Costruzione di case

Controsoffitti della cucina – sottigliezze di scelta

Una cucina moderna e confortevole è il sogno di ogni casalinga. Il suo attributo indispensabile è il piano del tavolo. I primi piani sono noti fin dai tempi dell’antica Roma, erano realizzati con materiali naturali: marmo o bronzo. Sul piano di lavoro, puliscono e tagliano, pepano e salano, battono e sottaceto ogni giorno. E possono trattare gli ospiti con lei. Per questo è molto importante scegliere un piano di lavoro che sia funzionale, resistente e adatto alla soluzione stilistica complessiva della cucina. I produttori di mobili in questi giorni offrono una vasta selezione di controsoffitti. Quale è giusto per te?

Sommario:

Piani di lavoro – dalle origini ai tempi moderni

Nessuno discuterà con il fatto che la decorazione più importante della cucina, che ne dà il tono, è il set da cucina. Le facciate, il grembiule dell’area di lavoro e i controsoffitti – i piani dei mobili della cucina – svolgono un ruolo importante. Il piano di lavoro è una piastra monolitica o in più parti che viene fissata ai pensili della cucina. Il suo spessore è diverso: da 2 a 7 centimetri, a seconda delle preferenze e dei desideri dei proprietari, nonché del materiale scelto. La larghezza del piano di solito corrisponde alla profondità del mobile da cucina. Anche se non è raro ordinare un piano di lavoro per la cucina, che sporge sopra le facciate dei mobili.

Il piano del tavolo è solitamente costituito da una base e da un rivestimento. La sua base è solitamente in compensato. E l’aspetto e la qualità della parte superiore dipendono dal rivestimento. Le prime strutture di taglio nella storia della civiltà erano massi piatti di pietra. Per molti decenni, le cucine delle nostre nonne avevano tavoli in legno massello ricoperti di tele cerate. Servono regolarmente le hostess fino ad oggi, tuttavia, sono passate alla categoria dei beni di lusso..

Poi i controsoffitti della cucina in plastica sono diventati di moda, ma il tempo ha dimostrato che sono completamente di breve durata. Oggi, grazie al rapido sviluppo delle tecnologie produttive, la scelta del materiale per i piani di lavoro è piuttosto ampia: pietra naturale, laminato, acrilico, metallo, legno e agglomerati vengono utilizzati come rivestimento nella produzione dei piani cucina..

Piani cucina: un’ampia varietà di materiali

I designer di mobili da cucina erano attivamente alla ricerca di materiali per piani che non temessero le alte temperature e l’umidità, non accumulassero grasso e fossero facili da lavare sopra tutto il resto. Nel corso di queste ricerche, sono stati testati tutti i tipi di opzioni che potevano combinare estetica, praticità, ma erano anche disponibili per la maggior parte della popolazione..

Pertanto, il materiale con cui sono realizzati i piani di lavoro della cucina è a priori resistente alle influenze termiche, chimiche e meccaniche. Grazie alle moderne tecnologie è possibile combinare i suddetti materiali in diverse combinazioni, per ottenere ottimi prodotti con ottime proprietà di consumo..

Piani dei tavoli in legno – ponte di yacht in miniatura

I piani in legno sembrano abbastanza semplici, quindi possono adattarsi naturalmente a qualsiasi interno. Tutte le vene di un tale piano di lavoro sono uniche a modo loro, ogni sfumatura è unica. Una superficie morbida e calda porta armonia e comfort in cucina..

Per la produzione di tali controsoffitti, vengono utilizzate schede di composizione incollate da assi di legno massello. Il legno viene accuratamente levigato e accuratamente rivestito con oli speciali per preservare la resistenza del piano del tavolo e proteggerlo dalle influenze ambientali e da vari danni meccanici. La tecnologia di lavorazione dell’olio è intrinsecamente difficile e dipende in gran parte dalla pelosità e dalla rugosità originali del legno..

Questa tecnica consente di evitare la deformazione del materiale sotto l’influenza dell’umidità e di ottenere un aspetto spettacolare della parte superiore, che ricorda un ponte di uno yacht in miniatura. I vantaggi decorativi dei controsoffitti della cucina in legno fai-da-te si manifestano al meglio nelle vicinanze dell’interno di una casa di tronchi o tronchi.

Si raccomanda comunque di ricordare che i piani in legno richiedono maggiore attenzione e richiedono cure particolarmente attente. Non sorprende che il legno sia altamente infiammabile e si deteriori sotto l’influenza delle alte temperature. Pertanto, è imperativo posizionare oggetti caldi sui sottobicchieri..

Di tanto in tanto, un piano di lavoro in legno dovrebbe essere pulito con mezzi speciali per proteggere ulteriormente la superficie dagli effetti dei fattori ambientali. Quando si taglia il cibo, vale la pena usare un tagliere, poiché la parte superiore in legno lascerà graffi dal coltello. Se ricordi queste sfumature sulle peculiarità dell’uso di un piano di lavoro in legno, prendersene cura non ti darà molte difficoltà..

Piani di lavoro laminati – elevata durabilità ed effetto decorativo

Per la produzione di piani in laminato, che sono oggi uno dei prodotti più economici, viene utilizzato il postforming – rivestimento di materiale truciolare con plastica laminata. È costituito da un laminato da tre a quattro fogli di carta kraft, impregnato di resine sintetiche e forma una base multistrato durevole, nonché carta decorativa con un motivo e un rivestimento protettivo di resine melamminiche e acriliche.

È lo strato protettivo trasparente che rende il piano laminato resistente alla luce, al calore e all’usura, invulnerabile agli urti di stoviglie che cadono, graffi da oggetti taglienti da cucina, detergenti, solventi e altre sostanze aggressive. Nel processo di laminazione delle superfici terminali e della parte anteriore del piano non rimane una sola area aperta.

I piani cucina in laminato sono molto resistenti, non temono le alte temperature e non sbiadiscono alla luce del sole. Sono resistenti al calore e possono essere utilizzati vicino a una stufa senza il rischio di deformazioni e incendi. I punti di incisione dei lavelli e degli elettrodomestici da incasso sono particolarmente protetti con un sigillante.

La durata del piano di lavoro laminato della cucina dipende da questo, perché l’acqua, anche su questo materiale resistente all’umidità, provoca il suo graduale rigonfiamento. Si consiglia di rimuovere tutta l’acqua che cade sulla parte superiore in modo che l’umidità non penetri nella base attraverso le cuciture.

Ma allo stesso tempo, la bassa resistenza all’umidità di tali controsoffitti è più che compensata dal basso costo, dalla facilità di installazione e dall’elevata decoratività dei piani in laminato. Lo strato di carta decorativa del prodotto consente di decorarlo con una varietà di motivi, dall’imitazione di materiali naturali (vetro, legno, pietra, pelli di animali) ai leggendari capolavori artistici.

Top in pietra naturale – la regina della cucina

In termini di magnificenza, costo e importanza, nessun materiale per piani può essere paragonato alla pietra naturale. La cucina *top in pietra per la cucina* è senza dubbio la regina della stanza e crea l’atmosfera per l’intero stile. A colpo d’occhio su un tavolo da taglio in pietra naturale, puoi sentire il lusso freddo che è degno dei palazzi.

Piano di lavoro in granito e basalto

La base per la fabbricazione di un piano in pietra sono lastre speciali, che sono lastre di roccia dura (basalto o granito), che hanno uno spessore di 2-3 centimetri. Dalle viscere della terra si estraggono lastre di blocchi di pietra.

Le lastre su complesse apparecchiature per la lavorazione della pietra ricevono caratteristiche finite: passano attraverso la procedura di taglio, vengono lucidate e lucidate, i bordi vengono lavorati – sono resi diritti o ricci, con curve o smussi. Quindi ritagliare le aperture per l’installazione del lavello e degli elettrodomestici da incasso.

Tali operazioni richiedono molto tempo, quindi contribuiscono in modo significativo al prezzo finale del prodotto, calcolato individualmente. Il costo dei top cucina in granito può variare in base ai prezzi della materia prima, alla superficie della superficie lavorata, alla lunghezza del bordo, al perimetro dei tagli, alla presenza di fori.

Il modello di granito e basalto è unico. Questo materiale è denso e meno igroscopico rispetto ad altri tipi di pietra. Lo svantaggio dei controsoffitti in pietra naturale è il grande peso del piano di lavoro. Inoltre, la pietra naturale non può essere restaurata. Non credere in un miracolo! Non funzionerà per eliminare i trucioli con una matita di cera..

Piano di lavoro in marmo

Il vantaggio principale di un piano in marmo è il suo aspetto estetico e, se il prodotto viene lavorato con un profilo riccio, un tale piano darà alla cucina un’eleganza unica. Il piano di lavoro in marmo si adatta a qualsiasi interno, indipendentemente dallo stile in cui è realizzato.

Il marmo non teme l’umidità e adempie perfettamente ai suoi doveri funzionali. Tuttavia, è eccessivamente morbido e non resistente ai danni meccanici, agli effetti del caffè, del succo di limone e dei prodotti chimici..

Piani di lavoro in agglomerato di quarzo

I pezzi grezzi in pietra agglomerata su una base di granito e quarzo sono spesso indicati come controsoffitti in pietra per cucine a causa della tecnologia di lavorazione e dei prezzi simili. Queste strutture contengono trucioli di quarzo, specchio o granito, nonché legante di resina polimerica..

Le lastre per piani in agglomerato di quarzo sono realizzate ad alte temperature sotto vuoto su appositi dispositivi – tavole vibranti. Lo spessore della lastra raggiunge i 30 millimetri. L’aria non entra in tale materiale e tali controsoffitti sono considerati resistenti ai liquidi, non assorbono acidi e solventi. Agglomerato di quarzo resistente a graffi e rotture.

Piani di lavoro in acciaio inox a specchio e acciaio satinato

I controsoffitti più durevoli, durevoli, resistenti all’umidità e igienici sono prodotti in acciaio spazzolato. E i piani con così tanti vantaggi ti costeranno 5-10 volte meno dei piani in pietra naturale.

L’acciaio inossidabile viene fissato al truciolato con l’aiuto di “chiodi liquidi”, dopo che i bordi sono stati piegati attorno al bordo del pannello su una pressa o, su richiesta del cliente, coprono completamente l’intero pannello. La cucitura che si forma all’angolo è saldata e levigata.

Mentre i controsoffitti in acciaio sono solo rettangolari. E se hai bisogno di una versione angolare, dovrai ancorare la parte superiore di due parti, attaccate con piccoli lacci l’una all’altra. Su una superficie opaca, il giunto sabbiato è praticamente indistinguibile e il tavolo da taglio assumerà un aspetto monolitico.

Oltre all’acciaio spazzolato, viene offerta una scelta di acciaio inossidabile a specchio. In effetti, ci sono molte più opzioni per la lavorazione dell’acciaio, ma non c’è ancora richiesta per tali controsoffitti. I produttori stessi consigliano di utilizzare il metallo spazzolato, perché è più facile rimuovere lo sporco da esso che dai fogli decorativi e i graffi possono essere levigati quasi senza lasciare traccia. Ma l’acciaio inossidabile a specchio è il più stravagante.

Piani di lavoro in pietra artificiale – facili da pulire

Al giorno d’oggi, i piani in pietra artificiale sono molto popolari tra i consumatori. La base del piano di lavoro è in compensato, su cui è incollata una pietra artificiale spessa 12 millimetri. La pietra artificiale è composta da colla polimerica e granuli multicolori per simulare la composizione di una pietra naturale.

La pietra artificiale è un materiale abbastanza plastico e da esso si possono creare forme piegate ad alte temperature. E questo è particolarmente vero per un auricolare con facciate raggiate. I controsoffitti della cucina in pietra artificiale sono disponibili sul mercato in una vasta gamma di colori e trame.

Il vantaggio principale della pietra artificiale è la capacità di collegare la parte superiore senza giunti visibili. Tale materiale non può essere graffiato, deformato o tagliato. Inoltre, è resistente al calore e igroscopico. I piani in pietra artificiale sono facili da pulire. Hai solo bisogno di pulire la superficie del piano di lavoro con un tovagliolo e tornerà a brillare di nuovo..

A differenza del materiale naturale, la pietra artificiale è calda al tatto, è in grado di acquisire la temperatura della stanza e mantenersi calda, nonostante la straordinaria lucentezza della “pietra”.

Piano in vetro: l’epitome dello stile

Un’altra opzione per i controsoffitti della cucina sono i piani in vetro appositamente temperato. Pertanto, tali prodotti sono resistenti al calore, durevoli e impermeabili. I ripiani in vetro sono disponibili in una varietà di colori. La cura di tali superfici è semplice, ma occorre prestare attenzione con detergenti abrasivi che possono graffiare la superficie piana..

Il vetro in cucina sembra affascinante e molto elegante. Una cucina con tali controsoffitti sembra molto impressionante. Ma non dimenticare che questo è ancora vetro, che può rompersi o rompersi con un certo sforzo. In caso di fessura, il top dovrà essere cambiato interamente per evitare la comparsa di frammenti. E se il vetro si rompe completamente, in ogni caso si formano grandi frammenti con bordi smussati, che proteggono i proprietari dall’essere tagliati.

A causa della bassa resistenza all’usura del materiale e della difficoltà di manutenzione, i prezzi per i piani di lavoro in vetro non sono i più bassi. I chip appaiono facilmente sul piano in vetro. Ma se il problema finanziario non è il principale per te e puoi permetterti di cambiare il piano di lavoro della cucina in un anno, perché non acquistare un piano di lavoro in vetro?

Piani di lavoro in acrilico – facile restauro

La pietra acrilica è composta da pigmenti, carica minerale e resina acrilica, che funge da legante. Questo materiale ha una struttura non porosa, quindi non assorbe umidità e tutti i tipi di solventi, è impermeabile a batteri e funghi. La superficie del materiale può essere facilmente lavata con normale acqua saponata senza l’utilizzo di agenti speciali, liquidi dissolventi e abrasivi.

Sulla superficie dei controsoffitti della cucina in acrilico, rimangono tracce solo di pentole e padelle calde. Ma la traccia di una sigaretta non spenta in tempo può essere rimossa, perché l’acrilico è termoplastico a temperature vicine ai 180 gradi Celsius. Per evitare danni, vengono tagliate strisce di metallo nella superficie di lavoro per proteggerle da contatti pericolosi.

Questo materiale è anche estremamente resistente ai prodotti chimici domestici come succhi, alcol, aceto e prodotti a base di latte fermentato. È anche considerato resistente agli urti, ma può graffiarsi abbastanza facilmente, quindi si consiglia di fare attenzione quando si maneggiano coltelli e forchette. La consolazione è che quando appare una scheggiatura, il piano di lavoro in acrilico può essere facilmente ripristinato.

Adesso hai capito come scegliere un top cucina in modo che il top possa risolvere due problemi contemporaneamente: funzionale ed estetico. Il piano del tavolo, da un lato, è un oggetto che decora l’interno e, dall’altro, è un piano di lavoro necessario per cucinare e posizionare gli utensili da cucina. Pertanto, ai piani cucina vengono imposti una serie di requisiti: dalla forza banale alla resistenza al succo di limone e al caffè..