Mobili e oggetti per interni

Riparazione del divano fai da te

I buoni mobili sono sempre stati costosi. E, nonostante non sia affatto più durevole delle sue controparti economiche, cade anche in rovina. Mobili particolarmente imbottiti come un divano, poiché viene utilizzato costantemente. E quando ciò accade, sorge la domanda, cosa farne? Cosa fare con un divano in cui il rivestimento ha perso il suo aspetto estetico o le molle si sono staccate? Ci sono tre modi per risolvere questo problema: buttarlo via e comprarne uno nuovo (l’opzione più costosa), chiamare un tecnico riparatore di mobili o armati di uno strumento, riparare il divano da soli.

Notiamo subito che le ultime due soluzioni sono per un seppur “vecchio” divano in legno di alta qualità. I divani economici, il cui telaio è in truciolare, sono molto difficili da riparare e nella maggior parte dei casi è più facile acquistarne uno nuovo. Ma se la cornice è intatta, puoi provare a ripristinarla anche tu. Quindi, per riparare un divano con le nostre mani, abbiamo bisogno, oltre al desiderio, di conoscere la struttura del divano, i materiali che vengono utilizzati e la sequenza di lavoro. Il nostro articolo cercherà di rispondere a tutto questo..

  • sostituzione della tappezzeria
  • sostituzione della gommapiuma
  • riparazione del telaio e meccanismo di trasformazione
  • ripristino del blocco molla

Design del divano

Prima di procedere con la riparazione, diamo un’occhiata agli elementi del divano e al loro scopo. E sebbene il tuo divano possa differire da quello mostrato nell’immagine, tuttavia, lo scopo degli elementi principali è lo stesso. Il divano è composto da:

Il design e le caratteristiche possono differire dall’opzione presentata, ma tutti questi elementi saranno disponibili. Pertanto, quando smonterai il tuo divano, conoscerai lo scopo di alcune parti di esso..

Consideriamo più in dettaglio quelle parti del divano che influenzano le sue caratteristiche principali..

Il telaio è la struttura portante principale. Materiale di produzione: legno, metallo, truciolare o combinato. La durata dell’intero divano dipende dalla qualità dei materiali selezionati e dal suo assemblaggio. Truciolare, fibra di legno sono utilizzati come elementi di schermatura e parti del riempimento del telaio.

Riempire il divano. Questo include tutti i materiali tra il telaio e il tessuto del rivestimento. La disposizione, i tipi e la qualità di questi materiali influiscono non solo sulla durata del divano, sulla sua praticità, ma anche sulla sua sicurezza ambientale. Parleremo più in dettaglio dei materiali che vengono utilizzati per riempire i divani nella seconda parte dell’articolo..

Meccanismo di trasformazione. Il tipo e il design del tuo divano dipendono dal design di questo meccanismo. Cioè, se il meccanismo del tuo divano dice “click – gag”, non sarai in grado di creare un “eurobook” dal divano. È quello che cambia gli elementi del telaio, e questo equivale già a creare mobili con le tue mani. Inoltre, il comfort dell’utilizzo di tali mobili dipende dalla qualità della fabbricazione di tali meccanismi. Per non parlare del tempo di funzionamento prima della prima riparazione.

Tipi di materiali e accessori

Siamo arrivati ​​alla seconda parte dell’articolo, dove daremo uno sguardo più da vicino ai materiali per il riempimento dei divani e ai meccanismi di trasformazione. Devi sapere almeno in termini generali, poiché oltre allo smontaggio e al montaggio, dovrai anche andare al negozio per gli elementi e i materiali appropriati. E poiché la scelta nei negozi moderni è molto varia e i venditori non sono sempre desiderosi di aiutare l’acquirente a fare un acquisto intelligente, resta da sperare nella propria testa e intuizione..

Cominciamo con una panoramica dei principali meccanismi di trasformazione. Oggi, di regola, sono comuni le seguenti opzioni:

  • Il libro è il più comune e il più affidabile. Il sedile si alza fino a quando non scatta e si abbassa – il divano è aperto.
  • Eurobook, il design di un tale divano si trasforma come segue: i cuscini dello schienale vengono rimossi, il sedile si apre e lo schienale viene abbassato al suo posto.

  • Eurobook “tick-tock”, a differenza del meccanismo precedente, il sedile non si srotola, ma si muove a semicerchio.
  • Fisarmonica, il meccanismo di disposizione del divano è implementato secondo il principio della fisarmonica. Consiste di tre parti. Con un leggero rialzo della seduta fino allo scatto, il meccanismo si sposta in avanti, raddrizzando il divano. Riparare il meccanismo della fisarmonica del divano praticamente non ha senso se gli elementi sono piegati, possono essere allineati, ma poiché la trasformazione sta procedendo con sforzo, il meccanismo si piegherà di nuovo in quel punto.

  • Click – gag, consente al divano di avere tre posizioni: un divano, “relax” (semi-aperto) e il letto stesso. Va notato che questi divani hanno una struttura in metallo..

  • Il delfino viene utilizzato, di regola, nei divani angolari, nella parte inferiore del divano c’è una cinghia, tirando su cui si attiva il meccanismo di trasformazione, la seconda parte dell’ancoraggio si sposta e si alza all’altezza del sedile.

Se il meccanismo di trasformazione è difettoso e deve essere sostituito, acquistare il tipo originariamente. Altri tipi di meccanismi non sono intercambiabili, semplicemente non funzioneranno. Quindi, ad esempio, quando si ripara un divano “click-and-gag”, il meccanismo di trasformazione del divano-libro non funzionerà, nonostante il fatto che la differenza sia solo in una posizione: “rilassamento”. Sono diversi sia per dimensioni che per principio di funzionamento. E le strutture di questi divani sono diverse..

Considera i materiali che vengono utilizzati per riempire il divano. L’opzione migliore era e rimane un blocco a molla, che è rivestito di tela e ricoperto di tela e ovatta. Ma questa è una delle opzioni più costose. Pertanto, per ridurre i costi, vengono utilizzati gommapiuma e calicò grosso. Nelle versioni più economiche dei divani, generalmente abbandonano il blocco a molla e lo sostituiscono con più strati di schiuma poliuretanica, comfort, ecc..

Poiché facciamo tutto per noi stessi, abbiamo bisogno di materiali di qualità sufficiente. Questi includono:

  • La schiuma di poliuretano (PPU) è un materiale ecologico con una maggiore resistenza all’usura. Per riparare un divano, abbiamo bisogno di una gommapiuma speciale per mobili, di norma ha uno spessore di 40 mm. Offre il massimo comfort di seduta.
  • Holofiber è un materiale che mantiene perfettamente la sua forma per una lunga durata. Rispettoso dell’ambiente e sicuro. Si riferisce a materiali “traspiranti”, consente la pulizia ad umido del divano.
  • Sintepon è un materiale elastico, rispettoso dell’ambiente. Ha un’elevata resistenza alla contaminazione fungina, non assorbe acqua e dona morbidezza e sollievo ai mobili imbottiti.
  • La giacca trapuntata è una specie di sandwich: due strati di tessuto grezzo con uno strato di cotone idrofilo di 5 cm. Ottimo materiale per coprire il blocco molla.
  • Periotek – ha un’elevata resistenza alla deformazione, mantiene bene la sua forma. Materiale ipoallergenico, durevole e resistente al calore.

E l’ultimo materiale di cui hai bisogno per riparare un divano è il tessuto da tappezzeria o la pelle. La pelle è un affare molto problematico ed è meglio affidare la riparazione dei divani in pelle a produttori di mobili professionisti. Ma con un tessuto è molto più semplice e puoi sostituire tu stesso un rivestimento del genere. Tutti i tessuti per arredamento si dividono in tessuti e tessuti non tessuti. In questo caso, i non tessuti, di regola, hanno una base sintetica e un rivestimento sintetico. I tessuti di rivestimento più comuni sono:

  • Flock è un materiale morbido e piacevole al tatto. Forte, durevole, non sbiadisce. Si presta bene alla pulizia con detergenti neutri. Composizione: circa 65% sintetico e 35% cotone.

  • Il velluto è un tessuto a pelo. A differenza del gregge, è tessuto, non incollato. Di conseguenza, è più resistente e naturale, ma anche il prezzo è più alto. Due tipi di base: cotone e lana.
  • Jacquard è una seta artificiale, un materiale molto durevole con un’elevata resistenza allo sbiadimento. Il tessuto è realizzato in due strati, quindi entrambi i lati possono essere utilizzati nel rivestimento di mobili.
  • La ciniglia è un tessuto in velluto resistente e durevole. Sono prodotti in due versioni: colla e tessuto, questi ultimi sono più naturali e, di conseguenza, più costosi. La ciniglia di alta qualità è soggetta alla formazione di pelucchi sulla superficie.
  • L’arazzo è un tessuto da tappezzeria naturale, si potrebbe dire “elite” tra i materiali da tappezzeria. Facile da pulire con detergenti. Materiale più costoso.

Riparazione del divano

Abbiamo conosciuto gli elementi di design del divano, scelto e acquistato i materiali, era ora di prendere lo strumento e ripararlo. Per questo lavoro abbiamo bisogno di:

  • Cacciaviti, piatti e Phillips;
  • Pinze;
  • Serie chiavi a forchetta per 8/10 e 12/14;
  • Cucitrice con una serie di punti metallici da 10 e 16 mm;
  • Colla da falegname o nel peggiore dei casi PVA;
  • Forbici, coltello da idraulico e martello;
  • Viti autofilettanti lunghe 35 – 45 mm;
  • Se c’è un cacciavite o un trapano, ci troviamo nella zona di accesso.

Sostituzione della tappezzeria

Tutte le riparazioni richiederanno lo smontaggio totale o parziale del divano. È consigliabile eseguire questi lavori in due persone, ma se non è possibile, è possibile utilizzare blocchi di legno come supporto. Prima di smontare, prepara una macchina fotografica (cellulare con macchina fotografica) o un foglio e una penna. Ciò è necessario per contrassegnare le posizioni di installazione di alcuni elementi e la loro corretta posizione (destra/sinistra, ecc.).

Lo smontaggio del divano inizia con i braccioli. In alcuni modelli possono essere abbinati alle gambe, in altri sono separati. Nel primo caso, posiziona un blocco di legno sotto la base del divano, in modo che “penda” da un’estremità. Ciò eviterà di pizzicare i bulloni di montaggio dell’elemento laterale. I “lati” sono fissati con due bulloni, per raggiungerli è necessario sollevare il sedile del divano o estrarre la parte estraibile, dipende dal design del divano.

Dopo aver maneggiato i braccioli, è necessario rimuovere il meccanismo di trasformazione. Per questo usiamo un cacciavite o un cacciavite / trapano. Si fissa con una parte al telaio e l’altra al sedile e allo schienale. In un normale divano – un libro non è difficile, basta girare il sedile e gli schienali con la parte morbida verso il pavimento – l’accesso al meccanismo è libero. Quando si riparano i divani angolari con un meccanismo a delfino, non ci sono nemmeno problemi particolari. In altri modelli non è così gratuito, né dovrebbero esserci difficoltà insormontabili. La ristrutturazione del divano a fisarmonica è simile. Fotografiamo o scriviamo quale meccanismo, dove si trovava.

Successivamente, a seconda del design del divano, è necessario smontare il resto del divano, dello schienale e del sedile, in modo che il telaio rimanga. Tutti questi elementi o “siedono” liberamente al loro posto o sono imbullonati.

Segue la rimozione del rivestimento, poiché dobbiamo rimuoverlo da tutte le parti del divano. È abbastanza facile farlo con un normale cacciavite piatto e una pinza. In questo caso eliminiamo tutte le parti metalliche, siano esse viti, chiodi o graffette. Assicurati di non perdere nulla, se rimangono in futuro possono sfondare il nuovo rivestimento, e questo è molto offensivo.

Dopo aver tolto il rivestimento, dai un’occhiata più da vicino al materasso, se le sue condizioni sono sospette, smonta anche questo. Maggiori dettagli sulla riparazione di un materasso saranno discussi di seguito. In questo caso, dobbiamo sostituire il rivestimento. Abbiamo rimosso quello vecchio e ora abbiamo due modi per risolvere il problema della sostituzione. Il primo è provare, come nei laboratori, a cucire una copertura. Per fare ciò, è necessario disporre di una macchina da cucire in grado di cucire tessuti grezzi e abilità di cucito. È possibile utilizzare i servizi di uno studio di cucito. E il secondo è tappezzare a mano. Se il design del divano non è complicato, sarà facile. Ma nel caso di soluzioni di design complesse, devi ancora cucire una copertura. Con il rivestimento sostituire il rivestimento è molto più semplice, perché Devi solo tirarlo e fissarlo con le graffette, le dimensioni sono già regolate.

Se la fodera è stata cucita, la tiriamo e la fissiamo con una cucitrice con punti metallici da 10 mm su tutto il perimetro. Nel caso dell’allungamento manuale, la procedura è la seguente: misuriamo la lunghezza e la larghezza esatte dell’elemento del divano che intendiamo tappezzare, lo ritagliamo, è possibile con un piccolo margine, l’importante è allungarlo abbastanza. Iniziamo sempre ad allacciare il tessuto dal davanti, non si sa mai cosa, all’improvviso sarà un allungamento. È meglio piegare il bordo del tessuto a metà, quindi ci sono meno possibilità che il tessuto si rompa nel punto di graffetta. Fissiamo l’intero lato anteriore con graffette. Successivamente, eseguiamo la stessa procedura dal lato opposto. In questo caso, è necessario assicurarsi che il tessuto sia teso il più possibile lungo l’intero perimetro. Non sono consentite rughe o distacco del tessuto da paralon o silicone, dovrebbe essere premuto saldamente contro di esso. Successivamente, passiamo al fissaggio sui lati, lo fissiamo al centro. Quindi è necessario posare il tessuto negli angoli, l’eccesso può essere tagliato o avvolto. Ricucire.

Pertanto, cambiamo il rivestimento su tutti gli elementi del divano. È importante assicurarsi che tutte le graffette si adattino perfettamente all’albero, finiamo con un martello. Se alcune graffette non “si sdraiano” – rimuovile, in futuro possono causare danni al nuovo rivestimento.

Dopo averlo modificato, procediamo all’assemblaggio. Rimontarlo in ordine inverso per smontarlo. Mettiamo tutti gli elementi al loro posto, li giriamo con i bulloni, installiamo il meccanismo di trasformazione usando nuove viti autofilettanti. Non confondere la destra con la sinistra. Mettiamo i braccioli, giriamo e ammiriamo il lavoro svolto.

Sostituzione della gommapiuma

Questa riparazione equivale quasi alla sostituzione del rivestimento, con l’unica differenza che manteniamo il rivestimento e non lo cambiamo. Solitamente questi due lavori vengono accostati, ma le situazioni sono diverse e se la “pelle” del divano è in buone condizioni – perché si spende anche in tessuto?.

La procedura di smontaggio è la stessa, bisogna arrivare alla gommapiuma. Eliminiamo quello vecchio. Come già sappiamo, abbiamo bisogno di una gommapiuma speciale per mobili, con una densità di 35 -40 mm, questa è una garanzia della durata della tua riparazione. Se le molle hanno rotto la schiuma, significa che sarà necessario sostituire il coperchio del blocco molla. Ritagliamo tela, tela cerata o ovatta, che è disponibile, per dimensionare e coprire il blocco in due strati. Ritagliate la gommapiuma e adagiatela sopra. Con l’aiuto delle graffette, fissiamo la gommapiuma al telaio, è anche possibile incollarla alla tela. La cosa principale è che è fisso. Mettiamo un winterizer sintetico sulla gommapiuma, non è necessario, ma faciliterà notevolmente la tensione del tessuto. Non è necessario ripararlo. Tiriamo la trama, fissiamo con le graffette e assembliamo il divano.

Riparazione del telaio e meccanismo di trasformazione

Lo smontaggio è simile. Per riparare il meccanismo del divano, lo rimuoviamo e determiniamo il grado di danno. Se i raccordi sono intatti, potrebbe essere sufficiente lubrificare i nodi con olio per macchine e sviluppare. Puoi sostituire la molla se è danneggiata, se è eccessivamente allungata – prova ad accorciarla. Il meccanismo di trasformazione stesso è deformato o scoppiato: ne acquisiamo uno identico e lo installiamo.

Sarà più difficile riparare il telaio, ma è abbastanza in tuo potere. Se sono presenti elementi del telaio incrinati o rotti, devono essere sostituiti. Per fare questo, misura le loro dimensioni esatte, disegna il loro aspetto e, prendendo i soldi, vai alla falegnameria o all’ipermercato edile più vicino, c’è un reparto che taglierà l’elemento del telaio necessario. Cambia l’elemento, stringi e incolla il resto delle giunture. Quando si esegue questa operazione, prestare particolare attenzione al compensato sotto il blocco a molla. Se lei "passeggiate" fissare con viti autofilettanti al posto dei chiodi e incollare il PVA, lo sgradevole cigolio scomparirà quando ti siedi sul divano. Raccogli e usa per il tuo piacere.

Restauro del blocco molla

Smontaggio: il montaggio è identico. Esistono due tipi di molle:

– “Vecchio” – altezza circa 20 cm, diametro – 15 cm, spessore – 5 mm;

– “Moderno” – altezza – 12, diametro – 10 cm, spessore 2,2 mm.

Tutte le sorgenti moderne sono interconnesse da una spirale. Per sostituire gli elementi danneggiati, se non ce ne sono molti, è necessario sciogliere il fissaggio della spirale da un’estremità e svitarlo come una vite con l’altra estremità. Rilasciamo la molla da entrambi i lati, la cambiamo, ruotiamo la spirale e poi agiamo come quando si sostituisce la gommapiuma.

Se ci sono molti di questi elementi danneggiati nel blocco a molla, è più facile acquistare un nuovo blocco, perché anche il resto degli elementi comincerà a rompersi e smontare il divano ogni sei mesi è un piacere al di sotto della media.

Non è stato possibile menzionare tutte le sfumature e non ci riuscirà, ma speriamo che la procedura di base per riparare il divano sia chiara. La cosa principale è iniziare e nel tempo appariranno tutte le abilità necessarie..

Video di riparazione del divano fai da te