conferire alla stanza rispettabilità e uno splendore accentuato, è più redditizio utilizzare legno e MDF, ma l’uso di questi materiali è spesso limitato dal loro costo significativo. Un secolo di tecnologia innovativa ha permesso di trovare un’alternativa più economica al legno e ai pannelli MDF, rendendo le riparazioni alla portata di tutti. E questa alternativa è il laminato.

Laminato per decorazione murale: i principali vantaggi

Non ha senso mettere in dubbio la praticità del laminato come materiale per la decorazione delle pareti, poiché è stato testato per lungo tempo come rivestimento per pavimenti.

Utilizzato in precedenza come alternativa più economica ai soliti pannelli in legno e pareti, oggi il pavimento in laminato sta gradualmente sostituendo i suoi concorrenti grazie ai suoi innegabili vantaggi..

I principali vantaggi del laminato come materiale per la decorazione murale:

  • Elevata compatibilità ambientale grazie alla componente in legno che fa parte dei pannelli laminati;
  • La durata è un importante vantaggio del laminato, che è rilevante nelle condizioni di rispetto delle regole operative;
  • Un’ampia scelta di trame e colori è il vantaggio dei pannelli laminati, dando vita alle idee più audaci dei designer;
  • La facilità di installazione consente di rifinire le pareti senza l’aiuto di specialisti;
  • Facilità di funzionamento ed elevata praticità consentono di effettuare agevolmente la pulizia ad umido dell’ambiente senza timore di rovinare i pannelli laminati.

Svantaggi del laminato che ne limitano l’uso

Nonostante il gran numero di vantaggi, i pannelli laminati presentano anche degli svantaggi che ne impediscono l’uso come materiale di finitura in qualsiasi stanza..

Ciò è dovuto principalmente alla bassa resistenza del materiale alle variazioni degli indicatori di temperatura e umidità, che ne escludono l’uso in bagno e in cucina..

Per finire il corridoio con l’aiuto di un laminato, non ci sono restrizioni, poiché i possibili cambiamenti nei fattori microclimatici indicati in questa stanza sono di natura a breve termine..

I principali parametri da seguire nella scelta di un laminato

Prima di passare al rivestimento delle pareti con laminato, è importante scegliere il materiale giusto, puntando non solo sulla sua economicità, ma anche sui fattori operativi che lo influenzano.

A questo proposito, quando si sceglie un materiale, è necessario concentrarsi sui seguenti parametri:

  • Possibile livello di sollecitazione abrasiva e meccanica. Questo fattore è importante da considerare quando si sceglie lo spessore del materiale. La pulizia frequente e l’esposizione costante agli artigli affilati degli animali è un motivo per abbandonare i pannelli troppo sottili;
  • Il metodo di installazione è forse il fattore più importante nel determinare la scelta del materiale. Anche l’affermazione opposta è rilevante: il tipo di laminato determina il metodo di fissaggio del materiale al muro.

Le principali tipologie di laminato

Detto questo, si distinguono i seguenti tipi di laminato, che devono essere familiarizzati prima di rispondere alla domanda: “Come fissare il laminato sul muro?”

  • Laminato adesivo, caratterizzato da bordi lisci e senza serrature. Il fissaggio di tali pannelli viene effettuato mediante chiodi liquidi;
  • Il laminato maschio e femmina è caratterizzato dalla presenza di una serratura maschio e femmina. La posa del laminato a parete prevede l’utilizzo della colla, senza incollare le serrature. Nel caso di fissaggio del materiale in modo asciutto, le strisce come una fodera vengono fissate con piccoli chiodi nella scanalatura della lingua;
  • Il laminato a clic è una modifica più moderna dei pannelli di palancole. Può essere fissato con la colla al tornio di legno.

Metodi di installazione per pannelli laminati

Pertanto, ci sono opzioni fondamentalmente diverse per il montaggio del laminato sulla parete:

  • Il primo metodo: fissaggio diretto del laminato alla parete mediante chiodi liquidi o colla, che consente di combinare facilmente la trama e il colore dei pannelli. Tuttavia, le pareti in questo caso necessitano di una preparazione aggiuntiva, poiché devono essere caratterizzate da una superficie perfettamente piana;
  • Il secondo metodo prevede la posa del laminato su una cassa di legno, che è preassemblata da doghe e fissata al muro. Nonostante gli ovvi vantaggi della possibilità di un ulteriore isolamento acustico, i proprietari spesso rifiutano questa opzione di montaggio, poiché le dimensioni della stanza in questo caso diminuiranno.

Installazione del laminato a parete: sequenza di lavoro

La prima fase del lavoro di finitura consiste nel calcolare la quantità richiesta di materiale. Considerando che il fissaggio del laminato viene eseguito su una superficie piana, non sarà difficile da calcolare. Per fare ciò, la larghezza del muro viene moltiplicata per la sua altezza e viene aggiunto un altro 10% al numero risultante, necessario per adattarsi al materiale. Per razionalizzare l’uso dei pannelli laminati, gli esperti consigliano di scegliere le strisce più adatte per dimensioni..

Prima di rispondere alla domanda: “Come fissare il laminato al muro?” è necessario chiarire che la preparazione del piano di lavoro è considerata una fase obbligatoria delle attività di finitura.

Nel caso di utilizzo di laminato adesivo, non sono necessarie misure speciali, è sufficiente che la superficie della parete sia piana e asciutta. Per un laminato, le cui caratteristiche implicano il suo fissaggio a una base del telaio, è necessario preparare una cassa di legno.

Per la sua fabbricazione, si consiglia di utilizzare doghe in legno con un diametro medio di 30 mm, che sono fissate con viti autofilettanti a una distanza fino a 40 mm. L’installazione delle doghe viene eseguita rigorosamente perpendicolare ai futuri pannelli. Allo stesso tempo, è consigliabile utilizzare il livello dell’edificio..

Inoltre, sono determinati con la scelta del punto di partenza. Innanzitutto, dipende dall’orientamento spaziale dei pannelli, che possono essere posizionati sia verticalmente che orizzontalmente. La posa orizzontale, a sua volta, è direttamente dipendente dalla versione del rivestimento, anch’essa diversa e può essere totale o parziale..

Se è previsto un rivestimento completo della parete o solo la sua parte superiore, i pannelli vengono fissati dal soffitto ed eseguiti nella direzione dall’alto verso il basso. In caso contrario, il muro è finito nella direzione opposta, partendo dal pavimento..

Nel caso di orientamento verticale dei pannelli, la decorazione e il disegno delle pareti con laminato inizia dall’angolo della parete in direzione da sinistra a destra. Affinché la finitura degli angoli non rovini l’aspetto della stanza, gli esperti raccomandano di lasciare spazi di deformazione di 15-20 mm dall’angolo del muro.

Il metodo di fissaggio del laminato dipende anche dal suo tipo: quando si fissa il laminato adesivo, la superficie posteriore dei pannelli e delle pareti viene rivestita con colla, dopodiché le assi vengono fissate alla parete mediante un livello.

Il fissaggio della seconda fila viene eseguito allo stesso modo, tuttavia, prima di fissare la striscia con la colla, viene inserita nella serratura del pannello precedente. Per ottenere un fissaggio aggiuntivo, la serratura è fissata con chiodi o graffette. Nel caso di decorazione murale con laminato palancolato, il suo fissaggio alla cassa viene effettuato mediante fascette che fissano il pannello dall’alto e dal basso.

Dopo aver rinforzato il laminato sul muro, la foto della stanza dopo la finitura può essere vista sotto, non è consigliabile lasciare nella sua forma originale le sezioni del muro a contatto con il piano del pavimento e del soffitto.

Gli artigiani consigliano di utilizzare battiscopa e angoli che nascondano tutte le imperfezioni che possano intonarsi al tono dei pannelli laminati o contrastarli con essi..