Materiale elettrico, luce, illuminazione

Camera di verniciatura e asciugatura fai-da-te

Per eseguire lavori di verniciatura di alta qualità, fatte salve tutte le misure di sicurezza, sono necessarie attrezzature e ausili adeguati. Tutte le attrezzature, comprese le aree di preparazione e le cabine di verniciatura, i ventilatori e i compressori, tutti gli strumenti e le smerigliatrici, devono essere selezionate con la massima cura. Per quanto riguarda le camere di verniciatura ed essiccazione, esse possono essere realizzate a mano con la più rigorosa osservanza delle raccomandazioni ed istruzioni sotto riportate..

Contenuto:

Scopo della camera di verniciatura e essiccazione

Lo scopo principale della camera di verniciatura e asciugatura è l’applicazione di vernice o vernice sulla superficie e fornisce una verniciatura uniforme e di alta qualità senza detriti e polvere che cadono sulla superficie di lavoro. Attrezzature simili vengono utilizzate per prodotti interi e singole parti secondo modalità accettabili per un particolare tipo di vernice e materiale di verniciatura. Oltre alla verniciatura, le camere di verniciatura ed essiccazione possono eseguire anche il processo di rapida essiccazione della superficie verniciata..

La cabina di verniciatura assicura che i lavori di verniciatura vengano eseguiti secondo le disposizioni regolamentate di sicurezza antincendio e igiene sanitaria e viene eseguita come un locale chiuso con varie attrezzature tecnologiche. A seconda dello scopo delle camere di verniciatura e essiccazione, vengono utilizzate per le esigenze dei servizi di auto, aree di verniciatura di industrie specializzate ed edifici privati.

Costruzione cabina di verniciatura e asciugatura

Le camere di verniciatura ed essiccazione sono costituite dalle seguenti unità strutturali: una camera chiusa per il processo di verniciatura ed essiccazione, un sistema di ventilazione di mandata con filtri dell’aria di diverso grado di purificazione, un sistema di riscaldamento con generatore di calore, un sistema di illuminazione e un sistema di ventilazione di scarico con filtri dell’aria.

Potresti aver bisogno di canne di caprolon, che puoi acquistare da negozi specializzati. Viene utilizzato per la fabbricazione di parti strutturali e antifrizione..

Metodi di installazione

La cabina di verniciatura e asciugatura sb 7427 può essere installata in due modi. Nel primo caso, viene installata una camera di verniciatura e asciugatura su un basamento preformato in calcestruzzo, posando una fondazione a strisce leggere, la cui base superiore è a livello del pavimento della stanza. Questa tecnica di installazione della telecamera è abbastanza affidabile ma molto costosa..

Nel secondo metodo, la cabina di verniciatura e asciugatura è installata su una struttura metallica rialzata. La struttura è realizzata in profilato di metallo di alta qualità. Lo svantaggio di questo metodo risiede nella differenza nelle altezze del pavimento della camera di verniciatura e essiccazione e dell’officina, che richiede l’installazione aggiuntiva di scale o ponti di transizione.

Le cabine di verniciatura sono dotate di porte con buona tenuta all’aria. Vernici e vernici bianche resistenti alle alte temperature vengono solitamente utilizzate per dipingere le pareti della camera al fine di controllare la qualità delle superfici verniciate. Le più popolari per questi scopi sono le vernici in polvere, che sono durevoli e resistenti alle influenze esterne. Nello spazio tra le pareti, la camera ha un isolamento non combustibile per evitare perdite di calore durante la verniciatura e l’essiccazione.

Ventilazione forzata

Quando si lavora in una cabina di verniciatura, possono formarsi vari vortici e zone morte. Pertanto, il design della cabina di verniciatura e asciugatura deve essere progettato in modo che i filtri dell’aria a soffitto e a pavimento siano posizionati su tutta la larghezza della stanza. Per evitare la comparsa di zone morte all’interno della cabina di verniciatura ed essiccazione, è dotata di un sistema di ventilazione dell’aria di scarico con valvole di intercettazione e regolazione, che si trova nel vano sottopavimento..

La circolazione progettata e le valvole speciali aiutano a proteggere dai vortici turbolenti all’interno della cabina di verniciatura ed essiccazione e mantengono la pressione al livello richiesto. Questo è di grande importanza perché man mano che i filtri a pavimento si sporcano, la pressione nella camera aumenta, con conseguente formazione di nebbia di vernice. D’altra parte, una pressione insufficiente provoca l’ingresso di polvere all’interno, che influisce negativamente sulla qualità della vernice o del rivestimento di vernice.

Per rimuovere efficacemente solventi e aerosol, è necessaria una velocità del flusso d’aria di circa 20 centimetri al secondo. È consuetudine mantenere la portata d’aria a 25 centimetri al secondo. I calcoli più semplici mostrano che per raggiungere questa velocità con una superficie della camera di 28 metri quadrati, è necessaria una camera con una capacità di circa 25.000 metri cubi di aria all’ora..

Sistema di riscaldamento

La camera di essiccazione crea un regime di temperatura per l’essiccazione mediante uno scambiatore di calore, che, per motivi di sicurezza, è dotato di un termostato di protezione in caso di surriscaldamento. Per l’apparecchiatura elettrica di tale telecamera, è necessaria una messa a terra di protezione..

È indispensabile prestare attenzione alle prestazioni termiche. Ad esempio, per riscaldare 18.000 metri cubi di aria all’ora nella cabina di verniciatura e asciugatura saima a una temperatura di 40 gradi, è necessario spendere 240.192 kilowatt. Ricorda che con prestazioni inferiori, in inverno farà freddo..

Il materiale dello scambiatore di calore è acciaio inossidabile resistente alla temperatura. Il tipo e la forma dello scambiatore di calore sono selezionati in base al design del bruciatore, che è controllato dall’unità di automazione per mantenere una temperatura dell’aria rigorosa nella camera.

Esistono tre principali tipologie di generatori di calore: con riscaldamento a gasolio, elettrico ea gas. Un generatore di calore elettrico viene utilizzato molto raramente a causa di un significativo aumento della durata del riscaldamento e del raffreddamento della cabina di verniciatura e asciugatura. Ciò è dovuto all’elevata inerzia degli elementi riscaldanti, che impiegano molto tempo per riscaldarsi e raffreddarsi. Inoltre, questo tipo di generatore di calore è caratterizzato da un elevato consumo energetico – 88 – 196 kW.

I generatori di calore con bruciatore a gas funzionano perfettamente, ma necessitano di un lungo e costoso coordinamento e sviluppo di un progetto per il collegamento a una rete di distribuzione del gas. Un generatore di calore diesel funziona meglio. Inoltre, non richiede approvazioni costose e lunghe con le autorità antincendio e SES..

Sistema di illuminazione

Una cabina di verniciatura standard ha da 8 a 10 apparecchi nel soffitto della cabina, che sono posizionati con un angolo di 45 gradi. Per ottenere un colore di alta qualità, è necessario montare gli apparecchi nelle pareti laterali. Se nel disegno della cabina di verniciatura e asciugatura sono forniti solo i corpi illuminanti superiori, possono verificarsi problemi con la verniciatura di superfici verticali con rivestimenti multistrato..

Pertanto, gli apparecchi di illuminazione nella cabina di verniciatura sono installati sul soffitto e inoltre sulle pareti. Tale illuminazione è abbastanza funzionale, in quanto consente di ottenere l’effetto migliore quando si valuta l’uniformità e l’alta qualità della superficie verniciata. La dimensione standard per l’illuminazione della cabina di verniciatura è 1000-2000 lux. Anche le telecamere dovrebbero essere dotate di illuminazione a parete posteriore perché la verniciatura frontale è più intensa. È consuetudine scegliere i modelli con il minimo effetto di sfarfallio..

Ventilazione di scarico

La specificità della cabina di verniciatura e asciugatura richiede l’installazione di filtri dell’aria con la possibilità di montare e smontare rapidamente i loro elementi filtranti. Distribuire i filtri su tutta l’area del soffitto e del pavimento della camera. La struttura è dotata di filtri in modo tale da pulire l’aria estratta ed immessa. Gli standard sanitari e igienici determinano il livello aggregato di pulizia dei filtri dell’aria ad un livello di almeno il 99%.

Questo valore elevato può essere ottenuto solo quando si utilizza la filtrazione multistadio. L’aria viene prima depurata dalle particelle di grandi dimensioni e successivamente dalle frazioni più fini e dai composti volatili. La cabina di verniciatura e asciugatura nova verta viene soffiata con aria per rimuovere le sostanze infiammabili che con l’ossigeno atmosferico formano miscele pericolose per il fuoco.

Cercano di non installare il filtro inferiore direttamente sul condotto dell’aria di scarico, altrimenti una contaminazione troppo rapida degli elementi filtranti richiederà frequenti sostituzioni. Inoltre, se montato su un condotto d’aria, la superficie di filtrazione sarà limitata e ciò provocherà un restringimento del flusso d’aria, un aumento della sua velocità e un indesiderato aumento di pressione all’interno della camera di verniciatura ed essiccazione..

Se possibile, è possibile installare sensori per il monitoraggio dell’intasamento del filtro nel sistema di automazione. I pulsanti del pannello di controllo sono il più semplici possibile nell’indicizzazione e le modalità vengono regolate automaticamente dal segnale del timer integrato. È conveniente poter passare dalla modalità operativa manuale a quella automatica sul telecomando..

Tipi di camere di verniciatura e essiccazione

Le camere di verniciatura e di essiccazione differiscono l’una dall’altra per il riscaldamento e la ventilazione. I metodi di ventilazione variano. L’aria è esposta all’influenza di due ventilatori realizzati con una turbina a vite. Il ventilatore ad elica è dotato di una turbina, le cui pale sono avvitate come un’elica di una nave o di un aereo. Forniscono alte prestazioni e sono considerati abbastanza economici..

I ventilatori centrifughi hanno una turbina nel loro design, che è una ruota con pale che ruotano in un involucro a forma di voluta. L’aria entra nel centro della turbina e viene espulsa sotto l’azione delle forze centrifughe nel senso di rotazione nella voluta. I ventilatori centrifughi creano pressione statica. L’aria alla turbina può passare attraverso i tubi di ventilazione.

L’alimentazione dell’aria a destinazione dalla turbina può avvenire anche tramite tubi di ventilazione. Una ventola aspira aria dalla camera contaminata da vapori di solventi e polvere di vernice. Un secondo ventilatore aspira aria dall’esterno e la soffia nella camera. A seconda delle caratteristiche del sistema di ventilazione, si distinguono le seguenti tipologie di camere di verniciatura e di essiccazione: camere a pressione maggiorata, con flusso d’aria passante e vuoto.

Le camere a pressione aumentata sono le più comuni. La ventola di soffiaggio è più efficiente della ventola di aspirazione. Questo eccesso di aria crea una pressione leggermente superiore a quella atmosferica. La polvere dall’esterno, quindi, non entra nella camera, perché l’aria viene espulsa attraverso giunti non sigillati. Tale camera può essere inserita durante il funzionamento. La camera non richiede un’attenta sigillatura della camera. Tuttavia, in una tale camera, appare ancora polvere: sporco secco sull’auto. Inoltre, la nebbia di vernice è disegnata male..

Le cabine di atomizzazione con flusso d’aria passante hanno due ventole con le stesse prestazioni. La pressione all’interno e all’esterno della camera è la stessa. L’installazione è sigillata, altrimenti la polvere può entrare attraverso le fessure.

Le cabine di atomizzazione con vuoto hanno nel loro design un ventilatore di aspirazione con prestazioni superiori a una soffiante. È possibile utilizzare un solo ventilatore di aspirazione, che aspira contemporaneamente aria di rinnovo. Alcuni modelli di telecamera sono caratterizzati da una disposizione di ingresso e uscita dell’aria tale per cui il veicolo viene inserito nel flusso d’aria durante la verniciatura e l’asciugatura, come se fosse in movimento, a differenza della disposizione tradizionale, dove l’aspirazione avviene a livello del pavimento. Queste camere forniscono le migliori condizioni per la procedura di aspirazione della nebbia di vernice..

Il principio della camera di verniciatura e asciugatura

Le camere di essiccazione a spruzzo, progettate per il processo di verniciatura delle parti e la successiva essiccazione, nonostante ciò, sono in grado di funzionare in quattro modalità: modalità di verniciatura, mantenimento, essiccazione e soffiaggio. Di seguito li elenchiamo e diamo una breve descrizione..

Modalità pittura

L’apparecchiatura riscalda la camera o la superficie da verniciare alla temperatura alla quale il prodotto viene verniciato dalla pistola a spruzzo. Questa temperatura fornisce le condizioni più favorevoli per l’evaporazione dei diluenti. Durante la verniciatura, la temperatura ottimale è considerata di 20 gradi sopra lo zero, durante l’essiccazione la temperatura è compresa tra + 60 – 70 gradi Celsius.

L’aria viene riscaldata con una bobina elettrica o un bruciatore a gas, ma questo viene fatto più spesso bruciando gasolio. I generatori di aria calda si trovano separatamente dalla camera. L’aria viene prelevata dall’atmosfera ed entra nei filtri per polveri grossolane. La ventola di mandata soffia aria attraverso lo scambiatore di calore per riscaldarla. L’aria riscaldata passa attraverso i condotti nello spazio della soffitta e quindi scorre attraverso i filtri fini situati sul soffitto nella camera.

Tali filtri fini si trovano in tutto lo spazio del soffitto, il che esclude la possibilità di un flusso d’aria turbolento. Il flusso d’aria scorre uniformemente dall’alto verso il basso, piegandosi attorno al prodotto da verniciare. Le particelle di vernice possono essere trattenute dai filtri a pavimento che si trovano sotto le griglie. L’aria si riscalda solo quando il sistema di ventilazione è in funzione. In caso di spegnimento programmato o improvviso dell’impianto, il riscaldamento si arresterà immediatamente.

Modalità di esposizione

Il passaggio dalla modalità di verniciatura all’asciugatura non avviene istantaneamente. La camera entra in una speciale fase di mantenimento per purificare l’aria della stanza dai residui di solvente, della durata di 15 minuti. Durante questo tempo, i solventi residui e la polvere vengono rimossi dalla camera. Trascorso il tempo impostato, la serranda dell’aria nell’unità di alimentazione si apre e la cabina di verniciatura e asciugatura passa alla modalità di asciugatura successiva. Tutte queste operazioni vengono eseguite automaticamente.

Modalità di asciugatura

In modalità asciugatura l’aspiratore si spegne automaticamente, e la camera funziona in fase di ricircolo, con circa il 10-15% di aria di rinnovo prelevata dalla strada per evitare che l’aria di ricircolo venga saturata da solventi, che possono provocare opacizzazioni di la vernice e la formazione di una miscela esplosiva. La modalità di asciugatura, grazie al principio del ricircolo, è molto economica nonostante il prezzo della cabina di verniciatura: il consumo di energia è basso e il consumo di carburante è solo del 40% rispetto alla modalità di verniciatura.

Durante il ricircolo, l’aria passa attraverso filtri a tasche che sono responsabili della pre-pulizia, filtri a pavimento ea soffitto. L’aria viene depurata dalla polvere anche quando la camera è in funzione in fase di asciugatura. L’uso di potenti ventilatori consente di mantenere la velocità dell’aria quasi allo stesso livello della modalità di verniciatura.

L’insieme completo dell’unità aggregata è coordinato con le dimensioni della camera. La potenza del bruciatore fornisce le modalità di funzionamento richieste durante l’intero intervallo di temperature annuali. Il bruciatore a gasolio garantisce il normale funzionamento della camera di verniciatura e asciugatura ad una temperatura esterna compresa tra 10 e 40 gradi sotto zero.

È consuetudine eseguire la modalità di asciugatura a una temperatura di oltre 60 gradi C. A una temperatura superiore a 80 gradi, si verifica la combustione della vernice. Il riscaldamento sopra i 60 gradi resiste male agli accessori realizzati in materiali plastici, che servono per completare la carrozzeria, i pneumatici, le parti del motore, i pannelli delle apparecchiature elettroniche e la strumentazione. Molto spesso come combustibile viene utilizzato gas naturale o gasolio. Il primo viene utilizzato meno spesso, perché non è sicuro e costoso avviare la propria stazione di servizio individuale..

Modalità di spurgo

Dopo l’asciugatura, che di solito richiede 30 minuti, il bruciatore viene spento, la serranda dell’aria viene chiusa e l’unità di aspirazione viene accesa. La modalità di spurgo viene eseguita a causa della fornitura di aria esterna alla camera di verniciatura e asciugatura. Dopo 5 minuti il ​​raffreddamento termina e le ventole si spengono automaticamente.

Produzione di cabine di verniciatura e asciugatura

È stato già detto sopra che la camera di verniciatura e asciugatura può essere installata su una base in cemento, quindi il suo pavimento è allo stesso livello della stanza circostante, o sul podio – base metallica prefabbricata da profili in acciaio, che sono interconnessi per formare un unico intero.

La camera di verniciatura ed essiccazione è convenzionalmente costituita da 4 componenti: la camera stessa, il sistema di ventilazione della camera, l’impianto di illuminazione e riscaldamento della camera. Per quanto riguarda i locali, ognuno deve decidere da solo quale dimensione selezionare o costruire una stanza, come decorare la tela e le pareti. Tuttavia, vale la pena ricordare le seguenti cose..

Nella cabina di verniciatura e asciugatura, le trincee dovrebbero essere realizzate con le proprie mani o dovrebbe essere pensato un secondo piano per rimuovere l’aria. Le pareti devono essere facili da pulire e lavare e realizzate con materiali che non generano polvere – non fungono da fonte di polvere. I filtri a soffitto non dovrebbero occupare l’intero soffitto, che dovrebbe essere inclinato in modo che la turbolenza dell’aria non si formi nell’angolo tra il soffitto e le pareti.

La soluzione più semplice per realizzare da soli una cabina di verniciatura e asciugatura è quella di costruirla all’interno di un’altra stanza, ad esempio all’interno dell’officina principale, creare due trincee parallele per lo scarico dell’aria, collegarle in una nel punto di uscita sulla strada e sovrapporre con una griglia metallica, realizzare pareti in cartongesso su un telaio metallico e utilizzare lana minerale per l’isolamento termico.

Per creare uno scambio d’aria nella camera di verniciatura e asciugatura, vale la pena considerare quale sia la parte del soffitto per fornire aria pulita alla camera. È necessario acquistare parti come condotti dell’aria e una lumaca, nonché creare un contenitore per l’aspirazione dell’aria e il fissaggio dei filtri a soffitto..

Una lumaca è un dispositivo che serve a soffiare aria, i condotti dell’aria sono tubi in lamiera zincata, e il contenitore è, in altre parole, una vasca da bagno in lamiera, con una presa per l’alimentazione dell’aria. La lumaca è responsabile della forzatura dell’aria, che passa attraverso i condotti dell’aria nel contenitore, dove viene creata una pressione eccessiva, e viene alimentata su tutta l’area dei filtri alla cabina di verniciatura.

La situazione con il riscaldamento della camera di verniciatura e di essiccazione è più complicata. Nella camera proprietaria, lo scambiatore di calore è integrato nel condotto dell’aria di alimentazione, la fiamma del bruciatore brucia al suo interno, lavorando su un solarium. Pertanto, lo scambiatore di calore si riscalda, l’aria che passa attraverso i tubi dello scambiatore di calore si riscalda e si riscalda nella camera.

L’aria inquinata e riscaldata viene scaricata all’esterno e non può essere riutilizzata per risparmiare sui costi. Tuttavia, la circolazione dell’aria può essere organizzata in un modo leggermente diverso: prelevare l’aria riscaldata dalla camera e riscaldarla. E l’aumento della temperatura per l’essiccazione nella camera avverrà più velocemente e con meno costi. È possibile integrare resistenze elettriche nel condotto dell’aria di mandata o aggiungere un bruciatore a gas.

Domande di sicurezza

Gli incendi quando si lavora con vernici e materiali pittorici sono statisticamente considerati abbastanza comuni. Al fine di evitare situazioni di pericolo di incendio, si raccomanda di prestare attenzione a quanto segue:

  • Il soffitto e le pareti dovrebbero essere realizzati con pannelli con un riempitivo non combustibile;
  • La telecamera deve essere dotata di un sistema antincendio o prevedere la possibilità della sua installazione;
  • Il pannello di controllo deve avere un’uscita alla valvola, che è responsabile dello spegnimento dell’aria compressa;
  • L’attrezzatura fotografica deve essere prodotta con un design a prova di esplosione;
  • Le apparecchiature elettriche devono essere dotate di impianto di messa a terra;
  • Lo scambiatore di calore deve essere dotato di termostato di sicurezza contro il surriscaldamento;
  • La porta deve essere dotata di dispositivo di blocco antipanico e aprirsi con una semplice spinta..

Il più difficile da un punto di vista tecnico è la creazione di una scatola superiore con filtri a soffitto, nonché un sistema di riscaldamento dell’aria. Una camera di verniciatura ed essiccazione indipendente consente di organizzare la procedura di verniciatura di parti e prodotti in tempi brevi e nel rispetto di tutti i requisiti di cui sopra.