Materiale elettrico, luce, illuminazione

Riparazione di caldaie da soli

La caldaia è un dispositivo costantemente esposto all’umidità, pertanto, durante il suo funzionamento, a volte sorgono problemi legati alla sua riparazione. Chiamare un caposquadra a casa è un processo piuttosto costoso. Inizialmente, ti consigliamo di capire in modo indipendente la causa del guasto ed eliminarlo. Parleremo ulteriormente delle caratteristiche della riparazione degli scaldacqua con le nostre mani..

Sommario:

Caldaie ad acqua – riparazione, progettazione e tipi di scaldabagni

Esiste un gran numero di caldaie, che differiscono per fattori quali il principio del loro funzionamento, la principale fonte di energia, l’aspetto, il materiale con cui sono realizzati. Ma allo stesso tempo, la maggior parte di loro ha le stesse capacità strutturali e funziona secondo questo principio..

La caldaia ha un design abbastanza semplice, quindi i problemi associati alla sua rottura vengono rapidamente risolti. Il boiler elettrico contiene uno o due serbatoi in acciaio. Un serbatoio funziona e si trova all’interno del dispositivo e il secondo è all’esterno. Il materiale per la fabbricazione del serbatoio interno deve essere protetto dalla corrosione, poiché è questo elemento della caldaia che è costantemente a contatto con l’acqua. Abbastanza spesso, l’acciaio inossidabile viene utilizzato per la sua fabbricazione..

Lo spessore delle pareti del serbatoio dipende dal produttore, ma è meglio scegliere serbatoi con uno spessore maggiore, quindi l’acqua rimarrà calda più a lungo. Nella cavità tra i due serbatoi è presente un intercalare, per la cui fabbricazione viene utilizzata la schiuma di poliuretano. Nella parte interna del corpo ci sono valvole che forniscono acqua fredda al dispositivo e calda da esso. Il quadro elettrico dello scaldacqua è installato sulla sua sezione flangiata, comprende un termoregolatore, una resistenza e una lampada di segnalazione con anodo di magnesio. L’indicatore della temperatura regola la qualità del riscaldamento dell’acqua. Inoltre, nel set completo con qualsiasi caldaia è presente anche una valvola che protegge, se necessario, la caldaia dall’ingresso di acqua fredda al suo interno..

Esistono due tipi principali di caldaie:

  • dispositivi che forniscono riscaldamento diretto dell’acqua;
  • caldaie a principio di funzionamento indiretto.

La prima versione della caldaia funziona a gas o elettricità. La seconda versione della caldaia si basa sul suo collegamento all’impianto di riscaldamento della casa e sul riscaldamento dell’acqua sotto la sua influenza.

Le caldaie a riscaldamento diretto sono costituite da due serbatoi, tra i quali è presente uno strato isolante. In questo caso, l’alimentazione di acqua fredda viene effettuata attraverso il tubo di derivazione del tipo di aspirazione. Se la pressione all’interno della caldaia viene aumentata, viene attivata una valvola di sicurezza che interrompe il flusso d’acqua nel dispositivo. La valvola di ritegno impedisce all’acqua calda di entrare nel sistema di alimentazione dell’acqua fredda.

Al fine di prevenire la formazione di turbolenze, sui tubi sono installati speciali divisori. La corrente alternata è fornita dall’elemento riscaldante. Allo stesso tempo, il dispositivo ha un pannello per il controllo della temperatura del suo riscaldamento. Il collegamento del tubo di derivazione viene effettuato tramite i tubi, mentre la caldaia è collegata alla rete di alimentazione sia dell’acqua fredda che dell’acqua calda. Per eliminare l’aria dalla caldaia durante il riempimento iniziale, è dotata di una valvola di sfiato.

L’installazione di un anodo di magnesio all’interno del serbatoio di riscaldamento previene la corrosione. Tutti i processi corrosivi influenzano questo elemento, ma non il serbatoio. Se necessario, l’anodo viene sostituito con uno nuovo. Questo schema di funzionamento dello scaldabagno è il più popolare e viene utilizzato più spesso..

Il principio di funzionamento delle caldaie a gas è leggermente diverso. Hanno la forma di una cassa in acciaio, solitamente in acciaio inossidabile. L’acqua fredda viene fornita attraverso la parte inferiore del dispositivo. La parte superiore della caldaia è dotata di un tubo di derivazione che preleva l’acqua calda per il fabbisogno sanitario. Nella parte inferiore della caldaia c’è un meccanismo a forma di bruciatore a gas, è chiuso con un pannello semicircolare, che è uno scambiatore di calore. Inoltre, un tubo è collegato al dispositivo attraverso il quale vengono scaricati i prodotti della combustione del gas. Per questi scopi, sarà necessario installare un camino o un sistema coasiale..

L’anodo rivestito di magnesio raccoglie il calcare all’interno del dispositivo. Inoltre, come un boiler elettrico, necessita di sostituzione periodica. La caldaia ha un sistema che controlla la temperatura dell’acqua e anche una valvola che blocca il flusso di gas nel dispositivo. Le caldaie a gas si distinguono per alte prestazioni, buoni indicatori economici. Tuttavia, per la sua installazione è necessaria una canna fumaria e la predisposizione di permessi concordati con alcuni servizi. Il costo di una caldaia a gas è un ordine di grandezza superiore alla sua versione elettrica.

Le caldaie che forniscono il riscaldamento indiretto dell’acqua differiscono nel loro principio di funzionamento dai suddetti dispositivi a gas ed elettrici. Questi dispositivi non hanno elementi di riscaldamento dell’acqua principali e l’acqua viene riscaldata dall’impianto di riscaldamento. L’installazione di questa caldaia è rilevante durante l’installazione di una caldaia a circuito singolo. Tali caldaie differiscono per volume, che dipende dal numero di persone che vivono in casa, nonché dal tipo di fissaggio, installato a pavimento oa parete..

Il dispositivo di una tale caldaia implica un involucro isolato termicamente, all’interno del quale è presente un serbatoio dell’acqua. All’interno del serbatoio è presente uno scambiatore di calore a serpentina. Attraverso due ugelli, l’acqua tecnica dell’impianto di riscaldamento entra nello scambiatore di calore, riscaldandolo, e questo, a sua volta, svolge la funzione di riscaldamento dell’acqua calda. L’acqua di scarico industriale viene rimossa attraverso la parte superiore del dispositivo. Alcuni modelli hanno una bobina inferiore, mentre altri hanno una bobina che copre uniformemente l’intero serbatoio. Nel secondo caso, l’acqua si riscalda più velocemente..

La versione combinata della caldaia implica il suo funzionamento sia dal riscaldamento che dalla rete. In questo caso, nella stagione invernale, lo scaldabagno funziona dall’impianto di riscaldamento e in estate dall’elettricità..

Riparazione di caldaie a gas: caratteristiche prestazionali

Prima di iniziare i lavori di riparazione, è necessario chiudere le valvole di alimentazione del gas e dell’acqua all’interno della caldaia. Successivamente, utilizzando un cacciavite, svitare le viti autofilettanti poste nella parte inferiore della caldaia, così sarà possibile rimuovere il rivestimento. Scollegare una delle maniglie del gas e rimuovere il coperchio dal dispositivo. Ora tutti gli elementi della caldaia a gas sono visibili a te e puoi iniziare a ripararla in sicurezza. L’installazione dell’involucro viene eseguita secondo lo stesso principio della sua rimozione..

Il principio della riparazione delle caldaie a gas si basa sulla determinazione del tipo di malfunzionamenti che si verificano durante il loro funzionamento. In caso di problemi con il gas estinguente all’interno della colonna, verificare il suo sistema di protezione automatica. Inoltre, uno dei suoi elementi potrebbe essere difettoso..

Se nel processo di tenere la maniglia responsabile dell’alimentazione del gas, esce all’interno della caldaia, molto probabilmente l’automazione non funziona. Per ripararlo, è necessario capire in dettaglio come funziona..

Come termocoppia vengono utilizzati conduttori costituiti da metalli di diversa composizione. Allo stesso tempo, forniscono una valvola elettromagnetica. Abbastanza spesso, i guasti della caldaia a gas sono associati al guasto del conduttore centrale. Se il contatto tra i conduttori della termocoppia è rotto, è necessario sostituirlo, in nessun caso non saldare o brasare i conduttori da soli, poiché la connessione tra loro è speciale.

L’elettrovalvola della caldaia a gas è una bobina di rame, all’interno della quale si trova un elemento a forma di cilindro. Si collega alle valvole responsabili dell’alimentazione del gas. Dopo aver riscaldato il vapore termico, viene generata una corrente elettrica utilizzando un campo elettromagnetico che attira il solenoide all’interno della bobina. In assenza di combustione del gas, molto spesso non viene eseguita la generazione di corrente elettrica. Prova ad aprire l’acqua calda nel rubinetto e accendi la caldaia, lo stoppino dovrebbe prendere fuoco. In questo caso, sarà necessario sostituire il fusibile..

I pezzi di ricambio per scaldabagni sono venduti in negozi specializzati, prima di acquistarli, si consiglia di rimuovere un pezzo di ricambio separato e portarlo con sé.

Se ci sono problemi con il surriscaldamento della caldaia a gas, è necessario controllare il fusibile termico. Per evitare il surriscaldamento del dispositivo e il rilascio di una grande quantità di monossido di carbonio nella stanza, è necessario sostituire il fusibile termico. Per verificarne l’operatività, rimuovere due terminali da esso e posizionare qualsiasi oggetto di acciaio tra di loro. Durante il normale funzionamento della caldaia senza surriscaldamento, la causa del malfunzionamento è il fusibile.

Tecnologia di riparazione elettrica dei polli da carne

Nel processo di riparazione di una caldaia con le tue mani, dovresti prestare particolare attenzione e seguire le regole di sicurezza antincendio. In ogni caso, prima di tutto, la caldaia deve essere scollegata dalla rete..

Se c’è un odore di monossido di carbonio nella stanza, così come un rumore di crepitio o un forte rumore del dispositivo, è necessario scollegarlo immediatamente dall’elettricità. Molto spesso, il problema risiede nell’esplosione dell’elemento riscaldante..

Se l’acqua calda nella caldaia viene prodotta in piccola quantità, si consiglia di controllare i tubi che collegano l’acqua fredda e calda al dispositivo, c’è il rischio che non siano installati correttamente. In questo caso, sarà sufficiente modificare le connessioni dei tubi per eliminare questo problema..

Se, quando si collega la caldaia alla rete, non riscalda l’acqua, testare la tensione dell’elemento riscaldante. Per questi scopi, utilizzare un tester di resistenza. Si collega direttamente ai terminali. Se non c’è tensione, sostituire l’elemento riscaldante.

In presenza di tensione e assenza di riscaldamento, è necessario controllare il relè termico e il termostato. Questi elementi sono facilmente sostituibili, se necessario. È il termostato che regola il processo di funzionamento dell’elemento riscaldante. Utilizzando un tester, misurare la tensione al suo interno, se è assente, acquistare una nuova caldaia, poiché il termostato non può essere sostituito. Se ci sono problemi con la mancanza di tensione nel relè, è sufficiente sostituirlo.

Abbastanza spesso, durante il funzionamento delle caldaie, il serbatoio del dispositivo perde. In questo caso, le caldaie ad acqua non possono essere riparate. Poiché è impossibile separare i serbatoi l’uno dall’altro con il loro successivo collegamento indipendente. Alcuni modelli prevedono la sostituzione del serbatoio all’interno della caldaia, in questo caso si consiglia di acquistare un nuovo serbatoio e di rivolgersi a degli specialisti. Se l’acqua perde nella parte inferiore della caldaia, provare a sostituire le guarnizioni. Inoltre, devono essere identiche alle guarnizioni precedentemente installate del dispositivo..

Se la spina del cavo della caldaia si riscalda costantemente, è necessario installare una presa più potente o controllare i contatti e la loro tenuta alla presa.

Quando si riscaldano i tubi e il tubo dell’acqua fredda nella caldaia, controllare la funzionalità della valvola di ritegno, che è responsabile del mantenimento dell’acqua calda all’interno del dispositivo. In questo caso, sostituire la valvola.

Come pulire la caldaia da soli

La pulizia della caldaia è parte integrante del suo funzionamento. Dovrebbe tenersi una volta ogni due o tre anni. Solo in questo caso, la caldaia ti servirà a lungo e in modo efficiente. Se non si pulisce la caldaia durante il suo funzionamento, sulla superficie dell’elemento riscaldante si formeranno incrostazioni e ruggine, causando la rottura dello scaldabagno.

La scala sulla superficie dell’elemento riscaldante porta a un riscaldamento prolungato dell’acqua, a una diminuzione della sua qualità e a una diminuzione dell’area di riscaldamento dell’acqua all’interno del dispositivo. Il tempo per la pulizia della caldaia dipende dal tipo di acqua utilizzata nell’impianto, se c’è una grande quantità di metallo nella composizione dell’acqua, lo scaldabagno viene pulito una volta all’anno.

Prima di iniziare il lavoro, scollegare il dispositivo dall’elettricità e scollegare i fili del termostato. Successivamente, è necessario scaricare l’acqua dalla caldaia. Allo stesso tempo, installare un tubo all’uscita dell’acqua e aprire un rubinetto dell’acqua calda. È più facile farlo chiudendo la valvola di sicurezza dell’acqua fredda. Successivamente, attendere che l’acqua sia completamente scaricata dalla caldaia. Nella parte interna della caldaia c’è un dado che trattiene l’elemento riscaldante, si svolge. Dopo che l’acqua è stata scaricata dalla caldaia, questa viene rimossa dalla parete, posizionata in posizione orizzontale e smontata.

Inizialmente, il termostato viene smontato. Successivamente, il dieci viene rimosso. Usando uno straccio, decalcificare l’interno del serbatoio. Successivamente, sciacquare il serbatoio con acqua corrente. Disincrostare la resistenza e rimontare la caldaia in ordine inverso. Se c’è troppa scala sulla superficie dell’elemento riscaldante, mentre non può essere completamente rimosso, è meglio sostituire questo elemento. Un’altra parte importante della caldaia è l’anodo a base di magnesio, che deve essere sostituito durante la pulizia. L’intervallo tra la pulizia della caldaia è determinato principalmente dalla frequenza del suo funzionamento..

Video riparazione caldaia: