Materiali isolanti

Caratteristiche dell’impermeabilizzazione dei muri di fondazione

Per proteggere la tua casa dalla penetrazione delle acque sotterranee, dall’umidità, dall’acqua capillare, dall’umidità da piogge oblique o dallo scioglimento della neve, devi considerare l’impermeabilizzazione delle tue fondamenta. Grazie a ciò, l’edificio sarà protetto in modo affidabile da influenze avverse, il che darà una reale opportunità di prolungare la vita di servizio di un edificio residenziale e una vita confortevole al suo interno. In questo articolo parleremo di come impermeabilizzare correttamente i muri di fondazione con le tue mani..

Contenuto:

Caratteristiche dell’impermeabilizzazione delle fondamenta

Molto spesso, i proprietari di case non attribuiscono molta importanza all’impermeabilizzazione delle fondamenta. Il risultato di questo atteggiamento può essere la distruzione prematura del substrato a causa degli effetti dannosi dell’acqua. Per evitare ciò, è necessario fare attenzione in anticipo all’acquisto di materiali impermeabilizzanti di alta qualità, nonché scegliere il metodo corretto per applicarli alle pareti della fondazione..

Durante i lavori di impermeabilizzazione, il requisito principale è che lo strato impermeabilizzante su tutta la superficie della fondazione debba essere applicato senza danni o rotture. È consuetudine applicare l’impermeabilizzazione da tutti i lati, dove si può manifestare l’effetto dell’umidità sulle pareti della fondazione – sia l’infiltrazione capillare di umidità che la testa idraulica.

Ci sono momenti in cui non è necessario impermeabilizzare le fondamenta. Se l’area cieca è realizzata correttamente e il livello più alto durante l’aumento primaverile delle acque sotterranee sarà ad un livello di almeno un metro dalla base della fondazione, è possibile non applicare uno strato impermeabilizzante.

Tuttavia, è problematico prevedere questo livello dell’acqua, poiché questo indicatore può essere influenzato dalla presenza di sistemi di drenaggio, dalla densità di edifici nelle aree adiacenti, dalla disposizione delle strade e dei bacini artificiali nell’area circostante. Pertanto, parlare con una garanzia al cento per cento che non è possibile eseguire l’impermeabilizzazione sarebbe, ovviamente, sbagliato..

Se la distanza dalla base inferiore della fondazione al livello massimo (di solito in primavera) delle acque sotterranee è inferiore a un metro, sarà sufficiente realizzare un rivestimento impermeabilizzante, che sarà efficace contro la penetrazione capillare delle acque sotterranee, anche durante precipitazioni e scioglimento della neve.

Se una casa deve essere costruita su un terreno argilloso o argilloso resistente all’acqua con strati di terreno permeabile, è necessario anche un lavoro di impermeabilizzazione, anche se il livello della falda acquifera è inferiore a un metro dalla base della suola. La cosa più interessante è che le acque superficiali, che si formano con l’aiuto delle precipitazioni atmosferiche, hanno una grande influenza su questi tipi di suolo. I terreni argillosi o argillosi non consentono all’acqua di lasciare le fondamenta senza ostacoli.

Se, ad esempio, la falda freatica è più alta del livello del seminterrato, viene eseguito anche il drenaggio. Tuttavia, l’impermeabilizzazione delle fondamenta da sola non ti salverà dagli effetti negativi dell’acqua, soprattutto in inverno. La presenza di acque sotterranee riduce significativamente la capacità portante del suolo, che può causare la deformazione dell’intera struttura della casa e lo spostamento delle fondamenta. Per contrastare questo fenomeno è consigliabile, oltre all’impermeabilizzazione tra muro e fondazione, utilizzare sistemi di drenaggio che drenano l’acqua dalla fondazione..

Quando si impermeabilizza la base di una casa, è di grande importanza anche il grado di aggressività di queste acque sotterranee, il cui valore è utile conoscere anche prima che le fondamenta vengano gettate, perché sono causa di corrosione e distruzione del calcestruzzo. Pertanto, se sul sito sono presenti acque sotterranee aggressive, è necessario proteggere l’impermeabilizzazione della base della casa da materiali resistenti agli ambienti aggressivi e la fondazione della striscia viene colata con calcestruzzo M400.

È particolarmente necessario tenerne conto quando le acque sotterranee nella tua zona sono classificate come acque confinate. Sono queste acque che portano il maggior danno alle fondamenta a causa del fatto che hanno un’alta pressione e possono persino penetrare negli strati più alti del terreno..

Tipi di impermeabilizzazione dei muri di fondazione

In precedenza, era prevista una sola impermeabilizzazione: nella parte superiore del seminterrato, con l’aiuto della quale veniva interrotto il processo di aspirazione dell’acqua nelle pareti, tuttavia, l’umidità della struttura non veniva eliminata. Di conseguenza, l’umidità si è accumulata nei capillari del seminterrato, che si è congelato in inverno, il che ha contribuito alla rottura di tali capillari e alla distruzione del materiale da costruzione. Oggi vengono utilizzati due tipi di impermeabilizzazione dei muri di fondazione: verticale e orizzontale..

L’impermeabilizzazione orizzontale è necessaria per proteggere le pareti della base dai processi naturali, che includono l’assorbimento capillare di liquidi nel terreno e le precipitazioni. Sono necessarie due di queste impermeabilizzazioni: una è posata sopra le lastre di base e la seconda è direttamente sotto il pavimento del seminterrato.

Se la sovrapposizione del seminterrato è troppo bassa, sarà necessario installare anche un terzo strato di impermeabilizzazione delle pareti esterne. Di norma, l’altezza dell’impermeabilizzazione dovrebbe essere di almeno 30 centimetri. Ma se si prevede di creare un rivestimento duro attorno all’edificio, in questo caso l’area di spruzzatura aumenta in modo significativo e quindi l’altezza dell’impermeabilizzazione deve essere di almeno 50 centimetri.

L’impermeabilizzazione verticale del seminterrato e delle pareti del seminterrato protegge la struttura dagli effetti delle acque sotterranee dal lato. Di norma, iniziano a installarlo dalla base stessa della fondazione e terminano con un’area in cui si verificano schizzi di pioggia. Quando si installa l’impermeabilizzazione verticale, è necessario che il proprietario effettui un calcolo accurato, tenendo conto del carico d’acqua in questo particolare luogo.

Le caratteristiche dell’impermeabilizzazione in un caso o nell’altro dipenderanno dall’altezza delle pareti da isolare. Nei luoghi in cui l’impermeabilizzazione verticale dell’edificio incontra quella orizzontale, deve essere realizzato un forte collegamento, nonché una protezione rinforzata contro la penetrazione dell’umidità. Immediatamente prima di riempire la fossa attorno alla fondazione, è necessario adottare misure di natura costruttiva e tecnologica, che non permettano di danneggiare o deformare l’impermeabilizzazione.

Per essere più precisi, è necessario selezionare con cura il terreno per il rinterro, effettuare il calcolo corretto dello spessore del terreno rinterroto, realizzare schermi per proteggere dai danni all’impermeabilizzazione, ove necessario, ed eseguire anche varie altre azioni. L’impermeabilizzazione orizzontale deve essere saldamente collegata all’impermeabilizzazione verticale della fondazione e del pavimento della parte interrata dell’edificio o delle solette inferiori.

Impermeabilizzazione di fondazioni

L’impermeabilizzazione lubrificante delle pareti di fondazione viene utilizzata quando è necessario proteggere la base dalla penetrazione capillare delle acque sotterranee e dagli effetti delle acque superficiali. Sulle pareti asciutte e uniformi della fondazione, il mastice bituminoso viene applicato in più strati. Una rete in fibra di vetro può essere posizionata tra gli strati per aumentare la resistenza..

Tuttavia, l’impermeabilizzazione del rivestimento dei muri di fondazione ha una piccola durata (5-10 anni) e una bassa resistenza e può anche essere facilmente danneggiata durante il riempimento della trincea da detriti, frammenti di pietre o mattoni. Pertanto, è sempre necessario dotare la protezione contro i danni meccanici utilizzando geotessili laminati o polistirene espanso estruso, con una densità di 150 grammi per metro quadrato..

Se riempi la fossa di sabbia senza oggetti ruvidi, puoi proteggere il rivestimento bituminoso solo su spigoli vivi e varie sporgenze taglienti. Va tenuto presente che l’impermeabilizzazione del rivestimento non proteggerà completamente la base dalla pressione dell’acqua pressurizzata delle acque sotterranee. Ciò significa che, prima di applicarlo, devi assicurarti che la pressione sul tuo sito non sia significativa o affatto assente..

Avvolgimento o impermeabilizzazione in rotoli

Il feltro per tetti arrotolato è il tipo più comune di materiale protettivo per le fondamenta. Ma anche al momento, vengono prodotti materiali in rotolo ultramoderni e vengono utilizzati con grande successo, come l’isolamento in vetro, l’isolamento in vetro idroelettrico, il tappetino in vetro, il tecnoelast. Tali impermeabilizzanti, a differenza del materiale di copertura, sono realizzati sulla base di uno speciale materiale polimerico: il poliestere e hanno proprietà operative e durata maggiori. Per questo motivo, si consiglia di utilizzare questi materiali, sebbene siano più costosi..

Le caratteristiche prestazionali dei piallacci impermeabilizzanti a base poliestere sono di gran lunga superiori ai tradizionali materiali bituminosi. Quindi, grazie alla loro elevata elasticità e all’eccellente resistenza alle acque sotterranee aggressive, la loro durata può raggiungere gli 85-100 anni..

C’è l’impermeabilizzazione verticale e orizzontale dei muri di fondazione. Nel primo caso, l’impermeabilizzazione viene posata sia lungo le pareti che dall’alto verso il basso della fondazione. I panni di materiale in entrambi i casi sono incollati con una sovrapposizione di 150-200 millimetri alla superficie, che viene pretrattata con un primer bituminoso.

Le tele vengono incollate con speciali mastici adesivi o mediante fusione con un bruciatore a gas. Leggermente sopra l’area cieca dovrebbe essere il bordo superiore dello strato impermeabilizzante fuso. Questo tipo di impermeabilizzazione per l’autocostruzione di una fondazione e di una casa è ottimale nelle aree suburbane, poiché fornisce un’eccellente protezione dalle acque sotterranee.

Impermeabilizzazione penetrante sottofondo

Le sostanze penetranti vengono applicate alle superfici interne ed esterne della fondazione. Questa impermeabilizzazione è una speciale miscela cemento-quarzo con additivi reattivi. La miscela, miscelata con acqua, viene applicata in uno strato da 1 a 3 millimetri su una superficie di cemento umida.

L’essenza stessa dell’azione di un’impermeabilizzazione così penetrante è chiara dal suo nome: la soluzione liquida entra nei pori del calcestruzzo e, con l’aiuto di additivi chimici, entra in una reazione chimica con i sali di calcio del calcestruzzo. Di conseguenza, si forma un composto resistente all’umidità e ad alta resistenza, che ostruisce capillari, microfessure, vuoti nelle pareti della fondazione. La profondità di penetrazione direttamente nel calcestruzzo stesso va da 10 a 60 millimetri.

Queste miscele hanno un’altra importante proprietà oltre all’effetto impermeabilizzante interno: la formazione di uno strato durevole resistente all’umidità fino a 3 millimetri di spessore, che protegge in modo affidabile la superficie dalle acque sotterranee aggressive e pressurizzate. Inoltre, durante il funzionamento della fondazione, a contatto con l’umidità, si osserva un ripetuto effetto impermeabilizzante, quando le sostanze chimiche reagiscono nuovamente con il calcestruzzo..

Il campo di applicazione per l’impermeabilizzazione penetrante è piuttosto ampio: dalle fondazioni alle gallerie e alle piscine. Naturalmente, l’uso dell’impermeabilizzazione penetrante per i muri di fondazione non sarà economico, ma otterrai una protezione efficace e duratura delle fondamenta dall’acqua. Inoltre, c’è la possibilità di elaborare la struttura dall’interno..

Impermeabilizzazione dello schermo della base della casa

Possiamo dire che la moderna impermeabilizzazione dello schermo è un analogo del metodo a lungo dimenticato di proteggere la base di una casa dalle acque sotterranee, che era un castello di argilla rivestito di mattoni. Tuttavia, questo metodo è piuttosto costoso e laborioso, perché per creare un castello è necessario creare uno strato compattato di argilla pura, spesso da 50 a 100 centimetri. E la cosa più interessante è che ci vogliono diversi anni per sigillarlo.!

Oggi, quando è necessario realizzare una protezione efficace e duratura contro le acque ad alta pressione pressurizzate e aggressive, vengono utilizzati speciali materassini in argilla (bentonite). Il materassino bentonitico viene posato sovrapposto (15-20 centimetri) e fissato alle pareti di base con tasselli, come mostrato nel video sull’impermeabilizzazione della fondazione.

Intorno a loro, viene eretto un muro di supporto con spazi vuoti in cemento, che funge da ostacolo quando i tappetini si gonfiano. Il risultato è un blocco di chiusura che impedisce all’acqua di entrare nelle fondamenta dell’edificio. Questa tecnica, come un castello di argilla, è poco adatta per i singoli edifici e viene solitamente utilizzata in combinazione con altri tipi di impermeabilizzazione..

Pertanto, se ti avvicini seriamente all’impermeabilizzazione di una casa, allora è necessario isolare quasi tutte le parti della casa dall’umidità: tetto, fondamenta, pareti esterne, tronchi e pavimento a terra, finestre e porte. La fondazione soffre di più l’acqua. Pertanto, prima di impermeabilizzare la base della casa, ripensa a quale tipo di protezione ti sarà più utile, tenendo conto delle condizioni climatiche della regione e del livello delle acque sotterranee..