Come mettere a terra correttamente la tua casa

Gli appartamenti e le case moderne, indipendentemente dal fatto che si trovino in grandi città o piccoli insediamenti, sono piene di elettrodomestici per vari scopi. Le persone si sforzano di utilizzare appieno i benefici disponibili della civiltà.

Quasi ogni casa oggi ha una vasta gamma di elettrodomestici, da quelli grandi – caldaie, lavatrici, condizionatori, utensili elettrici manuali da giardino e da costruzione, a quelli piccoli – elettrodomestici da cucina, televisori, apparecchiature audio-video, computer, asciugacapelli, elettrodomestici medici, apparecchi per la comunicazione e il relax.

Tutta questa tecnologia funziona direttamente con l’elettricità o la utilizza per mantenerla funzionante con i caricabatterie. Gli elettrodomestici ci circondano ovunque: a casa, al lavoro, nei luoghi pubblici. Possiamo dire che l’elettricità ha permeato tutta la nostra vita..

Sommario

A cosa serve la messa a terra?

Nel frattempo, l’elettricità è un grande pericolo e richiede una corretta gestione dei consumatori elettrici. Questo pericolo consiste in una scossa elettrica. Il contatto accidentale o anomalo di tensione con la custodia o altre parti dei dispositivi, che normalmente non sono sotto tensione, può essere fatale. La messa a terra di un edificio residenziale ha lo scopo di prevenire questo pericolo..

Il documento principale, che stabilisce i requisiti per la messa a terra di protezione, sono PUE (Regole per la disposizione degli impianti elettrici). Questo documento prevede due tipi di messa a terra, a seconda della funzione da svolgere: di lavoro e di protezione. La messa a terra del lavoro si riferisce a un tipo di lavoro professionale; non è necessario svolgerlo in un ambiente domestico. Pertanto, in futuro, verrà presa in considerazione la messa a terra protettiva della casa..

Messa a terra in una vecchia casa

Le cose sono più complicate nella vecchia casa. I nuovi elettrodomestici non si inseriscono nelle vecchie prese: la spina non si adatta. E le istruzioni per l’attrezzatura indicano che è severamente vietato utilizzarlo senza messa a terra. Bisogna capire se e in che condizioni c’è la messa a terra in una casa a pannelli, se si tratta di un vecchio edificio, o, a maggior ragione, la messa a terra in una casa in legno. Negli ultimi tempi, gli elettrodomestici non richiedevano la messa a terra e la messa a terra nelle case più vecchie era facoltativa. Con l’avvento della tecnologia moderna, questo problema deve essere risolto di nuovo. Ciò è particolarmente vero per le vecchie case private. Nella stragrande maggioranza dei casi, non c’è messa a terra in una casa privata..

Sistemi di messa a terra della casa

L’alimentazione degli edifici residenziali viene effettuata solo attraverso reti con neutro a terra solida. Per tali reti, GOST R 5051.2-94 regola l’uso della messa a terra secondo gli schemi TN e TT.

Una caratteristica del sistema TN è che le parti messe a terra dei consumatori sono collegate al neutro della fonte di alimentazione mediante conduttori neutri. Include tre schemi:

  • TN-C. I conduttori neutri – funzionanti e protettivi – sono rappresentati da un conduttore lungo l’intera lunghezza della linea. È onnipresente nelle vecchie case. Attualmente deprecato.
  • TN-C-S. È simile al sottosistema TN-C, ma all’ingresso della casa, il conduttore comune è diviso in uno zero funzionante e separatamente uno zero protettivo. In questo caso, è necessario rifondere ulteriormente l’edificio residenziale. Consigliato al posto di TN-C.
  • TN-S. I conduttori neutri – di lavoro e di protezione – sono posati separatamente lungo l’intera lunghezza della linea. Fornisce la massima sicurezza. Consigliato nella costruzione moderna. Richiede l’uso di un cavo a cinque conduttori in una rete trifase e un cavo a tre conduttori in una rete monofase.

A differenza del sistema precedente, nel sistema TT, il neutro solidamente messo a terra dell’alimentatore non è collegato tramite conduttori alle parti messe a terra dei consumatori. Per la messa a terra di protezione delle utenze è necessario un dispositivo di messa a terra separato. L’uso del sistema TT era precedentemente vietato. Ora il suo utilizzo è possibile, ma solo se in casa è installato un RCD. Almeno uno all’ingresso di casa. I sistemi di messa a terra più convenienti ed economici per una casa privata secondo gli schemi TN-C-S e TN-S.

Come mettere a terra la tua casa

Per decidere come mettere a terra correttamente la casa, è necessario scoprire quale dei sistemi di messa a terra è stato utilizzato nella linea elettrica collegata alla casa.

Nei vecchi sistemi di alimentazione, un sistema trifase è realizzato con un cavo quadripolare e un sistema monofase con un cavo bipolare. Non sono presenti conduttori speciali per la messa a terra di protezione. E il nucleo zero è collegato a terra alla fonte di alimentazione. Cioè, viene utilizzato lo schema di messa a terra della casa TN-C. Nella maggior parte dei casi, era questo tipo di fornitura di elettricità che veniva fornita alle case del settore privato. Pertanto, la messa a terra in una casa privata deve essere eseguita di nuovo. In questo caso, è necessario non solo realizzare il circuito di terra della casa all’esterno, che fa parte della messa a terra, ma anche rifare il cablaggio interno. Di conseguenza, viene implementato uno schema di messa a terra di una casa privata del tipo TN-C-S..

Se il cavo collegato alla tua casa ha un conduttore speciale per la messa a terra di protezione, è possibile implementare lo schema TN-S. Potrebbe essere necessaria un’ulteriore messa a terra della casa solo se necessita di protezione contro i fulmini.

Per mettere a terra una casa privata con le tue mani con competenza e con l’aspettativa di una lunga durata, non è affatto necessario essere un elettricista professionista.

Iniziamo a considerare la domanda su come mettere a terra una casa con un caso più semplice. Immaginiamo che l’elettricità venga fornita a casa tua secondo uno schema moderno, con un conduttore speciale per la messa a terra di protezione. In questo caso, i lavori di messa a terra verranno eseguiti solo all’interno della casa. Nel quadro dove viene inserito il cavo devono essere presenti due bus:

  • per il nucleo zero del cavo;
  • per il conduttore di terra di protezione.

Il bus di zero deve essere isolato dal corpo del quadro e il bus di messa a terra deve essere fissato direttamente al corpo con un contatto elettrico. I conduttori di neutro e di terra sono collegati al bus corrispondente. In questo caso è severamente vietato il collegamento degli autobus tra loro. Il collegamento a ciascun consumatore che richiede la messa a terra deve essere effettuato con un cavo a tre conduttori. Il conduttore di terra deve essere collegato al terminale designato. Tutte le prese della casa devono essere messe a terra (prese euro).

Se l’alimentazione è realizzata con un cavo senza conduttore di terra, è necessario dividere il conduttore di zero nel pannello di ingresso. Lo scudo dovrebbe avere ancora un bus neutro e terra. Ma in questo caso è necessario collegarli insieme. E ai consumatori, come nel primo caso, devono essere collegati due conduttori: zero e messa a terra dai bus corrispondenti. Questo è chiamato dividere il nucleo zero. In questo caso il bus di messa a terra deve essere collegato ad una messa a terra realizzata direttamente vicino all’abitazione..

Come rimacinare

La rimessa a terra è assolutamente necessaria quando si utilizzano schemi di messa a terra TN-C-S e TT. Quando si utilizza un circuito TN-S, potrebbe essere necessario un dispositivo di protezione contro i fulmini. La messa a terra è installata direttamente vicino alla casa con messa a terra. Strutturalmente, tale messa a terra include un elettrodo di terra e un conduttore di messa a terra. Un perno metallico, un angolo, un tubo vengono utilizzati come elettrodo di massa. Di solito vengono utilizzati non uno, ma diversi elettrodi di terra. Molto spesso vengono prelevati tre elettrodi di terra, da cui si forma un contorno a forma di triangolo. La distanza tra i sezionatori di terra dovrebbe essere di circa 2 M. I sezionatori di terra sono guidati ad una profondità di almeno 2-3 M. Tra di essi viene scavata una trincea poco profonda (circa 50 cm). Ospita connettori orizzontali, solitamente realizzati in nastro metallico. Tutti gli elettrodi di terra sono interconnessi sotto forma di un circuito chiuso. Il modo migliore per unire è saldare. Dal circuito, viene anche posato un conduttore di messa a terra lungo la trincea, collegando il circuito di messa a terra con il bus di messa a terra nello schermo di ingresso. Non è difficile realizzare un tale dispositivo di messa a terra a casa. Ma è meglio effettuare la messa a terra in una casa privata utilizzando kit standard offerti dall’industria, ad esempio ZANDZ-6, o kit per l’implementazione di schemi di messa a terra tipici: “Zampa di corvo”, “Messa a terra combinata”, “Terra chiusa della casa ciclo continuo”.

L’uso di tali kit garantisce una corretta messa a terra della casa e garantisce la sicurezza delle persone quando si lavora con apparecchi elettrici..