Bagni, saune e piscine

Porta bagno fai da te

Se vuoi costruire uno stabilimento balneare, da ogni visita di cui vivrai solo piacevoli emozioni per molti anni, allora in fase di costruzione devi prendere sul serio ogni piccola cosa. Anche le porte, dalle cerniere alla ferramenta, devono rispondere a determinati requisiti. Certo, è molto più facile acquistare una tela già pronta, ma in questo caso c’è un grande rischio di imbattersi in prodotti di bassa qualità e, dopo alcuni anni, affrontare di nuovo la scelta di una porta del bagno. Un numero enorme di consumatori si lamenta che le porte acquistate si asciugano rapidamente e si formano degli spazi vuoti e, infine, che semplicemente non sono progettate per le cadute di temperatura e umidità che accompagnano ogni bagno. Solo realizzando la porta dello stabilimento balneare con le tue mani, puoi essere sicuro della sua qualità e renderla non è così difficile.

Fedeltà alla tradizione o aderenza alla modernità

Prima di iniziare a realizzare una porta per il bagno, devi decidere il suo design. Al giorno d’oggi, nei bagni vengono utilizzati due tipi di porte: in legno e in vetro, tutto il resto sono varie opzioni per combinare questi materiali. Ogni tipo ha i suoi vantaggi e svantaggi e una certa scelta dovrebbe essere fatta solo dopo aver identificato alcuni vantaggi dell’utilizzo di un determinato materiale..

Porte in legno: solidità e solidità

Da tempo immemorabile, il legno è stato utilizzato per realizzare le porte delle saune. Gli esseri umani hanno accumulato abbastanza esperienza da renderli resistenti all’umidità elevata e al vapore caldo. Molto spesso, una fascia è sufficiente, ma se il bagno viene riscaldato in nero, per poter ventilare la stanza durante il lavaggio, un altro, più stretto.

Importante: qualunque porta tu scelga, dovrebbe aprirsi solo verso l’esterno.

Le porte in legno di alta qualità trattengono perfettamente il calore nella stanza, inoltre, non si riscaldano a temperature elevate che possono lasciare ustioni sul corpo umano. I bagni con elementi in legno sembrano molto semplici, naturali, ma allo stesso tempo estremamente accoglienti e confortevoli. Lasciano una sensazione di solidità e solidità e in termini di funzionalità superano le porte di qualsiasi altro materiale, poiché, in primo luogo, favoriscono la libera circolazione delle masse d’aria nei bagni e, in secondo luogo, saturano l’aria con un gradevole aroma e garantiscono una regolazione naturale dell’umidità.

Porte in vetro: stile e modernità

Il vetro nella produzione di porte per sauna ha iniziato a essere utilizzato relativamente di recente. Ciò è dovuto al fatto che non tutti i vetri sono adatti a questo scopo, possono essere installati solo tipi resistenti al calore e altamente durevoli. Un enorme vantaggio di questo materiale è la sua lunga durata. Inoltre, le stanze in cui sono installate le porte in vetro hanno un aspetto completamente diverso: eleganti, moderne e straordinariamente spaziose. I confini anche del bagno turco più compatto possono essere ampliati visivamente installando porte in vetro per il bagno con le tue mani.

Rispetto alle porte in legno, uno svantaggio significativo è l’elevata conduttività termica del vetro. Le porte in vetro devono essere dotate di maniglie in legno, altrimenti si rischiano gravi ustioni all’apertura..

Porte combinate: comfort ed eleganza

Le porte combinate sono l’ideale per chi non sa accontentarsi di una cosa, o per chi vuole unire la superiore funzionalità del legno alla raffinatezza delle porte in vetro. Naturalmente, tali strutture sono molto più costose, ma il loro design può anche essere abbinato a qualsiasi stile dei bagni principali. Varie combinazioni, intagli, motivi su vetro, varie sfumature: chiunque può scegliere una porta in base alle preferenze personali.

Come scegliere il materiale giusto per la porta del bagno

Nonostante il fatto che una porta in vetro di alta qualità a casa sia molto difficile da realizzare, molti artigiani sono ancora interessati alla domanda su come realizzare una porta per uno stabilimento balneare dal vetro e su come scegliere il vetro giusto. Per un bagno, dovresti acquistare solo vetro temperato, ha una maggiore resistenza ai danni meccanici, non teme i cambiamenti di temperatura anche in intervalli molto ampi e inoltre non si sbriciola in frammenti taglienti quando viene rotto. Molto spesso ha un caldo colore bronzo, ma le opzioni opache sembrano più vantaggiose nelle saune e tali vetri temperati, come quelli trasparenti, si possono trovare anche nel moderno mercato delle costruzioni..

Se parliamo di porte in legno, allora è meglio realizzarle in legno duro: quercia, tiglio, ontano o pioppo tremulo. Le varietà di conifere saturano l’aria con un aroma viscoso, che, in linea di principio, è molto buono, ma allo stesso tempo una tale porta dopo un po’ inizia a “piangere”, trasudando gocce di resina. Anche se questo è ciò che attira molti e, al contrario, preferiscono installare porte in legno e altri elementi decorativi realizzati con conifere nei loro bagni. Il legname più costoso è considerato frassino, cedro canadese e abasha. L’Abash è l’indiscusso leader tra le varietà legnose in termini di conducibilità termica, nonché per la sua elevata resistenza al decadimento e alla deformazione causata dai cambiamenti microclimatici. La quercia è una buona alternativa al costoso abasha. Il suo legno ha caratteristiche solo leggermente inferiori, ma allo stesso tempo appartiene a una categoria di prezzo più accessibile..

Quando si sceglie un albero, è necessario prestare attenzione ai seguenti punti:

Caratteristiche delle porte della sauna

Quando costruiscono un bagno, di solito si sforzano di ridurre al minimo la possibile perdita di calore per risparmiare carburante durante il funzionamento. Ciò ha interessato anche le porte, perché ogni apertura è accompagnata da un enorme rilascio di calore all’esterno, che è particolarmente evidente nei piccoli edifici. Ecco perché le porte d’ingresso alle terme sono molto più piccole rispetto a qualsiasi altro edificio, anche se dotato di spogliatoi. Le dimensioni più ottimali – 1800 mm di altezza e 800 mm di larghezza.

Se le dimensioni della porta dovessero essere inferiori a quelle di altre porte, allora lo spessore dell’anta, al contrario, è leggermente maggiore. Questo ti permetterà di stare al caldo più a lungo..

L’anta dovrebbe essere molto strettamente adiacente all’apertura. La presenza di un davanzale è obbligatoria, il suo bordo superiore deve essere posizionato a livello del pavimento. Se il bagno viene riscaldato in modo nero, la soglia può essere omessa per fornire un’ulteriore ventilazione della stanza..

Per motivi di sicurezza, in nessun caso devono essere installate serrature inglesi sulle porte dello stabilimento balneare. Per gli stessi motivi, è impossibile installare chiavistelli o serrature “giradischi” all’esterno della vasca. Per premere il più possibile la porta sullo stipite, si consiglia di installare due serrature all’interno contemporaneamente: sopra e sotto. Allo stesso tempo, il chiavistello o il gancio possono essere in metallo nella parte inferiore, ma solo in legno nella parte superiore. Tutti i manici devono essere in legno, non si surriscalda, a differenza di altri materiali.

Tecnologia di produzione della porta del bagno

Ora puoi andare direttamente al montaggio delle porte. In totale, ci sono due tipi di pannelli per porte installati nelle saune:

  • strutture a strato singolo fatte di tavole strettamente intrecciate tra loro;
  • porte multistrato, composte da due telai e materiale termoisolante.

Per il bagno turco, è meglio usare il secondo metodo per realizzare la porta e per il resto delle stanze sarà sufficiente installare una normale porta di bordo.

Produzione di porte a telaio

Per realizzare le porte del bagno turco, devi prima preparare due telai. Per questo abbiamo bisogno di otto barre orizzontali e quattro verticali di 40×60 mm. Prima di iniziare l’assemblaggio dei telai, tutti gli spigoli vivi devono essere levigati. Il modo più semplice per farlo è con una fresa per smussare, ma puoi fare a meno di nessuno degli strumenti disponibili. È improbabile che questa operazione causi difficoltà, l’unica avvertenza è che gli angoli sono sovrapposti, con il metodo di connessione – “scanalatura spinosa”.

Avremo bisogno di due di questi frame: uno è interno e il secondo è esterno. Rivestiamo il telaio esterno su entrambi i lati con fogli di truciolato o fibra di legno, senza dimenticare di interporre un isolamento termico (schiuma, lana minerale o qualsiasi altro isolamento). Successivamente, i telai esterni e interni vengono fissati insieme e tra di essi viene posato anche uno strato di isolamento termico e uno strato di materiali isolanti al vapore.

All’esterno, una tale porta è rivestita con assi o assi. In questo caso, le schede dovrebbero adattarsi il più strettamente possibile l’una all’altra..

Suggerimento: per garantire una perfetta aderenza delle tavole, è imperativo lavorare ogni lato con un jointer.

A proposito, prima di realizzare la porta per il bagno, tutto il legno deve essere impregnato di composti antisettici e dall’interno con olio essiccante.

Importante: l’albero tende a gonfiarsi con eccessiva umidità, quindi, quando si realizzano porte, è meglio sottovalutare le loro dimensioni complessive di 5-7 mm.

Molto spesso, i costruttori alle prime armi, quando rivestono le porte con tavole, le mettono semplicemente sulla colla, senza tener conto del fatto che sotto l’influenza del vapore caldo possono restare indietro l’una rispetto all’altra. C’è un modo, anche se abbastanza laborioso, per impedirlo. Su entrambi i lati di ciascuna tavola, i quarti vengono selezionati in un’immagine speculare, dopodiché vengono impilati l’uno vicino all’altro in modo che gli spazi tra loro non superino 1 mm.

Suggerimento: per non dimenticare in quale sequenza sono stati posati, si consiglia di numerarli durante il montaggio..

Ora ricopriamo con cura tutte le superfici di contatto con la colla e rimontiamo la tela. Per ottenere una stretta pressione delle tavole tra loro, le raccogliamo tra due travi, la cui distanza è di 15-20 mm maggiore della larghezza della porta. Dopo il montaggio, inseriamo diversi pioli tra le travi e la tela, fino a quando le schede non sono collegate tra loro il più possibile. Fissiamo l’anta finita al telaio usando viti autofilettanti, fondendole all’interno. Successivamente le teste delle viti autofilettanti dovranno essere stuccate.

Se il bagno viene utilizzato in un clima mite, puoi farlo con una porta con un telaio, le strutture a due telai sono più spesso utilizzate nelle regioni con temperature invernali molto basse.

Produzione di porte in legno monostrato

Per realizzare tali porte, abbiamo bisogno di tavole della stessa larghezza. Ritagliamo da loro segmenti della lunghezza richiesta ed elaboriamo con cura tutti i tagli con un aereo. Analogamente al metodo sopra descritto, raccogliamo l’anta. Dopo che la colla si è completamente asciugata, rimuovere tutte le irregolarità con un jointer.

Per rafforzare le tavole tra loro dall’alto e dal basso, inchiodiamo due assi trasversali.

Suggerimento: viti autofilettanti, chiodi e altro hardware durante la costruzione di un bagno vengono utilizzati solo con uno speciale rivestimento anticorrosivo.

Poi ci sono due modi per completare il lavoro:

È necessario eseguire almeno una di queste opzioni, poiché ciò prolungherà la durata dell’anta..

Importante: durante la legatura, le barre devono essere collegate tra loro scegliendo i quarti o, se c’è l’attrezzatura appropriata, con il metodo “spina nella scanalatura”.

Puliamo l’intera porta e la impregniamo con diversi strati di olio essiccante, ora può essere installata in posizione. Il numero di anelli su cui appenderemo la struttura risultante dipende dal suo peso. Se lo si desidera, la porta finita può essere decorata con intagli artistici o interessanti elementi decorativi che si abbinano all’intero interno della vasca. Non considereremo l’installazione in dettaglio nell’ambito di questo articolo, ma forniremo un video che dimostra in dettaglio questo processo..

Come puoi vedere, la produzione di porte per un bagno non è particolarmente difficile anche per un costruttore inesperto, quindi questa fase di costruzione può essere tranquillamente eseguita in modo indipendente, senza ricorrere ai servizi di professionisti, e questo ti consentirà di ridurre i costi almeno un po’..