Complotto

Ortensia. Piantare, crescere e curare

La bellezza del cespuglio di ortensie in fiore può davvero essere paragonata agli abiti lussureggianti delle principesse. Basta non distogliere lo sguardo dalle infiorescenze a forma di palloncino nei toni più delicati del rosa, lilla e blu, che sono sparse tra il rigoglioso fogliame verde. Nell’articolo, considereremo come piantare e curare l’ortensia.

Contenuto:

I botanici europei chiamarono la cultura Hydrangea (cioè una nave piena d’acqua), questo nome fu dato, in primo luogo, per la sua natura amante dell’umidità, e in secondo luogo, perché i baccelli del seme assomigliano a brocche in forma.

I giapponesi, che rispettano particolarmente l’ortensia, lo chiamano il “fiore del sole viola” – adzisai. Le foglie di ortensia selvatica in Giappone vengono utilizzate per preparare il sacro tè Amacha, che viene preparato e bevuto l’8 aprile, il giorno della nascita del Buddha..

Informazioni interessanti sull’ortensia

  • Nelle infiorescenze di ortensie coesistono due tipi di fiori.
  • L’acidità del terreno influisce sul colore dei fiori. Se il terreno ha una debole reazione alcalina, i fiori diventano rosa e con una reazione acida del terreno le infiorescenze diventano blu e blu. Le piante che sbocciano bianche, tuttavia, cambiano a malapena..

  • Dal terreno alcalino, le radici della pianta non possono assimilare il ferro, che influisce sul colore, quindi, su tali terreni, per ottenere infiorescenze nei toni del blu, i cespugli vengono annaffiati con soluzioni di sali di ferro. Il colore blu risulterà più succoso se scavi chiodi arrugginiti nel cerchio del tronco. Succede che sullo stesso cespuglio appaiano fiori blu da un lato e fiori rosa dall’altro. Questa circostanza può essere utilizzata quando si creano progetti paesaggistici unici..
  • Per cambiare il colore, vengono utilizzati anche sali metallici: allume, che vengono venduti nello stesso luogo dei fertilizzanti. La torba di alta brughiera viene utilizzata anche per ossidare il terreno, con cui vengono pacciamati i tronchi o con l’infuso di cui vengono annaffiate le piante.

Varietà di ortensie da giardino coltivate in Russia

Sfortunatamente, nella fredda Russia questa pianta termofila straordinariamente bella può essere coltivata in piena terra principalmente da giardinieri della corsia centrale, e anche allora ci sono poche specie: l’ortensia di Sargent (Hydrangeasargentiana); albero (Hydrangeaarborescens); a foglia larga (Hydrangeamacrophylla); paniculata (Hydrangeapaniculata); picciolo (Hydrangeapetiolaris); tappezzante (Hydrangeaeteromalla).

ortensia sergente

  • L’arbusto attrae con la sua unicità: ha uno spessore rosso scuro, come germogli ricoperti di feltro e bellissime foglie verde scuro di velluto.
  • Raggiunge un’altezza di circa un metro.
  • Fiorisce da metà luglio. Le infiorescenze viola-lilla hanno una forma a scudo: grandi fiori sterili leggeri sono sparsi tra piccoli fiori densamente posizionati come stelle. Usando questo look, crea siepi spettacolari.
  • La pianta è termofila, ama le zone ben illuminate.
  • Di tutte le specie, è la più resistente alla siccità, ma gli piace ancora di più il terreno umido.
  • A causa della tendenza dell’ortensia di Sargent a congelarsi in autunno, tagliano i gambi sotto la radice e si riparano. L’anno successivo vengono ripristinati i cespugli.
  • Propagato principalmente per processi radicali o dividendo il cespuglio, poiché i semi non hanno il tempo di maturare bene.

Ortensia

  • Questa specie proviene dal Nord America, quindi tollera bene gli inverni non troppo rigidi. E anche se gela un po’, poi con potature e alimentazione adeguate, trova la forza per riprendersi velocemente.
  • In rapida crescita. Durante la stagione, un cespuglio eretto con una chioma arrotondata può raggiungere i 2 metri di altezza.
  • Le sue foglie sono grandi infiorescenze globose di colore bianco o crema. Fiorisce a luglio. Le varietà di questa specie Sterilis e Grandiflora si distinguono per la speciale bellezza di enormi cappucci di infiorescenze sterili bianche come la neve..

Ortensia a foglia larga

  • Grazie agli sforzi degli allevatori di tutto il mondo, sono state create molte magnifiche varietà di ortensie a foglia larga, senza le quali quasi nessun giardino europeo può fare. I giardinieri russi sono costretti a scegliere solo varietà in grado di resistere agli inverni freddi. Questo è un fattore limitante per la diffusione degli arbusti in regioni con un clima rigido. Tuttavia, nella via centrale è stato coltivato fin dall’antichità, cespugli lussureggianti servivano da decorazioni per proprietari terrieri e tenute nobiliari.
  • Le infiorescenze delle grandi ortensie sono insolitamente belle. Innumerevoli grandi fiori sterili li fanno sembrare delle palle. È deliziosa nelle singole piantagioni o al centro delle aiuole.
  • Nuove varietà rifiorenti resistenti all’inverno possono fiorire sia sui germogli dell’ultimo anno che su quelli appena cresciuti. Pertanto, sono garantiti per fiorire ogni anno, anche se i germogli dell’anno scorso si congelano..
  • D’inverno bene, e ogni anno le varietà popolari fioriscono magnificamente: EarlySensation, RedSensation con infiorescenze scarlatte brillanti e rami bordeaux, Peppermint con infiorescenze rosa pallido e fiori bianchi sterili, varietà Expression a fioritura doppia rosa o blu.

Ortensia paniculata

  • Nelle foreste native della Cina e del Giappone, gli arbusti di questa specie possono crescere fino a 10 metri di altezza. Nelle regioni dell’Estremo Oriente della Russia, puoi anche vedere queste piante. Il clima temperato della zona centrale consente ai cespugli di raggiungere un’altezza di due metri.
  • La chioma tondeggiante è costituita da un grande fogliame oblungo, vellutato al tatto.
  • Le infiorescenze allungate hanno una forma piramidale. I pennelli a pannocchia contengono sia fiori bianchi sterili che fiori fruttiferi di una delicata tonalità verdastra..
  • Api e bombi affollano l’aroma gradevole. Più vicino all’autunno, i fiori bianchi estremi cambiano colore in rosa con una sfumatura verdastra. I baccelli iniziano a maturare entro la fine di settembre. Questa specie può crescere nell’aria inquinata delle città e preferisce zone leggermente ombreggiate..
  • La varietà Floribunda, che ha grandi infiorescenze piramidali bianco-crema, è diventata molto popolare. Un tale cespuglio coperto di fiori apparirà bello ovunque nel giardino, ad esempio al centro di un giardino fiorito, all’ingresso di una casa o di un gazebo.
  • L’ortensia Grandflora (Grandiflora) è diffusa e amata dai giardinieri, originariamente fiorita con pannocchie color crema chiaro, che poi diventano bianche, e alla fine della stagione – rosse con sfumature verdastre.

Ortensia a stelo

  • Gli appassionati di giardinaggio verticale usano con successo l’ortensia peziolare (H. petiolaris), che è una liana decidua legnosa. In condizioni naturali, cresce in Cina, Corea, Giappone, Sakhalin, Isole Curili. Questa specie è ampiamente distribuita come pianta ornamentale in tutto il mondo..
  • Sui tralci rosso-bruni della vite sono presenti delle radici aeree con le quali si aggrappa ai sostegni e si arrampica verso l’alto o si aggrappa al suolo. Il suo fogliame verde scuro è liscio e lucido con una forma ovale allungata. In autunno le foglie ingialliscono e cadono.
  • Questa pianta mellifera si distingue per la sua fioritura precoce – da giugno a luglio. Fiorisce abbondantemente con fragranti boccioli sciolti bianchi o rosa pallido.
  • La pianta ha una buona resistenza invernale, ma in caso di forti gelate, gli steli si congelano leggermente e quindi richiedono la costruzione di rifugi.
  • Le giovani piantine a crescita lenta hanno bisogno di circa due o tre anni per acquisire forza. Solo allora si trasformano in una potente pianta capace di ricoprire una vasta area con un tappeto verde fiorito..
  • Le ortensie picciolate decorano pareti, gazebo, pergolati, alberi morti, recinzioni. Queste viti si sentono benissimo sul terreno come piante tappezzanti. Possono decorare, ad esempio, la riva di un bacino artificiale. Lungo la strada, con le loro radici ventose, rafforzeranno il terreno.
  • La varietà Miranda recentemente introdotta (H.petiolaris Miranda) ha già guadagnato popolarità in quanto ha foglie più ornamentali e cresce rapidamente..

Ortensia tappezzante

  • Questa specie comprende l’ortensia Bretschneider (N. Vretschneideri), che è un arbusto deciduo con rami pelosi rosso scuro e un’ampia chioma arrotondata. Il fogliame è a forma di cuneo con dentelli lungo i bordi di colore verde scuro. Le foglie sono lisce sopra e lanuginose sotto..
  • I fiori sterili delle infiorescenze umbellate sono bianchi all’inizio e viola alla fine della stagione. La fioritura è abbondante e molto decorativa. Inizia a fiorire solo nel quinto anno.
  • Questo arbusto è il più resistente all’inverno e alla siccità di tutti i tipi di ortensie e tollera bene anche l’ombra..
  • Perfetto per decorare siepi verdi, sembra spettacolare in piantagioni singole e di gruppo.

Ortensia in crescita

Piantare ortensie

  • Per piantare questo arbusto caldo e amante della luce, devi scegliere un posto sul sito che sarebbe chiuso dai venti e ben illuminato. È adatta anche una leggera ombra parziale e per alcune varietà è persino preferibile..
  • Il terreno è scelto fertile con una reazione acida di almeno pH 4,5, quindi, nella sua composizione, dovrebbe contenere zolle frondose, torba alta, humus, sabbia.
  • Le fosse di semina che misurano 50 x 50 x 50 vengono preparate in anticipo in modo che la miscela di terreno si depositi bene in esse e tutti i componenti “facciano amicizia” tra loro.
  • La semina viene effettuata all’inizio della primavera. La pianta è piantata in modo che il colletto della radice non vada in profondità, ma sia al di sopra del livello del suolo. Dopo aver innaffiato la pianta appena piantata, cospargere la zona delle radici con torba o corteccia di conifera tritata.

Cura dell’ortensia

  • L’ortensia ama molto l’umidità e richiede annaffiature regolari. Con una mancanza di umidità, soffre molto, perde colore o non fiorisce affatto. In nessun caso il terreno dovrebbe essere lasciato asciugare.
  • Alla prima alimentazione primaverile viene utilizzato solfato di potassio o solfato di ammonio. Quindi vengono nutriti all’inizio e alla fine della fioritura con fertilizzanti al fosforo-potassio. L’arbusto reagisce bene all’irrigazione mensile con una soluzione leggermente rosata di permanganato di potassio, questo aiuta a rafforzare i tessuti.
  • In primavera e in autunno, la pacciamatura del terreno con torba deve essere eseguita in cerchi vicino al tronco per preservare l’umidità e acidificare il terreno. Lo spessore dello strato di pacciamatura deve essere di almeno 7 cm.

Formazione di cespugli di ortensie

  • La formazione dei cespugli inizia nel terzo o quarto anno dopo la semina..
  • Le ortensie paniculate e simili ad alberi fioriscono sui germogli attuali, quindi in primavera vengono tagliate, lasciando 8 – 10 gemme, i rami deboli e vecchi vengono tagliati.
  • Delle varietà paniculate, molte formano alberi standard, per i quali tutti i germogli vengono tagliati su una pianta di due anni ad eccezione di uno dei più forti. L’anno successivo, questa ripresa viene ridotta di un terzo. Quindi, quando un anno dopo ne escono giovani germogli, due o tre di essi vengono lasciati e accorciati, e il resto viene rimosso. E così via per diversi anni. Il risultato è un albero ramificato e splendidamente fiorito..
  • Sulle specie picciolo e tappezzanti, viene eseguita una leggera potatura primaverile, tagliando le estremità dei lunghi steli alle gemme. Di conseguenza, l’arbusto inizierà a ramificarsi di più e fiorirà più abbondantemente..
  • L’ortensia a foglia larga depone boccioli di infiorescenze sui rami dell’anno scorso. Pertanto, la potatura primaverile consiste nella rimozione di vecchie infiorescenze, germogli deboli e danneggiati..

Insetti dannosi e malattie

  • La pianta può essere colpita acaro del ragno. Allo stesso tempo, le foglie ingialliscono e si asciugano, poiché l’insetto si deposita sul retro della foglia e ne succhia tutti i succhi. Combattono questo flagello spruzzando l’ortensia con sostanze chimiche speciali, specialmente nella parte inferiore del fogliame..
  • Se sulle foglie compaiono macchie oleose gradualmente ingiallite e scure, questo potrebbe essere un segno peronospora. In tali casi viene utilizzata una soluzione acquosa di solfato di rame (un cucchiaino per secchio d’acqua) con l’aggiunta di 150 grammi di sapone verde. È importante non iniziare la malattia, ma iniziare il trattamento nelle fasi iniziali del suo aspetto..
  • Le piante possono ammalarsi su terreni alcalini clorosi, questo può accadere anche con un eccesso di humus nel terreno. Le foglie iniziano a schiarirsi e ad assottigliarsi e le loro vene si scuriscono. In questo caso, il terreno viene versato con nitrato di potassio (2 cucchiai per secchio d’acqua) e dopo tre o quattro giorni – con vetriolo di ferro nella stessa proporzione.

Rifugi per l’inverno

  • Fondamentalmente, tutti i tipi di ortensie sono termofili e necessitano di rifugi invernali. La costruzione di rifugi non richiede molto lavoro, ma aumenta notevolmente le possibilità delle piante di sopravvivere al freddo..

  • La cosa più semplice è pacciamare i tronchi con uno spesso strato di torba, segatura, paglia, fogliame o rami di abete all’inizio del primo gelo. In questo modo vengono isolate le specie arboree e paniculate..
  • I rami rigidi possono essere avvolti con materiale di copertura o carta resistente al calore.
  • Gli steli flessibili dell’ortensia a foglia larga o picciolata sono disposti ordinatamente su assi o scatole piatte e quindi fissati a terra attraverso le fessure. Coprire con rami di abete dall’alto o utilizzare qualsiasi materiale non tessuto. Sul materiale viene steso un involucro di plastica resistente al gelo e fissato con pietre o altri oggetti pesanti.
  • Verso la metà di aprile, appena cessano le forti gelate notturne, i ripari vengono rimossi.

Casa & Giardino

L’ortensia domestica può decorare un appartamento con la sua magnifica fioritura da maggio a fine settembre..

  • Sebbene la pianta sia fotofila, non dovresti esporla all’effetto scottante della luce solare diretta. Altrimenti, le foglie inizieranno a sbiadire. La temperatura ottimale è considerata fino a 20 ° C..
  • In autunno, quando il fiore entra in un periodo dormiente, dovrai trovare un luogo buio e più fresco per il vaso con una temperatura non superiore a 8-10 ° C.
  • In inverno, è necessario mantenere una leggera umidità del suolo annaffiando circa una volta ogni 10 giorni. Quando le foglie iniziano a comparire a febbraio, il vaso viene posto in un luogo luminoso e la frequenza di irrigazione viene aumentata. All’inizio del germogliamento, la concimazione viene eseguita con uno speciale fertilizzante complesso per ortensie.
  • Poiché la pianta ama l’acqua, viene spesso annaffiata e spruzzata durante l’estate. Con una mancanza di umidità nel terreno o aria troppo secca, le punte delle foglie inizieranno ad asciugarsi. Per una fioritura più rigogliosa, le medicazioni minerali vengono effettuate ogni 10 giorni..
  • È necessario rinvasare la pianta ogni anno dopo che è sbiadita, tagliando i gambi a metà. Il terreno deve essere acido. È possibile acquistare una miscela di terreno già pronta specifica per ortensie o rododendri. Se il terreno non è abbastanza acido, le foglie inizieranno a ingiallire..
  • Per la propagazione delle ortensie vengono utilizzate talee appena tagliate, che vengono bloccate nella sabbia bagnata e coperte con un barattolo di vetro fino alla comparsa della prima foglia. Quando trapianti in un vaso permanente, pizzica la piantina.

Bouquet estivi e invernali

  • I cappucci dei fiori di ortensia nei mazzi sono molto belli. Se, prima di mettere in un vaso, le estremità dei rami vengono divise e bruciate, così come il fogliame viene rimosso, le infiorescenze non perderanno la loro freschezza per molto tempo..

  • Un’altra tecnica per la conservazione a lungo termine del bouquet è quella di preservare i rami, utilizzando una soluzione di glicerina in acqua calda in un rapporto di 6: 4. I germogli appena tagliati vengono abbassati nella soluzione a una profondità di 5 cm, dopo aver precedentemente aggiornato il taglio sott’acqua e dividendo le estremità. Gli steli dovrebbero stare in questa soluzione per circa tre settimane. I germogli e le foglie dopo la procedura diventeranno elastici e cambieranno leggermente colore.
  • Non puoi separarti dall’ortensia tutto l’anno, poiché dalle sue infiorescenze si ottengono ottimi mazzi secchi. Il bouquet viene tagliato a metà settembre. I rami vengono posti ad essiccare in una stanza buia ventilata, pendendo con le infiorescenze ed asportando il fogliame. Altre erbe essiccate possono essere aggiunte alla composizione, ne trarranno solo beneficio. Ad esempio, la lunaria perla secca completerà perfettamente il bouquet e lo renderà più originale..

Foto di ortensie