Costruzione di case

Isolamento per fondamenta Penoplex fai-da-te

Fino a poco tempo, nessuno pensava davvero all’isolamento termico della fondazione e tutte le perdite di calore venivano compensate da un riscaldamento più potente. Oggi la politica di risparmio delle risorse energetiche ci fa guardare al problema in modo nuovo. Si scopre che il riscaldamento della fondazione non solo eviterà quasi il 20% di perdita di calore, ma fornirà anche alla fondazione condizioni confortevoli, aumentandone la durata. Come la pratica ha dimostrato, le fondamenta adeguatamente impermeabilizzate e isolate non sono soggette a distruzione più a lungo, il che significa che “vivono” più a lungo. Nella domanda, qual è il modo migliore per isolare le fondamenta, un nuovo materiale – polistirene espanso estruso – ha intercettato il palmo dal buon vecchio polistirolo. Nonostante il fatto che questo materiale costi quasi il doppio del polistirene, l’isolamento del seminterrato con Penoplex sta diventando una moda onnipresente. E tutto grazie alle sue qualità uniche e alla sua durata.

Incontra – Penoplex

La schiuma di polistirene estruso è un intero tipo di materiale prodotto dal polistirene espanso mediante schiumatura ad alta temperatura. Come agente schiumogeno, alla composizione vengono aggiunti sette dei gas di freon e anidride carbonica. Di conseguenza, si ottiene un materiale resistente con una struttura densa e uniforme, in cui sono racchiusi granuli di 0,1 – 0,2 mm.

Penoplex

Penoplex è il nome di uno dei marchi russi che produce polistirene espanso estruso per varie esigenze, che si tratti di isolamento di tetti, tubi, strade, pareti di una casa o delle sue fondamenta. Ognuno di essi ha le sue caratteristiche uniche che sono rilevanti per un sito di applicazione specifico. Per l’isolamento delle fondazioni, vengono utilizzate le lastre di fondazione Penoplex e, meno spesso, Penoplex 45.

Vantaggi dell’utilizzo di Penoplex per l’isolamento del seminterrato ovvio:

  • Bassa conducibilità termica (λ= 0,03-0,032 W / (m × ° K)). Questo indicatore è il più basso tra i riscaldatori generalmente disponibili, il che significa che saranno necessarie lastre di spessore inferiore..
  • Eccezionale resistenza alla compressione – 27 t / m2, che è molto importante, poiché sulla fondazione agiscono carichi colossali.
  • Praticamente non assorbe l’umidità. Gli esperimenti hanno dimostrato che per 30 giorni trascorsi in acqua, le lastre Penoplex hanno assorbito e riempito di umidità solo dello 0,6%. Data la costante influenza del terreno e dell’acqua piovana, il basso assorbimento d’acqua del materiale garantisce la protezione della fondazione dall’umidità e l’isolamento stesso non collasserà o cambierà le sue proprietà dal costante contatto con l’acqua.
  • Ampio intervallo di temperature – da -50 ° a +75 ° С. Il materiale può resistere sia al gelo intenso che al calore.
  • Il peso ridotto facilita il lavoro di installazione e non aggiunge ulteriore carico alla fondazione.
  • Penoplex non ha paura della muffa, non marcisce e non si decompone. I topi non si avviano in esso.
  • Resistente a molte sostanze aggressive che possono trovarsi nel terreno.
  • Il materiale non emette sostanze e vapori nocivi ed è sicuro per l’uso nell’edilizia residenziale.
  • Le lastre Penoplex sono facili da installare, in quanto realizzate con il sistema “thorn-groove”, sono facili da tagliare, incollare e fissare.
  • Il materiale è estremamente resistente (fino a 50 anni).

L’isolamento termico della fondazione con lastre Penoplex garantirà la durata della struttura e del materiale della fondazione, nonché del seminterrato o del seminterrato. Vorrei sottolineare che Penoplex Foundation ha una classe di resistenza al fuoco – G4, ad es. sta bruciando. Ma dato che il materiale sarà nascosto da uno strato di intonaco e primer, questo non fa paura.

Penoplex Foundation è prodotto in lastre con dimensioni di 600×1200 mm e uno spessore di 20 – 100 mm (20, 30, 40, 50, 60, 80, 100). Ciò consente di selezionare il materiale dello spessore richiesto per ogni caso specifico..

Qual è il modo migliore per isolare le fondamenta – dall’esterno o dall’interno

La posizione dell’isolamento sulla fondazione – all’esterno o all’interno – è molto importante. Per proteggere il più possibile la fondazione dall’influenza negativa dell’ambiente, è necessario isolare la fondazione dall’esterno. Ma questo è più facile da fare durante il processo di costruzione che durante il funzionamento della casa. Quindi, ad esempio, chi vuole isolare le fondamenta di una vecchia casa non vuole davvero scavare i muri delle fondamenta, poiché è laborioso, difficile e richiede tempo. Ma dovresti sapere che l’isolamento della fondazione dall’interno è in realtà l’isolamento del seminterrato o del seminterrato, ma non la fondazione, poiché la struttura e il materiale della fondazione rimangono non protetti e sono soggetti all’influenza di umidità, gelo e sollevamento di il suolo.

Vantaggi dell’isolamento esterno delle fondamenta:

  • Il fondotinta è protetto dal gelo, il freddo non penetra all’interno.
  • Il calcestruzzo della fondazione è protetto dall’umidità e dai numerosi cicli di sbrinamento e congelamento, che ne prolungano la durata.
  • Serve come barriera aggiuntiva per l’acqua di terra e piovana, preme e protegge lo strato impermeabilizzante dalle sollecitazioni meccaniche.
  • Fa fronte bene alle fluttuazioni di temperatura stagionali.
  • Nel seminterrato o nel seminterrato si crea un microclima ottimale.
  • Il punto di rugiada viene spostato, il che ha un effetto benefico sul materiale di fondazione.

Se decidi di isolare dall’interno, preparati al fatto che le fondamenta rimangono non protette dal gelo, dal sollevamento di terra e acqua. Di conseguenza, i cambiamenti stagionali di temperatura, il gelo e il sollevamento del suolo porteranno a crepe nella fondazione e alla sua deformazione. Pensa, forse vale la pena fare tutto bene una volta, piuttosto che limitarti a mezze misure..

Calcolo dello spessore di Penoplex per l’isolamento termico della fondazione

La prima domanda che ti interessa quando si isola una fondazione è quanto spesso dovrebbe essere preso il materiale. Per determinarlo, dovrai eseguire una serie di calcoli. Sebbene il produttore indichi lo spessore minimo di Penoplex per diverse regioni di costruzione, è comunque meglio calcolare tutto da soli.

Formula di resistenza al trasferimento di calore

R è la resistenza al trasferimento di calore per una regione specifica. Per Mosca e la regione di Mosca, è pari a 3,2 m2x ° K / W;

H1 – spessore della fondazione;

λ1 – coefficiente di conduttività termica del materiale di fondazione;

H2 – lo spessore del materiale isolante (Penoplex);

λ2 – coefficiente di conduttività termica di Penoplex.

Se dobbiamo isolare una fondazione in cemento armato (λ= 1,69 W/m*°K) con uno spessore di 400 mm (0,4 m), quindi si ottiene:

3,2 = 0,4 / 1,69 + H2 / 0,032;

3,2 = 0,24 + H2 / 0,032;

2,96 = H2/0,032;

H2 = 0,0947 m. Questo corrisponde a circa 95 mm.

In totale, risulta che per isolare una fondazione con uno spessore di 400 mm, sarà necessario Penoplex con uno strato di 100 mm. Non arrotondare per difetto, è meglio prendere con un margine. Per l’isolamento del seminterrato con Penoplex, il prezzo dipende dall’area che deve essere coperta con lastre e dallo spessore del materiale.

Ad esempio, l’altezza dell’isolamento è 2 m, la lunghezza delle pareti è 10 + 8 + 10 + 8 m (per una casa 10×8 m). Si scopre che l’area di isolamento è pari a – 72 m2. L’area di una lastra Penoplex è di 0,72 m2. Per isolare le fondamenta, ci vuole un minimo 100 lastre di materiale.

Per evitare ponti freddi e bloccare tutti i giunti e le crepe durante l’isolamento con Penoplex, si consiglia di posare l’isolante in due strati sfalsati, a scacchiera. Se sono necessari 100 mm di isolamento, è necessario utilizzare due pannelli da 50 mm. In totale, abbiamo bisogno di 200 lastre Penoplex di 50 mm di spessore. Ci sono 8 piatti in un pacchetto, il che significa che acquistiamo 25 pacchetti. Il materiale isolante totale costerà $ 930 – $ 950.

Per l’isolamento del seminterrato con Penoplex, il costo del materiale isolante è la parte del leone del budget. Sarà necessario aggiungere ad esso il costo dell’impermeabilizzazione, mastice bituminoso per l’incollaggio di isolanti, tasselli, ombrelli, cemento per intonacare la superficie. Tutto questo è solo una sciocchezza rispetto al costo totale dei lavori di isolamento..

Tecnologia di isolamento delle fondamenta con Penoplex

Penoplex è un materiale altamente tecnologico. Ma per sfruttare appieno i suoi vantaggi, è meglio seguire la tecnologia della sua applicazione per casi diversi..

Isolamento del fondotinta con Penoplex (torta isolante dall’interno verso l’esterno):

Schema di isolamento delle fondamenta della striscia di Penoplex

  • Muro di fondazione.
  • Impermeabilizzazione.
  • Lastre Penoplex.
  • Uno strato di intonaco cemento-sabbia.
  • Riempimento con terra o sabbia, argilla espansa.
  • Lastre Penoplex (orizzontali) sotto la zona cieca.
  • Zona cieca.

Isolamento della fondazione della soletta con Penoplex (torta dal basso verso l’alto):

Lo schema di isolamento della fondazione della soletta di Penoplex

  • Sabbia.
  • Lastre Penoplex.
  • Lastra di cemento.
  • Impermeabilizzazione.
  • Massetto.
  • Impermeabilizzazione dell’estremità di una soletta di cemento.
  • Lastre Penoplex sulla parte terminale della lastra, posate dalla profondità del letto di sabbia fino in cima – 40-50 cm sopra il livello del suolo.
  • Lastre Penoplex sotto la zona cieca.
  • Zona cieca.

Si prega di notare che le lastre Penoplex possono essere posate sulla soletta di fondazione direttamente sotto il massetto.

Isolamento per fondamenta Penoplex fai-da-te

Tutti i lavori sull’isolamento della fondazione con Penoplex possono essere eseguiti in modo indipendente, senza ricorrere all’aiuto delle organizzazioni edili. Almeno su questo sarà possibile risparmiare. Certo, è molto più conveniente realizzare l’isolamento in fase di costruzione, anche prima di riempire la fossa attorno alla fondazione. Ma se il momento è perso, e ora c’è bisogno di isolare le fondamenta di una vecchia casa sfruttata, allora devi sudare. Si noti inoltre che scavare nuovamente le fondamenta può causare crepe, poiché la casa affonderà in modo non uniforme. Questo è pericoloso, quindi ha senso calcolare i carichi prima di iniziare il lavoro..

Considera solo questa opzione più laboriosa..

Scavo

Il primo compito è scavare le fondamenta. Viene scavata una trincea lungo il perimetro dell’intera casa fino alla sabbia stessa, ad es. all’intera profondità della fondazione e una larghezza di almeno 1 – 1,5 m.La profondità della fondazione della striscia di solito scende al livello di congelamento del suolo in inverno, questo indicatore può essere trovato nel servizio geodetico locale.

Drenaggio a parete vicino alla fondazione

Nonostante il fatto che Penoplex non passi o assorba l’umidità, ha comunque senso dotare un’alta qualità drenaggio. È particolarmente necessario se c’è un alto livello di acque sotterranee nell’area di costruzione o forti inondazioni. Equipaggiamo il drenaggio a livello del cuscino di sabbia sotto la fondazione. Scaviamo una trincea poco profonda per tubi di drenaggio attorno al perimetro di tutta la casa a una distanza di 50-60 cm dalle pareti della fondazione. Sul fondo della trincea versiamo sabbia con uno strato di 5 – 10 cm, quindi pietrisco 5 – 10 cm, quindi stendiamo i geotessili, i cui bordi iniziamo dietro i bordi della trincea. All’interno della trincea, posiamo i tubi di drenaggio con i fori direttamente sul geotessile. La pendenza durante la posa dei tubi di drenaggio deve essere di almeno 2 cm per 1 m.Quindi cospargere il tutto con pietrisco con uno strato di 10 cm, avvolgere i bordi del geotessile in modo da avvolgere il tubo con essi. I tubi devono essere deviati in un pozzo di drenaggio delle acque piovane.

Preparazione della superficie di fondazione

Il muro della fondazione e del basamento deve essere pulito da residui di terra, pezzi di cemento scheggiati e altro sporco. Per fare questo, puoi usare un pennello con fibre sintetiche dure. Dopo che la superficie è stata completamente pulita, deve essere livellata. Una superficie liscia è la chiave per la durata del rivestimento impermeabilizzante, che può danneggiare qualsiasi bordo o pezzo sporgente tagliente. È estremamente raro, dopo un certo tempo di funzionamento, le pareti della fondazione rimangono perfettamente lisce, quindi è necessario intonacarle.

Allineamento dei muri di fondazione:

Livellamento della fondazione prima dell'isolamento

  • A una distanza di 1 – 1,5 m l’uno dall’altro, installiamo e fissiamo i beacon. È possibile utilizzare guide perforate. Installiamo i fari all’intera altezza a cui fisseremo l’isolamento – dal fondo della fondazione fino al livello di 50 cm dal suolo.
  • Impastare la soluzione: 4 parti di sabbia e 1 parte di cemento, riempire d’acqua e impastare fino a ottenere una consistenza densa, ma la soluzione non deve essere asciutta. La soluzione liquida drena immediatamente dalla superficie..
  • Usando una cazzuola, gettiamo la malta sulle pareti della fondazione. Facciamo movimenti bruschi con la mano, iniziamo a lanciare dal basso verso l’alto.
  • Quando l’intera superficie è riempita con una soluzione, prendiamo una regola lunga 2 m, la applichiamo ai fari e la allunghiamo dall’alto verso il basso, rimuovendo la soluzione in eccesso. Si consiglia di tirare il regolo non verso il basso, ma per fare movimenti leggermente ondulati.
  • Dopo che il primo strato si è asciugato, puoi applicare il secondo – livellamento.

Importante! Se ci fossero gocce di oltre 2,5 cm sulle pareti della fondazione, è necessario utilizzare un rinforzo aggiuntivo per l’intonacatura. Puoi usare una rete metallica fissata con staffe.

Non continuare a lavorare finché la malta livellante non è completamente asciutta. Ci vorranno da 7 giorni a 20 se la fondazione è stata versata molto tempo fa. Se stiamo isolando una nuova fondazione, è necessario attendere un mese prima che l’umidità dal calcestruzzo sia completamente rimossa..

Impermeabilizzazione di fondazioni

È meglio eseguire un’impermeabilizzazione di alta qualità della fondazione in due strati: il primo è mastice bituminoso, il secondo è fogli Technonikol.

Mastice bituminoso puoi acquistarlo già pronto: disimballalo e stendilo o preparalo tu stesso da una barra di bitume acquistata. Se hai acquistato bitume secco, deve essere sciolto in un contenitore, quindi aggiungere olio usato (motore) al ritmo di 50 litri di olio per 120 – 150 kg di bitume. L’olio aggiungerà plasticità al bitume e quindi non si spezzerà durante il gelo.

Impermeabilizzazione di base con mastice bituminoso

Utilizzando un rullo, applicare bitume con uno strato di 2 – 4 mm su tutta la superficie della fondazione e del basamento. Cerchiamo di riempire tutte le crepe e i piccoli pori. Quando il bitume è asciutto, fogli di colla TechnoNicol. Incolliamo i fogli dal basso verso l’alto, sciogliendo il lato posteriore con un bruciatore a gas. Manteniamo il bruciatore a una distanza non inferiore a 20 – 25 cm, altrimenti TechnoNIKOL brucia. Levighiamo ogni foglio incollato, rilasciando aria da sotto. Incollare i fogli con un sormonto di 10 cm, quindi spalmare le fughe con mastice.

Impermeabilizzazione di fondazioni con TechnoNIKOL

Importante! Molti eseguono l’impermeabilizzazione delle fondamenta solo con i fogli TechnoNIKOL. Questa non è la soluzione migliore, poiché non consente di riempire piccoli spazi e pori. E se l’umidità penetra sotto le lenzuola, si staccheranno rapidamente. Ma spalmare con mastice protegge meglio la superficie, sebbene il processo stesso sia molto sporco e laborioso.

Isolamento del fondotinta con Penoplex

Dopo il completamento dei lavori di impermeabilizzazione, è possibile procedere al fissaggio dell’isolamento.

Importante! Una sfumatura molto importante: potresti imbatterti in raccomandazioni che per fissare le lastre Penoplex, è necessario riscaldare l’impermeabilizzazione bituminosa e incollare il materiale su di essa, infatti, non vale la pena farlo. C’è un’alta probabilità di danneggiare l’impermeabilizzazione.

Applicare la colla sui pannelli Penoplex

Fissiamo le lastre Penoplex alla fondazione in posizione verticale, partendo dal basso verso l’alto. Per aggiustare abbiamo bisogno adesivo acrilico o qualsiasi altro adesivo a base di solventi inorganici. Applicare la colla sul pannello Penoplex in senso puntuale – 5 – 6 punti. Quindi premiamo la lastra sulla superficie della fondazione e la premiamo verso il basso per fissarla. Aspettiamo 1 minuto. Vengono fissate anche tutte le successive lastre Penoplex, solo con quelle già fissate, devono essere collegate con il sistema “scanalatura spina”. Riempi gli spazi tra le tavole con schiuma poliuretanica o colla acrilica.

Incollare Penoplex alla fondazione

Fissiamo anche il secondo strato di lastre Penoplex – con colla, ma con un offset per coprire le giunture tra le lastre del primo strato.

Importante! Il fissaggio delle lastre Penoplex sulla parte della fondazione che verrà ricoperta di terra non può essere effettuato utilizzando tasselli, funghi, poiché ciò può danneggiare lo strato impermeabilizzante.

È possibile utilizzare i tasselli solo sulla parte basamento, dove il fissaggio avviene tramite 5 tasselli (lunghezza 120 mm, diametro 10 mm) per ogni piastra. I fori dei tasselli devono essere coperti con colla acrilica. Continuiamo ulteriori lavori solo dopo che la colla si è completamente asciugata..

Livellamento della superficie

Ora l’isolamento Penoplex deve essere protetto dagli effetti dei terreni, per questo intonachiamo nuovamente la superficie.

Isolamento della fondazione con Penoplex - incollaggio di una rete di rinforzo

Sopra Penoplex fissiamo una rete di rinforzo in fibra di vetro, uniamo le tele con una sovrapposizione di 10 – 15 cm in modo che non si formino crepe o scheggiature alle giunture del fissaggio della rete.

Intonacare la fondazione dopo l'isolamento

In alcune fonti, si consiglia di eseguire tutto l’allineamento con una sola colla acrilica, applicandola in più strati fino a livellare la superficie. Ma puoi eseguire il classico livellamento con una miscela di cemento e sabbia. Dopo che lo strato di intonaco si è completamente asciugato, puoi riempire la fossa.

Riempimento e area cieca calda di Penoplex

Riempire le fondamenta con il terreno

Invece del terreno rimosso dalla trincea, è possibile versare sabbia o argilla espansa sotto la casa per migliorare l’isolamento termico. Anche se è possibile riempire il terreno che c’era. Ma non completamente. La fase finale dell’isolamento delle fondamenta è un’area cieca calda.

Ad una profondità di circa 30 cm dall’alto, riempire uno strato di sabbia di 10 cm e tamponarlo accuratamente. Quindi stendiamo un materiale impermeabilizzante dalla fondazione stessa con una larghezza di 1 – 1,5 m. Può anche essere un normale materiale di copertura, i cui giunti sono accuratamente imbrattati di bitume. Dopo l’indurimento, le lastre Penoplex vengono posate sopra, i giunti vengono rivestiti con colla acrilica o riempiti con schiuma poliuretanica.

Zona cieca calda con Penoplex

Quando viene posato uno strato di isolamento a terra, è possibile attrezzare un’area cieca dall’alto. Per questo, un massetto di cemento viene versato su un pendio dalle fondamenta della casa per deviare i rifiuti e l’acqua piovana da esso..

Il seminterrato della casa, su cui è fissato anche Penoplex, deve essere decorato con pietra, piastrelle di clinker o in qualsiasi altro modo.

Ricorda: una fondazione protetta di alta qualità è la base della tua casa. Realizza l’impermeabilizzazione e l’isolamento termico in tempo e non te ne pentirai e non ti ricorderai delle riparazioni importanti della fondazione per molto tempo. Penoplex è un eccellente materiale tecnologico, che è molto comodo da usare per riscaldare le fondamenta, è facile da installare e non richiede un atteggiamento speciale nei confronti di se stesso. È importante sapere solo una cosa: la schiuma di polistirene estruso viene distrutta dal contatto con acetone, benzene, alcool e altri solventi organici.

Isolamento della fondazione con Penoplex: video