Come coltivare le melanzane all’aperto. Come coltivare piantine di melanzane a casa. Le migliori varietà di melanzane da piena terra

Un altro rappresentante della famiglia della belladonna è un ortaggio che è arrivato agli europei nel XVII e XVIII secolo dall’India e ha guadagnato la sua grande popolarità in cucina, è la melanzana. Oggi vengono praticate migliaia di ricette per una varietà di sottaceti, stufati, caviale, le cui basi sono ricche di vitamine e blu assolutamente nutrizionali. Questa pianta è anche considerata popolare tra i residenti estivi che preferiscono il raccolto dal proprio giardino. Cosa devi sapere per ottenere frutti di melanzane di alta qualità dal giardino, come scegliere i semi giusti e le piantine in crescita, quali varietà dare la preferenza, nonché le peculiarità della cura del raccolto in giardino, continuare a leggere.

Sommario:

Quali varietà di melanzane dare la priorità

La domanda su come coltivare le melanzane a casa preoccupa quasi ogni giardiniere alle prime armi, poiché la coltivazione di questa pianta è accompagnata da alcune sfumature che sono principalmente associate alle condizioni climatiche. Ad esempio, se il proprietario vive in un’area meridionale, dove le gelate si allontanano prima di altre aree e regna un’atmosfera calda, può prestare attenzione alla selezione dei semi dalla categoria a maturazione precoce. È meglio acquistare ibridi progettati per condizioni meno miti e in grado di sopportare masse sfavorevoli. Tra questi, vale la pena notare i seguenti nomi:

  • Schiaccianoci F1;
  • Gisella F1;
  • F1 delicato;
  • Ippopotamo F1.

Il materiale del seme Il diamante è considerato ben testato nella pratica, viene spesso chiamato un veterano nel campo del giardinaggio. È progettato per i rendimenti negli appartamenti di terra più comuni. Questa è una varietà a bassa crescita che può essere piantata non solo all’aperto, ma anche in contenitori separati. A causa del fatto che i cespugli possono essere piantati uno vicino all’altro, il livello di resa aumenta in modo significativo. Pertanto, questa particolare varietà viene spesso chiamata detentore del record. Le colture a maturazione precoce iniziano a fruttificare già all’età di cento giorni, ma le specie tardive danno risultati dopo più di 150 giorni, ma persistono bene e non sono in alcun modo inferiori al gusto dei loro predecessori. Leggi di più sulle migliori varietà di mezza stagione e tardive per terreni aperti in tavola.

Le migliori varietà blu di mezza stagione e tardive per terreni aperti
Sorpresa Questa varietà è caratterizzata da una tradizionale tonalità viola scuro, che, insieme ad altre varietà, non differisce per l’elevata fertilità. Tuttavia, il raccolto raccolto 120 dopo la germinazione ha un gusto eccellente e una presentazione competitiva..
Marinaio Una caratteristica distintiva della specie è l’originale colore lilla brillante, con la presenza di strisce bianche. Questa varietà inizia a dare i suoi frutti dopo 115 giorni e dà frutti piuttosto grandi, a forma di pera. In media, il peso di un’unità è di 200 – 400 grammi e la lunghezza è di 15 – 18 cm.
Marzapane Gli esperti distinguono questa varietà tra la mezza stagione per il suo gusto. La polpa di tali frutti è succosa e morbida, possono essere rimosse con successo anche nell’area settentrionale. Matura entro 120-125 giorni.
Mishutka Questa varietà è molto apprezzata in cucina, che è accompagnata da un nome così simbolico e tenero. Con la giusta cura, la cultura è ricca di frutti. La stagione di crescita è di 135-145 giorni. Non c’è amarezza nel prodotto, la caratteristica è un colore viola-nero.
Bello nero Una caratteristica distintiva è considerata la resistenza agli sbalzi di temperatura e alle masse fredde. I frutti sono grandi, spesso il peso di un’unità raggiunge i 900 g La polpa della pianta è densa e morbida, utilizzata attivamente in cucina.
Fronte bovina Frutti pesanti e allungati, del peso di circa 800 g, portano questa varietà ai proprietari. I frutti sono ottimi per la lavorazione e si mantengono freschi a lungo. Caratteristico è un colore bruno-violaceo e una superficie lucida della crosta..

Si consiglia ai giardinieri che non sono solo interessati all’argomento di come coltivare le melanzane dai semi, ma anche a un esperimento con la gamma cromatica dei frutti, di prestare attenzione alle varietà esotiche di cultura. Seguendo la tecnologia a casa, entro 4-5 mesi, puoi ottenere il “blu” bianco, giallo, verde e persino rosso. Alcune delle varietà più famose includono: Mantle, Emerald, Golden Eggs, Thai, Icicle, Pelican. I praticanti hanno l’opportunità di diversificare il proprio giardino e varie forme di cultura (costole, cilindriche, ovoidali, rotonde).

Caratteristiche delle piantine blu in crescita

Naturalmente, le melanzane, come qualsiasi altro ortaggio, possono essere coltivate dai semi semplicemente seminandole in piena terra. Tuttavia, senza un’adeguata elaborazione e preparazione del seme, non dovrai aspettare risultati di raccolta impressionanti, inoltre, il periodo di maturazione dei frutti si trascinerà a lungo, perché anche coltivando la pianta dalle piantine, i proprietari devono aspetta molto tempo per aspettare i germogli e poi i frutti. Pertanto, la domanda su come coltivare piantine di melanzane ha molte sfumature..

Prima della semina, il giardiniere deve prestare la dovuta attenzione alla preparazione del terreno. Quindi, per piantare semi per piantine, puoi acquistare separatamente un substrato pronto in negozi specializzati. Se preferisci svolgere il lavoro in modo completamente indipendente, per ottenere una massa fertile avrai bisogno dei seguenti componenti: torba e segatura marcia. Sono mescolati in un contenitore separato in un rapporto di tre a uno. Puoi sostituire questa massa con altri ingredienti, ad esempio usando torba, humus e verbasco nel complesso. Una miscela di torba bassa, sabbia di fiume e compost è considerata non meno redditizia. Qualunque sia l’opzione scelta dal residente estivo, richiederà inoltre la disinfezione del terreno, poiché quelli blu sono facilmente colpiti da varie malattie.

Quindi la miscela risultante deve essere completamente riscaldata a bagnomaria o semplicemente acqua bollita per innaffiare il terreno, uccidendo così i microbi dannosi in esso. Si consiglia di effettuare la preparazione in anticipo, prima di preparare i semi almeno una settimana prima. Dopotutto, la disinfezione non è l’unica procedura, è necessario anche un trattamento aggiuntivo con stimolanti, quindi mezzo bicchiere di solfato di potassio viene aggiunto a dieci chilogrammi di terreno. Dal momento dell’applicazione della soluzione alla semina devono trascorrere almeno due settimane.

Per quanto riguarda la preparazione dei semi, questo processo viene eseguito in più fasi, con una certa sequenza:

  • esposizione in una soluzione di manganese per un’ora;
  • lavaggio accurato dei grani;
  • il materiale lavato viene steso su un panno e avvolto in esso, per sette giorni viene conservato in frigorifero durante la notte;
  • una settimana dopo, i semi vengono immersi per 12 ore in uno stimolante, che deve essere miscelato con acqua tiepida;
  • prima di piantare, il seme deve essere lasciato asciugare.

Si consiglia di mettere i grani finiti in cassette con celle grandi, in esse è più conveniente prendersi cura delle piantine e, quando si piantano in giardino, verranno esclusi i danni all’apparato radicale. Prima dell’emergenza, i vassoi devono essere coperti con un foglio. Dopo la loro comparsa, la procedura di copertura dovrebbe essere esclusa e il regime di temperatura dovrebbe essere corretto. La prestazione ottimale durante il giorno è di 14-16 gradi, di notte 10-12, il che contribuisce allo sviluppo di alta qualità del rizoma. Sette giorni dopo, le piantine devono essere trasferite alla modalità giorno, dove i segni saliranno a 25-27 gradi. Al buio, è necessario mantenere una temperatura stabile di 12-14 gradi. Tali gocce sono necessarie per indurire le piantine, sviluppando la sua immunità naturale, che la prepara in anticipo alle condizioni di sopravvivenza in campo aperto..

Quale area all’aperto scegliere per piantare melanzane e come prepararla

L’area selezionata nel giardino per piantare piantine blu deve essere necessariamente soleggiata, senza ombra e correnti d’aria. La sua preparazione dovrebbe essere fatta con diverse visite, a partire dall’autunno. È imperativo che le erbacce non siano presenti sul sito, inoltre, sarà meglio se la struttura del suolo è leggera, sabbiosa o argillosa, questo è esattamente ciò che richiede questo ortaggio. Pertanto, se il proprietario determina che il terreno pesante domina, dovrebbe aggiungere componenti come sabbia di fiume, segatura o paglia frantumata. In autunno, il letto del giardino dovrebbe essere dissotterrato e aggiunto dell’humus per aumentare la fertilità del terreno. È severamente vietato introdurre l’humus in primavera, durante questo periodo il terreno deve essere trattato dai parassiti, poiché se l’humus viene introdotto ad aprile, tutte le forze delle piante saranno spese per la formazione del rizoma e del fusto, e di conseguenza , si arriverà alla formazione del raccolto con sforzi minimi.

Prima di piantare i germogli nel terreno, è necessario riempirli bene d’acqua e lasciarli riposare. Le melanzane, come altre piante da giardino, si consiglia di piantare in giardino a tarda sera o al mattino presto. Il metodo per piantare piantine è molto simile alla coltivazione del pepe. Sul sito vengono realizzati singoli fori o scanalature caratteristiche, che devono essere riempite in modo massiccio d’acqua. Se le colture vengono piantate a maggio, i residenti estivi devono inoltre preoccuparsi di proteggere le piante che sono molto povere nel tollerare il freddo notturno in giardino. A tale scopo, viene spesso utilizzato materiale cinematografico. Puoi anche coprire le piantine con contenitori di plastica ventilati separati con fori preforati.

Come prendersi cura adeguatamente delle melanzane in giardino

Insieme alla ricerca di risposte alla domanda su come coltivare piantine di melanzane a casa, i giardinieri non dovrebbero dimenticare le complessità della cura delle piante in piena terra. Devi preoccuparti non solo di come proteggere le piantine dalle cadute di temperatura durante la notte, ma anche dai parassiti. È anche altrettanto importante organizzare un’irrigazione di alta qualità del giardino. Dopo aver piantato piantine, il proprietario dovrebbe assicurarsi che durante le prime due settimane la crescita delle colture sia praticamente invisibile, il che è associato all’adattamento all’ambiente.

Durante questo periodo, non dovresti abusare dell’irrigazione, si consiglia di organizzare una spruzzatura regolare con l’urea. Dopo che le piantine hanno messo radici, è sempre necessario mantenere l’area umida, prevenire la formazione di una crosta sul terreno e quindi allentarla regolarmente, soprattutto dopo la pioggia. è altrettanto importante distruggere in tempo le erbacce appena formate. Inoltre, non è consigliabile abusare dell’alimentazione di quelli blu, un valore nutritivo eccessivo può danneggiare il frutto. Per l’intera stagione di maturazione, questa procedura dovrebbe essere eseguita non più di tre volte..

Quali malattie subiscono quelle blu? Misure preventive

Dopo aver piantato piantine, l’inizio del processo di fioritura diretta, così come durante il periodo di maturazione del frutto, le melanzane possono essere minacciate da attacchi di insetti e varie malattie. Tipiche di questa cultura sono lesioni con acari, gambe nere, afidi, mosche bianche, che dovrebbero essere trattate immediatamente per salvare il raccolto futuro; ci sono anche una serie di misure preventive. Ad esempio, per escludere la comparsa di un acaro ragno, è necessario eseguire un’ulteriore irrorazione delle piante con tempo caldo e afoso. Se nel giardino prevale il giusto livello di umidità, questo respingerà gli afidi maligni. La mosca bianca viene spaventata con trappole di cartone imbrattate di miele o vaselina..

Quindi, possiamo dire che la domanda su come coltivare le melanzane in campo aperto ha una serie di sfumature tecnologiche direttamente correlate alla preparazione del terreno, alla cura delle sementi e delle piantine. Fatte salve le regole generalmente accettate, ogni residente estivo potrà scegliere una varietà prolifica per le proprie condizioni climatiche e il tipo di suolo prevalente nel territorio. Dopo aver studiato tutte le sottigliezze del processo di coltivazione di una cultura, senza costi speciali, puoi ottenere frutti non standard di melanzane, le specie più esotiche, una forma insolita e un colore sorprendente. Per maggiori informazioni guarda il video: