Muri

Allineare le pareti sotto le piastrelle con le tue mani

Durante i lavori di finitura, per una buona adesione del materiale alla base, è necessario preparare con cura la superficie. L’allineamento delle pareti sotto le piastrelle è una fase estremamente necessaria del lavoro, poiché su una superficie irregolare le piastrelle non terranno abbastanza saldamente. Se disponi il materiale di finitura sulle pareti senza la loro preparazione preliminare, con un alto grado di probabilità in futuro, dovrai spostare le piastrelle lungo l’intera parete o in alcune delle sue sezioni. Inoltre, l’irregolarità del muro viola l’estetica del suo aspetto, ogni irregolarità sulla piastrella è chiaramente visibile e evidente.

Sommario:

Valutazione della rugosità superficiale

Inizialmente è necessario valutare le irregolarità delle superfici da riparare. Per fare ciò, utilizzare un livello dell’edificio lungo, di almeno 2 m di dimensione, o un filo a piombo. Un chiodo viene conficcato in uno degli angoli della stanza, lasciando un’area pari a 2-3 mm sulla superficie. Funge da primo faro. Quindi prendono qualsiasi carico, legano un filo ad esso, avvolgino l’altra estremità del filo attorno all’unghia in modo che non raggiunga il pavimento per diversi centimetri. È ottimale scegliere un dado di medie dimensioni come carico, è meglio prendere un filo di nylon, poiché è meno suscettibile alla deformazione. Quando il carico sospeso smette di vibrare, il filo viene tirato in linea retta. Inoltre, nel punto inferiore della sporgenza del carico, viene inserito un altro chiodo, la sua testa si trova sulla stessa linea con il filo.

L’intera procedura viene ripetuta dall’altra parte del muro. Il risultato è una costruzione di quattro chiodi sulla superficie, che forma due linee rette. Ora un altro filo è fissato in diagonale – dal punto in alto verso il basso sull’altro lato. Quando si tira, assicurarsi che il filo non tocchi il muro. I fili tesi rendono facile identificare ogni irregolarità nel muro. Questo metodo di valutazione è di bilancio e non richiede strumenti speciali..

Con deviazioni della superficie fino a 10-15 mm, le pareti vengono livellate con miscele di intonaco o cemento. Le irregolarità più pronunciate vengono corrette con fogli di cartongesso. Questo metodo è anche chiamato intonaco secco. Tutti e tre i metodi sono adatti per livellare le superfici per la piastrellatura.

La scelta di una miscela per livellare

Quando si scelgono le miscele per livellare le pareti sotto le piastrelle con le proprie mani, è necessario concentrarsi su quanto spesso verrà applicato lo strato alle pareti. È inoltre necessario considerare il tipo di materiale adesivo. Negli alloggi è razionale utilizzare miscele a base di gesso; in questi ambienti non è importante solo la qualità della finitura, ma anche il microclima che crea. La miscela di gesso soddisfa tutti questi fattori. Per ambienti con elevata umidità – cucina, bagno, servizi igienici, una miscela a base di cemento è ottimale. Questi rivestimenti trattengono l’umidità e impediscono che penetri nella profondità della base in calcestruzzo..

Per l’auto-preparazione della soluzione, non è necessario disporre di competenze e abilità specifiche. La boiacca di cemento viene preparata da 1 parte di cemento M400 a 6 parti di sabbia. Il processo di cottura si presenta così: la sabbia viene versata nel contenitore, sopra di essa viene schiacciata con uno strato di cemento. Tutti i componenti vengono miscelati bene e quindi iniziano ad aggiungere gradualmente acqua al contenitore. L’intera miscela viene mescolata fino alla consistenza della panna acida liquida.

In alcuni casi, gli artigiani lavorano con una miscela nella proporzione di 1 parte di cemento in 2-3 parti di sabbia. Tale soluzione è più plastica, è più facile e veloce lavorarci, soprattutto se è necessario decorare una superficie verticale da cui la soluzione tende a drenare e cadere. La miscela finita viene diluita, seguendo le istruzioni, è necessario utilizzare la soluzione diluita entro 1-2 ore, pertanto non si dovrebbe preparare una grande porzione del materiale di lavoro in una volta. Tuttavia, per livellare le pareti sotto le piastrelle, il prezzo è leggermente ridotto se prepari la miscela per il lavoro da solo e non acquisti già pronti.

Livellare le pareti sotto le piastrelle con intonaco

È ottimale utilizzare il metodo di trattamento delle pareti con intonaco su basi in mattoni o blocchi. Anche questo materiale viene posato su basi in cemento armato, ma per completare questi lavori sarà necessario installare un telaio speciale in rete metallica. Per la corretta esecuzione del lavoro, è necessario installare un profilo di segnalazione metallica. Ci sono due modifiche di questo materiale: PM 21×6 e PM 26×10. I numeri nella marcatura indicano la larghezza della base del profilo e l’altezza del faro, ovvero lo spessore dello strato che giacerà sulla superficie. La lunghezza dei fari nella modifica standard è di tre metri, per accorciare il faro usa le forbici per metallo. I fari sono montati su modanatura in malta in posizione verticale. I lavori di livellamento vengono eseguiti secondo il seguente algoritmo:

  • Installazione di beacon.

Innanzitutto, equipaggiano una linea retta lungo la quale verranno installati i beacon. Per questo, viene utilizzato un filo, che viene tirato secondo il metodo sopra descritto. Ad ogni linea vengono applicati 5 fari di malta. Un faro è installato sulle modanature; una volta installato, viene annegato in una soluzione attraverso i fori di montaggio. Successivamente, il beacon installato viene livellato utilizzando un livello di edificio. I fili vengono tirati tra i segni finiti, formando un piano su tutta l’area della superficie trattata.

Successivamente, vengono montati i fari intermedi, che vengono posizionati lungo i fili tesi tra i segni già pronti. Tale distanza viene lasciata tra i segni, che è sufficiente per la lunghezza dell’utensile con cui viene eseguito il lavoro di livellamento. Per una riga con una lunghezza di 1,5 m, la distanza ottimale tra i beacon è 1,2-1,3 m.

  • Adescamento a parete.

L’adescamento superficiale da parte degli artigiani è considerato una delle fasi obbligatorie del lavoro. I primer liquidi aumentano l’adesione del materiale alla superficie. Ci sono un gran numero di primer. Dipende dalla scelta corretta di un primer quale sarà il costo finale per livellare le pareti sotto le piastrelle, nonché dalla qualità del lavoro svolto. Per ogni tipo di rivestimento viene utilizzato uno specifico grado di materiale.

I primer si applicano con pennello, rullo o pistola a spruzzo. Se viene applicato un primer su un rivestimento che ha un alto tasso di assorbimento, vengono applicati più strati di liquido, uno dopo l’altro, dopo aver precedentemente consentito l’assorbimento dello strato precedente. Per i muri di mattoni, i maestri consigliano di non spendere soldi per l’acquisto di un primer, ma semplicemente di bagnare il muro con acqua. Questa misura garantisce una resistenza sufficiente dell’intonaco dopo che si asciuga..

  • Il processo di intonacatura stesso.

L’intera opera è convenzionalmente suddivisa in tre parti, ciascuna delle quali rappresenta l’applicazione di uno strato di intonaco. Il primo strato viene applicato direttamente sul materiale e si chiama spruzzatura. Questo strato viene applicato sottilmente e fatto con una soluzione liquida. Il suo spessore non è superiore a 2 mm.

Il secondo strato è il terreno. La soluzione per questo viene impastata più densamente, lo spessore è compreso tra 5 e 6 mm. Il terzo strato è la finitura. Più sottile della prima mano. Il materiale viene distribuito sulla superficie fino a quando non è completamente livellato. Ogni strato precedente viene lasciato asciugare bene prima di procedere con il successivo. Tra tutti gli strati, viene realizzato uno strato di miscela di primer, che può anche asciugarsi bene. Parla in modo più dettagliato di come allineare le pareti sotto le piastrelle, il video alla fine della sezione.

Livellare le pareti sotto le piastrelle con stucco

Lo stucco viene utilizzato per lavori di finitura, può essere utilizzato per qualsiasi tipo di superficie. Il processo di intonacatura è più semplice dell’intonacatura, quindi viene spesso eseguito a mano. Il gesso è adatto per livellare le pareti per la posa di piastrelle, per la pittura e per incollare le pareti con carta da parati. È meglio utilizzato su superfici in cemento e legno. L’algoritmo per livellare le pareti con stucco si presenta così:

  • Per cominciare, si effettuano ricerche sul tema delle irregolarità sulla superficie. Questi sono vari solchi, crepe o scheggiature. Le imperfezioni più profonde vengono ricoperte con intonaco o soffiate con schiuma. Se possibile, livellarlo il più possibile, quindi trattare la superficie con un primer, che è lasciato asciugare bene.

  • Successivamente, viene applicato il primo strato di mastice. A differenza dell’intonaco in questo lavoro, il primo strato è più spesso ed è di 2-3 mm, e in alcuni casi anche di 5 mm. Se è necessario applicare uno spesso strato di mastice, questo viene fatto in più fasi, altrimenti lo stucco cadrà dal muro sotto la pressione del suo stesso peso.
  • Il primo strato viene lasciato asciugare bene, quindi viene innescato e nuovamente asciugato. La seconda mano viene applicata subito dopo che il primer si è asciugato. È reso più sottile del precedente ed ha uno spessore di circa 1 mm. Questo è l’ultimo strato che dovrebbe livellare la superficie..
  • Se il muro è livellato per la posa di piastrelle, il lavoro dopo l’applicazione del secondo strato è considerato completo, poiché la piastrella stessa è in grado di nascondere piccoli difetti della parete. Se il muro è stato livellato per dipingere o tappezzare, la superficie viene strofinata con carta vetrata fine per rimuovere tutte le rughe sottili del mastice.

Allineamento pareti in cartongesso

L’allineamento delle pareti sotto le piastrelle con cartongesso o compensato viene utilizzato se ci sono difetti pronunciati nelle pareti, la cui profondità o altezza è superiore a 5 cm Gli esperti cercano di fare a meno di questa misura e livellano le pareti con intonaco, poiché l’installazione del muro a secco ha uno svantaggio significativo. Durante l’installazione, questo materiale spesso richiede l’installazione di un telaio, inoltre, il foglio di cartongesso stesso è piuttosto spesso. Di conseguenza, dopo che tutto il lavoro è stato completato, l’area della stanza è significativamente ridotta. Questa diminuzione è particolarmente evidente nelle stanze con una piccola area..

Per ridurre al minimo lo spessore dello strato di cartongesso, non è montato su un profilo metallico, ma su una speciale colla di montaggio. Uno dei marchi più comuni per eseguire questi lavori è la colla Perlfix dell’azienda Knauf. La base per il fissaggio del muro a secco con la colla è resa il più resistente possibile, senza aree di sgretolamento. Se ce ne sono, sono imbottiti e ricoperti di gesso..

La superficie non deve essere soggetta a condensa e congelamento, deformazione spaziale e accumulo di condensa. Prima di installare i fogli sulla parete, viene accuratamente sgrassato e pulito dai residui di varie sostanze che riducono la capacità della colla di aderire alla superficie. Dopo aver pulito e preparato il muro per il lavoro, procedere come segue:

  • Il muro è accuratamente innescato. Per superfici con un alto tasso di assorbimento dell’umidità, utilizzare un terreno con penetrazione profonda. Per superfici dense con un numero ridotto di pori, utilizzare il primer “Betonaktiv”. Per superfici con assorbimento di umidità da medio a normale, utilizzare materiali versatili.
  • Dopo aver applicato il primer o prima di eseguire questi lavori, le sezioni della dimensione richiesta vengono ritagliate dal muro a secco. Durante la misurazione, prendere in considerazione il fattore che rimane uno spazio tra il foglio e il pavimento affinché la colla si asciughi, la larghezza di questo spazio è di 10 mm. Viene anche lasciato uno spazio dal soffitto al foglio, ma in una dimensione più piccola – 5 mm. Per garantire questi spazi, vengono utilizzati distanziatori di qualsiasi materiale disponibile..
  • Prima di installare i fogli, è indispensabile eseguire lavori relativi alle comunicazioni, poiché dopo aver incollato il muro a secco non sarà più possibile farlo. Tutte le scatole, le prese e gli interruttori devono sporgere di almeno 20 mm sopra la base.

  • La colla viene applicata ai fogli tagliati. Questo viene fatto con qualsiasi strumento duro conveniente, ad esempio una spatola. La colla viene applicata in pile, la distanza tra loro è di 30-40 cm, la distanza dalla pila al bordo del foglio non è inferiore a 5 cm.
  • I fogli vengono premuti contro il muro e incollati. Toccando il materiale, la colla si indurisce e il foglio viene steso saldamente. Ancora una volta, il cartongesso impilato viene accuratamente trattato con un primer ad alta penetrazione. Dopo che il primer si è asciugato, la superficie è pronta per ulteriori lavori..