Costruzione di case

Dispositivo di isolamento del tetto

Dopo aver costruito un tetto affidabile, è necessario assicurarsi che svolga un ottimo lavoro nel proteggere la casa dalle precipitazioni e pensare al suo isolamento termico, poiché nella maggior parte dei casi si verificano perdite di calore attraverso il tetto. A proposito, il processo di isolamento del tetto è al secondo posto in importanza dopo aver creato la tenuta del rivestimento. Con tutta la varietà di strutture del tetto, il processo del suo isolamento viene eseguito secondo principi simili. E come esattamente – ora lo scoprirai!

Contenuto:

L’essenza dell’isolamento del tetto

Il tetto è l’elemento più debole nella costruzione di un edificio residenziale in termini di dispersione termica. La direzione verso l’alto dei flussi di calore provoca una dispersione di calore molto più elevata rispetto alle pareti e al seminterrato. La perdita di calore attraverso un tetto non isolato spesso raggiunge il 30% di tutte le perdite di edifici bassi. Con l’aumento dei prezzi del riscaldamento e dell’energia, c’è un vantaggio tangibile nel ridurre al minimo tali perdite..

La mancanza di isolamento termico o l’installazione impropria dell’isolamento provoca la formazione di condensa sulla superficie interna, che comporta una violazione del microclima in casa, la formazione di funghi e muffe. In questo caso, il tetto sarà riscaldato da correnti di calore che provengono dal solaio dell’edificio, quindi in inverno la neve che si è depositata sul tetto si scioglie rapidamente, scorrendo lungo il pendio e trasformandosi in ghiaccio e ghiaccioli, oltre a deformando il tetto e rompendo l’impermeabilizzazione.

Uno dei fattori importanti che influenzano tali indicatori è il regime di umidità e temperatura, il cui mantenimento è garantito da specifici materiali termoisolanti. Per l’isolamento del tetto vengono utilizzati materiali e metodi di isolamento termico che garantiscono la migliore conservazione del calore in casa in conformità con i codici di costruzione stabiliti. L’isolamento deve avere una bassa permeabilità all’acqua e una certa permeabilità al vapore – la capacità di far passare il vapore, dando al tetto l’opportunità di “respirare”.

Nella costruzione di case private, veniva tradizionalmente utilizzata la progettazione di soffitte fredde, quando l’isolamento principale veniva eseguito sulla superficie dei pavimenti, ad es. attraverso il piano mansardato. Questo approccio è stato associato alla mancanza di materiale di isolamento termico che potrebbe essere posato sulle strutture del travetto. L’approccio moderno consente di isolare lo spazio sottotetto lungo le stesse strutture del travetto, creando al contempo un attico a tutti gli effetti e aumentando lo spazio abitativo a un costo minimo.

Materiali per l’isolamento del tetto

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla scelta dell’isolamento. Per l’isolamento del tetto vengono utilizzati materiali che si differenziano per conducibilità termica, permeabilità al vapore, livello di repulsione dell’umidità e caratteristiche meccaniche, durabilità, resistenza al fuoco, facilità d’uso e costo. Quando si acquista un materiale termoisolante per l’isolamento del tetto, è necessario prestare attenzione ai seguenti criteri:

  • Conformità dei materiali ai codici edilizi e agli standard ambientali.
  • Ambito di utilizzo del materiale: scegliere il materiale esclusivamente per i lavori di copertura.
  • Velocità e facilità di installazione: l’isolamento non dovrebbe richiedere grandi costi di manodopera e causare difficoltà nel lavoro.
  • Vita utile del rivestimento selezionato.
  • Proprietà idrorepellenti: il materiale isolante non deve assorbire l’umidità, poiché la sua conduttività termica diminuirà in modo significativo.
  • Caratteristiche della barriera al vapore: è meglio scegliere un materiale di isolamento termico con un lato rivestito con un foglio.

È necessario selezionare un materiale isolante in modo che il suo spessore garantisca la perdita di energia dell’edificio, in conformità con i requisiti di SNiP, pertanto dovrebbe essere determinato in base al coefficiente di conduttività termica di un determinato materiale. Se lo spessore delle strutture del traliccio non è sufficiente per organizzare l’isolamento appropriato, per risolvere questo problema è necessario utilizzare un isolamento più efficiente con un basso livello di conduttività termica.

La caratteristica principale dei riscaldatori è la loro densità media. I materiali per l’isolamento termico sono divisi per densità in densi, medi, leggeri e molto leggeri. I materiali ad alta densità non sempre forniranno elevati livelli di isolamento termico, ma sono in grado di sopportare carichi meccanici più significativi e creare carichi maggiori sulle strutture portanti della casa da isolare. La densità dell’isolamento è di 20-200 chilogrammi per metro cubo. Diamo un’occhiata ai principali tipi di isolamento:

Preparazione per l’installazione dell’isolamento termico

Prima di iniziare a lavorare sull’isolamento del tetto, è indispensabile preparare adeguatamente la superficie. È necessario iniziare controllando le travi per marciume, funghi, muffe, muschio, vari parassiti e travi umide. Se trovi i difetti elencati in una quantità insignificante, vale la pena pulire le travi con carta vetrata, quindi trattarle con uno speciale antisettico e dipingerle con smalto, olio o vernice bituminosa, isolandole così dagli effetti dei fattori ambientali. Se il danno è significativo, è meglio sostituire le travi.

Nella seconda fase dei lavori preparatori, prima di fissare il materiale termoisolante, è necessario verificare la funzionalità del cablaggio. Riparare le parti danneggiate, sostituire i fili usurati, far suonare gli interruttori, controllare attentamente tutti i connettori, le connessioni, i dispositivi di fissaggio e le giunture. Se il cablaggio elettrico è completamente inutilizzabile, dovrebbe essere rifatto.

Opzioni per organizzare l’isolamento del tetto

Esistono molti metodi di isolamento del tetto nella pratica edilizia. Quale metodo utilizzare in ogni caso particolare dipenderà dalla complessità della struttura del tetto e dal materiale utilizzato per isolarlo. Diamo un’occhiata più da vicino a loro..

Posa materiale isolante termico

Esistono diversi metodi per la posa del materiale isolante termico:

Isolamento interno ed esterno

L’isolamento interno è l’opzione di isolamento più popolare ed è adatto per tetti inclinati e piani. L’isolamento interno del tetto viene effettuato utilizzando questa tecnologia: in primo luogo, viene posato il rivestimento interno della stanza, sopra di esso – una barriera al vapore, quindi – un materiale termoisolante, quindi – vento e impermeabilizzazione.

Lo strato di isolamento termico finale è il materiale di copertura che preferisci. Ricordare che l’isolamento deve essere della larghezza richiesta ed essere adattato a specifiche condizioni climatiche. Ma la cosa principale è garantire che il materiale non appesantisca il tetto e provvedere agli spazi necessari per rimuovere l’umidità dalla struttura..

L’isolamento esterno del tetto viene effettuato sulla base di tetti piani mediante lastre rigide, che vengono quindi premute contro lastre di cemento o ciottoli. Quando si organizza l’isolamento termico esterno, è molto importante calcolare la resistenza del tetto per proteggerlo dal crollo del tetto..

Isolamento di tetti inclinati e piani

La scelta del metodo di isolamento termico del tetto a falde viene effettuata, a seconda delle caratteristiche dell’edificio. Se la casa è in funzione e non si prevede lo smantellamento del materiale di copertura, l’isolamento principale o aggiuntivo del tetto deve essere eseguito lungo la parte interna del tetto – direttamente lungo i sistemi di travi.

Se l’edificio è solo in fase di costruzione e non è ancora stato installato il materiale di copertura, vale la pena isolare il lato esterno delle strutture del tetto inclinato e il tornio interno fungerà da supporto per il materiale di isolamento termico. Per l’isolamento del tetto, puoi scegliere uno o due strati di isolamento. Ma allo stesso tempo vale la pena usare solo l’isolamento, che ha la stessa densità..

È consuetudine isolare i tetti a falde su travi con materiali termoisolanti, che hanno una bassa densità (25 – 50 chilogrammi per metro cubo), progettati esclusivamente per le influenze atmosferiche e la temperatura. Ricorda che i materiali non dovrebbero mettere un carico pesante sulla struttura..

Quando si costruisce una nuova casa, si consiglia di utilizzare un metodo di isolamento a due strati per l’isolamento termico di un tetto piano. Lo strato inferiore è necessario per la protezione termica e lo strato superiore è necessario per distribuire i carichi all’intera struttura. Il metodo monostrato viene solitamente utilizzato esclusivamente per la riparazione e la ricostruzione di vecchi tetti..

Per l’isolamento termico dei tetti piani, è necessario utilizzare un isolamento denso, che deve sopportare carichi significativi di neve e acqua, poiché le precipitazioni si accumulano spesso su tali tetti. I tetti piani in cartone ondulato devono essere coibentati con lana minerale, basalto e lastre di polistirene espanso, che hanno una densità di circa 220 chilogrammi per metro cubo. Il tetto su una lastra di cemento armato è isolato con materiali più densi, ad esempio lastre PPZh-200.

Dispositivo di isolamento del tetto fai-da-te

L’isolamento del tetto è un sistema multistrato costituito da uno strato interno di barriera al vapore, isolamento e un materiale di membrana superiore, che si distingue per permeabilità all’umidità unilaterale. Questo disegno si chiama “torta sul tetto”.

I produttori di materiali da costruzione moderni offrono ai consumatori una “torta” già pronta, ma puoi crearla tu stesso al giusto livello di qualità. Il primo strato è un materiale a prova di umidità che protegge lo strato isolante dall’umidità in eccesso che proviene dalla stanza. Di solito usano fogli, polietilene e altri materiali..

Il materiale viene steso all’interno degli elementi portanti senza fughe in un unico strato, incollando i giunti con un sigillante e fissando con listelli alle strutture in legno mediante chiodi zincati o graffatrice da cantiere. Se è impossibile posare il materiale in uno strato, è necessario creare sovrapposizioni, che dovrebbero essere superiori a 100 millimetri.

Lo strato superiore barriera al vapore è necessario per garantire il passaggio dell’umidità verso l’esterno ed evitare che penetri all’interno dello strato di materiale isolante termico. Il materiale isolante viene posato direttamente sul materiale barriera al vapore. Allo stesso tempo, deve essere tagliato con precisione a misura, poiché la sua piegatura non è consentita.

È possibile ottenere l’efficienza pianificata e calcolata dell’isolamento termico di un tetto morbido solo se si evita la formazione di ponti freddi durante la posa dell’isolamento. Per questo, il materiale di copertura deve essere posato senza interruzioni da altri elementi strutturali. Non dovrebbero esserci piani e cavità nello strato termoisolante per il passaggio dell’aria.

Pertanto, per risparmiare risorse energetiche, per ricreare il microclima più confortevole in casa, è possibile solo un’installazione di isolamento termico di alta qualità. Pertanto, non è consigliabile risparmiare su di esso, è necessario seguire rigorosamente la tecnologia per evitare errori fatali come l’uso di materiale di larghezza errata, l’installazione di un isolamento sottile. Ricorda inoltre che il massimo effetto possibile della procedura di isolamento del tetto può essere ottenuto solo con un approccio integrato all’isolamento termico della casa..