Clima

Come rendere la ventilazione in bagno

L’installazione di un sistema di ventilazione adeguato e di alta qualità nel bagno è un processo piuttosto importante. Poiché il comfort e il microclima nella stanza dipendono dal sistema di ventilazione. Inoltre, la mancanza di ventilazione nel bagno riduce significativamente la durata dell’uso dei materiali di finitura utilizzati nel processo di sistemazione. Considereremo come rendere ulteriormente la ventilazione nel bagno..

Sommario:

Ventilazione in bagno: funzioni e caratteristiche

Il sistema di ventilazione nel bagno o nel bagno è un modo molto importante per eliminare l’umidità in eccesso che appare nell’aria a causa dell’uso di una doccia o di un bagno. Inoltre, la ventilazione nel bagno svolge le seguenti funzioni:

  • sbarazzarsi di odori sgradevoli;
  • un aumento della durata dell’uso dei materiali di finitura, dovuto alla presenza di normale umidità e aria fresca;

  • prevenire la comparsa di funghi o muffe;
  • in assenza di finestre, la ventilazione del bagno è l’unico modo per regolare un microclima sano;
  • garantire il ricambio d’aria, nel caso in cui la ventilazione naturale non riesca a far fronte ai suoi compiti.

In relazione al tipo di ventilazione, esistono due tipi di sistemi di ventilazione nel bagno:

  • ordinario;
  • integrato.

La prima opzione è più semplice, con il corretto funzionamento della ventilazione naturale, non è necessario alcun materiale per dotare il sistema di ventilazione. Questo sistema presuppone la presenza di un’uscita su una delle pareti della stanza attraverso la quale l’aria umida fuoriesce dalla stanza. Allo stesso tempo, l’aria fresca entra nel bagno da altre stanze..

Per verificare le prestazioni di questo sistema, utilizzare un normale foglio sottile di carta o giornale, che viene applicato all’apertura della griglia di ventilazione. Se il foglio si attacca facilmente ad esso, il sistema funziona correttamente. In caso contrario, è necessario intraprendere determinate azioni per garantirne l’operatività. Si prega di notare che se fuori fa troppo caldo, il foglio, anche con una corretta ventilazione, non si attaccherà al foro, poiché in questo momento c’è una violazione del ricambio d’aria.

Inoltre, un foglio di carta può essere sostituito con una candela o un accendino, che viene applicato al foro e monitora il cambiamento di fiamma. Se c’è un sistema di ventilazione funzionante, la fiamma sarà diretta verso la griglia.

Il metodo popolare per migliorare la ventilazione naturale prevede l’uso di un metodo che non comporterà costi aggiuntivi per i materiali, ma allo stesso tempo migliorerà significativamente l’efficienza della ventilazione naturale. Per questo, sotto la porta del bagno è predisposto un piccolo foro di 10-20 mm. Pertanto, è possibile ottenere un buon ricambio d’aria nella stanza, inoltre, l’umidità non si accumula nella stanza. Da un lato, utilizzando questo metodo risulta organizzare un’eccellente ventilazione naturale, ma le caratteristiche insonorizzate della stanza vengono violate..

Al fine di fornire un buon sistema di ventilazione senza violare l’integrità delle pareti, viene utilizzata la seconda opzione di ventilazione: forzata. Questo sistema è un intero set di condotti di ventilazione che forniscono ventilazione non solo in bagno, ma anche, se lo si desidera, in tutte le stanze che ne hanno bisogno, ad esempio in bagno e in cucina. La parte principale di questo sistema è un ventilatore di tipo aspirante. Se la ventilazione viene utilizzata in più stanze, dovrebbero esserci più ventole. Il ventilatore rimuove l’aria umida o viziata dalla stanza.

Sistema di ventilazione forzata in bagno: componenti e caratteristiche

Per la fabbricazione di un sistema di ventilazione forzata, avrai bisogno di un sistema di tubazioni, solitamente in plastica o metallo, e della ventola stessa. I condotti dell’aria sono rotondi o rettangolari. Se si prevede di dotare un sistema di ventilazione in un piccolo bagno, è possibile non utilizzare le tubazioni, è sufficiente praticare un piccolo foro nel muro e installarvi un aspiratore..

Il sistema di ventilazione forzata è composto da:

1. Condotti dell’aria, la cui sezione trasversale è rotonda e rettangolare. I condotti dell’aria con una sezione trasversale rettangolare sono più compatti e comodi da usare, poiché si adattano bene allo spazio del soffitto, tuttavia, tali condotti conducono l’aria peggio, a causa della presenza di angoli al loro interno.

In relazione alla rigidità dei condotti dell’aria, essi sono:

  • flessibile: si piega facilmente, lascia passare male l’aria, ma ha un basso costo;
  • duro: opzioni costose, ma di alta qualità;
  • semirigido – utilizzato se il canale è posato lungo un pendio.

2. I ventilatori per il bagno sono a soffitto o integrati. La prima opzione è un pannello decorativo e la seconda viene utilizzata se è previsto un sistema di ventilazione su larga scala. Poiché è con l’aiuto di un ventilatore integrato che risulta fornire ventilazione per diverse stanze. L’uso di un ventilatore a soffitto è associato esclusivamente a una stanza, ad esempio un bagno o una toilette.

Quando si sceglie un ventilatore da bagno, è necessario considerare i seguenti fattori:

  • il numero di persone in casa, poiché da questo dipende la frequenza di utilizzo del bagno e l’umidità totale dell’aria;
  • l’area totale delle stanze a cui è destinato il ventilatore;
  • presenza o assenza di termostati, sensori di umidità e altre funzioni aggiuntive;
  • valvola di ritegno – per evitare che l’aria viziata proveniente dalla strada entri nella stanza.

3. Inoltre, il sistema di ventilazione è costituito da giunti che assicurano il collegamento di tubi situati sulle parti rettilinee del sistema..

4. Per ruotare il tubo in una certa direzione, si consiglia di utilizzare curve, che per i tubi rettangolari sono di tipo verticale e orizzontale..

5. Per evitare che altri odori provenienti dagli appartamenti vicini o dalla strada entrino nel bagno, è necessaria una valvola di ritegno..

6. Gli elementi di fissaggio aiuteranno a fissare saldamente il sistema di ventilazione. È possibile l’opzione di elementi di fissaggio fatti in casa sotto forma della lettera P o l’uso di parti acquistate già pronte.

Come realizzare un bagno di ventilazione, una toilette: tipi di ventilatori

A seconda del principio di funzionamento, i ventilatori sono suddivisi in:

  • Manuale;
  • dispositivi con regolazione automatica.

La prima opzione è un modello semplificato, il cui principio si basa sull’estrazione dell’aria unilaterale dalla stanza. Questi ventilatori sono dotati di valvole di ritegno che impediscono all’aria dall’esterno o da altre stanze di entrare nella stanza. Per accendere la ventola, è necessario utilizzare una presa o un interruttore.

La seconda opzione sono i ventilatori con funzionamento automatico, il loro costo è di un ordine di grandezza superiore a quello di quelli manuali. Tra i vantaggi di questo tipo di ventilatori, si distingue innanzitutto la praticità del loro funzionamento. Tali ventilatori sono dotati di sensori speciali che determinano il livello di umidità nella stanza, se l’umidità è superiore al normale, la ventola si accende da sola e inizia a funzionare.

Ulteriori caratteristiche funzionali del ventilatore includono:

  • sensori di movimento: quando si entra in bagno, la ventola inizia a funzionare;
  • funzione orologio: la ventola può avere un orologio integrato;
  • la funzione di autoscatto consente di impostare l’intervallo del timer, ad esempio per 10, 15, 20 minuti di funzionamento;
  • funzione di ventilazione costante: questa modalità consente alla ventola di funzionare in modalità costante, ma lentamente, se l’umidità nella stanza aumenta, la ventola si accende a una velocità di funzionamento più potente.

In relazione alle caratteristiche progettuali, i ventilatori in bagno sono:

  • assiale;
  • radiale;
  • centrifuga.

Un ventilatore assiale ha la forma di una ruota su cui sono posizionate le pale, l’aria viene mossa catturandola dalle pale. Tra i vantaggi di tali ventilatori va notato un alto livello della loro efficienza, buone prestazioni, prestazioni eccellenti. Tuttavia, i ventilatori assiali sono caratterizzati da una bassa pressione dell’aria. È possibile installarli direttamente nel muro, senza predisporre condotti di ventilazione.

Il ventilatore radiale ha la forma di una girante radiale posta su un involucro a spirale. Quando la ruota gira, l’aria viene trasportata dalla stanza alla porta di scarico. L’utilizzo di ventilatori radiali si distingue principalmente per un notevole risparmio energetico del 25%. Inoltre, tali ventilatori si distinguono per alta efficienza e prestazioni, basso livello di rumorosità e compattezza..

Il ventilatore di tipo centrifugo è il più diffuso tra gli aspiratori. Sono molto convenienti e facili da usare, sono caratterizzati da alta potenza e basso livello di rumorosità. Molto spesso, un tale ventilatore è installato sul soffitto. Per equipaggiarlo, dovrai installare condotti di ventilazione rigidi o semirigidi..

Raccomandazioni per l’installazione della ventilazione in bagno

Per risparmiare sul pagamento dei servizi di uno specialista che installa un sistema di ventilazione nel bagno, puoi farlo da solo. Per rendere alta la qualità del lavoro, leggi le raccomandazioni che aiuteranno a semplificare e accelerare l’installazione della ventilazione nel bagno:

  • si consiglia di prevedere l’installazione della ventilazione nel bagno durante il processo di riparazione al suo interno, quindi tutto il lavoro si svolgerà facilmente e senza danneggiare i materiali di finitura;
  • l’alimentazione elettrica alla ventola viene effettuata dalla scatola di illuminazione e l’installazione di un doppio interruttore aiuterà a controllare il processo di accensione manuale della ventola;
  • per nascondere i fili destinati al sistema di ventilazione, è necessario installare scanalature speciali, sono anche montate nello spazio sotto il soffitto se nella stanza è installato un tipo di controsoffitto sospeso;
  • se è presente un foro di ventilazione già predisposto, il ventilatore viene installato direttamente in esso, semplificando così la procedura di installazione per l’intero sistema e non è necessario installare condotti dell’aria;
  • in assenza di un tubo di ventilazione, è possibile sostituirlo con un normale tubo di plastica, il cui diametro è di circa 10 cm, tali tubi vengono utilizzati per l’installazione di sistemi fognari;
  • tenere presente che la complessità dell’installazione del sistema di ventilazione dipende dall’altezza del soffitto;
  • prima di eseguire tutto il lavoro, dovresti studiare le istruzioni fornite con il ventilatore, ti aiuterà a semplificare la procedura per la sua installazione.

Successivamente, ti suggeriamo di familiarizzare con i passaggi principali per l’installazione di una ventola di scarico:

  • rimozione della cover posteriore dal dispositivo;
  • lubrificando l’interno con colla o unghie liquide;
  • fissaggio del ventilatore con bulloni o scrocchi speciali.

Si prega di notare che il ventilatore del bagno richiede una manutenzione regolare, che consiste nella pulizia periodica con un aspirapolvere o un panno umido..

Tecnologia di installazione della ventilazione del bagno

Prima di eseguire l’installazione del ventilatore e dei condotti dell’aria, è necessario determinare la ventilazione nel bagno, lo schema in base al quale verrà eseguito il lavoro. Lo schema più semplice e comune è costituito da un condotto principale, che è collegato a tee che prendono l’aria da una o più stanze..

Di seguito è riportato il processo di preparazione del foro di ventilazione per il montaggio della ventola. Confronta il dispositivo con la larghezza del canale, se corrispondono, non è necessario fare nulla, altrimenti espandere il foro alla dimensione desiderata o ridurlo con uno stucco a base di gesso o schiuma di poliuretano.

Il prossimo processo che aiuterà a installare la ventilazione nel bagno è la posa del cavo elettrico. È possibile combinare questo cavo con la luce, anche se questa connessione crea qualche disagio. Ad esempio, se qualcuno vuole andare in bagno di notte, dovrà rispettivamente accendere la luce, accendere il ventilatore, che sveglierà tutti con il suo rumore..

È preferibile utilizzare la versione con un doppio interruttore, un tasto di questo design svolge la funzione di accendere e spegnere la lampadina e il secondo – della ventola. Dopo che il ventilatore è stato collegato alla rete elettrica, ne vengono verificate le prestazioni e viene fissato sulla superficie del condotto dell’aria. Per questi scopi, si consiglia di utilizzare prima la colla e poi gli elementi di fissaggio forniti con la ventola..

In ogni caso, prima di eseguire questi lavori, leggere le istruzioni del ventilatore. Un fattore importante è l’installazione di una zanzariera, che impedisce agli scarafaggi e ad altri insetti dei condotti di ventilazione di entrare nel bagno..

Un altro punto importante che ti aiuterà a installare la ventilazione nel bagno con le tue mani è l’installazione dei condotti dell’aria. Il processo consiste nell’unire singole parti di tubi ed elementi in un sistema completo. Per collegare i tubi tra loro, si consiglia di utilizzare un sigillante siliconico. Innanzitutto, viene assemblato il canale principale, monitorare la qualità del fissaggio dei tubi e dei tee. Successivamente, vengono installate le valvole di ritegno, che impediscono all’aria di entrare nella stanza da una stanza all’altra. Quindi il sistema si sposta nel luogo di installazione delle prese d’aria, vengono installate dopo l’installazione dei controsoffitti.

Affinché la ventilazione in una casa privata nel bagno sia installata in modo efficiente, si prega di notare questi consigli:

  • garantire un’accurata sigillatura delle prese che rimuovono l’aria dalla stanza, tutte le aperture devono essere trattate con schiuma di poliuretano, che aiuterà ad evitare correnti d’aria nella stanza;

  • Prima di installare il controsoffitto, verificare le prestazioni del sistema di ventilazione, inoltre, è necessario organizzare un portello di ispezione sul soffitto, con l’aiuto del quale il sistema verrà riparato o riparato in futuro.